skip to main | skip to sidebar
75 commenti

Esiste un modo per dare a WhatsApp una rubrica finta o parziale?

Questo articolo vi arriva gratuitamente grazie alle donazioni dei lettori. Se vi piace, potete farne una per incoraggiarmi a scrivere ancora (anche con un microabbonamento).

La popolarità di WhatsApp spinge molte persone a installare questa app per restare in contatto con amici, colleghi e familiari, che già usano WhatsApp e non hanno alcun desiderio di imparare un’altra app di messaggistica meno ficcanaso (come Signal, Threema, Wickr o Telegram).

Il guaio è che usare WhatsApp significa dare a Facebook (dal 2014 proprietaria di WhatsApp) tutti i numeri di telefonino presenti nella propria rubrica. Se qualcuno vi ha affidato numeri riservati e usate WhatsApp, rivelate a Facebook quei numeri e Facebook raccoglie i metadati delle vostre conversazioni tramite WhatsApp per tenere traccia dei vostri rapporti interpersonali.

Questo, per qualunque persona che rispetti la richiesta di un amico di mantenere riservato un numero di telefonino, è semplicemente inaccettabile. Se poi il numero riservato appartiene a un cliente di un notaio, di un avvocato o di un medico, o a un informatore confidenziale di un giornalista, usare WhatsApp è non solo inaccettabile ma molto probabilmente illegale (violazione dell’obbligo alla riservatezza).

Non c’è un modo per usare WhatsApp senza dover per forza regalare a Mark Zuckerberg l’elenco completo dei propri contatti telefonici presenti in rubrica?

– Non ditemi “non mettere in rubrica i numeri riservati”: significherebbe dire addio alla praticità di una rubrica e dover comporre a mano ogni volta questi numeri, e la mia idea è far vedere a WhatsApp solo i numeri degli utenti che già hanno WhatsApp.

– Non proponetemi l’opzione di non condividere i dati con Facebook descritta qui: è scaduta il 25 settembre scorso.

Una possibile soluzione a questo problema sarebbe fornire a WhatsApp una rubrica filtrata oppure una rubrica alternativa a quella reale. WhatsApp crederebbe di leggere tutti i numeri, ma in realtà ne vedrebbe solo una parte (o addirittura un elenco completamente separato da quello della rubrica reale). L’idea è che tutti i numeri in rubrica siano da considerare riservati (da non cedere a WhatsApp) per default.

Un’alternativa sarebbe trasferire la rubrica vera e integrale altrove (ma in modo che sia comunque accessibile per la composizione dei numeri senza doverli digitare) e mettere nella rubrica standard solo i numeri dei contatti WhatsApp.

Ho cercato un po’ in giro, ma non ho trovato soluzioni di questo genere, per cui mi affido al vostro vasto ed eterogeneo sapere. Se avete idee o proposte, parliamone nei commenti.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (75)
Nelle impostazioni di wa mi sembra sia possibile indicare o meno la volontà di condividere la rubrica con fb. Mi sbaglio? Non risolve il problema?
Refuso nel primo paragrafo:

Riveiate
A spanne senza indagare a fondo, Whatsapp chiama delle API di Android per accedere alla lista contatti (che richiede il relativo permesso, da Android 6 al volo, prima in fase di installazione se ricordo bene).
Quel che dici (sia l'ipotesi di una doppia rubrica, sia quella di filtrare l'unica presente, tipo un bool 'locked' a livello di singolo contatto) si potrebbe fare intercettando tale API (in gergo hook).
Forse si potrebbe fare con un'app custom o via plugin di "Xposed Framework", sotto Android.
Richiederà per forza il root con Android, il jailbreak con iOS.
Credo che l'unica soluzione ad accesso popolare sia 'stressare' il team Android con una feature request, o più praticamente una campagna di crowdfunding mirata a finanziare lo sviluppo di una patch da inoltrare per review.
Rispondo a Marino:
No
Non conosco soluzioni al momento (infatti sono interessato anch'io ai risultati di questo sondaggio). Altra soluzione, poco pratica ma migliore del non salvare i numeri in rubrica è avere due dispositivi di cui uno con i numeri riservati e senza WhatsApp e l'altro viceversa. È scomodo (si veda il caso delle email della Clinton in proposito), ma meno che non avere un'agendina con i numeri riservati.
Non sono propriamente un fan di Facebook & co, e sono conscio che questo mio commento sarà forse impopolare, ma ... considerando che la rubrica che whatsapp si prende è la moneta con cui noi utenti "paghiamo" il servizio, che differenza c'è tra il cercare di usare un servizio senza pagarlo e il "ci piace tanto come lavori ma non vogliamo pagarti" di cui ti lamentavi (giustamente) qualche giorno fa?

