skip to main | skip to sidebar
173 commenti

Recensione CON SPOILER: “Star Wars – Il Risveglio della Forza”

Questo articolo vi arriva gratuitamente e senza pubblicità grazie alle donazioni dei lettori. Se vi piace, potete incoraggiarmi a scrivere ancora (anche con un microabbonamento). Ultimo aggiornamento: 2016/01/28 21:00.

ALLERTA SPOILER
Questo articolo e i suoi commenti rivelano dettagli essenziali della trama del film. Se non volete rivelazioni o anticipazioni che possono guastare la visione de Il Risveglio della Forza, NON LEGGETE OLTRE.

Siete stati avvisati.

Visto che molti vorrebbero discutere de Il Risveglio della Forza senza l’intralcio del divieto che ho imposto altrove di rivelare dettagli della trama per non guastare le sorprese a chi non ha ancora visto il film, pubblico questo mini-articolo per creare uno spazio per i vostri commenti.

Già che ci sono, includo questa chicca che mi è stata mandata da Marco C. e che ho leggermente riveduto e ampliato):

Un personaggio in una missione segreta trova dei dati importantissimi, ma capisce che sta per essere catturato da un cattivo con una maschera nera, così li nasconde in un droide e lo fa scappare con la speranza che almeno lui si salvi. Il droide viene trovato casualmente da una persona giovane e disagiata che vive in un pianeta desertico e ha un talento innato per il pilotaggio. Questa persona poi incontra un personaggio anziano che è stato importante nelle precedenti vicende della galassia e che si offre come sua guida.

Durante le loro peripezie, i nostri eroi visitano un bizzarro bar pieno di creature aliene mostruose, dove si suona musica terrestre dal vivo, e lì fanno incontri importanti. Uno dei nostri viene torturato dal cattivo con la maschera nera affinché riveli un segreto importantissimo. Con un po' di fortuna gli eroi riescono a portare in salvo i dati nel droide e scoprono che i cattivi hanno creato una superarma grande come un mondo, che può distruggere un intero pianeta e che viene usata con effetti devastanti, causando milioni di vittime. I buoni devono trovare in fretta un piano per fermare quest’arma, perché i cattivi li hanno tracciati, hanno scoperto dov’è la loro base segreta e minacciano di eliminare anche loro con un solo colpo.

Viene trovata una falla tecnica con cui l’arma può essere distrutta colpendola nel punto giusto facendo incursione con dei caccia monoposto in un’epica battaglia aerea, e il pilota più bravo riesce nella missione infilandosi in un canalone artificiale: la superarma esplode in modo spettacolare. Purtroppo nel frattempo il personaggio anziano è stato ucciso dentro la superarma quando si è confrontato con il cattivo, a cui era molto legato personalmente in passato. Il cattivo con la maschera nera si salva, ma per il resto tutto finisce bene.

Ora chiedetevi: avete appena letto la trama del primo Guerre Stellari o quella del Risveglio della Forza? Tanto per dire quanto è ampia e ripetuta la scopiazzatura. E questo è il succo della mia recensione: visivamente azzeccato, con attori ottimi, ma con una trama assolutamente copiata dalla trilogia originale. Il Risveglio attinge infatti anche a L’Impero colpisce ancora, visto che in entrambi i film gli eroi incontrano un alieno piccolo e vecchissimo che si rivela profondo dispensatore di saggezza e di rivelazioni (Maz Kanata è Yoda) e il protagonista ha delle visioni che riguardano il suo passato e il suo futuro e che la pongono di fronte a un dramma interiore sulla propria identità (Rey nel Risveglio, Luke ne L’Impero).

Poteva andare molto peggio (Episodio I insegna), ma con un minimo di inventiva si poteva fare un grande film invece di fare il copiaincolla dei film precedenti. Capisco il bisogno di fare una Grande Storia Epica e Spettacolare, ma c’era proprio bisogno di riciclare l’idea specifica della superarma sferica grande come un pianeta ma con un punto debole a portata di attacco da parte di piccoli caccia? Non si poteva inventare qualcosa di meno scopiazzato?

E che dire di tutta la gonfiatissima campagna promozionale per il capitano (o la capitana) Phasma, che pareva fosse un personaggione ed è invece ridotto a fare due rapide apparizioni e conclude la propria presenza in modo umiliante e ridicolo? Diciamolo pure: era semplicemente una scusa per vendere una variante in più delle truppe d’assalto.

Aggiungo un po’ di chicche spoilerose:

– Daniel Craig ha interpretato in gran segreto una delle truppe d'assalto (quella che stringe maggiormente i vincoli che legano Rey al tavolo di tortura) (Gizmodo; Entertainment Weekly).

– Nei trailer ci sono parecchie scene significative che non compaiono nel film (Gizmodo).

– 22 chicche da scovare quando il film uscirà in Blu-Ray, streaming e DVD (Io9).

– C'è un cameo vocale di Kevin Smith, e non è l'unico.

– Il film ha già raggiunto il miliardo di dollari e lo ha fatto con un andamento (immagine qui sotto) che non farà che incoraggiare Hollywood a produrre ancora film fatti in questo modo.



Ora sfogatevi nei commenti :-)
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (173)
Leggo in giro di gente che sbraita contro chi, come me, in queste ore sta criticando Star Wars.

Si critica Star Wars perché si ama questa saga e, pur essendo consapevoli che la storia di base è sostanzialmente una favoletta spaziale, è inammissibile che nel duemilaquindici non c'è un c**zo di sceneggiatore in grado di scrivere qualcosa di diverso da una stazione da battaglia gigante, popolata da (probabilmente) milioni di soldati superaddestrati, che viene distrutta da quattro sciacqualattughe che imboccano dentro senza essere visti da nessuno.
Se poi parliamo nello specifico di tre tizi di cui un vecchio, un canuomo malandato, e un ragazzo di colore pacifista a fasi alterne, tutti a bordo di quella che ogni santa volta viene spacciata come un relitto che manco a pagina 88 di quattroruote, allora si che mi monta la scimmia.
Quindi si che, perdìo, mi permetto di criticare.
Sette film, no dico, sette c**zo di film e un branco di poveracci riesce sempre, SEMPRE, a fare stragi di nemici sparando sempre nello stesso buco della stessa fo***ta astronave!
Ma porca di quella but**na, lo capite o no che più grande non vuol dire più difficile da distruggere!!
... ha un talento innato per il pilotaggio e poi incontra un vecchio personaggio...

Certo che se si riassume la trama omettendo le parti diverse e rendendo generiche quelle che sono solo simili, si può ricondurre qualsiasi episodio di una serie di film ai precedenti ;)

Io in sala mi sono divertito e anche emozionato, ma soprattutto sono uscito contento di aver finalmente visto un film all'altezza dei vecchi Star Wars.
Boh, a me (dopo aver visto e apprezzato il film travestito da Luke, seduto accanto a mio figlio travestito da Vader e a mia figlia con la tunica di Leia) sembra che ci sia poco da commentare: JJ ha fatto esattamente ciò che voleva fare!
IRDF serve a "riportare a casa" noi vecchi fan e ad "annullare" i prequel; la nuova storia si dovrà dipanare nei prossimi film, e speriamo che questi non deludano le aspettative.
Detto ciò, Rey is Da Queen of Badasses!!!
Un film non si ferma al soggetto.
Che la forza sia con voi. La forza di stare svegli durante il film, intendo.
Nonostante il 3D (fatto bene ma scuro, sempre tutto in penombra), i botti tipici di JJ Abrams, la bravura di quasi tutti gli attori (notevole la debuttante Daisy Riley) qualche minuto di sonno mi è scappato.
Colpa della trama, delle astronavi e delle battute, interessanti solo per chi non ha MAI visto i primi Star Wars.
Come personaggi interessanti io salverei solo il robottino BB8, l'unico a strapparmi qualche sorriso (e l'unica vera invenzione di JJ) il resto è solo copiato, astronavi comprese.

Non è la trama del primio FILM della trilogia originale?
Si, in effetti il succo è questo... Ma a me la visione del film ha soddisfatto in pieno! Un po' perché tecnicamente sono riusciti a riproporre le atmosfere calde della trilogia originale con il giusto mix di digitale (e questo non era affatto scontato:una pecca dei prequel era l'uso smodato di figure digitali secondo me), un po' perché in una saga i corsi e ricorsi ci possono stare, senza esageratamente. I prossimi capitoli ci chiariranno le idee, spero.
Ammetto che alcune cose del film mi hanno divertito, ad esempio buona parte delle scene d'azione, le battaglie tra astronavi e i combattimenti nel film tecnicamente sono ok, così come mi sono piaciuti moltissimi personaggi: Rey, il droide BB8, Finn e certo Han Solo e Leia (e pure Luke Skywalker, anche se appare brevemente solo alla fine del film) che si ripropongono a distanza di tanti anni.
Ma ho il sospetto che Harrison Ford, prima di firmare il contratto, abbia preteso di mettere mano alla sceneggiatura e far morire Han Solo per non dover riapparire nell'ottavo e nono episodio della saga: a tutto c'è un limite e, vista la trama di questo, non credo che Harrison Ford volesse interpretare altri film identici ai tre precedenti (ho pure il sospetto che pure la battuta sul punto debole dell'arma imperiale fosse opera sua, tanto per sottolineare con gli spettatori che non c'era nulla di nuovo sotto il sole).
Perchè una cosa sono le citazioni, ma un'altra è una ricopiatura tal quale di una storia che è difficile che qualcuno non conosca, neppure tra le nuove generazioni.
Il pianeta deserto ci può stare benissimo, è un omaggio non solo al primo "Guerre Stellari", ma anche a "Dune" di Frank Herbert e pure a "Il pianeta delle scimmie" (e, per chi lo ha visto, pure un film come "Argo" sottolinea il legame esistente nell'immaginario collettivo tra fatascienza e deserti).
Anche il bar del porto spaziale pieno di alieni e con un'orchestrina che suona dal vivo brani terrestri distorti (questa volta è un reggae: chissà che si coltiva in quel verdeggiante pianeta! XD) poteva essere un bell'omaggio al porto di Mos Eisly e la barista piccoletta, rugosa e arancione, poteva essere una citazione non solo di Yoda, ma anche della proprietaria del saloon in "Silverado" (opera, guarda caso, di Lawrence Kasdan!).
Ma su questi elementi si poteva costruire ex-novo una trama più originale, un nuovo cattivo che non fosse solo un piccolo fan di Darth Vader, pur mantenendo figure come Rey e Finn e i personaggi della precedente trilogia. Come ho già detto penso che chiunque abbia visto e apprezzato la saga di Star Wars avrebbe potuto immaginare una trama molto più originale di una semplice scopiazzatura dei film precedenti, anche senza essere un sceneggiatore strapagato come Jar Jar Abrams. D'altra parte abbiamo visto il film (nonostante i vari trailer ci avessero già messo in guardia sul fatto che forse ci sarebbero state diverse scopizzature dai film passati), gli abbiamo fatto fare un botto di incassi e quindi il nostro Jar Jar Abrams continuerà a essere strapagato per scrivere e vendere fuffa.
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Se proprio volevano copiare almeno potevano farlo con la trama del videogioco "Jedi Academy", se non altro era qualcosa che non si era ancora visto al cinema
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Voi lo chiamate "scopiazzatura", io lo chiamo omaggio. All'ultima scena ho pianto come un vitello. Per quanto mi riguarda a JJ darei le chiavi di casa.
Star Wars VII Into Darkness
A me è piaciuto, ho considerato le varie parti simili come le somiglianze tra la trilogia classica e i miti a cui si era ispirato Lucas a suo tempo.
Personalmente a me non ha disturbato la similitudine dell'intreccio, alla fine i personaggi sono scritti bene, gli attori recitano anziché fissarsi spaesati, e gli effetti abusano molto meno di CGI e di certo non volevano rischiare di alienarsi troppa gente cambiando tutto di botto, in giro incontro già gente che fa "non è Star Wars!!1ONE!!1!!"

Kylo Ren a me è piaciuto come concetto, essenzialmente è metatestualmente come uno di quei fanboy dei Sith che circolano per la rete.
Ho rivisto l'episodio IV il giorno prima di vedere il VII. Impossibile non notare il fortissimo parallelismo di cui parli. Solo che non mi ha dato affatto fastidio, anzi.

Ammetto che abbiano forzato la mano in qualche punto (come il pianeta iniziale e la Super Morte Nera), ma il rivisitare il canone mi è sembrata una scelta artistica, già notata nei prequel.

Il bello è che le similitudini sono solo superficiali: un riassunto generico e distorto ad hoc come quello in questo post lo fa sembrare identico al IV, ma lo sfondo, le motivazioni e le dinamiche sono molto diverse. Le azioni sono simili, le emozioni/sensazioni no. Tanto di cappello allo scrittore che, partito evidentemente con il compito di ricalcare la trama, è riuscito comunque a dare una "sostanza" diversa alla storia. Dev'essere stato molto difficile.

Non chiamerei Raffaello "pigro scopiazzatore" quando dipinge l'ennesima Madonna con bambino. (ok, siamo ovviamente a livelli diversi)

Se il film fosse stato più brutto del suo modello, sarebbe da criticare. Incredibilmente, però, devo concludere il contrario: il VII è un film migliore del IV. Non credevo di arrivare a dire una cosa del genere, ma ho trovato *tutti* gli attori più bravi, la storia più credibile e i personaggi più tridimensionali (Kylo Ren, il moccioso insicuro, è MOLTO più coinvolgente e verosimile di Darth Vader!).

Erano anni che non lodavo un film in questo modo. Tornerò a vederlo al cinema senza dubbio.

Marco G.
@Maria Rosa: tranquilla, Harrison Ford lo ritroviamo anche al prossimo film, ricucito oppure olografico, e (conoscendo ormai JJ Abrams) si schianterà col millennium falcon o esploderà ;-)
Grazie per aver pubblicato la mia idea della trama indistinguibile ma c'è un appunto. Il mio intento, come ha giustamente notato rob, era di mostrare le analogie esclusivamente con episodio 4, non tutta la trilogia, quindi la parte di Maz Kanata che somiglia a Yoda non ci dovrebbe essere altrimenti si capisce che questo racconto è di episodio 7.

Dico questo perché possiamo divertirci a ironizzare ancora di più immaginando l'8 simile al 5: la resistenza scappa in un pianeta inospitale, intanto Luke addestra Rey, Kylo Ren trova la resistenza mandando in giro sonde e li fa scappare, cattura Leila e Finn così Rey deve interrompere l'addestramento a metà per andarli a salvare...
Se fosse così uscirei dalla sala a metà, e se poi nel 9 fanno pure la Starkiller 2 con Snoke che vuole convertire Rey al lato oscuro, faccio harakiri definitivo! ROFL

@lemuel: è ovvio che questo giochetto non deve fare nomi, per poter raccontare la trama di entrambi, ma non si può negare l'evidenza che le analogie siano enormi su parecchi dettagli, visto che sono riuscito a renderle non in due righe ma venti!
È possibile fare la stessa cosa scegliendone due tra gli altri sei? Neanche se piangi!

Non voglio dire che sia brutto, ma di certo un remake non era il film "che stavo cercando".
Ecco, una differenza c'è: quando i soldati vedono BB-8, questa volta capiscono che è il droide che stanno cercando! :D
Francesco Coppola e anonimo: c'è una differenza sostanziale tra omaggi e ripetizioni. I primi sono citazioni e battute su dettagli (e li adoro), come la rotta di Kessel, la scacchiera olografica e la palla bianca dell'allenamento di Luke (quanti l'avranno notata?).

Poe che nasconde i dati nel droide non è una similitudine SUPERFICIALE, ma il pilastro su cui si basa almeno tutta la prima metà del film!!

Il bar coi mostri ci stava benissimo come citazione, ma non con anche le spie che spifferano ai soldati come fece l'alieno con la proboscide. Possibile che dopo 38 anni non riuscisse a inventarsi qualcos'altro neanche su particolari del genere?
Legittimissimo non essere d'accordo ma spero che sia chiaro cosa intendo.

Naturalmente il riassunto è scritto ad hoc, ma non falsifica niente. Ripeto, è possibile fare lo stesso gioco tra altre coppie di film? Forse ci sono più differenze addirittura tra Amazing Spiderman e quello di Raimi che tra SW 4 e 7!!
Io credo che la copiatura dal primo sia voluta come ideale passaggio di consegne. Ritengo necessario un discernimento critico, ossia giudizio del film per quello che è. Si può essere artisticamente d'accordo o contrari, ma non deve intaccare il giudizio sul film (sarebbe come dire che un vino è cattivo perché acido: siamo sicuri che l'acidità non sia un elemento voluto?)
Personalmente lo ritengo un bel film ed è stato capace di dare continuità a una narrativa che dava pochi sbocchi a un sequel senza cadere nel trash.
Se poi ci si aspettava di essere colpiti come nel 77, sono passati troppi anni, troppi film e tutti abbiamo visto troppe storie. Considerando la crisi cinematografica che stiamo attraversando (la qualità del cinema è bassissima in questo momento, come quella della musica) promuovo il film. Pieni voti.
Corre voce? da IMDb Daniel Craig viene citato tra gli uncredited

http://www.imdb.com/title/tt2488496/fullcredits?ref_=tt_cl_sm#cast

Io credo che la copiatura dal primo sia voluta come ideale passaggio di consegne. Ritengo necessario un discernimento critico, ossia giudizio del film per quello che è. Si può essere artisticamente d'accordo o contrari, ma non deve intaccare il giudizio sul film (sarebbe come dire che un vino è cattivo perché acido: siamo sicuri che l'acidità non sia un elemento voluto?)
Personalmente lo ritengo un bel film ed è stato capace di dare continuità a una narrativa che dava pochi sbocchi a un sequel senza cadere nel trash.
Se poi ci si aspettava di essere colpiti come nel 77, sono passati troppi anni, troppi film e tutti abbiamo visto troppe storie. Considerando la crisi cinematografica che stiamo attraversando (la qualità del cinema è bassissima in questo momento, come quella della musica) promuovo il film. Pieni voti.
Visto che questa è la discussione "con spoiler", proviamo ad estendere la cosa anche agli episodi futuri...

Che Kylo Ren alla fine passerà al "lato luminoso" della Forza è talmente scontato da non meritare nemmeno un commento. Mi sembra anche eccezionalmente probabile che Rey si rivelerà essere la figlia di Luke. Ma resta la domanda: chi o che cosa è il "Supercattivo" e da dove viene? E' impossibile che gli episodi VIII e IX non forniscano una risposta. Io sarei disposto a fare una scommessina su Yoda.
A ulteriore speculazione sul futuro: mi sembra assai probabile che Kylo Ren ritornato Ben Solo e Rey andranno a let... ehm, avranno una reciproca forte attrazione romantica. Questo perchè la "correttezza politica" americana sarà magari ben arrivata al punto di dare ad un donna il ruolo principale ad ad un nero un importante ruolo "di spalla" in un film di questo tipo, e anche a mostrare un abbraccio tra due, ma tendo ad escludere che si possa arrivare a qualcosa di più. Hollywood potrebbe beninteso approvare la cosa, ma il pubblico americano no.
Appena visto, e a caldo posso dire che si, è uno Star Wars. Forse troppo (abbiamo visto tutti la quantità paurosa di "omaggi" provenienti direttamente dal primo storico film). Ma non mi è dispiaciuto. Capisco perchè J.J. Abrams abbia osato così poco, Star Wars è una patata bollente... Lo stesso Lucas si è scottato con la trilogia prequel... ed è il creatore dell'universo di Star Wars... figuriamoci Abrams, che ora eredita il brand e deve confrontarsi con i vecchi e agguerriti fan. Ma forse ci è andato troppo con i piedi di piombo, va bene attenersi all'originale, ma stai facendo un sequel, non un remake. Aspetto il capitolo 8, nella speranza che la trama finalmente si dispieghi. Se così non sarà, allora Abrams farà un bel captiombolo: questo film è "perdonato", il secondo sarà la prova, ma è il terzo che potrebbe essere il flop (= incassi deludenti).
Ho letto la recensione senza spoiler e questa, ho visto il film più o meno nel tuo stesso momento (mi baso su twitter) e anch'io, come gli altri miei amici con me, abbiamo trovato troppo dell'originale. Va bene riparare i danni della trilogia "nuova", va bene ri-affezionare il pubblico, va bene tutto ma il troppo è... troppo. Tutto qui.
E' vero che la storia insegna che noi poveri umani facciamo ciclicamente sempre gli stessi errori, ma cavolo se fossi io l'ingegnere della super-arma sposterei il punto debole, ammesso che ci sia, nel punto più interno e più nascosto, e reso inaccessibile. Eccheccavolo!!!
Oppure, se per qualche motivo dev'essere in superficie ne farei millemila copie-esca.
Lasciamo perdere...
Ho apprezzato (senza ripetere altre cose apprezzate anche da altri) Adam Driver - Kylo Ren, un volto "ordinario" per un cattivo che perde in cattiveria togliendo la maschera.
Non rimpiango i soldi del biglietto, ma non è un film da rivedere e me ne dispiace.
Cosa mi ha mandato in bestia più di tutto? La super-arma.
Cosa mi è piaciuto? Il momento in cui, strappandosi i teli che lo coprivano, si riconosce il Falcon nella nave in fuga.
Certo che i nostri tre beniamini del mitico IV sono invecchiati mica poco eh... vabbè, correva l'anno 1977 (o 78?), mica vorrete dirmi che anche noi siamo invecchiati per lo stesso numero di anni?!
Il film ha sicuramente dei lati positivi. I primi 20/30 minuti sono avvincenti (diciamo almeno fino alla fuga da Jakku). La protagonista è molto brava. BB8 simpatico (anche se riprende parzialmente il primo bozzetto di R2D2, all'epoca irrealizzabile). Le scenografie e la fotografia reggono molto bene. Anche il villain inizialmente copre bene il suo compito. Poi, il film inizia a crollare sempre più velocemente seguendo uno sviluppo dell'arco narrativo mal gestito e già visto. Fino all'ennesimo assalto al canalone della terza Morte Nera. Basta, quel film l'ho già visto anni fa... a questo punto fatemi un reboot completo, non un sequel. Quasi inizio a rivalutare i primi tre episodi di Lucas. Almeno la storia brutta era nuova.

