skip to main | skip to sidebar
4 commenti

Mackeeper è utile o pericoloso? Di certo non gestisce bene le critiche

Mi arrivano spesso domande su MacKeeper, una utility per Mac che promette di aiutare a risolvere problemi di sicurezza ma è nota soprattutto per la sua pubblicità onnipresente e assillante oltre che per aver custodito i dati e le password dei propri utenti tenendoli in chiaro in un file accessibili via Internet.

L’esperto di sicurezza informatica Graham Cluley nota che MacKeeper “non gode della migliore delle reputazioni” anche per via delle proprie campagne pubblicitarie che spaventano gli utenti con frasi allarmanti come “IL TUO MAC È LENTO E PROBABILMENTE INFETTO!”. Gli sviluppatori di MacKeeper rispondono che è colpa dei loro affiliati pubblicitari, però non sembrano scoraggiare queste tattiche promozionali.

Non è l’unico problema di gestione di Kromtech, l’azienda che ora possiede MacKeeper, sta gestendo molto male: Apple Insider segnala che la Kromtech ha risposto ai video di critica di un quattordicenne, Luqman Wadood, intimandogli di toglierli da Youtube se non voleva affrontare una causa legale per molestie e diffamazione e facendogli notare che un’azione legale intentata da Kromtech contro un altro recensore su Youtube era costato al recensore oltre 60.000 dollari di spese legali e giudiziarie.

Uno dei video è ancora pubblico e contiene citazioni e documenti decisamente imbarazzanti, che denunciano comportamenti disonesti e ingannevoli da parte di MacKeeper, come siti di finte recensioni. Il video segnala anche le critiche tecniche e commerciali di iMore, Cult of Mac, PC World e altri siti. PCWorld, in particolare, nota che MacKeeper segnala che un Mac è in condizioni “serie” persino quando si tratta di un OS X appena installato e aggiornato.

Se Kromtech non avesse minacciato di far causa a un ragazzino, probabilmente il suo video e la sua storia non sarebbero diventati così conosciuti. Per cui una cosa è certa: i gestori di MacKeeper dovrebbero ripassarsi il concetto di effetto Streisand.

Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (4)
Fantastico, il modo migliore per darsi la zappa sui piedi!
Per caso quelli di Kromotech hanno gli stessi affiliati pubblicitari di Clean Master?
Comunque, scherzi a parte, quand'è che Apple gli revoca il certificato?
Sono più di vent'anni (se non trenta) che esistono programmi che "ottimizzano" i pc. C'è quello che pulisce e deframmenta la RAM, quello che ottimizza l'hard disk, quello che fa entrambe le cose.

Tutte le volte (ma proprio tutte) che ho provato queste utility, ho notato che il pc va meglio se non ci sono.
Del resto, un'automobile non può andare più veloce appesantendola con la zavorra.

Forse l'unica eccezione fu QEMM, un ottimizzatore di memoria per DOS. Con questa utility si riusciva a far girare programmi che, altrimenti, era problematico far andare.

In questo caso, però, c'era qualcosa che il DOS non utilizzava (o non utilizzava bene) che QEMM, invece, sfruttava: la "memoria superiore".
cioè, c'è davvero gente che prende in considerazione il fatto di installare 'st'affare?
per me una roba che si "pubblicizza" mediante finestre e pop-up non richiesti all'apertura di altri siti con avvisi allarmistici del tipo "hai un virus sul mac!!" o "il tuo mac è pieno di spazzatura!!!" e roba del genere è automaticamente spam.
non lo toccherei manco con un bastone, altro che scaricare e dargli la mia password di amministratore...