skip to main | skip to sidebar
Visualizzazione post con etichetta molestatori. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta molestatori. Mostra tutti i post
116 commenti

Difendersi dai ricattatori sessuali su Internet

Questo articolo vi arriva grazie alla gentile donazione di “angelagabri*”.

Ieri, proprio mentre ero in una scuola di Locarno a raccontare agli studenti come riconoscere i tentativi d'inganno, di attacco e di molestia via Internet, è arrivata la notizia del fermo di un uomo di 47 anni, residente nella zona di Berna, per molestie sessuali, atti sessuali con fanciulli e ricatto.

I reati sono stati compiuti selezionando via Internet le vittime (adolescenti maschi fra i 15 e i 17 anni) con una tecnica micidiale: per due anni, sui social network (in particolare Facebook), l'uomo fingeva impunemente di essere una ragazzina (usando foto raccolte in Rete) e offriva materiale pornografico ai ragazzi presi di mira. Difficile resistere alle lusinghe di una ragazzina disinibita: i giovani venivano così convinti a ricambiare l'offerta esibendosi davanti alla webcam. Le loro attività venivano registrate e poi usate come arma di ricatto da parte del pedofilo, sfociando in incontri di persona.

I ragazzi hanno esitato a lungo prima di denunciare i fatti: come avviene spesso in questi terribili casi, la vittima si vergogna di essere caduta nella trappola, teme di essere ulteriormente umiliata se il suo comportamento viene reso pubblico e quindi non ne parla con nessuno, men che meno con i genitori. Il pedofilo crea insomma una situazione dalla quale la vittima non vede alcuna via d'uscita e questo consente alle molestie di protrarsi.

Ma quando questi crimini avvengono via Internet lasciano delle tracce digitali molto chiare, che gli esperti sanno analizzare, non solo per identificare i colpevoli ma anche per confermare, in prima istanza, le accuse dei minorenni coinvolti, che spesso temono di non essere presi sul serio. Internet aiuta i molestati a dimostrare i fatti terribili che raccontano, come ho suggerito in un'intervista per il telegiornale della RSI.

Vale, come sempre, la regola di fondo: mai fare davanti a una webcam o a qualunque fotocamera o telecamera nulla che non si farebbe sulla pubblica piazza, neanche quando si crede di conoscere l'interlocutore. Purtroppo molti utenti, non solo giovani, non sanno quanto è facile creare false identità in Rete, si fidano troppo, credono spesso di essere abbastanza furbi da riconoscere un impostore e non immaginano che qualcuno possa essere così vile da circuirli per settimane e anche mesi prima di far scattare la trappola del ricatto.

E se la trappola scatta, l'unico modo per uscirne è parlarne ai genitori e alle autorità, con il conforto di essere creduti grazie alle tracce lasciate inevitabilmente in Rete dai tormentatori.
70 commenti

Come segnalare un molestatore a Google

Funziona l'Abuse di Google? Vediamo


Non ne posso più. Pazienza per i messaggi del Divino Otelma, che per qualche strana ragione mi manda i suoi esilaranti comunicati stampa. Ma certa gente supera il limite della tolleranza con i suoi continui invii di deliri chilometrici. E li manda a tutto il mondo, governi e papi compresi, convinta di avere chissà quali profonde verità che l'universo deve assolutamente sentire.

Ce n'è uno, tale Inenascio Padidio (inenascio@gmail.com), che oggi mi ha rotto l'anima per l'ennesima volta. Gli ho già chiesto più volte, educatamente, di smettere di inviarmi le sue mail. Oggi ha mandato il seguente sproloquio a presidenza.repubblica@quirinale.it, redazione.web@governo.it, segreteria.presidente@governo.it, programma@governo.it, callcenter@giustizia.it, dt.gruppo.info@tesoro.it, ccost@cortecostituzionale.it, infopoint@senato.it, urpdfp@funzionepubblica.it, cassazione@giustizia.it, webmaster@cosmag.it e altri trecentoottanta destinatari.

Oggetto: 2 Giugno: Festa della Repubblica Italiana - Messaggio Universale di ausilio al messaggio augurale del Presidente GIORGIO NAPOLITANO.

Gmail di GOOGLE (il gigante buono), indirizzata a tutto il mio amabilissimo prossimo del Pianeta Terra.

In questo fausto giorno festivo in ITALIA:

mi rivolgo all'Uomo più potente al mondo, seguito dal gotha dell'intellighenzia scientifica mondiale, indicate nelle seguenti 50 Personalità prelevate dal sito dell'Amico YouTube JAMES RANDI:http://www.randi.org/site/ :

