skip to main | skip to sidebar
60 commenti

Grande Giove! Oggi è il giorno di “Ritorno al Futuro”

L’articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale. Ultimo aggiornamento: 2015/10/23 3:00.

Per essere più precisi, oggi è il giorno di Ritorno al Futuro II, seguito futuribile del riuscitissimo film Ritorno al Futuro (1985). La seconda puntata della trilogia cinematografica diretta da Bob Zemeckis è datata 1989, è ambientata nel 2015 e cita precisamente le 16 e 29 del 21 ottobre di quest'anno come tappa chiave del viaggio nel tempo della celeberrima Delorean che viene usata dai protagonisti come macchina del tempo. Oggi, insomma, siamo nel futuro di Ritorno al Futuro (i veri nerd fanno notare che in realtà la ricorrenza andrebbe celebrata domani per chi sta in Europa, a causa del fuso orario, ma fa niente).

Ci sono molti eventi in tutto il mondo per celebrare l'arrivo di una data che allora, 26 anni fa, sembrava così lontana. Anche se lo scopo di Ritorno al Futuro era soltanto divertire e fare anche un po' di satira dell'America degli anni Ottanta senza alcuna pretesa scientifica di prevedere il futuro, è interessante fare il confronto fra il 2015 concepito dal film e quello reale.


Previsioni azzeccate


Film in 3D. Non siamo ancora agli ologrammi che escono dallo schermo in luce diurna come fa la pubblicità de Lo Squalo 19 nel film, ma le tecnologie di proiezione tridimensionale sono ovunque e ci sono “ologrammi” come l'apparizione di Tupac a Coachella nel 2012.

Videogiochi comandati dal cervello e senza fili. Nel bar del 2015 c'è un vecchio videogioco e i bambini (uno dei quali è Elijah Wood del Signore degli Anelli) inorridiscono all'idea di un gioco nel quale bisogna toccare i comandi: roba da neonati. Oggi abbiamo Kinect, Leap Motion e altri sensori di movimento e cominciamo ad avere sistemi che consentono di comandare computer con gli impulsi del cervello.

Pagamenti tramite impronta digitale. Biff paga il taxi appoggiando un dito sul sensore d'impronte, e nella realtà ci siamo arrivati proprio quest'anno, con l'introduzione di sistemi come Apple Pay.

Videoconferenze. Marty chiacchiera con il collega Needles in videochiamata. Abbiamo già Skype, FaceTime e simili da parecchi anni.

Tecnologia indossabile o wearable. Marty Junior riceve una telefonata sugli occhiali? Google Glass e Hololens sono già tra noi da un po’. Cominciano a circolare i primi indumenti smart, anche se non siamo ancora ai livelli della giacca parlante e autoasciugante o delle scarpe autoallaccianti di Ritorno al Futuro (anche se Michael J. Fox ne ha appena ricevuto un paio sperimentale, dimostrato qui).

Volopattino (hoverboard). Il bellissimo neologismo italiano coniato dai traduttori di RaF II è diventato realtà proprio nel 2015 con i dispositivi creati da Lexus e Hendo, anche se entrambi richiedono una superficie metallica sottostante e “volano” soltanto a pochi centimetri da terra. E a proposito di traduzioni, se vi siete mai chiesti chi è Scott nell'espressione “Great Scott!” usata da Doc in originale (in italiano “Grande Giove!”), Slate ha la risposta.

Droni. Si vedono poco nel film ma ci sono: la telecamera robotica volante che riprende l'arresto di Biff è attualissimo; lo è un po' meno il drone che porta a passeggio il cane.

Schermi giganti ovunque. Questa è facile: abbiamo davvero megatelevisori e display colossali dappertutto. Ritorno al Futuro ipotizzava anche schermi arrotolabili, e ci stiamo arrivando.

Televisori comandati a voce. Oggigiorno i comandi vocali sono non solo nei televisori (con implicazioni di privacy e sorveglianza), ma sono in effetti dappertutto, anche se non sempre con risultati soddisfacenti.

Fotocamere digitali tascabili. Non era una previsione difficile, dato che RaF II fu già ripreso usando tecniche parzialmente digitali, ma è senz'altro giusta, vista l'onnipresenza delle fotocamere digitali oggi.

Identificazione biometrica automatizzata. Quando la ragazza di Marty viene trovata dalla polizia, viene riconosciuta biometricamente e scambiata per la signora McFly del 2015. Oggi abbiamo Facebook che fa la stessa cosa negli USA (riconoscimento facciale applicato alle foto, che in Europa è vietato) e abbiamo fotocamere che riconoscono espressioni e sorrisi e telefonini che si sbloccano se riconoscono il volto o l'impronta del proprietario.


