skip to main | skip to sidebar
11 commenti

Aiuto, la mia casa smart è stata posseduta via radio

Qualcuno, probabilmente un autore di fantascienza, una volta ha detto che nelle case “smart” del futuro sarà impossibile distinguere un attacco informatico da una possessione demoniaca.

Ma non c’è bisogno di aspettare il futuro, secondo quanto riferisce la catena di emittenti radiofoniche pubbliche statunitensi NPR. Chi ha comprato l’assistente di domotica Echo di Amazon ha già questo bizzarro problema.

Echo è un dispositivo che riceve comandi vocali dal padrone di casa e manda comandi digitali ai vari dispositivi interconnessi dell’abitazione: antifurto, luci, cucina elettrica, riscaldamento. Basta dire “Alexa, spegni l’antifurto”, eccetera (“Alexa” è la parola chiave e anche il nome della assistente virtuale integrata in Echo).

 Tutto molto bello, molto cool, molto futuribile. Fino al momento in cui nella casa “smart” c’è la radio accesa su un programma come quello presentato un paio di settimane fa dalla NPR, che parlava proprio di Amazon Echo citando fra l’altro alcuni esempi di comandi. Avete indovinato: i microfoni sensibili di Echo hanno captato i comandi annunciati alla radio e li hanno eseguiti. Gli ascoltatori si sono trovati con il riscaldamento reimpostato, l’impianto audio impazzito, e altro ancora.

Un altro esempio di come l’Internet delle Cose ci viene proposta senza alcuna riflessione sulle conseguenze e senza includere una minima sicurezza predefinita, come per esempio una parola chiave di autorizzazione personalizzata o un riconoscimento della voce delle persone abilitate a dare comandi.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (11)
Perché tu non hai mai visto scatenare il panico su un autobus se qualcuno urla "ok Google"?
La mia casa è quasi totalmente "dumb&lazy": nessun assistente, nessun termostato smart, nessuna philips hue, ecc. Per il momento scelgo un sano distacco e lascio agli altri la fase pioneristico-sperimentale.

Certo che davvero non mi capacito come la gente non rifletta su determinati acquisti pseudo-smart appunto! in primis webcam collegabili a internet che, in cambio di un falso senso di sicurezza, installano un vero e proprio grande fratello in casa nostra. Ma questi assistenti vocali forse sono ancora peggio dato che incamerano terabyte di dati sotto forma di audio registrato senza che nessuno sappia chiaramente cosa ne fanno le aziende.

In ultimo un malintenzionato con una buona preparazione informatica potrebbe entrare nel nostro sistema domestico informatizzato e monitorare i nostri movimenti e sapendo bene quando non siamo in casa...

Forse sono un po' troppo paranoico ma al momento non mi fido.
Non posso fare a meno di ricordare l'episodio di 30 Rock dove Jack presenta il Voice Activation: https://www.youtube.com/watch?v=H1PH8LlFAds
Si, Paolo ma anche se fosse personalizzabile, altre esperienze ci insegnano che nessuno lo personalizzerebbe: quante telecamere IP aperte ci sono al mondo? E quanti router hanno la password di default?
Ahhahaahahahah fantastico! XD
All'Internet of Things, preferirò sempre l'Internet of Thighs.
vabbe, quante volte potrebbe succedere?

Più che altro, i comandi vocali mi sembrano ancora poco evoluti. Col mio televisore li ho disattivati. Anche solo per fagli capire "volume su" (o volume giù) era una guerra. Ho scoperto che faccio molto prima col telecomando. :-)
@Roby10 addirittura "panico" e (se qualcuno) "urla"? Dove vivi, giusto per curiosità?
Anche a me succede che il telefonino pensi di aver sentito "ok google" senza che nessuno l'abbia detto (ne tanto meno io) e il tutto si riduce al fatto che il telefono dice "non ho capito". In conseguenza di questo non ho visto scene di panico. Almeno sul mio autobus...

A volte ci piace scrivere un po' melodrammatici e hollywoodiani ma dai.... "panico" e "urlare ok google".....
@Michele/ENERGIA
Beh, quello che succede se dici "OK google" mentre decine di persone parlano e si attiva la ricerca vocale è che dopo 5/6 secondi ci sono svariati telefoni che a voce alta dicono il risultato della ricerca di... parole a caso captate in una normale conversazione!
A me è semplicemente capitato di parlare al telefono (FISSO) e di pronunciare un normale "OK, son cose che capitano" mentre lo schermo del telefono era acceso e quindi il riconoscimento vocale era attivo, il quale ha preso tutte le parole successive e ad un certo punto mi ha letto ad alta voce con la consueta voce femminile che "Son cose che capitano è il primo album di Biagio Antonacci"....

Panico no, sorpresa, sì.
Secondo me, la sequenza dovrebbe essere questa...

PICARD: Avviare sequenza di autodistruzione. Autorizzazione Picard 4-7 alfa tango.
BEVERLY: Computer, comandante Beverly Crusher. Confermo sequenza di autodistruzione. Autorizzazione Crusher 2-2 beta charlie.
WORF: Computer, tenente comandante Worf. Confermo sequenza autodistruzione. Autorizzazione Worf 3-7 gamma eco.
COMPUTER: Autorizzazione accettata. Attendo codice finale per iniziare sequenza autodistruzione.
PICARD: Qui è il capitano Jean-Luc Picard. Sequenza autodistruzione alfa-uno. Quindici minuti, conto alla rovescia silenzioso. Abilitare.
COMPUTER: Quindici minuti all'autodistruzione. Non ci saranno altri avvisi.

In effetti nel XXIV avranno raggiunto un po di esperienza in campo, o no?! :)
In tema, c'è anche il famoso (?) "Xbox off prank": giocando in multiplayer, un giocatore si registra con un nome tipo "XBOXturnoff". Quando gli altri giocatori parlano di lui, se hanno i comandi vocali attivi indovinate un po' che succede?

Su YouTube ci sono molti video in proposito.