skip to main | skip to sidebar
28 commenti

Oggi nuova passeggiata spaziale russa sulla Stazione Spaziale Internazionale

Oggi due cosmonauti russi, Gennady Padalka e Mikhail Kornienko, usciranno all'esterno della Stazione Spaziale Internazionale per delle attività di manutenzione che comprendono, fra l'altro, cose insolite come la pulizia di un finestrino (sporcato dallo scarico dei propellenti dei motori di manovra dei veicoli che hanno visitato la Stazione) e il lancio fuori bordo di un componente non più necessario: una manovra delicata, perché se non viene fatta con la forza e la direzione appropriate c'è il rischio che il componente resti in orbita, invece di rientrare e disintegrarsi, e torni a collidere con la Stazione.

La diretta su NASA TV inizierà alle 15:45 (ora dell'Europa Centrale) e durerà circa sei ore. C'è un video (in inglese) che spiega in sintesi le attività principali dell'escursione; maggiori dettagli, sempre in inglese, sono su Spaceflight101.com.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (28)
...e ri-orientare un paio di antenne, e prendere foto di altre parti delicate, ecc. Giornata piena per i due russi.
Spero che chi lancia il pezzo verso l'atmosfera stia ben appoggiato alla stazione: la legge di Newton sulla forza uguale e contraria può riservare brutte sorprese, nello spazio ;-)
Il lancio del componente è la cosa più ridicola che abbia mai sentito relativa alla ISS, in particolar descriverlo come "manovra delicata". Già mi immagino un tiro sbagliato, un finestrino della ISS che si rompe, l'astronauta dentro che si affaccia lanciando improperi in diverse lingue, e il russo che allargando le braccia indica il suo collega.

No, al di là di tutto, fa davvero ridere. 100 miliardi di euro per la ISS e c'è l'omino che deve lanciar la spazzatura stando per di più attento perché se sbaglia il tiro potrebbe essere pericoloso? Ma poi, perché non può essere caricato nei cargo spazzatura? Hanno la necessità di levarselo dalle scatole con urgenza? E' radioattivo o qualcosa del genere?
Ps: con il prox cargo portategli su una cerbottana in titanio, un lancio a mano non si può vedere, davvero :D
Fx,

No, al di là di tutto, fa davvero ridere. 100 miliardi di euro per la ISS e c'è l'omino che deve lanciar la spazzatura stando per di più attento perché se sbaglia il tiro potrebbe essere pericoloso?

Dovresti essere un po' più prudente nel criticare, soprattutto se non conosci l'argomento. Non è la prima volta che si usa questa tecnica e non è affatto una cretinata. I russi non sono cretini. Specialmente quelli che lavorano nel settore aeropaziale.

Ti sarebbe bastato googlare "iss manual jettison" per trovare questo ed evitare di criticare a vanvera:

http://ntrs.nasa.gov/archive/nasa/casi.ntrs.nasa.gov/20080047307.pdf

Dal quale cito esempi precedenti e rispettive ragioni per non tenere a bordo o riportare a terra in altro modo: "In November of 2005 the Floating Potential Probe (FPP) was manually released from the ISS after staying there beyond its operational life. The unit was so structurally degraded that it could not be safely returned to Earth or left in its installed position. Caution had to be used not to break it during manipulation. In 2007, several noteworthy jettisons took place. January saw the release of Truss Bays 18 and 20 Shrouds and Rotary Joint Motor Controller (RJMC) Covers, an example of a very large but also very
lightweight set of objects that was very hard to collect into a small package and bundle together. However, once the object was packaged, it was simple to jettison from the Articulating Portable Foot Restraint (APFR) position. The Multiplexer / Demultiplexer (MDM_Sunshade during that same period was an object that followed the process to a different end.
Later, in July of 2007, the Early Ammonia Servicer (EAS) was finally given a GO for release and is another example of a piece of Hardware (HW) that had been on orbit beyond its design life and was no longer needed. The EAS jettison is a good example of the complexity of the Jettison process. This object posed a risk not only to the ISS, but also to the shuttle, hence the inability to return it."
Non ho detto né che sia una cretinata né che i russi siano cretini.

