skip to main | skip to sidebar
32 commenti

Ci vediamo alla Camera dei Deputati il 29/11 per parlare di bufale e dei loro danni?

Ultimo aggiornamento: 2016/11/28 18:00.

Avete subìto un danno importante da una bufala? Vi andrebbe di raccontarlo alla Camera dei Deputati? Allora contattatemi.

Le bufale, nonostante il nome frivolo, hanno effetti pesanti: danneggiano privati e aziende, influenzano l’opinione pubblica su temi importanti come salute, sicurezza e politica. Per questo la Camera dei Deputati ha indetto per il 29 novembre il convegno “Non è vero ma ci credo – Vita, morte e miracoli di una falsa notizia”.

Il convegno inizierà alle 10 a Palazzo Montecitorio, alla Sala della Lupa, e sarà visibile anche in diretta streaming presso Webtv.camera.it. Avrà come relatori Giovanni Boccia Artieri (docente di sociologia dei media digitali), Ida Colucci (direttrice del TG2), Enzo Iacopino (presidente dell’Ordine dei Giornalisti), Raffaele Lorusso (segretario nazionale FNSI), Gianni Riotta (giornalista de La Stampa, che sostituisce Maurizio Molinari, direttore de La Stampa, previsto inizialmente), Luca Sofri (direttore de Il Post) e Walter Quattrociocchi (direttore Computational Social Science a IMT Lucca). Interverrà la Presidente della Camera dei Deputati, Laura Boldrini, e io sarò presente come moderatore.

Il convegno è aperto al pubblico: se volete assistere, accreditatevi seguendo le istruzioni che trovate nell’immagine-invito qui sotto. Per chi non può visualizzare le immagini, le istruzioni sono queste:

R.S.V.P. 06.67609307
cerimoniale.adesioni@camera.it 
indicando data e orario dell’evento

Accesso dall’ingresso principale di Palazzo Montecitorio
L’ingresso è consentito entro le ore 9.45 fino ad esaurimento posti



2016/11/28 18:00. Molinari verrà sostituito da Gianni Riotta: ho aggiornato l’elenco dei partecipanti. Si parla del convegno sul sito della FNSI e sul sito della Camera.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (32)
Ciao Paolo,
ti segnalo una "t" al posto di una "r" nel nome Luca Softi.
Buon lavoro.
OMG! E adesso chi ti toglierà più la patente di disinformatore pakato dalla kasta e dai poteri forti? :-D
Paolo, capisco che il tuo ruolo di moderatore non lo consentirebbe, ma nei miei sogni ci sei tu che, mentre Molinari o Sofri (typo: hai scritto "Softi") tuonano contro chi propaga bufale (succederà, lo so), tiri fuori una pagina web della Stampa o del Post (e magari anche di qualche altra testata, tanto c'è anche il Presidente dell'Ordine dei giornalisti) e gli metti sotto il naso le schifezze copiaincollate postate da loro "giornalisti"... quello sarebbe davvero un bel momento ;)
E pensare che c'è gente che vuole articoli gratis da te per darti visibilità
Non ho subito danni diretti, ma penso che anche perdere la credibilità per divulgare notizie non attendibili sia un danno non da poco alla propria dignità personale. Per cui verifico tutto quello che mi è possibile verificare, e li dove non riesco, se ho dei dubbi cerco di verificare chiedendo direttamente o segnalando notizie che non mi convincono a siti come Butac o Medbunker.

Un amica mi ha chiesto di aiutarla a verificare questa notizia, che sta girando da alcuni giorni, non c'erano smentite dirette, per cui ho segnalato a Butac e Medbunker perchè trattandosi di notizie che riguardano faccende mediche non penso che si possano trascurare, però per conto mio ho fatto alcune ricerche parallele Cercando bill gates bufale vaccini ho capito che giravano già notizie smentite su Bill Gates riguardanti i vaccini, http://www.butac.it/le-cazzate-degli-antivaccinisti/ http://www.bufale.net/home/bufala-ridurre-popolazione-mondiale-miliardo-bufale-net/

http://www.vacciniinforma.it/2015/12/12/bill-gates-e-i-vaccini-mortali-citato-dai-medici-indiani-per-aver-portato-la-morte-attraverso-le-false-missioni-umanitarie/3779