P.s.: Ci sono anche dei piccoli errori di distrazione da parte degli sceneggiatori, che in un film del genere, molto attento ai dettagli, non ti aspetteresti: il giacchetto indossato dal pilota ribelle e che viene stranamente trovato da Finn accanto al relitto del TIE; la spada laser presentata come quella appartenuta a Luke e Anakin (perduta invece su Bespin assieme alla mano di Luke). Piccole quisquilie, bene inteso, che non rovinano il film.
E se Lord Snoke fosse il maestro di Palpatine? Nell'episodio II quando invita Anakin a teatro gli parla del suo maestro che poteva addiritura ingannare la morte..personaggio poi mai più nominato o ripreso..che sia stato sempre lui a tirare le fila del lato oscuro?
E se il cattivone fosse il maestro di Palpatine? Quando invita Anakin a teatro nell'episodio II gli parla appunto del suo maestro "capace di ingannare la morte", personaggio poi mai più nominato o ripreso..magari è sempre stato lui a tirare le fila del lato oscuro..
Marco Calvani: per la spada nessun errore, è proprio quella che Luke ha perso su Bespin, laser blu (quella successiva è verde).
Infatti una delle domande è: come è stata recuperata? :)
Non capisco chi chiede "con tutti quei soldi non sono riusciti a scrivere una storia nuova?". È una domanda che si risponde da sola.

Mi sembra un'ingenuità enorme pensare "ops! Che tontoloni, per sbaglio hanno rifatto una storia uguale!"

È evidente che loro sapessero esattamente ciò che facevano, e che la storia ripetuta sia una scelta strategica molto ragionata e con buoni motivi.

Mi dispiace che molte persone siano state distratte da questa caratteristica, credendo fosse un errore, tanto da non notare che il film è di una qualità altissima, meglio di tutti i precedenti.

Marco G.
Più che il riassunto della trilogia originale, io trovo che scada in altre cose: la trama si regge su casualità e botte di culo; un pulicessi si incazza e improvvisamente la forza scorre copiosa in lui, tanto da tener testa un maestro Jedi; il supercattivo ha voce e faccia da bimbominkia (forse è per questo che ha rubato la maschera di Adam Kadmon?); di solito si tenta di resistere al Lato Oscuro e invece qui deve resistere alla seduzione della "luce" -_-'; l'eroina improvvisamente non solo tiene testa al super cattivo al tentativo di leggerle la mente, ma telepaticamente impara pure ad usare la forza.
P.S. a nessuno è venuto in mente che Rey sia la figlia di Luke? (altra botta di innovazione)
"P.S. a nessuno è venuto in mente che Rey sia la figlia di Luke?"

Sì, a me, e lo ho già detto sopra (non che accampi chissà quali diritti di primogenitura, beninteso). Mi sembra anzi scontato.

Circa il cattivissimo, I stand corrected: il maestro di Palpatine è un'ipotesi molto più credibile rispetto al mio sospetto su Yoda.
Premetto che scrivo a caldo: ho visto il film ieri notte.

Davvero non capisco i commenti negativi, ok J J Abrams dovrà portarsi il perso nella tomba di aver ucciso Han Solo ma a parte questo penso che abbia realizzato il miglior film della sua carriera e come ha detto qualcun altro forse il Miglior SW della storia.
Per giungere a questa conclusione e fare un po’ l’avvocato del diavolo vorrei mettermi nei panni di JJ e degli altri produttori quando si son messi a pensare alla trama:
"Raga’ dobbiamo fare un altro film SW, ricordiamoci che Star Wars è una saga che racconta la lotta tra il binomio: "Lato chiaro della forza" - Repubblica/Ribelli & il lato oscuro della Forza - Sith/impero/Nuovo Ordine.
“Ricordiamoci che la Forza non è altro che l’estremo simbolo della “forza di volontà” che può essere usata sia nel bene che nel male (e che ha incredibilmente tanti punti in comune con la Programmazione Neurolinguistica che tanto va di moda ultimamente, basta pensare a Yoda quando diceva: https://www.facebook.com/FrankMerendaVenditoreVincente/posts/10203018876104545 )
"ricordiamoci anche che l'universo SW non ha limitazioni naturali ne tecnologiche, possiamo andare ovunque, e possiamo inventarci qualsiasi tecnologia, magari non il teletrasporto se no copiamo troppo Star Trek o viaggi nel tempo se no viene fuori qualcosa tipo Dr. Who e se iniziamo con i paradossi qua non finiamo più…..
"quindi scordiamoci anche tutti i generi esplorativi dove l'antagonista è un ambiente ostile tipo filone "esplorazione su Marte" che ce ne sono già troppi e solo "The Martian" è venuto bene e poi tutto l’universo di SW è già stato colonizzato. Poi scordiamoci proprio Terra e del sistema solare perché non sono mai stati nell'universo SW e contraddiremmo quella "stupida" scritta iniziale.
"Non cerchiamo neanche altri antagonisti che non centrino con la forza tipo il Diavolo, lo hanno già fatto in punto di non ritorno, Dr Who.. e neanche cose tipo Zombie come Serenity o Mass Effect, o macchine super intelligenti che divorano tutto tipo Borg, per quello ci sono sempre Star Trek, Battlestar Galactica, Dr Who e molti altri e poi i droidi nel nostro universo sono simpatici come gattini, anzi facciamogli fare le fusa...
"Quindi solo Forza! Chiaro contro Oscuro, non mettiamoci robe tipo negoziati di pace e troppa politica perché lo hanno già fatto negli episodi 1,2,3 e alla gente non sono piaciuti.
“Amplifichiamo i temi sono sempre piaciuti:
-Spade Laser: facciamole sempre più fighe ma torniamo a darle un importanza mistica come la saga originale
-Millennium Falcon: è il protagonista meccanico della saga classica come lo è L’ USS Enterprise per ST, rimettiamolo al centro della scena, negli ep. 1,2,3 non c’èra e infatti non hanno avuto successo
-Mega arma: La Morte Nera era piaciuta, facciamo qualcosa ancora più grande tipo un pianeta intero ma mettiamogli un punto debole se no i ribelli non vincono e non abbiamo il lieto fine per il film.
(anche perché nella realtà più è grande un oggetto nello spazio più la propria forza di gravità tende a dargli una forma sferica, fare un astronave lunga >10.000 Km e sottile sarebbe un assurdità strutturale in quanto troppo fragile e vulnerabile) . Non inventiamoci neanche anelli vari, fa troppo “Halo”..
Vecchi attori: sono ancora vivi, usiamoli il pubblico li ama!!
Famiglia Skywalker: è al centro di tutta la saga, non si può fare un SW senza basarsi su di essa! Non sarebbe più Star Wars
Cattivo mascherato: è figo, punto e basta..
“E condiamo il tutto con tanti alieni, un po’ di “stile piratesco” e “ferraglioso” che piace sempre e tante astronavi
“Iseriamo elementi nuovi: entriamo nel mondo degli Stormtrooper come non è mai stato fatto, protagonista femminile (scelta azzeccatissima) cambiamo i terreni di battaglia, (“foresta amazzonica” e “bosco invernale” sono una novità) , nuovo droide (BB-8 è un sucessone)
Uscendo da questo ipotetico pensiero degli autori penso che siano stati constretti a mantenere il legame e l’ispirazione di base con l’ep. IV.
Ogni singolo film verrà sempre confrontato con il IV perché alla fine i fans si sono innamorati di quel film e cercheranno sempre di ritrovare degli elementi che lo hanno contraddistinto, come in tutte le serie e le saghe che riescono a creare degli appassionati. Anche inconsciamente questi appassionati non accettano di farsi piacere altro che gli elementi di cui si sono innamorati rendendogli troppo refrattari ad idee troppo innovative.
Detto questo ritengo che con tutti i paletti che la saga di SW impone non si potesse fare un film migliore di questo, certo ci sono delle assurdità tipo un pianeta che prosciuga una stella e rimane con un clima invernale, ma d'altronde anche le spade LASER sono un assurdità in quanto la luce non può essere “solida” e tante altre cose.. ma Star Wars non è fatto per essere accettabile scientificamente come non lo è nessun film (esclusi Apollo 13, Planetes e Ghost in The Shell). Star Wars deve raccontare di battaglie epiche tra il bene e il male, di scontri epici, di mega armi, di eroi e di robot e deve farlo danzando tra pianeti e alieni.
E in questo JJ Abrams ci è riuscito a pieno dimostrando di saper imparare dai propri errori dei film precedenti, come cattivi poco credibili, troppe lens-flare (ne avrò contate 4 o 5, anzi se ne metteva qualcuna in più non mi dispiaceva) e brutti finali.
Quindi complimenti per il film e non vorrei essere nei panni di chi dovrà continuare questa nuova trilogia perché ora avrà un episodio di riferimento in più con cui confrontarsi.
Il cattivissimo mare evidente che sia costui: https://it.wikipedia.org/wiki/Gollum
Adesso che l'ho visto posso intervenire: mi ha incasinato in modo pazzesco la trama (perchè è vero che sembra Una nuova speranza, però anche L'impero colpisce ancora).
Gli avvenimenti sembrano avvenire come nel vero Guerre Stellari, ma qui in realtà i personaggi sono invertiti/scambiati nei ruoli. Il malvagio è il figlio, non il padre, ed è il figlio quello più potente del padre, che lo uccide (ed ovviamente lo getta nel vuoto). La mappa c'è, ma qui la mappa è già sul pianeta ed i buoni non vagano per il deserto, ma è il destinatario che se la va a cercare. Mentre il droide la nasconde. E così via: non riesco a ricollegare la logica dei fatti con le azioni.
Poi ho scoperto che la disney ha detto che non tutti i vecchi libri di star wars sono veri, oggigiorno. Però Solo e la principessa hanno comunque un figlio, potente nella forza, e Leila è una jedi. E Luke, ovviamente, sta rifondando l'ordine.
Se faranno il seguito diranno che gli at-at in realtà volano e non è più vero che si può farli inciampare con i cavi: mi dovranno dare le patch per i giochi e le pagine sostitutive per libri e fumetti allora!
Sono andato al cinema consapevole del fatto che una storia che racconta ciò che accade successivamente all'episodio VI non poteva avere alcuna coerenza, poiché con la morte fisica di Anakin Skywalker ed il compimento di ciò per cui fu creato, cioè riportare equilibrio nella Forza, il cerchio si chiude. Nonostante questa infrangibile verità pensavo che potesse essere comunque un gran film se visto con chiaro il concetto di cui sopra ma non solo è un film senza una trama decente, ma degli attori chi raggiunge la sufficienza è solo Harrison Ford, comunque troppo vecchio, e FORSE Carrie Fisher, mentre tutti gli altri, esclusi Mark Hammil su cui non ci si può esprimere, recitano proprio da far schifo, per non parlare dei doppiatori (esclusi sempre quello di H. Ford e di C. Fisher) indegni di considerarsi gli eredi dei grandi del doppiaggio italiani, viventi o non più tra noi, che sembra stiano ripetendo la lezione imparata a memoria a stento davanti all'insegnante a scuola. Non tralascio la regia, anch'essa da sotto zero, perché vabbè che la qualità degli "attori" è di livello infimo, ma la pateticità di moltissime scene, l'allungamento all'inverosimile di altre, il non riuscire ad ottenere una-dicasi una-scena di livello, è indice di malavoglia, incapacità o entrambe le cose. La sceneggiatura si è invece limitata a fare un riassunto dell'episodio IV, limitandosi a cambiare il nome dei personaggi, creando la riedizione insignificante degli stessi, basti pensare a Keiro Ken o come diavolo si chiama lui, un personaggio che non si sa perché porti una maschera (se non per farlo somigliare a Fener) che non è un sith, che forse è un jedi oscuro ma non è specificato, che dovrebbe essere maestro di spada e che invece si fa dare filo da torcere in un duello col primo arrivato, e poi si battere battere dalla seconda arrivata, che poi è sua cugina (tutto il film è un insieme di beghe familiari) la quale, mentre Luke ci mise la bellezza di tre film per capire la forza ed il modo giusto di usarla, lei ci riesce da autodidatta in meno di uno.
Come avrebbe detto il rag. Fantozzi: il risveglio della forza è una cagata pazzesca!
Mars3ever,

obiezione giusta; ho sistemato. Dimmi se va meglio.
Non posso dire che il film non mi sia piaciuto, ma mi ha deluso. Non tanto per la trama, ma per la mancanza di "epicità".
Nella trilogia originale Darth Vader era un cattivo con la C maiuscola, Obi Wahn, Yoda.. tutti personaggi che da soli erano in grado di riempire lo schermo. Le battaglie erano incredibili, qui troviamo solo caccia Tie e X-Wing e in numero irrisorio, lo schieramento di truppe dell'impero, ops primo ordine, era irrisorio eppure era un momento di celebrazione per la dimostrazione d'immenso potere. La Resistenza, anche nei festeggiamenti nel finale erano "4 gatti".
Al cattivo di turno mancava spessore nonostante il tentativo di dargli spessore attraverso un dissidio interiore plateale al punto da farlo sembrare un adolescente ribelle (di cui ha anche in parte l'aspetto).
Il film si lascia guardare ma non mi ha entusiasmato, purtroppo. Forse avessero cercato meno richiami, se avessero ripreso meno dalle storie passate (copiandole) non sarebbero incorsi in un paragone che fa risultare la mancanza di spessore di questo film rispetto a ciò che lo ha preceduto (anche qui con le dovute eccezioni visto che Episode I è meglio non citarlo).
Io lo interpreto come un omaggio a episodio IV con una trama decisamente poi fluida dell'originale. A mio avviso si tratta di un "ripasso" in attesa dei pezzi forti che verranno nei prossimi episodi. Interessanti alcune citazioni tra cui per me è una vera chicca quella di Apocalypse Now (o me la sono sognata)?
Perchè si legge un libro? Per la trama o perchè è scritto bene? Perchè si va a guardare un film? Per vedere una trama originale o per essere coinvolti e immergersi nella storia? Certo, è bello venire sorpresi, ma la sorpresa non deriva necessariamente da una trama originale: conta anche e soprattutto il modo in cui viene raccontata. E' il modo in cui una storia viene raccontata che la rende appassionante. In questo Abrams a mio avviso è stato grande: la scelta delle inquadrature, i movimenti di telecamera e le mille invenzioni visive sono riuscite davvero a farmi entrare come mai prima d'ora in quella galassia lontana, sorprendendomi là dove non credevo possibile. Sarà anche una storia già vista e rivista, ma io non l'ho mai vista prima così. Non è questione di effetti speciali: ha dato al film un'anima.
Il film è fatto bene, peccato per la storia per niente originale.

L'unica cosa che stona è Rey che in un paio di giorni padroneggia la forza e tiene testa al discepolo di Snoke fino a batterlo. Ma d'altra parte anche Finn scambia qualche fendente alla pari, cosa ridicola ai tempi di Darth Vader.
Devo dire che da una settimana sono basito di fronte a quanto riescano insieme a fare l'ovvia nostalgia dei fan e l'ancor più ovvia massimizzazione della Disney (non c'è solo Abrams, ma anche la Kennedy che è la vera capa di tutto e Kasdan che ha sistemato la prima sceneggiatura di Arndt): basta dire anche solo quattro cose tra quelle che la recensione di Paolo raccoglie manca poco che si venga ridotti a cibo per i Bantha... Certo che è un bel film, è quello del '77! Un sequel che diventa remake per fare da reboot rovina tutto quello di buono (che non è poco) che c'è: per vedree qualcosa di buono bisogna aspettare due anni? E poi nel IX cosa fanno, una galassia che spara alle galassie? Così ha buon gioco anche chi parla di “telefilm al cinema” (come Leo Ortolani che è un fan, del resto) per le saghe Marvel e le altre anni 80 (e che il regista di Episodio IX sia quello di “Jurassic World” non aiuta a ben sperare)

Finn all’inizio fa immaginare un film inedito e strepitoso (per tacere che potrebbe essere figlio di Lando...), Phasma e Kylo Ren sono chiaramente solo accennati per rientrare alla grande nei prossimi film, mentre BB-8 è sorprendente (però la Fisher è pressoché inguardabile e Ford tutt’altro che “immenso”)

a parte l’età, per star dietro al film Williams ha per la prima volta abbandonato Spielberg che faceva “Il ponte delle spie” ma credo sia stato pesantemente sacrificato, sul doppiaggio - così come avevo apprezzato il mantenere in italiano Fener e schifato il ribattezzare i droidi dopo 3 film – ho odiato con tutte le mie forze passare d’emblée a Vader dopo 4 film nonché Leia & Han (che per me rimarranno Leila e Ian, anche se vedere i sottotitoli di Jabba che parlava con Ford nella scena riemersa nel 1997 era effettivamente un po’ ridicolo)