Previsioni clamorosamente mancate


Pazienza se non abbiamo la pizza reidratabile in quattro secondi, non vestiamo con le tasche rovesciate in fuori indossando due cravatte e non sono stati aboliti gli avvocati: il futuro di Ritorno al Futuro II ha delle carenze enormemente più significative, che dimostrano quanto è difficile fare previsioni anche a breve termine perché non è possibile prendere in considerazione gli effetti di invenzioni o scoperte rivoluzionarie e dirompenti.

Internet. Nel 1989 il Web era ancora un'idea appena formata nella mente di Tim Berners-Lee e Internet era un privilegio di pochi. In Ritorno al Futuro 2 le telecomunicazioni sono ancora di tipo telefonico gestite da un operatore centrale: voce, fax, videochiamate. Ma di reti telematiche pervasive non c'è traccia.

Telefonini. Nel 1989 la telefonia mobile aveva già mosso i primi passi in Europa e li stava iniziando a muovere negli Stati Uniti, ma nel film non ce n'è traccia. Anzi, Marty a un certo punto usa addirittura una cabina telefonica.

Stampa 3D. Non sembrano esserci dispositivi di creazione istantanea di oggetti nel 2015 di RaF II, ed è una delle innovazioni tecnologiche più salienti della realtà che il film non ha considerato.

Fax. Se c'è una tecnologia che sembra fuori luogo (o fuori tempo) in RaF II, è decisamente il fax, che è già obsolescente da anni eppure è onnipresente in casa di Marty nel 2015.

Automobili volanti. Il problema sembra essere più normativo che tecnico: nessuno vuole automobilisti della domenica che cadono dal cielo. Ci sono dei prototipi, ma l'auto volante di massa è ancora oggi un miraggio, e probabilmente è bene che resti tale.

Controllo della meteorologia. Non siamo ancora in grado di far piovere a comando in luoghi precisi con precisione cronometrica come in RaF II, anche se gli sciachimisti sono convinti di sì.

Fusione nucleare o generatori ultracompatti. Il Mr.Fusion che alimenta la Delorean del 2015 con i rifiuti è ancora un sogno.


E naturalmente non abbiamo ancora una macchina del tempo. O questo è quello che vogliono farci credere.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (60)
Ma il "ritorno al futuro" che mandano al cinema per l'occasione, che tu sappia, è una versione rimasterizzata o proprio l'originale travasato da pellicola a supporto digitale?
sicuramente la tempolizia è tornata indietro nel tempo per non far rendere pubblica la scoperta...
Bell'articolo... ma le auto volanti hanno anche un problema tecnico mica da ridere: servirebbe molta più energia per farle spostare, no? (ok, se risolvi la crisi energetica col Mr. Fusion non è più un problema)
Concordo in linea di massima con il suo post, ma vorrei fare alcune precisazioni se non le dispiace: molte tecnologie da lei citate esistono effettivamente, in certi casi anche da qualche anno, ma non sono diffusissime.
Non amo i videogiochi, ma quelli futuristici da lei citati io non li ho mai visti. Sono forse diffusi prevalentemente in America o sono io che sto invecchiando? :-)
I droni per uso civile, per ora, mi sembra che siano più diffusi negli USA che qui. Lo stesso, secondo me, vale anche per tutte la gran parte delle tecnologie in questione. Alcune non hanno nemmeno avuto un gran successo: i google glass non hanno certo sfondato come gli smartphone. I volopattini, inoltre, per ora sono poco più che prototipi.
Diciamo che queste tecnologie sono disponibili, ma non diffusissime. Non sono ancora entrate in ogni casa.

Il discorso è diverso per le videoconferenze, gli schermi giganti, il riconoscimento biometrico(disponibile, ma non so quanto utilizzato) e per i comandi vocali del televisore. Questi ultimi però hanno ancora dei problemi.

Direi che, in potenza, ci siamo, ma tutte queste invenzioni non mi sembrano ancora diffusissime. Se, però, ci si limita alla California, allora il film si avvicina già di più alla realtà.

