skip to main | skip to sidebar
42 commenti

Antibufala: SismAlarm, “allarme anti-terremoto” sul Corriere della Sera

Questo articolo vi arriva gratuitamente e senza pubblicità grazie alla gentile donazione di “luca.lup*” e “darioaia*”. Se vi piace, potete incoraggiarmi a scrivere ancora.

È apparso sul Corriere della Sera il 17 gennaio scorso un articolo che parla di SismAlarm, definito “allarme anti-terremoti”, a firma di Alessandra Dal Monte.

Al prezzo di 99 euro e di un'installazione estremamente semplice, il dispositivo promette un preavviso di una “manciata di secondi prima della scossa distruttiva”, come dice nell'articolo Maurizio Taormina (che è amministratore delegato della Guardian srl, società di San Marino, ma questo il Corriere non lo specifica).

A prima vista il principio di funzionamento sembra sensato: ogni sisma genera solitamente un'onda primaria, che si propaga rapidamente e anticipa l'onda secondaria, che è quella più energetica e distruttiva. Questo è vero. Il Guardian, dicono i suoi creatori, rileva quest'onda primaria e genererebbe un allarme acustico e visivo che può mettere in allerta gli occupanti dell'edificio.

Ma se si fanno due conti in condizioni realistiche emerge un problema molto serio: applicando questo principio di funzionamento, il preavviso possibile, cioè quella “manciata di secondi” di cui parla Taormina citato dal Corriere,  ammonta in pratica a un paio di secondi o poco più, come spiega anche Alessandro Amato su Scienza in Rete: un tempo assolutamente insufficiente a compiere qualunque azione concreta per affrontare il sisma in arrivo.

Non a caso il manuale del dispositivo dice chiaramente (screenshot qui sotto) che “L’unità potrebbe non avere il tempo di allertare gli occupanti prima del verificarsi del sisma. L’unità è progettata e calibrata per generare un allarme quando viene rilevato il fronte primario dell’onda sismica, il quale dovrebbe essere seguito da un fronte secondario maggiormente distruttivo. A causa di numerose condizioni ambientali e di installazione l’unità potrebbe non avere sufficiente tempo per generare l’allarme prima che il terremoto causi danni a cose e/o persone.”


Inoltre l'articolo del Corriere segnala che “A dicembre il Dipartimento di Protezione civile ha presentato una segnalazione” (link) “per «pubblicità ingannevole» all'Autorità garante della Concorrenza e del Mercato.” In effetti la segnalazione della Protezione Civile lascia poco spazio ai dubbi (l'evidenziazione è mia):

la pubblicità sembra indurre il consumatore a sentirsi "al sicuro" acquistando il prodotto: i messaggi veicolati sono privi dei necessari riferimenti alle caratteristiche dei forti terremoti che potrebbero colpire l'Italia, in cui il raggio di azione del fenomeno distruttivo è tipicamente limitato, con conseguenti tempistiche di allerta nulle, ovvero di pochi decimi di secondo o pochi secondi, nelle aree epicentrali in cui possono manifestarsi condizioni di pericolo per le persone.

In sintesi, il prodotto fa esattamente quello che dice di fare, ma quello che fa è inutile all'atto pratico, per cui acquistarlo rischia di essere uno spreco di denaro e di creare una falsa sicurezza che può distrarre da interventi antisismici più concreti ed efficaci.

Fonti aggiuntive: Butac.it.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (42)
Questa ve la devo raccontare.
L'anno scorso dopo una scossa di terremoto secca ma bella forte, ho cercato, assieme ad un amico, di entrare ai Petali di Reggio (presso lo stadio cittadinno) per mangiare un boccone in uno dei tanti ristoranti li presenti. Sull'uscio una guardia della protezione civile ci ha impedito l'accesso con queste parole:
"non possiamo farvi entrare perché non sappiamo se ci saranno altre scosse"
al che io e il mio collega ci siamo guardati e gli abbiamo risposto:
"se foste in grado di prevedere altre scosse sareste ricchi!"
Va solo preso per quel che è: un dispositivo che ti segnala quando fare il segno della Croce. Velocemente.

