Cerca nel blog

2007/02/06

Scie chimiche: aria fritta con contorno di bufala e grana

L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale. Il podcast della puntata n. 17 del Disinformatico che tratta quest'argomento è disponibile temporaneamente presso il sito della RSI


Image Credit: "jpupe".

Per chi ha fretta
Tutte le presunte prove dei sostenitori delle "scie chimiche" sono smentite dai piloti di linea, dai meteorologi e dai controllori di volo italiani e stranieri. Non c'è nessuna persona esperta in materia che sostenga l'esistenza delle "scie chimiche". Trovate tutti i dettagli e le spiegazioni presso La bufala delle "scie chimiche", presso MD80.it e presso Meteoromagna. Se neanche questo vi basta e pensate che tutta questa gente sia corrotta e perfettamente omertosa, soffrite di ottusità terminale ed è inutile che leggiate oltre.

A proposito di ottusità: alcuni commenti dei sostenitori delle scie chimiche, in fondo all'articolo, sono scurrili e volgari. Altri ricorrono addirittura all'impostura, spacciandosi per professori universitari. Li lascio lo stesso in parte, come testimonianza della frequente inciviltà e pochezza di chi è ossessionato dai complotti di ogni genere.

Una premessa: mi occupo di questo tema con riluttanza e a titolo preventivo. √ą chiaro a chiunque abbia un minimo di sale in zucca e di competenza scientifica che si tratta di una bufala paranoica. Tuttavia se ne parla sempre di pi√Ļ (anche Repubblica tocca l'argomento), si fanno interrogazioni presso i governi, il tam-tam della Rete comincia ad animarsi, ed √® quindi il caso di arginare sul nascere quest'ennesima follia complottista per evitare che si diffonda ulteriormente e crei un altro business di libri e DVD da rifilare ai creduloni.

Lo so, parlando di un'ipotesi di complotto si finisce inevitabilmente per pubblicizzarla e in un certo senso conferirle dignità, ma l'esperienza insegna che è inutile ignorare queste fantasie sperando che spariscano da sole nel dimenticatoio. Non è successo per la teoria dei falsi sbarchi sulla Luna; non è successo per l'11 settembre. Per cui eccomi qui.

Da diverso tempo circola su Internet la teoria delle cosiddette scie chimiche (in inglese chemtrails). Secondo questa teoria, alcune delle scie lasciate in cielo dagli aerei sarebbero differenti da quelle normali. Quelle normali sono sostanzialmente composte da goccioline d'acqua o cristali di ghiaccio d'acqua e sono quindi assimilabili alle nuvole (in particolare ai cirri), mentre le scie chimiche sarebbero (cito da questa pagina di Sciechimiche.org)

scie di sostanze chimiche nebulizzare [sic] nell'aria tramite sistemi di irrorazione montati su aereoplani [sic] che non appartengono al normale traffico aereo. Queste sostanze vengono irrorate a diverse altezze a seconda degli scopi per cui vengono utilizzati.

E quali sono questi scopi? Secondo le pagine Web dei sostenitori della teoria, che chiamerò per brevità sciachimisti (absit iniuria verbis), si va dalle operazioni militari per creare una sorta di gigantesca, tossica antenna temporanea in cielo a un "progetto volto a rallentare il preoccupante aumento della temperatura terrestre".

Ma ci sono anche ipotesi ancora pi√Ļ preoccupanti: la cosiddetta "ipotesi Monsanto", per esempio.

Vaste aree agricole dopo la comparsa delle scie, sono state letteralmente bruciate e il terreno reso pressoch√© sterile…ai normali semi ovviamente, non a quelli standardizzati per quel tipo di condizioni.

Semi che, ovviamente, verrebbero venduti in esclusiva dalla Monsanto con lauti profitti.

Se non vi soddisfa questo scenario, potete sempre attribuire alle scie chimiche effetti ancora pi√Ļ nefasti:

Alcuni sospettano che il governo statunitense, d'accordo con altri governi coinvolti nel programma, stia autorizzando il rilascio graduale di bio agenti, allo scopo di vaccinare le popolazioni dall'alto. Questo, potrebbe talvolta essere la causa di malattie (SARS, AVIARIA) arrecate a qualche persona ammalata dal vaccino stesso

Un'accusa mica da ridere. E c'√® di pi√Ļ. Dice Sciechimiche.org:

si pensi alla strana epidemia di patologie respiratorie che ha colpito da qualche mese, circa il 40% della popolazione italiana!

Capito? Il freddo, il fumo di sigaretta e l'inquinamento cittadino non c'entrano nulla. Se vi viene il mal di gola, non √® perch√© avete lasciato a casa la sciarpetta. √ą tutta colpa delle scie chimiche.

Ma ancora non basta. Gli sciachimisti sostengono che le scie chimiche "possano davvero fare parte di un programma atto a ridurre il numero della popolazione". E linkano un articolo di una vecchia conoscenza undicisettembrina, Maurizio Blondet, che descrive un'inquietante proposta di eliminare quattro miliardi di persone. Perché? Perché i carburanti fossili si stanno per esaurire, e non bastano per tutti. Per non parlare dei parcheggi in centro.

Ovviamente si tratta di progetti ultrasegreti, dei quali soltanto gli sciachimisti sono a conoscenza, in ossequio a un'inossidabile tradizione del complottismo: il complottista è un avanguardista, un orgoglioso e inquieto depositario di un sapere che gli altri ancora non hanno l'intelligenza di cogliere, e quindi si sente superiore a noi imbecilli che non sappiamo e che pensiamo che le scie chimiche siano quelle di chi ha mangiato troppi broccoli e fagioli.

I sostenitori delle scie chimiche hanno anche identificato il modus operandi di queste irrorazioni venefiche:

non si tratta né di aerei di linea né commerciali, poiché spesso transitano in zone in cui il traffico aereo è inesistente e soprattutto ignorano i limiti di quota e distanza che regolano la sicurezza di volo. Inoltre sono stati fotografati sia in volo sia in aeroporti, sono spesso aerei bianchi senza insegne, cisterne dei cieli normalmente usate per rifornire di carburante i caccia da guerra in quota, ma che a quanto pare possono essere adibite ad altro scopo. [fonte]

Non solo: sanno anche esattamente chi c'è dietro:

In altri paesi, come il Canada, molte persone si sono già mobilitate e hanno scoperto l'implicazione dei militari americani dietro questo progetto. [fonte]

Notate la certezza con la quale esprimono l'accusa: non dicono che potrebbero esserci dietro i militari, magari gli americani, ma dicono chiaro e tondo "hanno scoperto l'implicazione dei militari americani". L'accusa è precisa ed è fornita senza spazio per dubbi o equivoci sull'identità dei colpevoli.

√ą a questo punto che scatta il Principio della Talpa Suicida, valido per tante ipotesi di complotto oltre a questa: se hai davvero scoperto i terribili segreti di una banda di assassini pronti a tutto e vuoi rivelarli, forse pubblicarli su Internet con sotto il tuo nome e cognome √® un tantinello incauto.

Gli sciachimisti sono venuti a conoscenza (dicono) di un piano segretissimo degli americani per inquinare il pianeta e forse far fuori quattro miliardi di persone. Se gli americani sono disposti a far schiattare oltre metà dell'umanità, non si faranno certo scrupoli a far fuori senza troppi complimenti chiunque spifferi i loro piani in un rintracciabilissimo sito Web o si avvicini anche solo vagamente alla verità, giusto?

E allora come mai gli sciachimisti sono ancora vivi e liberi di parlare?


Origini


Una volta tanto sappiamo abbastanza precisamente da dove nasce questa teoria. Risale alla metà degli anni Novanta, e fu il giornalista canadese William Thomas il primo a descriverla diffusamente al grande pubblico nel 1997.

Aggiornamento (2007/12): Thomas lo fece dopo aver letto i messaggi pubblicati su Internet da un certo Richard Finke, dell'Ohio, a settembre del 1997. Nel suo primo messaggio a Biowar, una mailing list dedicata al bioterrorismo, Finke (che dichiara di essere un contabile, non esperto di biologia o chimica) sosteneva di avere prove che gli aerei rilasciavano un pesticida, l'etilene dibromuro, immesso appositamente nel carburante, e che questo faceva parte di un piano per un "genocidio all'ingrosso", come racconta qui Jay Reynolds nel riassumere le origini del mito. Ringrazio la redazione di Focus.it per aver fornito suggerimenti preziosi per reperire quest'origine, descritta nel numero di dicembre 2007 della rivista.

Le idee sciachimiste furono diffuse da alcuni popolarissimi programmi radiofonici statunitensi, come quello di Art Bell, che è un appassionato di ufologia, paranormale, piramidologia, misteri e complotti di ogni genere: per esempio, fu il suo talk show a diffondere la storia di John Titor, il "viaggiatore nel tempo". Alcune fonti indicano specificamente le puntate del 25 gennaio, 18 febbraio e 17 marzo 1999 (sto cercando di procurarmele).

Thomas è autore di numerosi libri su ogni sorta di complotti, come si può vedere nel suo sito, e afferma di avere varie prove e testimonianze della realtà del fenomeno. Anche Finke e il suo socio Larry Wayne Harris, ispettore di fosse settiche, tentarono di offrire servizi di "consulenza per la bioguerra difensiva e la sopravvivenza ai disastri" attraverso una società chiamata LWH Consulting. Lo scopo di lucro era presente fin dall'inizio, insomma.


Le "prove"


Potreste pensare che se gli sciachimisti fanno in Rete queste affermazioni agghiaccianti, debbano avere il supporto di prove ineccepibili (e un'assicurazione sulla vita molto costosa). Ecco il loro vademecum su come distinguere una scia normale da una scia chimica:

Le scie chimiche assomigliano inizialmente alle normali scie di condensazione, ma sono molto pi√Ļ spesse, si estendono per tutto il cielo e spesso vengono tracciate a croce, a reticolo e lungo linee parallele. Invece di dissiparsi rapidamente, le scie chimiche si espandono e formano "piume" e "code di cavallo". Nel giro di mezz'ora o meno, si aprono formando tenui formazioni che si uniscono a formare un velo bianco sottile o una 'falsa nuvola tipo cirro' che persiste per ore. [Rense.com]

E, come già detto, vengono rilasciate da misteriosi aerei bianchi senza insegne. Secondo lo "scopritore" delle scie chimiche, questi aerei sarebbero anche privi di finestrini, come documentato da fotografie che li ritraggono all'opera.

Una delle "prove" presentate dai sostenitori delle scie chimiche è data dalle interrogazioni parlamentari. Se si fa un'interrogazione, vuol dire che il fenomeno è reale, no? Certo. Chiedetelo al Questore della Camera italiano Edouard Ballaman, che si fece bidonare fino all'interrogazione alla Camera dalla bufala del numero succhiaricarica.

Un'interrogazione parlamentare significa semplicemente che il parlamentare (in questo caso Piero Ruzzante, come documenta lui stesso qui e qui) crede che esista una determinata situazione. E a volte anche ai parlamentari capita di prendere una cantonata, specialmente se si appoggiano a riviste dedicate al complottismo e alla pseudoscienza come Nexus (citata appunto da Ruzzante). √ą lo stesso meccanismo alla base di quest'interrogazione al Consiglio Regionale della Sardegna (a nome Davoli-Uras-Pisu).

Gli sciachimisti portano anche "prove" di popolazioni che hanno subìto un improvviso aumento di malattie (almeno così affermano, senza mai fornire documentazione, come al solito) e di persone che hanno fatto analisi chimiche, trovando bario e altre sostanze, e dicono che è tutta colpa delle scie chimiche: ma prima di arrivare a conclusioni così ardite (e se fosse colpa di qualcos'altro?) bisogna vedere se le scie chimiche effettivamente esistono.


Perché le scie chimiche sono una bufala


Ho già accennato al Principio della Talpa Suicida come prima obiezione fondamentale alla teoria di complotto. La seconda obiezione, di buon senso ancor prima che di scienza, è che i cospiratori, chiunque essi dovessero essere, respirerebbero la stessa nostra aria, per cui non si capisce come farebbero a proteggere sé stessi e i propri cari contro il nefasto effetto delle scie chimiche.

La terza obiezione, sempre di buon senso, √® che disperdere nell'atmosfera delle sostanze chimiche generando delle scie "strane" e vistosissime, che attirano l'attenzione sull'aereo militare in missione mortale, sarebbe il piano segreto pi√Ļ stupido dell'universo. √ą come se James Bond andasse in giro nel covo del supercattivo di turno con addosso la scritta "Guardatemi! Sono una spia!" e un bersaglio a cerchi concentrici. Come osserva acutamente un lettore nei commenti qui sotto, se davvero l'unico modo per fare queste venefiche irrorazioni segrete √® usare aerei che producono delle scie molto visibili, perch√© non farle di notte?

Passiamo alla scienza. Tutti i comportamenti descritti dagli sciachimisti rientrano fra quelli che possono avere anche le normali scie di condensazione: si disperdono pi√Ļ o meno rapidamente a seconda delle condizioni atmosferiche. Assumono forme differenti a seconda del vento in quota. Si interrompono e ricominciano quando l'aereo passa da una zona dell'atmosfera a un'altra che ha condizioni differenti, e questo capita anche a distanze molto modeste perch√© l'atmosfera √® piena di correnti e quindi √® in continuo rimescolio (per questo gli aerei, durante il volo, ogni tanto sobbalzano). Tutto qui.

La disposizione a X o a griglia deriva semplicemente dal fatto che gli aerei tendono a seguire direttrici di volo ben precise, dettate dalle norme di navigazione aerea: è come se ci fossero delle strade nel cielo, con i relativi svincoli e incroci. Le scie degli aerei non fanno altro che segnare visivamente quelle direttrici e le loro intersezioni. Basta guardare una carta nautica.

Chi osserva le scie degli aerei da terra, inoltre, non ha alcuna percezione delle quote differenti alle quali si formano: scie che apparentemente s'incrociano o sembrano adiacenti possono essere separate da centinaia o migliaia di metri. Una scia a quota pi√Ļ alta, essendo pi√Ļ lontana, ha un aspetto pi√Ļ sottile di una che si forma a quota relativamente pi√Ļ bassa.

Le "prove" fotografiche degli sciachimisti sono piene di effetti di questo genere. Ne vedete una qui sotto, che su Sciechimiche.org è etichettata come esempio di scie chimiche conclamate (qui):


Anche una scia intermittente non è da considerare anomala, come invece sostengono alcuni sciachimisti. Come dicevo, l'atmosfera ha zone calde e fredde, umide e secche, ed è in continuo rimescolamento. Se un aereo attraversa una zona in cui si avvicendano condizioni atmosferiche diverse, la scia di condensazione si forma soltanto dove lo consentono le condizioni dell'atmosfera.

Ma che dire dei misteriosi "aerei bianchi senza insegne" e senza finestrini? C'è chi dice di averli visti e persino fotografati. Come ben spiegato dal ponderoso (e riccamente illustrato) documento sulle scie chimiche preparato dagli esperti di MD80.it, sito di riferimento per i professionisti del volo italiani, qualsiasi aereo ad alta quota, visto da terra, tende ad assumere una colorazione bianco-azzurrognola per via della diffusione della luce nell'atmosfera. Esattamente come fanno le montagne innevate viste da lontano. E le livree degli aerei di linea sono praticamente tutte bianche ("senza insegne", appunto) nella zona inferiore del velivolo.

L'apparente mancanza di finestrini è spiegata dal fatto che le foto mostrate dagli sciachimisti sono scattate da grande distanza (l'aereo è a vari chilometri di quota e raramente sta direttamente sopra il fotografo) con un teleobiettivo, e l'atmosfera tende ad offuscare i dettagli. Le immagini sono sfuocate e la loro bassa risoluzione non permette di distinguere un oggetto piccolo come un finestrino.

Provate ad andare a qualche chilometro da un aeroporto e guardate gli aerei che atterrano. Ne vedete i finestrini? Appunto. Oltretutto esistono anche gli aerei commerciali da trasporto, che effettivamente non hanno finestrini. L'assenza reale o apparente di finestrini, quindi, non prova assolutamente nulla.

Lo stesso documento di Md80.it spiega anche le segnalazioni di "scie chimiche" a bassa quota: sono semplicemente i vortici di condensazione (vapore acqueo, insomma) che si formano sull'aereo in determinate condizioni atmosferiche e che si possono osservare in molte immagini disponibili in Rete, come questa e questa. Non si tratta di fumogeni di quelli usati per abbellire i voli acrobatici, ma di pura e semplice condensazione momentanea di vapore acqueo.

Anche le "appendici strane" notate da alcuni sciachimisti sulle ali degli aerei non hanno nulla di strano: sono semplicemente le carenature degli attuatori idraulici che muovono i flap. Quelle situate alle estremit√† delle ali sono le winglet, alettine sempre pi√Ļ diffuse sugli aerei moderni.

Lo "sfiatatoio" che si vede sulla coda di alcuni aerei, invece, non è lo scarico dell'irroratore chimico, ma semplicemente l'ugello di scarico del generatore ausiliario o APU (Auxiliary Power Unit): una piccola turbina a gas.


Ma allora cosa c'è dietro la mania delle scie chimiche?


√ą chiaro che la teoria sciachimista √® letteralmente campata per aria. Dunque perch√© tanto clamore? La gente √® davvero cos√¨ ingenua?

In parte sì. Complice il rimbambimento mediatico di giornali che dedicano la prima pagina alle lettere di consorti indignate e relativi maritini e di programmi televisivi stracolmi di niente, l'alfabetizzazione scientifica del cittadino medio è a livelli patetici, creando un terreno fertilissimo per qualsiasi teoria che faccia leva sulle paure istintive. Ma non è solo questo.