P.S.: fa impressione sapere di essere nel futuro. :-)

"Il Mr.Fusion che alimenta la Delorean..." questo non lo metterei in lista. Doc porta Marty nel 2015 perchè lì c`è un problema coi figli di lui, ma nulla nel film esclude che prima possa essere andato ancora più ne futuro, dove ha impiantato il congegno che nel 2015 non esiste ancora.
Coi rifiuti grezzi no, ma sono anni che esistono auto che posso utilizzare i biogas prodotti dai rifiuti organici: tutte quelle a metano. Proprio oggi Repubblica ha pubblicato le foto di una DeLorean alimentata a biogas: http://milano.repubblica.it/cronaca/2015/10/21/foto/bergamo_e_divenuta_realta_la_mitica_delorean_supercar_ecologica_di_ritorno_al_futuro_-125523395/1/
Peccato non ci siano le foto della bombola (nel cofano anteriore?).
Mr fusion e' facilmente la tecnologia piu' rivoluzionaria tra quelle immaginate nel film, e avrebbe impatti colossali nei nostri giorni
Tra le previsioni mancate una gran parte di quello che riguarda il cognitive computing: auto che si guidano da sole (poi per di più se te le immagini volanti l'autopilota diventa davvero banale), traduzione in tempo reale (Skype), computer medici, cuochi o che partecipano a quiz (Watson), computer che montano il video della tua domenica sulla base delle fotografie / video che hai scattato, che ne riconoscono il contenuto (Google Photos), computer che scrivono articoli di giornale (Associated Press), eccetera eccetera. Gli assistenti personali (Siri, Google Now, Cortana) sono prevalentemente un ricco insieme di script quindi non mi sento di includerli in questa categoria.

Ma non si può biasimare RAF II per non averci azzeccato su questo fronte, è un settore nel quale ciò che accade oggi sembrava fantascienza solo 6 mesi fa. Sarebbe già impossibile per noi fare delle previsioni attendibili da qui a 5 o 10 anni.
Non ho neanche letto l'articolo..ma mi devo sbrigare a lasciare un commento perché me l'aspettavo su questo argomento e devo essere io il primo stavolta!
;-)))))
Airone76,

Secondo la Futurepedia parrebbe che il Mr Fusion sia del 2015: esiste già la Fusion Industries (si vede il logo nel film), esistono già generatori della Fusion Industries (più grandi), ma le auto non vanno a fusione/spazzatura (usano ancora benzina per il motore a combustione interna). Nella novellizzazione Doc dice che alcune modifiche alla Delorean non sono "omologate". Non c'è nessun accenno a un ulteriore viaggio nel futuro per prendere un Mr. Fusion post-2015.
Una serie di film a dir poco mitica. Certo, a viverla, una data così non sembra niente di speciale (come non lo era stato il tanto atteso I Gennaio 2000, o il 2001 di Kubrick), tanto siamo abituati alla tecnologia che ci circonda, e, anzi, molte delle previsioni fanno anche sorridere. Eppure, soprattutto per chi l'ha vissuto, basta pensare a com'era non molti anni fa, senza, tanto per dirne un paio, hard disk portatili dalle capacità prodigiose e la possibilità di accedere a una quantità sterminata di informazioni su qualunque cosa digitando poche parole in un motore di ricerca.

Comunque, tra i "fail", ci aggiungerei anche le previsioni del tempo che riescono a prevedere al secondo quando smetterà di piovere. Molte volte, invece, sembra che le previsioni le faccia Topo Gigio. ...
..ecco appunto...nono...:-(((
;-)))
Sulle previsioni clamorosamente mancate non dimentichiamoci del ruolo dei "test screening", cioè delle preview che molti (tutti?) i film di matrice hollywoodiana devono passare per piacere ad un panel di spettatori tipici e quindi poter passare nelle sale di tutto il mondo. L'idea di Internet e del telefonino mobile poteva essere venuta agli sceneggiatori o ai "futurologi" coinvolti nella produzione ma bisognava comunque fare i conti anche su quanto attendibile il pubblico americano avrebbe trovato la... trovata. E' un duro mestiere fare lo sceneggiatore...
Ah, a proposito (non proprio OT), leggo spesso (ma è un meme che ha origine in un libro che peraltro amo, Computer di Atkinson) che Kubrick prese un abbaglio a pensare nel 1967 HAL grosso quanto una stanza, abbagliato dalla dimensione dei contemporanei mainframe. Che solenne stupidaggine. Innanzitutto Watson della IBM (neppure lontanamente il cugino scemo di HAL) è oggi nel 2015 composto da una griglia di novanta server IBM Power 750, che peraltro devono dissipare calore comunque; inoltre, se vuoi rendere una AI potentissima, da cui dipende tutto il funzionamento di una nave spaziale disattivabile modularmente devi 1) fare gli interruttori fisici (altrimenti la AI te li può far sparire se si sente minacciata); 2) mettere tali interruttori in un ambiente facilmente accessibile, magari proprio con una tuta spaziale (se la AI ti toglie pure l'aria dalla nave). OK, scusate la digressione ma quella la trovo la madre di tutte le previsioni tecnologiche _erroneamente_ considerate fallite. Almeno si dica "Chi vivrà, vedrà", nel 20x1! :)
Le vere previsioni sono quelle sulla diffusione, non quelle sul solo aspetto tecnologico. Cito almeno quattro punti su cui non sono d'accordo con quanto scritto.

