skip to main | skip to sidebar
6 commenti

Antibufala: corsie pedonali per utenti di telefonini

L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale.

Il video-choc della Polizia di Losanna (doppiato in inglese qui) contro la diffusissima abitudine di attraversare la strada mentre si è distratti dalla musica in cuffia o dallo schermo del telefonino ha riportato alla ribalta una serie di fotografie nelle quali viene mostrata la soluzione cinese al problema: corsie pedonali apposite per gli utenti di smartphone.

La notizia ha fatto il giro del mondo e ha scatenato infinite discussioni, ma è una bufala: non si tratta di una corsia pedonale cittadina, ma di una trovata decorativa satirica realizzata all'interno di un parco divertimenti nella città cinese di Chongqing. La corsia si estende soltanto per cinquanta metri ed ha lo stesso intento di parodia dell'analoga “e-lane” annunciata a Philadelphia nel 2012 e realizzata, guarda caso, il primo d'aprile.

Del resto, se ci si pensa un attimo diventa chiaro che chi è distratto a causa del proprio telefonino usato ossessivamente non si accorgerà neanche dell'esistenza della corsia, come dimostrato da un esperimento in stile candid camera realizzato a Washington DC per un programma del canale National Geographic: le strisce sul marciapiede che delimitavano la corsia per l'uso del telefonino sono state completamente ignorate dagli smartphonisti.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (6)
Potrebbero associare alla corsia un app basata su GPS e sulla camera che trasmettere sullo schermo come sfondo di tutte le altre app ciò che c'è davanti con tanto di allarme rosso quando si attraversa.
Poi effettuare delle riprese di chi usa smartphone in questo modo e metterle su Youtube o Vimeo così ci facciamo quattro risate!
dei quattro ciclisti che han deciso di pigliare a cornate la mia gloriosa peugeot 107 nei miei otto anni come fattorino di pizze, pappa cinese e sushi, i due che han voluto chiedere l'intervento della polizia son cascati dalle nuvole quando i poliziotti han rivelato loro una realtà che viene taciuta dalla scuola elementare tedesca: montare su una bicicletta o lasciare l'automobile nel garage non fa di te un imperatore al quale tutti gli altri utenti della strada devono la massima attenzione anche quando è chiaro che non possono vederlo.

Qualcuno potrebbe obbiettare che ha sentito dire che tassisti e fattorini imparano a percepire ciclisti e pedoni anche oltre gli angoli ciechi dell'automobile... Confermo; talvolta si riflettono sui finestrini di un'altra automobile, talvolta si sente il rumore, talvolta li si è visti nello specchietto mentre erano dietro il lunotto, in generale un vecchio cervo in questi mestieri è sempre conscio della presenza di un ciclista... ma prima di fare lo stronzo, il ciclista dovrebbe capire se la pizza-mobile in questione è carica o se si è appena scaricata, perché il codice stradale non pretende che gli autisti abbiano i super-poteri di Daredevil della Marvel.

A riguardo ho una nuova provocazione, non so se vale anche in Italia.
Lasciamo in pace l'ora di religione, se la pubblica istruzione decide che insegnare chi erano adolfo e benito ai bambini è troppo traumatizzante per le loro giovani menti... l'intera materia non ha senso, non occorre neanche insegnare loro chi erano gandhi o galileo galilei o abramo lincoln. Leviamo l'ora di storia e mettiamo educazione alla circolazione stradale...

Tanto i valori di solidarietà ed amicizia li insegna Naruto, il ninja che va in giro vestito come un galeotto.
L'idea della scena-shock secondo me è stata presa dal film final destination: https://www.youtube.com/watch?v=MulmxkEyf54
Ciò non toglie che sia un messaggio efficace ed ironico (pompe funebri - sponsor ufficiale della disattenzione).
C'è cascata anche una radio Italiana (Radionorba)
"stile candid camera realizzato a Washington" Washington o Washington DC? Sono due posti esattamente opposti tra loro. Il primo è uno stato che si affaccia sul Pacifico, il secondo è un distretto (diciamo una "quasi città") sul fronte orientale relativamente vicino l'Atlantico
Ho aggiunto la precisazione: era DC. Grazie!