Sono assolutamente conscio dei possibili pericoli insiti in una diffusione diciamo così "allegra" dei dati personali implicita nell'utilizzo dei social network e sono assolutamente d'accordo a qualsiasi modo di rendere attenti gli utilizzatori verso tutti gli aspetti di queste tecnologie, ma resta il fatto che questi sono sempre e comunque servizi, forniti da una soggetti che hanno dei costi per fornirteli (i server costano, i programmatori costano, ecc.), servizi che non sei obbligato ad usare e che ti vengono forniti a fronte di un costo (che non è in denaro ma in informazioni, che poi vengono tradotte in denaro dal fornitore del servizio stesso): se non sei d'accordo sulle modalità di pagamento cercare modi per usare il servizio senza pagarlo non mi sembra la soluzione.
tipo questo http://www.androidiani.com/applicazioni/ghostphone-ti-tiene-al-sicuro-da-occhi-indiscreti-61915 o questo http://mobile.manager.it/default.asp?opt=home&folder_code=f_m_a_vss&id_article=A_an-prvcont ? Comunque un po' macchinoso...
Qualcosa del genere paolo: https://play.google.com/store/apps/details?id=com.moboco.hidden.contact&hl=en
?
Dovrebbe creare una rubrica nascosta...
Questo, per qualunque persona che rispetti la richiesta di un amico di mantenere riservato un numero di telefonino, è semplicemente inaccettabile.

no, caro.
Questo e' illegale.
196/03.
3 mesi di reclusione per ogni numero che tu esporti.
Il numero di telefono e' un dato personale e il semplice fatto che tu lo consegni ad un terzo senza aver fatto firmare un foglio...
Ad essere esagerati, anche la memorizzazione in rubbrica sarebbe vietata ma e' oggettivamente un eccesso.

Oltretutto per via della quantita' di dati e di stolti anche chi non volesse essere tracciato lo e' di fatto.

Ma forse sfugge una cosa banale: lo scopo del programma (app e' da vetero neo cool, dai): assorbire dati.
Il fatto che invii messaggi e' secondario se ci pensate.
ICQ, IRC e le MAIL inviano messaggi e lo fanno meglio su tutti i fronti.
WA serve ad altro come dimostra il suo valore di mercato.
Buttavano dentro milioni di $ come noccioline per tenere su l'infrattuttura: chi li paga?
La risposta e' dietro di voi: vendendo il vostro deretano.
WA non e' gratis, si paga in natura.
Siete disposti?
@Marino
No, non lo risolve: Paolo ha scritto "elenco completo". Ho lo stesso problema: non voglio mischiare lavoro e personale e quindi non sono su WA (tra le altre cose: in realtà non ho voglia di essere tempestato di continue notifiche dove solo il 2/3% è un messaggio utile e di "servizio" e il resto è scioccheraggio [neologismo di cui mi attribuisco la paternità visto che su google non risulta, sinonimo non volgare di cazzeggio], per cui con la famiglia continuo ad usare Hangout ben contento di appartenere ad una sparuta minoranza)
Il tuo rivale ( :D ) Aranzulla suggerisce di mettere i numeri che non si vuole condividere nel campo note del contatto, pero' ovviamente poi diventa fastidioso telefonare a quei numeri
Forse non è esattamente una soluzione, ma io per evitare di visualizzare alcuni numeri li inserisco in rubrica con un separatore dopo il "prefisso" (ad es. la virgola). In questo modo non vengono riconosciuti come numeri di telefono validi e quindi Whatsapp non li gestisce. Quando poi voglio chiamarli, basta togliere la virgola direttamente dalla schermata di composizione. My 2 cents...
Stupidocane,

refuso sistemato, grazie.
Ho provato a cercare un po' e su Android non c'è una possibilità "nativa" di gestire due rubriche, a meno di avere due account separati con due rubriche distinte ma in quel caso credo che Whatsapp andrebbe a leggerle entrambe.
Si potrebbe gestire la rubrica "privata" con un programma apposito, integrando il più possibile con Android per quanto riguarda la funzionalità ma mantenendo la gestione completamente separata... non so se esiste già qualcosa del genere, altrimenti possiamo aprire una start-up e crearlo noi :-) Qualche lettore si offre volontario?
XPrivacy, un modulo di xposed per Android, nella sua versione PRO, permette di selezionare una singola applicazione e mostrare solo una parte dei contatti.