1. Film in 3D. Non era una novità all'epoca e non lo è adesso: ci sono dagli anni '20 del secolo scorso. Ci hanno provato almeno cinque volte a diffonderli e non hanno avuto successo. Non si tratta quindi di una previsione e comunque è sbagliata (Non basta far riferimento alla presenza di cinema specializzati: anche quelli sono stati fatti più volte e poi dismessi). Quindi: non è una previsione, la diffusione è minima.

2. Pagamenti con impronte digitali. Non vedo come sia una previsione, la biometria nasce da studi di fine '800. Quindi: non è una previsione, sulla diffusione futura possiamo discuterne.

3. Stampa 3d. La fotopolimerizzazione è un brevetto del 1986, quindi la tecnologia era presente. Sulla diffusione siamo in ritardo rispetto al film, ma questa sì che si sta realizzando. Quindi non è una previsione, ma la diffusione sta aumentando (a mio parere andrebbe messa tra le previsioni azzeccate)

4. Automobili volanti. La prima volta che ne ho sentito parlare ero un bambino all'inizio degli anni '60, ma ovviamente mi sono perso il progetto del 1933. Non è quindi una previsione, e la diffusione non c'è mai stata e non ci sarà a meno di una legge che vieti la guida manuale e di una tecnologia che la renda economica sui percorsi medio brevi. Quindi: non è una previsione, la diffusione è nulla.

Invece su alcune delle altre voci sono d'accordo, anche se con qualche distinguo: tecnologia wearable (anche se a essere pignoli è una estensione dell'orologio da polso), volopattino (non a caso è la previsione che ha eccitato di più, è forse l'unica previsione che non si ispira a un trend già chiaro all'epoca), droni (già previsti in Dredd nel 1977), schermi giganti e televisori (abbastanza ovvi).
Oddio! Mentre leggevo l'articolo la radio ha passato "Johnny Be Good"!!! O_O
Va beh, adesso, mentre scrivo, parlano di "Ritorno al futuro"... E provano a immaginare il futuro tra trent'anni...
Purtroppo non credo che potrò andare al cinema ad assistere alle proiezioni dei due film, più che altro perché il cinema è distante una quarantina di chilometri e i si farà molto tardi e non vorrei correre il rischio di appisolarmi al volante, soprattutto perché le auto ancora non si guidano da sole. :-(
Comunque fa un certo effetto sapere che siamo già nel futuro... Più o meno come quando è scattata la fatidica data del 13 settembre 1999 (e io ho alzato gli occhi al cielo per controllare che la luna fosse sempre lì!) :-)
Accanto alla mancata previsione su internet e sui telefonini viene di pari passo quella sui social network: nel film ovviamente non avendo immaginato la diffusione dei primi due non si poteva neppure ipotizzare la terza. Me quella per me la pervasività dei social network è ancora fantascienza, nel senso che mi sembra ancora uno scenario da film di fantascienza vedere la gente che va in giro con smartcosi per le mani con cui comunica sui vari social network: non mi ci sono ancora abituata!
Per quello che riguarda i videogiochi ho sentito parlare dei possibili sviluppi, ma ancora vedo in giro le console... Però io sto ancora disegnando dei livelli custom di Tomb Raider da giocare su pc. Avevo certo sentito parlare di sistemi come Kinect, ma sono piuttosto scettica: non so quale e quanta diffusione abbiano, però ho il timore che aggeggi del genere, specie se applicati agli action game, possano tradursi in guai di tipo muscolare anche per i più giovani (avevo visto un filmato per un gioco di arti marziali e sembrava entusiasmante, ma se pensi che, se non ti muovi in maniera corretta o se hai i muscoli ancora "freddi", puoi provocarti un bel po' di traumi, quella mi pare una tecnologia cui sarebbe meglio rinunciare).
Un'altra riflessione è proprio su Mr. Fusion o meglio sulla sua tentata produzione: non è che quei fuffari dell'e-cat approfittino del lancio mediatico del film per cercare di rilanciare l'idea della loro fantomatica fusione fredda?
No Paolo anche tu sei stato indotto all'errore.
L'arrivo della DeLorean e dell'allegra combriccola non è oggi!
L'ho spiegato molto bene in questo mio post
^___^
Non ho capito l'ultima frase, Paolo:

"E naturalmente non abbiamo ancora una macchina del tempo. O questo è quello che vogliono farci credere."

