skip to main | skip to sidebar
17 commenti

Han Solo: “Siamo a casa”. Ciube: “Sì, ma il copione dov’è?”

Poco fa è stato pubblicato il secondo trailer di Star Wars: The Force Awakens. Eccolo. Buona visione.



Jar Jar Abrams non mi sta simpatico, a causa di quello che ha fatto a Star Trek, ma per la scena finale di questo trailer è difficile non fare salti di gioia :-)

Chissà se ci sarà anche una storia decente, oltre alla sequenza di immagini fatte apposta per compiacere i fan e presentare un assortimento di nuovi oggetti di merchandising da collezionare. Sapete cosa mi fa pensar male, in particolare? Quelle parole di Luke Skywalker (è sua, o meglio dell'attore Mark Hamill, la voce nel trailer) a proposito della Forza che scorre potente nella sua famiglia: “My father has it”.* Notate il tempo verbale presente. Ma Darth Vader è morto, o perlomeno è diventato fantasmino: perché parlarne al presente e farne sentire l'inconfondibile respiro? Non ditemi che Abrams ha trovato un pretesto per farlo tornare in vita semplicemente perché Vader è un cattivo cool.

A proposito, se l'inquadratura di Han e Ciube vi è sembrata familiare, non vi state sbagliando:



Prima che me lo chiediate: no, sono cresciuto a pane e Star Wars, ma non andrò comunque al cinema a vederlo il giorno della prima. Proprio perché sono cresciuto a pane e Star Wars. Aspetterò i commenti altrui.


*Nota da nerd: la frase “The force is strong in my family. My father has it. I have it. My sister has it” è la stessa pronunciata da Luke alla fine de Il Ritorno dello Jedi. Secondo quanto dichiarato da Abrams, è un mix della frase originale e di una nuova registrazione fatta da Mark Hamill. Inoltre il pianeta desertico non è Tatooine, ma un altro, di nome Jakku (fonte).


Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (17)
Ci sono sale IMAX 3D in Italia? fare una disinformaticata per vedere il film?
Ma Ciubecca sembra più giovane!
Solo a me tutto questo mette tristezza?
Tra l'altro ad una conferenza stampa hanno mostrato il robottino tondo del primo trailer dal vivo, lasciando senza parole il mondo intero che lo credeva fatto al computer.
@martinobri

Siamo almeno in due... è come rivedere un amico d'infanzia e scoprire che il vivace ragazzino è diventato un quarantenne pelato e sovrappeso...
Certo però che anche dopo tutto questo tempo, anche dopo averla sentita declinata in varie forme ed in accompagnamento a varie situazioni, quell'aria di Williams fa ancora il suo porco effetto...
Quando ho visto il primo Guerre Stellari ero ancora un ragazzino.
Oggi ne vedo i limiti, dovuti non alla tecnologia dell'epoca ma a precise scelte del regista come ad esempio i combattimenti spaziali. Pare che Lucas abbia dichiarato che i combattimenti erano volutamente ispirati a quelli della seconda guerra mondiale, già all'epoca in cui fu girato i combattimenti andavano in un altro modo.
Più che fantascienza direi che si tratta di un fantasy.
Partiamo da un presupposto: il Radioamatore si è sempre rifiutato di vedere anche un solo minuto di tutta la saga, e non è bello. Invece l'Economa è molto curiosa, andrà (non il giorno della prima) al cinema e comunque l'aria di Williams è sempre l'aria di Williams.
Da femminuccia, vi posso dire che il caro Han Solo anche invecchiato non solo ha il suo perché estetico, ma anche il suo percome; per i commenti sullo sviluppo del personaggio mi riservo di aspettare l'uscita nei cinema.
La musica.... più che le immagini... ho avuto un lungo brivido, mi ha percorso la colonna vertebrale .... e ho sobbalzato quando sono apparsi Ciube e Han...
Insieme a "2001 odissea nello spazio" e un "Tarzan" è il film, rigorosamente proiettati nel cinema parrocchiale in III visione, che più mi lasciò il segno da ragazzino (sfioro i 50)
Sì, non era fantascienza, era un fantasy ambientato nello spazio. Nessuna pretesa di realismo e condivido le scelte.
Spero, spero, spero di non crearmi troppe aspettative e rimanere deluso. Mi decantarono "I guardiani della galassia" e ancora mi chiedo come si possa buttare così una storia. E non ho ancora trovato il coraggio di guardare "Star Trek into darkness". Ma questa è solo la mia opinione.
@ Guido

Ooh, ed invece io vorrei spezzare una lancia (delta) in favore de "I guardiani della Galassia".