Per quanto riguarda iOS non saprei proprio (ma non mi stupirei che anche li, la rubrica, rimanga da Apple)
Più che altro mi sembra un problema l'informazione che associa nome e cognome al numero. Il numero di per se è irrilevante secondo me: puoi fare un numero telefonico a caso e chiamare chicchessia non vedo l'utilità dell'informazione da sola.
ciao Paolo e grazie per l' articolo, volevo chiederti se avendo negato lo share dei miei dati con facebook, la cosa rimane perpetua?
ho dovuto reinstallare il telefono dopo quella data e reinstallare whatsapp, ma ora nelle impostazioni non è presente la possibilità di negare il permesso.
grazie
Ciao, ma usare un'app per secretare foto e compagnia bella?
Io, per esempio, uso Kyms Calc, un'app multi OS (android, iphone, WP) che utilizzo da anni per criptare cose personali, e ha al suo interno anche una rubrica. Ho provato proprio adesso (non ho mai avuto l'esigenza della rubrica nascosta) e in effetti funziona: si crea all'interno dell'app un contatto completo che non appare nella rubrica in chiaro, quando serve si apre l'app con il codice, si va nella rubrica dell'app, si tocca il contatto e l'app chiede se si vuole fare la chiamata. Basta dire sì e parte la chiamata. Nell'elenco delle chiamate effettuate appare solo il numero chiamato, non il nome che rimane all'interno dell'app.
Mi pare potrebbe essere una soluzione...
Ho provato ad inserire un nuovo contatto associato ad un altro account google che ho comunque sul telefono, ma WA me lo legge istantaneamente. Quindi a meno di particolari impostazioni a me sconosciute legate agli account che WA importa, questa soluzione non funziona: WA importa tutto quello che vede in rubrica..
@Clodo, tenendo presente che su Android 6 si possono capillarmente negare i permessi alle singole app(testato sul mio Zenfone) si potrebbe ingannare whatsapp costringendolo a leggere una rubrica fittizia.
Il mio cellulare ad esempio è dual sim, a volte (a causa di un bug) non legge la sim ita e non riconosoce quindi quella rubrica ma attinge dalla rubrica della seconda sim, si potrebbe quindi utilizzarla come rubrica spaventapasseri.
Conservando una vecchia chat di un contatto non più in rubrica si può tranquillamente continuare a chattare con quel contatto.

Andrebbe riprodotto il bug della gestione dual sim, ovviamente non tutti hanno uno smartphone dual sim.
Scusate l'ingenuità, ma non basta revocare a WA i permessi di lettura della rubrica con un gestore di permessi? Io l'ho fatto, e mi pare andare...
Certo, così dovrete aggiungere a mano i contatti che vorrete dare a WA (o sincronizzarli con un account "pulito").

Il problema dei metodi alternativi è che quando si riceve una chiamata non compare il nome del contatto...
Altrimenti andrebbero bene anche un foglio excel o una pagina html (android riconosce i numeri e se ci pigi sopra ti propone di chiamarli).

Sarebbe interessante capire cosa succede con i dual sim, se anche i numeri fisicamente su SIM2 vengono importati in WA o meno.
Forse però la cosa comunque non è semplice, in quanto così come io devo nascondere il numero, altrettanto deve fare anche l'altro, e già la cosa diventa un po'più complicata. Esempio del medico: sia il medico che i suoi pazienti devono mettere il numero in maniera "nascosta" : mica semplice convincere tutti. Forse per questo il "trucco" di Pes della virgola nel numero è l'idea vincente.
La soluzione più pulita e semplice è scrivere un'app che funga da rubrica. In questo modo avresti una rubrica funzionale e pratica come quella del telefono, ma inaccessibile ai programmi esterni.
se non sei d'accordo sulle modalità di pagamento cercare modi per usare il servizio senza pagarlo non mi sembra la soluzione.

Che io sappia, è Whatsapp stesso che è diventato gratis di sua spontanea volontà. Per me andrebbe benissimo tornare a pagare quell'euro all'anno.
Io avevo anche disattivato l'opzione di condivisione dati, ma poi nell'app messenger ho trovato dei "contatti" proposti tra profili facebook di persone che non ho mai avuto tra gli amici né a cui ho mai scritto messaggi via fb, ma che ho avuto in rubrica del telefono. Il bello è che alcuni di questi numeri erano pure stati cancellati un anno o più fa, quando in teoria il servizio non ci doveva ancora essere...
io faccio così magari non è molto pratico però.
i numeri che uso abitualmente sono nel telefonino gli altri li ho codificati in codice vernam. il codice di decrittazione lo cambio di volta in volta prendendo delle lettere in alcuni libri secondo determinati parametri.
così su facebook, al massimo possono vedere un insieme di lettere senza senso indecifrabili senza la chiave visto che il codice vernam è un cifrario perfetto.
Scusate la domanda, che non aiuta nella risoluzione del problema, ma aiuta me a capire meglio una cosa: io non ho un account facebook; come fa WA ad importare la mia rubrica se non esisto sul social network?
Un client alternativo, tipo whatsweb o whatsappmd (che però non c'è nel playstore ufficiale, non so se sia un bene o un male), potrebbe risolvere il problema?

