skip to main | skip to sidebar
34 commenti

Il Messaggero, il Gazzettino e la qualità dell’informazione

Questo articolo vi arriva gratuitamente e senza pubblicità grazie alle donazioni dei lettori. Se vi piace, potete farne una anche voi (Paypal/ricarica Vodafone/wishlist Amazon) per incoraggiarmi a scrivere ancora. Ultimo aggiornamento: 2017/01/05 00:25.

Non ho parole. Mi riprendo dalla nausea di questa diarrea verbale firmata da Nicoletta Gigli e poi provo a scrivere qualcosa.

La fonte è Il Messaggero. Non un blog di un moccioso: Il Messaggero.


Ne trovate archiviata qui su Archive.org una copia. Lo stesso “articolo” c’è anche sul Gazzettino: altra testata giornalistica registrata, non il quadernino dei compiti di un bambino delle elementari. Non ho salvato lo screenshot, purtroppo.

Trascrivo questo scempio per chi non può leggere le immagini:

TERNA Bimba di 12 anni violentata da un amico di famiglia Resta INCINTA e partorisce. La polizia Arresta lo stupratore. Il Bambino e la NATO e date in Affido. Una storia drammatica Che ha visto venire Vittima Una bambina innocente costretta ad affrontare un calvario Che la segnerà per sempre. Ha 12 anni, E straniera MA vive a Terni da anni, ed ha nascosto nel grembo un bimbo Frutto della Violenza consumata da un amico di famiglia. Lui, 31 anni, connazionale della bambina senza macchia e senza Precedenti, Ora e rinchiuso in Una cella del carcere di Sabbione con l'accusa di Averla violentata e di Averla messa INCINTA. Poi di averla minacciata: «Se parli ti ammazzo».
La delicata Indagine Portata avanti Dagli Uomini della Squadra mobile, guidati da Alfredo Luzi, has been Tutta in salita. Era cominciata alla multa del 2015, when la bimba si presento in ospedale accompagnata Dai genitori per degli accertamenti. I medici scopriranno Che la 12enne E INCINTA, Che È già al quarto mese di Gravidanza E che l'aborto, per legge, E Ormai impossibile. La bimba dovra far nascere Quel bimbo, Frutto Di Una Violenza senza attenuanti, Che sarà date in affidamento per l'Adozione. La delicata Indagine, coordinata dal pm Raffaele Iannella, l'Avra bisogno di riscontri e testimonianze Perché la mamma-bambina non racconterà mai Quello che ha dovuto subito. La mobile alla multa Riuscirà una accertare la cruda verità: il 31enne, L'amico di famiglia Che frequenta abitualmente la piccola ei suoi genitori, l'avrebbe violentata. Forse Un solo episodio, ma decisivo Perché la 12enne sarebbe Rimasta subito INCINTA. Lei Seguita da mesi da Una Psicologa, non racconterà mai la verità. Lui, di fronte ai Poliziotti Che lo Stanno arrestando, non reagisce, resta in silenzio, Resistenza non oppone. Per lui si aprono le porte del carcere. 


Editori, piantate di dare la colpa a Internet o ai lettori: se siamo arrivati agli attuali livelli di sfiducia nei confronti del giornalismo, è anche colpa vostra, che pubblicate questo schifo.


2017/01/04 20:55. Dopo la pubblicazione iniziale di questo articolo, Messaggero e Gazzettino hanno riscritto gli articoli. Stavolta in italiano. Come al solito, senza una parola di scuse e senza spiegare come sia mai possibile che un disastro linguistico del genere possa essere pubblicato sotto la loro testata senza che ci sia alcun controllo.


2017/01/05 00:25. Ho rimosso lo screenshot del Gazzettino perché mostrava la versione già aggiornata. Purtroppo non ho quella pre-aggiornamento e la cache di Google è già aggiornata.

Ringrazio jpaboytes per la segnalazione.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati manualmente da un moderatore a sua discrezione: è scomodo, ma è necessario per mantenere la qualità dei commenti e tenere a bada scocciatori, spammer, troll e stupidi.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui e/o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (34)
Sembra palesemente tradotta con google translate.

