skip to main | skip to sidebar
10 commenti

Trovato il Mostro di Loch Ness. Sul serio

Non è uno scherzo: lo conferma la serissima BBC. È stato davvero trovato il Mostro di Loch Ness. Nel lago Ness, in Scozia, un robot sommergibile della Kongsberg Maritime dotato di sonar ha infatti individuato una sagoma inconfondibile, lunga circa nove metri, con un corpo allungato e un lungo collo sormontato da una piccola testa (immagine qui accanto).

Non è un errore del sonar o un effetto di pareidolia che ci induce a interpretare in modo errato una forma indistinta: è davvero il Mostro di Loch Ness. Ma non nel senso che state probabilmente immaginando. So di dare una delusione agli appassionati di criptozoologia, me compreso, ma si tratta del Mostro di Loch Ness costruito per il film del 1970 Vita privata di Sherlock Holmes (The Private Life of Sherlock Holmes), prodotto e diretto da Billy Wilder.

Il Mostro fu costruito da Wally Veevers, grande firma degli effetti speciali (2001 Odissea nello Spazio e mille altri titoli), ma non piacque a Wilder, che ordinò di rimuoverne le due gobbe. Gli fu detto che questo avrebbe probabilmente compromesso la galleggiabilità, ma il regista non cambiò idea. Gobbe rimosse, mostro inabissato. E da cinquant’anni attende di essere ritrovato.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (10)
Altro che attivissimo, tu sei cattivissimo! Fino a metà del secondo paragrafo ho creduto veramente che avessero trovato qualche strano animale gigante (pur consapevole che sia praticamente impossibile che vi sia). Poi mi hai colpito con una doccia fredda.
Buuuuuuuuuuuuuuuuuuuuu! :-)
...iniziavo a pensare fossi impazzito o ti avessero hackerato l'account ;)
Sarebbe bello riportarlo a galla, il "mostro" di Veevers, magari con dei palloni pieni d'aria.
"Togli le gobbe?": lo diresti a un cammello? Se ci sono, probabilmente gli servono.
Quindi sei un cripto-appassionato di criptozoologia? (magari avevi gia' accennato in passato a questo tuo interesse e io non me ne ricordo)

OT: se vai sull'homepage del sito del Guardian troverai un typo "titanico"...
ricordo che questo "mostro" inabissato generò commenti lungimiranti, all'epoca.
In molti dissero che, con quel relitto, almeno UN mostro nel lago c'era di sicuro.
E la leggenda sarebbe continuata.
Il titolo più corretto secondo me dovrebbe essere "alcuni incivili hanno gettato immondizia in fondo al lago"! :)
Confidando nel tuo senso dell'umorismo, commento che sei un BASTA**O.
(Come al solito, grazie di tutto quel che fai e che scrivi.)
Grazie per la news Paolo, avevo sempre pensato che il "mostro" utilizzato per le riprese si fosse inabissato... per motivi pubblicitari :-)
mi ero preoccupato finche' non ho letto la fine dell'articolo ;)
... che meraviglie!