morale della favola: sicuramente il migliore della saga dopo IV e V, ma un'altra occasione perduta. Speriamo nei prossimi, ma già solo dirlo è deprimente.
Visto oggi pomeriggio in versione originale.
Gli attori mi sono piaciuti molto, in particolare l'inossidabile Ford e la new entry Ridley, brava su tutti i fronti. La musica è, come per tutti i 6 precedenti episodi, da oscar. La trama.... .... ... .. .
In realtà il problema non è neanche il fatto che assomigli ad ANH. La trama di ANH è la trama classica del genere letterario della favola, con l'eroe che entra nell'età adulta, il vecchio che l'aiuta, l'antagonista, la principessa da salvare, etc etc. Quello che dà onestamente fastidio è il riciclo bello e buono delle idee particolari che hanno caratterizzato ANH. Prime tra tutte la superarma... eccheccacchio! Un'altra morte nera? Ancora? Più grossa, ma stessa balla... poi per passare lo scudo basta uscire in ritardo dall'iperspazio, rimbalzando (!) sulla superficie del pianeta...
Altra domanda. Ma che è il primo ordine? Tralasciando l'universo espanso, che tanto è totalmente incoerente con i film, io sono rimasto al fatto che l'impero è caduto... ora dicono nel film che il senato è stato ricostituito, quindi c'è la repubblica... e il primo ordine da dove arriva? E perché ha le stesse risorse dell'impero che non esiste più? E se c'è la repubblica, a che serve la ribellione?
E chi è sto nuovo supercattivone? Un sith? Un che so io? Come avrebbe sedotto il figlio di Solo? E se esiste un posto che produce a josa sith uno più esperto dell'altro nella forza, come mai devono scomodarsi di sedurre sempre gli jedi? Ora hanno dovuto sedurre un bimbominkia che indossa la maschera per... già perché? Per somigliare a lord casco? Vader non è che portasse la maschera per essere pronto in caso scoppiasse il carnevale, ma perché l'intera armatura era un polmone d'acciaio.
E perché Luke nel frattempo si ritira in esilio? Tra l'altro, idea scopiazzata da ROTS, quando Yoda perde lo scontro e che fa? Ci riprova? No va in esilio...
In tutto questo tutti percepiscono il tremito/risveglio della forza... tranne Luke, lo Jedi pippa...
La spada di Skywalker. Per quanto sappiamo la spada che Luke riceve in ANH è quella che Obi Wan ROTS raccoglie da Anakin su Mustafar.. e non è che fosse una spada di famiglia, in EP 2 e 3 Anakin continua a distruggerne a josa. Poi la spada viene persa definitivamente su Bespin assieme alla mano di Luke... e quella che ricostruisce è a lama verde, per cui non è quella... boh. Tra l'altro ora le spade laser sono fiammeggianti, caratteristica non presente un tempo...
Purtroppo ennesima occasione sprecata...
secondo me il risveglio della forza è il capolavoro assoluto del genere fantascientifico.
Una spanna superiore ad Alien, Blade runner o 2001 odissea nello spazio che in confronto dimostrano di essere ciò che sono: miseri blockbuster.
L'ho visto ieri, e personalmente mi piace reputarmi un grande fan di Star Wars avendoli visti tutti (sì, purtroppo anche la Nuova Trilogia) credo intorno alla dozzina di volte... Mah, sinceramente? Mi è piaciuto.
Niente ovviamente di trascendentale, niente di originale, ma francamente ho adorato alla follia il voler riproporre la storia "originale" (intesa come quella da cui tutto è originato) in modo più spettacolare e, perché no, bello a vedersi.
Io, come immagino molti altri, spero davvero che questo primo "nuovo episodio" fosse solo un modo per introdurre la saga a chi non la conosceva senza obbligarlo a rivedersi tutti i film (ragazzi, parliamoci chiaro, io IV, V e VI me li rivedrei una volta al giorno tutti di fila, ma sono film pesanti, pieni di interruzioni nella sceneggiatura e sostanzialmente appartenenti a un'altra epoca, purtroppo o per fortuna che sia, che sarebbe impossibile far piacere alle nuove generazioni), per poi magari spingersi oltre nei due seguenti.
Ammetto che dover spendere per rivedersi sostanzialmente Episodio IV in versione pompata non mi sia esattamente piaciuto tantissimo, ma il film in sé è stupendo da vedersi e almeno io l'ho interpretato anche come un omaggio ai vecchi fan, tutti in sala urlavano e battevano le mani ogni volta che c'era una citazione, e mi è parso che tutti fossero contenti.
Fosse per me consiglierei a tutti di imparare cosa vuol dire "sospensione dell'incredulità" perché ok che è una saga storica, ok che è un fenomeno di massa, ma pur sempre film che deve intrattenere rimane, e secondo me episodio VII ci riesce alla grande; francamente mi irrita quando si tenta di trovare difetti pure dove non ci sono (Kylo Ren che "indossa una maschera quindi è una copia di Vader", per dirne uno, cioè regà, è lui stesso che idolatra Vader a tal punto da volergli assomigliare mettendosi maschere e modificatori di voce, non è difficilissimo da capire eh, suvvia)...
@Juventin87
Avrei capito, e non condiviso, se avessi detto "secondo me Star Wars è meglio di Alien, Blade Runner o 2001 Odissea nello Spazio" ma a chiamarli "miseri blockbuster" stai proprio bestemmiando, oltre ad essere Off Topic.
Ma c'è veramente qualcuno a cui è piaciuta sta cagata abnorme? Sono rimasto a borbottare per oltre un'ora e mezza dopo esser uscito dal cinema!Era uno schifo! A parte il fatto che in alcune riprese si nota l'infortunio subito da Harrison Ford mentre giravano il film,lo stesso attore sembrava fosse stato costretto a girarlo...(ma non doveva morire in Episodio VIII?)E tra l'altro..Che morte del cacchio!Si è salvato dall'Ibernazione,dall'impero,dalle bombe,dal polipone di questo film e fa la morte più stupida che si potesse pensare!Le uniche 2 cose buone sono state l'attrice protagonista (Gran gnocca),e come Han Solo si riprende il Millennium,più o meno in linea con ciò che è stato sempre il personaggio del contrabbandiere...Per il resto,bellissima grafica e fotografia,ma 0 assoluto!Sto cattivone che si inca..a ogni 2x3 e spacca tutto con la spada laser,blocca un colpo di blaster all'inizio del film;prende gente e se la porta volando in ogni dove e poi fa la figura del pirla con un soldato che lavava i cessi,ma che magicamente sa usare la spada laser,e con quella che dovrebbe essere la cugina che,non si sa come,è già padronissima della forza,gli fotte la spada di Luke da sotto al naso e gli apre il cu..o come se niente fosse!ma lui non dovrebbe essere un potentissimo esponente dei Sith,tra l'altro precedentemente addestrato da Luke?A parte che era brutto come la morte,mentre Han e Leia da giovani erano 2 gran pezzi di fighi!Poi lei che dice "hai paura di non diventare potente come Darth Vader",così dal nulla..Lui che dice "nonno aiutami a completare quello che tu non hai finito e fammi conoscere il lato oscuro"...Ma lo sa che suo nonno si è redento nel Ritorno dello Jedi (motivazione del film tra l'altro!!)??...Mark Hammil pagato per togliersi un cappuccio e lasciare quella povera Crista di sua figlia (?) con la spada laser in mano; il tipo di colore lavacessi che però conosce a menadito la super-mortacchiona nera,che salta come se nulla fosse,i piloti di caccia tie che sono dei pirloni e nel primo attacco vengono polverizzati come se la difficoltà del gioco fosse settata su Extremely easy.Sto pilota fortissimo della ribellione che dice 2 battute scritte da un bimbo cinese con idee scarse;sta Repubblica nata da chissà dove,spazzata via in 5 secondi,il discorso Nazista con Gli Sturm Truppen (0 fantasia nell'evoluzione delle armature,così come in quella delle navi. Ce ne fu molta di più nell'involuzione dei primi 3 episodi di 10 anni fa). E per concluder la vecchialla con gli occhiali che non è un Jedi,ma in quanto versione femminile di Yoda,deve per forza dire "senti la Forza scorrere dentro di te"...Cioè,ma davvero state a dire?Io non mi aspettavo un capolavoro,mi aspettavo qualcosa all'altezza però...Ma la narrazione fa schifo veramente!Io ho pensato che sarebbe stato una schifezza già dalla prefazione,neanch'essa all'altezza degli altri 6,se non per la grafica. "Luke è sparito,è venuto fuori IL NUOVO ORDINE e la Ribellione c'ha 'na mappa per ritrovare Luke"...Com'è,Luke sparisce e lascia mappe?Quando c'è una mappa di mezzo,il film farà sempre schifo...Hanno VERAMENTE ROVINATO UN BEL GIOCATTOLO!

Peccato!
PS: non me ne frega nulla di aver spoilerato...Fa così schifo che sconsiglio di spendere soldi per andare al cinema a vederlo.

Ah,un'altra cosa non capisco...Perchè dare tanto in testa ad Episodio 1,2 e 3?Molto più originali e ben articolati di quest'ultimo. L'iunica pecca secondo me è stata la conversione di Anakin,avvenuto un po' a cacchio,ma per il resto,la trama del cancelliere,il consiglio dei Jedi, i cloni fatti su Kamino...Sono stati 3 film,non leggendari come la prima trilogia,ma sicuramente ben fatti!
Uscito dal cinema un paio d'ore fa…
Non mi aspettavo niente e niente ho avuto.
JJ continua ad essere, secondo me, il solito venditore di fumo.
mio figlio mi ha chiesto di curiosare qui

https://www.google.com/starwars/#/cardboard risveglia il lato della forza che c'è in te... :)

l'unica nota stonata per me è la super arma: a differenza dell'impero non si capisce perché il primo ordine la dovesse utilizzare, o in generale come la abbia costruita.
Ciao, mi ritrovo perfettamente in quello che dici, anche io ho avuto le stesse sensazioni di dejavu mi è sembrato di vedere piu un reboot di episodio IV che episodio VII
Per me è stata una occasione sprecata,si poteva realizzare un trama eccezionale, ma quello che mi ha deluso di piu è vedere Rey, un aspirante jedy, in cui la forza si è appena risvegliata, combattere e stendere al tappeto il super cattivo di turno, ps è riuscita anche ad usare il trucco mentale con la guardia, senza sapere neanche che esistesse. ????
Per me si salvano solo i bellissimi effetti visivi , la scena di quando rivedo il Millennium Falcon ed il finale con Luke. Tutto il resto della trama è MOLTO DELUDENTE, bastava prendere un libro qualsiasi dell'universo di star wars successore a episodio VI e avremmo avuto un bel film.
Voto personale 5
per la statistica ho 43 anni e ho seguo star wars dalla sua uscita (avevo 6 anni quando mi portarono a vederlo e me lo ricordo ancora oggi)
Non mi ha deluso, ma nemmeno entusiasmato.
L'ho trovato anche io una fotocopia del primo e questo sinceramente mi è dispiaciuto.

La cosa peggiore sono i "cattivi"... sono penosi, lontani anni luce da Darth Vader e l'Imperatore.

Per il resto, come fan della serie, ho apprezzato molto il ritorno dei personaggi storici e resto comunque contento nell'insieme.

Aspetto gli altri con ansia
Mi aspettavo qualcosa di nuovo...il film per uno che non è un fan può essere godibile non lo metto in dubbio anche se ci sono parecchie ingenuità e "facilonerie di genere",detto questo Rey la considero una delle poche note positive del film, detesto Kilokal:l'ho soprannominato immediatamente cosi per la sua presenza scenica che confrontata a quella di Darth Vader è praticamente nulla...sembra un anoressico,Han solo perfetto..daltra parte Ford non può sbagliare uno dei "suoi" personaggi..ora non ci resta che aspettare il prossimo episodio..ma non sono molto ottimista,Star wars è in mano alla disney oramai..e ho detto tutto
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Ormai ci siamo detti quasi tutto: io confesso anche che il mio episodio preferito è La minaccia fantasma.
Leggendo i post più in su ho pensato ad una cosa che non avevo notato: nel film la Nuova Repubblica è stata fondata dall'Alleanza? Se sì perchè alcuni li definiscono ancora Ribelli? La Principessa non può certo essere ancora una ribelle, se fa parte della Nuova Repubblica.
E poi: l'arma spara una volta sola nel film, contro dei pianeti non importanti. Quando ho visto la scena mi è parso ovvio che dovesse sparare (come la Morte Nera), ma ripensandoci la Morte Nera ha sparato con uno scopo (far confessare la Principessa e poi terrorizzare lei e tutti i ribelli). Qui l'arma terrorizza sì la gente ma evita di colpire la base ribelle, pur potendolo fare (può sparare in qualsiasi punto dell'universo sembra di capire...)
Chiedo venia… avevo riscritto praticamente lo stesso commento di stanotte…
Mi fa piacere che, al contrario di quanto ho letto da più parti, qui il consenso a questa pellicola sia tutt'altro che unanime ! Beninteso… può piacere o non piacere (come ho detto, a me non è piaciuto per nulla !) però, una volta di più, questo blog sta dimostrando di 'contenere' teste pensanti, indipendentemente dalle considerazioni che esprimono, e non i soliti conformisti che ho trovato ovunque…
Beh, qualche troll c'é, ma è fisiologico…

('Il risveglio della Forza' migliore di Alien, Blade runner e 2001… ?! Spero fosse uno scherzo, non si può sentire…)

Mi ha deluso molto. Non so se avessi troppa aspettativa o semplicemente è effettivamente fatto male, ma l'ho trovata la brutta copia dell'episodio IV.

Anzitutto la storia, presa pari pari da A New Hope. Insomma, qualche citazione per riportare l'atmosfera di quel mondo non solo è accettabile, ma auspicabile, ma santiddio, la copia spiccicata no, è imbarazzante, vedi come inizia e sai come finisce.
I personaggi li ho trovati quasi tutti costruiti male.
Kylo Ren prima di tutto: non ho capito bene cosa sia, pare essere un allievo Sith (anche se non l'ho sentito chiamare Sith), ex allievo di Liuke e figlio di Han Solo. E va benissimo, se non per il fatto che è sfigato come pochi. Parte in pompa magna che sembra un nemico potentissimo, poi viene messo alle strette e quasi ucciso da un ex Stormtrooper e una ragazza che imbraccia una spada laser per la prima volta in vita sua. Davvero poco credibile; chiaro, nessuno potrà mai emulare Darth Vader, ma 'sto qua è un ragazzino, quando si toglie la maschera poi, ha una faccia che mette paura quanto un gattino.
Finn, un ragazzo che diserta dagli Stormtroopers e scappa perchè rimane scioccato durante una battaglia. Lui pure, come attore non mi sembra la scelta più azzeccata, un pischello che non sa nemmeno perchè è al mondo. Ci vedo lo zampino della Disney grosso come una casa "guardate bambini, il personaggio cattivo che diventa buono". Gli Stormtrooper non hanno sentimenti, non hanno paura. Mi hanno completamente demolito un mito.
Rey è probebilmente il personaggio meno indigesto, ma comunque con i suoi problemi. La forza scorre potente in lei a quanto pare, ma impara a usarla senza il minimo addestramento e senza nemmeno conoscerla, a tal punto da tenere testa e battere un Sith (per quanto Kylo Ren fosse imbarazzante come Sith).

Insomma, personaggi piatti, scontati o fuori luogo per un film di tale portata. La storia non la valuto nemmeno dal momento che è la stessa identica dell'episodio IV.

Unica nota positiva la grafica e gli effetti speciali, ma ci mancherebbe, da un film con budget milionario come Star Wars non ci si può aspettare di meno nel 2015.
Non so ancora se considerarlo un capolavoro o la più grossa presa in giro della storia del cinema. In base a cosa scoprirò sulla nuova ambientazione (e cosa sarà svelato nei prossimi film) prenderò la decisione definitiva.
Musica, fotografia, effetti speciali, mi sembrano da Oscar.
10+
Magnifici.
Storia e personaggi… boh… sto ancora valutando, come dicevo.

Da quello che si capisce, sono passati 30 anni dalla morte dell’imperatore.
Ci sta che la galassia non sia tutta sotto la bandiera della Repubblica.
La prima cosa che accade quando cade un dittatore non è l’instaurazione della democrazia precedente, come nel mondo dei sogni, ma sanguinosi anni di lotta per prendere il potere da parte di generali, gruppi economici, potentati, oligarchi, etc. Guardate quel che è successo partendo dall’antica Roma (con addirittura 3 imperatori in contemporanea) finendo ai casi dell’ex Unione Sovietica oppure più di recente all’Iraq di Saddam Hussein o alla Libia di Gheddafi.
Per cui ha senso che nella galassia ci sia una zona “libera” che si fa chiamare Repubblica, e una o più zone controllata da vari “pretendenti al trono” (generali, funzionari, governatori) o un gruppo di potere che si fa chiamare Primo Ordine. Nelle loro zone, la ribellione ha certamente ragion d’essere.
Che non sia stata spazzata via da una coalizione degli altri “pretendenti al trono”, ci sta, dato che probabilmente manca il coordinamento e la fiducia necessaria ad organizzare un fronte comune contro gli eserciti Repubblicani.

Per quanto riguarda il possesso massiccio di alcuni mezzi dell’impero ma non di altri o delle truppe “clonate”, anche questo è spiegabile con il fatto che il Primo Ordine potrebbe aver preso forza, proprio perché era nella zona dove c’erano i sistemi deputati alla produzione delle flotte, e non dell’aviazione, dei robot o delle truppe d’assalto clone (magari prerogativa di un qualche altro generale/signore della guerra/lord sith/etc).

Anche il pianeta/arma in stile “big Morte Nera” ci sta tutta… non è semplicemente un espediente narrativo … è proprio nel DNA dell’impero (o della lobby delle armi “locale”) cercare di “vendere” le “spacca pianeti”. Già ne avevano prodotte due (e la seconda doveva essere più grande della prima, questa è ancora più grande della seconda :-)
Ricorda un po’ la corsa agli armamenti corazzati della seconda guerra mondiale, con carri armati sempre più pesanti, partendo dalle 5 tonnellate del Panzer I (Sd.Kfz. 101) all’inizio della guerra, alle 76 tonnellate del Jagdpanzer VI Jagdtiger del 1945, con una “puntatina” sulle 188 ton del Panzer VIII Maus, di cui hanno costruito solo pochissimi esemplari!
Che uno stormtrooper fosse addetto alle latrine, non ne fa un combattente “scarso”!!!
Andate a sbattere il grugno contro il Navy SEALS o il Delta Force addetto a quel servizio e vediamo poi se mi dite che è una schiappa!
L’addestramento e la preparazione atletica e psicologica, se la deve fare tutta quanta per indossare l’armatura bianca, anche se poi, in caserma, invece che lucidare i pavimenti, o lavare il parco macchine, se ne sta a pulire le latrine (che è un servizio che ti lascia anche tutto il giorno libero, e lavori solo pochissime ore, come chi ha fatto il militare sa) mentre i “nonni” se la passano al poligono, a fare ginnastica, o a videochattare con la fidanzata, che ne so... È semplicemente il “novellino” e quindi i turni supplementari al poligono, o le ore di relax e playstation se le sarebbe guadagnate più avanti probabilmente. :-)
Che riesca a tenere testa con una spada laser ad un Sith/Jedi Oscuro/Force User ci può stare anche quello… siccome abbiamo visto che i Jedi hanno la pessima abitudine di affettare i Trooper, questi hanno iniziato ad addestrare i loro ragazzi all’uso di armi simili e si nota la “vibrolama” del trooper che atterra il nostro ragazzotto. Se uno è addestrato, è facile che tutti lo siano, poi i più promettenti sono equipaggiati e responsabilizzati in quel ruolo.
Che anche la ragazza sia in grado di farlo, oltre che di gestire la “forza” senza addestramento… in realtà siamo noi a dire che non ne ha ricevuto. Intanto sappiamo che ha un addestramento nel combattimento con il bastone, e già questo potrebbe aiutare in alcune mosse anche con la light saber, e poi, nei suoi flashback si capisce che viene portata via e probabilmente nascosta sul pianeta da qualcuno. Ma portata via da dove? Non è che magari era anche lei tra gli allievi di Luke? Magari la figlia? Oppure i Jedi ripristinato ancora l’obbligo di non prender moglie?
Il nostro giovane cattivone, quando scopre che il droide è assieme ad una ragazza, oltre che al traditore, sembra molto interessato a quella ragazza. Se avesse già avuto le basi dell’addestramento da giovanissima con il nostro giovane Sith in pectore?
Poi con gli anni, non usando poteri, questi si sono sopiti e quando è stata esposta al pericolo, si è risvegliato qualcosa… e poi… la Forza è la Forza… opera per vie “oscure”, si sa :-)

Che la sceneggiatura, sia il “riciclo” di Star Wars IV: Una nuova speranza, è evidente, ma ci sta tutto, anche qua in fondo, in fondo: la “Forza” lega la famiglia Skywalker e magari questo ripetersi è dovuto proprio ad essa… lo so, forse è un po’ “forzata”…
Che ne dite?
Andrea S.
La mia opinione è che sia un bel film e ben recitato...coinvolgente! Inoltre, le possibilità per sviluppare la storia sono molte e spero che nei prossimi episodi sappiano sorprendere! Innegabile che ci sia moltissimo della trama del primo Star wars...
Un' osservazione su un post precedente in cui si criticano gli attori per il solo fatto di non essere dei "gran fighi"....credevo che questo fosse il parametro su cui si definisce la validità di un modello, non di un attore.
Mah. Ha ragione chi dice che abbiamo visto così tante storie, che è difficile fare qualcosa di "nuovo". Specie quando devi soddisfare aspettative non alte, bensì assurde. Però come è che con James bond ci riescono ancora? come è che dopo ottordici saghe i film di star trek sono venuti comunque una figata?

Qua hanno riciclato i vecchi attori, le maschere e le astronavi per rabbonire i nostalgici della prima ora, protagonisti da telefilm adolescenziale per non escludere i ragazzi. Hanno scontentato chi come me non è ne l'uno ne l'altro. Ma si aspettava una storia che stia in piedi da sola con degli attori all' altezza.
Quando si fanno film solo per soldi e senza poesia è sempre un disastro. Trama ridicola e copiata .manca la filosofia della forza diventata magia da wanna marchi buoni gli attori giovani pessimi i vecchi tanto da farmi gioire della morte di un ford penoso eliminato sicuramente perché non più all altezza voto 4 ed aggiungo che chi lo apprezza non ha capito niente della prima saga
OK, Paolo ha elencato le parti simili della trama, ora vorrei che qualcuno elencasse quelle diverse. C'è il pilota (inutile peraltro) che fa il ruolo di Leia all'inizio di Guerre Stellari e bon. Non c'è il soldato disertore ma non ha un impatto sulla trama tale..
Appena uscito dal cinema.. Che dire? Lo chiamiamo riassunto delle puntate precedenti? Per i nuovi fan (che saranno in un po visto il merchandising globale a tappeto, per i bimbi dai 6 anni in su) unito ad un politicamente corretto omaggio per i vecchi fan, che quello tutto sommato vogliono vedere. Beninteso il tempo passa bene, fosse stato il film dell'esordio tutto perfetto, ma l'esordio c'è stato 32 anni fa! Apprezzabile anche l'idea di limitare gli effetti speciali, si è data un sorta di impronta genuina al film, ma il millenium statico , quando è a terra, o meglio la sua ricostruzione fisica a grandezza naturale (è vero,basta cercare le foto del set) è stato usato un po' troppe volte, nella stessa posizione, con lo stesso sfondo.. la stessa munificenza della vecchia morte nera o delle truppe schierate era resa meglio in passato.. Belli invece i deserti e i resti delle astronavi divenuti relitti, e come vi si muovono intorno i personaggi, convincono meno i boschi innevati (la foresta degli Ewoks aveva un qualcosa di magico, qui no). Enorme nota dolente, la figura del cattivo, che in Star Wars è più importante quasi del buono, non regge, né come fattezze in maschera (è magro come un chiodo, fa ridere) né come fattezze senza la maschera, che tra l'altro si toglie troppo presto, ma un caratterista è così difficile da scovare? con un doppiatore italiano che lo ridicolizza ancora di più ed una impreparazione tecnica imbarazzante (un lavacessi gli tiene testa?) ma questo magari si chiarirà nel seguito.. bella e sufficientemente credibile la nuova eroina, chiamiamola ventata di novità dell'ep. VII, ma mooolti gli aspetti del suo personaggio da dover spiegare nei prossimi capitoli, e non solo la sua discendenza.. Visivamente forte, emozionante ed in questo anche epica come si conviene l'ultima scena, purtroppo l'unica in cui appare uno luke a cui gli anni hanno aggiunto fascino e carisma (sarà la barba da Jedi maturo) al contrario della povera leia o dell' uguale a se stesso a tutti i costi (e non è un bene) han solo. Una sola speranza: che sia stato servito l'antipasto preparatorio al vero sequel, l' VIII, che sarà il vero banco prova di questa trilogia. 'Notte
Allora, un bel film senza dubbio, scorre, non ci sono troppi momenti in cui ti chiedi "ma come hanno fatto a.." a parte un paio di incongruenze secondarie.

