skip to main | skip to sidebar
31 commenti

Il grande giorno di Plutone

L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale. Ultimo aggiornamento: 2015/07/14 15:50.

Ci siamo: dopo nove anni di viaggio, oggi è il giorno del transito della sonda New Horizons vicinissimo a Plutone, a una distanza minima di 12.500 chilometri. Ci vorranno probabilmente decenni prima di avere altre immagini come queste, per non parlare dei dati scientifici senza precedenti che vengono raccolti in questo viaggio.

I siti e le app principali per seguire l'evento sono elencati in questo mio articolo.

Pubblicherò qui una selezione delle immagini man mano che arriveranno. Fra l'altro, occhio ai falsi: ci sono in giro varie foto erroneamente descritte come immagini di Plutone che però mostrano altri mondi o sono completamente inventate. Se la foto non è qui o non c'è presso http://pluto.jhuapl.edu/Multimedia/Science-Photos/, è falsa o è un'elaborazione.

Plutone in colori reali visto da 766.000 chilometri il 13 luglio.
Credit: NASA / Johns Hopkins University Applied Physics Laboratory / Southwest Research Institute




Plutone visto da 2,5 milioni di chilometri il 12 luglio.
Credit: NASA/JHUAPL/SWRI


Caronte il 12 luglio. Non so se i pixel isolati in alto sono una stella
o un difetto del sensore.
Credit: NASA/JHUAPL/SWRI


Plutone visto da 2,5 milioni di chilometri il 12 luglio.
Credit: NASA/JHUAPL/SWRI


Plutone e Caronte a confronto con la Terra.
Credit: NASA via SpaceflightNow
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (31)
Immagini veramente spettacolari... chiacchierando alla macchinetta del caffé oggi è venuta fuori una domanda interessante: queste missioni esplorative che ricadute hanno sulla scienza e alla fine sulla nostra vita?
Capisco la spinta ad esplorare e a conoscere che è parte dell'Uomo, ma alla fine a "cosa serve" conoscere, che so io, la struttura interna di Plutone?
Ho fatto una scoperta eccezionale, e come tutte le scoperte eccezionali vengono fatte per caso, stavo cercando la distanza attuale tra terra e plutone e mi sono imbattuto in questo articolo, secondo paragrafo: http://it.blastingnews.com/tecnologia/2015/07/sonda-spaziale-new-horizons-missione-plutone-foto-e-immagini-attese-per-oggi-14-luglio-00476609.html

citazione:
[i]New Horizons è partita il 19 gennaio del 2006 per coprire la distanza di Plutone dalla Terra che corrisponde a 39 anni luce (si consideri che un anno luce corrisponde a circa 9461 miliardi di km), per poi effettuarne il sorvolo (flyby) in quanto la sonda non ha abbastanza carburante a bordo per potersi immettere in orbita attorno al pianeta.[/i]

in 9 anni abbiamo percorso 39 anni luce! grandissimi!!!! e comunque l'altro lato della medaglia è che vedremo le prime foto del flyby di Plutone solo fra 39 anni... sigh...


Certo che un errore del genere commesso da LETIZIA LO SAVIO - Esperto di Donna e Mamma non me lo sarei mai aspettato in un articolo scientifico
https://instagram.com/p/5HTXKMoaFL/
È un UFO. Sicuramente un UFO. Lo so.
gli autori di questa impresa sono persone straordinarie.
Standing ovation.
Il Lupo,

ma alla fine a "cosa serve" conoscere, che so io, la struttura interna di Plutone?

A tante cose, dirette e indirette. Per esempio, il confronto con la meteorologia e la geologia di un altro pianeta serve per capire meglio meteo e geo del nostro. In questi tempi di preoccupazione per il clima, è parecchio importante.

Poi ci sono ricadute tecnologiche: si impara a fare software e dispositivi ad altissima affidabilità. Concetti che ti servono nelle auto, nei sistemi di chirurgia assistita, eccetera.

Cosa forse più importante, ispiri i giovani a studiare scienza, e questa scienza è quella che trova medicine, migliora la sicurezza, permette di trovare soluzioni più ecologiche alle tecnologie che ci servono.
@Unknown
[i]New Horizons è partita il 19 gennaio del 2006 per coprire la distanza di Plutone dalla Terra che corrisponde a 39 anni luce (si consideri che un anno luce corrisponde a circa 9461 miliardi di km), per poi effettuarne il sorvolo (flyby) in quanto la sonda non ha abbastanza carburante a bordo per potersi immettere in orbita attorno al pianeta.[/i]

in 9 anni abbiamo percorso 39 anni luce! grandissimi!!!! e comunque l'altro lato della medaglia è che vedremo le prime foto del flyby di Plutone solo fra 39 anni... sigh...