Bisogna aggiungere il fatto che il mistero si confeziona con poca fatica e vende molti pi√Ļ giornali della pi√Ļ intrigante delle ricerche scientifiche. Il complottismo paga, perch√© permette di vendere libri, gadget, talismani e DVD, e appaga, perch√© crea seguaci; si diventa guru. Allora diventa chiaro perch√© le cariatidi del complottismo, come Luogocomune.net, spaziano dall'11 settembre agli sbarchi lunari alle scie chimiche: si chiama diversificazione del prodotto. E diventa chiaro perch√© le scie chimiche persistono. Sono un business.

1.151 commenti:

«Meno recenti   ‹Vecchi   201 – 400 di 1151   Nuovi›   Pi√Ļ recenti»
¤°*¤Demetrio§ahaquieL¤°*¤ ha detto...

>No. Hanno usato quei dati per mostrare il tipo di persona che è Straker.

Anche questo è scorretto, Paolo; molto. Non si critica il pensiero di una persona in base al suo personale Curriculum Vitae. Così si alimentano pregiudizi.

>Straker: uno che si atteggia ad autorità e cerca di apparire ciò che non è e scrive castronerie non solo sulle scie chimiche.

Non è vero. Che lui scriva castronerie, è tutto da dimostrare; ma non mi sembra che qui ci sia un ambiente così cordiale in modo da poterne discutere serenamente. Se la cordialità è ciò a cui ambite, si potrebbero evitare le provocazioni.
Straker avr√† pure insultato, ma √® stato provocato. E’ comodo provocare e poi giudicare chi reagisce di fronte ai pregiudizi.

>Questo è importante per capire da che genere di pulpito proviene la teorie delle scie chimiche.

Presta attenzione al messaggio, non al messaggero.

>No. Ho colto l'occasione per ribadire quella che non è una generalizzazione infelice, ma un dato di fatto. Prova a frequentare Luogocomune o altri siti dedicati ai complotti di ogni sorta e noterai con quale maleducazione si comportano solitamente i complottisti. Certo, ce n'è qualcuno cortese e civile, ma sai quanto letame m'è stato tirato addosso per le mie indagini? I complottisti incivili superano di gran lunga quelli civili. Per cui non c'è nulla di scorretto nella mia generalizzazione. Non è un preconcetto: è un dato di fatto, e il comportamento di Straker ne è un'ennesima conferma.

Ora non posso entrare nel merito delle indagini che hai posto sul forum di luogocomune, perché non ho letto la tua discussione. Tuttavia una generalizzazione rimane una generalizzazione. Non importa la percentuale. Straker non è: Luogocomune.
Siamo persone diverse, con pregi e difetti, non siamo “complottisti”; le persone sono diverse.
Noi siamo persone con pregi e difetti, voi siete persone con pregi e difetti. Noi tutti siamo persone con pregi e difetti.

>no, si applicano quelle che ritiene opportune il responsabile del blog. In questo caso io. E ovviamente sta a me decidere se una discussione è off topic o meno. In questo caso non mi sembra affatto off topic: stiamo parlando di un sostenitore della teoria delle scie chimiche, e specificamente di un amministratore di un sito dedicato a questa teoria.
All’ inizio di questa pagina c’√® scritto “Scie Chimiche”. Cambia il titolo con: CV di Straker o qualcosa di simile. Allora tornerai On Topic.

Taro ha detto...

Grazie Paolo per aver parlato delle scie.

Grazie, per aver dimostrato con la trasmissione alla radio, il post ed i relativi commenti di come l'intolleranza non sia prerogativa di una singola fazione ma dell'uomo in generale. Nessuno escluso.

Nel post denuncia del mio blog, ho sempre cercato di riportare dei fatti.
Non sono un chimico, ne un fisico, ne un metereologo tantomeno un climatologo e via così potremmo continuare.

Potresti dire che non ho gli strumenti per capire quel che predico.
In parte hai ragione, in parte no. Quel minimo di buonsenso che ognuno di noi si porta a mo di bagaglio esperenziale ci pone nella condizione minima di capire se un bicchiere d'acqua sia caldo o freddo. Quel minimo quindi che basta per notare se il cielo di punto in bianco si sia riempito di scie anomale o meno.
Specialmente se una delle tue passioni sia proprio quella di mirare il cielo in tutte le sue evoluzioni.

Con il passare del tempo mi sto facendo un'idea sempre pi√Ļ definita del mosaico che si sta componendo sotto i nostri occhi - mi pare pi√Ļ che naturale che avvenga - ma non ho la presunzione di ritenere certezze quelle che in fondo sono solo delle supposizioni. Non ho gli strumenti ma soprattutto la totalit√† degli elementi, la visione globale, per ammonire su delle conclusioni certe del fenomeno.

Questo non esclude però che il fenomeno esista e a questo limito la mia azione, a denunciarlo!

Spero che tutti coloro che hanno espresso le loro opinioni, cos√¨ nette, sull'argomento si soffermino un attimo a ragionare sulle proprie di competenze e fatto questo indaghino con pi√Ļ attenzione dentro i forum di chemtrails.it; lasciando da parte le possibili spiegazioni e concentrandosi solo sulle segnalazioni e le coincidenze che le caratterizzano.

¤°*¤Demetrio§ahaquieL¤°*¤ ha detto...

Taro, grazie della tua testimonianza. Parole sante: l'intolleranza non sia prerogativa di una singola fazione ma dell'uomo in generale. Nessuno escluso.
@Paolo
Vorrei che leggessi questa discussione, se hai tempo. Gli attivisti di luogocomune, li sanno prendere con le pinze, gli scettici. Se non hai tempo, ti riassumo uno dei concetti espressi da un forumista, che secondo è molto importante:


Secondo me bisognerebbe procedere in questo modo:

1. azzerare per quanto possibile i propri pregiudizi.

2. capire se le cosiddette "scie chimiche" sono effettivemente qualcosa di diverso dalle normali scie di condensazione.

3. in caso di risposta affermativa, costruire delle ipotesi a riguardo. In questo ultimo punto è importante, come diceva padma, separare il grano dal miglio stando molto all'occhio.

Il secondo punto è fondamentale, perché in mancanza di quello non si può passare al punto 3. Allo stesso modo, se tutto nella VU dell'11/9 tornasse non esisterebbe motivo ragionevole per fare dietrologia.

Per questo a mio parere molti ti "rimproverano" del tuo tentativo di confutare le ipotesi riguardanti il punto 3 senza prendere in considerazione ciò che sta al punto 2. Perché a loro (e a mio) avviso di motivi ragionevoli per fare dietrologia ce ne sono a bizzeffe.

¤°*¤Demetrio§ahaquieL¤°*¤ ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Anonimo ha detto...

Non so se è già stato postato, ma vorrei segnalare una pagina interessante presente in un link nella pagina sulle contrails della nasa :

http://asd-www.larc.nasa.gov/GLOBE/resources/activities/appleman_student.html

Fa notare chiaramente come le contrails si formino in un relativamente ampio range di valori di pressione, umidità relativa e temperatura.
Poi credo sia interessante far notare come la qualità del motore e del carburante possa influire sulla formazione e sulla tipologia di contrail.
Motori e arei datati (anche solo come concezione) in genere sono meno efficenti termodinamicamente (quindi a parit√† di condizioni emettono pi√Ļ acqua) e producono pi√Ļ ossidi di azoto e particolato, mentre il carburante spesso presenta un alto tenore di zolfo e a sua volta favorisce la formazione di particolato carbonioso.
Sia il particolato che gli ossidi di azoto possono favorire la formazione delle contrail allargando il range di valori.

Anonimo ha detto...

riposto il link di prima con tinyurl
http://tinyurl.com/2ve3ca

Satyricon ha detto...

Demetrio§ahaquieL :
>>Allo stesso modo, se tutto nella >>VU dell'11/9 tornasse non >>esisterebbe motivo ragionevole >>per fare dietrologia.

partendo da dati falsi, palesemente errati, da errori di valutazione, sistemazioni ad hoc di timeline, querelle inutili sulla capacit√† o meno di saper guidare un aereo, su buchi -prima piccoli, e poi magicamente pi√Ļ grandi- su pareti di edifici pentagonali, su PRESUNTI OLOGRAMMI, su cospirazioni globali?

E poi, volendo citare Schopenhauer, non ti pare che *quasi* tutti i "complottisti", esaurita la benzina che li anima, sprofondino nell "argumentum ad personam"?

Guarda il forum che frequenta Straker, guarda cosa s'inventano per dargli addosso.
Tutto ci√≤, perch√® non hanno pi√Ļ benzina.

Ti sembrano le stesse reazioni avute qui dopo il posting (da parte di non so chi) del CV del summenzionato Straker?

In tutta sincerità, a me non sembra.

¤°*¤Demetrio§ahaquieL¤°*¤ ha detto...

>partendo da dati falsi, palesemente errati, da errori di valutazione,

Di dati falsi ed errati, ne esistono anche nella versione ufficiale; se io come molti stiamo quà a dire il contrario, evidentemente è perchè questi dati ufficiali non sono così palesi ed inconfutabili. Non bisogna considerare solo quelli che ci fanno comodo. Io mi impegno, ora, a mettere in discussione le mie "teorie". Ma lancio il mio invito a fare lo stesso.

> E poi, volendo citare Schopenhauer, non ti pare che *quasi* tutti i "complottisti", esaurita la benzina che li anima, sprofondino nell "argumentum ad personam"?

Guarda caso, √® la stessa cosa che si dice degli "ufficialisti". Esaurita la benzina, negano l'evidenza. Per cui, penso sia pi√Ļ utile discutere della presunta evidenza, e di quale evidenza si sta parlando; se di quella ufficiale o di quella alternativa.
Partendo dalla constatazione di Taro, cioè che ognuno di noi ha un buonsenso che si porta a mò di bagaglio esperenziale e che ci pone nella condizione minima di capire se un bicchiere d'acqua sia caldo o freddo, faccio questa considerazione:

Basta solo un dato, per mettere pesantemente in discussione la versione indirettamente ufficiale: il vapore acqueo, per cristallizzarsi in aghetti di ghiaccio, necessità di una temperatura molto bassa. E fin qui ci siamo. Questo vapore acqueo, prodotto dagli scarichi dei motori a reazione e sommato all'umidità circostante, è incandescente. Dunque, se non ci fosse una temperatura bassissima, non potrebbe condensarsi. Se fate caso agli aerei che emettono scie di condensazione, queste non si rendono subito visibili, ma vi è uno spazio di qualche metro dal velivolo. Quella distanza tra l'aereo e la scia di condensazione, è lo spazio utile e necessario al vapore acqueo, per passare da una temperatura incandescente, ad una temperatura sotto zero, formando così questi aghetti di ghiaccio: le scie di condensazione.
Essendo che le scie di condensazione sono solo ed esclusivamente cristalli di ghiaccio viene facile pensare che se metti dell'acqua a fianco al ghiaccio nn e' l'acqua che congela, ma il ghiaccio che si scioglie, ecco perchè le scie di condensazione nn possono originare, nubi di qualsivoglia forma o consistenza, ed ecco perchè si sciolgono in pochissimo implacabilmente sublimando al sole.
Questo fenomeno, si verifica solo nella troposfera che è lo strato in cui si verificano quasi tutti i fenomeni meteorologici; essa contiene l'80% della massa gassosa totale e il 99% del vapore acqueo.
. In essa, con l'aumentare della quota (0,65°C ogni 100m di quota, fino ai circa -60°C della tropopausa), si presentano le condizioni di temperatura estremamente basse, indispensabili ai gas incandescenti dei motori, per creare quest'effetto di condensazione.
Con i 40 gradi sottozero, il gas incandescente condensa; i 40 gradi sottozero, si trovano a partire da quote comprese tra gli 8000 e i 9000 metri.

Fry Simpson ha detto...

«Anche questo √® scorretto, Paolo; molto. Non si critica il pensiero di una persona in base al suo personale Curriculum Vitae. Cos√¨ si alimentano pregiudizi.»

Perché mai valutare l'attendibilità di una persona in base alle affermazioni che fa dovrebbe essere un pregiudizio?
Pregiudizio sarebbe "è omosessuale quindi è inaffidabile", ma "fa passare per una sua invenzione il partizionamento dell'hard disk, quindi mi fido poco della sua attendibilità" non è un pre-giudizio. E' proprio il suo contrario: un post-giudizio se mi passi il neologismo, cioè un giudizio su una persona formulato dopo aver eseminato affermazioni fatte da quella persona.

Un giudizio che è personale (come tutti i giudizi) ma lecito (come tutti i giudizi espressi civilmente) e che non pretende di avere valore per chi non lo condivide: io non sono un magistrato. Quel che dico vale per me e per chi decide di condividerlo.

Tu daresti la stessa affidabilità a una dichiarazione fatta da Piero Angela o da Wanna Marchi?


Del resto anche il signor Straker ha espresso giudizi sugli altri utenti sulla base di quanto questi hanno scritto.

Dove è la differenza?
Che lui ha insultato!

«Straker avr√† pure insultato, ma √® stato provocato. E’ comodo provocare e poi giudicare chi reagisce di fronte ai pregiudizi.»

Una persona adulta e civile non insulta chi lo prende in giro.

Se io mi fossi lasciato andare a insultare la madre di qualcuno chiederei scusa, non pretenderei di avere ragione.

¤°*¤Demetrio§ahaquieL¤°*¤ ha detto...

> Perché mai valutare l'attendibilità di una persona in base alle affermazioni che fa dovrebbe essere un pregiudizio?

Il CV non è un affermazione

>Una persona adulta e civile non insulta chi lo prende in giro.

Una persona adulta e civile, non prende in giro.

Fry Simpson ha detto...

Immagino che mi risponderai che valuti l'affermazione, non la persona.
Anche Piero Angela può dire una cosa falsa e anche Wanna Marchi può dire una cosa vera.

Giustissimo.
In linea di principio.
Però nella pratica le persone che fanno affermazioni originali su Internet sono milioni.
Non posso stare dietro a tutti. Perché non ho tempo infinito a disposizione.
Perciò applico un criterio approssimativo: se uno "le spara grosse" su argomenti che bene o male conosco (non sono un esperto di computer, ma a partizionare l'hardo disk ci sono arrivato da solo, e non me la tiro per questo), tendo a non fidarmi di lui in generale.

E' una tecnica induttiva e non deduttiva, siamo d'accordo.
Rischio così di accantonare come sciocchezze delle affermazioni vere, ok.
Ma se non facessi così sarei sommerso dalle sciocchezze prese per buone.

Del resto anche tu ti trovi di fronte al problema per cui le affermazioni disponibili sono migliaia e devi decidere a quali credere e a quali no.
Anche tu adotterai criteri non rigorosi, no?
O sei un esperto di tutto?

Per quel che mi riguarda, le affermazioni di Straker sono ridicole. Sia quando parla delle sue competenze informatiche, sia quando parla di scie chimiche.
Lui stesso ne fa una questione di "intuito". Ok. Il mio intuito è diverso dal suo.

Per lui sono ridicolo io, per me è ridicolo lui.

Io non ho insulto lui. Lui ha insultato me. Non ha chiesto scusa. Ha minacciato azioni legali.

Da quasto comportamento deduco (stavolta è una deduzione, non una induzione) che Straker è una persona intollerante e permalosa come un bambino viziato. Non è in grado di rispondere all'ironia con l'ironia, ma deve ricorrere all'insulto se qualcuno mette in dubbio la sua autorità.

Questo comportamento assomiglia pi√Ļ a quello di Wanna Marchi che a quello di Piero Angela.

Io ho un pregiudizio: ammiro Piero Angela e biasimo Wanna Marchi. Sono disposto a concedere pi√Ļ credito al primo che alla seconda.
E non sono in grado di mettermi in discussione di fronte a chi non condivide questo pregiudizio.

E' un limite mio.


Avere tempo significa -precisamente- non avere tempo per chiunque.

E per quanto mi riguarda il discorso è chiuso. Ti lascio l'ultima parola.

Non spender√≤ pi√Ļ il mio tempo a rispondere a personaggi Wanna-Marchi-like e invito tutti i condivisori del mio "pregiudizio" a fare altrettanto.

Lasciamo che i troll, non trovando cibo qui, tornino nel loro territorio.

Satyricon ha detto...

Demetrio§ahaquieL:

>>Di dati falsi ed errati, ne esistono anche nella versione ufficiale; se io come molti stiamo quà a dire il contrario, evidentemente è perchè questi dati ufficiali non sono così palesi ed inconfutabili.<<

Questo rientra nella libertà d'espressione, logico.
E ci mancherebbe altro.

Ma quando i dati ufficiali vengono presi sotto l'occhio della malafede (cfr. il "quoting selvaggio" sui documenti, oppure le controversie su Silverstein ed il suo "pull it", od ancora le presunte manovre di insider trading *unilaterali*, le famose Put Options)...dove si vuole andare a parare?

Cosa c'è dietro, a questo punto?

E' logico, se un soggetto qualsiasi ti dice "guarda qui, guarda questo video, guarda l'aereo com'è deforme, ti sembra un VERO aereo?"...cosa fai?
Gli dai ascolto, oppure gli rammenti che tutti i video che ti sta mostrando non sono di così eccelsa qualità, ed è ASSAI FREQUENTE che i pixel "distruggano" la conformazione tipica di un aereo?

E' solo un esempio, ma estremamente calzante.


>>Guarda caso, è la stessa cosa che si dice degli "ufficialisti". Esaurita la benzina, negano l'evidenza.<<

A rigor di logica, l'onore della prova sta ai c.d. "complottisti", non agli "ufficialisti".

Inoltre, perchè questa rigida divisione?

Paolo Attivissimo l'ha detto pi√Ļ volte, non √® un ufficialista.

Qualora lo fosse, negherebbe addirittura l'evidente "palla al balzo" che Bush & Co. hanno colto dall'attentato.


>>Basta solo un dato, per mettere pesantemente in discussione la versione indirettamente ufficiale: [cut]<<

Non ho riportato l'intera argomentazione per esigenze di spazio.
Però, non potendo entrare nel merito del discorso, non essendo io un meteorologo (riconsco però la qualità e la limpidezza del testo), posso porti un'altra domanda?