Ho detto che è la cosa più ridicola che abbia mai sentito circa la ISS. Anche perché sento decantare (spesso qui) il fatto che nulla sia lasciato al caso, le procedure, la precisione maniacale, eccetera e poi il tizio esce e lancia la spazzatura a mano (la cui precisione per quanto possa essere bravo e essersi allenato sarebbe già modesta in condizioni normali, figurati con la tuta)... è ridicolo. Ribadisco: non sto dicendo sia stupido, se lo fanno sicuramente avranno un paio di migliaia di buoni motivi; sto dicendo che (a me) fa ridere. Mi fa ridere il contrasto tra una delle cose più high tech che l'umanità abbia mai prodotto e dall'altra il gesto della scimmia di "2001 Odissea nello spazio", quando lancia l'osso.

Detto questo ripropongo la domanda: perché lanciarlo a mano e non infilarlo in uno dei cargo spazzatura che si disintegrano a contatto con l'atmosfera? Il testo da te citato e il PDF non mi sembra rispondano a questo quesito - per chiarezza che poi pensi che io reputi la NASA e l'ESA una manica di cretini: ovviamente una spiegazione ci sarà senz'altro, sto chiedendo quale sia, ammesso sia di pubblico dominio.
Al di là delle certe problematiche relative allo smaltimento dei rifiuti nello spazio, viene da ridere se penso che anch'io ogni x giorni butto il sacco della spazzatura nel container. Sia sulla terra che nello spazio inquiniamo e insozziamo... Buona serata
@FX: ma si, mandiamo su anche un cargo per la spazzatura, anzichè bruciarla in atmosfera, tanto i lanciatori costano poco... Somiglia al camper con le ali del film "Spaceballs", solo che non ha i finestrini, ha gli scomparti per l'umido, il secco e il vetro, e una grossa benna per caricare i sacchi. :-)
A questo aggiungerei anche l'assaggio della prima pianta coltivata completamente nello spazio, a quanto pare esperimento andato a buon fine :)
Ha ragione Fx, la cosa è ridicola, nel senso ilare del termine, se sbaglia il lancio fa come Obelix, quando tira la lancia in direzione opposta al romano che ha di fianco, e questa fa il giro della terra e lo becca. Era dai tempi di Jeeg robot d'acciaio che non si vedevano lanciare i componenti. E fatti una risata pure tu, Paolo, è ferragosto, sarai in vacanza, no? Mica è sempre il caso di essere così seri, si può essere sapienti senza essere saccenti.
Nello spazio nulla è lasciato al caso.
Se hanno effettuato un jettison manuale avranno avuto i loro buoni motivi, tiro a ipotizzare: Troppo ingombrante per riportarlo dentro? Contaminato da sostanze pericolose come ammoniaca o carburante?
Rico: i cargo spazzatura li usano, non è che mi sono inventato io di mandare su un cargo intero per evitare di lanciare a mano un pezzo :D Ovviamente non è che li mandano su vuoti, mandano i rifornimenti e immagino che se non c'è bisogno di riportare a terra materiale sia più economico far bruciare il vettore in atmosfera (e a quel punto lo puoi stipare con tutto ciò che vuoi eliminare). Unica cosa: non so con che frequenza vengano usati.
l'assaggio della prima pianta coltivata completamente nello spazio
Devo dire che l'insalata in questione aveva un aspetto un po' triste, ma qualcuno ha notato che è stata condita con olio italiano?
A proposito delle piente coltivate, sono stato messo in difficoltà da mio figlio (6 anni) riguardo al perché non producano l'ossigeno con le piante. Ok, gli ho detto che non è così banale, che non crescono come sulla terra, etc ... ma in effetti non soo riuscito ad essere convincente.
Mi a che mi serve un libro di spazio for dummies per riuscire a rispondere alla catena di perché ....
Fx,

non sto dicendo sia stupido, se lo fanno sicuramente avranno un paio di migliaia di buoni motivi; sto dicendo che (a me) fa ridere

Aha. Ho frainteso "ridicolo"; intendevi dire "comico". Capito.


Detto questo ripropongo la domanda: perché lanciarlo a mano e non infilarlo in uno dei cargo spazzatura che si disintegrano a contatto con l'atmosfera?

Mi sembra che ci sia scritto nel PDF che ti ho linkato, ma comunque una delle ragioni è perché ci sono pezzi che sono talmente contaminati che non possono essere portati dentro; inquinerebbero l'atmosfera e/o farebbero impazzire i sensori di contaminazione.