Credo che che la New Horizons sfrutti "l'effetto tunnel", da non confondere con gli wormhole perché sono due fenomeni totalmente differenti e, per giunta, uno di essi è solo teorico ;-)
@Il Lupo della Luna:
> Capisco la spinta ad esplorare e a conoscere che è parte dell'Uomo

Beh, in massima parte ti sei risposto da solo.
Tutto sommato non si stava malissimo, per gli standard dell'epoca, dentro una grotta (al buio). ;-)
@Unknown : Penso (leggendo da Wikipedia) che la giornalista abbia confuso Unità Astronomiche ed Anni Luce. Vediamo il lato positivo ... almeno non ha fatto l' errore classico di considerare l' anno luce come una unità di misura del tempo :P
Immagini davvero affascinanti! Posso fare una domanda da ignorante? Come mai le immagini di Plutone sono così ben illuminate? Merito di un filtraggio sulla foto o si tratta di illuminazione reale della superficie del corpo celeste (cosa che dubito)) Grazie.
Sbaglio o ora gli Stati Uniti sono l'unico paese ad aver mandato una sonda a tutti i pianeti del sistema solare?
Pluto and Beyond the Infinite
A varie cose coi colleghi non avevamo pensato. Alla meteorologia proprio no, pensando a quanto Ono diversi i pianeti. Forse perché non avevamo ancora preso il caffè :)
"gli autori di questa impresa sono persone straordinarie."

E stavolta guardano anche in un uno schermo grande! :D

http://pluto.jhuapl.edu/Multimedia/Science-Photos/pics/15-149b.jpg
Scusate ragazzi, ho bisogno assolutamente che anche voi vediate subito questa immagine.
Strettamente parlando, quello che "serve" alla nostra vita e continuità sono solo: cibo, riparo, riproduzione. Tutto il resto (inclusa l'arte, la tecnologia, la ricerca del bello e del benessere, la curiosità verso il mondo, la vita, l'universo) è quello che ci rende evoluti e meravigliosamente complessi. In sostanza, è quello che ci distingue dalle amebe.
ho bisogno assolutamente che anche voi vediate subito questa immagine.

LOL!
Carlo,

Come mai le immagini di Plutone sono così ben illuminate?

Perché il tempo di posa e la sensibilità del sensore sono regolate per avere luminosità e contrasto ottimali sulla base della luce disponibile.

In pratica, la "fotocamera" di bordo compensa l'illuminazione ambientale, esattamente come fa la fotocamera del tuo telefonino o il tuo occhio: si adatta a quanta luce c'è.
per il tg5 la sonda è arrivata a 12,5Km da Plutone... già che c'era poteva anche atterrare (o applutonare) :)
Non so quanto lo terranno ancora, per ora per Il Sole 24 ore siamo passati a 14 km dalla superficie, una specie di missione kamikaze, o forse volevano fare la barba al vecchio Pluto...

http://www.ilsole24ore.com/art/tecnologie/2015-07-14/la-sonda-new-horizons-nasa-ha-raggiunto-plutone-pianeta-nano-162721.shtml?uuid=ACelKTR&refresh_ce=1
perché non è stata progettata la missione in modo che questa sonda entrasse nell'orbita di plutone e studiasse lui e sue lune molto più a lungo? Io sono sempre stato molto affascinato da questo lontano mondo e lasciatemi dire che sono deluso! si, lo so, servono molti più anni per mandare là una sonda a bassa velocità in modo che poi possa entrare in orbita... ma così facendo abbiamo già perso anni per "quatto foto in croce"! con un'altra missione avremmo aspettato molti più anni, ma avremmo avuto una mole gigantesca di dati: una sonda orbitante per mesi che ci inviava continuamente dati! un bellissimo sogno che probabilmente non vedrò mai. E per questo sono incazzato! Ci vuole tempo per arrivare là? allora facciamolo una volta sola, ma facciamolo bene! e che cavolo!
Paolo,

perché non è stata progettata la missione in modo che questa sonda entrasse nell'orbita di plutone e studiasse lui e sue lune molto più a lungo?

Perché per non metterci decenni ad attraversare il sistema solare, NH va a 50.000 km/h. E a quella velocità avrebbe dovuto portare con sé una quantità improponibile di propellente per frenare.


lasciatemi dire che sono deluso!