Poniamo che la scie chimiche siano una realtà.
Non ti pare che gli stessi "mandanti" di questa strage respirino la nostra stessa aria?

E' forse un sucidio collettivo su scala globale?



Grazie comunque per il dialogo costruttivo.

Anonimo ha detto...

Sono mesi che seguo questo fenomeno, incuriosito ho frequentato anche il sito di sciechimiche.org.
Sono controllore di volo e ho fatto delle verifiche visive correlando gli aerei che vedevo emettere scie con i dati visibili sul radar e ho constatato che nella totalità dei casi (circa 50) esaminati si trattava di aerei al disopra dei 9000mt e quasi esclusivamente civili.
Mi sono documentato sulle modalità di formazione delle contrails e ho scoperto un impressionante mole di documenti a riguardo.
Ho letto solo quelli prodotti in anni non sospetti e cio√® dagli anni 80 in gi√Ļ. C'√® un documento importantissimo, ma che non viene mai citato, prodotto da un certo Appleman nel 1953, che, pur con numerose modifiche fatte nel corso degli anni, √® ancora utilizzato per la previsione delle contrails.
Ebbene in quel documento vi è un grafico noto come grafico di Appleman in cui la formazione delle contrails è riportata possibile anche con umidità realtive =0%.
Mentre dai sostenitori dell'ipotesi scie chimiche si continua a dire che tale valore deve essere di almeno il 70%.Vi è un'altro documento del 1970 dal titolo "sulle possibili implicazioni sul clima da parte delle scie prodotte dagli aerei".Ricordo che stiamo parlando del 1970 quando i sostenitori scie-chimiche continuano a dire che il fenomeno è recente.
Vi è un altro documento di Appleman del 1966 dal titolo "Influenza degli aerei supersonici nella formazione di cirri e nel clima" quando i sostenitori scie-chimiche continuano a dire che le scie non possono trasformarsi in nubi.
Si continua dire che tali aerei volano a quote comprese tra i 2000 e 4000 metri e allora chiedo è mai possibile che non si riesca a fotografare in maniera discreta un aereo a quella distanza? A tal proposito non ho ancora visto una foto eloquente. D'altra parte le loro sono quote stimate o calcolate in base a formule di cui non vi è prova scientifica della precisione, ma soprattutto non si sa quali errori abbiano i dati inseriti nelle suddette formule.
Io, fino a prova contraria, rimango dell'opinione che ciò che vedo in cielo sono scie di condensazione.
Se qualcuno è interessato ai documenti citati lo dica che al prossimo messaggio metto i links.

¤°*¤Demetrio§ahaquieL¤°*¤ ha detto...

>Perciò applico un criterio approssimativo: se uno "le spara grosse" su argomenti che bene o male conosco (non sono un esperto di computer, ma a partizionare l'hardo disk ci sono arrivato da solo, e non me la tiro per questo), tendo a non fidarmi di lui in generale.

Scusa, ma se non ti fidi delle sue competenze informatiche, che importanza ha ai fini della questione? Lui qui non ha esposto le sue competenze informatiche, che non c'entrano nulla col discorso scie chimiche. Dovresti concentrarti sul messaggio, senza soffermarti a giudicare il messaggero. Se si va avanti per attendibilità (se lo dice la tv...se lo dice Berlusconi...se lo dice Prodi...se lo dice Veronesi...se lo dice Attivissimo...se lo dice Straker) non si va da nessuna parte. Una laurea non è sempre sinonimo di rettitudine, o di oggettività. Bisogna ricercare le risposte da soli.

>Questo comportamento assomiglia pi√Ļ a quello di Wanna Marchi che a quello di Piero Angela.

Indubbiamente il pregiudizio è comprensibile. Ma Straker non è Wanna Marchi, e Attivissimo non è Piero Angela.
La Marchi è stata una pezzente, ma è stata processata e incarcerata.
Straker ed altri attivisti, invece, si sono rivolti loro alle autorità, senza ricevere risposta---> http://sciechimiche-zret.blogspot.com/2006/12/intervista-al-noe-nucleo-operativo.html
(un esempio).

¤°*¤Demetrio§ahaquieL¤°*¤ ha detto...

>Ma quando i dati ufficiali vengono presi sotto l'occhio della malafede (cfr. il "quoting selvaggio" sui documenti, oppure le controversie su Silverstein ed il suo "pull it", od ancora le presunte manovre di insider trading *unilaterali*, le famose Put Options)...dove si vuole andare a parare?

Bisogna considerare una cosa. Se le scie chimiche esistono, la malafede verso i giornali e tutti coloro che non per ignoranza ma per connivenza, nascondono, √® pi√Ļ che legittima. Perch√® viene violentata la Costituzione, perch√® i cittadini vengono ingannati e presi in giro dalle autorit√†. In particolare: Art. 24.
Tutti possono agire in giudizio per la tutela dei propri diritti e interessi legittimi.
La difesa è diritto inviolabile in ogni stato e grado del procedimento.
Art. 32.
La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell'individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti.
Nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge. La legge non può in nessun caso violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana.
Art. 50.
Tutti i cittadini possono rivolgere petizioni alle Camere per chiedere provvedimenti legislativi o esporre comuni necessità.
e secondo normativa europea in materia di petizioni dove:
Qualsiasi cittadino può esercitare in qualsiasi momento il diritto di presentare una petizione al Parlamento europeo, individualmente o in associazione con altri.

>Gli dai ascolto, oppure gli rammenti che tutti i video che ti sta mostrando non sono di così eccelsa qualità, ed è ASSAI FREQUENTE che i pixel "distruggano" la conformazione tipica di un aereo?

Ben venga, il tuo senso critico. Però sarai d'accordo con me, che di segnalazioni, non ce ne sono solo una o due.

>A rigor di logica, l'onore della prova sta ai c.d. "complottisti", non agli "ufficialisti".

Sicuramente. Ma diventa pi√Ļ difficile se qualcuno cerca di insabbiare le prove.

>Inoltre, perchè questa rigida divisione?

E' quello che mi sono sempre chiesto. A parer mio c'è una vera e propria demonizzazione di colui che contravviene alla realtà ufficiale. Vengono pronunciate, ripetutamente e fino allo spasmo, locuzioni come "teorie della cospirazione" (come se fossero "correnti di pensiero filosofiche") o "verità alternative" che, in modo non-palese, screditano già in partenza le argomentazioni poste.

>Poniamo che la scie chimiche siano una realtà.
Non ti pare che gli stessi "mandanti" di questa strage respirino la nostra stessa aria?

E' forse un sucidio collettivo su scala globale?

Piccola premessa; con questa domanda, sei passato al punto tre. Dunque non è corretto utilizzare le successive mie affermazioni, per screditare l'esistenza di qualcosa di anomalo nel cielo.
Comunque sia...la tua è una domanda frequente.
Ti dico una cosa, che forse non sapevi: quella dell'avvelenamento di massa √® solo una delle ipotesi costruite sulla base dell'osservazione delle scie, e - a mio parere - nemmeno delle pi√Ļ convincenti. Non credo che l'obbiettivo sia quello di avvelenare la popolazione; piuttosto, un effetto collaterale. Anche perch√® le applicazioni di sostanze quali Bario e dell'Alluminio, sono tutt'altre che quelle dell'avvelenamento.
Il Bario e l'Alluminio non hanno effetti immediati sulla salute; come esempio ti posso dire che l'Alluminio è una probabile casua dell'aumento della percentuale di casi del Morbo di Alzheimer.

Anonimo ha detto...

Spero che il webmaster dimostri una prova di democrazia maggiore di quelle che sta dando fin'ora lasciando questo post

Si e' indagato molto sul Sig. Marciano', adesso e' il caso di indagare sul nostro "cacciatore di bufale" come si autodefinisce

andiamo su wikipedia e vediamo un po'

"Paolo Attivissimo (York, 28 settembre 1963) è uno scrittore, giornalista e divulgatore informatico italiano.

Si occupa di traduzioni tecnico-scientifiche dall'italiano all'inglese e viceversa[1].

Dal 1980 al 1990 ha lavorato come DJ nelle emittenti Pavia Radio City e Radio Luna Pavia per poi passare a World Music Radio (in quest'ultima con lo pseudonimo di John Sinclair). Successivamente si è trasferito in Lussemburgo e poi in Gran Bretagna."

Dal 1997 al 2001 ha curato una rubrica settimanale d'informatica sulla Gazzetta dello Sport.

Impiegato per vario tempo alla "Top One UK Ltd", (Macchinari x macinare le cose)

Quindi sto leggendo un ex DISC JOCKEY (il lavoro che ha tenuto per piu' tempo), che costruiva macine, che scriveva nel trafiletto informatico della gazzetta che ha cambiato lavori a decine parlare di fenomeni atmosferici, e per giunta pretendere di avere ragione senza sentirne altre.


mah, fosse almeno un meterologo potrei capire, ma cosi' e' come il gelataio che dice che il TCPA e' una bufala.


meditate sui falsi idoli gente.


io invece? rimango con i miei dubbi xche' lo sanno pure i bimbi che "sono gli stupidi non hanno dubbi"

Satyricon ha detto...

>>Bisogna considerare una cosa. Se le scie chimiche esistono, la malafede verso i giornali e tutti coloro che non per ignoranza ma per connivenza, nascondono, √® pi√Ļ che legittima.

Ben detto, "se".
Se tra 10 anni salterà fuori un documento (o qualsiasi altra fonte documentale CERTA) con Bush, Blair, o qualunque altro "invischiato" in queste torbide vicende...beh, allora avremo LA Prova.

Ora come ora, ho visto solamente video che, contrariamente ai loro intenti, fanno disinformazione e basta.


>>Art. 50.
Tutti i cittadini possono rivolgere petizioni alle Camere per chiedere provvedimenti legislativi o esporre comuni necessità.

Ecco spiegata, conseguentemente, l'interrogazione parlamentare di Ruzzante.
Nessuno sta avvalorando tesi sulle scie chimiche, tantomeno il Parlamento Italiano.
Portarlo come prova è assai "fazioso", per non dire disonesto verso chi vorrebbe quantomeno capire.


>>Il Bario e l'Alluminio non hanno effetti immediati sulla salute; come esempio ti posso dire che l'Alluminio è una probabile casua dell'aumento della percentuale di casi del Morbo di Alzheimer.


In effeti, non lo sapevo.
Ma la sostanza non cambia; ergo, ponendo come vera l'ipotesi delle Scie Chimiche, *probabilmente* ci stanno/stiamo ammazzando tutti.

L'Alzheimer, sempre ragionando in linea probabilistica, ucciderebbe sia "noi" che le stesse persone che precedentemente ho chiamato "mandanti".

Anonimo ha detto...

2. capire se le cosiddette "scie chimiche" sono effettivemente qualcosa di diverso dalle normali scie di condensazione.
Questo è il punto sono daccordo con te demetrio.
Per rispondere a questa domanda dobbiamo andare per gradi.
Prima dovremmo capire se scie di condensazioni con quelle caratteristiche di durata e di espansione fino a trasformarsi in nubi sia possibile dal punto di vista scientifico.
Detto questo, o si dice che i documenti che ho riportato nel messaggio precedente sono falsi, oppure si da per assodato dal punto di vista scientifico che le contrails possono assumere la forma delle scie-chimiche.
Se i documenti sono considerati falsi ( però gli autori di quei documenti ne sono artefici anche di molti altri relativi ad altri argomenti e quindi dovremmo considerare falsi anche quelli)in quanto negazionisti del fenomeno allora possiamo fermarci qui e ognuno si farà la propria opinione.
Se invece vogliamo andare avanti allora il prossimo grosso problema, a mio avviso di difficile soluzione, è quello relativo alle quote stimate a qui si trovano gli aerei che producono scie.
Come ho già detto sono controllore di volo e le mie verifiche le ho fatte, ma sono consapevole che quello che dico non è supportato da prove verificabili da terzi.Ovviamente la stessa cosa vale per chi afferma che le quote sono comprese tra i 2000 e 4000mt.
Questa, secondo me è la situazione di stallo, chiunque ha un'idea per andare avanti si faccia sentire.

Satyricon ha detto...

>>meditate sui falsi idoli gente.

Parole sante, caro anonimo...vero?

Rifletti una decina di volte su questa frase, forse arriverai a capire l'assurdità del tuo ragionamento.

¤°*¤Demetrio§ahaquieL¤°*¤ ha detto...

>In effeti, non lo sapevo.
Ma la sostanza non cambia; ergo, ponendo come vera l'ipotesi delle Scie Chimiche, *probabilmente* ci stanno/stiamo ammazzando tutti.

Si, probabilmente. Ma la sostanza cambia. Gli effetti derivanti da bario ed alluminio, sono arginabili, per chi ne è a conoscienza. Ovvero, che io sappia, ci sono cure vere e proprie (almeno per quanto riguarda gli effetti dati dall'alluminio e bario), o metodologie di prevenzione, come ad esempio l'argilla ventilata.
E poi, vista la spudoratezza di tali missioni di irrorazione, è evidente che c'è una urgente necessità di mandare avanti il progetto che, ripeto, non ha il preciso scopo di avvelenare, ma quello di controllo climatico, ed elettromagnetico.
Dunque, probabilmente si è giunti ad un compromesso, che a questo punto riguarda anche la salute.
Qualche mese fa c'era una trasmissione su RAI 2 dove veniva riportata la concreta possibilità, dell'utilizzo di una tecnologia che, tramite onde a microonde (HAARP), avrebbero respinto uragani e altri fenomeni catastrofici.
Il video di quella puntata del tg2, è disponibile qui:
--->http://www.youtube.com/watch?v=dLUSPzj5g9A

>Ora come ora, ho visto solamente video che, contrariamente ai loro intenti, fanno disinformazione e basta.

Questa mi sembra una tua interpretazione. Ma è normale. Intanto guardati questo, che rappresenta, come il video di cui sopra, una parziale ammissione: http://www.youtube.com/watch?v=whDnSZ_tNTM&eurl=

>Portarlo come prova è assai "fazioso", per non dire disonesto verso chi vorrebbe quantomeno capire.

Può darsi. Ma considerare queste interrogazioni (non solo ad opera di Ruzzante, ma anche di Nieddu e mi pare di qualcun'altro), anch'esse come: "Totale assenza di prove", è altrettanto fazioso.

Marco ha detto...

"Scusa, ma se non ti fidi delle sue competenze informatiche, che importanza ha ai fini della questione? Lui qui non ha esposto le sue competenze informatiche, che non c'entrano nulla col discorso scie chimiche."

Non credo che fossero in discussione le competenze informatiche, personalmente mi fido di centinaia di persone che non sanno nemmeno cosa sia, una partizione. Quello che e' in discussione e' il modo di fare della persona, che vende un'ovvieta' (il partizionamento dei dischi) come un unguento miracoloso che solo il suo genio gli ha permesso di inventare.

Io non mi fido di lui non perche' ha scarse competenze di informatica (ammesso che sia vero), ma perche' cerca di spacciarmi la sua competenza apparentemente ridotta come una cosa strepitosa, e questo comportamento lo accumuna alla nota spacciatrice televisiva di amuleti.

Che poi non tenga questo comportamento quando parla di altro che non sia l'informatica io non lo so, non ho modo di saperlo e comunque lo reputo irrilevante ai fini della fiducia: siccome l'ho pizzicato a fare il furbacchione in un campo che conosco, di lui non mi fido piu' totalmente.

Insomma, non giudico male le sue conoscenze, ma il suo comportamento truffaldino in almeno un campo.

Spero di essermi spiegato :-)

¤°*¤Demetrio§ahaquieL¤°*¤ ha detto...

@Anonimo (direi che sarebbe il caso di mostrarsi, anche se questo è un mio parere)

Scusami se non ti ho risposto subito, ma il tempo è poco:

>Sono controllore di volo e ho fatto delle verifiche visive correlando gli aerei che vedevo emettere scie con i dati visibili sul radar e ho constatato che nella totalità dei casi (circa 50) esaminati si trattava di aerei al disopra dei 9000mt e quasi esclusivamente civili.
Mi sono documentato sulle modalità di formazione delle contrails e ho scoperto un impressionante mole di documenti a riguardo.

Infatti, al di sopra dei 9000, sono scie di condensa.

>C'è un documento importantissimo, ma che non viene mai citato, prodotto da un certo Appleman nel 1953, che, pur con numerose modifiche fatte nel corso degli anni, è ancora utilizzato per la previsione delle contrails.

Il fatto che quei dati siano stati modificati, rende bene l'idea della loro presunta attendibilità, avvalorando fortemente l'ipotesi di insabbiamento.

>Ebbene in quel documento vi è un grafico noto come grafico di Appleman in cui la formazione delle contrails è riportata possibile anche con umidità realtive =0%.

Utilizzando un pò di buon senso, e senso critico, converrai con me che i gas di scarico incandescente, a temperature così alte non possono ghiacciare.

>Mentre dai sostenitori dell'ipotesi scie chimiche si continua a dire che tale valore deve essere di almeno il 70%.Vi è un'altro documento del 1970 dal titolo "sulle possibili implicazioni sul clima da parte delle scie prodotte dagli aerei".Ricordo che stiamo parlando del 1970 quando i sostenitori scie-chimiche continuano a dire che il fenomeno è recente.


Qui c'è un errore. I sostenitori delle teorie scie chimiche, non sostengono che le scie degli aerei sono un fenomeno recente, ma solo le scie "anomale", avvalorate successivamente come chemtrails, in base alle analisi minerarie di sostanze fuori luogo, presenti in aree di frequente irrorazione, ben lontane da fabbriche industriali.

>Vi è un altro documento di Appleman del 1966 dal titolo "Influenza degli aerei supersonici nella formazione di cirri e nel clima" quando i sostenitori scie-chimiche continuano a dire che le scie non possono trasformarsi in nubi.

Sebbene questo documento sia apparentemente giusto, lo hai posto impropriamente.
I cirri, si formano a partire da quote comprese tra i 8000 e gli 11000 metri di quota; nulla a che vedere con le scie anomale visionate e fotografate, che si trovano a quote decisamente inferiori.