Se riescono a "compatibilizzarsi" con il protocollo di whatsapp sarebbe un po' come usare whatsapp senza whatsapp, un po' come succedeva con amsn ai tempi di msn, o sbaglio?
Che io sappia, è Whatsapp stesso che è diventato gratis di sua spontanea volontà. Per me andrebbe benissimo tornare a pagare quell'euro all'anno.

...che peraltro era infinitamente meno di quello che costa adesso che devi dare i numeri di telefono...

Concordo con Martino.
@TopGun
[quote]tenendo presente che su Android 6 si possono capillarmente negare i permessi alle singole app(testato sul mio Zenfone) si potrebbe ingannare whatsapp costringendolo a leggere una rubrica fittizia.[/quote]
Forse mi son spiegato a metà. Questo che dici è un comportamento previsto nella gestione dei permessi di Android.
Quel che intendevo con il discorso permessi/hack è che un'app NON può interagire con un'altra app o con le interazioni che fà con l'OS (ovviamente a meno che è previsto). A meno che non sia sotto root.

Mi par di capire che Paolo cerca un approccio da consigliare per sensibilizzare sull'argomento, perchè se servisse solo a lui immagino sia in grado di usare root/eXposed (se ha Android...).
Ma non c'è nulla che può consigliare che sia installabile e non richieda root. E, pare, non c'è modo di combinare quel che è attualmente previsto nell'OS per raggiungere lo scopo.
Qualsiasi app che switcha rubriche sarebbe una soluzione precaria oltre che scomoda per l'utente newbie.
Oltretutto se introduci una scomodità notevole, tutta l'iniziativa lascierà il tempo che trova.

L'unica soluzione che vedo è che Google implementi un flag "Riservato"(bool) a livello di contatto, e che i contatti con quel flag non siano accessibili dalle app che han il permesso di leggere la rubrica.
Come convincere Google... bho, presentando una patch già implementata e testata, per questo proponevo una campagna di crowdfunding.
@Paolo, [quote]L’idea è che tutti i numeri in rubrica siano da considerare riservati (da non cedere a WhatsApp) per default.[/quote]
Questo (mio malgrado) sarebbe inaccettabile, causa di ostruzionismo, e una scomodità notevole per chi non è interessato all'argomento.
@blu-flame: il numero di telefono è considerato dato personale solo quando è associato al relativo nome del titolare, altrimenti è un numero e basta.
[quote]Andrebbe riprodotto il bug della gestione dual sim, ovviamente non tutti hanno uno smartphone dual sim.[/quote]
Pensa al target d'utenza a cui mira Paolo... Ci vuol un miracolo/altro-bug perchè sia riproducibile senza root, col rischio che venga chiuso/fixato; limitato ai dual sim; se non proponi agli utenti un'app user-friendly che fà tutto da sola, dovresti spiegare con una guida la procedura, e lascierebbe il tempo che trova.
Una buona parte delle app android riconosce un numero di telefono in qualsiasi testo. Quindi è sufficiente mettere i numeri riservati in un documento a parte, dopodiché basterà cliccare sopra al numero per avviare la telefonata. A me ad esempio è capitato di farlo con Keep, che è comodo anche perché puoi condividere le note (e quindi i numeri) su più telefoni e PC.
martino, pare che non guadagnino un MISERO euro a iscritto pare che arrivino, secondo alcune stime, a 20E per iscritto occidentale e molto meno per quelli del 3zo mondo.
Dopotutto rispetta i 18 miliardi di $ di valore.

Quindi sei disposto per levare che vendano la tua anima a spendere 25E annui?