Comunque il primo ordine non vincerà mai se non cambia progettisti e non si dota di sistemi di sensori migliori.

Ma il generale... Perché aveva l'accento tedesco? E tra lui e kylo Ren chi comanda? Non si capisce.

Sul prosieguo della storia dipende: se il film è canone o no, perché il cosiddetto universo espanso è stato scritto fino a,se non sbaglio, 200 anni dopo i fatti del "ritorno dello Jedi".
Grande delusione!
Trama inesistente e copiata dai film precedenti.
I dialoghi tra personaggi sono fiacchi e superficiali.
Non c'è la magia del primo Guerre Stellari: è tutto basato sulle immagini spettacolari ed evocative che però, da sole, non ti lasciano nulla dentro.
Ma dove sono finiti i "cattivi" degli anni 80'? Hanno dovuto inventarsi un Voldemort stellare che prendesse il posto dell'imperatore!
Molto infantile.
perfettamente d'accordo...
http://cdn2.cad-comic.com/comics/cad-20151221-41c62.png
Tutto riassunto qua. Merita tutto per me, ha risollevato di molto il morale.
La trama è effettivamente troppo simile al primo guerre stellari mai uscito. La morte nera è in realtà presente in tutti gli episodi (anche nei prequel come progetto). Ma la cosa che trovo assurdissima è che qui nel VII tolgono lo scudo al pianeta costringendo il capo femmina delle truppe imperiali (ah no primordiniane) a disattivarlo, ma nessuno dalla sala di controllo principale pernsa di riattivarlo? Oppure lo hanno riattivato ma le navi della ribellione ormai sono entrate? io non l'ho capito.
Il giudizio complessivo è "Boh": alcuni personaggi nuovi pienamente promossi (Finn, Poe e soprattutto Rey), un personaggio pienamente bocciato (Kylo Ren: un cattivo così sfigato me lo posso aspettare da Space Jam o da Cattivissimo Me, non da Guerre Stellari), trama fotocopiata -male- da Ep. IV con qualche inserto di V e VI, interessanti aperture di sottotrame (da dove arriva Rey? Chi sono i Cavalieri di Ren?), citazioni e riferimenti gustosi (delizioso il remoto di addestramento ma a "quello è solo un pezzo di ferraglia" e i "12 parsec" sono andato in visibilio) finché non sono diventati troppi, il capo dei cattivi che si chiama come un delfino degli anni '80 (Snoke?!? Come fai a prenderlo sul serio???).
La cosa sorprendente (fino ad un certo punto) è che Leo Ortolani aveva previsto tutto: https://leortola.wordpress.com/2013/06/14/star-trek-lira-di-into-darkness-la-recensione/
Segnalo che la battuta "capo rosso io entro"...è presa pari pari da Episodio IV.
I caccia in SW VII nella scena finale della distruzione di Starkiller poi sono Rosso 4 e Rosso 6...Rosso 5 era Luke in episodio IV!!!!
Allora, sono sostanzialmente d'accordo su tutto, compreso il copia-incolla, ma rientro nella maggioranza - direi - che questo copia-incolla lo ha apprezzato, anzi, se lo aspettava.
La ripetizione dello schema è una caratteristica di Star Wars, così come di molte saghe epiche, soprattutto quelle che narrano di generazioni attraverso la storia. Anche la trilogia prequel, con risultati opinabili, cerca di ricalcare lo schema di quella originale, tanto nella storia quanto nell'iconografia.
Proprio per questo, non avrei potuto immaginare un regista più adatto di Abrams, non nuovo a queste operazioni di "ricalco", tanto riuscite quanto proprio per questo sgradite, tecnicamente bravissimo, entusiasta fan della saga e appassionato delle tecniche di cinematografia classica. Abrams era il regista perfetto per QUESTO film, e intelligentemente è stato deciso di passare il testimone a registi molto differenti per gli episodi seguenti.
Anche se lo schema è pressoché identico, le premesse sono ben differenti, così come lo sono le aspettative. In primis, lo status quo questa volta è rappresentato dai buoni, e i ribelli sono dal lato oscuro. Non è una differenza da poco. Qualcuno si è lamentato che invece di un eroe tentato dal lato oscuro, questa volta abbiamo un malvagio che sente il richiamo della Luce; beh, secondo me non è male. Se sviluppate bene, questa sorta di ribaltamento può anche dare sviluppi notevoli: i Jedi sono davvero senza macchia? Darth Plagueis (che molti sospettano essere Snoke) aveva intenzioni davvero nefaste, o è stato vittima di Sidious? Che cosa si intende con equilibrio nella forza?
Anche Kylo, che si rivela una delusione come big-bad, potente dietro alla maschera e ragazzino isterico senza, scombina le carte per il futuro lasciandoci chiedere chi sarà la vera nemesi nei prossimi film.

E' chiaro, basta niente a buttare tutto all'aria e ottenere uno Star Wars Beyond, ma la sensazione finora è positiva.

L'unica cosa che, concordo, non mi è andata giù è proprio Jakku: o si cambia ambientazione o meglio chiamarlo Tatooine e pace, aveva anche più senso il ritrovamento del Falcon.
E' una cagata pazzesca, veramente grossa grossa, e ci sono decine di motivi per definirla così, dalla trama ridicolmente scopiazzata dal primo episodio compreso simil morte nera (naturalmente con falla attaccabile dai mezzi nemici) e raggio distruttore incluso, fino alla patetica apparizione di Han solo e Leia che gli dice "Ti desidero ancora...". praticamente due vecchi babbioni lei in particolar modo irriconoscibile. Fa star male vedere due attori celebri ridotti così.
Lui poi, non si sa perchè, da Comandante della Repubblica è tornato il solito mascalzone da due soldi, e non si sa perchè nemmeno si isnao divisi, boh.
Ma poi altre 7-8 pacchianerie davvero incredibili: ora l'Impero nopn esiste più e al suo posto (?!) c'è il "Primo Ordine", termine insulso. Potevano mettergli "Primo Ordine", già suonava meglio.
Ma essendo ora Primo Ordine, come mai i soldati, gli stormtrooper, sono sempre vestiti esattamente alo stesso modo???!!! :-D...si vede hanno comprato a buon prezzo dall'ex Impero, o qualcuno glieli avrà fatti trovare in qualche discarica.
La spada laser ormai è diventata la portata di tutti compreso appunto lo stortrooper colpito, non si sa perchè, da crisi di identità e diventato consapevole del male e del bene...glo stormtrooper sono sempre stati pratciamente degli acefali usati come carne da mandare allo sbaraglio, ora improvvisamente si scopre hanno un'anima, e non si sa perchè.
Il nuovo cattivo è probabilmente il personaggio più ridicolo di tutti: ha un maschera ma si scopre quando la toglie che non serve a niente. Perchè la porta allora?!...ha un milionesimo del fascino di Darth Vader, e praticamente si scopre che è un bimbominchia che gioca con la spada laser. Infatti Leia dice a han Solo di andare e riportargli il bimbo, che guarda caso è figlio loro, ahah...e naturalmente c'è il solito patricidio incorporatoo.
Per finire il finale che più scontato non si può, tutti lo capiscono durante la proiezione, con l'apparizione dell'altro babbione quasi irriconoscibile di Mark hammill nei panni naturalmente di Skywalker.
Io penso peggio di così una saga che ha fatto la storia non si poteva rovinare. E purtroppo rimetterla in sesto con questa trama e questi personaggi sarò quasi impossibile nei prossimi episodi.
Il "mcGuffin" della mappa nel droide è così palesemente riciclato che la parte fondamentale della mappa è celata _nello stesso droide del film originale._
Quindi è una chiara scelta narrativa, che può piacere o essere dismessa come scorciatoia con uguale facilità.

Stiamo parlando di un film che ha fatto epoca: che ha reso popolare il concetto di salto nel'iperspazio, che ha portato le spade nello spazio, ci ha mostrato astronavi a forma di pianeta e mezzi a quattro zampe su mondi ghiacciati. Ci ha mostrato l'assurdo pseudo-magico e lo abbiamo accettato come "fantascienza". Cercare di produrre qualcosa di altrettanto mitologico era impossibile, e lo stesso Lucas è andato completamente fuori strada quando ci ha provato (ehilà, uno sguscio!).
Le due strade possibili erano realizzare un valido film, con una storia originale e innovativa, al passo coi tempi, ma necessariamente distante dallo spirito originario o rendere un clamoroso, plateale omaggio a questo mito rivivendolo nei suoi dettagli, consapevoli di non poterne ricreare l'originalità, ma solo celebrarla. Si è scelta la seconda strada, ma confido che per i seguiti si recupererà anche la prima soluzione.
E comunque, abbiamo il primo robot della storia del cinema che cammina, anzi corre, senza gambe e senza ruote. E funziona.
abbiamo il primo robot della storia del cinema che cammina, anzi corre, senza gambe e senza ruote.

Mmmm... e quelli di Interstellar?
Il fatto che kylo sia reso come uno sfigato è voluto. Non si capisce come sia arrivato a quel ruolo ma penso con la "promozione klingon".
Posso lasciare solo un commento veloce, ma volevo comunque farlo visto che parliamo della Saga che preferisco in assoluto e che ha stuzzicato la mia fantasia da sempre. Io credo che le critiche a questo film, anche se giustificate siano eccessive. La trama copiata è evidentemente voluta e sfruttata come collante tra le deu trilogie. Sono abbastanza certo che i prossimi due film saranno più originali. D'altronde J.J. (che odio per aver distrutto Star Trek), non poteva fare altro: se avesse fatto qualcosa di nuovo gli avrebbero detto "Ma questo non è Star Wars!", quindi ha fatto qualcosa di vecchio in modo nuovo. Secondo me è stata la scelta giusta.

@Unknown del commento 56
"Star Wars è in mano alla disney oramai..e ho detto tutto"
Già, quella Disney che negli anni ha prodotto filmetti di serie B come La Bella e la Bestia, Aladdin, Il Re Leone (capolavoro del cinema), Toy Story (1, 2 e 3), Alla Ricerca di Nemo, Inside Out e molti, molti, molti altri. ;) Secondo me non si poteva stare in mani migliori!
commento di mio figlio 7 anni che ho crescito nel sacro rispetto della prima e unica trilogia
Papone ma é uguale a quelli vecchi.
Ho detto tutto
abbiamo il primo robot della storia del cinema che cammina, anzi corre, senza gambe e senza ruote.

In realtà è lui stesso una ruota :-D
@Stilicone
Papone ma é uguale a quelli vecchi.
i bambini non si fanno troppe storie a dire quello che pensano... e ha ragione 1000 volte il tu' figliolo!
@Unknown del commento 56
"Star Wars è in mano alla disney oramai..e ho detto tutto"
Già, quella Disney che negli anni ha prodotto filmetti di serie B come La Bella e la Bestia, Aladdin, Il Re Leone (capolavoro del cinema), Toy Story (1, 2 e 3), Alla Ricerca di Nemo, Inside Out e molti, molti, molti altri. ;) Secondo me non si poteva stare in mani migliori!


hai citato tutti film di animazione in cui sono bravi non si discute,e sono bravi anche nello sfruttare commercialmente il brand..i gadget di star wars erano gia presenti molti mesi prima dell'uscita del film...detto questo sono dell'idea che ci dobbiamo rassegnare noi che siamo cresciuti con la prima trilogia ad rinnovamento dell'universo di star wars..che è già in atto
Ah si, per certe cose ho avuto l'impressione di vedere l'episodio pilota di un telefilm. Oggi purtroppo i film vengono quasi sempre pensati come parte di una serie.
Insensato. Fin dai titoli iniziali la trama si presenta come semplicistica. Una riproposizione della trama di episodio 4 costellata però di buchi di trama e pressapochismo:
Non si capisce perchè il nero, che è una truppa imperiale, decida di tradire così all'improvviso ciò per cui ha combattuto per anni, imbarcandosi in un'impresa folle senza nessun ripensamento e nessuna esitazione.
Uccidendo miliardi di suoi commilitoni (che come lui a questo punto dovrebbero avere dei sentimenti) senza alcun rimorso anzi quasi godendone felice.
Il pressapochismo del piano di fuga fa inorridire. Niente in confronto ai vecchi espedienti seppur semplici di episodio 4.
Come scappano dal pianeta è insensato. Perchè madare sempre 2 caccia, e 5 fanti quando hai davanti a te la peggiore minaccia?
Come ribeccano Han Solo così a caso poi....
Il film è tutta un incredibile coincidenza che alla lunga stanca.

E soprattutto tutto è di un semplicismo disarmante a partire soprattutto dai dialoghi: ciao io sono della resistenza, i buoni, quegli altri sono dell nuovo ordine e sono belli belli cattivi. fine nessun dialogo.
Se nei vecchi film i soldati imperiali non erano molto bravi con la mira, questi sono dei bersagli mobili che non riescono a beccarli in migliaia.
Un'altra cosa che annoia è che vengono fatti troppo spesso prigionieri giusto per liberarsi dopo 2 minuti...
Il cattivo di turno poi è proprio una megapippa. La sua espressione da deficente quando non indossa la maschera rovina anche il residuo di pathos che questo film poteva darmi. Senza contare che lui, figlio della principessa Leila quindi potente nella forza, istruito dal migliore jedi fin dalla nascita si fa sottomettere da una tipa mai addestrata durante l'interrogatorio e poi in un combattimento con le spade rischia di buscarne dal nero che non ha manco poteri jedi mettendoci quasi un minuto a tramortirlo e poi ne busca di santa ragione dalla tipa. Una cagata senza pari.
Anche come progettano il piano per distruggerla è di un pressapochismo incredibile in meno di 3 minuti elaborano il piano "c'è sempre un modo per distruggerla"... Almeno nel 4 e nel 6 citavano dei fantomatici esperti che ne avevano discusso.
Avrei mille altre piccole cose da dire, soprattutto buchi di trama, ma mi fermo quà.
Vorrei solo sottolineare che i dettagli psicologici di un qualsiasi personaggio non sono minimamente delineati.
Insomma una bruttissima copia di episodio 4 fatta in una maniera orribile.
Non andrò più al cinema a vedere star wars.
L'unico difetto del film, secondo me, è che è effettivamente un po' troppo simile a Episodio IV nella trama. Detto ciò, è un difetto che non ho fatto fatica a perdonare, perché il film è bello, scorre benissimo, il mood è quello giusto. Veder ricomparire Han Solo è stato emozionante :) I personaggi nuovi sono ben riusciti, in particolare Rey. Non concordo con tutte le critiche al nuovo cattivo, il fatto che sembri uno sfigato fanboy di Vader è chiaramente una scelta voluta, che può non piacere, ma che a mio parere lo rende interessante (un altro super cattivo figo sarebbe stata solo una brutta copia di Darth Vader, probabilmente).
Per me film promosso, dal cinema sono uscito più che soddisfatto.
Due "forzature" trovai: la nave mercantile di Han Solo che trova nello spazio infinito proprio l'amato M. Falcon (ok aveva potenti scanner in funzione) e un'altra che non mi ricordo... ah ecco: forse era il fatto che Luke si sia ritirato dalla battaglia solo perché è stato un cattivo maestro. Questo non è nel suo carattere!
Ed anche il salto luce oltre gli scudi (perché non ci hanno pensato prima? Che fanno gli strateghi della resistenza, dormono?)
Buon Natale
per onestà di critica, e premettendo che è più facile rimarcare gli errori che i pregi,
devo ringraziare J.J. per
1) non avermi fatto provare lo sconforto dei 3 prequel ..
2) averci restituito l'ambientazione tipica, dove si percepisce/si respira il vero mondo di Star Wars (della trilogia originale ep.4,5,6): non era scontato rischiare di sbagliare nel ricostruire l'ambientazione tipica, collocando i personaggi in un ambiente anonimo o alla Star trek..
3) aver gettato le basi per il nuovo futuro della serie:
finalmente abbiamo un prequel, fatto prima del sequel..

critico inoltre con ferocia la semplicità con la quale
un piccolo gruppo di assaltatori riesce a distruggere una gigantesca astronave, disattivando gli scudi protettivi..
ma non era la stessa fine di Indipendence Day?
ma dico mio caro J.J, dal 1983 tutti questi anni, tanti film, tanti libri e idee da tutto il mondo per riciclare un finale ormai stra-abusato anche nei B-movies?
MAH..BAH.....
Film bellissimo, stupendo!!
Verissimo, ci sono diversi parallelismi con Episodio IV ma è chiaramente voluto, è un'auto celebrazione per rendere felici i fan della trilogia originale, chi non l'ha capito allora ha problemi...
Sono sicuro che il prossimo episodio sarà di rottura totale con i precedenti...
Ma solo io ho la sensazione che Rey sia destinata al lato oscuro? ha massacrato Kylo con rabbia e l'avrebbe ucciso senza pietà...
Per quanto i poveri Ford e Fisher, beh, quest'ultima nella versione in lingua originale pare sia senza denti, poveretta...ma sono necessari per dare continuità...sono tutte scelte per nn deludere i fan storici, quindi approvo...
Grande emozione quando è apparso R2-D2, il mio preferito!!
Ciao a tutti
Visto finalmente. Non ne scrivo estensivamente oggi ma con calma domani. Devo ancora metabolizzare il flusso indistinto di commenti letto finora. Di una cosa sono però sicuro: Paolo ha creato questo articolo con la precisa intenzione di dare una valvola di sfogo ai frequentatori del Blog.

Epic Win!

Uniche considerazioni a caldo:

Occasione sprecata? Mmmhsì... ma per un mio personale pallino: Snyder al posto di Abrams. Credo che Zack Snyder avrebbe avuto la forza di tirar fuori un Banta vivo dal vecchio cilindro di Lucas.

Seconda considerazione camuffata malamente da "cheffigatachehovistosoloio!!": la millenaria saggia bartender, che quando si leva gli occhiali assomiglia "soprendentemente" ad una creatura di Carlo Rambaldi... Insomma, richiami ad icone dei "bei film di una volta" ce ne sono a josa, pure cross producers.

Per cosa? Per farne una volgare macchina da soldi? Nooo... hanno speso centinaia di milioni di dolàri per fare un film che piacesse solo ad un fan ogni 100.000...
Cito le parole di Gud87 che secondo me centrano in pieno il tombino che fa esplodere la collera dei fan più accaniti: " Anche inconsciamente questi appassionati non accettano di farsi piacere altro che gli elementi di cui si sono innamorati rendendogli troppo refrattari ad idee troppo innovative."

Ovvero, dobbiamo essere più realisti del re. Lasciamoli lavorare e vedremo che ne esce.

Giudizio sintetico sul film/reboot/remake/riassunto?
È tornata l'avventura...