>Si continua dire che tali aerei volano a quote comprese tra i 2000 e 4000 metri e allora chiedo è mai possibile che non si riesca a fotografare in maniera discreta un aereo a quella distanza? A tal proposito non ho ancora visto una foto eloquente.

Io non so che macchina tu abbia, la mia t-logic a 3.2 mega pixels li distingue benissimo.

>D'altra parte le loro sono quote stimate o calcolate in base a formule di cui non vi è prova scientifica della precisione, ma soprattutto non si sa quali errori abbiano i dati inseriti nelle suddette formule.

Esistono vari modi per desumere la quota di un aereo in volo. D'altra parte le quote stimate o calcolate in base a formule trigonometriche, sono disponibili a chiunque per dimostrarne la veridicità. Però nessuno le usa.

scie-nziato ha detto...

Dici che √® normale che su 50 aerei che emmettevano scie tutti erano sopra i 9000mt ma secondo te non √® in contrasto con quanto pi√Ļ volte detto e cio√® che le scie sono un fenomeno poco diffuso? E non √® in contrasto col fatto che mentre io vedo il cielo ricoperto di scie tutte al disopra dei 9000mt altri vedano tali scie molto pi√Ļ basse? L'errore che ha il radar √® di circa 30mt.
Riguardo Appleman forse non mi sono spiegato, ho detto che la tabella di appleman è ancora usata per la previsione delle contrails.
E quella che è presente nel documento risale al 1953 dove è riportato possibile formazione di contrail con umidità =0%.
Le successive modifiche che non hanno modificato in modo sostanziale la tabellla sono relative al fatto che si è visto che l'efficenza dei motori ha un ruolo, come l'ha il vento in quota. ecc.ecc.

Utilizzando un pò di buon senso, e senso critico, converrai con me che i gas di scarico incandescente, a temperature così alte non possono ghiacciare.
Forse non sai che un B727 (dico B727 perchè mi riferisco a studi fatti in tempi non sospetti) produce oltre un kilo di vapore al secondo circa 4 tonnellate ora.Secondo te tutto quel vapore che fine fa?
E se lo stesso tratto di cielo viene percorso in tempi brevi da pi√Ļ aerei tutto il vapore prodotto che fine fa?
Ovvio ghiaccia.

Qui c'è un errore. I sostenitori delle teorie scie chimiche, non sostengono che le scie degli aerei sono un fenomeno recente, ma solo le scie "anomale", avvalorate successivamente come chemtrails, in base alle analisi minerarie di sostanze fuori luogo, presenti in aree di frequente irrorazione, ben lontane da fabbriche industriali.

La distanza dalle fabbriche non significa nulla.Ti ricordi che dopo chernobyl la nube radioattiva è arrivata anche ne sud europa? O vogliamo dire che cernobyl è vicino al trentino?

Sebbene questo documento sia apparentemente giusto, lo hai posto impropriamente.
I cirri, si formano a partire da quote comprese tra i 8000 e gli 11000 metri di quota; nulla a che vedere con le scie anomale visionate e fotografate, che si trovano a quote decisamente inferiori.

Questa √® una tua opinione ed √® la parte pi√Ļ importante, nessuno √® in grado di stabilire la quota in modo certo e fornirne le prove.
Io lo posso fare con un errore di 30mt ma non sono in grado di fornire prove verificabili da terzi.
Da una foto in cui si vede la sagoma di un aereo riesci a stabilirne la quota?
Se si con quale errore?
I metodi trigonometrici non sono in questione, quello che è in questione sono i dati che vengono inseriti in quelle formule.

scie-nziato ha detto...

Dati certi e inconfutabili ve ne sono pochi.Quelli che io ritengo tali sono i seguenti:

Il cielo è pieno di scie generate da aerei, formando reticoli e incroci.
La maggior parte delle scie sono linee rette visibili per molti km, in alcuni casi, documentati da foto, si sono viste scie curve e addiritura circolari.
Le scie di frequente si trasformano in un velo che copre gran parte del cielo.
Sono enormemente pi√Ļ numerose rispetto a 10 o 15 anni fa.
E un fenomeno sostanzialmente diffuso in tutto il mondo.
Il problema è noto a livello politico ed è dimostrato dal fatto che in vari paesi sono state presentate delle interrogazioni parlamentari.
Il problema è noto a livello scientifico ed è dimostrato dal fatto che vi sono innumerevoli studi sull'argomento a partire dagli anni '50.
Proprio da questi studi, anche passati, risulta che le scie di condensazione si formano solo in determinate condizioni e in particolare la temperatura e la quota hanno una grossa importanza tanto che è difficile che scie di condensazione si formino al disotto degli 8000mt (almeno alle nostre latitudini Vedi grafico di Appleman).
Vi sono innumerevoli studi, anche molto datati, sulla esigenza e possibilità di modificare il clima da parte dell'uomo e vi sono molti brevetti legati a questo.
Il traffico aereo è aumentato moltissimo negli ultimi anni anche in seguito a nuove regolamentazioni del settore (deregulation)
Dal 2001 sono state dimezzate le separazioni verticali minime previste al disopra di FL290 (in europa), permettendo di fatto il raddoppio dei potenziali aerei al disopra di quella quota.
Puo darsi ve ne siano altri ma al momento non mi vengono in mente.

¤°*¤Demetrio§ahaquieL¤°*¤ ha detto...

@anonimo

>Se i documenti sono considerati falsi (però gli autori di quei documenti ne sono artefici anche di molti altri relativi ad altri argomenti e quindi dovremmo considerare falsi anche quelli)in quanto negazionisti del fenomeno allora possiamo fermarci qui e ognuno si farà la propria opinione.

Ripeto. Una volta ammessa l'esistenza delle scie chimiche (punto 1), conseguentemente, si considera (punto2) che vi è in opera un insabbiamento, come ad esempio le campagne di disinformazione operate dal tg2, nei link da me postati in precedenza. A questo punto, se i meteorologi parlassero di scie chimiche, senza filtrare le notizie, perderebbero la sedia.
E' l'argomento scie chimiche ad essere l'argomento tab√Ļ. In base a questo principio, si consegue che non √® detto che chi contraddice la "teoria" scie chimiche, √® un pinocchione in ogni cosa (seguendo anche il ragionamento da me fatto in precedenza, sui pregiudizi). Dunque non √® corretto dire che se si confuta quegli argomenti, si confuta il creatore di quei documenti in toto.
Pecunia non olet

-------

@Scie-nziato

> Dici che √® normale che su 50 aerei che emmettevano scie tutti erano sopra i 9000mt ma secondo te non √® in contrasto con quanto pi√Ļ volte detto e cio√® che le scie sono un fenomeno poco diffuso?

Le scie le hai viste tu, non ho a disposizione abbastanza dati. E' pi√Ļ probabile che si tratti di condensa, al di sopra dei 9000, ma se gli aerei li vedevi non √® detto che lo sia. Se l'aereo volasse a quota regolamentare neanche l'avresti visto.

>possibile formazione di contrail con umidità =0%.

Ben detto, possibile; ma falsa.

>Forse non sai che un B727 (dico B727 perchè mi riferisco a studi fatti in tempi non sospetti) produce oltre un kilo di vapore al secondo circa 4 tonnellate ora.Secondo te tutto quel vapore che fine fa?
E se lo stesso tratto di cielo viene percorso in tempi brevi da pi√Ļ aerei tutto il vapore prodotto che fine fa?
Ovvio, ghiaccia.

Se fosse così, dovrebbe ghiacciare tutto il vapore di ogni aereo. Ma non è così, e ci sono tanti filmati; non solo, in aggiunta, basta aver visto una volta in vita un aereo che non scia, per capire che non è così. Per ghiacciare devono esserci determinate condizioni, di temperatura/altitudine e umidità.

>La distanza dalle fabbriche non significa nulla.Ti ricordi che dopo chernobyl la nube radioattiva è arrivata anche ne sud europa? O vogliamo dire che cernobyl è vicino al trentino?

Confido nel fatto che non è nececssario spiegare la differnza tra "Radiazioni" e "particelle" di Alluminio e Bario, ecc.

>Questa √® una tua opinione ed √® la parte pi√Ļ importante, nessuno √® in grado di stabilire la quota in modo certo e fornirne le prove.

Questo è molto importante. La quota può essere stabilita in vari modi. Ma intanto tu, come nessuno, sei in grado di stabilire che il margine d'errore è determinante. Di fatti, non è determinante.

>Da una foto in cui si vede la sagoma di un aereo riesci a stabilirne la quota?

Come già detto, se volasse a quota regolamentare neanche lo vedremmo, l'aereo.

scie-nziato ha detto...

Se guardi il grafico che ho citato la condizione perch√® si formino le contrails √® che la temperatura sia molto bassa, l'umidit√† ha la sua importanza ma non √® determinante nel senso il fenomeno si verifica a temperature pi√Ļ elevate se l'umidit√† √® pi√Ļ alta, tutto qui.
Il fatto che non tutto il vapore ghiacci e si trasformi in contrails dipende molto dal vento in quota oltre che dai motivi sopra citati.
Vi è un'altra tabella che ho postato sul forum di gaia in cui questo si vede benissimo.
Il fatto che se un aereo si trova a quota regolamentare (poi magari mi spieghi cosa intendi per quota regolamentare) io non lo veda è una tua opinione. Di sicuro la scia la vedo e quindi la verifica fatta sul radar è avvenuta senza problemi..
Il problema è sempre quello e cioè che le quote di cui parliamo sono diverse.
Se i meteorologi parlassero di scie chimiche sono daccordo con te che perderebbero la sedia.
Ma non per i motivi che pensi tu.
Comunque rifaccio l'invito che ho fatto altrove, fatemi vedere una foto fatta senza zoom di un aereo a quote basse che emette scie.

Anonimo ha detto...

ragazzi non perdete tempo, questi signori ne hanno evidentemente in abbondanza, e hanno una forte "Motivazione" che ognuno' puo' intendere come vuole, si vede dalla quantita' di risposte prestampate sono in grado di fornire.





loro parlano sempre di incremento del traffico aereo, ma in realta' negli ultimi 5 anni il traffico aereo e' aumentato del 5%, ma anche solo 2 anni fa questo scempio del cielo nn c'era.

visto che e' la scusa che utilizzate di + direi che coprire il cielo totalmente, con solo il 5% in + di aerei dovete essere proprio dei creduloni per ritenerla fondata.


e riguardo alle classiche frasi da "la condensa la fa pure il fiato a zero metri" chiunque dotato di un cervello arriva anche al fatto che d'inverno non lasciamo una scia con il fiato che sta un pomeriggio nell'aria seguendo ogni nostro spostamento come fanno invece le sostanze chimiche spruzzate dagli aerei.

¤°*¤Demetrio§ahaquieL¤°*¤ ha detto...

>la condizione perchè si formino le contrails è che la temperatura sia molto bassa.

La temperatura bassa necessaria non si presenta a tutte le quote. Inoltre.

>Il fatto che se un aereo si trova a quota regolamentare, io non lo veda è una tua opinione.

Il fatto che se un aereo si trova a quota regolamentare tu lo veda, è una tua opinione.

>(poi magari mi spieghi cosa intendi per quota regolamentare)

La quota regolamentare è quella quota che gli aerei per il volo civile (per legge) devono tenere; queste quote sono comprese tra gli 8.000 ed i 14.000 metri.
La quota di crociera tipica di un Boeing 747/400 è compresa tra 10.000 e 13.000 metri. Qui di seguito è riportato un esempio in cui il Boeing 747/400 avvistato, volava ad una quota decisamente inferiore (i 5000 metri), e sciava--->http://www.chemtrails.it/forum_chemtrails/viewtopic.php?t=175&highlight=temperature+altitudini

>Comunque rifaccio l'invito che ho fatto altrove, fatemi vedere una foto fatta senza zoom di un aereo a quote basse che emette scie.

Ecco: http://img75.imageshack.us/img75/2018/collagegennaio2007me4bg0.jpg

Anonimo ha detto...

Aumento dei casi di tumore al polmone negli Stati Uniti
(articolo del Dottor James Howenstine)


Nel 2005 sono stati registrati 175.000 casi di cancro al polmone negli Stati Uniti, ma, tra i mesi di gennaio e di febbraio, sono stati già diagnosticati 172.000 casi. Che cosa può aver causato questo sconvolgente incremento?
Ovviamente il tabagismo non c’entra quasi nulla con un cos√¨ spaventoso aumento, mentre le radiazioni correlate all’uso di armi all’uranio impoverito nei vari teatri di guerra, (Bosnia, Afghanistan, Iraq), sono quasi certamente all’origine di tale gravissima emergenza sanitaria. Del resto il rapporto britannico Aldermastone, datato 19 febbraio 2006, ha rilevato la presenza di polveri radioattive in Europa.
Il governo degli Stati Uniti non ha rilasciato alcuna informazione circa i livelli di radioattivit√† registrati in Europa n√© diffonde notizie a proposito del genocidio ai danni delle popolazioni civili perpetrato con armi convenzionali e di altro tipo, con agenti patogeni distribuiti tramite le scie chimiche. Il tutto risponde ad una precisa azione di drastico controllo della popolazione mondiale: si tratta di un progetto deciso ed attuato dalla Commissione trilaterale, dal 33esimo grado della Massoneria, dal Club di Roma, dal gruppo Bilderberg (Prodi ne √® un esponente), dagli “Illuminati”, dal Consiglio per le relazioni estere.
√ą dimostrato che respirare particelle di uranio cagiona tumori polmonari: √® il caso dei minatori che spesso sono affetti da tale patologia, laddove il fumo, pur dannoso, non √® cos√¨ micidiale per l’apparato respiratorio. Medici bosniaci hanno dovuto constatare una diffusione allarmante di tumori maligni tra la popolazione n√© purtroppo sono disponibili terapie efficaci.
Un altro aspetto inquietante √® che non esistono sistemi di protezione, quali maschere e tute, che possano difendere dalle radiazioni. Non √® poi da escludere che alcune armi biologiche siano potenziate con sostanze radioattive. I pianificatori del Nuovo ordine mondiale sono noncuranti di tutto ci√≤, poich√© evidentemente possiedono dei metodi per prevenire l’insorgenza di molte malattie: del resto David Rockfeller, Zignev Brezinsky, Henry Kissinger sembrano non essere mai stati colpiti da affezioni legate, ad esempio, alla terza et√†. Invece, recentemente, la moglie di Christopher Reeves, Dana, una non fumatrice che conduceva uno stile di vita salutare, √® morta di cancro al polmone all’et√† di 44 anni.
A causa della circolazione atmosferica, invisibili ma letali sostanze radioattive si stanno spandendo almeno in met√† del pianeta: ovviamente i media, controllati dalle √©lites degli “Illuminati”, censurano queste informazioni ed ignorano il problema. Intanto, complici le istituzioni ed i mezzi di informazione di massa, i casi di tumore maligno sono sempre pi√Ļ numerosi ed √® logico prevedere che continueranno ad aumentare.


Fonte: CNN, American morning program, 8 marzo 2006, Miles e Soledad O’Brien

Anonimo ha detto...

Pubblico quella che, a mio parere, è un'importante testimonianza, non solo per la sua efficacia nell'esposizione, ma anche perché esprime in modo obiettivo e puntuale, il punto di vista di un "ex scettico" in relazione al fenomeno delle scie ***. L'utente del forum risponde quindi alle affermazioni relative ai suoi interventi in merito alle ***trails.

Sono, grosso modo, le obiezioni che ho rivolto agli attivisti ***trail quando √® apparsa la discussione sul forum. All'inizio non solo dubitavo delle tesi che io stesso riporto in prima persona oggi, ma minacciavo pi√Ļ o meno velatamente, di sporgere denuncia contro anonimi per “procurato allarme”. Che come saprai √® reato penalmente perseguibile. Ho poi condotto due mesi di ricerche su internet e sul territorio italiano. Ne ho tratto le seguenti conclusioni:

1- L'operazione è in atto da anni. Ha una estensione pressoché totale, ovvero riguarda tutti i paesi membri della *** .

2- Non c'è alcun bisogno di operare occultamente poiché il livello di attenzione delle varie popolazioni soggette ad irrorazione è come al solito basso o inesistente.

3- Io stesso, reputandomi persona accorta e pignola, ho reagito in un primo momento con sdegno e incredulità e per settimane ho osteggiato apertamente e attivamente l'opera di divulgazione degli attivisti ***l.

4- Ci√≤ che mi ha fatto ricredere sono state l'interpellanza di un parlamentare della Repubblica Italiana; le numerose e circostanziate interpellanze nel Parlamento Europeo ad opera dei Verdi; le interpellanze dei consiglieri comunali di Rifondazione comunista rivolte alla Regione Sardegna; la pubblicazione di documenti governativi ufficiali statunitensi che riportavano l'esistenza dell'operazione chemtrails in atto; la vastissima documentazione fotografica disponibile in rete in pi√Ļ di 50 paesi diversi, pubblicata da serie organizzazioni non governative, per lo pi√Ļ scollegate tra loro. Mi hanno persuaso inoltre la pubblica denuncia effettuata dagli attivisti chemtrails alla Procura della Repubblica di Milano ed al gruppo specializzato dei Carabinieri per la tutela dell'ambiente. (Secondo tali attivisti, i “verbali” di queste denunce sono depositati sia presso tali organi dello Stato sia nelle mani di accorti giornalisti della Redazione di Report.