Gli SMS sono MOLTO piu' economici.
@lucavaldner
HO installato Kyms Calc per android e almeno questa versione non ha la rubrica segreta. Va detto che mettendo nel play store le parole hidden contacts vengono fuori almeno 9 apps che promettono qualcosa di simile a quello che chiede Paolo. Dopodiché si dovrebbe provare ciascuna di queste per vedere se effettivamente funziona, mi pare che alcune promettano anche di cancellare il log di chiamata.
A parte togliere a WA il permesso di leggere i contatti (ma poi non appaiono più i nomi) o salvare i contatti riservati solo in un file di testo (ma poi bisogna digitarli a mano per chiamarli), si potrebbe agire sull'altro lato del problema, cioè l'account Facebook.
Non sono esperto perchè non iscritto, ma si potrebbe modificare il proprio account FB dandogli un numero di telefono finto (controllando che veramente non esista quel numero, telefonandogli)?
Non esiste la possibilità di mettere i numeri riservati all'interno di un documento di testo (per esempio), e poi all'occorrenza dire al telefono di usare quei numeri per una chiamata?
@mrPhelz
Il problema è che il servizio lo paghi non solo con i tuoi dati, ma fornendo anche quelli altrui. Fosse solo il TUO numero di telefono sarei pure d'accordo, ma in questa situazione no. Io non ho Whatsapp installato, in compenso il mio numero è stato fornito a Facebook/WA da tutti i miei conoscenti che l'avevano in rubrica. E non li ho autorizzati io, l'hanno fatto inconsapevolmente o nel migliore dei casi perché non sapevano come evitarlo, che poi è proprio la questione che poneva Paolo.
oh se ti serve un programmatore Fava(tm) son qui
@dani1967
Kyms Calc lo installai la prima volta su iOS anni fa e ricordo che all'epoca era molto "modulare": aveva una versione free con limitazioni e delle espansioni a moduli a pagamento. Io presi solo quello per foto e testo (ciò che mi serviva), non ricordo se c'erano i contatti.
Ora che sono su WP, ho all'interno dell'app: browser, foto/video, contatti, note, downloads, registrazioni audio. Bisognerebbe verificare su ogni OS che funzionalità ha attive.
Io credo sia una buona soluzione, di app così ce ne sono molte (basta cercare nascondi foto o cose simili). Questa ha, a suo dire, il vantaggio di criptare i contenuti, non solo renderli invisibili nell'interfaccia principale, ma non credo sia l'unica (non sto facendo pubblicità a nessuno, intendo! :-D )
@AmiC
Scusate l'ingenuità, ma non basta revocare a WA i permessi di lettura della rubrica con un gestore di permessi? Io l'ho fatto, e mi pare andare...

Era quello che stavo pensando, ma purtroppo non ho modo di testarlo. L'ho fatto da poco con Skype, senza nessun gestore ma semplicemente rifiutando il permesso alla richiesta di Marshmallow, ed ha funzionato.
C'è poi la possibilità di aggiungere il contatto a mano dentro Whatsapp? Con anche il nome?

@Mars4ever
Io avevo anche disattivato l'opzione di condivisione dati, ma poi nell'app messenger ho trovato dei "contatti" proposti tra profili facebook di persone che non ho mai avuto tra gli amici né a cui ho mai scritto messaggi via fb, ma che ho avuto in rubrica del telefono.

Mi sono trovato nella stessa situazione tua ma dai suggerimenti amicizie di Facebook. Anch'io convinto di aver sempre rifiutato ma poi ho scoperto che la rubrica Facebook la aveva. Non so se hai già guardato, puoi vedere i contatti che hai condiviso qui per Messenger e qui per Facebook.

@Clodo
L'unica soluzione che vedo è che Google implementi un flag "Riservato"(bool) a livello di contatto, e che i contatti con quel flag non siano accessibili dalle app che han il permesso di leggere la rubrica.
Come convincere Google... bho, presentando una patch già implementata e testata, per questo proponevo una campagna di crowdfunding.


Ottima idea.
Diciamo che sarebbe interessante se venisse implementato in un'altra ROM (Paranoid?), spesso poi Google pesca funzioni già implementate da lì.
DejaOffice, indicandogli di NON sincronizzare la sua rubrica con quella dei Android?

Uno poi puo' comporre i numeri tramite DejaOffice, e quando squilla il telefono DJ fa vedere il nome della persona che sta chiamando.
io mi trovo molto bene con Keepas2Android. opensource, gratuito e disponibile, in varie incarnazioni, sulle principali piattaforme (windows, macos, linux, android, ios, windows phone...). Sebbene sia concepito per la gestione di username e password, è molto comodo usarlo anche come rubrica telefonica, con l'accortezza di inserire il numero di telefono nel campo "URL". In questo modo basterà un "tap" sul numero in questione per far partire la telefonata.

Tra le altre caratteristiche:
- i dati inseriti non sono condivisi con la rubrica del telefono
- organizzazione della rubrica in cartelle e sottocartelle
- ricerche tramite l'apposito campo
- backup e sincronizzazione del database su cloud (es. dropbox)
- protezione del database tramite password e/o file chiave generato dall'utente.
- multipiattaforma

allego qualche screenshot. Mi scuso in anticipo per le foto scattate tramite un altro telefono ma, per incrementare la sicurezza, l'app inibisce la creazione di screenshot.

https://i.imgbox.com/lwXmmWSN.jpg
https://i.imgbox.com/VRd7zQDk.jpg
https://i.imgbox.com/DCbGuUud.jpg
Con Android 6 immagino sia sufficiente:
Impostazioni->Privacy ed emergenza->Autorizzazioni delle App->Contatti
selezionare Whatsapp e togliere l a"spunta".
Sbaglio?
Ciao

ma scusate, come qualcuno ha suggerito, di per se il numero è così fondamentale? Intendo se io memorizzo il numero dell'infomatore "Paolo attivissimo" sotto il nome "Federico" wa non saprà nulla di più che il numero 335 555 5555 è di Federico o no?