La cosa che mi interesserebbe davvero sapere è... come hanno fatto i test per validare che funzioni correttamente. Sono stati in Giappone 6 mesi? :)
...e i produttori di questa cavolta ringraziano... :-)
E' interessante anche il punto di vista di Marco Mucciarelli, attuale direttore dell'Osservatorio Geofisico Sperimentale di Trieste
"Regalatevi 99 € di vera prevenzione antisismica" http://tersiscio.blogspot.it/2014/12/regalatevi-99-di-vera-prevenzione.html
quando afferma che anche se si avesse un preavviso sufficiente, scappare fuori non sempre è l'opzione migliore. La dimostrazione sono i terremoti di Christchurch (Nuova Zelanda) e Lorca (Spagna), avvenuti di giorno dove la maggior parte dei morti e feriti si sono avuti all'aperto e sono stati dovuti al crollo di cornicioni, tegole, camini, balconi. Quindi scappare si ma solo se avete poi uno spazio aperto dove andare.
Avevo visto la pubblicita' in TV di questo dispositivo tempo fa, forse un mese o due fa, e come ovvio per chi bazzica questo sito mi sembrava una sciocchezza inutile al limite della truffa.
Devo dire che dopo la prima volta poi non l'ho piu' vista quindi o hanno pagato per gli spot solo per pochissimi giorni oppure lo spot e' stato bloccato quasi istantaneamente.
Roberto.
l'articolo è un po' vecchiotto, da novembre stanno facendo i test per il settore privato, http://www.theverge.com/2014/8/25/6066141/californias-early-warning-system-beat-napa-earthquake-by-10-seconds
Io aggiungerei che il fatto che non possa funzionare, è un bene.
Nelle affermazioni censurabili della famosa sentenza di primo grado dell'Aquila, viene anche affermato che il rassicurazionismo avrebbe impedito di mettere in atto le cautele indotte dalla tradizione locale, che avrebbero in quel caso salvato la vita, ovvero fuggire dopo un terremoto da casa dopo/durante un terremoto.
Che questa sia la via più astuta è del tutto discutibile, come detto anche in questo blog.
In realtà fuggire in occasione di un sisma, sopratutto se una casa è costruita a norma, è assai più pericoloso che stare in casa. certo, in 4-5 secondi uno potrebbe avvicinarsi ad un elemento strutturale e fuggire dagli armadi e suppellettili, ma sfido io chiunque ad avere un simile tempo di reazione.
Su due piedi non trovo il riferimento esatto, ma ho vaga memoria di uno spot del Saturday Night Life con Aykroyd (credo) che pubblicizzava un dispositivo mirabolante.
Suonava dieci secondi prima che il tuo aereo entrasse in collisione con un altro aereo.
Non ci potevi fare niente ma eri il primo a sapere perché saresti morto.

Ecco, questo non è uno sketch, vero?
Questa è l'anima del commercio, si vende un idea, una speranza.
Eppoi meglio vendere questi aggeggi utili o inutili,
piuttosto che i soliti autovelox, photored e videosorveglianza rompiballe.
Anche le religioni, che qualcuno ha scambiato pure per sua madre,
promettono la vita eterna e la resuscitazione.
Ma chi garantisce che non sia pubblicità ingannevole ?
Chi garantisce a noi cristiani che una volta defunti,
nell' aldila non troviamo invece Allah e Maometto ?
Come potremo giustificare tutti i prosciutti che abbiamo mangiato ?
Paolo, quando ero in Giappone ho usato tantissimo (ahime') l'EEW - Earthquake Early Warning https://en.wikipedia.org/wiki/Earthquake_Early_Warning_(Japan). Ci sono anche diverse app - molte gratuite! - che forniscono il servizio, come ad esempio Yurekuru (= arriva la scossa, https://itunes.apple.com/us/app/yurekuru-call/id398954883?mt=8 o https://play.google.com/store/apps/details?id=jp.co.rcsc.yurekuru.android).

Non sempre c'era questo anticipo (ancora ricordo le risate del primo avviso "ci sara` una scossa tra 0 secondi" mentre gia` ballavo) , ma devo dire che anche pochi secondi di preavviso erano utili, visto che davano la possibilita` di sistemarsi un po' piu` lontano da possibili pericoli e/o di sistemare qualche oggetto per evitare di cadere.
Come sempre il Corriere della Sera cerca di tenere alta la sua fama pessima.. E ci riesce benissimo! Cito l'articolo: "...l’onda sismica che nei terremoti arriva prima di quella distruttiva, anche fino a 60 secondo prima...".
A parte gli errori di battitura (manca una virgola tra "sismica" e "che" e lo scambio tra il singolare "secondo" invece del plurale "secondi"), da una rapida ricerca, mi sembra di capire che il tempo massimo di ritardo tra un onda primaria e un'onda superficiale (quella che fa danni), sia di 6 secondi e non di 60! Vengono poi menzionati dei fantomatici "parametri" che possono essere cambiati ma non se ne ha notizia nel resto dell'articolo.. Bella informazione! Grazie del servizio Corriere!