5- In particolare √® forse possibile chiarire alcune perplessit√† riportate da coloro che approcciano questa questione per la prima volta: le contrails o scie di condensazione sono un fenomeno artificiale indotto dalla condensazione delle molecole di acqua e altre sostanze di scarico delle turbine aviogetto in determinate circostanze (ma anche di motori ad elica). In particolare, ho riscontrato che tecnici preparati e qualificati affermano che dette contrails possono prodursi normalmente sopra gli 8.000 m, con un elevato tasso di umidit√† e ad una temperatura prossima ai -40° C. Empiricamente, ma concretamente, un velivolo che sfreccia a 8.000 metri di quota appare da terra come un puntino pressoch√© indistinto che si lascia alle spalle, lentamente, una sottile scia di condensazione che dopo qualche decina di minuti, svanisce completamente. In casi rarissimi, permane per alcune ore, rimanendo di larghezza pressoch√© costante. Una chemtrail, invece, viene rilasciata da un velivolo ben distinguibile nelle sue parti costitutive ad occhio nudo, senza bisogno di interpolazioni ottiche o zoom. Rilascia una sostanza non meglio precisata sotto forma di scia che permane per decine di ore allargandosi sempre pi√Ļ, sino a divenire una vera e propria foschia. Ho osservato a lungo tali fenomeni da terra e, seppur sbalordito e assai contrariato, ho dovuto ricredermi e sopportare una “realt√†” che onestamente avrei preferito rimanesse nell'ambito della fantascienza.

6- Le mie perplessit√† permangono sia sui moventi sia sulla reale composizione chimica di tali areosol. Non ho alcuna competenza tecnica per produrre una simile interpretazione scientifica e non accetto le valutazioni degli attivisti chemtrails perch√© non mi sembrano sufficientemente cisrcostanziate. Tuttavia mi reputo sufficientemente sobrio e lucido per constatare che tali anomalie non possono in alcun modo essere spiegate con disquisizioni analitiche sulle rotte degli aviogetti commerciali e sui loro “nodi di scambio”. Inoltre posseggo un archivio di circa 200.000 diapositive 35mm raccolte in anni di attivit√† professionale. Il cielo incidentalmente fotografato negli anni passati non ha nulla che vedere con ci√≤ che posso fotografare oggi in un qualunque giorno della settimana, di un qualunque mese. Attualmente i cieli sono costantemente “velati” da una strana patina biancastra o dalle suddette *** che, in anni di riprese fotografiche, non sono mai state presenti per interi mesi 24 ore su 24, come avviene oggi. Ma sicuramente anche voi sarete in possesso di materiali fotografici amatoriali d'archivio per fare raffronti autonomi e personali.

Non indugio in elaborate teorie sulle finalit√† di tali attivit√† e mi preme segnalare che il modo di presentare una notizia √© alle volte decisivo nel dare credibilit√† ad una tesi o ad una supposizione. Sicuramente le tecniche divulgative adoperate nell'ambito della discussione “scie ***” sul forum, non sono state impeccabili. Ma, a fronte della gravit√† di ci√≤ che si andava dicendo, sono stati ben pi√Ļ gravi la mia superficialit√† analitica ed il mio pressappochismo. Invito tutti a non commettere i miei medesimi errori nel giudicare superficialmente ci√≤ che apparentemente sembra inverosimile o grottesco.

G. Albertis

Anonimo ha detto...

Nuovi studi ed esami di laboratorio hanno consentito di accertare che il morbo di Morgellons √® collegato alla presenza nell’organismo dei malati di frammenti costituiti da silicone e da fibre di polietilene. Il polietilene √® usato normalmente nell’industria delle fibre ottiche. A queste conclusioni √® giunta la Dottoressa Hildegarde Staninger, tossicologa, nell’ottobre del 2006. La ricercatrice precisa che tali materiali sono usati dall’industria delle nanobiotecnologie per incapsulare i viron, ossia virus geneticamente modificati, da una a cento cinquanta volte pi√Ļ piccoli dei virus. Le analisi istologiche hanno rivelato la presenza di tubicini di vetro e di silicone, in pazienti in cui non erano mai state impiantate protesi di silicone nel seno o in altre parti del corpo. Da notare che gli effetti nocivi del silicone sono stati scientificamente dimostrati.

La Dottoressa Staninger √® anche incline ad individuare una correlazione tra la sindrome di Morgellons ed i virus batteriofagi, ossia virus che si nutrono di batteri e che vivono come parassiti di microorganismi. La societ√† Intralyxtix, specializzata nello nanobiotecnologie, con sede a Baltimora, ha messo a punto una mistura di virus in teoria per attaccare una specifica famiglia di batteri: con questa miscela vengono irrorate sia le carni sia gli ortaggi per prolungarne la conservazione. I batteri, per√≤, per difendersi dall’attacco dei virus, secernono delle tossine che vengono ingerite dalle persone insieme con il cibo. Il tutto per eliminare il batterio Listeria che pu√≤ essere ucciso con la semplice cottura. Inoltre non √® per nulla sicuro che i virus brevettati dall’Intrayxtix, virus la cui commercializzazione √® stata autorizzata dalla Food and Drug Administration, siano in grado di riconoscere il Listeria: essi potrebbero cos√¨ attaccare l’utile flora batterica nel colon. Infine questi parassiti endocellulari potrebbero determinare reazioni del sistema immunitario provocando allergie, asma, malattie autoimmuni, Morgellons.

Mentre il numero delle persone affette dal terribile morbo di Morgellons aumenta in tutto il mondo, con nuovi casi registrati ogni giorno, il C.D.C. (Centre for Disease Control and Prevention, Centro per il controllo e la prevenzione delle malattie) non l’ha ancora riconosciuto come patologia n√© si √® impegnato in ricerche per tentare di determinare le cause della malattia, mentre privati cittadini investono somme considerevoli nella ricerca.

Gli studi della Dottoressa Staninger sembrano confermare la correlazione tra Morgellons e scie chimiche: è noto, infatti, che con le scie vengono anche diffusi polimeri ed agenti biologici talora modificati geneticamente, come attesta, ad esempio, un rapporto ufficiale rilasciato dal senatore Tom Harkin.

Gli assassini e gli avvelenatori del genere umano continuano a colpire nella totale impunità: fermiamoli prima che sia troppo tardi!

Saluti

Anonimo ha detto...

Il maggio scorso una famiglia dello Iowa contatt√≤ l’ufficio del senatore Tom Harkin per riferire del continuo sorvolo di aerei nel cielo sopra il loro quartiere. Essi ricevettero quindi dall’ufficio del senatore l’estratto di un rapporto a proposito di un’irrorazione a fini militari, in cui si dichiarava che erano state diffuse sostanze chimiche contenenti alluminio e fibre di vetro, per sette giorni su sette nei cieli sopra l'isolato dove si trova l'abitazione della famiglia. Le sostanze sono diffuse da aerei manovrati da piloti che hanno appreso come mimetizzare i loro velivoli e come mandare segnali in grado di ingannare le apparecchiature radar. La relazione indicava che lo spargimento di sostanze chimiche era una strategia adottata sin dalla Seconda guerra mondiale, ma diffusasi sempre pi√Ļ negli anni ’50 del XX secolo. Gli elementi chimici, che ricadono al suolo, contengono particelle talmente piccole che vengono facilmente inalate. Sebbene alcuni portavoce militari insistano nel ripetere che le irrorazioni non sono dannose, il rapporto ammette che gli effetti sulla salute non sono del tutto noti e che occorrono altri studi in merito.

Nonostante ciò, alcune persone della famiglia che aveva interpellato il senatore Harkin, si sono ammalate. Dal 23 maggio 2006, in seguito ad una copiosa pioggia, essi notarono una sostanza rilucente, di colore tendente al rosa, sul terrazzo di casa. Videro pure la medesima sostanza su altre superfici: per esempio, sulle carrozzerie ed i vetri delle automobili. La polvere di ricaduta fu raccolta e portata in un laboratorio affinché fosse analizzata.

Tra i componenti dei campioni prelevati ne furono riscontrati alcuni che semplicemente non avrebbero dovuto essere trovati, ossia i seguenti:

- batteri, incluso l’antrace e quello della polmonite;
- elementi chimici, tra cui arsenico, piombo, mercurio, uranio, zinco, alluminio;
- muffe e funghi;
- virus;
- vaccini;
- sostanze sedative.

Nei mesi successivi, da varie zone dello Iowa, sono pervenute numerose segnalazioni di operazioni relative al rilascio di scie chimiche insieme con la registrazione di un allarmante aumento di sintomi di tipo influenzale, sindrome da affaticamento cronico, dolori articolari ed altri disturbi.

Se notate una correlazione tra un incremento delle attivit√† di irrorazione nell’area in cui abitate ed i sintomi sopra citati, fra amici, parenti e abitanti del vostro quartiere, scrivete al nostro indirizzo di posta elettronica. Annotate la data ed i sintomi specifici. Se vivete vicino ad una base militare, contattate il senatore od il rappresentante del vostro collegio e richiedetegli informazioni circa l’attivit√† di diffusione di sostanze chimiche. Dopo aver ottenuto il rilascio della necessaria documentazione, usatela per ottenere dati di natura epidemiologica dal dipartimento per la salute della vostra regione.


Fonte:

The Idaho observer
P.O. Box 457
Spirit Lake, Idaho 83869
Phone: 208-255-2307
E. mail: observer@coldreams.com
Web:
http://idaho-observer.com/
http://proliberty.com/observer/

Anonimo ha detto...

Andiamo su wikipedia e vediamo un po'...

"Paolo Attivissimo (York, 28 settembre 1963) è uno scrittore, giornalista e divulgatore informatico italiano.

Si occupa di traduzioni tecnico-scientifiche dall'italiano all'inglese e viceversa[1].

Dal 1980 al 1990 ha lavorato come DJ nelle emittenti Pavia Radio City e Radio Luna Pavia per poi passare a World Music Radio (in quest'ultima con lo pseudonimo di John Sinclair). Successivamente si è trasferito in Lussemburgo e poi in Gran Bretagna."

Dal 1997 al 2001 ha curato una rubrica settimanale d'informatica sulla Gazzetta dello Sport.

Impiegato per vario tempo alla "Top One UK Ltd", (Macchinari x macinare le cose).

Anonimo ha detto...

Scie chimiche: resoconti in tutta la nazione indicano che...

... L'AGENDA DI IRRORAZIONE SI E' INTENSIFICATA NEGLI ULTIMI MESI

a cura di: THE IDAHO OBSERVER

Tra alcune entit√† costrette a cooperare l'una con l'altra, poich√© ognuna avrebbe qualcosa da guadagnare se il piano dovesse avere successo, si sviluppano delle cospirazioni. Quali che siano i legami materiali o politici che i cospiratori possono realizzare singolarmente, spesso √® il loro premio per aver partecipato nei piani a produrre risultati di lungo termine (voluti o casuali), che sono molto pi√Ļ dannosi di quelli manifesti fin da subito.

I lettori dell'Idaho Observer da tutta la nazione hanno chiesto di riferire che l'irrorazione nelle loro aree si è intensificata negli ultimi mesi. Come abbiamo discusso in numeri precedenti, sappiamo che un'irrorazione aerea, risultante in "scie chimiche", sta avendo luogo e che particolati tossici contenuti nello spray variano a seconda di quale piattaforma troposferica sia stata costruita per adeguasi all'innovazione tecnologica.

Sappiamo che l'esercito sta usando la produzione di immagini virtuali e tecnologie della comunicazione che richiedono di cospargere il cielo con particolari metalli (tra cui bario, alluminio e rame).

Sappiamo che organizzazioni non-governative per l'ambiente hanno convinto i governi a finanziare l'introduzione di certi particolati, mediante l'irrorazione aerea per inibire il riscaldamento globale.

Conosciamo la tossicità relativa delle sostanze (anzitutto metalli pesanti) che sono state dichiaratamente erogate.

Sappiamo che l'agenda di irrorazione è attiva sin dalla metà degli anni '90.

E ora stiamo iniziando a vedere la "ricaduta" di queste operazioni. A quale prezzo le piante, gli animali e gli uomini del mondo devono sopportare il desiderio dell'esercito di sistemi per la produzione di immagini virtuali e per le comunicazioni avanzate? Qual è il ricavato netto che si presume debba minimizzare il riscaldamento globale, mentre il processo è dannoso per tutta la vita sulla terra?

Sembrerebbe che le scie chimiche, dopo tutto quello che hanno fatto per favorire tecnologie varie, stiano causando quello che potrebbe rivelarsi un danno irreparabile per gli equilibri naturali da cui i viventi dipendono per la sopravvivenza. In relazione alla sopravvivenza umana, sembrerebbe che l'intensificarsi dell'irrorazione aerea stia sopprimendo a livello globale la funzione immunitaria, preparando i nostri corpi ad essere ospiti appetibili per promuovere la proliferazione di un'influenza pandemica di cui saranno accusati gli uccelli.

La fine metodica della guerra naturale

Con un input pari a zero di opinioni qualificate e non condizionate dalle aziende, i leaders nel governo hanno eluso la procedura parlamentare ed il dibattito pubblico per finanziare le attività di folli che affermano di poter salvare il mondo, cambiando l'ordine naturale dei sistemi terrestri. A parte il fatto che sono meramente speculative ed empiriche, molte operazioni su larga scala attualmente in corso rischiano di ottenere risultati opposti. Non ci vuole una laurea per sospettare che un programma che tenti di "raffreddare" la stratosfera, combinato con altri tentativi di un programma per "riscaldare" la ionosfera, potrebbe produrre risultati catastrofici.

UNA PROSPETTIVA D'INSIEME SULL'IMPATTO AMBIENTALE

del dottor R. MICHAEL CASTLE

In questo secolo, crediamo di essere testimoni della fine graduale e deliberata del sistema naturale Terra. Le "scie chimiche", gli scarichi visibili che contengono agenti tossico-chimici da aerei [e diffusori ausiliari] sono solamente una vaga descrizione, in termini profani, di un pi√Ļ grande teatro di materiali tossici rilasciati nell'atmosfera e nella stratosfera per una miriade di agende crudeli e dannose.

Questo articolo tenterà di porre questa sconfitta globale sotto un profilo di eventi. La specificità tecnica di tutte le componenti identificate richiederebbe almeno un libro, per raccoglierle tutte.

[Su richiesta, sono disponibili una breve bibliografia e link a vari documenti pertinenti di indiscutibile validità].

Prima regola per capire: ci sono enormi giochi, in cui il vincitore piglia tutto, orchestrati dagli interessi globali del mondo. Abbiamo indagato, ricercato e trovato prove sostanziali di una molteplicità di operazioni globali intese a mitigare varie e teoriche catastrofi globali.

Molte delle operazioni che abbiamo collettivamente scoperto nelle nostre indagini erano segrete, classificate e non disponibili al pubblico. Altre, d'altro canto, sono state rese pubbliche. Nella nostra testa, le domanda è: "Perché qualcuno dovrebbe voler impiegare queste geo-armi e perché altri autorizzerebbero il loro impiego?".

Basta che seguiate le scie di denaro. Poi realizzerete che i destinatari di queste informazioni [voi] devono essere abbastanza interessati in quel che stiamo cercando di esporre, al fine di intraprendere una grande campagna di passaparola per fermare la distruzione metodica dei nostri biomi. La campagna richiederà la passione e la dedizione di molti; non agire ora probabilmente significherà la fine per gli abitanti della Terra.

Il nostro lavoro di ricerca è durato oltre cinque anni di osservazione degli eventi, mentre si svolgevano e abbiamo scoperto i dettagli degli scenari incredibilmente sconvolgenti che seguono.

La nostra missione è semplice da descrivere: esporre e fermare la distruzione metodica della terra naturale e dei suoi abitanti.

In breve

Nel bel mezzo degli anni '90, il dottor Edward Teller scrisse un rapporto ufficiale governativo descrivendo una strategia operativa di rimedio, epica nelle proporzioni, per cambiare il percorso previsto di quello che un gruppo internazionale di scienziati, tra cui il dottor Teller stesso ed i Laboratori Nazionali Livermore, credeva essere l'inevitabile cataclisma risultante dal riscaldamento globale: un livello critico di radiazioni ultraviolette, cosmiche, riduzione critica dello strato di ozono ed altre catastrofi teoriche. Dovrebbe essere ricordato che il dottor Teller, "padre della bomba H", è stato il responsabile di molte strategie mal concepite, nessuna delle quali considerava conseguenze come la salute, la tossicità, la mortalità, l'impatto ambientale o l'etica.

Secondo Teller ed altri, la radiazione ultravioletta (UV), la riduzione dell'ozono ed il riscaldamento globale, dovuto agli effetti dannosi dei gas serra, potrebbero effettivamente essere mitigati mediante l'impiego di specifici particolati dalle dimensioni inferiori al micron, da diffondere nei vari strati dell'atmosfera.

Bario, alluminio, torio e selenio avrebbero dovuto essere sviluppati in particelle di dimensioni inferiori al micron, sganciati da aerei ad elevata altitudine e ionizzati con una specifica carica elettrica. Dobbiamo supporre che la ionizzazione mantenga in aria gli specifici particolati di metallo pesante per prolungati periodi di tempo.

Questa matrice di particolato carico elettricamente potrebbe anche essere il perfetto campo di controllo per le frequenze radio. Teoricamente, i metalli pesanti bloccherebbero e rifletterebbero la luce solare e rifletterebbero verso lo spazio dall'1 al 2 % della radiazione ultravioletta, portando ad un declino dei livelli di tale radiazione.

Teller ha anche raccomandato l'uso di aerei commerciali e militari per portare a termine l'enorme compito di cospargere con queste sostanze sperimentali la stratosfera della Terra.

Crediamo che l'implementazione e la seguente trasformazione in arma di queste tecnologie sia stata ben dimostrata. Secondo il programma del Dipartimento della Difesa intitolato "RF Dominance" [Dominio della frequenza radio, ndt], l'esercito ha sperimentato crescenti comunicazioni radio di interferenza o intercettazione con l'aiuto di questi particolati.

La tecnologia di disegno virtuale VTRP dell'Aviazione, per i piloti di caccia, conta anche su un'atmosfera irrorata di questi metalli pesanti.

Il documento dell'Aviazione statunitense intitolato "Weather? A Force Multiplier: Owning the Weather by 2025" ("Clima? Un moltiplicatore di forza: possedere il clima entro il 2025") descrive chiaramente i vantaggi militari dell'usare la troposfera carica di particolato per "possedere" (creare, controllare, manipolare o dirigere) il clima.