Sono andato 2 volte al cinema per vederlo e rivederlo, per capire esattamente l'idea che mi ero fatto e ve la espongo qui.
Non commento la storia (anche perchè da un lato si è molto forzata, ma non si può neanche discutere troppo della scelta del regista e, sopratutto, non ci si può inventare ancora più di tanto dopo 6 film) ma tutte le scelta stilistiche e tecniche sul film.
Prima una precisazione, non sono un genio del cinema e nemmeno vado alle prime vestito da Woki ma semplicemente amo Star Wars per la sua profondità e la bellezza delle storie, del confronto tra bene e male che ti creava una voglia di entrare dentro la storia per capire la FILOSOFIA dei Jedi e dei Sith, di come in un mondo futuristico e con forze magiche devastanti ci fosse comunque la diplomazia e la politica a fare da padrona. Detto ciò vi dico l'idea che mi sono fatto io.
La profondità dei dialoghi è comparabile ad un film di Bud Spencer e Terence Hill (con tutto il rispetto) con battute (?) che ti fanno anche sorridere, ma in quale Star Wars cè la comicità se non quella di Ian?
I pianeti sono tre in croce e sono pure bruttini e riciclati.
I personaggi, oltre la scelta degli attori che a me personalmente non è piaciuta, soprattutto quella di Kylo Ren, non ti fanno appassionare neanche per un secondo; vivono di titoli precisi e scelti ad hoc per dargli una definizione, altrimenti non avrebbero un senso compiuto (ad es. "il pilota più grande della flotta dei Ribelli" o "traditore" o "la ragazza" alludendo ad qualcosa che non si capisce...). E sopratutto chi ha voglia di diventare Kylo Ren, o Fin o la ragazza di cui mi sono già scordato il nome?
I Villain sono patetici e sopratutto chi sono e da dove vengono? L'unico che ha un minimo di spiegazione, ovviamente, è il figlio di Ian, ma il leader supremo da dove viene? I cavalieri di Ren chi sono? Perchè Ben si è rivoltato a Luke durante l'addrestamento? Poco credibile anche come il tenente del Primo Ordine (?) si rivolga ad un cavaliere di Ren/Sith con tanta arroganza e supponenza. Che cos'è il Primo Ordine? E la Repubblica? Vogliamo parlare di come è stata spazzata via la Repubblica?
Capitolo battaglie: le battaglie spaziali forse non le avrei sbagliate neanche io, comunque sono molto spettacolari.
Ma l'unica battaglia "Jedi" che cosa ci lascia? La spada di Luke completamente trattata come una prostituta, prima la usa Fin (ma come fa a competere con un cavaliere di Ren/Sith uno che manco sa cos'è la forza) e poi la usa la ragazza che incredibilmente senza addestramento (e anche li per dare un senso al tutto fanno dire ad alta voce, quando scappa dalla base, a Kylo Ren alla sua guardia: "trovatela, più tempo ci mettiamo più lei scopre i suoi poteri" che fino a due minuti prima manco sapeva dell'esistenza dei Jedi) diventa una manipolatrice di menti e una spadaccina esemplare.
Insomma non mi dilungo troppo perchè potrei deiventare noioso, ma comunque il mio voto al film è un 5.5/10 e l'ho trovato una lucrata bella e buona ai danni dei fan mentre per le nuove leve può essere anche decente, il prossimo lo vedrò in streaming.
Ho letto un po' di commenti sul film e mi sono reso conto di una cosa: gli sceneggiatori non rileggono in maniera critica quel che scrivono.

E soprattutto anche in questo film vediamo in azione il più potente potere jedi: il culo smodato.

Già l'idea di una base grande come un pianeta è totalmente assurda, quindi potrebbe avere senso che tutte le strutture importanti siano a breve distanza, tipo che so, in un punto grosso come una città. Ma scusate, se non con un colpo di fortuna, come spiegate il fatto che Finn e Solo incrocino "casualmente" Rey che scappa in una base grande come un pianeta? Grazie al culo jedi, ovviamente, esattamente come fa Obi Wan in episodio 2...

Poi, l'ufficiale delle truppe d'assalto con l'armatura diversa (ottimo modo per attirare i laser altrui, aggiungo) come fa ad avere un grado abbastanza elevato da poter disabilitare l'unica difesa della base e per di più da un terminale a caso?

Qqui bisogna darne merito ad Abrams: queste cose, li' per li', non le noti e te ne accorgi se ci pensi dopo.

Ah poi... ma l'iperguida non si poteva attivare solo in certe condizioni o ricordo male?
Ma solo io nell'iniziale incontro-scontro tra Rey e Finn ho percepito un flashback dell'incontro-scontro tra Leia e Han? Perché che tra Rey e Finn nascerà del tenero in seguito si comprende fin da subito. Inoltre nella sorta di coma di Finn vedo un qualcosa di simile all'ibernazione di Han alla fine del V episodio.
Per il resto, anch'io ho avuto continue sensazione i deja-vu. Per carità, è stato commovente andarlo a vedere con i miei figli, come negli anni '80 lo vedevo con mio padre. E prima di stroncare del tutto la storia ho deciso di aspettare gli sviluppi futuri. Mi auguro tuttavia che Rey non sia veramente figlia di Luke, come trapela in giro, o, peggio ancora, di Han e Leia, quindi sorella di Kylo, perché sarebbe banalissimo.
Scusate, ma nell'universo espanso non erano tre i figli di Leia e Han?
Ah! Per concludere non ho apprezzato il ritorno di Han e Chewbecca al ruolo di contrabbandieri, dopo averli visti impegnati nella rivolta.
Difficile, credo, attendersi qualcosa di realmente diverso. Questo genere di cinema è costruito sempre sullo schema di Vogler, il "telaio" è quello. Il Signore degli Anelli? Matrix? Però l'ho trovato godibile. Saluti.
era il riassunto dei precedenti film onestamente, manca completamente di idee originali... mi sarei aspettato qualcosa di molto diverso, visti tutti i precedenti episodi (uno meglio dell'altro).
Mi sono pentito mille e mille volte di aver pagato il biglietto per vedere quest'ultimo episodio... che non sarà purtroppo l'ultimo,in una discesa senza fine verso il nulla. Se semplicemente i tre prequel erano film brutti,questo è peggio: questo è la svendita definitiva della saga alle produzioni di oggi destinate sempre e solo ad adolescenti infoiati che non vogliono trame -tanto non le capirebbero- ma solo vedere giovani fotomodelli/e strafighi e perfetti (la mercante di rottami del deserto tipo tomb raider, con le sopracciglia appena fatte, pelle idratata ed elastica,mani perfette, o l'ex soldato dell'Impero con il cuore tenero, il coraggio di un'anatra e capelli e pelle come la precedente, perfetti). Hanno rovinato per sempre un ex-capolavoro mettendolo in competizione e dunque sullo stesso piano, con filmetti di licantropi, vampiretti e streghette che al massimo dell'impegno...limonano. Qui non si limano, è vero, ma ci si limita a replicare il passato come contenuti e scene, mettendo gli ex eroi di un tempo nell'imbarazzante posizione di dover esser lì presenti solo per creare a tutti i costi un legame, anche se palesemente non ce la fanno più e vorrebbero essere altrove, visto il ruolo cameo della Fischer e persino, a dispetto dei minuti recitati, di Ford, che fa vergognosamente da spalla a questi quattro ragazzotti. L'inutile morte, poi, del suo personaggio grida vendetta e la "testa" figurata degli sceneggiatori. Insomma, son incazz...nero perché mi hanno rubato un mito per regalarlo alla generazione usa e getta, senza un minimo, ma dico un minimo di tentativo di nobilitarne le scarse pretese cinematografiche. Piuttosto che migliorar qualcosa, si rovina ciò che era buono. Mai più vedrò un film di questa gente!
La gente che si lamenta della trama non ha capito che questo è Guerre Stellari?
La trama è quella, poco da fare.
La parte bella è che richiama esattamente ogni parte della trilogia originale:
tre pianeti, una desertico, uno foresta e uno innevato, scontro tra Millennium Falcon e Tie Fighters, fuga dal pianeta inseguiti dagli StoorTrooper (sul "rottame", etc.).

Solo che gioca sulle aspettative degli spettatori che hannogià visto la trilogia originale e che, al contrario dei protagonisti, conoscono e riconoscono (magari alla seconda o terza visione) i particolari:

EG. 1
Rai che indossa il casco da pilota ribelle su Jakku, nella sua capanna fatta dentro un AT, immaginando di essere un pilota ribelle richiama Luke che sognava di andare via da Tatooine e diventare pilota.

EG 2
Finn che accende per errore la scacchiera del Millenium Falcon, oppure che si trova tra le mani il droide volante usato da Luke per addestrarsi in A New Hope.

Eg. 3 L'interfaccia dei cannoni del Millennium Falcon è la stessa delll'originale

C'è pure una citazione "seria" di Balle Spaziali, quando Finn si toglie l'elmetto senza permesso e ansima (e Phasma lo redarguisce). Mancava solo che, come scusa, dicesse che non riusciva a respirare.

Quelli che si lamentano della "potenza" di Ren, hanno fatto poca attenzione a quello che succedeva nel film:

1) Rai è già un pilota di astronavi (quando Finn dice a Ren, mentre corrono alla prima astronave, "abbiamo bisogno di un pilota" lei gli risponde "ne stai vedendo uno". Lei sa che il Millennium Falcon è stato modificato dal precedente proprietario e quindi c'è già stata sopra. Magari non ha molta esperienza come pilota, ma non è la prima volta che porta quell'astronave.

2) Quando Rai si scontra con Kylo Ren, Kylo Ren non è esattamente al top della forma. Sappiamo che 1) deve ancora completare il suo addestramento (uccidere suo padre gli permette di farlo) 2) si è preso un colpo di blaster dalla balestra di Chubecca in un fianco dopo aver ucciso Han Solo. Precedentemente, la stessa arma aveva spazzato via 5 stormtrooper con un colpo solo con il botto che aveva fatto. Praticamente è come se avesse preso un RPG nello stomaco (perché era distratto e CHube lontano e ha agito d'istinto quando ha sparato). Dopo aver preso quella cannonata, va dietro a Rai, la raggiunge (a piedi), la stende al primo colpo e Finn lo affronta con la lightsaber. E fanno vedere bene che Kylo sta sanguinando e si batte sul fianco. Dopo aver steso, non fatalmente ma quasi, Finn, usa il potere Jedi per attirare la spada a se e Rai, dietro usa il suo potere per tirarla anche più forte, in modo che non riesca a prendela e finisca nella sua mano.

3) Rai apparentemente è in grado di imparare immediatamente o quasi ogni potere Jedi o Sith che viene usato contro di lei. Solo che Ren, all'inizio non se ne rende conto. Quando Ren sonda la sua mente, Rai resiste e finisce per sondare la sua, invece.

4) I midiclorian non sono più canon, ma Rai è un l'equivalente di un Omega Level Mutant. Al suo confronto Anakin faceva ridere.

5) apparentemente, Rai è in grado di passare in uno stato di calma e concentrazione totale, quando si trova sotto un forte stress. Per questo diventa tanto potente, tanto velocemente, nella Forza. Il che fa pensare ad un precedente addestramento di qualche genere. Questo è un vantaggio enorme che Anakin e Luke non avevano all'inizio.

6) La dove Anakin non ha mai superato la paura dell'abbandono di sua madre (e di Amidala) e quindi è caduto preda del Lato Oscuro, la dove Luke era troppo impulsivo e ugualmente rischiava di cadere preda del Lato Oscuro della Forza (se avesse ucciso Anakin o ne fosse stato ucciso), Rai ha superato, quando incontra Maz Kanata, la sua paura di non riunirsi alla sua famiglia. Ha accettato che non torneranno su Jakku per lei e che il suo futuro sta fuori da Jakku. Prima lei voleva tornare al più presto su Jakku, per paura che la sua famiglia tornasse e non la trovasse (che è l'equivalente, invertito, del desiderio di Luke di andare via, che però veniva sempre rimandato e che lo teneva sempre su Tatooine, fino a che non perde la famiglia - Zio Ben - e quindi non ha più nessuna ragione per rimanere).

La performance di BB-8 è fenomenale. Chiunque lo facesse andare è un artista geniale di primo ordine, che probabilmente non sarà mai famoso quanto merita.
Ha una espressività allucinante. Sia quando gli dicono che il suo padrone è morto, sia quando dialoga con Finn (quando gli fa il Thumb Up con il cannello del gas).
Dissento veementemente con newcomersfromitaly.

Han Solo è vecchio. Leia ormai è più una dolce nonnina che una sexbomb da carnaio di Jabba. Luke... beh... nze zà ancora...

Anzi... voglio spingermi oltre la bestemmia in Chiesa durante la SS Messa di Natale: il Darth Vader della saga originale maneggiava la spada laser peggio di un fan cicciottello diventato un meme su YouTube!

Ooh... l'ho detto.

Vader a livello combattivo non valeva una frazione di Darth Maul. Suo nipote se la cava meglio. Molto meglio.

Ecco che comincia il mio pippone personale sulle vicissitudini della Galassia lontana lontana:

Avevo 7 o forse 8 anni quando mio zio mi portò al cinema a vedere quello che lui chiamava scherzosamente "Guerre Sperlari".
L'impatto emotivo che quel film ebbe su di me non è direttamente quantificabile ma posso dire che creò in me la smania di volerne ancora. Ne volevo di più. Ogni occasione divenne buona per ririririvedere ancora una volta questi film. Come una dose una tantum ad un drogato occasionale. Negli anni ho cercato in lungo ed in largo nel mondo della fantascienza qualcosa di uguale. Non trovandolo ho sconfinato nel territorio incerto del fantasy, scoprendo più analogie di quante non me ne aspettassi.

Crescendo i gusti sono cambiati, evoluti. E sono diventato più esigente. Quasi intransigente. Ho trovato qualcosa che mi ha instillato di nuovo quella fame di epica avventura senza via di scampo che mi era stata data da Star Wars. E non è Star Wars.

Riguardando ora i film della serie originale, li guardo con tenera compassione, sorvolando sulle mancanze e gli errori con bonaria saggezza. Ma ciò non toglie che siano film infantili. Sì. Infantili.

Non a caso, lo zoccolo duro dei sostenitori di SW sta proprio in una precisa fascia di età, tranne rare e belle (alcune inquietanti) eccezioni. Come accontentare queste generazioni che hanno vissuto La Trilogia negli anni giusti della crescita con coloro che invece non hanno potuto perché non c'erano?

Hanno tentato nrlla serie prequel con la maturità di una storia complessa che però strizzasse contemporaneamente l'occhio alla smania di azione delle nuove leve... fiasco su (quasi) tutta la linea. Almeno stando ai commenti sentiti in giro. Smentiti dai botteghini per altro.

Personalmente non condanno i prequel con JarJar. Li vivo per quelli che erano gli anni di produzione e ne sopporto le incongruenze e le leggerezze. Non al pari della trilogia originale ma quasi.

Ora c'è questo. Spacca in due lo zoccolo. Schifo e rabbia da una parte, aspettativa fiduciosa dall'altra.

Qual'è la parte dove stare? Beh, ognuno lo sa già. È una risposta d'istinto che difficilmente si può razionalizzare e di cui altrettanto difficilmente si può discutere serenamente.

Ma una cosa la suggerisco lo stesso: non sono più il bambino di 7 (o 8) anni che zompava dalla sedia quando mi saltava fuori il sabbipode (bastardo) dalla duna. Ma lo sono stato. E ciò che ho visto al cinema me l'ha un po' risvegliato. Sarà un nuovo corso. Una nuova/vecchia avventura. Una riedizione della lotta tra il bene ed il male. Moriranno personaggi. Nasceranno nuovi eroi. Piacerà? Non piacerà? Chissenefrega!

Io li guarderò comunque tutti. Perché non mi aspetto che facciano un film "per me" o che sfami il piccolo mostro fantascientifico che sta dentro di me. Se ce la faranno tanto meglio. Se non ce la faranno, non sarà certamente colpa loro. Ma mia. Della mia età. Immaginate se avessero fatto tutti e nove i capitoli negli anni 80. Esattamente come sono oggi.

Saremmo ancora ipercritici oppure staremmo aspettando una nuova "nuova speranza"?



Mirco,

La gente che si lamenta della trama non ha capito che questo è Guerre Stellari?
La trama è quella, poco da fare.


Falso. L'Impero Colpisce Ancora ha una trama completamente diversa.


fuga dal pianeta inseguiti dagli StoorTrooper [...] Rai che indossa il casco [...] dentro un AT

Prima di criticare così sprezzantemente le opinioni altrui su un film, sarebbe dignitoso almeno imparare a scrivere correttamente i nomi dei personaggi e degli oggetti citati nel film. Buona giornata.
Visto ieri sera, dopo avere accuratamente evitato qualsiasi trailer e anticipazione, per cui sono arrivato realmente digiuno da qualsivoglia informazione.
Premessa: ho 49 anni, ho visto il primo SW nel cinema parrocchiale a 12 anni, (Han ha sparato per primo, lo ricordo benissimo, ci rimasi male) e poi gli altri. NON ho visto al cinema gli episodi I, II e III ma li ho visti in forte ritardo a casa. Di questi, salvo solo l'ultimo, l'episodio I è vergognoso.
Veniamo a questo. Questa mattina mi sono confrontato con tutti i colleghi che l'hanno già visto, di cui 2 NON hanno mai visto alcun episodio precedente o la trilogia "originale".
Comincio dalla fine: da 1 a 10, gli assegno un 7 complessivo, che sarebbe un 9 per la parte visiva, 3 per la sceneggiatura/dialoghi, 5 per la recitazione (a sua volta da suddividere in 4 per Harrison Ford/Carrie Fisher [magari sono stati i doppiatori, strano, solitamente Gammino è bravo...], 5 per Ben Solo/Kylo Ren, 7 per Finn e 8 per Rey, tra i personaggi principali.
Le "citazioni" sono simpatiche, le scopiazzature, no. Capisco che è un sequel, capisco che non si volessero deludere i fan, capisco che devi rimanere dentro la storia, ma certe "trovate" sono sconcertanti per l'ingenuità e le incongruenze...
Trovo che Ben/Kylo abbia un centesimo dello spessore che dovrebbe avere un "cattivo" del genere. Vista anche la somiglianza, ma non sarebbe stato meglio il bravissimo Tom Hiddleston/Loki? dov'è la pazzia, il tormento, l'inquietudine? Quando si toglie la maschera mi son cadute le braccia...
Quattro rapide gigantesce incoerenze:
- la galassia è grande come un paese della bassa padana, infatti in milioni di parsec quadrati ci si incontra per caso tra triliardi di esseri viventi;
- nelle basi nemiche si entra con il cacciavite dopo essere atterrati "segretamente" e ci si incontra sempre per caso, son piccolissime, neanche fossero pianeti interi dove giri con l'aereo da un punto all'altro: no, in 5 minuti l'hai girata tutta;
- il fioretto e la spada sono materia scolastica, perchè sia Finn che Rey la prima volta che prendono in mano una spada la padroneggiano contro un cavaliere Jedi Oscuro;
- addestramento di anni per diventare cavaliere Jedi? Macchè, Rey in 3 minuti riesci ad apprendere il controllo mentale al punto di leggere lei la mente del suo nemico e dopo poche ore ha la telecinesi e l'autocontrollo che forse nemmeno Obi Wan è mai riuscito ad avere....
Concludo per non ripetere quello che sicuramente hanno già detto i 100 commenti qui sopra (che non ho fatto in tempo a leggere): il film per un neo-spettatore è ben fatto ma ingenuo, per un fan della saga è al limite dell'accettabile ma poteva andare peggio, per chiunque ami le buone sceneggiature e le trame intelligenti è da evitare. Però è ben fatto, coinvolgente, scorre veloce ma non troppo (alla Transfomers...), avventuroso e avrà sicuramente successo. Per me Han ha sparato per primo.
La scena che ho temuto di più proprio sul finale...? "Rey, sono tuo padre"
Una piccola considerazione aggiuntiva:

e se fosse un ciclo continuo? Emerge una forza cattiva che dev'essere bilanciata da una forza Buona altrettanto potente. Una volta ristabilito l'equilibrio, le cose ricominciano daccapo con piccole variazioni fino ad aumentare entropicamente ed esplodere in uno scontro aperto.

I corsi e ricorsi storici che portano il bene contro il male sono allora necessariamente gli stessi e le vicende raccontate si assomigliano conseguentemente.

È accettabile secondo voi, come razionalizzazione della scopiazzatura?
;)
dato che l'ho visto ieri sto leggendo tutti i commenti qua e là per ora quello più vicino alla mia visione è quello di RRobbe, per il resto ho solo letto rant di poco spessore, compreso quello di Ortolani e aimè il tuo.

Poteva essere un film migliore? Sicuramente, con un pelo di coraggio si poteva fare un Road Movie e ci starebbe stato alla grande.

Maz Kanata non è Yoda, sorry non ha nessun influenza sul risveglio e sulla formazione di Rey il tutto nasce dall'incontro con il fratello(?)/cugino(?) è una sorta di memoria della galassia, non è una maestra Jedi (ps ma nella banda del locale c'era Snoop Dogg o me lo sono immaginato?)

Ren è un bel personaggio, un ottimo personaggio (con un pessimo doppiatore ;) ) l'unica cosa che stona è che in questo episodio ha già "troppa" importanza. Avrei preferito una versione ancora più "sfigata" e "trattata male" dai militari.

se proprio devo essere deluso è la figura di Captain Phasma...che senso ha? abbassa gli scudi. Ok.

Anche la starKiller è plausibile nell'universo SW e a ben vedere fa il suo dovere. è praticamente una arma one shot (beh 2 colpi se consideriamo quello fallito verso quello della base/flotta ribelle) e con il suo primo colpo spazza via tutta la nuova repubblica (senato e le poche navi) dando all'ordine un bel vantaggio per il proseguo della storia. la sua distruzione è ininfluente visto che aveva finto le munizioni.

Per il resto ho trovato quasi indigesto il numero di citazioni messe, cavoli JJ è arrivato a citare pure Clerks :D

- Michele
Leggo spesso commenti negativi sulla trilogia prequel. A me invece, che ho visto la trilogia originale da bambina (ed ero letteralmente innamorata di Harrison Ford e odiavo pertanto la Fisher... ma questa è altra storia), la trilogia prequel non dispiace affatto, anzi, spiega le questioni irrisolte della trilogia originale: i motivi che spingono Anakin a passare al lato oscuro, il perché Luke e Leia fossero stati separati alla nascita, il motivo per cui Obi Wan rimane su Tatooine tanti anni come eremita...
Riguardo l'episodio VII... voglio aspettare i prossimi episodi prima di stroncarlo, tuttavia non posso nascondere un po' di delusione. Forse perché, come diceva qualcuno sopra, il mio sogno di bambina è stato in qualche modo infranto.
Al contrario, ai miei figli è molto piaciuto. Loro però hanno visto le altre due trilogie (diverse volte, nonostante la loro giovane età) negli ultimi 7-8 anni; e partendo da episodio I, non da episodio IV per poi tornare indietro. Probabilmente hanno vissuto l'intera saga in maniera diversa.