1) BARACK OBAMA, 2) JAMES RANDI, 3) RICHARD DAWKINS, 4) PHIL PLAIT, 5) JENNIFER MICHAEL HECHT, 6) MICHAEL SHERMER, 7) PAUL KURTZ, 8) PENN & TELLER, 9) ADAM SAVAGE, 10) RACHAEL DUNLOP, 11) STEVEN NOVELLA, 12) CAROL TAVRIS, 13) D.J. GROTHE, 14) SIMON SINGH, 15) MARTIN GARDNER, 16) DEBBIE GODDARD, 17) JAMY LAN SWISS, 18) BANACHEK, 19) MASSIMO PIGLIUCCI, 20) KAREN STOLZNOW, 21) JOE NICKELL, 22) REBECCA WATSON, 23) BOB NOVELLA, 24) JAY NOVELLA, 25) EVAN BERNSTEIN, 26) DONALD R. PROTHERO, 27) SEAN FAIRCLOTH, 28) JAMES MCGAHA, 29) RAY HYMAN, 30) RICHARD SAUNDERS, 31) K.O. MYERS, 32) MARIA WALTERS, 33) TRAVIS ROY, 34) HARMET HALL, 35) JEFF WAGG, 36) ALISON SMITH, 37) MAGGIE MCFEE, 38) KEN FRAZIER, 39) MICHAEL GOUDEAU, 40) MICHAEL WEBER, 41) ROY ZIMMERMAN, 42) BARRY KARR, 43) GINGER CAMPBELL, 44) STEVE CRAIG, 45) MAC KING, 46) DANIEL LOXTON, 47) MIKE JONES, 48) HAL BIDLACK, 49) DAVID H. GORSKI, 50) JOHN SNYDER;

— mi rivolgo alla mente teologica tra le più eminenti esistenti, nell'augusta persona del mio ex maestro di teologia: JOSEPH RATZINGER;

— mi rivolgo alla mente filosofica tra le più acute d'Italia, nella persona del mio ex maestro di filosofia: EMANUELE SEVERINO;

— mi rivolgo, infine, a tutto l'amato prossimo credente (in tutte le fedi esistenti), atei o non-credenti dell'UAAR, agnostici e scettici del CICAP italiano e del CSI americano (ex CSICOP).

A tutti questi Signori, in rappresentanza dell'amato prossimo mio del Pianeta Terra, affinché prendano atto che il sottoscritto deve essere riconosciuto come il neutrino o "particella di DIO", tanto studiato e agognato di conoscere profondamente al CERN di Ginevra e al Super-K in Giappone.
Quand'anche questi valorosissimi scienziati dell'odierna affascinante fisica quantistica raggiungessero il traguardo, al neutrino scoperto mancherebbe il PENSIERO intellettivo per SALVARE il MONDO dal caos irreversibile in cui è precipitato che, invece, si trova nella mia "zucchina" di formichina.
PENSIERO intellettivo quasi smemorato e azzerato nella mia dimensione di vita psichica NATURALE, comune a tutti i miei simili; PENSIERO intellettivo sempre più divaricante nella mia dimensione di vita psichica SOPRANNATURALE, mai emersa al mondo, per risolvere brillantemente ogni crisi umana e ambientale e, soprattutto, come saggiamente ammonisceLESTER R. BROWN, per SALVARE la CIVILTÀ.

In Italia mi conoscono bene (in privato) oltre 333 massime Personalità istituzionali e costituzionali, fisiche e giuridiche, con le quali mi sono relazionato dal 1994 al 2006 (12 anni). Devono sciogliere finalmente la riserva del comprensibile silenzio sulla mia persona.

All'Estero possono cominciare a conoscermi da quanto pubblicato in SPLINDER, BLOGGER e YouTube.

Si cominci a leggere e ascoltare quanto ho postato venerdì 28 maggio 2010, «per SALVARE l' ITALIA e TUTTE le Nazioni del mondo globalizzato».

Serena giornata a chiunque legge!
Viva l' ITALIA, l'AMERICA e tutte le NAZIONI! Per capovolgere il destino della meravigliosa Terra e dell'intero affascinante Universo.
Cordialmente

I. P.

--
SENECA: "Chi curerà l'intera umanità dei normali che sono malati?" Curerà e guarirà l'anormale innamorato "pazzo/stolto/debole" di DIO, alias
Inenascio Padidio

Degna dei migliori momenti del Mago Gabriel, non vi pare? Se volete contemplare gli altri scritti del luminare Padidio, li trovate nel suo blog eascioblog.blogspot.com (non lo linko intenzionalmente). Non perdetevi la "Prova PRATICA dell'Esistenza di DIO".

Siccome Padidio ha ignorato le mie ripetute richieste di non ricevere più le sue perle di saggezza, stamattina ho contattato l'Abuse di Gmail. O meglio, sono andato a caccia del modo per segnalare un molestatore a Gmail. Visto che è un po' nascosto e può essere utile ad altri, lo segnalo qui: c'è una pagina per segnalare come spam una mail inviata da un indirizzo Gmail.

La pagina, stranamente, non offre un campo nel quale indicare le ragioni per le quali il messaggio è ritenuto spam: semplicemente chiede l'indirizzo dal quale è arrivato lo spam, l'intestazione del messaggio (serve quella completa, dall'ultimo Delivered-To all'ultimo Message-ID, destinatari esclusi) e il contenuto del messaggio (non è chiaro se basti il copiaincolla del testo semplice o se serva il contenuto grezzo, che include eventuali link).

Funzionerà? Staremo a vedere.