Lo RFMP della Marina statunitense è un altro programma dell'esercito per utilizzare particolati, tra cui fibra di vetro alluminizzata (chaffe), caratteristici delle attuali operazioni militari.

Il progetto Cloverleaf della C.I.A. era una delle operazioni iniziali con "particolati di metallo pesante" irrorati. La pesante irrorazione dell'atmosfera superiore e della stratosfera è cominciata. Le operazioni del Dipartimento della Difesa U.S.A. qui descritte, seguirono presto, mentre l'Aviazione statunitense divenne partecipe nell'espansione di significative strategie di mitigazione del riscaldamento globale nella forma di modificazioni climatiche e pratiche di geo-ingegneria.

Appaltatori approvati a livello federale furono coinvolti in questo enorme impegno globale per "salvare" la Terra da un destino certo. Gli appaltatori furono parte della ricerca, lo sviluppo e l'impiego di aspetti di questi progetti. Uno in particolare, la Hughes Aircraft Corporation della California, volse gli impegni nella ricerca verso questo progetto.

Il torio e gli ossidi, l'alluminio e il carburo di silicio sono stati identificati in una speciale miscela a cui ci si riferisce generalmente come a "Irrorazione Welsbach di agenti rifrangenti" ("Welsbach Refractory Seeding Agents", brevetto Usa 5.003.186 - 26 marzo 1991). Questo brevetto fu assegnato e premiato nel 1990 dalla Hughes Aircraft Corporation. L'irrorazione rifrangente Welsbach, in illimitate operazioni di impiego, è iniziata nei primi anni '90 su una vasta area della stratosfera sopra il continente nord-americano.

Espandendosi sull'intero emisfero occidentale, si crede che molte operazioni di questo tipo siano state associate a quelle aeree dell'Aviazione USA per la mitigazione della perdita d'ozono e connesse allo High Frequency Active Aural Research Project (H.AA.R.P.) situato in Alaska. Ironicamente, H.A.A.R.P. invia milioni di watt di elettricità per riscaldare la ionosfera, mentre si suppone che disseminare la stratosfera con particolati raffreddi la troposfera stessa.

Il recupero dell'ozono era ed è uno dei tre parametri attivi del progetto H.A.A.R.P. (foto), come definiti dal dottor Bernard Eastlund, inventore e direttore di H.A.A.R.P. L'impianto di ricerca sul riscaldamento della ionosfera (Ionospheric Heating Research Facility) fu diretto e gestito dall'Aviazione Usa (Riserva) e della Marina Usa. H.A.A.R.P. è stato trasformato in un'arma; inoltre, la maggior parte delle sue operazioni era e resta classificata.

HAARP

Modificazione del clima / Cambiamento climatico

H.A.A.R.P. è usato per molte missioni segrete, delle quali la manipolazione del clima è un obiettivo fondamentale. Microonde, frequenze estremamente basse (Extreme Low Frequency, ELF), frequenze molto basse (Very Low Frequency, VLF) ed altri sistemi basati sulla trasmissione di campi elettro-magnetici sono impiegati nell'atmosfera e nella ionosfera, mediante l'atmosfera/stratosfera della Terra, dove vari particolati chimici aviotrasportati, filamenti di polimeri ed altri assorbenti di frequenza elettromagnetica e sostanze riflettenti vengono usati per spingere o trainare le prevalenti correnti a getto in modo da alterare gli schemi climatici.

In molti casi, sono state trovate tecnologie di induzione della siccità in sistemi brevettati. L'induzione di siccità ha luogo, in base alle tecnologie recensite, riscaldando la stratosfera con microonde, diffondendo particolati chimici aviotrasportati nello spazio e dunque cambiando i gradienti di base della condensa mediante microonde da H.A.A.R.P. e disseccando chimicamente delle regioni con titanato di bario, metilalluminio e misture di potassio.

H.A.A.R.P. crea enormi buchi nella colonna di ozono all'aperto. Questa √® la base per le strategie di rimedio/mitigazione per l'assottigliamento della coltre di ozono, strategie congegnate in associazione con H.A.A.R.P. Comunque "rammendare" i buchi nello strato di ozono √® diventata una pratica standard per l'Aviazione statunitense e per le operazioni di volo FAC. L'Aviazione ha recentemente (2001-2002) ripreso l'uso della tecnologia di veicoli aerei senza equipaggio (unmanned aerial vehicles, UAV). I veicoli robotici di alta quota non richiedono operazioni umane. I robot non si lamentano, non parlano mai, rimangono per sempre senza sindacato. In pi√Ļ, l'irrorazione Welsbach e le operazioni di rimedio per il buco nell'ozono utilizzano composti chimici tossici per gli umani e l'ambiente.

Gli agenti rifrangenti Welsbach usano alluminio, torio, zirconio ed altri metalli che riflettono la radiazione solare. Il torio è, essenzialmente, puro al 98 %. Il torio e il rimanente 2 % (materiali radioattivi identificati) cadono infine al terreno. Il Canada orientale e centrale sta sperimentando quel che è stato clinicamente identificato come avvelenamento da torio. Non ci sono risorse naturali di torio nella regione; viene tutto dal pesante impiego, a livello di stratosfera, dei particolati di metallo irrorati.

Volo Alaska 261

Le sostanze Welsbach, che rifrangono la luce come l'ossido di alluminio ed il carburo di silicone, sono estremamente abrasive, seconde solo al diamante. Queste polveri della grandezza di un micron o meno, disperse nell'atmosfera, potrebbero attaccarsi alle superfici poste all'interno dei componenti di un aereo che attraversa le scie chimiche. I grassi usati sugli stabilizzatori orizzontali e verticali, sugli alettoni, sui flaps e sul carrello di atterraggio, possono essere seriamente danneggiati da queste polveri abrasive e potrebbero causare una graduale usura delle parti meccaniche e determinare delle avarie, interferendo con i comandi di volo e determinando cabrate o picchiate improvvise. Pensiamo che il volo 261 della Alaska Airlines sia un esempio di questa circostanza.

Il volo Alaska 261 stava compiendo un regolare passaggio giornaliero attraverso le scie chimiche composte da quella particolare sabbia metallica, associata alle operazioni di aerosol della Welsbach, principalmente lungo il corridoio aereo della costa occidentale, sino a Los Angeles e quello a sud ed a est di Dallas.

Altri velivoli commerciali, militari e civili, sono incorsi in queste avarie che sono normalmente attribuite a componenti meccaniche di scarsa qualità. E' questa la conclusione raggiunta dal National Transportation Safety Board nella sua indagine sull'infausto viaggio del volo Alaska 261.

Rapporto NTSB sul disastro del volo Alaska 261

Il rimedio per il buco dell'ozono

La miscela chimica usata per ripristinare lo strato di ozono comprende selenio e idrocarburi aromatici, come il toluene (componente dei carburanti) ed una miscela di isomeri. Dopo essere stata diffusa dagli aerei nella stratosfera, questa miscela tossica ricade sopra la tropopausa e sulla coltre di ozono. L'ozono, che è una forma di ossigeno con tre atomi, si forma rapidamente in seguito alla diffusione di selenio ed idrocarburi, sotto l'azione degli ultravioletti. Questa è la medesima reazione fotochimica che causa l'allarme ozono nelle città. La reazione tra il selenio ed i raggi ultravioletti è la stessa che accade nel processo della xerografia: le macchine fotocopiatrici generano piccole quantità di ozono quando i toners, contenenti selenio, sono irradiati con raggi ultravioletti.

I satelliti della N.A.S.A. per il monitoraggio dell'ozono hanno registrato operazioni per il ripristino dell'ozono soprattutto nelle regioni settentrionali del nord America. Studiamo questi fenomeni sin dal 2000.

La ricaduta di selenio e di idrocarburi aromatici (esistono prove che tale fenomeno si è ripetuto negli Stati Uniti ed in Canada) è causa di una eccessiva esposizione al benzene. E' noto che il benzene è cancerogeno. L'inquinamento delle acque di superficie a causa del benzene è una continua minaccia.

La presenza di selenio è consistente assieme ad altri tipi di metalli pesanti, piombo e mercurio, per esempio.

Buco nell'ozono - 6 settembre 2000

La ricaduta

Esistono prove per stabilire che operazioni di modificazione del clima su piccola e grande scala avvengono in continuazione. A causa della natura globale del fenomeno, limiteremo la seguente breve analisi circa le scie chimiche ed i loro effetti agli Stati Uniti ed al Canada.

Senza eccezione, tutte le operazioni sono state condotte senza la consapevolezza delle popolazioni e senza alcuno studio sulle conseguenze per la salute umana e gli equilibri ambientali. Ciò, da solo, costituisce un'inammissibile violazione delle leggi degli Stati Uniti e dei protocolli firmati in base ad accordi di cooperazione tra i vari stati.

Qualificati ricercatori indipendenti hanno prelevato numerosi campioni di terra ed acqua in tutto il nord America. I campioni sono stati scientificamente analizzati ed i risultati sono stati documentati. Le analisi hanno dimostrato livelli tossici di bario e di metil-alluminio in molte aree degli Stati Uniti e del Canada, lontane da impianti che lavorano questi metalli.

Il bario e l'alluminio sono stati trovati nel sangue e nei campioni di tessuto che sono stati inviati ai centri per la salute pubblica con la richiesta di indicare le fonti di contaminazione. Questi centri, tuttavia, sono riluttanti a fornire informazioni in merito.

Livelli tossici di questi metalli sono stati rilevati anche negli animali domestici e selvatici. Né le persone né gli animali sono i soli esseri viventi che risentono delle scie chimiche. I sistemi biologici naturali cominciano ad indebolirsi. Il rizobatterio endomicorrize, un microrganismo dalla notevole importanza, si sta lentamente estinguendo a causa del bario e dell'alluminio. Questo batterio è alla base del trasferimento di nutrienti dal terreno alle piante attraverso l'apparato radicale. Il bario e l'alluminio sono alcalini e stanno alterando l'acidità (Ph) del suolo e dell'acqua: l'elevata acidità compromette la sopravvivenza delle piante. Secondo i botanici, senza questo microrganismo, la crescita della flora è impossibile. Le scie chimiche stanno sistematicamente modificando il ciclo vegetale, mentre le prove dell'estinzione dei rizobatteri abbondano.

I funghi e gli agenti geneticamente modificati che vengono usati per diverse applicazioni di controllo biologico possono risultare ancora pi√Ļ dannosi per gli esseri umani e l'ambiente delle sostanze chimiche diffuse nell'atmosfera.

Rizobatterio Endomicorrizze

Conclusioni

Gli eventi degli anni '90 possono essere sintetizzati con alcune espressioni come "rivoluzionare il commercio" e "rivoluzionare il governo" con lo scopo di attuare operazioni clandestine per opera dell'esercito degli Stati Uniti, in collaborazione con organismi internazionali per ricerche su argomenti quali il controllo di clima, cibo, acqua e per l'espansione dell'industria farmaceutica e la messa a punto di farmaci per nuove malattie. Tutto ciò è collegato ad un'operazione che chiamiamo "scie chimiche".

Noi consapevoli di quanto accade siamo ormai alcuni milioni nel mondo e convinti di essere testimoni di un deliberato avvelenamento del pianeta terra, in nome di interessi commerciali e del controllo governativo nonché di una spietata forma di nazionalsocialismo voluta dall'apparato militare ed industriale.

Le tecnologie adoperate per alterare gli equilibri geologici sono deleterie e le sostanze identificate nelle scie chimiche sono velenose e potenzialmente letali.

Gli agricoltori degli Stati Uniti e del Canada non hanno mai conosciuto una siccità così prolungata, abbinata ad una politica aggressiva delle multinazionali, sovvenzionate dallo stato, volta ad eliminare i piccoli agricoltori dal mercato.

Spesso avviene che le fattorie a conduzione familiare sono acquistate per una manciata di dollari dalle multinazionali agroalimentari. Tutto ciò che cresce ed è mietuto in queste fattorie è ora costituito da derrate e cereali modificati geneticamente: questa è l'emergenza definita "il cibo come arma".


NOTA:

Il dottor Michael Castle è un esperto ambientale con quindici anni di esperienza nella valutazione dei rischi ambientali. E' un chimico che, per ventidue anni, ha lavorato in società di consulenza ambientale ed è anche consigliere dell'Organizzazione mondiale per la salvaguardia della natura.

Il dottor Castle, con il consiglio di altri studiosi del problema "scie chimiche", ha stilato, nel 2003, un documento denominato "Unified Atmospheric Preservation Act" per tentare di fermare e proibire le operazioni di aerosol nell'atmosfera e nella stratosfera al di sopra del continente nord americano.

Tuttavia, i rappresentanti del congresso che sperava avrebbero promosso il disegno di legge hanno perso ogni interesse quando è diventato chiaro che il governo degli Stati Uniti è coinvolto in molti aspetti di questo disastro.

Il dottor Castle, comunque, continua a sperare che, quando le persone avranno compreso quanto è arrogante ed irresponsabile l'operazione "scie chimiche", intesa come minaccia incombente per la vita sulla terra, si riuscirà ad ottenere un divieto permanente di queste attività.

The Idaho Observer
P.O. Box 457
Spirit Lake, Idaho 83869
Telefono: 208-255-2307
Email: observer@coldreams.com
Web:
http://idaho-observer.com
http://proliberty.com/observer/

Idaho Observer + Michael R. Castle
Fonte: http://www.proliberty.com
Link: http://www.proliberty.com/observer/20060504.htm
05.2006

Zret ha detto...

Pennivendoli, “meteorologi”, scemenziati continuano a cianciare di “effetto serra”, il vero capro espiatorio di tutti i cambiamenti climatici, il deus ex machina per “spiegare” fenomeni come il riscaldamento globale, la siccit√†, l’aumento del numero e dell’intensit√† degli uragani… Ebbene l’”effetto serra”, nei termini in cui lo descrivono i media di regime, non esiste.

In verit√†, per effetto serra, si deve intendere la conservazione dell’energia termica che il Sole irradia sulla Terra e che √® causata dall’azione di assorbimento selettivo dell’atmosfera. La luce della nostra stella riscalda il pianeta durante le ore di insolazione, ma, per le propriet√† dei gas che formano l’atmosfera, non si disperde altrettanto facilmente durante le ore notturne. Il risultato √® che la superficie terrestre tocca una temperatura media di equilibrio pi√Ļ elevata di quella dello spazio e la vita pu√≤ prosperare su Gaia. Se, per√≤, l’opacit√† dell’atmosfera al calore irraggiato dalla superficie si accresce, in modo eccessivo, per via di alcune sostanze, si ha un incremento dei valori termici. √ą importante ricordare che nell’ambiente “scientifico” e tra i comuni mortali, si definisce “effetto serra” un fenomeno che √® poco attinente con quanto accade nelle serre. Fu il fisico britannico John Tyndall (1820-1893) a scoprire che il biossido di carbonio (CO2) √® paragonabile al vetro, perch√© lascia passare le radiazioni luminose, ma scherma quelle termiche. La luce che entra in una serra e giunge fino al suolo, che √® di colore scuro, viene assorbita. Dopodich√® il terreno comincia a sprigionare invisibili radiazioni calorifiche. Quando tali radiazioni colpiscono il vetro sono riflesse verso l’interno sicch√© si forma una trappola per il calore.

Un altro fisico, Robert W.Woods, (1868-1955) nel 1909 dimostr√≤ che la spiegazione di Tyndall non era esatta. Woods costru√¨ una serra di salgemma: il salgemma √® trasparente alla luce, ma lascia filtrare anche il calore. Nella serra cos√¨ costruita non si sarebbe dovuto osservare il greenhouse effect: invece l’aumento di temperatura fu ugualmente rilevato, sebbene di poco inferiore a quello registrato nelle serre di vetro. Woods dimostr√≤ che il calore viene imprigionato grazie al fatto che l’aria racchiusa nelle strutture non pu√≤ circolare liberamente, con moti di convezione.(1) L’effetto descritto da Tyndall esiste, ma contribuisce pochissimo all’innalzamento della temperatura. Quanto accade nelle serre ed attorno a Gaia dovrebbe essere definito “effetto aria” o “effetto atmosfera”.

Il riscaldamento globale √® una fenomeno reale, ma √® dovuto solo in minima parte alle emissioni di gas serra, poich√© altri sono i fattori che lo provocano: il cambiamento della risonanza Schumann, l’irradiazione di onde elettromagnetiche a bassisima frequenza attraverso H.A.A.R.P., le scie chimiche. Prima, per√≤, di soffermarsi sulle reali cause del global warming, occorre evidenziare una contraddizione che mina tutte le pseudo-argomentazioni circa l’”effetto serra”. Se veramente, come raccontano i “meteorologi”, i “fisici” dell’atmosfera ed i loro pusillanimi e ripugnanti portavoce, il fenomeno fosse soltanto dovuto ai gas serra e non alle scie chimiche, per quale motivo le precipitazioni sono diminuite? Ad un incremento dei valori termici, dovrebbe corrispondere una maggiore traspirazione ed evaporazione, fenomeni alla base della formazione di corpi nuvolosi carichi di umidit√†, nubi che, in concomitanza di particolari condizioni fisico-chimiche, portano piogge, nevicate e grandinate. Orbene, l’aumento della temperatura globale √® rilevabile, ma le precipitazioni sono sempre pi√Ļ rare, a causa dello spargimento nell’atmosfera di sali di bario, dalle propriet√† igroscopiche, ossia di assorbimento dell’umidit√†. Moltissime volte sono stati visti, fotografati e filmati cumuli e cumulonembi gonfi di umidit√†: queste nubi sono state rapidamente dissolte, in seguito al passaggio di velivoli che li hanno inseminati con sali di bario.

L’incremento dei valori termici planetari √® una manifestazione che alcuni ricercatori ritengono naturale e legata a cicli climatici.

