skip to main | skip to sidebar
51 commenti

ANSA Scienza: la luce ci mette più di un intero secondo a percorrere un singolo metro

“Oggi [...] sappiamo con esattezza a che velocità viaggia la luce, cioè 300 km al secondo, e quindi possiamo dire che il metro è la distanza percorsa dalla luce in 1,299 secondi” (ANSA).

È già una bestialità che qualcuno scriva che la luce viaggia a 300 km al secondo e che ci mette più di un secondo a percorrere un singolo metro: significa non solo non sapere le basi della fisica, ma anche scrivere senza pensare se quello che si sta scrivendo può avere senso: quando scatta il verde al semaforo a dieci metri da me, davvero la sua luce ci mette più di dodici secondi ad arrivare ai miei occhi? E se nella prima parte della frase c'è scritto che la luce copre 300 km in un secondo, come è possibile che ci metta 1,299 secondi a coprire un metro?

Non si può neanche pensare a un banale refuso, perché l'errore è doppio.

La bestialità diventa anche peggiore se si considera che questa perla di incompetenza scientifica viene pubblicata dall'ANSA. Oltretutto non nella sezione Uncinetto, ma nella sezione Scienza.

Ma che sia addirittura un virgolettato, e che sia attribuita non a una persona qualsiasi, ma a Massimo Inguscio, che è presidente dell'Istituto Nazionale per la Ricerca in Metrologia, è l'apice della scempiaggine giornalistica. Non è giornalismo: è scrivere a neuroni spenti.

Fossi Inguscio, citerei l'ANSA per diffamazione a mezzo stampa. Fossi l'ANSA, mi chiederei come si possa arrivare a fare una figuraccia simile.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (51)
Io da bravo ignorante ho riletto 3 volte il titolo... per rendermi conto che non avevo sbagliato a leggere...!!!
Complimenti...!!!
"Una grandezza fisica, che si sta lavorando per definire con il numero di atomi di silicio in determianta una sfera." ... Sbaglio o questo non è italiano? La luce ci metterà pure 3,3 nanosecondi a percorrere un metro, ma quanto ci mettono questi a fare copia e incolla? Probabilmente meno.
Vabbe', 300km son 300.000 metri, si' insomma i numeri son quelli, dai. C'e' un trecento, un mila, un secondo. Prosecco, ghiaccio, shakerare, versare con stile.
Poi ci sono le "finezze" (però fondamentali per il contesto scientifico di cui si parla), ovvero che la velocità della luce non è 300.000 km/s esatti ma a memoria 299.792,458 km/s (controllato dopo averlo scritto, c'ho azzeccato!) e che questo valore è riferito alla luce nel vuoto. Sarebbe stato interessante segnalarlo perché magari non tutti i lettori lo sanno.

Per gli errori "macro", il peggiore di tutti, come segnalato da Paolo, è quello di logica. Se in un secondo fa 300km, in un secondo e qualcosa fa un metro? Ripensando alle elementari la maestra mi avrebbe preso per il culo davanti alla classe per una scemenza del genere
gli ho scritto questo...

ma vi rendete delle cavolate che avete scritto ?
ho idea che non rileggete neanche gli articoli quando li avete scritti, è talmente pieno di errori che non si sa da dove cominciare a correggere...

300 km al secondo ? sono 299792,458 km al secondo
1,299 secondi per percorrere un metro ? sono 1/299792458 secondi

altrimenti la luce del sole ci metterebbe 617 anni per arrivarci dal sole...
e un centrometrista correrebbe sempre all'ombra se partisse nel momento in cui la luce lo sfiora...visto che supera i 10 metri al secondo...

per favore correggete questo coacervo di cavolate...
[...] il metro è la distanza percorsa dalla luce in 1,299 secondi

Ne segue che il sole si trova a, circa 400 metri dalla Terra: ecco spiegato il global warming!
Che fesso chi pensa che possa essere colpa dell'uomo.

Io gli scienziati li metterei al rogo come le streghe e lo studio scientifico lo affiderei a questi bravi giornalisti.

Paolo Attivissimo, pgc ....BUUUUUUU!!!!....... andate a Casa!!!

W l'ANSA!!!
chissà cosa succederebbe se rallentassimo la luce
Il comunicato dell'ANSA potrebbe semplicemente essere incompleto ed aver omesso che NON sta parlando della velocità della luce solo nel vuoto.

Sono in corso studi (non so a che punto siano arrivati) per rallentare la velocità della luce .
in mezzi particolari (molto particolari), e pare che si siano raggiunti i 45 cm/sec, cioè 2.22 secondi per metro.
E' possibile fare una tranquilla paseggiata a velocità superluminare, e senza neanche essere un neutrino in un tunnel.
… in verità nel testo ANSA hanno inserito un commento di Razzi: "la luce va da qui al metro in un secondo e tre…".
Lo splendido trattato di fisica moderna è ancora lì. Almeno sono convinti.
@mastrocigliegia:
> Il comunicato dell'ANSA potrebbe semplicemente essere incompleto ed aver omesso che NON sta parlando della velocità della luce solo nel vuoto.