Secondo me incarna lo spirito di Star Wars. Un'avventura fantasy/fantascientifica in una Galassia che con le tecnologie del film diventa grande come il quartiere sotto casa. Più che la storia, o gli effetti speciali, su di me ha sempre fatto più presa l'effetto abbandono/estrema solitudine/lontananza dal concetto di ciò che chiamiamo casa che tutto il resto. Un concetto di Galassia che poco ha a che fare con la realtà desolante ed inimmaginabilmente vasta di una vera galassia.

Un paradigma (il concetto di casa) elevato alla potenza di una intera galassia. È questo, secondo il mio modesto parere, che ha colpito la nostra immaginazione. La mia di sicuro.

I guardiani della Galassia ne è un esempio più moderno e, naturalmente, di impronta smaccatamente Marvel. Come lo è il concetto ancor più accentuato ed elevato quasi a farsa di " Guida galattica per autostoppisti".

Star Trek invece ne faceva un fulcro di riflessione sulle umane debolezze e punti di forza. Qualcosa di più maturo insomma.

Star Wars, IGDG e THGTTG invece sono solo puro godimento per l'avventura galattica e/o intergalattica.
@Stupidocane
probabilmente la mia reazione è dovuto a preconcetti: mi aspettavo una storia di fantascienza che avesse legami con gli Avengers e invece ho visto un fumetto animato, mi rendo conto che è stato un mio approccio sbagliato, troppe aspettative. E l’ho anche visto in casa (e non al cinema) in due tranche con una pausa tra un tempo e l’altro di un paio di settimane. Mea culpa…
Granmarfone
perchè un'idea così ristretta? Le idee che serpeggiavano nella discussione non si limitavano alla visione di un missile appeso per tutto il suo peso ad un paracadute che scende a pochi metri al secondo: potrebbero essere usati dei piccoli paracaduti per dissipare la velocità, come già fatto su altri pianeti da sonde interplanetarie... o più semplicemente nei dragster dopo l'arrivo, o un f 104 all'atterraggio. Questi ultimi usano comunque i freni x fermarsi, non li escludono perchè c'è il paracadute. E così il il sistema missilone più paracaduti sarebbe meno soggetto alle raffiche di vento... almeno fino ad una certa velocità... ovviamente per l'approccio finale si utilizzerebbe il sistema attuale.
riproponendo il tono del tuo medsaggio: lo sa anche mia nonna che un misdile appeso ad un paraccparacadute non centrerà mai un chiatta di quelle dimensioni.
La presenza del nostro contrabbandiere preferito e del suo amico peloso mi suscita non tanto curiosità quanto un grosso "meh".

Stessa cosa la maschera semidistrutta di Anak... ehm Darth Wader (che nonsisapechè è diventato Darth Fener nell'edizione italiana di Guerre Stellari). E la mano meccanica che s'appoggia su R2-D2....

Un po' di curiosità su cosa mai avranno combinato ce l'ho, ma non mi porterà al cinema (anche perché difficilmente uscirà in 2D).
Ah! il robottino tondo possono pure averlo mostrato, ma non ho idea di come possa viaggiare.
ARGH. Ho scritto Wader. Vado a tagliarmi una mano con la spada laser.
Come ho avuto modo di dire in altre sedi: è evidente che gli Wookie invecchiano meglio degli umani (posto che Han Solo sia umano)!
Io l'avevo detto che era meglio fare una serie-tv. LOL.