Gi√† nel III millennio a.C. circa, come appurato dall’ingegner Giovanni Vinci e da altri, si ebbe un optimum climatico. Allora popoli indoeuropei vivevano a latitudini settentrionali, tra la Danimarca e la Norvegia, dove le condizioni climatiche e pedologiche erano relativamente adatte ad alcune forme di agricoltura e di allevamento. Quando il clima divent√≤, via via pi√Ļ rigido, gli Indoeuropei sciamarono in ondate successive verso sud, nell’Europa centrale e mediterranea, dove, col passare del tempo, si mescolarono con le popolazioni autoctone.

Nell’XI secolo d.C. i Normanni, in seguito ad una mitigazione delle circostanze climatiche, si diressero, con le loro agili e veloci imbarcazioni, verso nord, approdando in Islanda ed in Groenlandia. In Groenlandia fu possibile praticare per alcuni decenni l’agricoltura e l’allevamento, prima che il clima divenisse pi√Ļ freddo.

Il problema deve quindi essere visto in modo del tutto diverso: l’incremento della temperatura non √®, se non in misura trascurabile, una conseguenza delle attivit√† economiche e di un modello di “sviluppo” errato, ma un esito del cambiamento della risonanza Schumann, esito accentuato e catalizzato da H.A.A.R.P. e dalle scie velenose.

I perversi fini della maledetta sinarchia sono i seguenti: falcidiare la popolazione, inquinare la biosfera, determinare sconvolgimenti climatici, causare la siccit√† in modo da appropriarsi delle residue e sempre pi√Ļ preziose risorse idriche e per commercializzare sementi o.g.m. resistenti all’aridit√†, introdurre nuove tasse per fingere di combattere il riscaldamento globale, in realt√† deliberatamente acuito ed accelerato.



(1) La convezione √® una forma di propagazione del calore caratterizzata dal fatto che ogni trasferimento di calore √® accompagnato da spostamento di materia. In fisica dell’atmosfera, si pu√≤ avere una convezione intensa, una leggera oppure una limitata alla media troposfera.

Anonimo ha detto...

Su segnalazione "gubbbo" di luogocomune.net .


Qui di seguito un'intervista con il Dr. J. Michael Pece che fa riferimento ai casi di patologie di cui sono affetti alcuni suoi pazienti, i quali abitano una zona dell'Arizona costantemente spruzzata per alcuni giorni. Il medico ipotizza, come causa scatenante le patologie, la presenza di sali di bario nell'aria.

Buona lettura...

"I don't know what is going on, but the government has been going crazy with their aerial chemical spraying over Arizona the last few days.


I went to visit some patients yesterday in Prescott and between Phoenix and Prescott the sky was simply obliviated with chem trails. The spraying continued into the night. There were four and five parallel lines in the sky at various times which spread out into the hazy clouds with which we are all familiar. The trails criss-crossed and continued all morning and afternoon. I pointed the sky out to my patients. As a doctor, I am ensuring that I educate each of my patients about what is happening. Someone must teach the public about what appears to be happening. We've got to stop this madness. Once again, we in Arizona, missed our monsoon season. This is the two month period when we receive most of our rain. Apparently the Barium chemical removed the moisture from our atmosphere and we did not received any significant rain. Our drought continues. Those who plan these chemical activities must be proud of their accomplishments and must be high fiving each other over their "success".

I am noticing my patients are coming in with frequent headaches, sinus congestion, asthma and ear infections in recent days/weeks. I attribute this to the allergic reactions to the chemicals which our government is spraying in OUR air! I have noticed that the "hair analysis" labs which I run on some of my patients all are indicating HIGH levels of Barium. My own hair analysis indicated high Barium levels. I am pretty familiar with diet and nutrition and quite honestly cannot think of any food that contain significant levels of Barium...Barium is not known to be absorbable in any significant degree. For this reason radiologists use barium for colonoscopy's and other GI scans. Yet, we seem to have high levels of barium in our hair which means either barium is being stored from digestion or the hair is being contaminated by an outside source. I am quite concerned with this violation of our environment by a government that denies it is occurring, yet a person can step outside and watch our tax dollars at work.

I am also angry that our Senators have no concern for us. I called Senator John McCain and Sen Jon Kyl to discuss this. Sen. McCain's office did not have the decency to even return my call; Sen Kyle had an assistant call me and he spouted the party line that all I was experiencing was CON-TRAILS. Sorry, guys these are NOT contrails.

I haven't seen many articles on chemtrails lately and I am hoping those that are aware do not let this poisoning of our sky, and control of our weather be forgotten. I feel this is what the government wants. If they ignore those of us who are trying to raise awareness of this activity long enough, our citizens-with our general attention span of approximately 15 minutes- will forget about chemtrails and the government/military can continue with their experiments on us.

Please keep up the publicizing. Somehow, we must wake the public up, get them to look up in the sky and realize these are NOT contrails!!!"

(Thanks, Doc!)

... and it just so happens, someout out in Arizona was watching the sky on the very same day that Dr. Mike got fed up enough to finally say something about. Sid wrote to me about it and took a photo...

Kevin Slaighter

Anonimo ha detto...

Los Angeles is officially 6.5 inches below normal for rainfall in 2007. Everyone, including our esteemed meteorologists are in shock. One reason that everyone is asking about, is the unusual cloud covers that Los Angeles has been having, especially on days that are supposed to be crystal clear.

The past week alone, when a high pressure system blocked all prospects for rain mooving in, those strange clouds, that start out as a long straight line, then within minutes spread out to cover the sky, and the suppossedly clear Los Angeles sky was cloudy.

One resident stared in awe as two high flying jets crossed paths in the sky and left a huge X in the sky that within one hour had stretched itself into a morphing lace curtain that turned blue sky into a gray cloud.

Since Paul Moyers revealed the presence of chemtrails on his 6 p.m. news cast, the oddity of the disappearing Los Angeles and Southland blue skies, has everyone wondering, just who is stealing Cal;ifornia's sunlight?

:: Straker :: ha detto...

Rispondo all'esperto di partizioni... un certo Fry Simpson.

Voglio dirgli solo questo:

Se Lei sapesse leggere con attenzione, anzich√® fermarsi alla superficie di ci√≤ che vede scritto, non affermerebbe che io mi vanto di aver scoperto le partizioni. Da dove lo evince? Non √® comunque mio dovere doverle spiegare cosa Lei non ha compreso. Sarebbe inoltre fatica sprecata, perch√© la malafede alberga nelle persone che non amano ascoltare e non amano capire. E' pi√Ļ comodo distorcere il senso di una mezza frase e ricamarci sopra elucubrazioni ispirate da chiss√† quale sentimento. E' tipico. Non mi stupisce. Lei √® identico ad altri che ho avuto modo di incontrare.

Parimenti, Lei, come altri, affronta l'argomento scie chimiche con la stessa superficialità con cui trincia i giudizi delle persone che non conosce. Ammetto di essere stato eccessivo, ma detesto atteggiamenti che nascono con il solo scopo di demolire l'avversario, attraverso la sua delegittimazione intellettuale. Se Lei, come altri, avesse avuto la pazienza di documentarsi, non verrebbe qui ad affermare, come d'altronde anche l'illustrissimo Attivissimo (Toh! fa pure rima), che le nostre affermazioni non hanno fondamenti di prova. Documentazione ne abbiamo a iosa e le analisi chimiche di acqua e terreno, le abbiamo fatte a nostre spese, quando invece sarebbero dovuti essere gli enti a cui ci eravamo rivolti, ad occuparsene. Chi è che specula? Se così fosse, allora saremmo dei pessimi affaristi, visto che abbiamo sacrificato tempo e denaro per far conoscere ad altri certe verità scomode che, guarda caso, vengono osteggiate da ogni dove.

Meglio insabbiare. E così, le decine di esposti sono rimasti lettera morta.

Bene! Vi auguro un felice banchetto. Raccogliete le cosciette di cacciagione e bevete le vostre coppe di vino rosso, sino a quando potrete.

Un giorno capirete il madornale errore di valutazione.

Concludo dicendo che io potrei essere anche persona poco affidabile, inesperta, la Vanna Marchi del 21° secolo, ma non √® me che dovete combattere.

Concentratevi sulle chemtrails e cominciate a trovare qualche straccio di prova che dimostri che non esistono. Poi ne riparliamo.

P.S.

E qui chiudo. Non risponderò a nessun'altra provocazione.

Satyricon ha detto...

Avete finito di fare ctrl+c ctrl+v?

Ne avete ancora per molto?

Anonimo ha detto...

Questo "Straker Torte" dev'essere uscito di senno.

Dice: "Concentratevi sulle chemtrails e cominciate a trovare qualche straccio di prova che dimostri che non esistono."

No, Straker, tesoruccio bello.

Trovami tu qualche straccio di prova che ESISTANO... e poi semmai ne parleremo.

Altrimenti le scie chimiche rimangono sempre e solo chiacchiere da ciarlatano.

Anonimo ha detto...

Ho una domanda per Paolo e per gli altri amici di questo Blog: ma perchè stiamo qui a dar credito a personaggi ridicoli come questo Marcianò e alle loro ridicole paranoie?

aleister ha detto...

Starker: TIRA FUORI LE PROVE. Prove vere e confrontabili con altri sutdi e studiosi.

Fin'ora ci sono solo anonimi "dottori" che parlano di generiche "malattie e articoli di giornali scandalistici.
Hai le analisi chimiche? Bene pubblicale.

Vorrei ricordarti uno dei principi base del metodo scientifico: CHI PROPONE UNA NUOVA TEORIA HA L'ONERE DELLA PROVA.

Quando a chi ciancia di riscaldamento globale ricorderei una cosa... le nubi per diventare pioggi necessitano di una cosa: l'incontro di una zona d'aria con tempreratura pi√Ļ fredda della propria. Se l'atmosefera si uniforma (riscldamento globale) su una temperatura media pi√Ļ alta lo scarto termico fra il vapore acqueo e l'atmosfera e mediamente pi√Ļ basso, causando una riduzione delle precipitazioni medie.

Piccola nota di ottica: il salgemma non è "trasparente alla luce", si tratta di un materiale monorifrangente.
Ad ogni modo per vedere quanto il salgemma sia trasparente alla luce basta comprarsi una lampada fatta di tale materiale.

http://web.uniud.it/cird/secif/ottica/birf_2.htm

http://web.uniud.it/cird/secif/ottica/birf_3.htm

http://www.vialattea.net/esperti/php/risposta.php?num=10501

http://people.lett.unitn.it/angelucci/lezioni_Intro-Geoark/03_mine1.pdf

Paolo Attivissimo ha detto...

Un po' di risposte assortite:

Demetrio:

>Non si critica il pensiero di una persona in base al suo personale Curriculum Vitae. Così si alimentano pregiudizi.

No, così si valuta l'affidabilità di ciò che dice. Se un dentista mi dice "hai una carie" è un conto; se me lo dice una cartomante un altro.

Il concetto fondamentale è che Straker è stato scoperto privo di qualsiasi competenza scientifica pertinente all'oggetto delle sue affermazioni. Poiché non porta documentazione di fonti autorevoli a sostegno di quanto dice, le sue affermazioni sono inattendibili.

>Che lui scriva castronerie, è tutto da dimostrare;

Vero: ma spetta a _lui_ dimostrare che è vero quello che afferma, visto che non è una persona autorevole in materia.


>Presta attenzione al messaggio, non al messaggero.

No. Prima si valuta se il messaggero ha voce in capitolo, poi gli si dà l'occasione di parlare.

Quando costruisci una casa, credi di dover dare facoltà di parola al postino, alla comare, al salumiere e a tutti quelli che si affacciano al cantiere e trinciano giudizi sulla solidità della struttura? O ti concentri su quello che ha da dire in proposito il tuo tecnico di cantiere?


Taro:

>Nel post denuncia del mio blog, ho sempre cercato di riportare dei fatti.

No, hai riportato delle interpretazioni. Nulla di quanto affermi prova in alcun modo la natura chimica delle scie.


Anonimo che indaga su di me:

>Impiegato per vario tempo alla "Top One UK Ltd", (Macchinari x macinare le cose)

"Macchinari x macinare le cose"! Ma dai, pensa che io ero convinto di lavorare per una società di traduzione tecnica e invece nottetempo fabbricavo nel sonno macchinari per macinare le cose... e nella vita ho fatto solo il diggei. Ma chissà cos'ho fatto allora negli ultimi vent'anni, da quando ho smesso di essere un ragazzino che parla alla radio? Avrò dormito? Sarò stato trasportato in un'altra dimensione? Rapito dagli alieni?

Indaga, indaga, Anonimo; sei un momento di gioiosa ilarit√† in un mare di stupidaggini chimiche. Magari se leggi il mio CV pubblicato sul mio sito, invece di attingere a una schedina di Wikipedia che √® talmente obsoleta da non indicare nemmeno in che nazione abito da due anni a questa parte, scoprirai qualcosina in pi√Ļ.

Ma ti posso risparmiare la fatica, o mio astuto segugio. Non troverai né lauree in meteorologia né tessere della CIA. Ma noterai che a differenza dei complottisti, io non mi propongo mai come autorità in una materia, ma presento le risultanze di esperti conclamati di quella materia.

Adesso scusami ma devo tornare a macinare le cose.


Anonimo che cita la CNN:

Il tutto risponde ad una precisa azione di drastico controllo della popolazione mondiale: si tratta di un progetto deciso ed attuato dalla Commissione trilaterale, dal 33esimo grado della Massoneria, dal Club di Roma, dal gruppo Bilderberg (Prodi ne √® un esponente), dagli “Illuminati”, dal Consiglio per le relazioni estere.

[snip]

Fonte: CNN, American morning program, 8 marzo 2006, Miles e Soledad O’Brien

Maddai, stai dicendo che Miles O'Brien ha detto che Prodi è un bilderbergaro? Sicuro che non sia un rettiliano alla David Icke? Per favore, mi linki la trascrizione o mi mandi una copia del filmato? Sai com'è, conoscendo O'Brien ho l'impressione che quello che citi sia un tantinello fasullo. O perlomeno fantasioso.


Altro Anonimo/G.Albertis:

la pubblicazione di documenti governativi ufficiali statunitensi che riportavano l'esistenza dell'operazione chemtrails in atto;

Potrei avere una copia di questi documenti? O almeno il titolo, le coordinate, qualcosa? Se davvero esistessero questi documenti, non ti pare che non saremmo qui a discutere dell'esistenza del fenomeno?


Straker:

Documentazione ne abbiamo a iosa e le analisi chimiche di acqua e terreno, le abbiamo fatte a nostre spese

E non vi è mai venuto il dubbio che i risultati delle analisi potessero essere dovuti ad altri fenomeni a parte le vostre scie chimiche? Magari, che so, ai gas di scarico delle auto e delle fabbriche, anziché a qualcosa di irrorato da chilometri di quota e disperso dal vento?

Bene! Vi auguro un felice banchetto. Raccogliete le cosciette di cacciagione e bevete le vostre coppe di vino rosso, sino a quando potrete.

Guarda, Straker, è molto semplice. Se hai ragione tu, tra poco saremo tutti in fin di vita o morti per via delle scie chimiche. Se ho ragione io, saremo ancora vivi. La cosa migliore è aspettare e vedere che succede.

Io intendo aspettare in compagnia di una buona scorta di vino.

Concentratevi sulle chemtrails e cominciate a trovare qualche straccio di prova che dimostri che non esistono. Poi ne riparliamo.

Straker, forse ti è sfuggito un particolare importante. Sei tu, con gli altri sostenitori di questa teoria stravagante, che devi dimostrare che le scie chimiche esistono. Non siamo noi a dover dimostrare che sono un parto della fantasia di qualcuno.

Sai, ho in giardino un drago. E' invisibile e mangia soltanto focaccia. I negozi della zona possono confermare che io compro moltissima focaccia. Ora sta a te dimostrare che il mio drago invisibile non esiste.

E qui chiudo. Non risponderò a nessun'altra provocazione.

E di ciò rendiamo profondamente grazie.


Anonimo:

Ho una domanda per Paolo e per gli altri amici di questo Blog: ma
perchè stiamo qui a dar credito a personaggi ridicoli come questo
Marcianò e alle loro ridicole paranoie?


Perché facendo parlare gli sciachimisti, chi magari era indeciso sulla validità delle loro teorie ha modo di capire in che autorevoli mani rischia di mettersi.

Un paranoico può spesso sembrare sano e guidato da motivazioni reali e plausibili, finché non lo frequenti per un po'.

E quando vedi che le panzane sciachimiste arrivano fino in Parlamento, magari cominci a pensare che non sia pi√Ļ il caso di liquidarle come teorie immeritevoli di risposta, perch√© ci sono dei politici (gente che decide del nostro destino) che ci credono e prendono decisioni di conseguenza. E questo a me, francamente, inquieta.

¤°*¤Demetrio§ahaquieL¤°*¤ ha detto...

@Paolo Attivissimo

Sono costretto a notare che non hai letto i miei interventi, e che non sei informato come vorresti far credere; o almeno non lo dai a vedere. Dimostralo.

>No, così si valuta l'affidabilità di ciò che dice. Se un dentista mi dice "hai una carie" è un conto; se me lo dice una cartomante un altro.

E allora io come dovrei valutare ciò che tu dici nel tuo articolo che stiamo ora commentando? Neanche tu hai delle certificate competenze scientifiche in materia.
In quell'articolo tu NON hai dimostrato che le scie chimiche non esistono. Sia ben chiaro! Eppure continui a considerarci dei tristi visionari. Ma le tue notizie sono solo TUE interpretazioni personali!
Non parlare solo di ci√≤ che ti fa pi√Ļ comodo!

>No. Prima si valuta se il messaggero ha voce in capitolo, poi gli si dà l'occasione di parlare.

Quest'affermazione è scandalosa. Perchè invece di dare il permesso di parlare (che bella democrazia) non commenti tutto, e non solo per il tuo tornaconto? Riposto, i concetti salienti, visto che a quanto pare non li hai letti.