Il comunicato dell'ANSA potrebbe semplicemente essere scritto da un perfetto ignorante!
@mastrocigliegia
e dal punto di vista della relatività rallentare qualcosa (i fotoni della luce) dalla velocità della luce a velocità "umane" cosa comporta?
Perchè sarebbe assurdo trovare qualcosa che sfugge alla relatività di Einstein
^_^''
Mi sembra abbiano corretto. Io leggo "quindi possiamo dire con esattezza che il metro è la distanza percorsa dalla luce in 1 diviso 299792458 secondi'
hanno corretto
naturalmente han corretto ma non hanno riportato nulla sul fatto che avevano scritto una caterva di castronerie.
Ma no, era vera la prima versione: la luce verde, almeno al semaforo vicino a casa mia, impiega anche più di 8 secondi ad arrivare ai miei occhi, mentre quella rossa è indubbiamente più veloce e arriva quasi istantaneamente (lo hanno detto anche a Kazzenger!).
Siamo alla frutta, non sanno nemmeno più come si fa il copia-incolla.
Di questo passo, scriveranno ANSIA anzichè ANSA sulla homepage.
E non saranno i soli: mi aspetto di leggere "La Repubbliqua" e "Il Giornalo" :-)
@mc57
luce verde... luce rossa.... ma mai la velocità con cui ti staccano una multa da 250 euro col T-Rex puntato sul semaforo
^_^'''
da hooki.it (comunità di commentatori indipendenti)
http://www.hookii.it/dal-bar-la-velocita-della-luce-al-metro/
Hanno fatto correggere l'articolo all'ANSA e il dottor Inguscio ha ringraziato con un bel commento.
La rubrica "uncinetto" fa tanto pensare a "donna Letizia"...fai un po' tu
Mamma mia, agghiacciante! o_O
Beh, a voler essere precisi (in un articolo del genere bisogna esserlo) l'articolo riporta queste parole ora:
''Si è passati dagli orologi meccanici - continua Inguscio - a quelli al quarzo fino a quello atomico, di cui quest'anno ricorrono i 60 anni. Con le oscillazioni dentro l'atomo, una nanostruttura naturale, è così iniziata una grande rivoluzione dando il tempo a tutti. Gli orologi di cui disponiamo oggi sono precisi al miliardesimo di miliardesimo di secondo''.
A quanto mi ricordo TUTTO quello che è riportato tra virgolette dovrebbe essere una citazione; ho però dei dubbi che il Professore abbia detto testualmente: "Si è passati dagli orologi meccanici, continua Inguscio, a quelli al quarzo".
A meno che non sia uno che si riferisce a sè in terza persona...
"Benvenuti al corso di metrologia, Inguscio vi saluta" a lezione, oppure "Ad Inguscio non piace il piatto che sua moglie gli ha preparato, lo trova insipido" a sua moglie.
Più veloce della luce!!! https://www.youtube.com/watch?v=Au5FuckctAM
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Oggi anche il Corriere pecca in matematica:
Articolo:
http://www.corriere.it/scienze/15_maggio_18/lune-plutone-new-horizons-nasa-7fec449c-fd60-11e4-b490-15c8b7164398.shtml
frase:
Quel giorno lo sfiorerà da un’altezza di appena 12.500 chilometri volando alla velocità di 50 mila chilometri orari. Ciò accadrà dopo oltre dieci anni di viaggio, essendo partita il 19 gennaio 2006 da Cape Canaveral.
OLTRE DIECI anni di viaggio essendo partita il 19 gennaio 2006 ... bene, non me n'ero accorto di essere nel 2016!
Cavolo, se la velocità della luce la ricorda anche uno come me, che ha frequentato ragioneria (!) 30 anni fa e studiato fisica solo al secondo anno, be' allora la castroneria è veramente grossa.
Se non altro hanno corretto...

"Oggi invece sappiamo a che velocità viaggia la luce, quasi 300.000 chilometri al secondo, e quindi possiamo dire con esattezza che il metro è la distanza percorsa dalla luce in 1 diviso 299792458 secondi"

La frase non è granchè dal punto di vista stilistico, ma almeno non è sbagliata..
La frase non è granchè dal punto di vista stilistico, ma almeno non è sbagliata..

Be', no, è sbagliata perchè non aggiunge "nel vuoto", perchè come è stato già fatto notare la velocità della luce in un mezzo diverso dal vuoto è minore e di parecchio, al punto che per esempio i tempi di arrivo dei segnali dei satelliti GPS dipendono dal contenuto di vapor d'acqua nell'atmosfera in maniera ampiamente misurabile. Inoltre mancano i puntini per separare le migliaia.