Per altro chi ha un account fb ed ha installato l'app su telefono ha già dato la propria rubrica a fb.

Domanda: ma se io revoco alla app xxx il permesso di accedere ai miei contatti quelli letti ormai sono "andati" immgagino....

F
Il problema è interessante, e senza scomodare le API di Android / iOS (senza contare Windows) direi che si può filtrare il numero singolo mediante un separatore tra prefisso e numero, in modo che WA non lo consideri e rimanga comunque possibile comporlo in automatico. Mi rifaccio insomma al suggerimento scritto da PES, che mi pare la cosa più sensata per l'utente medio e/o che non ha tempo e/o voglia di smanettare.

Mi permetto di aggiungere che lo scenario mi pare giù piuttosto compromesso di suo: filtrare la rubrica per i numeri X e Y non eviterebbe il fatto che quei recapiti siano già stati acquisiti da Whatsapp in precedenza... del resto basta inserire un numero qualsiasi in rubrica perchè, se quell'utente è iscritto, possiamo vederne la foto di profilo e lo stato.

Una cosa decisamente invasiva (il tanto criticato Facebook, ha un livello di privacy decisamente più consistente) oltre che, mi pare, sostanzialmente irreversibile.
Ma secondo voi usare parallel space potrebbe essere una idea ?
La soluzione "rapida" è utlizzare la funzione multiutente di android per dividere la parte personale dalla parte professionale, scomoda sicuramente (almeno per la ricezione delle chiamate, che non mostrerebbero il nome ma solo il numero quando si è l'utente "sbagliato").

A livello programmazione si può sicuramente fare qualcosa tramite xposed, però il problema è come sapere se un dato numero ha whatsapp (se lo ha lo posso includere nella rubrica filtrata, non ho diffuso nulla che whatsapp non avesse già) oppure se non lo ha (ed in quel caso non includerlo).

O si chiede persona per persona (scomodo per i numeri già raccolti) e ci si fa dare il "consenso" a priori, oppure per saperlo bisogna interrogare le api di whatsapp di fatto regalandogli il numero... E poi questo dato va aggiornato periodicamente (whatsapp interroga la nostra rubrica ogni 5 minuti circa... forse un po' eccessivo).

Mi dà anche fastidio l'atteggiamento dei creatori di Whatsapp, Jan Koum e Brian Acton.
Ogni volta che gli chiedono quali dati utente la loro app condivide con FB, diventano evasivi, dicendo che i messaggi sono criptati e che nessuno li può leggere. Ma la domanda era un altra, cari signori.
Uhm, programmare una rubrica ad hoc che permetta o blocchi l'accesso ai contatti da parte di altre app? Non so, magari le API non lo permettono.
Mi sembra un pò esagerata questa fobia della privacy, sarebbe fondata se fossimo nel mondo ideale, ma così non è. Non credete che alla fine abbiano "già" tutti i nostri dati comprensivi di numero di telefono e anche oltre? Purtroppo questo è il mondo del domani, o lo accettiamo o torniamo alla carta e penna.
Sono conscio del fatto che la privacy è importante ma parliamoci schiettamente, ormai la privacy è solo un utopia per i miopi
WA non legge semplicemente la rubrica, ne crea una sua, che é diverso! E anche se non si ha FB, WA si ciuccia lo stesso la rubrica, poi semplicemente non avrà un profilo FB a cui associarla. Se poi qualche app del gruppo ha accesso al registro chiamate, non c'é rubrica segreta che tenga...
Perfino un foglio HTML con l'elenco dei tuoi contatti potrebbe funzionare da rubrica. Lo apri, clicchi sul numero di telefono, tasto verde ed è fatto.

Ora che abbiamo trovato il modo di fregare quei figli di buona donna che ci costringono ad usare le loro app

mi dite quanti di voi hanno disabilitato la sincronizzazione automatica della propria rubrica con i cloud di Google / Apple?

ah già: chissene, quello non fa notizia

Allora, tralasciando discussioni filosofiche e soluzioni da ingegneri software:
Se il problema è chiamare qualcuno non in rubrica senza dover ricordare il numero, banalmente:

- con Tasker (se lo conosci), crei un icona, la chiami Pippo, associ all'icona un task nel quale richiami l'azione "chiama 334222....." (numero di Pippo).
Tu non lo devi ricordare, in rubrica non ce l'hai, ma con 1 clic parte la chiamata.
Questo se devi "coprire" 2-3 numeri.

