skip to main | skip to sidebar
8 commenti

No, non siete morti: il vostro iCoso non mostra i dati di salute. Aggiornatelo ad iOS 10.1.1

Questo articolo vi arriva gratuitamente e senza pubblicità grazie alla donazione di domen*.elis. Se vi piace, potete farne una anche voi (o fare un microabbonamento) per incoraggiarmi a scrivere ancora.

Ennesimo aggiornamento per iOS: stavolta c’è da passare alla versione 10.1.1, che contiene “diverse correzioni di errori e risolve un problema per cui alcuni utenti non erano in grado di visualizzare i dati di Salute”.

I dati (passi effettuati, ore di sonno e pulsazioni, per esempio) c'erano ma per alcuni utenti non erano visibili dopo l’installazione della versione 10.1 di iOS, che risolveva varie falle di sicurezza importanti.

I dettagli sono in questo articolo di Apple (la cui versione italiana, al momento in cui scrivo, non è ancora stata aggiornata).

La procedura è quella solita:

– tenete presente che per qualche minuto (una decina sui miei iCosi) non potrete usare il dispositivo (niente Internet, niente telefonate), quindi scegliete un momento opportuno.

– Assicuratevi che il dispositivo sia connesso a Internet.

– Andate in Impostazioni - Generali - Aggiornamento software, attendete che compaia l’aggiornamento e toccate Scarica e installa. Se avete attivato un PIN di protezione, vi verrà chiesto.

– Attendete qualche minuto; il dispositivo si riavvierà e potrete riprendere a usarlo, stavolta con i dati di salute correttamente visibili.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (8)
Bisogna sempre tener presente che iCosi e similari sono strumenti per l'allenamento sportivo (fitness) e NON per il controllo della salute umana.

Non sono strumenti medicali.

Gli strumenti per uso medicale devono passare opportuni test di qualifica da parte degli enti preposti (FDA negli USA, ministeri vari da questa parte dello Stagno).
Altro suggerimento: fate il backup prima, e se potete, fate l'aggiornamento da iTunes collegando l'iCoso ad un computer (Windows o Mac) con Tunes opportunamente già aggiornato.
È più veloce, si fa scaricare il tutto al PC e non al telefono, ed in alcune versioni precedenti alcuni problemi non sono stati riscontrati da chi aggiornava via cavo (mi pare fosse la prima release della 10, ma potrei facilmente sbagliarmi).
Ah, l'iCoso si scalda molto meno così...
Paolo, il titolo dell'articolo mi ha ribaltato dalla sedia dal ridere... :)
ROFL! anzi ROFTCFL (Rolling Off From The Chair For Laughing)
Mi pare che Apple stia diventanto un pò meno affidabile con iOs non trovate? Nel senso che come in questo caso dopo un aggiornamento ne esce subito un altro, dato che il precedente ha creato problemi.
ps. per Paolo: che ne dici di utilizzare Disqus per i commenti? E' molto più comodo poter rispondere direttamente ad altri commenti e ricevere notifiche... Ma qualcosa mi dice che sia una tua precisa scelta non utilizzarlo... :)
No, secondo me è molto affidabile.
Problemi ne possono nascere sempre viste le mille configurazioni esistenti.
Configurazioni intese come accoppiate di software installati.
È più affidabile chi ha 10 problemi e li risolve dopo pochi giorni dalla release o chi ne ha uno e lo lascia aperto per settimane?
Oltretutto spesso si dice: se il Coso vi serve per lavoro, non aggiornate subito. Dopo due o tre giorni già si capisce se possono eventualmente nascere problemi o meno.
A me viene in mente quel medico taccagno che auscultando un paziente e non sentendo più il battito si allarma, poi, tirando un sospiro di sollievo, esclama: "Fiuu! È il cuore che non batte più. Temevo si fosse rotto lo stetoscopio!"
(metà destra del cervello): Ah, Paolo, che errore: se uno è morto per davvero il tuo titolo è sbagliato.
(metà sinistra del cervello): Pistola, se uno è morto per davvero il titolo non lo può leggere.
(entrambi, di comune accordo): Apriamo una birra, va'.
Michael Crowe (Bruce Willis) non sapeva di essere morto, e leggeva comunque senza problemi.
E non dite che quello è solo un film, se avete visto Bruce Willim nella pubblicità della Vodafone, capirete che è morto per davvero!