Per quanto riguarda l'apparecchio, non c'è dubbio che la pubblicità che gli viene fatta è ingannevole, quindi spero che vengano prese le giuste contromisure. Però lo strumento di per se stesso potrebbe avere una grande utilità: se ne venisse montato uno in ogni casa, avremmo una rete di sensori per terremoti di tutto rispetto. Magari qualche vita in più si potrebbe salvare.
undicesimo:
La pubblicità ingannevole è l'anima delle frodi

Esiste anche un'app (perlomeno al momento è gratis) che vanta la stessa miracolosa funzione. Salvo poi precisare (in inglese) che si tratta solo di "enterteinment".
L'app si chiama "Sveglia! Terremoto"
@locomotiva
tra l'altro, visto che suppongo che tale congegno di basi sul funzionamento del tranasponder (che è lo stesso che usano i piloti per rilevare gli altri aerei con un preavviso molto maggiore), si ha anche l'assurdo che quasi sicuramente l'allarme non si attiverebbe comunque in caso di collisione. perchè se il trasponder dell'altro veivolo è attivo, i piloti lo rilevano e lo evitano. quasi tutte le collisioni di aerei di linea con altri veivoli avvenute dalla diffusione di tale tecnologia sono avvenute perchè l'altro veivolo aveva spento il transponder, ma in tal caso nemmeno quell'allarme giocattolo lo può rilevare.
come per quasi tutto, c'è una vignetta di xkcd che capita a fagiolo... xkcd.com/723
l'idea però è giusta peccato che installarlo in casa è totalmente inutile, se lo si installa a 20/30 km o più in ogni direzione potrebbe forse darti la possibilità di salvare la pelle, magari...
ma in casa è veramente un modo per sapere quando devi fare il segno della croce se sei credente.
Peccato come fare prevenzione vera sia pressocche' impossibile in Italia. Fare un 'audit' degli edifici e dismettere, al limite abbattare, quelli a rischio o semplicemente non costruiti a norma.
Cosa aspettarsi in una nazione che è capace di processare i propri geologi per non aver "previsto" il terremoto (unico caso al mondo)?
E' normale che si sia gente sempre pronta a truffare il prossimo in cotanta superficialità ed ignoranza.

Comunque l'unico sistema conosciuto di prevenzione contro i terremoti è vivere in strutture anti-sismiche.
Mirko Speleo
Cosa aspettarsi in una nazione che è capace di processare i propri geologi per non aver "previsto" il terremoto (unico caso al mondo)?

Ero convinto che la sentenza avesse condannato il fatto che i responsabili avessero tranquillizzato la popolazione dicendo, in pratica, "finito tutto, rientrate pure nelle case, non c'è più pericolo", così tutti in casa, poi kataboumm, tetto in testa, morti e feriti;
riconoscendo così, da parte dei giudici, che il terremoto non si può prevedere e che, pertanto, non è possibile prevederne l'assenza.

Ho capito tutto il contrario. O sbaglio?
granmarfone
la maggior parte delle volte è così: uno sciame sismico distende l'energia della faglia, scongiurando i terremoti più grandi (come una valvola di sfogo). I tecnici dell'Aquila sono giunti ad una conclusione che sarebbe stata condivisa da qualsiasi geologo, quindi non hanno creato panico o isteria, dato che erano questi i risultati degli studi.
Allora cosa è andato storto all'Aquila?
Lo sciame sismico generato dalla distensione di faglia ha sollecitato un'altra linea di faglia, più grande della precedente, innescando il grande terremoto.
Questo evento è estremamente raro quanto imprevedibile. Il 99,9% delle volte quando si ha uno sciame sismico è una cosa positiva e scongiura i terremoti più grandi, quindi sarebbe assurdo creare panico ad ognuno di quest eventi (decine di città interessate ogni giorno in Italia).
Quardate che l'affare in questione fa veramente quello che dice di fare. Il motivo della critica è dovuto al fatto che il ritardo dipende dalla distanza dall'ipocentro. Nel caso dell'Aquila si trattava di qualche secondo ma in Giappone può arrivare a qualche decina perché si tratta di forti terremoti ma a grandi distanze, quello più disastroso aveva epicentro in mare a decine di km di distanza. In Giappone hanno quindi realizzato un sistema, credo totalmente automatico, che serve anche a fermare gli impianti che potrebbero subire danni, ad esempio i treni, proprio perché c'è il tempo per farlo.