Ritiene che la "macchina del tempo" potrebbe già esistere? e sulla base di cosa lo pensa?
:D Spero anch'io che le auto volanti restino inibite alla massa (di guidatori incapaci) e invece non mi spiego come non abbiano immaginato una banalità fantascientifica quale è la comunicazione personale: a partire da Star Trek i "comunicatori" ci sono in ogni fanta-prodotto!
Se è per questo non hanno previsto nemmeno gli autovelox. Molti sognerebbero di pensare quadrimensionalmente e raggiunte le 80 miglia orarie, sparire con due scie di fuoco dagli pneumatici proprio davanti l'autovelox
^_^'''
Eh, quanti ricordi con quelle mannaggia di VHS.
Il modello di Nike che indossa Marty esiste, si chiama "Air Mag" ed ho letto proprio ora che "You might be able to buy Marty McFly's self-lacing Nike sneakers soon"
Il sito si chiama Tech Insider e riporta il "tweet" di Nike mandato a Micheal J Fox [..] Nike filed a patent for the shoes at the beginning of this year and announced they were working on a shoe with a "power lace."
But Nike's tweet at Fox could mean the shoes are finally ready to be released."
C'e' pure lo schemino :)
http://www.techinsider.io/nikes-self-lacing-mag-sneakers-for-back-to-the-future-day-2015-10
Che bell'articolo. Se ci pensate, sono proprio le cose non previste ad essere le più rivoluzionarie: internet e smartphone :)

"Fax. Se c'è una tecnologia che sembra fuori luogo (o fuori tempo) in RaF II, è decisamente il fax, che è già obsolescente da anni eppure è onnipresente in casa di Marty nel 2015."

Beh, se è per questo è quasi onnipresente nelle pubbliche amministrazioni e nelle aziende italiane -_-
Marco Taddia,

grazie dell'info, l'ho aggiunta all'articolo.



Gian Paolo,

era una battuta.
Mi dispiace ma il fax è , PURTROPPO, utilizzato tantissimo ancora oggi, sta cambiando solo il protocollo e il filo di comunicazione che unisce due apparati (hardware o software) fax . PURTROPPO... Assai PURTROPPO... per chi come me è costretto poi a fare prodotti software per l'handling di tali trasmissioni!
Intanto che segnalo una spettacolosa vignetta per deludere gli appassionati, vorrei far notare che il film ha toppato clamorosamente un'altra previsione: l'onnipresenza di Linux...
Appena tornato dal cinema... aah... ci voleva...
Non potevano avverarsi tutte le previsioni del film, perchè andando nel futuro (e interagendo con esso) Marty McFly lo ha cambiato.
Quindi nel film niente auto volanti, internet e telefonini.
Anzi, c'erano nel film originale, ma perfino il film è cambiato, e ce lo ricordiamo diversamente: L' effetto osservatore si è moltiplicato nel corso degli anni. ;-)
Qualche appunto da uno che conosce quasi a memoria tutte le battute della trilogia...
Per quanto riguarda la "pellicola" lifting, in realtà Doc si è fatto varie operazioni per ringiovanire (lifting, cambio sangue, milza e colon) e si era messo una maschera "invecchiante" perchè aveva paura che Marty non lo riconoscesse...
Per quanto riguarda il controllo del tempo metereologico, in realtà le varie gag sparse per i tre film si basano sulla attendibilità delle previsioni metereologiche nel 1955/1985/2015, dove nel 2015 diventano precise al secondo e nel 1955 non prevedono addirittura il temporale che fa tornare indietro nel futuro Marty...
Per quanto riguarda i viaggi nel futuro ulteriore: in realtà Doc accenna al fatto che lui va ulteriormente nel futuro per vedere che fine fanno i vari figli di Marty e scopre che tutti i disastri partono da quell'avvenimento del 2015... Daltronde lui ha un giornale del giorno dopo dell'evento scatenante...

Per ora non mi viene in mente altro...
Marco,


si era messo una maschera "invecchiante" perchè aveva paura che Marty non lo riconoscesse.

hai ragione. Ho corretto, grazie!
@Paolo Attivissimo
Automobili volanti.
dimentichi la uno turbo!
E le previsioni metereologiche? Non mi ricordo che si parlasse di controllo del tempo in RaF II...
Azz, che pignolini! Da flippato della trilogia (prego notare il termine anni 80) avevo scorto anch'io qualche imprecisione, ma ho lasciato correre: questo non è un debunking! :D
Spezzo una lancia a favore del fax: il foglio stampato con la scritta "you're fired" ha un'importanza abbastanza rilevante nella storia, perché serve affinché Jennipher se lo porti dietro, e che si veda poi cancellarsi quando Marty finalmente decide di non farsi più provocare ed evita l'incidente. Con una e-mail questo non sarebbe stato possibile.