Dimenticavo: uno dei miei figli ha trovato qua e là delle analogie con Balle Spaziali ;-)
in milioni di parsec quadrati ci si incontra per caso

Non dovrebbero essere parsec cubi?


corsi e ricorsi storici che portano il bene contro il male sono allora necessariamente gli stessi e le vicende raccontate si assomigliano conseguentemente.
È accettabile secondo voi, come razionalizzazione della scopiazzatura?


Della scopiazzatura non so; della storia dell'umanità, sì.
Secondo me questo film rivaluta e non di poco Star Wars 1, 2, e 3 tanto criticati per aver cercato qualcosa di diverso dai primi 3 (4,5,6). Va bene fare qualcosa di simile ma qui come ben detto dall'autore della recensione si copia pari pari tutto il primo film originale (episodio 4), solo con attori vecchi, e mantenendo anche quelle carenze narrative del primo Star Wars originale (perchè il figlio di Ian é diventato cosí? Perché Luke é scomparso con una tale minaccia? Chi é la ragazzina? Perchè il millenium falcon é lí abbandonato e viene trovato solo ora?... perché il clone si ribella?). A questo punto ci sono 2 possibilitá, 1 - JJAbrams scrive un seguito degno del nome e comincia a sviluppare una storia propria che sviluppa questi temi sospesi; 2 - JJAbrams continua sula falsa riga dei primi 3 e scopiazza episodio 5 e lascia tutte le domande in sospeso...spero proprio che questo non succeda!
@Martinobri
Hai ragione, io ragiono ancora "all'antica" ...
Però due considerazioni: le rotte renderebbero comunque ad essere rette in direzioni precise (mica devono fare rotte come noi coi motori tradizionali...) e anche Asimov nel suo "Lucky Start e le lune di Giove" (almeno mi pare) fa fare al protagonista un percorso inusuale, una scorciatoia: abbandona il piano dell'eclettica e passa "sopra" al sole, tanto era l'abitudine a seguire i piani orbitali.
Al momento i miei problemi sono... I semafori.
... e un altro mio problema è la tastiera di default di un Samsung con Android 5.0, io e il correttore ortografico non ci capiamo proprio, statisticamente la parola che propone lui è il più delle volte quella sbagliata, farei prima a scrivere con un T9.
Intendevo, ovviamente, "tenderebbero" anzichè "renderebbero" e Lucky Starr, non Start.
Wow! Discussione da nerds sulle rotte di SW!!! Mi ci butto appesce!

Non so cosa intendano per "iperguida" ma una cosa la so: non possono partire (o non dovrebbero farlo almeno) senza aver calcolato una rotta, atrimenti correrebbero il rischio di finire in una stella o in un buco nero. Data la considerevole densità della popolazione stellare di una qualsiasi Galassia, ammesso e non concesso che vogliano sppstarsi tra più di due miseri sistemi solari e che non vi siano intralci di sorta tra i due, le rotte non possono essere rette.

L'affascinante eleganza della disposizione delle stelle in una Galassia a spirale infatti, alla nostra scala, è un caos immane e spostarvisi attraverso a velocità superiori a quella della luce comporta complicazioni incredibili e necessariamente rotte tortuose.

A meno che l'iperspazio non sia una lacerazione extradimensionale che permetta delle scorciatoie tra le 4 dello spaziotempo sfruttandone altre avvolte su loro stesse...
@Stupidocane
Sì, la galassia è immensamente densa ma... considera le proporzioni: come un neutrino può attraversare il sole senza urtare alcun atomo, un'astronave può attraversare una galassia in linea retta senza incontrare alcun pianeta, esisterà sempre (o quasi) una linea retta che va da A a B e non incrocia nulla in un dato istante, trascurando ovviamente il discorso gravitazionale (e siccome si parla di iperguida.... boh!!!)
Accetto smentite, ovviamente: non sono in grado di dimostrare la mia affermazione in alcun modo, ragiono solo in proporzione e trascurando la gravità (hai detto niente...). Ricordo che se poniamo il nostro Sole a 1 chilometro da Plutone, riducendo tutto in scala, il Sole devi farlo di 21 centimetri di diametro e Plutone di mezzo millimetro... non è poi così denso...
A me il film è tutto sommato piaciuto. La storia ricalca quella di Ep. 4 ma è diversa, non scontata.

Piaciuto "tutto sommato", c'era un che di disagio che poi ho identificato. E' JJA che ha un suo stile, che a me sta profondamente sui cosiddetti. Tutto grande, esagerato, amplificato al massimo. Al di là di ogni necessità narrativa, e semplificando il tutto forzando un po' troppo la sospensione di incredulità. Quel che non mi è piaciuto nel suo Star Trek: pianeti che spariscono divorati in buchi neri, teletrasporti che funzionano dove mai nessuno aveva osato prima, ....

La Morte Nera? Facciamola 20 volte più grande. Per distruggere un pianeta servono 10^28 joule? Facciamo che prende il pieno da una intera stella, (una esplosione di supernova, 10^45 joule) così andiamo sul sicuro. Come fa un pianeta a contenere un'intera stella? Sfido che poi al minimo guasto del sistema di raffreddamento salta tutto.

L'ologramma dell'imperatore (o leader supremo)? Alto 10 metri, così fa più figura.

Non è igienico entrare/uscire dall'iperspazio vicino ad un campo gravitazionale? ma dai, Jan Solo mica si preoccupa delle leggi della fisica (dell'ambientazione), emergiamo direttamente in un bosco, che la frenata tra i pini e nel ghiacciaio, sull'orlo del burrone fa sempre figo.

Servono anni per maneggiare una spada laser correttamente senza affettarsi il braccio (io ho un buco da katana nella MIA giacca da kendo)? Tanto che gli attori si sono fatti mesi di kendo solo per far finta di combattere in modo dignitoso? E che ci vuole. Soprattutto è ovvio come si ACCENDE la spada, visto che non deve accendersi per caso in tasca come un cellulare.

I cattivi che per una normale operazione di polizia radono preventivamente al suolo un paese, col rischio di distruggere il droide che stanno cercando. E non una volta sola, è chiaramente un'abitudine.

Potere della Forza che richiede almeno tu muova una mano davanti alla faccia per convincere qualcuno? No, nuova versione, si fa anche senza addestramento e a mani legate.

I cattivi sono in grado di sconfiggere i buoni in un colpo solo. Sono anni che preparano, in bella vista, la loro superarma. Decidono di usarla e i buoni sono presi alla sprovvista, tutti lì fermi ad aspettare la dstruzione. In ep. 4 la Morte Nera era un'arma segreta, sviluppata in anni di lavoro clandestino, con un regime fascista che aveva ridotto i buoni a un puro simulacro e poteva mantenere segrete le proprie operazioni militari. Qui abbiamo due fazioni diciamo equivalenti, con un'intelligence funzionante, ma i buoni sono annientati premendo un bottone, senza neppure un tentativo di fuga.

Comunque una chicca: lo stile di combattimento di Rey con la spada è chiaramente influenzato dalla sua pratica con il bastone. Non so se sia voluto o se le hanno insegnato soprattutto quello (all'attrice) e poi fa confusione, ma è godibilissimo.

Poi altre incongruenze fan parte del genere. I piloti di Tie che si fan beccare neppure si fosse a setting "ultrafacile" del giochino sono un classico, altrimenti i buoni non vincono. Così gli Sturmtrooper che hanno una mira di merda, tranne quando serve che vincano. L'eroina che si arrampica in bella vista nel pozzo dell'hangar, in una base brulicante di soldati, ma la vedono solo i buoni. E così via....

Aspetti positivi. I combattimenti/inseguimenti/corse folli ci sono, ma non sono il 90% del film, come in ep. 1-2-3, sono parte del racconto e funzionali a questo.
@martinobri: i parsec quadri tornano. Una galassia è molto sottile, 100 parsec al massimo, mentre in "orizzontale" l'unità di misura e' il kiloparsec.

Invece mi chiedo come mai si considerio i pianeti come fossero una cittadina. Sapere che un droide è sul pianeta XYZ è come sapere che io sono sulla Terra. In un punto qualsiasi della Terra.
>>in milioni di parsec quadrati ci si incontra per caso

>Non dovrebbero essere parsec cubi?

beh nell'universo SW le rotte delle navi sono quelle, le navi non vanno a muzzo per lo spazio, seguono dei corridoi "sicuri" e le principali sono tipo 8. Solo è famoso per aver accorciato la rotta di Kessel di 6 parsec
Ciao Guido,

La nostra piccola discussione mi ha portato ad informarmi sulla fisica dell'iperspazio di SW, partendo proprio da un piccolo tarlo che ho da anni: la rotta di Kessel in soli 12 parsec millantata da Han e reiterata nel nuovo episodio.

Ho "scoperto" (qualche fan accanito starà ridendo sotto i baffi a questa mia affermazione) che le rotte iperspaziali di SW sono in realtà fisse. Non ho ancora ben capito come sia possibile poter sfruttare questi fantomatici corridoi preferenziali da qualsiasi punto della Galassia (se sono fisse devono quindi avere anche una disposizione ben definita, come una immensa rete di autostrade galattiche) e non sono molte (perplessità come sopra).

Ora, le spiegazioni sulla rotta di Kessel compiuta da Solo sono varie, ma una di queste secondo me chiarisce un po' la questione.

La rotta di Kessel (raccontata nell'Universo Espanso) è di 18 parsec e si snoda attraverso un cluster di buchi neri, quindi particolarmente pericolosa.

Che Han abbia voluto solo fare lo sborone (spiegazione 1), che sia stata una leggerezza di Lucas tratto in inganno dalla particella "sec" in "parsec" scambiando la misura di distanza con una di tempo (spiegazione 2), quella che mi sembra più interessante è quella che spiega come Han abbia accorciato la distanza passando molto vicino ai buchi neri e sfruttato la loro enorme fionda gravitazionale per passare tra di essi compiendo il minor tragitto possibile in barba alla sicurezza di non venirne risucchiati.

Record che, apprendo, è stato battuto da altri capitani scervellati per poi essere ri-battuto e tornare nelle mani di Han.

Come la (fanta)scienza ci insegna però, ad ogni risposta trovata si aprono altre dieci domande di difficile risposta.

Prima tra tutte proprio come sia possibile entrare in iperspazio da un qualsiasi punto quando queste rotte sono fisse e scarsamente modificabili, se non a rischio di impattare contro una stella, una fascia di asteroidi, una cometa, una nave più lenta...

Secondo problema (che da quando ho cominciato capirne qualcosa di bytes mi lascia perplesso)... di che razza di materiale e tecnologia sarebbero fatte le memorie delle navi spaziali per poter contenere al loro interno una mappa dettagliata di un'intera Galassia?
Io ho notato l'influenza della disney. Tutti i film che entrano in contatto con questa ditta, appaiono , per non dirlo volgarmente, rovinati.
In più ho trovato umiliante l'etica di Kilo Ren, un cattivo senza onore (mio padre lo ha definito una "caccoletta"), un cattivo debole, che subito si fa battere dalla protagonista che ancora non padroneggia le vie della forza, in più uccide il padre in maniera subdola... insomma, dato che hanno copiato la trama, copiate anche l'iconicitá di Darth Vader.
Ero partito con buone speranze, poichè io ritengo jj Abrams un regista abbastanza competitivo se confrontato con ciò che sono gli standard di altri registi (basta guardare "star treck come tutto ebbe inizio"), ciò che ho visto mi è piaciuto in alcuni aspetti, ma mi ha ricordato i cartoni animati "star wars the clone wars", una trama oltre che scopiazzata e priva di grandi colpi di scena, l'unica cosa inaspettata è la morte di Ian solo. La cosa che più mi ha dato fastidio è la trasformazione della principessa Leila in generale Leia. Ho assistito alla caduta di un titano, che ha coronato la mia infanzia e quella di molti altri.
Ah già, quasi dimenticavo: a chi si lamenta della capacità di Finn di poter combattere con la spada contro Kilo Ren, ricordiamoci che è comunque uno Stormtrooper addestrato.

Ok, non sono più i cloni di Fett ma ragazzini rastrellati in giro per la Galassia, quindi senza un "genoma da combattente" come quello di Fett e quindi più inclini ai sensi di colpa, ma rimangono delle "macchine da guerra" benché, in ossequio a Gianni, con una mira di merda. Credo che ogni reparto di assaltatori moderno abbia almeno un'infarinatura di combattimenti "con qualsiasi oggetto a portata di mano", figuriamoci gli operativi di una potenza che mira al dominio di una Galassia...

Non potranno avere nessuna chance contro uno Jedi, sia chiaro, ma contro uno Jedi non completamente addestrato, gravemente ferito e con l'animo in subbuglio per aver appena ucciso il padre... beh, magari due o tre fendenti riescono a stoccarli
Riguardo alle scale proposte da Guido, che non dovrebbero influire sull'esigenza di avere una rotta libera da qualsivoglia detriti, ci sono comunque i "21 cm" della stella da evitare, oltre a tutti i pianeti ed asteroidi e comete gravitanti attorno ad essa.

Sono dell'idea che a velocità di molto superiori a quella della luce basti impattare con un singolo atomo per vaporizzare istantaneamente qualsiasi astronave. O creare una singolarità istantanea tipo un micro buco nero.
@ marco lucchesi

La Disney ha dovuto necessariamente dare un energico colpo di spugna alla maggior parte dell'Universo Espanso e ricominciare un nuovo filone narrativo. Non è fatto escluso che alcuni elementi del nuovo corso attingeranno all'UE, ma l'operazione del franchise è molto chiara: mettersi in diretta competizione con il franchise targato Marvel.

Giusto o sbagliato che sia, come sostenevo qualche post più sopra, la Disney è un'industria dell'intrattenimento e come tale deve operare, costruendo storie che ci costringano a sborsare soldini per andare a vederle.

Non entro nel merito della polemica su Ren. Credo che diventerà un personaggio chiave in futuro. Anzi... mi aspetto un clamoroso ribaltamento di fronte tra lui e Rei... (pia illusione ahimè).

Voglio spendere due parole sui registi: a me Abrams piace. Sa fare il suo lavoro dannatamente bene. Ma in quanto a stile preferisco altri.

Sono un fan di Zack Snyder, folgorato da Watchmen e da quello che ritengo il suo capolavoro, Sucker Punch. Secondo me il suo apporto sarebbe stato molto più incisivo di quello di Abrams che si "limita" a reinventare un modo moderno di raccontare una storia vecchia di secoli. Credo che Snyder ci avrebbe regalato un'epopea indimenticabile.

Un altro regista che mi ha piacevolmente sorpreso in materia di fantascienza è stato Gulliermo del Toro, che ha girato quello che personalmente ritengo il mio nuovo personalissimo Star Wars,ovvero Pacific Rim (attendo fiducioso la valanga di insulti che credo di meritare). In un universo popolato da mostriciattoli come Star Wars, cosa avrebbe potuto tirar fuori un regista che adora i mostri e la tecnologia? In Pacific Rim ho infatti riscontrato molto più Lucas della trilogia originale che non Lucas stesso... (??? Questa faccio fatica a capire persino io che l'ho scritta...)
Immaginatevi di andare a ascoltare la vostra BAND preferita, che ha appena fatto uscire un nuovo album e parte col TOUR live:

Ecco, INVECE di fare tutti i pezzi del nuovo album e SOLO un paio di vecchi classiconi, LORO vi fanno TUTTI i brani che sapete a memoria e solo un paio di pezzi nuovi.

BELLO no?
VI hanno suomato TUTTO quello che, segretamente speravate, fanculo i pezzi nuovi!
Vi siete divertiti a cantare tutta la notte le BALLAD da brividi, che avete consumato sui vostri DVD/con cui avete fuso la vostra chiavetta USB/ve li siete STRIMMATI fino all'ebollizione del wi-fi, ecc.

PERO' alla fine uscite dal concerto senza niente di nuovo in testa.
E magari il giorno dopo, svanita la magia, realizzate che forse - forse - vi siete anche un pochino rotto i coglioni…

Ora sostituite "concerto con la vostra band del cuoricillo" con "Star Wars 7"...
p.s.
ma nessuno ha fatto caso che il nuovo VILLAIN è UGUALE SPUTATO a Neil Gaiman?

No, davvero provate a googlare Kylo Ren e Neil Gaiman, poi mi dite se non ho ragione...
:D
@Stupidocane
Ho visto Sucher Punch senza sapere che fosse di Snyder, così come vidi un giorno in seconda o terza serata Watchmen, catturato dalle prime scene e impossibilitato a lasciarlo lì, non visto, fino ad un orario sconveniente per chi il giorno dopo deve alzarsi e andare al lavoro.
Quindi capisco perfettamente cosa intendi per "folgorato". Di Abrams ho amato Alias e Lost (le prime stagioni, poi ho cominciato a sentire tutto un po' troppo forzato), condivido il tuo giudizio, avrebbe avuto uno stile "diverso", anche con identica sceneggiatura (sempre di Abrams... odio e amo i tuttofare)
Mi manca "Pacific Rim" e ho apprezzato Del Toro in Mimic, Blade e Il labirinto del Fauno. Non commento gli Hellboy, non mi ci trovo.

Una cosa fuori dal film ma hemi ha dato molta noia.

Il combattimento finale di Rey contro Ren è piaciuto molto. E ho cercato in rete un'immagine di Rey con spada laser. Non ne ho trovate. La spada di Luke ce l'ha SEMPRE e SOLO Finn. C'è qualcosa di tabù in una donna con spada laser, al massimo può andare in giro con una vecchia spranga di ferro, ma non con una spada? Anche se quella spada spetta di diritto a lei e non al soldatone muscoloso? O è considerato uno spoiler, anche se appena vedi che lei è attratta dalla Forza sai dove si andrà a parare?

PS: In realtà il mio piano segreto è cercare di diffondere l'idea che una donna è molto più portata di un uomo nel maneggiare le spade, e quindi portare in dojo, per emulazione, una consistente popolazione femminile :-).

PPS: Mi sono rivisti i vari duelli con spada laser. A parte Episodio 4, in cui Vader e Obi Wan fan solo finta, Vader ha uno stile composto, non veloce, ma preciso. Luke è molto impulsivo, alla "attacca sempre non importa come", ma Vader lo aspetta sempre al punto e momento giusto. Quello che ti aspetti da un vecchio maestro, senza l'agilità di un giovane ma con un sacco di esperienza.
Nel prequel gli stili sono molto acrobatici, più da spada cinese che giapponese, e soprattutto molto più di scena. Meno da combattimento reale.
@Stupidocane
Secondo problema (che da quando ho cominciato capirne qualcosa di bytes mi lascia perplesso)... di che razza di materiale e tecnologia sarebbero fatte le memorie delle navi spaziali per poter contenere al loro interno una mappa dettagliata di un'intera Galassia?

Non solo, alla mappa della galassia andrebbero aggiunti tutti i movimenti di ogni pianteta, asteroide, cometa, stella, ecc., con la possibilità di calcolare la posizione e triettoria relativa di un astro rispetto a qualsiasi punto ci si trovi.
Inoltre, non ce la mettiamo qualche funzione alla Tom Tom? Chessò, trovare il bar intergalattico più vicino, la ricerca di un P.O.I. (Plantet Of Interest),...

Secondo me usano computer fotonici a circuiti atomici e interazioni quantistiche :-)
Star Wars episode VII ... "CTRL-C ... CTRL-V awakens !"
Ho fatto qualche conto "spannometrico" ma per memorizzare i 6 classici parametri orbitali con una precisione di 64bit per una galassia di 200 miliardi di stelle sembrano servire meno di 80 TB ... non mi sembra una cosa così impossibile anche aggiungendo bit precisione, e l'orbita dei pianeti dei sistemi abitati. Meno memoria di quella richiesta dal teletrasporto di Star Trek comunque.

Piuttosto sono solo io ad essersi stufato di remakes e reboots? Non è proprio possibile fare fantascienza che non sia ambientata in uno dei tre universi (Star Trek, Star Wars e Marvel) che contano più fan?
Ho visto il film sabato scorso, e da domenica non faccio altro che leggere questo spettacolare articolo e i suoi commenti.

Sono anch'io tra i tanti che a 11 anni correva al cinema a vedere Guerre Stellari, insieme al padre appassionato di fantascienza, conosciuta sui libri. Ricordo il commento di mio padre: "Belli gli effetti speciali, ma la storia l'ho già letta altre 100 volte".

Sono andato anche io al cinema con mio figlio sedicenne: a lui il film è piaciuto molto, di più che Guerre Stellari, visto qualche anno fa.

Io non ho ancora capito se mi sia piaciuto o no; sicuramente mi è rimasto il desiderio di rivederlo, per apprezzarlo meglio.
Mi ha anche stimolato a rivedermi l'episodio IV, cosa che farò nei prossimi giorni: che effetto mi farà il confronto rovesciato?