App che possano fare cose del genere forse potrebbero esistere ma sucuramente non possono essere app commerciali o amatoriali in quanto per realizzare un allarme, questo dovrebbe partire da chi raccoglie i dati, in Italia INGV e dovrebbe essere totalmente automatico, con la possibilità, quindi, di falsi allarmi.
Giustappunto in questo momento viene rilasciato pubblicamente OpenQuake, https://www.youtube.com/watch?x-yt-ts=1421782837&v=DlukJ3ZHShc&x-yt-cl=84359240&feature=player_embedded
tralaltro da segnalare questo:
http://www.tomshw.it/cont/news/facebook-adotta-l-antibufala-meno-lavoro-per-attivissimo/61935/1.html
Penso che questo tipo di dispositivi possa avere in fondo una certa utilità; naturalmente non mi riferisco alla possibilità di sapere - con un anticipo utile - che sta arrivando una scossa, quanto alla certezza che stia _effettivamente_ avendo luogo un terremoto.

Sembra una sciocchezza, dato che il terremoto è un'esperienza abbastanza ovvia; i terremoti però si portano dietro un altro problema, cioè il fatto che nei giorni in cui uno sciame sismico colpisce una zona (ma anche dopo evento isolato) si vive in uno stato di allerta costante che, pur contribuendo alla nostra capacità di reazione, genera uno stress psicologico non indifferente.

Parlando per me, ricordo diverse nottatacce post-terremoto, durante le quali magari non succedeva assolutamente nulla, ma mi svegliavo ad ogni piccola vibrazione, reale o immaginaria.

Tanto per dire, mi svegliavo al rumore del treno che passava (neanche troppo nelle vicinanze). Inoltre, questo risveglio improvviso non permetteva di valutare in lucidità che cosa stesse effettivamente accadendo, e rimanevo sveglio in uno stato d'ansia che si alimentava ad ogni ulteriore piccolo segnale.

Così mi sono inventato un dispositivo, consistente in una ciotola di vetro dentro la quale avevo impilato una colonna, lunga una spanna, di monete da 1 e 2 centesimi, e appoggiata su un mobile di fianco al letto. Il trucco era che, nel caso che la vibrazione che avevo percepito nel sonno fosse reale e dovuta ad un terremoto, la colonnina sarebbe dovuta crollare; dopo alcuni risvegli, vedendo la colonnina al suo posto, la situazione è migliorata e ho potuto dormire sonni più tranquilli.

Forse la cosa può sembrare ridicola, e magari il sistema non era neppure efficace (in effetti non ho potuto constatare un "positivo", dato che non ci sono più state scosse)...
Tuttavia, penso che lo scopo sia chiaro: un sismometro in casa può rivelarsi comunque utile; anche se che venderlo promettendo di prevedere un terremoto (con un anticipo utile a mettersi in salvo) mi sembra quantomeno illusorio.
Gli sciami sismici non rilasciano quantità significative di energia perché la scala è logaritmica.
Da “Scarico di energia” e i terremoti a Gubbio
https://processoaquila.wordpress.com/2014/03/31/scarico-di-energia-e-i-terremoti-a-gubbio/
Dal 2010 ad oggi (31 marzo 2014), nell’area di Gubbio sono avvenuti 45 terremoti di magnitudo maggiore di 3.0 (come indicato dalle colonnine verdi in Figura 3). Se traduciamo la magnitudo in momento sismico e ne sommiamo i valori per tutti i terremoti, otteniamo un momento sismico complessivo pari a Mo= 4*1016, che equivale ad un unico terremoto di magnitudo M=4.8 (linea nera in Figura 3). Possiamo quindi dire che, se tutta l’energia liberata negli oltre quaranta terremoti che sono avvenuti a Gubbio fosse stata liberata in una singola scossa, questa avrebbe avuto una magnitudo pari a 4.8. I restanti terremoti di piccola magnitudo non influenzano in maniera significativa questa stima.