Se diventano di più al primo clic apri una lista dei nomi, clic sul nome, parte chiamata.
(ci sono un paio di semplici plugin per creare facilmente una lista anche graficamente carina e gestirla da Tasker).

Se hai qualche esperienza con quest'app, inserire un nuovo numero non richiede più tempo di quello che impieghi ad inserirlo in rubrica
Su Samsung credo si possa usare Knox per creare un ambiente isolato su cui mettere i contatti riservati.
Mi sa che il doppio telefono sia l'unica soluzione sensata e facile da usare.
Mettere un punto davanti al numero che non vuoi venga inserito in whatsapp, le chiamate funzionano ugualmente ma whatsapp non dovrebbe vederli
Mi chiedo se esiste un modo per dire a Faceboook / Whatsapp di eliminare il mio numero di telefono - io non li uso ma molti dei miei contatti si`. Qualche idea?
Ho creato un account whatsapp in data 30/09/16 per la mia ragazza, lei ha cliccato erroneamente su "Accetta" quando le è stato chiesto se voleva condividere i dati con Facebook, ma poi nelle opzioni ho ritrovato comodamente la spunta da togliere per rimuovere la condivisione. Ne deduco che non è affatto vero che lo si poteva fare "fino al 25 settembre".
Se hai un Samsung di alta gamma puoi usare knox crei un account alternativo e così whatsapp legge solo i contatti di knox
mi dite quanti di voi hanno disabilitato la sincronizzazione automatica della propria rubrica con i cloud di Google / Apple?

Io l'ho fatto. Io l'ho fatto. :P :P :P

Tra l'altro quando ho trasferito i contatti dal vecchio telefono con l'app motorola, questa me li ha caricati automaticamente in segreto su gmail, e mi ha fatto diventare matto non poco perché poi uscivano i contatti con lo stesso nome anche sugli altri telefoni con il mio account (che magari non uso io) anche dopo aver ri-disattivato la sincro.

Roba veramente da "con il tuo telefono non puoi fare quello che vuoi tu".
Con Android 5.0 si può usare la funzione multiutente per tenere separati gli account, le rubriche e le app.

Basta utilizzare l'utente principale contenente la rubrica completa, senza installare whatsapp.

Poi creare un altro utente, con una nuova rubrica "sacrificabile", ed installare whatsapp.

Fine della storia.

Eventualmente, se si vuole usare whatsapp mentre è attivo l'utente principale, e si dispone di Android 6.0 (oppure una versione qualsiasi di Cyanogenmod, Xiaomi Mi etc), si può fare così:

Usare le funzioni di tutela privacy per impedire alle app di leggere i numeri in rubrica, e poi installare whatsapp nello userspace principale. Funzionerà normalmente, tranne che non si possono inviare messaggi ad altri utenti (perché la rubrica è vuota) a meno che non si riceva un messaggio da costoro, a quel punto la conversazione procede come al solito.





Io ho risolto, involontariamente, con due dispositivi. Sono riuscito a installare Uozzapp solo sul tablet con WiFi, che uso solo a casa, e lì ho messo solo i pochi numeri che servono. Il telefono è salvo (da Uozzapp). @Fede - A FB non interessa il nome che hai in rubrica, interessa il numero di telefono. Incrociandolo con altri ennemila altri dati può venirti tranquillamente a suonare a casa.
Io ho la rubrica condivisa su Google, ma non ho particolari problemi di privacy
Il problema sta tutto in due punti:

1) il fatto che al momento dell'installazione un'apps Android esige una quantità di permessi a cui l'utente può rispondere solo "OK" in blocco senza poterle disabilitare singolarmente;

2) il fatto che qualsiasi apps dotata di permesso di accedere alla rete può trasferire a un host remoto tutto ciò che è in grado di leggere (legittimamente e illegittimamente).

Colabrodo by design.

Whatsapp ti apre comunque i messaggi da numeri sconosciuti per permetterti di... bloccarli.

