skip to main | skip to sidebar
14 commenti

Anche Google origlia, se glielo permettete

C'è polemica sulle abitudini “spione” delle Smart TV, ma l'idea di tenere costantemente aperto un microfono incorporato nei dispositivi dell'utente è oggi una tendenza informatica diffusa: la segue anche Google, per esempio, che offre la ricerca basata su comandi vocali con un'opzione che tiene permanentemente aperto il microfono del computer.

In pratica, se si installano il browser Google Chrome e la sua estensione sperimentale Google Voice Search Hotword, per fare una ricerca in Google usando la voce invece della tastiera non serve più cliccare sull'icona del microfono nella casella di ricerca di Google: basta dire “OK Google” e Chrome ascolta quello che viene detto e lo immette in Google.

Ovviamente il prezzo di questa comodità è che Chrome ascolta tutto quello che viene captato dal microfono e lo trasmette a Google per l'analisi. Anche altri servizi di Google stanno introducendo o hanno già introdotto l'ascolto costante su tablet e telefonini.

Per ora questi servizi sono opzionali, ma la tendenza è chiara: in nome di una piccola comodità in più ci viene chiesto sempre più spesso di rinunciare alla riservatezza delle nostre conversazioni personali. E la cosa ci viene presentata come un vantaggio.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (14)
Io non credo che registrino tutto quello che viene detto. Sarebbe un flusso di dati enorme ed inutile.
Probabilmente quello che viene inviato "alla base" per analisi, sono solo le parole chiave dette dopo la frase "OK Google".
Cioè, microfono aperto, Chrome ascolta ma non registra. Appena dico "OK Google" esegue la ricerca, e quello che ho detto viene mandato a Google, per affinare le capacità discriminatorie del software.
Anche io la penso come Sauro.
Ma il passo da registrare solo quello che è di interesse per migliorare la ricerca a quello che è interessante per migliorare il mio profiling (commerciale) è davvero breve.
A questo si aggiunge tutto quello che è interessante per agenzie governative di Intelligence, ma sapete già che su questo punto non sono in totale disaccordo
Forse basterebbe un programmino in locale che riconosca solo "ok Google" e poi si colleghi al server. Ad ogni modo i dati inviati vengono memorizzati da qualche parte dopo il riconoscimento? Si riesce a sapere questa cosa?
Sottoscrivo quello che dice Sauro, anche perché il sistema di riconoscimento della keyword "OK Google" è sicuramente diverso dal riconoscimento vocale, ascolta semplicemente modo vago se sente un suono simile. Basta anche solo dire "ei u" per attivarlo.
Il riconoscimento vocale vero e proprio, quello che avviene online (ma si può anche scaricare il motore di riconoscimento), è ovviamente molto più preciso, non confonderebbe mai "ehi tu" con "OK Google".

Ciò non toglie che anche qui potrebbe esserci un bug che erroneamente invia l'audio anche quando non dovrebbe... ma questo con un telefonino se vogliamo è un problema da tenere in considerazione sempre e comunque, che si sia attivato il riconoscimento vocale o meno... e anche con un computer.
Non ci vedo nulla di scandaloso nel fatto che questa funzione venga _proposta_ come un vantaggio e basta. Direi che la stragrande maggioranza delle aziende al mondo esalta all'inverosimile tutti gli aspetti positivi e tace completamente su ogni aspetto negativo.

Il dramma è che la quasi totalità degli utenti la considereranno _realmente_ un vantaggio. Senza farsi domande sulle altre possibili implicazioni.
Beh, Google ascolta le mie conversazioni private? Ok, per principio non va bene ma visto che a quanto ho capito non le conserva, cosa potrà mai farsene delle mie conversazioni private?
Forse basterebbe un programmino in locale che riconosca solo "ok Google" e poi si colleghi al server

Avevo pensato la stessa cosa, solo forse un po' più macchinosa: un software che faccia da filtro fisico tra ciò che viene registrato ed il web. In pratica dare in pasto a Google solo una registrazione di parlato anziché tenere il microfono direttamente collegato ai server. Una sorta di diga digitale che Google non riuscirebbe a scavalcare...
Forse basterebbe un programmino in locale che riconosca solo "ok Google" e poi si colleghi al server

Avevo pensato la stessa cosa, solo forse un po' più macchinosa: un software che faccia da filtro fisico tra ciò che viene registrato ed il web. In pratica dare in pasto a Google solo una registrazione di parlato anziché tenere il microfono direttamente collegato ai server. Una sorta di diga digitale che Google non riuscirebbe a scavalcare...
C'è una cosa che non capisco. Forse Paolo mi può aiutare?

Se in chrome apro www.google.com, vedo l'icona microfono sul campo di ricerca. Se provo a dire "Ok, Google" non accade nulla. Non ho mai caricato hotword, né questa extension figura nella lista disponibile (vedi chrome://extension).

Tuttavia, se clicco sull'icona microfono, una pagina mi dice che "Voice search has been turned off. Details". Se clicco su "dettagli", mi ritrovo ad una pagina che dice:
______
"Ok Google" and voice search

You can use your voice on the Google app or Chrome to do things like search, get directions, and create reminders. For example, say "Ok Google" do I need an umbrella tomorrow" to see if there's rain in the weather forecast.
__________

A questo punto, se è stata "turned off", cioè spenta, vuol dire che di default la funzione è accesa? Non capisco...
Mi pare di ricordare che devi abilitare l'ascolto nelle opzioni avanzate di Chrome.
Hai ragione Lupo. E qui la cosa si fa più misteriosa...

infatti, se si abilita l'opzione "Enable OK to start search", si apre una finestra di conferma che contiene l'opzione facoltativa: Improve voice search by sending the sound of "Ok Google," and a few seconds before to Google

Se (1) ho capito bene e (2) ci si fida di google, sembrerebbe che normalmente l'audio non viene inviato a google ma viene analizzato localmente.
Ho un packet sniffer e non ho paura di usarlo :p
Appena ho tempo ci provo.
Fatta una prova rapida. Senza fare login su Google vengono inviati dati solo quando premo l'icona del microfono. Non ho avuto tempo di controllare se ne vengono inviati facendo login.
Sono tutte connessioni col protocollo https, sulla porta 443.
Ma io non capisco, Google a parte il riconoscimento se ne fa qualcosa di dati che "cattura" e non usa? Li archivia?