Oppure, per citare Boschi
L'Aquila abbiamo avuto una scossa di magnitudo 6. Dalla definizione di magnitudo sappiamo che una scossa di magnitudo 6 libera l'energia equivalente a circa 33 scosse di magnitudo 5, di circa 1000 scosse di magnitudo 4, di circa 33000 scosse di magnitudo 3 e via dicendo ...
La sequenza sismica a L'Aquila è durata 4 mesi. Potremmo allora dire che se in quei quattro mesi avessimo avuto in media 250 scosse al mese di magnitudo 4, cioè 8 al giorno quindi una ogni tre ore, si sarebbe liberata l'energia della scossa di magnitudo 6. Ma, se non vado errato, durante la sequenza ci sono state solo due scosse di magnitudo 4 ...
Da L'assurdità dello "scarico di energia". Che comincia a preoccupare
http://www.usirdbricerca.info/index.php?option=com_content&view=article&id=3059:lassurdita-dello-qscarico-di-energiaq-che-comincia-a-preoccupare-&catid=130:langolo-di-boschi&Itemid=520

Ogni anno in Italia si registrano sciami sismici ma per fortuna la maggioranza di essi sono seguiti da forti terremoti.
Capita che forti terremoti cio siano senza alcun sciame sismico precedente.

Quand'è che iniziamo a pensare a costruire come si deve? Non lo abbiamo fatto dopo il Belice, né dopo il Friuli (nel resto d'Italia), né dopo l'Irpinia. Ogni volta le nuove regole sismiche incontrano opposizioni e ci sono comuni che brigano per farsi abbassare la classe sismica. Parliamo di questo, piuttosto.
Penso che anche chi non sa nulla di terremoti (onda P, onda S ecc.) con un minimo di buon senso (avercelo!, direte) dovrebbe comprendere che è impossibile ottenete con un dispositivo da 99 euro una previsione utile su un imminente sisma.
Donato:
"con un minimo di buon senso (avercelo!, direte) dovrebbe comprendere che è impossibile ottenete con un dispositivo da 99 euro una previsione utile"

in un mondo (anche italiano) dove si possono comprare al telefono i numrri che usciranno al lotto? Dove concentrazioni simil-omeopatiche di veleno di scorpione possino guarire da mali normalmente mortali? Dove consegnando (molti) soldi a *gestori di sfortuna* ci si può garantire che al figlio (al marito/alla moglie/al nipote) non succederà nulla di m a le nonodtante parte del mezzo chilo di sale grosso immerso nell'acqua della pasta non si sia sciolto?
Guardiamo in faccia la realtà, w uesta delle previsioni di catastrofe a 99 euro non è peggio di quella delle suonerie gratis in bella vista con 5 euro a settimana di servizi mai voluti sottobanco.
Il vero problema? Certe pubblicità ingannevoli (quando non direttamente certe frodi e certe truffe) rendono molto di più di quel che si pagherebbe SE alla fine si venisse fermati dalla giustizia. "Se", appunto, perché stranamente fermare certi imbrogli è qualcosa che riesce estremamente difficile persino ai governanti, come il caso Stamina o quello Di Bella o tanti altri anche in settori diversi (dalle scie chimiche alla Fusione Fredda passando per le merendine sane e fresche con data di scadenza semestrale) dimostrano.
Gente che ci crede ne trovi di sicuro tanta, persino tra persone che si pensa istruite.
@CimPy:
E dell'auto che va ad acqua, ne vogliamo parlare? ;-)
Auto ad acqua, motori magnetici, ruote a gravità... la lista è lunga
;)
Io credo che è comunque meglio essere svegliati un secondo prima che arrivi la scossa distruttiva, che svegliarsi perché il letto balla. Con 100 euro non riesci a fare alcun intervento antisismico sulla casa! Vorrei essere svegliato (se il terremoto avviene alle 3 di notte) da una sirena, invece che dal terremoto stesso.
Certo...si puo pensare ad una bufala...ma come dicono molti..meglio svegliarsi anche solo un secondo prima coscienti che sta arrivando un terremoto...piuttosto che svegliarsi di soprassalto e realizzare cosa stia succedendo..poi correre nelle stanze deituoi figli piccoli prenderli..cercare un punto sicuro...eccecc... insomma la differenza di propagazione delle onde P rispetto a quelle distruttive è nota. Io sono della prov di Teramo e noi ci becchiamo tutte le scosse che vanno da Macerata fino all irpinia. La scossa dell Aquila a noi vicinissima ci ha sconvolto. Per carità nessun danno preoccupante e nessuna vittima in provincia...ma tanta tanta paura.Quando hai i figli poi le cose cambiano drasticamente...Quindi bisognerebbe provarlo questo aggeggio e poi giudicare. Spendiamo tanti soldi per cavolate inutili in casa che nn vedo la necessità di criticare 100 euro di spesa per un prodotto innovativo nel suo genere. Se avessero voluto lucrare con cifre esorbitanti allora vi avrei dato ragione! Adeguamento sismico? Se i soldi ce li danno che ci ha autorizzato lavori non propriamente antisismici allora ci sto! Altrimenti tirar fuori 20 o 30 mila euro di tasca propria pesa parecchio...oh se poi a qualcuno avanza io accetto volentieri.
cicciom,