EDIT: "La delicata Indagine Portata avanti Dagli Uomini della Squadra mobile, guidati da Alfredo Luzi, has been Tutta in salita"
Ritiro i miei dubbi.
Oltre al danno d'informazione ( anzi, di disinformazione... ), questi li pagano pure...
pare che l'uso abbondante di maiuscole non sia un caso allora http://www.ilmessaggero.it/umbria/mobbing_in_provincia_nuova_udienza-1784460.html
a quanto pare l'uso delle maiuscole è.... ricorrente ... http://www.ilmessaggero.it/umbria/mobbing_in_provincia_nuova_udienza-1784460.html
Ma che ca...
Non ho parole... mi sembra surreale.
Hanno modificato l'articolo alle 20:00...
L'articolo è stato aggiornato (alle ore 20:00), adesso è leggibile
C'e' una cosa che non capisco: lo screenshot de Il Gazzettino riporta un articolo differente dall'instalata mal tradotta riportata in anteprima.
Sembra che a Il Messaggero abbiano corretto l'articolo online.
Peccato, perche' "has been tutta in salita" e` un piccolo capolavoro.
Ma...Queste "testate" ricevono ancora soldi pubblici? Chiedo...
Che strazio, io sono semplicemente allibito, non scrivo altro, la situazione si commenta da sola.
L'unica spiegazione e' che l'ariticolo sia stato scritto da un collaboratore di origine straniera che mastica malissimo l'italiano e che si e' servito di un traduttore sotware.
Ma il motivo degli 'anglicismi'?
Non riesco a capire la causa dell'articolo. La prima spiegazione che mi verrebbe è che sia finita online una bozza invece che la versione finale, ma come bozza è ben strana e non ha molto senso (iniziali maiuscole a casaccio, forme grammaticali strane). Fosse cronaca estera potrebbe essere un copia-incolla da Google translate di un giornale straniero, ma è un fatto di cronaca locale. Forse la somma di tutto questo: articolo scritto da uno straniero, tradotto automaticamente e finito online in bozza per errore ;-)
Ciao Paolo. Posso offrire una spiegazione (non giustificazione, ovviamente!) a questo scempio. Probabilmente, questa bozza (perche' credo sia proprio questo) e' stata scritta su di un tablet o smartphone con autocorrect impostato sulla lingua inglese. Questo spiegherebbe le sporadiche parole inglesi e le parole in maiuscolo (perche' il dispositivo "impara" come e' scritta una parola sconosciuta includendo anche la capitalizzazione delle lettere). Mi dispiace se ho fatto qualche errore anche io ma, come avrai capito, sto scrivendo con una tastiera in UK layout e l'italiano non e' piu' la mia "lingua forte". Ti ammiro tantissimo e grazie per come ci informi (non come fanno certe "testate giornalistiche"). Peace from Manchester!
Escludo che un umano sia capace di tanto. Forse è un'articolo dettato a un decodificatore vocale, forse per telefono. O forse è un giornalista virtuale, un'applicazione di AI mal settato.
Perà qualcuno dovrebbe pur leggerlo prima della pubblicazione.
Nel caso vorrei fare l'avvocato del diavolo. Mi sa che qui è stato cliccato il tasto "pubblica" anziché "salva in bozza". Parlo per il messaggero. Il gazzettino lo screenshot è a posto
[by Faber vecchio]

Il Bambino e la NATO

Lo sapevo che era colpa degli amerikani.

Scherzi a parte, c'è una cosa che non mi quadra: perché avrebbero dovuto tradurre dall'inglese un articolo relativo a un avvenimento italiano?
Google 2015 12 31 "valentino viali" restituisce l'articolo in italiano su cinque testate italiane; non ci sono risultati relativi a siti stranieri.

Mi è sembrato un megarefuso tipografico, come se fosse stato dato in pasto a Google translate italiano ---> inglese ---> italiano.
Ho fatto la prova e il risultato è praticamente sovrapponibile al testo salvato da Paolo: iniziali maiuscole, parole in maiuscolo, "è" senza accento, parole inglesi sparse.
Non penso proprio che Nicoletta Gigli si sia tagliata le palle da sola con un simile pastrocchio.
E' più probabile che gli impaginatori pensassero a tutt'altro, mentre impaginavano l'articolo.
Oppure uno "scherzo"?
O un bug software + distrazione degli impaginatori?
Boh... sarà che sono Veneto, ma dopo aver letto "l'articolo " della Gigli a me è sovvenuta una bestemmia.

Si sa che che da noi hanno più a che fare con la sintassi che non con la religione, ma ... ... Dai. Fa vegner el late ai gombi.*

* fa venire il latte ai gomiti, traducibile con un cosa tipo "fa cascare le palle".
Sicuramente è stato scritto con un tablet. Le maiuscole, le "e" non accentate e un altro sacco di errori mi fanno pensare a questo. E' una spiegazione ma rende solo più assurdo il tutto. RIDICOLO che quell'articolo sia stato pubblicato.

Significa che NESSUNO in redazione revisiona gli articoli che escono.