Mi spiace. Ma considerato quello che presumibilmente hai speso per finanziare NH, cioè zero, non sei esattamente nella posizione di chi ha diritto di lamentarsi :-)


con un'altra missione avremmo aspettato molti più anni, ma avremmo avuto una mole gigantesca di dati: una sonda orbitante per mesi che ci inviava continuamente dati!

L'ottimo è nemico del buono. Meglio "pochi" dati ora che aspettare altri 15 anni per averne tanti. Senza contare il fatto che grazie a questo primo sopralluogo ora gli esperti hanno le idee più chiare su che tipo di strumenti mandare per la prossima missione.


E per questo sono incazzato! Ci vuole tempo per arrivare là? allora facciamolo una volta sola, ma facciamolo bene! e che cavolo!

Fortunatamente per noi, alla NASA perdono meno tempo di te a incazzarsi e ne spendono di più a fare quello che possono con quello che hanno invece di pensare ai "se avessi, se potessi".
@Paolo

Pensa che da quando è stato scoperto, Plutone ha percorso solo una piccola parte della sua orbita. Ci mette quasi 250 anni a fare un giro attorno al Sole, tanto che, con i dati dell'orbita disponibili, regnavano anche delle incertezze su dove si sarebbe trovato Plutone al momento dell'incontro con la sonda.
Ora si trova là, nell'orbita precedente, quando si trovava allo stesso punto, gli USA ancora non esistevano, è stato giustamente detto (per poco, ma è così).
Quando è partita la sonda, non esistevano i tablet.

Insomma, accontentiamoci, è già un'impresa che fa riscrivere i libri.
@Unknow

sulla scia:
Chissà se una sonda potrebbe davvero atterrare su Plutone.
Se la superficie del pianeta è composta da gas allo stato solido, una sonda che vi atterrasse sprofonderebbe chissà per quanto nel pianeta: la differenza di temperatura penso che farebbe sublimare il gas sotto i suoi piedi (o trampoli) creando una bella buca sotto di essa.

O sbaglio?
Guastulfo
Fico! Non ci avevo pensato, ma se si tratta di metano potrebbe risucchiarlo bruciarlo e produrre energia per tenersi a galla!

Occhio però ai ritorni di fiamma!
Burn, plutone burn!!!
Paolo,

perché non è stata progettata la missione in modo che questa sonda entrasse nell'orbita di plutone e studiasse lui e sue lune molto più a lungo?

Oltre ai motivi che sono già stati esposti, c'è anche un altro fattore: Plutone non ha pulito la sua orbita ed è molto probabile che attornoad esso ci siano svariati quintali di detriti che potrebbero prima o poi colpire la sonda. NH stessa è a rischio di essere sforacchiata per bene da ora in avanti. Viaggiando circa 10 volte più veloce dibun proiettile, un detrito grande come un chicco di riso potrebbe passarla da parte a parte. Per questo motivo sta viaggiando con l'antenna rivolta in avanti, così da utilizzarla come scudo contro eventuali scontri indesiderati.
Ad oggi la sonda dovrebbe essere in trasmissione e sta continuando il suo viaggio verso gli altri circa 7000 corpi plutosimili che scorrazzano poco più avanti.

Sempre che un sassolino grande come un biscotto non la mandi in frantumi...
@franto
Difficile che si possa bruciare il metano, se non ci si porta dietro l'ossidante.

@Stupidocane
Un altro motivo della fretta con cui lanciare una sonda dovrebbe essere quello del rischio del congelamento dell'atmosfera di Plutone e perdere l'occasione di poterla studiare

Questa merita! "Prima foto ad alta risoluzione di Plutone" :)

https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/hphotos-xtp1/v/t1.0-9/11760096_1158720694148940_9178544879489554575_n.jpg?oh=5f382937aa6a782b0e043a165d9970ac&oe=56110EEF
Sto seguendo la diretta della conferenza stampa. E pronunciare "Sharon" per Charon è veramente una cosa inascoltabile.

E prima che qualche anima bella mi linki wikipedia: sì, so perché lo fanno, e so che quella è "the prescribed pronunciation at NASA".
Ma fa schifo uguale.
Pazzesco, difficile da descrivere, molti non si rendono conto di quello che stanno vedendo, stiamo scoprendo l'universo, anche Hubble non riusciva minimamente a cogliere i dettagli di questo pianeta.
Fantastico.