meglio svegliarsi anche solo un secondo prima coscienti che sta arrivando un terremoto...piuttosto che svegliarsi di soprassalto e realizzare cosa stia succedendo..poi correre nelle stanze deituoi figli piccoli prenderli..cercare un punto sicuro.

Pensi seriamente che in un secondo o due riusciresti a fare qualcosa di concreto? Provaci. Punta la sveglia per le quattro del mattino e poi datti due secondi di tempo per svegliarti e fare qualcosa di quello che descrivi.

Con tutto il rispetto per il dramma di chi abita in zone sismiche, qui servono soluzioni che funzionano, non truffe che danno l'illusione di proteggere ma finiscono soltanto per dare soldi ai truffatori e ai ciarlatani.


Spendiamo tanti soldi per cavolate inutili in casa

Parla per te :-)

che nn vedo la necessità di criticare 100 euro di spesa per un prodotto innovativo nel suo genere.

Prima dovresti dimostrare che è innovativo e non è una truffa. Ti ho proposto un esperimento per dimostrare se è utile o inutile. Ti ho segnalato i pareri esperti di chi dice che è inutile. Se hai cento euro da buttare via, dalli alla Croce Rossa. Saranno più utili.
Forse qualcuno ci ha già pensato ma un dispositivo del genere non potrebbe invece essere utilizzato per compiere in automatico alcune azioni preventive? Es. chiudere le valvole del gas e dell'acqua, per ridurre il pericolo di fughe?
Adeguamento sismico? Se i soldi ce li danno che ci ha autorizzato lavori non propriamente antisismici allora ci sto!

Ipotesi 1: autorizzazione non antismica legale:
- dalla parte dell'ufficio tecnico comunale: atto dovuto
- dalla parte dell'avventato committente: ottimo, "risparmio" il 5-10% (in sostanza, antisismico = più ferro).

Committente avventato, perché l'Italia è tutta a rischio sismico, tranne, forse, la Sardegna (per ora).
Il quale rischio se ne infischia delle nostre valutazioni, più o meno addomesticate ai voleri dell'elettorato: trovo interessante confrontare le mappe di rischio italiana 2006 ed europea 2013 e chiedermi perché questa non abbia sostituito quella.
Idem con la classificazione sismica italiana 2015 versus mappa di rischio europea 2013.

La tecnologia permette di costruire antisismico almeno dal 1969, anno di costruzione di un undici piani antisismico in attuale zona 2, al cui ottavo piano ho provato un discreto e divertente terremoto.
Pinco Pallino vuole risparmiare il 5-10%, perché la legge non lo obbliga?
E’ una scelta sua, di cui dovrà pagare le conseguenze lui, non lo Stato.
Io ho costruito antisismico in zona 4. Adesso è zona 3. Un giorno sarà zona 2, ma continuerò a vivere tranquillo.