Riguardo a mr fusion, a scanso di equivoci è bene ricordare che non alimenta la macchina, ma il flusso canalizzatore al posto del plutonio (per avere i famosi 1,21 GW). Il motore va sempre a benzina, come ben sottolineato in parte 3, dove in assenza di essa devono farsi spingere dal treno.
A Virgin Radio hanno dedicato tutta la giornata a quest'evento :-)
Per chi volesse vedere dov' è la De Lorean OGGI e magari farci un giretto per Hill Valley:
http://backtothefuturemuseum.com/it/eventi/ritorno-al-futuro-30-anniversario-expo

Ciao

Carson
Beh la stampa 3D non è una previsione sbagliata, è una non-previsione. Se dovessimo fare l'elenco di tutto quello che esiste oggi e manca nel film non finiamo più.
Anche USA Today celebra l'evento. Da notare le chicche "futuristiche" nei vari atricoli...
http://www.ilpost.it/2015/10/21/prima-pagina-usa-today-ritorno-al-futuro/usa-today_back-to-the-future/
Può darsi che siamo le 2015 alternativo :D
https://www.youtube.com/watch?v=ZU2PmhFxwVE
A questo punto aspetto con ansia il 5 Aprile 2063 per godermi il primo volo a curvatura...
Stasera lo trasmetteranno su Italia 1 :-)
Il finale dell'articolo vale tutta la lettura :-)
Fax. Se c'è una tecnologia che sembra fuori luogo (o fuori tempo) in RaF II, è decisamente il fax, che è già obsolescente da anni eppure è onnipresente in casa di Marty nel 2015.

Secondo me, in questo caso, il fax è più una licenza filmica che non un vera e propria proiezione del futuro: non credo che Zemeckis concepisse realmente un mondo in cui le comunicazioni scritte avvengano principalmente in quel modo, ma era quella più "funzionale" al film.

Per fare un esempio fin troppo classico: anche se oggi i dati informatici si trasferiscono principalmente tramite chiavetta USB, nei film si preferisce mostrare ancora il Tom Cruise di turno che "ruba" dei dati da un computer salvandoli su un cd o addirittura un simil-floppy disk (con tanto di barra di trasferimento che emette suoni a 8 bit).
Allo stesso modo, quando arriva una mail al computer del protagonista, questo manda una notifica a tutto schermo.
Per non parlare del fatto che, da più di 25 anni, i computer dei film non hanno il mouse e le loro interfacce ricordano più quella del Ms-Dos che un qualsiasi sistema operativo a finestre.

Insomma, forse la tecnologia più obsoleta continua ad essere quella che, su schermo, "rende" di più :)
Ciao Paolo e tutti gli appassionati di fantascienza!
è tanto che non mi faccio vivo ma per questo anniversario speciale non potevo mancare! Viva Ritorno al futuro, la trilogia che ti insegna a non aver FIFA di essere FIFONE! ;)

@Fx
traduzione in tempo reale

Sicuro? La video-conversazione del Marty futuro con il suo capo non è tradotta in tempo reale?

@rico
Non potevano avverarsi tutte le previsioni del film, perchè andando nel futuro (e interagendo con esso) Marty McFly lo ha cambiato.
Quindi nel film niente auto volanti, internet e telefonini.
Anzi, c'erano nel film originale, ma perfino il film è cambiato, e ce lo ricordiamo diversamente: L' effetto osservatore si è moltiplicato nel corso degli anni. ;-)