E sono strasicuro che la maggior parte dei giornalisti ha il proprio nome di battesimo come password o peggio "Password_123", la stessa password di accesso al computer di redazione, quindi praticamente chiunque è in grado di pubblicare un articolo su uno di quei giornali, tanto nessuno lo controllerà mai.
Le strutture dei giornali sono tagliate all'osso e gli articoli, tranne per le grandi firme, pagati nell'ordine delle unità di euro.
E evidente che la Giornalista has been Distratta.
Ad ogni buon conto l'utilizzo di un tablet non può considerarsi un'attenuante. Un chirurgo mica opera con un machete?
Leggo, leggo e non scrivo mai...ma ora devo dire qualcosa :)

Qualche decina di anni fa (sigh!!!) imparavo a leggere sui giornali che mio padre comperava (e compera) tutti i giorni, e' stata una bella palestra per la mia mente come credo lo sia stata per molti altri miei coetanei.
Oggi non riesco a leggere piu' di sei o sette righe prima di iniziare ad avere una sorta di rigetto proveniente dal mio stomaco anche in assenza di riempimento gastronomico.....

E' stato facile capire il perche': #@#[##@[]###][ pezzi di plastica chiamati TABLET!!!! con il loro #@][##[@][#@ software di autocorrezione e le loro autosostituzioni!!!!
E' anche possibile riconoscere se il giornalista stava usando un Ipad o un Galaxy Tab!!!!
DSATTIVATE AUTOCORREZIONI E SOSTITUZIONI AUTOMATICHE (se sapete come fare)!
(Ah, no, aspetta, questa e' una cosa ben al di la' delle capacita' medie di un moderno giornalista, apparentemente).

Ecco, Google Translate a parte, dopo sei o sette righe di lettura di norma ho gia' dovuto cercare di capire se "retenzione" andava sostituito con "retata" oppure "elaborato" con "eletto".................non sto scherzando! E non solo nelle edizioni online dei vari giornali.

Quindi, in questo caso, tra Translate e le autocorrezioni e la voglia di inviare lo scoop, alla prima riga ho smesso di leggere l'assurdita'.
Ok, magari il senso si capira' pure, ma non lamentiamoci se al posto dell'onnipresente "quindi" ora si dica "awanagana" :D
Non avendo figli non posso dire se alle elementari ancora si consigli di leggere i giornali per imparare, spero di no LOL

(Lascio fuori la K e le abbreviazioni da SMS per carita' di patria, oltre ai servizi del TG ripresi con lo smartphone).
Per creare inquinamento intellettuale bisogna anche essere capaci.
(vedi le cure alternative bio-ecologiche per i tumori)
Qui invece sembra un caso di inesperienza informatica.
Quanta gente utilizza il word come un editor di testo a basso livello,
sfruttando appena il 5% delle potenzialita' del software ?
Ora un articolo di giornale scritto in uno stile non proprio eccezzionale
non crea nessun danno, viceversa se fosse un referto medico,
sarebbe un attentato alla salute pubblica.
Il web era il paradiso del libero pensiero e ora sta diventando la libera discarica dell'inferno.
Personalmente non critico chi ora lo censura, Cina compresa.
Credo che il problema principale, qui, sia dovuto al permesso per gli scrittori di pubblicare.
Questa doveva essere palesemente una bozza che è stata pubblicata per sbaglio. Non saprei dire se copia-incollata o scritta di fretta ma palesemente una bozza. A dimostrazione del fatto che, per certi articoli, non vi è alcuna revisione prepubblicazione, vengono scritti e pubblicati direttamente.
Nonostante le mille giustificazioni che si possano pensare resta il fatto che una notizia così scritta io non la riterrei mai vera. Se anche il sommo Paolo mi implorasse di crederci resterei sempre dubbioso. La fiducia è irrazionale.
Non so se lo screenshot del Gazzettino ora rimosso mostrasse già questa versione, ma sul Gazzettino è stato presente un articolo in italiano simile a quello del Messaggero, mentre ora su entrambi è presente un articolo sostanzialmente riscritto. Tra l'altro quest'ultimo è peggio del primo perché ha un paio di incongruenze.

Inserendo su Google Translate la versione del Gazzettino dell'articolo, selezionando come lingua originale l'inglese (nonostante sia in italiano) e chiedendo la traduzione in italiano, si ottiene un testo estremamente simile (manca la parte col virgolettato) a quello pubblicato dal Messaggero.
Per me lo ha scritto Jar Jar Binks. me seguro si!
Non è mica una novità. Già nel 1997, a Striscia La Notizia, era stato mostrato un articolo del Messaggero scritto lasciando attivo lo spell check di Word. Presentava perle del tipo "Giace Cella e il principe Riunirei", al posto di "Grace Kelly e il principe Ranieri"
Oggi sull' ANSA é uscito questo articolo:
......."per i diesel a valori limite di omologazione europea delle Euro 6 per le emissioni di NOx di 180 g/km, corrispondano nella guida reale valori fra i 300 e i 500 g/km",....
Hanno dato dei valori superiori di 1000 volt rispetto alla normativa e non è un refuso perché l'errore é ripetuto tre volte.
[by Faber vecchio]

@ Macio Alessandrini

Hanno bilanciato uno studente all'esame di fisiologia: "l'eiaculato è di 100 millilitri e contiene 200.000 spermatozoi".