La filantropia di Bill Gates: 30.000 bambine indiane usate come cavie per la sperimentazione del vaccino antitumorale http://www.altrainformazione.it/wp/2016/10/28/la-filantropia-di-bill-gates-30-000-bambine-indiane-usate-come-cavie-per-la-sperimentazione-del-vaccino-antitumorale/

Non riesco a capacitarmi come possano fare circolare falsità del genere, solo per avere qualche click in più o per perorare una causa fondata sulle menzogne per interessi personali, come quelle degli antivaccinisti...
scusa Paolo penso di non avere copiaincollato per bene il link incriminato che ho cercato di capire se fosse fuffa

http://www.altrainformazione.it/wp/2016/10/28/la-filantropia-di-bill-gates-30-000-bambine-indiane-usate-come-cavie-per-la-sperimentazione-del-vaccino-antitumorale/
No, scusa, credo di aver capito male.
Un convegno sulle bufale, quindi sulle fesserie, alla Camera dei Deputati?
Cioè, si parlerà dei pericoli collegati alle BUGIE in casa dei POLITICI?
Come parlare del rischio del razzismo in casa di Hitler.
Alle mie orecchie suona comico, scusate. :-D
Cioè, ben venga l'evento in se, per carità, ma parlare di menzogne in casa dei professionisti della bugia è... paradossale, ecco. :)
Complimenti Paolo. Come già detto da qualcuno, il tuo ruolo forse non lo consentirà, ma fai capire a quelle teste di pazzo dei politici di smettere di fare interrogazioni parlamentari sulla fuffa fritta e al presidente dell'ordine dei giornalisti che di Giornali veri in Italia ne sono rimasti pochi. Per me è la tua grande occasione di poter dire ai piani alti quello che hai sempre detto qui sul tuo blog "campagnolo". Pesta duro mi raccomando! :-)
Paolo, in aggiunta al commento precedente, faccio una domanda.
Tenendo presente l'attuale clima politico, e la situazione scricchiolante del governo, invitare alla Camera un giornalista famoso proprio per parlare di bufale, in casa dei più grandi cazzari dell'universo, mi pare... ecco, una mossa interessata.
Ho come il sospetto che possano USARTI come arma, magari prendendo e rimontando qualche frase ad arte, per trasformarla in un attacco verso una specifica fazione politica.
Gli attuali "giornalisti", nei TG, fanno questo ed altro.
Lo so, è pensar male. Ma a pensar male, spesso ci si azzecca. :-/
Chissà se i vari Sibilia, Pepe et similia parteciperanno all'incontro :-D
"Le bufale, nonostante il nome frivolo, hanno effetti pesanti: danneggiano privati e aziende, influenzano l’opinione pubblica su temi importanti come salute, sicurezza e politica. "

