skip to main | skip to sidebar
3 commenti

Videochicche spaziali: Saturno e ISS, Soyuz in time-lapse, ping pong acquatico sulla Stazione, test di SpaceX

Questo articolo vi arriva gratuitamente e senza pubblicità grazie alle donazioni dei lettori ed è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale. Se vi piace, potete incoraggiarmi a scrivere ancora (anche con un microabbonamento). Ultimo aggiornamento: 2016/01/27 13:30.

Aggiornamento (2016/01/24): ho rimosso il video di Julian Wessel che mostrava un passaggio della Stazione Spaziale Internazionale davanti a Saturno (JWAstronomy) perché è quasi sicuramente un falso, secondo le analisi tecniche.

Aggiornamento (2016/01/25): L’autore del video della Stazione ha ammesso la falsificazione, ma non prima che il video diventasse per qualche giorno la Astronomy Picture of the Day (APOD) della NASA nonostante le documentate analisi e proteste dei massimi esperti del settore. La APOD è stata rimpiazzata oggi.
 
Aggiornamento (2016/01/27): Phil Plait ha un’ottima analisi della vicenda e un vero video du un transito della ISS davanti a Saturno.


Un video in time-lapse a 4K del decollo della Soyuz che ha portato nello spazio il primo astronauta britannico, Tim Peake.



Nello spazio si può giocare a ping-pong con una pallina fatta d’acqua: basta avere delle racchette super-idrorepellenti, come dimostra Scott Kelly in questo video in 4K.



Intanto SpaceX sta collaudando la propria capsula per equipaggi, che sarà dotata di razzi di frenata e di atterraggio. Qui la vedete in un breve test di volo librato, sostenuta soltanto dalla spinta dei motori.



Questi stessi motori serviranno anche come propulsori d'emergenza per catapultare la capsula e l’equipaggio in caso di problemi gravi sulla rampa di lancio e poco dopo il decollo, portandola da 0 a 160 km/h in 1,2 secondi e raggiungendo una velocità massima di 555 km/h, con i risultati visibili in questi video di un pad abort test effettuato a maggio 2015.


Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (3)
Una domanda riguardo alla capsula Dragon2: sarà dotata in ogni caso di paracadute d'emergenza nel caso i razzi di frenata avessero un malfunzionamento?
Come si fa a non tifare per SpaceX? Hanno un'inventiva e un entusiasmo straordinari.
@Rabu: Saranno presenti sia paracadute che razzi, in vari checkpoint durante la discesa i razzi verranno testati per poi decidere se è sicuro un atterraggio propulso o è meglio ripiegare sui paracadute, un doppio sistema simile è molto più di quello che avevano (e hanno) i predecessori, dato che un incidente grave con i paracadute è sempre stato mortale.
@Beor: quest'anno è il loro anno, DragonV2 (tutti i test senza equipaggio), Falcon Heavy e riutilizzo del Falcon 9, sarà un anno spettacolare (e che magari sveglierà un poco la concorrenza)