Hai vinto!
(però ora torno indietro nel tempo e lo posto io prima di te...)
Ho riguardato la scena, no, non c'è nessuna traduzione in tempo reale, me la devo essere sognata. Falsi ricordi? Confusione con un altro film? Complotto? Attivissimo potrebbe scriverci un libro intero su UFO, sviste, scherzi della memoria e ancora UFO....
Forse fra quanti si son suicidati con una pistola da norcini si cela l'inventore mancato della macchina del tempo.
qui possiamo ascoltare direttamente da doc e marty cosa pensano del confronto fra il loro 2015 e il nostro: doc e marty
qui invece https://www.youtube.com/watch?v=gs-4FxCRp_U c'e' un video in cui mi imbattei per caso mesi fa, in topic sia con questo post che col blog in genere. E' un video che , se ci fosse una scuola per complottisti, sarebbe un ottimo materiale didattico: e' una descrizione su come Ritorno al Futuro predice l'11 settembre...Non so chi sia l'autore e cosa ci sia dietro..Se non toccasse un argomento cosi tragico come l'11 settembre, sarebbe da fargli i complimenti per la fantasia ...
Ok la macchina del tempo, ma come si spiega che l'ultimo aggiornamento di questo articolo è del 32 ottobre 2015? :-)
Sveglia gente!!1!! I viaggi nel tempo sono già una realtà!
Ad esempio Paolo, grazie probabilmente ai suoi contatti con il NWO, è uno di quei pochi privilegiati che può effettuare viaggi nel tempo.
Non mi credete?? e allora andate a vedere la data dell'ultimo aggiornamento di questo articolo...
Alcune delle previsioni azzeccate come l'hoverboard e le scarpe autoallaccianti sono state ispirate dal film stesso, La funzione della fantascienza, secondo me, non è prevedere il futuro ma piuttosto ispirarlo e in questo la serie di Ritorno al Futuro ha lavorato bene (nei limiti del possibile).
Segnalo questo video, che sarebbe un eufemismo definire "stupendo", in cui Marty e Doc arrivano realmente nel futuro, durante il Jimmy Kimmel Show, e scoprono che non è come se l'aspettavano.
Refuso nella data sistemato, grazie! :-)
@ Frablog

E' un video che , se ci fosse una scuola per complottisti, sarebbe un ottimo materiale didattico [...] e' una descrizione su come Ritorno al Futuro predice l'11 settembre...Non so chi sia l'autore e cosa ci sia dietro..

Io penso che sia davvero ottimo materiale didattico, ma per mostrare come la mente umana cerca collegamenti dove non ci sono, dando per vere delle mere ipotesi create sul momento. La prova è nel film stesso: le torri sono visibili in una scena di ritorno al futuro 2, nella tv della futura casa McFly, in mezzo a tantissima altra roba. Evidentemente il film non prevedeva un bel niente, e immaginarsi che lo faccia ribaltando frame o stirando somiglianze grafiche è una forma di autoconferma delle proprie idee preconcette. Sarebbe da usare per mostrare come la mente complottista conferma sé stessa.
Alcune delle previsioni azzeccate come l'hoverboard e le scarpe autoallaccianti sono state ispirate dal film stesso,

Possiamo fingere che questo sia uno dei diversi "paradossi di conoscenza" presenti nel film e che si sono spostati alla realtà :)

Ad esempio, nell'universo di BTTF, chi è il vero autore di Johnny B.Goode? In teoria, nessuno....eppure il brano esiste.
Così come il funzionamento della macchina del tempo: il Doc del 1955 ha solo un'intuizione, ma apprende i dettagli per costruirla dopo aver visto con i suoi occhi la De Lorean del 1985.

La funzione della fantascienza, secondo me, non è prevedere il futuro ma piuttosto ispirarlo.

O, nella maggior parte dei casi, mostrarci un futuro dal quale sarebbe preferibile tenersi alla larga, sperando che la gente possa imparare la lezione.
Qualsiasi riferimento alla serie tv Black Mirror è totalmente voluto (anche se purtroppo, negli episodi 1X01 e 2X03 la serie ha addirittura previsto qualcosa che si è poi verificato davvero).
Replicante cattivo:
Il paradosso della conoscenza, detto anche della Gioconda, che qui viene volutamente inserito per divertimento con la canzone, non ha niente a che vedere con l'hoverboard o le scarpe autoallaccianti e la pepsi speciale. Questi non sono paradossi ma semplicemente profezie che si autoavverano.