Infine, la domanda di Solo a Leila (per me Leia è un errore ortografico!): "Hai cambiato pettinatura?" ha valso il prezzo del biglietto.
@ Massimo Musante,

Oddio, il panorama della fantascienza cinematografica è molto vasto. Non so quanti film tu abbia visto ma spero ti renderai conto che la domanda che hai posto è un po' senza senso.
Secondo il mio modesto parere i parallelismi con la serie precedente ci stanno tutte. Considera anche che il cattivo vuole copiare Darth Veder (il nonno) indossando anche una maschera simile malgrado non ne abbia bisogno. Perciò è normale che il lato oscuro si ispiri al passato per costruire la loro macchina infernale.
In altre parole, il vero problema è, semmai, il cattivo che è "un'imitazione consapevole di esserlo" e che riesce solo a fare peggio in quanto non ha ancora trovato se stesso.
Sono un adorante fan di star wars, eppure non posso negare che in questo nuovo episodio della saga compaiano falle che non possono essere ignorate:
1. le spade laser non funzionano più: dopo le battaglie, i personaggi restano immuni e riportano soltanto graffietti miserabili;
2. la Forza non è più importante come una volta: ciò per due semplici motivi:
- non funziona più solo sulle menti deboli, ma ha influenza anche su persone come Rey(che padroneggia la forza senza aver ricevuto alcun insegnamento) e su Finn(CHE HA AVUTO IL CORAGGIO DI RIBELLARSI ALL'ESERCITO DEL PRIMO ORDINE);
-la forza non rappresenta più l'elemento che raffigura ordine e armonia tra tutti gli oggetti e gli esseri dell'universo;
3. Da dove salta fuori la maschera sbruciacchiata di Darth Vader???
4. Chi è Snoke: è un Sith? da dove salta fuori? se è così vecchio , e sono passati solo trent'anni, come mai non avevamo mai sentito parlare di questa figura? e poi, che posizione copre all'interno del Primo Ordine? e nei Sith? e nella vita di Kylo Ren?
5. Manca troppa storia essenziale: cosa è successo tra Han e Leia? La scena che parla di ciò che è successo a Ben Solo è troppo insignificante e viene esposta in maniera frettolosa.
6. Come mai Finn riesche a tener testa a Kylo Ren?
7. Manca una figura importante nel corso del film(A PARTE IL FINALE CON LUKE SKYWALKER): in chi risiede la figura del jedi? Dov'è il Qui-Gon Jin o lo Yoda che addestrano Rey nella padronanza della forza che poi la porteranno a sconfiggere Kylo Ren?

NONOSTANTE QUESTE PICCOLE FALLE VOGLIO SOTTOLINEARE LA MIA ADORAZIONE PER QUESTO RISVEGLIO DELLA FORZA(un titolo un po' di m***a a mio parere)CHE è PROBABILMENTE IL MIGLIORE E IL MEGLIO PROPOSTO TRA TUTTI I 7 EPISODI. IN OLTRE VOGLIO EVIDENZIARE LA MIA ADULAZIONE PER JHON WILLIAMS, QUEL GRANDE DI WILLIAMS CHE HA SAPUTO RIPROPORRE NUOVE VERSIONI DELLE VECCHIE SUITES ACCOMPAGNATE DA NUOVE THEMES DAL SONORO FANTASTICO.
Tommaso Ravaioli,

Sono un adorante fan di star wars,

Star Wars. Un adorante fan non commette questi errori. ;)

Provo a divertirmi assieme a te sulle tue affermazioni:


1. Anche una katana non taglia in due un uomo se il suddetto uomo para il fendente. È comunque una spada, non un disintegratore molecolare che vaporizza chiunque al minimo tocco.

2.
- A) Rey non sa di avere la Forza, tantomeno lo sa Ren. Infatti quando cerca di piegare la sua volontà scopre che Rey è molto più potente di lui. Finn invece con la sua ribellione c'entra poco con la forza. Anzi, impersona invece il lato umano della vicenda.

-B) Se così fosse, nel film nessuno fermerebbe colpi di folgoratore a mezz'aria, non cercherebbe di entrare nelle menti altrui, non attirerebbe spade laser verso la propria mano.

3. Uhm... da un fan questa non me l'aspettavo. Ma dalla sua pira funeraria che diamine!!!


4. A) Snoke è il nuovo cattivone. Devono farci altri due film. Vuoi che ti dicano subito chi è?

5. Vedi sopra. Credo che questi saranno elementi importanti nei prossimi due film.

6. Perchè è incazzato come una biscia, anzi è uno Stormtrooper addestrato incazzato come una biscia e Kylo Ren è gravemente ferito. Eppoi non è che Finn duri poi molto.

7. Chi ti dice che sarà Rey a dover sconfiggere Ren? E se invece Rey diventasse cattiva e Ren il buono che salva tutto? Per la seconda parte della domanda ti sei già risposto: sarà naturalmente Luke il maestro Jedi.

SONO COMUNQUE D'ACCORDO SU JOHN WILLIAMS! È VERAMENTE UN GRANDE!!1!
ORA ABBASSO PERÒ CHÉ URLARE DÀ UN PO' FASTIDIO agli altri...

:)
Scusate, solo a me la sceneggiatura è parsa un insulto all'intelligenza dello spettatore?
Per disattivare gli scudi di un intero pianeta/arma, basta il primo che passa (tralaltro il capo degli addetti ai servizi IGIENICI!)e che schiaccia 2 bottoni?
E gli intrusi nel cuore dell'arma che gironzolano indisturbati per ore, escono per fuggire, tornano indietro, piazzano gli esplosivi e poi se ne vanno indisturbati?
Voto 3
Premetto che io appartengo alla nuova generazione di fan, e ho visto la saga partendo dalla nuova trilogia. In conclusione, a me il film è piaciuto. Parto col riprendendo le parole di Stephanie Zachareck del Time:"nonostante ci siano elementi che sembrano particolari e innovativi, per la maggior parte Il risveglio della Forza si sforza di soddisfare più che stupire". Be per me è esattamente cosi.Tecnicamente stupendo, colonna sonora eccellente (cosi come ci si aspettava che fosse da uno Star wars nel 2015). La trama è volutamente (dico volutamente perché regista e co. Sapevano quel che facevano mentre lavoravano sul film) molto vicina a quella dell episodio IV e anche un po del V a mio avviso: la mega morte nera (con anesso punto debole esposto in modo da essere sfruttato a dovere dai ribelli) ne è un esempio. Ce comunque qualche piccola novità. Lo stormtrooper disertore mi ha lasciato un po spiazzato (fa perdere l immagine clsssica che avevo dello stormtrooper:un soldato freddo e distaccato, una macchina di morte al servizio dell'Impero (o primo ordine, in questo caso)) ma il personaggio complessivamente mi e piaciuto. Belli i riferimenti al film originale cosi come alcuni vecchi personaggi (Han solo su tutti). Anche il nuovo droide mi e piaciuto molto. Kylo ren invece non mi ha convinto del tutto, è partito col botto ,per poi peggiorare quando si e tolto la mschera (non ha per niente la faccia da cattivo) e si è affossato definitivamente quando l ho vsito in difficoltà contro il soldato e perdere contro una che 24 ore prima la forza non sapeva neanche cosa fosse.Ridicolo. Rey mi e piaciuta, unica pecca apprende troppo velocemente come usare la forza. Il cattivo supremo viene da chiedersi da dove sia saltato fuori e chi sia veramente,sembra promettere bene, chissa magari è prporio quel darth plagues (nn ricordo come si scrica esattamente) che addestro palpatine.Insomma complessivamente il film si lascia guardare, inutile dire che mi aspettavo di più in termini di trama, ma va bene lo stesso, aspettiamo l VIII per vedere che risvolti avra, anche se il film è molto simile a una nuova speranza i predisposti per far evolvere la trama ci sono. A presto ragazzi, ci rivediamo all episodio VIII.
@ Capitan Harlock

Beh, perché infilare un paio di missili in un condotto di un'arma grande quanto una luna è invece una grande pensata...

Andiamo, stiamo parlando comunque di Star Wars.

Ci dev'essere sempre un piano bambinesco che possa distruggere i cattivoni.

Se dovessimo essere razionali, quante chances potrebbe avere uno sparuto gruppo di ribelli contro un ipotetico Quarto Reich con un esercito super armato e super addestrato e addirittura con un'arma che può sparare cannonate stellari attraverso la Galassia ed è in grado di cancellare interi sistemi solari?

@ Giovanni Galasso

(nn ricordo come si scrica esattamente)

Refuso freudiano? :)

Stasera ho visto il film in questione al cinema. Il mio giudizio? RIDICOLO.
Omaggiare la saga cosiddetta "classica" non giustifica l'accozzaglia di citazioni che riempiono inutilmente la prima ora e mezza della pellicola. Personaggi completamente buttati a caso, senza spessore e decisamente poco realistici. Nulla a che vedere con le pellicole precedenti.
Rey è un personaggio scontato che va oggi giorno molto di moda: eroina power-player piena di virtù e capacità di combattimento eguali o superiori a chi della guerra fa il suo mestiere. Mi ha lasciato attonito e con la tentazione di lasciare la sala il fatto che questa impari di punto in bianco ad usare la Forza. Lasciamola perdere che è meglio.
Kylo Ren non è introdotto ma si intuisce essere il cattivo solo perché indossa una maschera nel vano tentativo di scimmiottare Darth Vader nel mentre che piagnucola... Letteralmente imbarazzante e da reparto psichiatrico.
Lasciamo stare Finn, di cui si capisce solo l'instabilità emotiva e incapacità militare su tutti i fronti (nonostante l'addestramento di una vita).

Le scene di combattimento sono senza dubbio spettacolari, ma vedere Rey sconfiggere Kylo Ren mi ha fatto venire una colica renale... Seriously?!
Ah, non ho parlato del cattivo gusto cinematografico dato dalla rappresentazione del regime nazista durante il discorso del capo del Primo Ordine, con tanto di bandiere rosse e nere, divise ufficiali identiche a quelle del Reich e saluto finale. Almeno nel Signore degli Anelli, il discorso di Saruman fa un richiamo a questo aspetto, certo non viene ricreata una piazza piena di orchi vestiti da SS.

Del film salvo solo gli effetti speciali e le lacrimuccie che vengono strappate nel vedere i personaggi storici.
Mi vergogno a leggere il livello degli incassi e di avervi partecipato, ingannato dai commenti dei "fans".
Ah, non ho parlato del cattivo gusto cinematografico dato dalla rappresentazione del regime nazista

Beh, ma questo c'è dal primo episodio (primo primo, Una Nuova Speranza): le divise degli ufficiali sono quasi identiche a quelle della Wehrmacht, e l'elmetto di Darth Vader pure. Mi ricordo di averlo letto nelle recensioni prima di andare a vederlo (sì, ho passato gli anta. E da un bel tocco).

Cià, dico anch'io la mia. Mi è piaciuto, e non poco. Però bisogna tenere in considerazione due cose: la prima è che ero già vaccinato per gli aspetti negativi del film, avendone letto qua, quindi hanno avuto un impatto psicologico minore e hanno prevalso gli aspetti positivi. La seconda è che in fondo sono un sentimentalone, per cui la scena del reincontro tra Solo e Leila mi ha fatto scendere una lacrimuccia
(parentesi: quelli che sostengono che la Fisher è invecchiata male a mio parere di donne non capiscono un tubo. Dov'è il fascino di una donna, nell'armonia delle sue forme giovanili o in ciò che c'è al fondo del suo sguardo? Chiaro, se ci sono entrambe le cose è meglio, ma comunque la Fisher la protagonista del presente film se la mangia a colazione).
Non concordo neanche sull'inadeguatezza dell'interprete di Kilo Rey. E' proprio come lo volevano, non maturo e non sufficientemente prestante (drammaticamente) per fare il grande cattivo. Perchè non lo è, è in mezzo al guado. E anche il tormento interiore non mi pare che si stato reso male. Il viso... beh, quando si è tolto la maschera non mi è venuto in mente un bimbetto, come si è scritto, ma uno di quei Conte Dracula dei vecchi film, pallidi, affilati, senza grande presenza scenica ma che davano bene l'idea della malvagità non imponente ma sottile. Immaturo, certo, ma come dicevo è quello che si voleva.
Aspetti positivi.... il grande Harrison Ford, che è uno dei motivi per uscire di casa. E l'averlo fatto sparire mette una grossa ipoteca sul fatto che io vada a vedere i prossimi capitoli.
Soprattutto, però, finalmente abbiamo un film fatto da qualcuno che si intende di fotografia. Forse invecchiando sono diventato troppo esigente, forse il 3D ha le sue esigenze, forse puntano su effetti più facili, ma molti dei film degli ultimi tempi sono di una piattezza sorprendente per quanto riguarda inquadratura e composizione dell'immagine. Mentre per me la fotografia è una delle cose più interessanti nel cinema. Non che ogni film si debba diventare emuli di Kurosawa, ma insomma! Ho appena visto quello della balena antenata di Moby Dick ed è appunto la fiera delle occasioni fotografiche perdute. Quante immagini che potevano uscire dallo schermo, e invece avevano lo spessore dei selfies.
Almeno da questo punto di vista, invece, è un film ben fatto.
Aggiungerò che tra le rentrèe dei vecchi personaggi quella posticcia, oltre ai robottini storici, è dello Skywalker, proprio disarmonica e inutile. Se il film finiva due minuti prima, con loro che partivano alla ricerca, ci guadagnava.
Chiaro, poi, che ogni giudizio su un film va contestualizzato (come tutto). Se si va a vedere un Guerre Stellari non ci si può aspettare di uscire meditabondi come dopo aver visto Blade Runner. Ci si attende un bello spettacolo, costruito su tematiche superficialotte, con una buona storia e con qualche bella battuta da ricordare. Niente di più.
Ci passa un oceano da "uscire meditabondi" e la sceneggiatura di questa... ciofeca.

Non ci vuole un maestro del cinema per capire che persino in bambino di 13 anni trova inverosimile la storia, infarcita di assurdità, un vero insulto all'intelligenza dello spettatore.

Questo senza entrare nell'argomento originalità, ove sarebbe come sparare sulla crocerossa.

Mi dispiace di aver gettato i soldi, ma ormai leggere le recensioni è pressochè inutile: tutti allineati e coperti nel dire che è un film da vedere, quando invece si tratta del peggior film di fantascienza insieme a quella porcata di Lucy.

Per quanto mi riguarda questo capitolo non vale neppure l'energia elettrica per scaricarselo quando uscirà il blu ray.
Io esco ora e a me è piaciuto, istintivamente.
Sulla sceneggiatura tutto è già statod etto sopra e nell'articolo che commentiamo, aggiungerei solo che molto è anche stato preso dai cartoni Star Rebels. Soprattutto la ragazza tiratasi su da se in un pianeta ostile, la storia era già scritta pari pari. Anche i cloni ribelli erano già stati pensati.
Il personaggio che mi ha lasciato più perplesso è Lor San Tekka, interpretato da un attore famoso e subito sparito. Sembrava che dovesse dare di più.
Anche la figura di Poe sembrava dovesse avere più spessore ed è rimasto sbiadito.
Quando sono atterrati al castello questo mi ricordava molto Hogwarts; in Hunger Games i pacificatori erano copiati dai cloni, ora i cloni copiano i pacificatori. Kylo Ren ricorda maledettamente Pyton.
Viva gli effetti speciali ma perché quando cammina Kylo sembra un elefante, ogni volta che appoggia un piede un botto tremendo ? è pure gracilino !!
In ogni caso è un divertimento trovare contraddizioni, assurdità etc ma in generale il film l'ho trovato piacevole.
Ha lasciato la trama aperta facendo venire voglia di capire dove va a parare. Le domande "chi è Rey" "chi è Snoke?" sono quelle che fanno discutere e tornare al cinema. Speriamo che le risposte siano all'altezza.
Aggiungo i miei 5 cent.

Episodio IV me lo sono visto al cinema... non in prima visione ma al cinema parrocchiale qualche mese dopo.
Va da se che ho l'età di Palpatine.
Ma anche che Star Wars mi ha beccato proprio nel momento giusto per adorare la saga (ero già un accanito lettore di fantascienza).

Si parte quindi con l'operazione "nostalgia canaglia".
Il film mi è piaciuto, ha il sapore che deve aver, come qualcun altro ha scritto (forse in un altro blog) è "sporco il giusto".

Le immagini fin troppo lustre degli ep. I, II e III cedono il passo ad un universo un po' più "vero", se mi passate il termine.

Ahimè, buchi nella trama grossi come case, ma anche nei film originali pianeta=città, o vi siete dimenticati come Luke arriva liscio lisci da Yoda?

OK, è il "culo della forza", ma lo accettiamo e si va.

In fondo in fondo, a parte il malefico Jar Jar, anche la seconda-prima trilogia funziona.

Ripeto, non mi ha fatto impazzire ma mi è piaciuto, e andrò a vedre i prossimi.

Per il capitolo "vecchie glorie", Leila non mi ha fatto ne caldo ne freddo, ma quando arriva il magico duo Chewie & Solo (anche se lo abbiamo visto in tutti i trailer e in tutte le salse) mi si è aperto il cuore.

Per quanto riguarda Kylo Ren non posso che quotare il buon Ortolani che lo definisce "Il Frignetta".
Cattivo deludente, e usa la spada laser anche maluccio.

Sorvolo su Voldemort-Snoke

Vedremo i prossimi.
Aggiungo qualche elemento maturato durante il giorno. Vi sono molte altre cose prese dai precedenti film di Abrams.
Intanto ragioniamo su come è cambiato il salto nello spazio. E' diventato sostanzialmente come una passaporta (Harry Potter), o volendo come il teletrasporto. MI rendo conto, il principio fisico è lo stesso, però una notevole traslazione potyteriana. Che poi, se lo poteva fare SOLO col Millenium Falcon, perché non gli altri ? ma questa fa parte delle contraddizioni anche delle puntate della saga.
La scena della spada che "richiama " Rey, oltre che essere presa pari pari da Star Rebels, non ricorda la bacchetta magica che "chiama" il suo padrone ? Va da se che fino a quel momento la spada laser era solo un nobile oggetto. Certamente se lo tocchi non da dei flashback.
Solo che commercia in mostri ricorda incredibilmente Hagrid.
Però è un gioco che rischia di non finire più, potremmo fare così confrontando tutte le saghe; le saghe hanno elementi ben definiti, è quasi ovvio che si ripetano.
E se cercassimo le differenze ? In generale una atmosfera più cupa, dominata dal dolore. Il dolore di Solo e Leila, che prima erano scanzonati dissacratori (almeno Solo), il dolore di Luke, i giovani che anche loro sono dominati dal dolore. Unicamente POE ricorda gli eroi scanzonati dei primi sei capitoli della saga.
Come dicevano Disegni e Caviglia, proprio su Star Wars:

- Che belle le sághe!
- Sì. Ma attento che troppe fanno méle!
Parlando di scene riprese da episodio IV, nessuno ha notato il fatto che Finn e Rey si nascondono in una botola del Millennium Falcon, come fecero i protagonisti del primo film per non essere catturati?
Magari è proprio la STESSA botola...lascio a qualche esperto il compito di verificare :)

In questo caso però credo si tratti più di una citazione...infatti Han Solo li scopre praticamente subito, come se sapesse che quella botola è il primo posto dove andare a controllare.
L'ho visto, mi è anche piaciuto, anche se il secondo tempo mi è sembrato parecchio sotto tono.
Forse anche il primo non era migliore, ma l'entusiamo di rivedere uno Star Wars, probabilmente ha avuto un effetto "booster". Tutto sommato sono uscito dal cinema con il sorriso.
Poi è capitato anche a me quello che ho notato in altri commentatori.
..il senno di poi.
Alla bellissima età di 44 anni le immagini da sole non bastano più. Forse quelle soddisfano i palati dei ragazzini, e tutto sommato essendo ragazzini o bambini quando uscì Guerre Stellari (allora si chiamava semplicemente così)nel nostro immaginario collettivo quello è un film da tripla A. Non m'interessava vedere i vecchi personaggi e non mi interessava particolarmente conoscerne di nuovi, ma volevo vedere cosa, a distanza di tempo stava succedendo in quell'universo lontano nello spazio e nel tempo. Che se ne dica peste e corna, ma a modo suo Lucas un universo uniforme e credibile capace di stare in piedi l'ha creato. Ma ora? dopo trent'anni invece di evolvere questo universo si è avviluppato su se stesso, un vecchio 33 giri la cui puntina salta indietro in continuazione facendoci sentire per l'eternità gli stessi due secondi di sinfonia. Mamma mia che delusione...
ps
scusa Paolo dimenticavo.
C'è in giro un lunacomplottista che dice peste e corna di te in parecchi siti che ho visitato. Un tizio fissato con le fasce di Van Hallen (con la H come dice lui (ogni tentativo di fargli notare che quello è il cantante cade a vuoto))
Hai presente l'elemento?
un saluto
Un tizio fissato con le fasce di Van Hallen (con la H come dice lui (ogni tentativo di fargli notare che quello è il cantante cade a vuoto))

Quello di cui parli tu è Van Halen, con una L sola.
Non è un cantante, ma una band.
Al limite è il cognome del chitarrista, nonchè del batterista (suo fratello).