Possono sembrare puntualizzazioni insignificanti, ma solo se uno accetta che un giornalista sia poco più che un commentatore di blog, e non un professionista tenuto a fornire un prodotto di livello adeguato.
io accetterei più di buon grado che il giornalista "da agenzia" ( brutto termine ma voglio intendere quello che raccoglie le notizie, LE VERIFICA, e prepara una rassegna con qualche piccolo articolo) si senta in obbligo quando deve scrivere qualcosa di un pelo più specialistico di chiedere una consulenza a qualcuno che sa quello che sta scrivendo...
Nessuno può sapere tutto men che meno un giornalista quindi se pensa di poter scrivere su tutto senza aiuti è un dilettante.
@rico no, dovrebbero scrivere AMSA (ex Azienda Municipale Nettezza Urbana di Milano), con tutto il rispetto per l'AMSA.
.. ma anche ora che hanno corretto i dati, perché dire "oggi sappiamo"?.. voglio dire, da quanti decenni in realtà lo sappiamo?
Secondo me gli schemi di uncinetto sono più accurati di questo articolo: basta una maglia alta al posto sbagliato e il pezzo esce 'sghimbescio' . La differenza, probabilmente, è che in Italia ci sono più persone in grado di capire che uno schema di uncinetto è sbagliato rispetto a quelle che trovano gli errori del pezzo ANSA...
@Cloud

Il resto del mondo sa da decenni, all'ANSA la notizia è arrivata alla loro velocità della luce.

Ed il cerchio si chiude...
ma alla loro velocità della luce...1,299 s per fare 1 m
Quindi la luce non sarebbe troppo più veloce della mai tartaruga quando questa ha davvero fame.
Non mi sento di dare troppo torto ad ANSA... dopotutto la velocità della luce è davvero lenta se comparata alla velocità smodata.
Ovviamente, come al solito, han fatto sparire la castroneria senza un solo commento, così come una donna pigra spazza la polvere sotto il tappeto. Meno male che ci sei tu, Paolissimo, a lasciarcene IMPERITURA memoria per i posteri. Diffonderò al massimo.
A proposito di giornalettismo, mi spiegate perché dei ricercatori vogliono scoprire la porta di casa di una squadra di calcio? Al massimo la porta allo stadio...
(ho anche catturato la schermata)
...e Il Fatto parla di un misterioso 'ramsonware' :D

http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/05/21/ramsonware-finisce-incubo-file-criptati-arriva-kit-di-soccorso-per-liberarli/1704915/
Mi è arrivato in ufficio quello segnalato dal Fatto con "fattura non pagata". Probabilmente un .exe travestito da .doc ma non l'ho ovviamente aperto. A parte che ho un Mac e quindi... però potrebbe essere un macro virus.

In ogni caso il rimedio sicuro per i ransomware è un bel backup (o anche una roba tipo skydrive/gdrive/ecc)
Ma no! Ho notato adesso che hanno scritto RAMSONWARE :D
Repubblica ha corretto il refuso del VIRTUS, ma resta nel link...
Ennesima svista di tastiera ansata

Nel corso dell'articolo il canide conquista un Primato…
Titoli e sottotitoli sono un caso a parte. Nel senso che sono il peggio del peggio.
Per dire, adesso secondo il sottotitolo Aru di vantaggio ha 19 minuti...
Sì… salve… mi permetto di segnalare per l'etichetta "povera scienza" quanto segue:

"La TEORIA dell'evoluzione, una delle SCOPERTE SCIENTIFICHE che hanno influito più profondamente […]"

articolo apparso su:
https://www.cicap.org/new/articolo.php?id=100257

Una domanda sorge spontanea… ma se il Cicap controlla le affermazioni sulle pseudoscienze, chi controlla le affermazioni del Cicap sulla scienza se già la premessa di un articolo contiene tale strafalcione logico-semantico?
Viviana,

non credo ci sia alcuno "strafalcione logico-semantico". L'evoluzione è un fatto, ma i processi che la regolano sono rappresentati tramite una teoria.
I effetti, pensandoci bene, anche la teoria dell'America è stata una delle scoperte scientifiche che hanno influito più profondamente sulla cultura moderna.
Viviana, se proprio devi trollare, almeno informati sul significato di Teoria in termini scientifici e la differenza con il linguaggio comune. Risparmi figuracce.
Oddio, io non mi unirei alla critica, però in effetti il titolo non è precisissimo. Dire "teoria sull'evoluzione" già sarebbe stato meglio. Come si dice "Teoria sulla nascita del sistema solare", non "teoria della nascita del sistema solare".
ma lamarca è il tentativo di italianizzazione di lamarck ?

se uno deve trollare, e lo vuole fare facile, ci sono 2 fratelli il cui lavoro si presta bene se non benissimo, andarsi a cercare rogne con il sito del cicap necessita di svariati livelli di esperienza e conoscenza sopra il minimo sindacale necessario per i fratelli di cui sopra.