Con queste premesse e il titolo dell'incontro "non è vero ma ci credo" direi che ci sarebbero parecchi esempi di ingerenze religiose nella politica (aborto, divorzi, unioni civili, prostituzione) ma non si può dire, bisogna rispettare, perchè altrimenti si offende la sensibilità delle persone. Ci sono bufale e bufale, no?
Se verranno "certi" deputati (povera Italia in che mani siamo!) avrai un po' da fare :-D
@Daniela, i riconoscimenti per Melinda French-Gates sono tanti e prestigiosi, secondo me ha detto al marito: "Dopo aver preso tanti virus su windows, che ne dici di prevenire i virus sulle persone? :)
Ed è ovvio che abbiano vaccinato contro il papilloma virus delle bambine, dopo il primo rapporto sessuale il vaccino non avrebbe più effetto.
Daniela,
attirare click serve a far soldi.
Proprio il Post ha pubblicato un breve articolo, originariamente pubblicato su BuzzFeed, su dei siti macedoni pro Trump che pubblicavano di tutto per puro guadagno. Magari è impreciso ma è un esempio di come esistano siti il cui unico scopo è attirare utenti.
peccato che non sei uno dei relatori, giusto per sparare qualche frecciatina su deputati che portano truffatori alla ribalta, o deputati che fanno interrogazioni su chip sottopelle, scie chimiche, e sirene...
Caro Paolo,
ieri una mail è comparsa sul cellulare di mia moglie e mio figlio ascoltando i nostri commenti si è spaventato.E' un post spedito dal gruppo scuola e riguarda il furgone bianco che "rapisce i bambini".Mentre si tentava di capire chi poteva aver spedito una simile baggianata abbiamo dovuto spiegare a nostro figlio che si trattava appunto di una baggianata ma non siamo sicuri di averlo convinto.Stamattina all'ingresso di scuola molte mamme erano in angoscia e io incazzato nero.Sembra che nessuno sia in grado di fermarsi un attimo a ragionare,di farsi qualche domanda,di provare a capire.Perchè dovrebbero rapire dei bambini,ho chiesto,se si conosce il posto dove è successo,i nomi.Non lo sanno ma pensano che vendano i bambini nell'est europa per trapiantare organi.Parlavano seriamente e dicevano queste cose con convinzione.Quello che è successo dopo ve lo risparmio,dico solo che per evitare l'isolamento sociale di mia moglie ho lasciato perdere.Sono sconcertato,incazzato,stupito e molto,molto triste.
Ciao Paolo, ti faccio una domanda scomoda, visto che da anni ti batti per gli articoli copia ed incolla presenti su testate giornalistiche e visto che alla conferenza saranno presenti giornalisti di quelle testate nonchè il presidente dell'ordine.. Avrai il coraggio di far presente che molte delle bufale mediatiche, circolate in questi anni, devono il loro successo proprio per colpa del giornalismo tradizionale che continua a lucrarci sopra?
Con queste premesse e il titolo dell'incontro "non è vero ma ci credo" direi che ci sarebbero parecchi esempi di ingerenze religiose nella politica (aborto, divorzi, unioni civili, prostituzione)

Che però non possono essere classificate come bufale, quindi non c'entrano niente.
Una bufala non è una differenza di opinione o di giudizio o di indicazione per il futuro: è una affermazione falsa. Accertata come falsa.
@Theskig

Dal momento che oggi in Italia aborto, divorzio ed unioni civili sono legali mentre la legge sulla prostituzione attualmente in vigore è stata redatta da una senatrice SOCIALISTA, quali sarebbero oggi le ingerenze della religione sulla situazione politica a riguardo di questi temi?
@rob
Io leggo quotidianamente il post on line e sinceramente non mi sembra sia un giornale che pubblica bufale, anzi. Sofri poi sono anni che pubblica "invettive" contro siti acchiappa-click, o contro giornali che pubblicano notizie false e/o non verificate.
Personalmente trovo che Il Post sia un giornale abbastanza attendibile e non sensazionalista. Poi magari mi sbaglio.
Sarebbe interessante invece scambiare due opinioni con il Presidente dell'Ordine...
Che coraggio. Mi sentirei piu' a mio agio tra i predoni del deserto.
Rico parole di Bill Gates
Cos'è più importante, la connettività mondiale o il vaccino per la malaria? [...] Amo ancora le vicende IT, ma se vogliamo migliorare le nostre vite dobbiamo occuparci di questioni ben più elementari come la sopravvivenza dei bambini e le risorse alimentari

https://it.wikiquote.org/wiki/Bill_Gates
Questa bufala della vendita degli organi è durissima a morire e non serve a niente spiegare che se fosse vera significherebbe che non ci sono problemi di compatibilità per le donazioni degli organi e che uno valga l'altro. E mi pare tanto che non sia così.
p, tutti,

refuso sistemato, grazie!
ci sarebbe un lugo elenco delle bufale fatte dai governati che hanno portato anche ad isterie collettive e danni allo stato intero.