Forse è per questo che il tizio non capisce il riferimento :)

Massimo,

C'è in giro un lunacomplottista che dice peste e corna di te in parecchi siti che ho visitato. Un tizio fissato con le fasce di Van Hallen (con la H come dice lui (ogni tentativo di fargli notare che quello è il cantante cade a vuoto))
Hai presente l'elemento?


No. Ma lascialo dire. Se non ha niente di meglio da fare nella vita, il problema è suo, non mio.
Se analizzassimo l'esagerata pubblicità di questo film, unita allo sfruttamento di attori/personaggi storici, credo che sia un prodotto abbastanza scorretto.
Il film piace a chi ha seguito superficialmente la saga, ma non può lasciare indifferenti i fans.
Il nuovo cattivo imparentato con uno dei personaggi buoni, il loro faccia a faccia identico a quello della prima saga con risultato prevedibile a tal punto di sperarne un'altro. E meno male che la parentela tra Solo Jr e Darth Vather ha dato una giustificazione in più!?!
Non hanno cambiato nulla!
Ripeto, capisco l'eccessiva pubblicità adesso...
Anche io appartengo al gruppo di quelli che hanno visto il primo Star Wars al cinema 30 anni fa. Ero un ragazzino e il film, per l'epoca in cui fu fatto, mi colpì.
Visto ieri quello di cui si parla: un film più da TV che da cinema e conferma la mia opinione che la saga sia un fantasy che fantascienza. Come hanno fatto notare altri passano le generazioni ma la tecnologia rimane sempre la stessa.
Solo che questo per me non aveva più neanche il fantasy.
Le ambientazioni sono scarse, il solito deserto, la solita foresta e daccapo l'ambiente innevato. Niente mare, ad esempio.
Il bar è sempre lo stesso. Le armi sempre le stesse, le astronavi pure (niente di nuovo in 30 anni?), le battaglie uguali ai duelli aerei stile prima e seconda guerra mondiale, truppe di terra stile anni 50 e così via, i robot che sono una burla e non si capisce perché li facciano, delle basi militari che non hanno neanche un sistema d'allarme, un sistema di sicurezza ridicolo dove una persona sola può disattivare le difese e nessun altro le può riattivare.
I droni non esistono, le nanotecnologie neanche, c'è ancora bisogno di una mappa, come fosse del tesoro, le coordinate non bastano, i computer sono praticamente assenti, le intelligenze artificiali pure, il telefono non si sa cosa sia (ma abbiamo la teleconferenza!). Alcune di queste cose dopo 30 anni già le abbiamo, le nanotecnologie diffuse ancora no ma de ne parlò Feynman nel 1959.

Una saga fantasy, appunto. Ma in questo film anche la fantasia sembra latitare.

Finn sarebbe uno Stormtrooper addestrato ma dal film non si direbbe proprio, le truppe non sembrano affatto ben addestrate, sembrano proprio della normale fanteria. E Finn sembra il meno addestrato. Ce le vedete le Stormtrooper come truppe d'elite di un esercito odierno?

Perché fare un discorso alle sole truppe? Quelli nazisti venivano trasmessi per radio e, se ci fosse stata la televisione diffusa come oggi, sarebbero stati trasmessi anche li. A che serve un discorso fatto alle truppe? Mentre ero al cinema mi è venuta forte la volgia di fare una pernacchia.

In ultimo, nella scnena finale, quando Luke si gira dopo un lungo tempo dove lo vediamo fermo di spalle, io avrei messo il rumore di una zip che si alzava.

@Anonimo
Qual'è la citazione di Clerks?

@martinobri
sulla Fisher siamo pienamente d'accordo! Come anche su Blade Runner, sia la versione del cinema che quelle successive.
I droni non esistono, le nanotecnologie neanche, c'è ancora bisogno di una mappa, come fosse del tesoro, le coordinate non bastano

Indicazioni basate su coordinate possono esistere solo quando si utilizza un punto di riferimento preciso da cui calcolarle. Non è possibile avere un punto di riferimento in uno spazio immenso composto da centinaia di galassie, sistemi e pianeti...e i cui abitanti possono spostarsi indistintamente da uno all'altro con poche ore di viaggio. La mappa, quindi, rimane la soluzione migliore (oserei dire "universale") perchè risulta leggibile e comprensibile in qualsiasi punto dell'universo la si legga.

i computer sono praticamente assenti, le intelligenze artificiali pure,
Le intelligenze artificiali esistono eccome...o ti sei dimenticato che ci sono dei droidi che hanno un ruolo fondamentale in tutta la saga? :)

il telefono non si sa cosa sia (ma abbiamo la teleconferenza!). Alcune di queste cose dopo 30 anni già le abbiamo, le nanotecnologie diffuse ancora no ma de ne parlò Feynman nel 1959.

Però hanno le auto volanti...queste stramaledette auto volanti che, negli episodi I,II e III creano code e ingorghi esattamente come nelle normali strade cittadine. Almeno fino a quando Obi One e Anakin non si accorgono che possono tranquillamente sfruttare la terza dimensione per poterle schivare.

That's sci-fi baby! La fantascienza ci mostra un futuro possibile, magari improbabile o irrealizzabile, ma non necessariamente deve essere la prosecuzione del nostro mondo tecnologico, soprattutto se ambientata in un altro "universo". Del resto basta vedere come la fantascienza del passato continuasse a immaginare gli esseri umani che guidano le già citate auto volanti e con robot antropomorfi che fanno i lavori di casa; entrambe ci sembravano non solo invenzioni fattibili (sarebbe stata solo questione di tempo), ma addirittura utili.
La tecnologia si evolve come una specie vivente: basta una piccola, ma significativa, variazione nel suo percorso per creare ramificazioni completamente diverse. Ad esempio, noi viviamo in un mondo dove la tecnologia punta alla miniaturizzazione, eppure quando sono stati realizati primi impianti stereo e computer, non era un aspetto che era stato preso in considerazione. Anzi, si pensava che la loro evoluzione sarebbe coincisa con l'aumento delle loro dimensioni.
Se non ci fossero state le scoperte che ci hanno permesso di ridurre le dimensioni dei processori o delle memorie, non avremmo gli smartphone, i palmari, i dvd-rom, le chiavette usb....e forse non sentiremmo il bisogno di averne. Oppure ci sembrerebbe impossibile concepirne l'esistenza, così come a noi sembra impossibile che si possa costruire in così poco tempo una gigantesca stazione spaziale o che un bambino possa costruire un droide più intelligente di un qualsiasi supercomputer che gioca a scacchi.
E per capire quanto sia imprevedibile lo sviluppo tecnologico, basta guardare un telefonino di 10 anni fa: quanti di noi avrebbero scommesso che i celluari sarebbero tornati ad ingrandirsi e ad aumentare di prezzo, quando tutto invece faceva pensare al contrario?

Inoltre non dimentichiamoci che SW è ambientato in un universo mediamente povero, devastato da una dittatura e dalle guerre. Il fatto che la tecnologia della popolazione ci appaia arretrata e raffazzonata rispetto a quella in mano alle forze militari, non solo è uno scenario coerente, ma è anche credibile a livello "storico".
Finn sarebbe uno Stormtrooper addestrato ma dal film non si direbbe proprio, le truppe non sembrano affatto ben addestrate, sembrano proprio della normale fanteria. E Finn sembra il meno addestrato

Infatti viene detto che le truppe sono composte da soldati presi e addestrati da giovani, quindi sono persone normalissime che necessitano di essere periodicamente "ricondizionate" (non mi ricordo se nel film si usa esattamente questa parola) quando iniziano a vacillare.
Nello specifico, viene detto che Finn era alla sua prima missione. Questo, non solo serve a santificare Finn (che quindi non è considerabile nemmeno un traditore del Primo Ordine), ma dimostra come lo stesso P.O. sia un istituzione con le pezze: avrà anche grande disponibilità di mezzi e di armi, ma intanto è costretta a raccattare forzatamente la propria manodopera, come facevano le civiltà antiche o come qualsiasi altra nazione che durante le guerre mondiali mandava al fronte ragazzi di 18 anni totalmente inesperti e impaurito. E se il soldato non va bene, si preferisce tentare di rimetterlo a posto, anzichè eliminarlo e rimpiazzarlo.

Perché fare un discorso alle sole truppe? Quelli nazisti venivano trasmessi per radio e, se ci fosse stata la televisione diffusa come oggi, sarebbero stati trasmessi anche li. A che serve un discorso fatto alle truppe?

Perchè, al di là della necessità di creare una scena ad effetto, i trooper sono, appunto, soldati che richiedono di essere motivati, ma anche intimoriti dal loro capo. E poi come sarebbe possibile diffondere quel discorso in diretta a tutte le navi del P.O. sparse per le galassie?

Sono un fan sfegatato di Star Wars e devo dire che con questo nuovo episodio sono rimasto profondamente deluso..hanno rovinato trent'anni di lavoro .. un ironia stupida nulla a che vedere con gli altri 6 episodi .. spero che con i prossimi recuperino perchè con questo hanno veramente fatto un buco nell'acqua.. VOTO:5
Forse la cosa che me lo ha fatto apprezzare di meno è la qualità sempre piú scadente dei nostri cinema italiani. È inammissibile che una catena di cinema enorme e che fa pagare i biglietti a sangue di papa abbia delle sale cinematografiche tanto orribili... schermo bucato in piú punti, poltrone sporche e scomodissime per non parlare della qualità del proiettore scandalosa! Vedevo i singoli pixel e per di piú colori smorti che manco sin city. E infine nessun riguardo per le poltrone site nelle prime file e mi ricordo che fino a qualche anno fa, si riusciva a gustare bene un film anche in prima fila e aggiungo che sono ancora lontano dalla presbiopia. A morte i multisala! Rivoglio la sala classica con l'ottantenne al botteghino e il liceale che arrotonda pulendo la sala e vendendo pop corn e cornetti. In caso contrario c'è sempre casa mia, il mio divano e ledtv che non è piccolo. U.i c.....s spa i miei soldi e il mio tempo non li avrai fichè campo. Ah per il film mi riservo di rivalutarlo quando uscirà in dvd senza dovermi buttare nel carnaio delle attuali sale italiane. Saluti a tutti.
Sintetizzando la sintesi... É uno dei rarissimi casi in cui il remake è (forse) meglio dell'originale
Sintetizzando la sintesi... É uno dei rarissimi casi in cui il remake è (forse) meglio dell'originale
@ Rosario Galizia,

I cinema della mia zona sono perfetti. Soprattutto i multisala. Tra l'altro mi sono anche "svenato" (circa 2.5 € in più del normale biglietto) per le poltrone vip, (rivestite in pelle di un animale vinilico), spazio abbondante per le mie lunghe zampe e nessuna testa davanti.
Commento in occasione della Giornata Celebrativa dei Grandi Assenti dal Blog.


circa 2.5 € in più

Si scrive 2,5.
Si scrive 2,5.

Star Wars Episode VII 1/2: The Revenge of the Orthographic Nazis.

;)
Stupidocane,


Star Wars Episode VII 1/2: The Revenge of the Orthographic Nazis

Si scrive Decimal Separator Nazis. :-)
:DDDD
Sono sempre stato un grande fan della saga, uno di quelli però che in fondo in fondo sono consapevoli che, oltre la patina dorata, tutto è un po' cazzata; ho un po' sofferto con I, II e III, e sono andato al cinema pieno di rassegnazione e privo di eccessive aspettative... così, giusto per star dalla parte del sicuro.

Sono uscito dalla sala con diversi MAH, più che altro per gli eccessivi déjà-vu e per quei due o tre momenti in cui la sospensione dell'incredulità si è messa proprio a sbuffare.
Non sono d'accordo con chi critica particolari come la mancanza di spessore del cattivone, o la mancanza di certe spiegazioni sul background di certi personaggi, e in generale mi lasciano perplesso sia le stroncature totali che i commenti entusiastici... c'è del buono in questo film, peccato solo che sia un po' difficile trovarlo.

Certo è che certe defiance potevano risparcele: primo boccone amaro da mandar giù, passi pure il voler citare/omaggiare/strizzare l'occhio, è il problema scudi. Ma davvero non possono essere oltrepassati da nulla che viaggi al di sotto della velocità della luce, e basta quindi iperguidare appena oltre per non aver problemi? Ma perchè allora non viene imbottita un'astronave di petardi e non la si programma per sbucare dall'iperspazio al centro della cosa da far esplodere??? E questo ragionamento ci porta invariabilmente all'altro grande problema: i progettisti! Basta far progettare ste grandi opere a degli incompetenti, far scoppiare un pianeta dopo una manciata di pistolettate equivale a far crollare un palazzo con un paio di cazzotti all'intonaco di un sottoscala! Passi una volta, passi due... MA TRE???

Grazie comunque un po' a tutti per gli interessanti spunti di riflessione che offrono sempre posti come questo :)

P.S.: avrei dato 10 punti in più a questo film se tra le vari morti all'interno degli X-wing ce ne fosse stata una con protagonista un pilota gungan! "Me colpito che maxi sfortuna dolore maxitosto!!!" ...mai na gioia...
Visto che se ne è parlato, il link al "commento" di Ortolani è questo: https://leortola.wordpress.com/2015/12/25/star-wars-vii-mi-risveglio-a-forza/
i sequelZ POTREBBERO essere peggio (o meglio) di quel che pensate...
da Wired:
http://tinyurl.com/zhcrhn3

Prevedo un mega mash-up tra hulk, ciube e "io sono GROOT"
:P
Ultimo aggiornamento: 2016/02/28 21:00.

Mi sembra ci sia qualcosa di sballato, considerata la data odierna...
Axlman,

sistemato, grazie!
Ultimo aggiornamento: 2016/02/28 21:00.

Mi sembra ci sia qualcosa di sballato, considerata la data odierna...


Non potrebbe essere un problema con la relatività di Einstein?

Forse Paolo si muove troppo veloce...
Certo, la trama in stile remake, gli eventi basati su una serie di coincidenze forzate e molti dialoghi superficiali sono difetti non da poco. Tuttavia, salvo questo film perché ha alcuni aspetti positivi. Innanzitutto, la qualità di gran parte delle scene: moderne con un tocco retrò. Dico gran parte delle scene perchè quella di Han alle prese, prima con delle gang e poi con il mostro tentacolato è fuori luogo e assolutamente aliena allo stile Star Wars.
Altro aspetto positivo, i personaggi principali e gli attori che li intrepretano.
Non sono d'accordo sulle critiche alla presunta precocità di Rey: da molte scene ho dedotto e ne sono ragionevolmente sicuro che ella sia già stata addestrata come Jedi e, poi, sigillata e nascosta per proteggerla. Guardate i flashback confusi, poi considerate quando prova a condizionare i suoi aguzzini: come faceva a sapere di poterlo fare se non la'aveva già appreso e poi dimenticato? Poi, molti dicono: Finn tiene testa Kaylo Ren. Anche qui mi pare ovvio che la Forza scorra in lui solo che lui a differenza di Rey è un vero neofita. Perchè dico ciò: primo perchè solo la forza può liberare una mente condizionata dalla nascita, secondo perchè nella prima scena Kaylo nota il risveglio della forza che avviene in lui e lo dice anche al suo oscuro mentore: secondo me non si riferisce a Rey perchè nel suo caso il risveglio, o meglio la rottura del sigillo, avviene dopo, quando prova a forzarle la mente.
Salvo il film perchè apre risvolti interessanti che, se ben sfruttati, consentiranno alla nuova trilogia di decollare.
parallelo tra SW7 e i film della trilogia
https://vimeo.com/160504168
"Il film ha sicuramente dei lati positivi. I primi 20/30 minuti sono avvincenti (diciamo almeno fino alla fuga da Jakku). La protagonista è molto brava. BB8 simpatico (anche se riprende parzialmente il primo bozzetto di R2D2, all'epoca irrealizzabile). Le scenografie e la fotografia reggono molto bene. Anche il villain inizialmente copre bene il suo compito. Poi, il film inizia a crollare sempre più velocemente seguendo uno sviluppo dell'arco narrativo mal gestito e già visto. Fino all'ennesimo assalto al canalone della terza Morte Nera. Basta, quel film l'ho già visto anni fa... a questo punto fatemi un reboot completo, non un sequel. Quasi inizio a rivalutare i primi tre episodi di Lucas. Almeno la storia brutta era nuova."

Concordo su quasi tutto. Per me per due terzi è un gran bel film. Poi mi ha dato fastidio tutto quel riciclo di situazioni dai film del 77 e dell' 80, anche se gestiti in maniera un po diversa.
Sul fatto che la storia dei prequel fosse nuova... come fatto notare quella del primo vede un ragazzino che viene preso in cura da un cavaliere jedi e che affronta una battaglia nello spazio risultandone decisivo? Ricorda qualcosa? XD
Non mi è piaciuto, e ho curiosamente notato che è stato detto da pochi, la repubblica liquidata in così e perché ci dovrebbe essere una resistenza se è la prima a comandare.
"Riguardando ora i film della serie originale, li guardo con tenera compassione, sorvolando sulle mancanze e gli errori con bonaria saggezza. Ma ciò non toglie che siano film infantili. Sì. Infantili.

Non a caso, lo zoccolo duro dei sostenitori di SW sta proprio in una precisa fascia di età, tranne rare e belle (alcune inquietanti) eccezioni. Come accontentare queste generazioni che hanno vissuto La Trilogia negli anni giusti della crescita con coloro che invece non hanno potuto perché non c'erano?

Hanno tentato nrlla serie prequel con la maturità di una storia complessa che però strizzasse contemporaneamente l'occhio alla smania di azione delle nuove leve... fiasco su (quasi) tutta la linea. Almeno stando ai commenti sentiti in giro. Smentiti dai botteghini per altro.

Personalmente non condanno i prequel con JarJar. Li vivo per quelli che erano gli anni di produzione e ne sopporto le incongruenze e le leggerezze. Non al pari della trilogia originale ma quasi.

Ora c'è questo. Spacca in due lo zoccolo. Schifo e rabbia da una parte, aspettativa fiduciosa dall'altra.

Qual'è la parte dove stare? Beh, ognuno lo sa già. È una risposta d'istinto che difficilmente si può razionalizzare e di cui altrettanto difficilmente si può discutere serenamente.

Ma una cosa la suggerisco lo stesso: non sono più il bambino di 7 (o 8) anni che zompava dalla sedia quando mi saltava fuori il sabbipode (bastardo) dalla duna. Ma lo sono stato. E ciò che ho visto al cinema me l'ha un po' risvegliato. Sarà un nuovo corso. Una nuova/vecchia avventura. Una riedizione della lotta tra il bene ed il male. Moriranno personaggi. Nasceranno nuovi eroi. Piacerà? Non piacerà? Chissenefrega!

Io li guarderò comunque tutti. Perché non mi aspetto che facciano un film "per me" o che sfami il piccolo mostro fantascientifico che sta dentro di me. Se ce la faranno tanto meglio. Se non ce la faranno, non sarà certamente colpa loro. Ma mia. Della mia età. Immaginate se avessero fatto tutti e nove i capitoli negli anni 80. Esattamente come sono oggi.

Saremmo ancora ipercritici oppure staremmo aspettando una nuova "nuova speranza"?"

Commento tra l' interessante e il sacentino. Concordo sul fatto che ora si è più critici anche grazie a internet, che però ha fatto aumentare la voglia di fare show più che commenti come a tratti hai fatto tu sulla trilogia originale. Anch' io trovo i film degli anni 70, 80 infantili, ma
in senso positivo. Se fossero stati dei pipponi indigesti con riflessioni a iosa e altro Lucas sarebbe stato etichettato non come grande narratore, ma come autore pseudo-intelletuale che si filano in pochi.
Ho letto quasi tutti i commenti e devo dire che condivido quasi tutte le critiche e quasi tutti gli elogi. Però in definitiva da tutti viene dimenticato il "motivo" per cui viene girato un film, ovvero attirare spettatori e appagarli. Dunque è si vero che si è trattato di una sorta di remake di Episodio IV, ma chi non lo aveva visto (per carità pochissimi) ha ottenuto tutte le informazioni che gli serviranno per il resto della nuova trilogia. Chi invece lo aveva visto e presumibilmente ha più di quarant'anni, ha sorriso e ha provato un brivido di nostalgia quando è riapparso Han Solo con Chewbacca, quando Finn ha acceso la pesudo scacchiera sull'inossidabile Millenium Falcon e quando è stato trovato Luke. Tutto qua, emozione e nostalgia.
No, niente.
Visto al cine, con megaschermo GALACTICVS, aspettativa alle stelle, ottima compagnia, PERO' mi ero STRAROTTO i maroni e mi faceva male la mascella a forza di sbadigli.

Me lo sto riguardando ora, in tv, mentre mi faccio i cavoli miei al MAC e mi piace.
Buffo.
La trilogia e' una ed una sola. E' ammesso il diritto di citazione, ma quando scrivi qualcosa che dovrebbe essere un sequel ed invece e' un brutale remake con personaggi diversi, anche no...