Ipotesi 2: autorizzazione non antismica illegale:
- dalla parte dell'ufficio tecnico comunale: atto illegale, per compiacere un elettore truffaldino
- dalla parte dell'avventato committente: contribuisco a rendere mafioso l'ambiente dove vivo, ma "risparmio" il 5-10%.
A maggior ragione, è una scelta del committente criminale, di cui dovrà pagare le conseguenze lui, non lo Stato.
Allora...iniziamo col fare alcune precisazioni. In casa abbiamo effettuato il test della sveglia in piena notte e abbiamo raggiunto il punto piu sicuro di casa in circa 10 secondi .L orario della sveglia l abbiamo fatto impostare da nostro nipote la sera prima,quindi nn avevamo idea dell ora. Certo nn nego che ci siamo addormentati col pensiero.... cmq 10 secondi ai quali dovremmo togliere i 2-3 di preavviso...quindi in 7 secondi dovremmo cavarcela. Non ho idea di quanti secondi occorrono prima che i solai o calcinacci inizino a cadere...speriamo piu di 7 secondi. Ovviamente di giorno il vantaggio aumenterebbe notevolmente. Visto che le scosse nell ascolano,aquilano e rietino ad oggi ancora continuano anche con punte di 4 di magnitudo ,e distano tutte circa 30 km da dove abito...ho acquistato sismalarm cosi almeno potrò verificarne la funzionalità . Purtroppo io di soldi x.cazzate dentro casa ne spendo e stavolta ho.voluto spenderli x qualcosa di forse utile. Purtroppo rimane il fatto che pur abitando in una casa sicura la.paura rimane molta. Adeguamento sismico? Certo ma il demagogismo dei commenti sopra nn porta da nessuna parte. Quando le leggi vengono fatte devono anche essere rispettate...e noi viviamo in un paese dove questo non avviene...si trova sempre una scappatoia! La socità è il risultato del nostro comportamento...un comportamento duro a morire...certo qualcuno.potrebbe dirmi che nn è sceso a compromessi x la casa ...ma lo avrà fatto in altri ambiti...un dna difficile da modificare.
Adeguamento sismico? Certo ma il demagogismo dei commenti sopra nn porta da nessuna parte.

Ho riletto i commenti: dov'è il "demagogismo"?
L'unico che vedo, forse, è questo: Adeguamento sismico? Se i soldi ce li danno che ci ha autorizzato lavori non propriamente antisismici allora ci sto!

Quando le leggi vengono fatte devono anche essere rispettate...e noi viviamo in un paese dove questo non avviene...

Cambia paese :-)
Nel mio paese, in una provincia dell'Italia settentrionale, molte persone rispettano le leggi.
Caro FABER meglio nn uscire dal seminato. Questo è un sito antibufale ed è giusto che si discuta di bufale o ipotetiche bufale. Oggi svolgo un attività privata che collabora e si scontra quotidianamente con la realtà della pubblica amministrazione...e ti garantisco che c'è una visione distorta dei doveri nei confronti dei cittadini...cmq sono contento che tu viva in una zona dove MOLTI rispettano le leggi... ho lavorato x 10 anni nel settore delle costruzioni e ci occupavamo proprio di acciao x cemento armato. . Quando ci stai dentro ti rendi conto che molte cose nn sono proprio cosi come vogliono farci credere. L'unico.modo e ripeto L'UNICO che uno ha x essere sicuro che la propria abitazione è sicura è seguire passo passo tutte le fasi di costruzione. Stare li durante il montaggio del ferro...controllare i diametri, il passo delle staffe, la lunghezza degli allacci la miscela del calcestruzzo e via discorrendo. Questo dalle fondamenta al tetto. Fidati questo è l unico metodo! Certo tu mi dirai " MA X QUESTO C'È L INGEGNERE NONCHÈ ANCHE RESPONSABILE DI CANTIERE" ...mbè mi verrebbe da sorridere...ne ho viste così tante che se acquistassi un nuovo appartamento con la garanzia di una antisismicità non gli crederei affatto. Cmq visto che stiamo parlando di SISMALARM appena lo provo vi aggiorno.
Eccomi qui. A fine settembre ho installato SISMALARM. E ahimè ho avuto modo di testarlo. Prima con le scosse di macerata 5.4 e 5.9 e poi con quella di 6.5 di norcia e tutto lo sciame che sta seguendo. Io e mia moglie siamo sempre piu contenti di averlo acquistato. Ha funzionato egregiamente. Viviamo piu sereni sapendo che se la scossa è forte il dispositivo suona. senza lasciare spazio ad interpretazioni soggettive. Si esce in giardino e basta. Per fortuna viviamo a piano terra. La casa è relativamente sicura. Ho fatto fare un sopralluogo ad un ingegnere. Ovvio si possono fare diversi interventi x renderla piu sicura e sicuramente li faremo. Ho proposto l istallazione di SISMALARM negli asili della zona. Solo ed esclusivamente come segnale d allarme x l evacuazione.
Cicciom,

Io e mia moglie siamo sempre piu contenti di averlo acquistato. Ha funzionato egregiamente.