Basterebbe partire dalle cazzate, scusate ma non esiste termine piu' adatto, dette ANCHE IN AULA dal gruppo 5 stolti:
chip sottopelle
Derisione dei maggiori partner commerciali (es: il controllo mentale degli USA)
Ora capite che se ai partner salta la mosca al naso siamo fregati.

Passando a bufale piu' classiche, come il paragone delle centrali nucleari e solari attraveso i Wp e successivi licenziamenti a manetta (es. il CEO di alcoa era stato chiaro anni prima)

Bufale renziane sulle tasse: "Abbiamo diminuito le tasse!" Poi quardi il flusso/PIL e ti chiedi se la parola diminuzione abbia cambiato segno.

Bufale continue su asset vari, anni fa feci una previsione (ed e' scritta) che MPS non solo sarebbe crollata (insieme ad altre) ma non sarebbe stato indolore salvarla. Cosi' e' stato e continua ad esserlo. Le banche stanno bene continuarono a ripetere da Monti in avanti. Mensilmente. I numeri dicevano altro.

Potrei andare avanti per decine di casi in cui sono state dette BUFALE che hanno causato diminuzioni di PIL (aka licenziamenti a frotte) imponenti.
Vuoi davvero parlarne?
Le bufale raccontate dai governanti non sono percepite perchè viaggiano ad un livello diverso.Voglio dire,non credo che mio figlio sia preoccupato per il PIL o per il destino di MPS,di quello mi preoccupo io e me n'avanza pure.
Il problema arriva quando queste baggianate scendono di livello fino a toccare la vita quotidiana e le senti raccontare come vere non solo da chi hai sempre considerato un cretino ma anche da persone che stimi.Io ho una lunga storia alle spalle a causa di una malattia neurologica che mi tormenta da anni che potrei scrivere un libro e riempirlo di nomi di pseudomedici,esperti che sanno tutto,specialisti del nulla che ho conosciuto non già perchè ci credevo ma perchè accompagnavo un amico malato come me che ci credeva ciecamente e provavo con scarsi risultati di evitargli guai peggiori.Ho conosciuto uno "specialista" con studio a Piazza Repubblica a Milano che cura il Parkinson con sale e vino bianco a 180 euro a seduta.Un "medico alternativo"a Monaco di Baviera dava la colpa allo stress,esibendo come prova la fotografia Kirlian.Un altro imbecille curava tutto con la massoterapia,posso fare decine di nomi e cognomi.
Ma se frequentare questi ciarlatani può essere istruttivo e perfino divertente,non mi piace e trovo irritante il fatto che stamattina mio figlio sia uscito di casa solo dopo aver accuratamente controllato che la via fosse libera e che nessun furgone bianco fosse in vista.
@contekofflo: hai ragione, vado a prostitute legalmente tutti i giorni come fate voi in Ticino. E tutte le opposizioni ai diritti civili non esistono. Come non esistono i problemi degli obbiettori di coscienza, dell'IMU o dell'8 per mille. Inoltre posso bestemmiare liberamente, no? Porco asino che vola, visto? Ah, e ringraziamoli anche per la sovrappopolazione africana e la diffusione dell'AIDS, visto che Dio i preservativi proprio non li può sopportare. E come dargli torto?.

@martinobri: "bufala è affermazione accertata come falsa". Quindi si cammina sulle acque, si resuscitno morti, si creano tunnell temporanei sotto i mari, si converte l'acqua in vino... Molto interessante. E' gente di cui fidarsi perchè si basano sui fatti.
"non mi piace e trovo irritante il fatto che stamattina mio figlio sia uscito di casa solo dopo aver accuratamente controllato che la via fosse libera e che nessun furgone bianco fosse in vista."

Uhm... chi mi conosce su questo Blog sa che sono piuttosto "integralista" in materia di bufale, ciononostante questo ultimo pensiero di 3,14 mi ha fatto pensare ad uno dei meccanismi che danno adito all'emergenza delle bufale.