....
Ispirandomi alla festa dei viaggiatori del tempo di Hawking, ho mandato a lercio.it questo annuncio come commento, vediamo se me lo pubblicano:
"vendo Delorean DMC-12 del 1982 ma usata solo per tre anni e super accessoriata, offerta valida solo se tornate fino al 21/10/2015 a prendervela." :D
Se guardate gli altri, direi che ricalca perfettamente il loro stile di ironia! Il mio preferito è "vendo collezione di farfalle, finalmente è salita". lol
@ Frablog e SirEdward
Qualche anno fa, mentre partecipavo a uno degli eventi estivi che si organizzano su un forum cui sono iscritta (di solito si gioca a battaglia navale o a giochi strutturati come una battaglia navale, si cerca di indovinare alcune cose e poi si scaricano videogames da giocare tutti insieme e altre bischerate del genere), dicevo che mentre scambiavo commenti sul forum durante uno di questi giochi estivi, cominciai a evidenziare alcune coincidenze che si verificavano e poi a sostenere che un eccesso di coincidenze è in realtà il segnale che la compagine dell'intero universo sta cedendo e collassando e rischiavamo un crash dell'intero continuum in cui viviamo.
Di solito tutti sanno che scherzo e che sono appassionata di fantascienza, ma, a un certo punto, qualcuno iniziò ad sentire una certa ansia a leggere i miei post. Ovviamente mi scusai e spiegai che si trattava solo di un gioco e che non c'era nulla di plausibile in quello che avevo scritto. Ma questo indica come diamo valore alle coincidenze anche più banali: non solo io che scrivevo sciocchezze, ma anche chi, dopo aver letto cotante sciocchezze, iniziava ad aver dei sospetti che in tante bischerate potesse esserci un qualche fondo di verità, pure se a sostegno delle mie tesi bislacche c'erano solo coincidenze puramente casuali. O forse si tratta solo di un segnale che forse dovrei iniziare a scrivere racconti di fantascienza e fantasy... ma forse è meglio che non lo faccia, perché l'universo è già troppo pieno di testi che dovrebbero essere dati alle fiamme... ma pure le fiamme li rifiutano! ;-)
A proposito di tesi complottiste posso aggiungere che i miei genitori si sposarono l'undici di settembre... E visto il prodotto di tale unione è la sottoscritta, si evince chiaramente che l'11/9 è una data nefasta! :-D
A proposito i terroristi del film sono a bordo di un pulmino Volkswagen: chiaramente "Ritorno al Futuro", aveva previsto lo scandalo delle emissioni truccate da parte dei diesel Volkswagen! I terroristi ammazzano la gente così come le emissioni inquinanti e il plutonio contenuto nella Delorean!!! Non riesco (ancora) a trovare un collegamento con il fatto che i terroristi fossero libici, ma certamente anche quello è una indicazione di un qualche complotto globale! ;-D
Il paradosso della conoscenza, detto anche della Gioconda, che qui viene volutamente inserito per divertimento con la canzone, non ha niente a che vedere con l'hoverboard o le scarpe autoallaccianti e la pepsi speciale. Questi non sono paradossi ma semplicemente profezie che si autoavverano.

Sì certo, lo so benissimo. Infatti ho scritto "Possiamo fingere che...."

Fermo restando che,come ha detto Massimo Musante, non è nemmeno giusto parlare di invenzioni "previste" dal film, proprio perchè si tratta di tecnologie che sono state progettate appositamente in onore di questa ricorrenza e (almeno per le scarpea autoallaccianti) non per un reale progresso tecnologico.
E' un po' come se qualcuno avesse deciso di realizzare "Lo squalo 19" e far sì che uscisse nelle sale in questo periodo. :)
Io invece vorrei sapere perché Italia1 ha fatto la maratona il 22. E' il 21 il giorno. Hai avuto una buona idea, falla bene, il 21...Mah
@ Maria Rosa

A proposito i terroristi del film sono a bordo di un pulmino Volkswagen: chiaramente "Ritorno al Futuro", aveva previsto lo scandalo delle emissioni truccate da parte dei diesel Volkswagen! I terroristi ammazzano la gente così come le emissioni inquinanti e il plutonio contenuto nella Delorean!!! Non riesco (ancora) a trovare un collegamento con il fatto che i terroristi fossero libici, ma certamente anche quello è una indicazione di un qualche complotto globale! ;-D

:-D

Per la Libia, si può dire: I terroristi sono libici perché in Libia c'è il petrolio, che alimenta le VW...
@ SirEdward.

Grazie! Un ottimo suggerimento!
Ma per i complottisti duri e puri bisogna trovare qualcosa di più corposo... Nell'antichità la Libia fu dominata da Egizi e poi fu colonia fenicia (lo dice Wikipedia)... Due popoli che si ipotizza abbiano raggiunto l'America ben prima di Colombo (praticamente lo si ipotizza per qualunque popolo fosse in grado di costruire almeno una zattera, in certi casi, poi, sembra siano pure state trovate delle prove, ma non mi addentro in argomenti che non conosco troppo bene). Di solito per il complottista medio, specie se flippato per la fantarcheologia, non si tratta di mere ipotesi: sono certezze. Ecco quindi che abbiamo un complotto globale tra Mediterraneo, Europa, Nordafrica e America e perciò una cospirazione pluto-massonica-ecc-ecc-ecc (dove pluto non sta per il cane di Topolino!)...
Basta solo trovare un manipolo di diversamente furbi che si bevono tutte 'ste cag... (ehm) inquietanti affermazioni ed ecco che si genera un mostro!
@SirEdward e MariaRosa

non se l'avete gia' visto, ma qui https://www.youtube.com/watch?v=P1ULjJ3EqyY trovate l'aggiornamento di quel video a Ottobre 2015...
certo che pure Zemeckis pero' provoca eh? ;-))))