Per esempio, ieri i cosmonauti hanno lanciato manualmente fuori bordo i panni che hanno usato per pulirsi le tute mentre erano fuori. Le tute potevano essersi sporcate durante la pulitura del finestrino incrostato di residui di propellente (altamente tossico). Nello spazio, in assenza di peso lo sporco non cade: se lo rimuovi, fluttua e si deposita elettrostaticamente sulle superfici che trova, quindi anche sulle tute (che ovviamente rientrano e finiscono a contatto con l'atmosfera di bordo).

Il lancio non richiede precisione da lancio del giavellotto: l'importante è la direzione generale (opposta a quella di volo, per sottrarre velocità, e genericamente verso il basso). Nel video che spiega l'EVA di ieri c'è un'animazione che mostra chiaramente il cono di direzioni accettabili, è bello ampio.
Il motivo è anche un altro. Non si usa un cargo spazzatura o altro contenitore perchè la capacità di vaporizzare un rifiuto in atmosfera è proporzionale alla superficie esposta e inversamente proporzionale alla sua massa: se lanci un grosso carico dentro un contenitore, è possibile che atterri quasi intatto sulla terra.
Se invece lanci piccoli pezzi sfusi (come un antenna) bruceranno completamente ben PRIMA di toccare terra.
@Riccardo (D.O.C.)

Se ricordo bene anche l'aceto era italiano :)

@dani1967

Non voglio darti una risposta spacciandola per sicura al 100% ma penso che sia dato dal fatto che le piante di notte producono CO2 e non Ossigeno. Inoltre sarebbe abbastanza complicato coltivarle, sempre se le radiazioni solari (che solitamente vengono filtrate dall'atmosfera) non le uccidono prima... Ripeto, secondo me è questo il motivo ma non non sono sicuro
Paolo: grazie per le spiegazioni, molto apprezzate.

"Aha. Ho frainteso "ridicolo"; intendevi dire "comico". Capito."

In effetti era fraintendibile.

rico: i cargo spazzatura si usano, non so con quale frequenza, ma se ben ricordo l'ultimo è stato lanciato che era su la Cristoforetti - e, sempre se ricordo bene, era bello pieno. Anche perché quello che dici tu è mera teoria: nella pratica un cargo pieno di oggetti di diverse dimensioni non lo fa diventare una massa unica pari alla somma delle varie masse. Nel momento in cui cede la struttura del contenitore, il contenuto si disperde e di fatto ogni oggetto conta per se stesso.
Sulle piante: il problema non è tanto l'anidride carbonica prodotta nella notte, perchè il bilancio sulle 24 ore sarebbe comunque positivo. E poi perchè la notte la puoi eliminare :-)
E' che per produrre abbastanza ossigeno per far respirare una persona dovresti avere una superficie a verde troppo estesa.
Qui qualche dato, al paragrafo "velocità":
http://www.treccani.it/enciclopedia/fotosintesi_(Enciclopedia_del_Novecento)/
@FX: bisogna capirci sui termini, per me un "cargo" è un veicolo, con una certa struttura, lanciato verso la ISS apposta per un certo scopo, e lanciarne uno per la spazzatura sarebbe inutile e antieconomico.
Non è un semplice contenitore che si sfalda appena sfiora l'atmosfera.
Fx

Stucchevole abbozzo di "troll con caratteristiche di scienziato creazionista". A volte ho la curiosità di sapre la tua età... ma non dirmela, ho paura di rovinarmi il divertimento nel leggerti :D
Grazie innanzi tutto dei suggerimenti ...

@daniel bertagnolli
E' la prima idea che ho avuto, ma giustamente, il bimbo di 6 anni ha osservato che se funziona sulla terra da qualche miliardo di anni....

@martinobri
Pur non avendo letto tutto il grande capitolo della treccani, sono abbastanza d'accordo. Poi penso anche che una vera serra avrebbe costi immensi per il trasporto del materiale, dell'acqua necessaria, eventuali concimi .... se si pensa solo alle polemiche del corsto di trasporto della macchina del caffè, pensiamo al concime !! Vero che tutto potrebbe essere riciclato in un sistama chiuso ...
E poi bisognerebbe risolvere il problemi dello sporco, eventuali batteri, del confinamento del terreno, etc .... Sospetto comunque che molti degli esperimenti siano riguardo questa problematica. In una eventuale spedizione su Marte, quello dell'ossigeno non sarebbe un problema da risolvere ?
rico: "per me un "cargo" è un veicolo, con una certa struttura, lanciato verso la ISS apposta per un certo scopo, e lanciarne uno per la spazzatura sarebbe inutile e antieconomico."