Quanti secondi di preavviso vi ha dato?

Qual è stata la differenza rispetto a non averlo?
Un'analisi piu accurata te la posso fare con le due scosse delle 19:30 e delle 21:30 circa di magnotudo 5.4 la prima e 5.9 la seconda. La prima scossa è stata inaspettata visto che era passato quasi un mese e mezzo dall ultima scossa avvertita nel mio comune ( teramo )e mi riferisco ad un 4.3 del 3 sett 2016 ...proprio mentre stava nascendo mia figlia in ospedale dove si è sentita molto bene. Insomma pensavamo che potevamo stare tranquilli...cmq essendo vigile io e il dispositivo abbiamo avvertito le scosse praticamente insieme. Cioè io ho avvertito un senso di mamcamento sotto i piedi il dispositivo è scattato e circa 3 secondi dopo è arrivata la scarica. La scossa di 5.9 è stata molto simile forse le onde primarie sono durate un secondo in piu... poi sul momento è tutto amplificato. Cioè vorrei farvi capire che se nn parte il bip nn riesci subito a capire che cazzarola sono quelle vibrazioni e quel senso di mancanza del terreno sotto i piedi. A maggior ragione quando proprio nn pensi al terremoto. Non dico che ti svolta la situazione ma ti allerta . Ti fà capire subito che sta x succedere. Infatti alle 7:40 del 30 ottobre io e mia moglie, ancora a letto, nel sentire il bip siamo scattati all istante ognuno ha preso un figlio e via fuori in giardino. Non saprei dire quanto vantaggio ci ha dato il dispositivo perchè sono stati secondi concitati. Però quando la scossa ha raggiunto l apice stavamo quasi fuori casa. Posso dire questo perchè mentre mi lasciavo la cucina alle spalle abbiamo sentito l inizio del tintinnio di bicchieri e bottiglie che crescendo hanno fatto un casino assurdo. Il primo 6.5 della mia vita. E nel mio comune ci sono state moltissime case lesionate. Una forza inaudita. Insomma...cosa devo dirvi. È giusto calibrare la comunicazione commerciale, credo però che bisogna incentivare questa tecnologia soprattuto nei locali pubblici.
In base a quello che afferma cicciom, SisAlarm non prevede nulla ma azzera (o quasi) i secondi necessari a rendersi conto che si tratta di un terremoto.
Meno tempo si impiega ad uscire di casa più possibilità di salvezza ci sono.

Diciamo che la campagna pubblicitaria è ingannevole perché SisAlarm non prevede i terremoti ma, secondo me, resta comunque uno strumento utile.
Ciao Giuseppe. Inefetti se si analizza il messaggio pubblicitario ci si rende conto che è molto vago e ingannevole. Le onde primarie altro nn sono che un lieve scossone iniziale e un leggero tremore che puo durare 1 secondo o anche 5 . Dipende da quanto sei distante dall epicentro. Magari potesse darci un preavviso!!!!anche 10 secondi ci basterebbero! Cmq Sismalarm fa il suo lavoro. Scatta al minimo tremore della parete...quel tremore generato dalle onde P. La mattina della scossa di 6.5 se non avessimo sentito il bip del dispositivo avremmo impiegato qualche secondo in piu a svegliarci e renderci conto che si trattava di una scossa. A.volte è successo anche che nelle ore e nei giorni successivi che alcune scosse per via del fatto che eravamo in movimento non le avevamo avvertite, ma il dispositivo si. Allarmismo inutile? Forse si in pieno sciame sismico...ma pensate una volta tranquilli...diciamo tra un anno o piu. L'angoscia del terremoto nn c'è piu e il sito dell ingv lo abbiamo rimosso dai preferiti. Una scossa anche solo di 4 gradi che in movimento nn la percepiamo sismalarm ti avverte...è come dirti OCCHIO VIVI IN UN PAESE SISMICO DOPO QUESTA SCOSSA POTREBBE ESSERCENE UNA PIU FORTE!OCCHIO!!!