Qualche tempo fa ho cambiato telefonino, sfoltendo drammaticamente la rubrica, e quindi installato sul nuovo il whatsapp. Risultato? Mi sono comparsi con nomi e cognomi tutti i contatti, anche quelli che avevo cancellato. I server di Facebook (cioè Whatsapp) hanno conservato non solo il numero in chiaro, ma anche nome e cognome e chissà cos'altro. Ed hanno - come si suol dire - un'ottima memoria...
@Urgentissimo!
Il punto 1 è cambiato a partire da Android 6, ora viene richiesta l'autorizzazione per ogni singolo permesso. Cosa che ha i suo i pro e i suoi contro, visto che doverne confermare 5 o 6 spesso si traduce nell'effetto "ancora??? ho detto di sì!!!", ma se non altro, se si riesce a mantenere la soglia dell'attenzione, permette di rifiutare facilmente un singolo permesso.
Il punto 2 è, purtroppo, inevitabile.
Mi domando se abbia alcun senso preoccuparsi di tenere segreta a WA la propria rubrica quando, grazie al proprio numero memorizzato nelle rubriche degli amici, finisce già in pasto a WA e tutti gli altri social... Un paio di verifiche incrociate e la rete dei propri contatti anche se non siamo registrati ad alcun servizio internet è già a disposizione dei colossi web...
Realizzare una applicazione che funga da rubrica secondaria (magari col bottone per effettuare una chiamata o inviare un sms) mi sembra una cosa molto facile. Restano 2 punti contro:
1) Si perde di fatto tutta l'integrazione che ha la rubrica nativa con applicazioni desiderate, quali il telefono ad es.
2) Nessuno ci assicura che la persona X che noi mettiamo nella rubrica "nascosta" abbia fatto lo stesso col nostro numero. Se non è così, WA terrà comunque conto che noi e X ci conosciamo.

Io personalmente ho attivato Whatsapp in un periodo che stavo in svizzera e ancora uso quel numero, però a Facebook ho dato il numero italiano, quindi a rigore di logica Mark non dovrebbe essere in grado di collegare le cose.
I telefoni con Sailfish Os (jolla, intex aquafish, o i russi Oysters SF e Ermak WMD), hanno una dalvik VM per far girare applicazioni android. Tale virtual machine ha tra le impostazioni anche la possibilità di non condividere la rubrica con le app android. Metto a breve uno screenshot sul mio profilo livejournal.
WA sembra che possa vedere la rubrica solo in base ai filtri impostati sulla rubrica stessa.
Ad esempio, io ho impostato un gruppo "amici" e un gruppo "lavoro". Normalmente ho nelle impostazioni di visualizzazione della rubrica il filtraggio in modo che lavoro non sia visibile. In questo modo, quando scorro la rubrica del telefono vedo solo i contatti del gruppo amici, ma se uso la funzione di ricerca o se ricevo chiamate/sms il numero del gruppo lavoro è correttamente associato alla scheda.
Ma, così facendo, i contatti del gruppo lavoro NON me li ritrovo nei contatti WA. Non posso cercarli, e se mi contattano loro mi risultano come contatti nuovi anche se sono in rubrica. Dal che sembrerebbe che i contatti filtrati in rubrica nelle impostazioni di visualizzazione non siano visibili all'app WA.
Può essere di aiuto?
Unknown,

ti riferisci a iPhone o Android? Mi daresti qualche dettaglio?
Ciao Paolo,
mi riferisco ad android. Ho fatto un po' di prove e la cosa è identica sia su un moto g che su un samsung S5. Si verifica solo se imposto le opzioni di visualizzazione dei contatti della rubrica su "personalizza": con questa opzione abilitata selezionando o deselezionando i gruppi in cui ho diviso la mia rubrica gmail compaiono e scompaiono i contatti in whatsapp.
La cosa non sembra verificarsi se provo ad includere o escludere interi account gmail dalla rubrica, o con i contatti salvati in locale o su account non gmail (come i contatti linkedin). Mi sembra si verifichi solo con i gruppi di contatti in gmail. E' da sempre che uso questo metodo per evitare di avere nell'elenco contatti di whatsapp contatti lavorativi o sgraditi.
Se è quello che cercavi e se servono altri dettagli a disposizione.
Valerio
@Unknown
Io non riesco a riprodurlo su un Nexus 5 con Marshmallow.
Se nell'app Contatti scelgo la visualizzazione Personalizza e attivo solo alcuni gruppi, in quell'app vedo solo quei contatti, ma in Whatsapp continuo a vederli tutti.

In ogni caso, credo che sia poco utile.
Nelle API per l'interrogazione dei contatti è prevista per ogni contatto la flag IN_VISIBLE_GROUP, che indica se il contatto appartiene ad almeno un gruppo visibile. Questo serve alle app che hanno accesso ai contatti per decidere se l'utente vuole che il contatto venga mostrato o meno. Quindi l'app ha comunque accesso al contatto, ma può decidere di non mostrarlo rispettando le preferenze globali dell'utente.
Se la scelta di Whatsapp è condividere tutti i tuoi contatti con Facebook, indipendentemente dal fatto che tu li voglia vedere nella schermata selezione contatti o no, può tranquillamente farlo senza problemi.
Ho capito perché a me non funzionava: tra le opzioni di Whatsapp c'è proprio quella per mostrare o meno i contatti nascosti.
Ma in caso di dual sim whatsapp attinge solo dalla rubrica della sim del numero associato all'accout whatsapp?