AAAAAAAAAAAAAA

Lanciano il cargo PIENO DI RIFORNIMENTI per la ISS e poi una volta giunto a destinazione lo stipano di "spazzatura" e lo fanno bruciare nell'atmosfera. Ovviamente non è che lanciano su un vettore vuoto solo per funzionare da cestino dell'immondizia volante, ma mi sembra di averlo detto più di una volta.

E' successo con l'ATV5, è successo con il Cygnus, e così via.

Cos'è che non è chiaro?
dani1967,

il bimbo di 6 anni ha osservato che se funziona sulla terra da qualche miliardo di anni....

Sono contento che il bimbo di sei anni sappia già l'età della Terra, ma bisognerebbe fargli notare che la Terra è un (eco)sistema un tantinello più grande della Stazione Spaziale Internazionale. Il giorno che costruiremo basi spaziali di dimensioni paragonabili a un pianeta, probabilmente la coltivazione di piante per generare ossigeno sarà praticabile e conveniente. Ma in un sistema così piccolo le piante non genererebbero ossigeno sufficiente e sono troppo delicate e inefficienti rispetto a una bella scorta di candelotti che generano ossigeno a comando, come quelli che ci sono a bordo della ISS, senza richiedere cure, illuminazione, irrigazione.
@FX: Per la verità gli ATV servono anche da moduli abitativi, la spazzatura è solo l'ultimo dei loro impieghi.
Non mi è chiaro perchè dovrebbero riportare dentro la ISS i pezzi esterni che sono inutilizzabili, anzichè lanciarli direttamente verso l'atmosfera, (nel senso opposto al moto della ISS, per fargli perdere quota e velocità).
La manovra in questione non è comica, è geniale e pratica.
rico: non ho detto che è comica (come peraltro già esplicitamente chiarito nel precedente scambio di post con Paolo), non ho detto che TUTTI GLI ATV VENGANO USATI PER QUELLO SCOPO ma ho citato esplicitamente l'ATV5 che, come il Cygnus, è stato usato così, in risposta al tuo "non si usa un cargo spazzatura"... miiiii, andiamo avanti molto?
Fx, Rico,

forse vi è sfuggito il mio commento che spiega perché certi materiali non vengono eliminati ficcandoli dentro un veicolo cargo: contaminazione.



Mi sembra che ci sia scritto nel PDF che ti ho linkato, ma comunque una delle ragioni è perché ci sono pezzi che sono talmente contaminati che non possono essere portati dentro; inquinerebbero l'atmosfera e/o farebbero impazzire i sensori di contaminazione.

Lo riposto in parte, per chiarezza: Per esempio, ieri i cosmonauti hanno lanciato manualmente fuori bordo i panni che hanno usato per pulirsi le tute mentre erano fuori. Le tute potevano essersi sporcate durante la pulitura del finestrino incrostato di residui di propellente (altamente tossico). Nello spazio, in assenza di peso lo sporco non cade: se lo rimuovi, fluttua e si deposita elettrostaticamente sulle superfici che trova, quindi anche sulle tute (che ovviamente rientrano e finiscono a contatto con l'atmosfera di bordo).
No, non mi è sfuggito e infatti ti ho ringraziato per la spiegazione.

La questione tra me e Rico è nata dal suo commento #7 in poi, dal quale focalizzava la questione sull'assurdità di usare dei cargo come cargo spazzatura in generale ("ma si, mandiamo su anche un cargo per la spazzatura, anzichè bruciarla in atmosfera, tanto i lanciatori costano poco") e non specificatamente per questo evento (quello l'ha fatto solo nell'ultimo commento #24); ho fatto presente, più volte, che in realtà l'hanno già fatto ed è successo più volte.
Fx

"rico: non ho detto che è comica"

Però, poco prima:

"sto dicendo che (a me) fa ridere."

Sono io che non capisco bene l'italiano o tu non ricordi quello scrivi anche se ce l'hai davanti agli occhi?