Il mezzo per veicolare le paure ataviche conosciuto come bufala è sicuramente dannoso ma, alla fine dei conti, fa mettere in atto a chi ci crede, dei meccanismi di "autodifesa" che incidentalmente fanno il paio con la vita reale. Spiego meglio, se riesco: non è tanto salutare la bufala in sé quanto il risultato He a volte essa ottiene.

Chiaro. Stiamo parlando di pregiudizi. Di paure infondate. Spesso inventate o addirittura inesistenti. Ma il fatto che per un breve periodo della sua vita un ragazzino si renda conto del circondario e lo esamini con attenzione, non è di per sé un male.

Dovrebbe essere sempre così. Persone coscienti del luogo e del periodo in cui si trovano ed in grado di rapportarsi ad essi in maniera critica e costruttiva. Ma spesso ce se ne dimentica ed ecco che allora salta fuori il "cervellone" che spara la cazzata (tranquillo 3,14 si usa) e prende velocemente la mano ad una buona parte della popolazione.

Sappiamo che è un meccanismo sbagliato. Sappiamo che solo grazie alla conoscenza si può tranquillamente fare a meno delle bufale. Ciò non toglie che siano efficaci (purtroppo spesso nel senso negativo del termine) nel loro intento: far far un bagno di "realtà" benché distorta.

Ed è qui secondo me che scatta un altro meccanismo perverso. Quello per cui certe persone cominciano a credere solo ed esclusivamente alle cazzate che non alla vita vera.

Con buona pace di Fx e di tutte le parole spese (che ritengo comunque in torto) a "favore" della disseminazione di bufale "costruttive".
Che scazzo.. sono a Roma giusto quella settimana ma per lavoro e alle 10 quindi non potrò esserci... buon lavoro Paolo!

Alf
@martinobri: "bufala è affermazione accertata come falsa". Quindi si cammina sulle acque, si resuscitno morti, si creano tunnell temporanei sotto i mari, si converte l'acqua in vino... Molto interessante. E' gente di cui fidarsi perchè si basano sui fatti.

Deciditi, fratello. Prima hai citato quattro opinioni spacciandole per bufale, il che, come ti ho fatto notare, è una contraddizione di termini. Poi tiri fuori altri quattro fatti la cui falsità non è dimostrata, laonde per cui non si può parlare di bufale.

Ah, e ringraziamoli anche per la sovrappopolazione africana e la diffusione dell'AIDS, visto che Dio i preservativi proprio non li può sopportare. E come dargli torto?.

Ecco, QUESTE sono bufale.
Un consiglio che, viste le premesse, ti entrerà di qua e ti uscirà di là (la premessa non è un mio pregiudizio, deriva dal fatto che ti hanno fatto notare che la legge è Merlin è socialista e tu insisti ad attribuirla al cattolicesimo. Quindi della documentazione oggettiva te ne sbatti): informati prima di parlare. Per esempio sul fatto che la gran parte del terzo mondo non è cattolica, quindi della proibizione della contraccezione da parte del Papa giustamente se ne strafrega (giustamente perchè non è il loro leader religioso). O sul fatto che i tassi di aumento della popolazione sono più bassi tra i cattolici che tra gli altri. O sul fatto che non c'è proibizione del preservativo se serve a prevenire la trasmissione di malattie. Fai una googlata anche su "strategia ABC", già che ci sei.

Posso chiedere se sarà disponibile il video per chi non potrà assistere né in diretta, né live?
visto che ci sarà anche Molinari, direttore La Stampa, gli chiederei come si sono inventati la clamorosa bufala della millantata "centrale della cyberpropaganda" o "macchina del fango" in pratica una Spectre con una struttura di rete verticistica e segreta che doveva appoggiare una parte politica antigovernativa il cui account chiave si è poi rivelato -tra le risate generali- essere l'attempata moglie di un politico di tutt'altro partito. Questo "scoop", abbellito di paroloni pseudo-tecnici, era quanto di più confuso ed improbabile si possa leggere. La cosa grave è che il quotidiano non si è neanche curato di smentire a posteriori il supposto complotto limitandosi a ribadire l'unico fatto vero e circostanziato di una banale denuncia all'account per offese