Parlando di scie chimiche bisognerebbe procedere in questo modo:

1. azzerare per quanto possibile i propri pregiudizi.

2. capire se le cosiddette "scie chimiche" sono effettivemente qualcosa di diverso dalle normali scie di condensazione.

3. in caso di risposta affermativa, costruire delle ipotesi a riguardo. In questo ultimo punto è importante, come diceva padma, separare il grano dal miglio stando molto all'occhio.

Il secondo punto è fondamentale, perché in mancanza di quello non si può passare al punto 3. Allo stesso modo, se tutto nella VU dell'11/9 tornasse non esisterebbe motivo ragionevole per fare dietrologia.

Per questo a mio parere molti ti "rimproverano" del tuo tentativo di confutare le ipotesi riguardanti il punto 3 senza prendere in considerazione ciò che sta al punto 2. Perché a loro (e a mio) avviso di motivi ragionevoli per fare dietrologia ce ne sono a bizzeffe.
________________________________

Basta solo un dato, per mettere pesantemente in discussione la versione indirettamente ufficiale: il vapore acqueo, per cristallizzarsi in aghetti di ghiaccio, necessità di una temperatura molto bassa. E fin qui ci siamo. Questo vapore acqueo, prodotto dagli scarichi dei motori a reazione e sommato all'umidità circostante, è incandescente. Dunque, se non ci fosse una temperatura bassissima, non potrebbe condensarsi. Se fate caso agli aerei che emettono scie di condensazione, queste non si rendono subito visibili, ma vi è uno spazio di qualche metro dal velivolo. Quella distanza tra l'aereo e la scia di condensazione, è lo spazio utile e necessario al vapore acqueo, per passare da una temperatura incandescente, ad una temperatura sotto zero, formando così questi aghetti di ghiaccio: le scie di condensazione.
Essendo che le scie di condensazione sono solo ed esclusivamente cristalli di ghiaccio viene facile pensare che se metti dell'acqua a fianco al ghiaccio nn e' l'acqua che congela, ma il ghiaccio che si scioglie, ecco perchè le scie di condensazione nn possono originare, nubi di qualsivoglia forma o consistenza, ed ecco perchè si sciolgono in pochissimo implacabilmente sublimando al sole.
Questo fenomeno, si verifica solo nella troposfera che è lo strato in cui si verificano quasi tutti i fenomeni meteorologici; essa contiene l'80% della massa gassosa totale e il 99% del vapore acqueo.
. In essa, con l'aumentare della quota (0,65°C ogni 100m di quota, fino ai circa -60°C della tropopausa), si presentano le condizioni di temperatura estremamente basse, indispensabili ai gas incandescenti dei motori, per creare quest'effetto di condensazione.
Con i 40 gradi sottozero, il gas incandescente condensa; i 40 gradi sottozero, si trovano a partire da quote comprese tra gli 8000 e i 9000 metri.

Anonimo ha detto...

Paolo hai dimenticato una cosuccia:
gli aerei senza insegne non possono partire da areoporti normali...poichè la verifica dell'aereo prima di partire non prevede solo motori e meccanica ma anche l'identificazione.
Un po' come portare la macchina alla revisione senza targa.

mother

ohp ha detto...

Parlando di scie chimiche bisognerebbe procedere in questo modo:

1. azzerare per quanto possibile i propri pregiudizi.


Fatto.
Passato il punto 1, mi sono messo a ridere pensando alle scie chimiche.

Fine della valutazione :-D

Paolo Attivissimo ha detto...

Mother:

gli aerei senza insegne non possono partire da areoporti normali...poichè la verifica dell'aereo prima di partire non prevede solo motori e meccanica ma anche l'identificazione.

Problema trascurabile per un Vero Sciachimista: partono da aeroporti militari, no? :-)


Demetrio:

E allora io come dovrei valutare ciò che tu dici nel tuo articolo che stiamo ora commentando? Neanche tu hai delle certificate competenze scientifiche in materia.

Come ho già detto in un commento precedente (giro quindi a te il tuo rimprovero di non leggere tutti i commenti), a differenza dei complottisti, io non mi propongo mai come autorità in una materia, ma presento le risultanze di esperti conclamati di quella materia.

In quell'articolo tu NON hai dimostrato che le scie chimiche non esistono.

Come ho già scritto (e ancora una volta tu non hai letto): Sei tu, con gli altri sostenitori di questa teoria stravagante, che devi dimostrare che le scie chimiche esistono. Non siamo noi a dover dimostrare che sono un parto della fantasia di qualcuno.

Ti faccio un esempio. Io dichiaro solennemente di possedere in giardino un drago. E' invisibile e mangia soltanto focaccia. I negozi della zona possono confermare che io compro moltissima focaccia. Ora sta a te dimostrare che il mio drago invisibile non esiste.

Perchè invece di dare il permesso di parlare (che bella democrazia) non commenti tutto, e non solo per il tuo tornaconto?

Democrazia non significa fermarsi a chiedere il parere del postino, del vicino e del dentista di mia suocera su come spegnere la mia casa mentre sta bruciando. Significa andare dritti dagli esperti (i pompieri) e far esaminare il problema a loro, tenendo indietro la massa di curiosi imbecilli che vogliono dire la loro dall'alto della loro incompetenza.

Tu, quando stai male, cosa fai? Vai dal medico e ti fai esaminare da lui, oppure ritieni che sia opportuno sentire il parere illuminato di tutte le persone che stanno in sala d'attesa?

1. azzerare per quanto possibile i propri pregiudizi.

2. capire se le cosiddette "scie chimiche" sono effettivemente qualcosa di diverso dalle normali scie di condensazione.


Ed è qui che si ferma il tuo metodo. Non c'è alcun fenomeno di quelli attribuiti alle SC che non possa essere spiegato con una scia normale o con un'interpretazione errata di altri fenomeni da parte di persone incompetenti.

3. in caso di risposta affermativa, costruire delle ipotesi a riguardo.

Altro errore di metodo. Non avete ancora superato il punto 2 che già avete individuato il 3 e anche i relativi colpevoli.

Voi partite dalla certezza di sapere che c'è un colpevole e andate a ritroso per trovare le prove che lo incastrino. E' semplicemente ridicolo. Questa non è ricerca, è caccia alle streghe.

Basta solo un dato, per mettere pesantemente in discussione la versione indirettamente ufficiale: il vapore acqueo [...]

Quello che tu chiami "dato" è un'accozzaglia di stupidaggini pseudoscientifiche talmente ricca che non saprei neppure da che parte cominciare per elencartene gli errori.

Ti suggerisco di parlare con un meteorologo e documentarti prima di partorire accuse gravissime come l'avvelenamento di massa basandoti sul nulla pescato da qualche sito Internet.

Ah già, dimenticavo: secondo gli sciachimisti, i meteorologi sanno ma non dicono nulla. Anche loro fanno parte del complotto. Tutti, dal primo all'ultimo. E nessuno mai spiffera niente, neanche in punto di morte. Dove l'ho già sentita questa storia? Dai complottisti degli sbarchi lunari falsificati, da quelli dell'undici settembre, da quelli dell'omicidio JFK... è sempre lo stesso, stanco, ridicolo copione.

Il rumore che senti in sottofondo è il colonnello Bernacca che si rivolta nella tomba.

Satyricon ha detto...

Paolo:

Ma il drago sta bene?
Non gli fa male una dieta monofocaccia?

:(

Straker:

Che bello rigirare la frittata =)

FridayChild ha detto...

Non sarebbe meglio se tutti gli "anonimi" utilizzassero un nickname, e sempre lo stesso? Magari anche inserito nel campo "Nome utente" anziche' in fondo al post come firma. Siamo oltre i 250 commenti, e diventa difficile altrimenti capire chi ha detto cosa, e se l'anonimo che ha scritto la tal cosa e' lo stesso che ha scritto la tal altra. ;)
Nessuno pretende nomi e cognomi (ci mancherebbe), ma almeno per dare una qualche identita' alle varie "voci"...

SirEdward ha detto...

eh, sì. Decisamente la differenza fra un "complottista" e un "non complottista" è spesso tutta e solo nel modo di ragionare.

Ho dato un'occhiata veloce solo agli ultimi messaggi, ma il copione è sempre lo stesso. Logica stuprata, pesi e misure diverse a seconda di chi parla, certezze granitiche, insulti... Decisamente i "complottisti" sono particolarmente abili a riproporsi sempre uguali a sé stessi.

Ma in realtà è solo una la discriminante: la certezza di avere ragione, che porta la certezza che gli altri abbiano torto, che comporta un approccio alle critiche rabbioso, intransigente e, soprattutto, sordo.

"Chi mi ostacola non ha ragione, perché IO ho ragione".

Esattamente come un qualsiasi fanatico, da quelli politici a quelli religiosi a quelli calcistici.

george_glootey ha detto...

Tratto da http://sciechimiche-zret.blogspot.com/


Grazie alle accurate ricerche di Gazal, sagacissimo utente del forum di www.sciechimiche.org pubblichiamo un paio di interessanti dichiarazioni che sono anche la risposta a chi pone la seguente domanda: perch√© mai i potenti dovrebbero rilasciare nell’atmosfera, attraverso l’operazione scie chimiche, sostanze nocive anche per la loro salute e per quella dei loro parenti? Quei criminali dei nostri governanti non respirano la stessa aria che respirano i comuni cittadini?

[Dai dai..dimmelo!non sto pi√Ļ nella pelle! ndGG]

√ą un’obiezione sensata, cui si pu√≤ facilmente rispondere: in primo luogo non dimentichiamo che le √©lites possono usufruire di farmaci e terapie assai efficaci, frutto di ricerche mediche avanzate .

[Nooo!E io che non sono elitario che faccio?? ndGG]

Sono medicine che si basano spesso su principi terapeutici ufficialmente denigrati e descritti come palliativi, se non come placebo.

[Omeopatia?Antichi Rimedi della Nonna?? ndGG]

Il Dottor James Howenstine ci ricorda che “i pianificatori del Nuovo ordine mondiale possiedono dei metodi per prevenire l’insorgenza di molte malattie: del resto David Rockfeller, Zignev Brezinsky, Henry Kissinger sembrano non essere mai stati colpiti da affezioni legate, ad esempio, alla terza et√†.

[Aspettiamo...no? ndGG]

Invece, recentemente, la moglie di Christopher Reeves, Dana, una non fumatrice che conduceva uno stile di vita salutare, √® morta di cancro al polmone all’et√† di 44 anni”.

[cosa vuol dire? Ci sono casi PROVATI di persone impiegate in pubblici uffici a cui è stato diagnosticato un cancro polmonare e non erano fumatori. Semplicemente non esisteva una legge anti fumo come tutt'oggi. NdGG]

Inoltre le aree in cui risiedono o si recano questi scellerati al potere non sono soggette a diuturne e massicce irrorazioni.

[Ottimo!Li seguirò quando andrò al mare quest'estate!La loro presenza in spiaggia sarà molto rassicurante!! NdGG]

√ą pur vero che la circolazione atmosferica spinge gli inquinanti in ogni dove, ma un conto √® essere direttamente e quotidianamente sottoposti ad attacco chimico, un conto √® vivere in una zona un po’ pi√Ļ salubre e potendo adottare inimmaginabili precauzioni
[Pentacoli,tute NBC, zampe di coniglio...NdGG] contro i veleni diffusi nella biosfera.


Questo solo per dirci che solo noi poveri comuni cittadini del mondo, non elitari, abbiamo la nostra Scia Chimica Fantozziana che ci segue...pure in vacanza! Mentre "loro"...bè no...
Su di "loro" splende sempre il sole!

giacomo-giacomo ha detto...

Fry:
>> Una persona adulta e civile non insulta chi lo prende in giro.

Demetrio:
> Una persona adulta e civile, non prende in giro.

giacomo-giacomo:

Signora maestra!!! Mi prendono tutti in giro!!!!
Uèèèè... uèèèè... :'-((((
Cattivi, scemi, stupidi, cacca, pipì!!!!

Taro ha detto...


TARO: Nel post denuncia del mio blog, ho sempre cercato di riportare dei fatti.

PA: No, hai riportato delle interpretazioni. Nulla di quanto affermi prova in alcun modo la natura chimica delle scie.


Caro Paolo,

come ho scritto prima, non entro nel merito di cosa siano le scie, se siano chimiche o meno, per quale scopo vengano emesse, mi limito solo a riportare dei fatti.

Quando affermo - a seguito dell'osservazione nell'arco di pi√Ļ di quattro mesi - che queste scie si formano dopo l'azione combinata di 6 aerei parliamo di un dato oggettivo non interpretabile: 6 aerei
E la certezza nasce dall'averli visti passare davanti ai miei occhi a fine sessione: uno dietro l'altro in fila indiana a distanza ravvicinata.

andando oltre, quando dico:

* batteria di 6 aerei in azione continuata per 60/90 min;
* alternanza di coppie di aerei nella stessa direzione ogni 10 minuti circa;
* successione nella coppia in un intervallo di circa 2 minuti;
* il primo passaggio con scia persistente;
* il secondo a ricalcare il volo del primo ma con scia breve, a scomparire dopo breve.

non sono mie interpretazioni ma è l'orologio a parlare per me.
Dimmi tu altrimenti il limite esistente tra riportare dei fatti e vaneggiare le proprie fobie [se questo è il termine di pargone]

Anonimo ha detto...

Attivissimo - 11/2/07 09:57

Complimenti per la pazienza, signor Attivissimo. Io dopo aver letto migliaia di parole senza senso (immagino che la valanga di ctrl+v serva proprio a farci perdere la voglia di continuare la discussione, perch√© se a fronte di un'affermazione, sistematicamente, il discorso viene spostato su qualcos'altro, passa la fantasia di dedicare anche solo un minuto del proprio tempo a queste persone e alle loro teorie) che sono state riportate senza il minimo spirito critico (qualcuno ha scritto di nuovo citando come prova la "risonanza Schumann", siamo al livello delle presunte autopsie di presunti alieni, se non un gradino pi√Ļ in basso), probabilmente senza leggere neppure quello che dicono, mi sono stancato. I post che vengono pubblicati sono sempre gli stessi, meno di una decina in tutto. I presunti "esperti" che vengono citati sono degli illustri sconosciuti (facendo una ricerca su Google si scopre che gli unici riferimenti sono quelli agli articoli scritti dai "complottisti"), vengono citate analisi e prove senza che siano mai resi pubblici dei dati certi, ogni lunghissimo post √® infarcito di "si dice", "√® noto", "√® provato", "√® stato scoperto"... non credo che sia pi√Ļ il caso di perdere tempo con loro. Ne perder√≤, invece, per il signor "Straker", che ha ignorato le mie domande ma ha risposto a Fry Simpson.

Se Lei sapesse leggere con attenzione, anzichè fermarsi alla superficie di ciò che vede scritto, non affermerebbe che io mi vanto di aver scoperto le partizioni. Da dove lo evince?

Ha ragione, Lei non si vanta di aver scoperto le paritizioni. Lei si vanta di saperle utilizzare (dice che si tratta di una sua "prerogativa esclusiva") per tenere separati i dati degli utenti dal sistema operativo, cfr.
http://209.85.135.104/search?q=cache:mBsZnVd21koJ:www.i-dome.com/docs/pagina.phtml%3F_id_articolo%3D10202+rosario+marcian%C3%B2+partizioni&hl=it&ct=clnk&cd=9&gl=it
Lascio a chi ci legge ogni valutazione in merito. Nel suo sito personale era presente anche il suo profilo, stranamente oggi non in linea. Tra le altre cose lei afferma che:

"adottando tecnologie esclusive per la tutela dei dati, attraverso la riconfigurazione del sistema, al fine di separare i dati di lavoro da Windows.Con questa metodologia unica al mondo e tenuta riservata, il Marcianò è in grado di evitare la perdita di documenti importanti a causa di eventuali danneggiamenti del Sistema Operativo o di attacchi informatici oppure problemi software/hardware."

Metodologia unica al mondo e tenuta riservata. Tenere separati i dati di lavoro dal S.O. e configurare un S.O. Sono cose che Lei fa con una metodologia unica e tenuta riservata. Forse era meglio se Lei avesse sostenuto di aver inventato le partizioni. Inventato, non scoperto. E spero che almeno la differenza tra inventare e scoprire Le sia chiara.

"Parte delle sue conoscenze, sono quindi messe a disposizione sul web e nei corsi informatici (vedere sito internet). Altro campo affrontato concerne l’ottimizzazione, attraverso modifiche radicali dei sistemi operativi, con lo scopo di renderli pi√Ļ sicuri, stabili ed efficienti. Per mezzo di queste modifiche sostanziali, il Marcian√≤ √® in grado di aumentare le prestazioni di un qualsivoglia computer, di oltre il 40%."

Lei √® in grado di modificare in maniera "radicale" un sistema operativo? Pu√≤ farci un esempio di modifica "radicale", per favore? Microsoft (che possiamo prendere in giro quanto vogliamo, ma ha i mezzi tecnici e finanziari per affrontare certe tematiche) ha di sicuro centinaia di persone che lavorano per rendere pi√Ļ stabile, sicuro ed efficiente ogni suo prodotto, con i risultati che tutti conoscono. Lei da solo riesce a fare pi√Ļ di questi gruppi di lavoro? Di persone specializzate che nella vita non fanno altro? Non Le sembra un'affermazione un po' troppo ottimistica? Lei afferma anche di poter aumentare le prestazioni di un qualsivoglia computer di oltre il 40%. Si rende conto di cosa significa questa sua affermazione? Se io le fornisco un "qualsivoglia" computer Lei √® in grado di aumentarne le prestazioni (di quali prestazioni sta parlando, per inciso? Accesso alla RAM, accesso ai dati memorizzati su HD, ricerca di dati su HD, o cosa?) del 40%? Rispetto a cosa, poi? Qual √® il suo punto di riferimento? Lei afferma che pu√≤ fare questo indipendentemente dalle caratteristiche HW del "qualsivoglia" computer? Semplicemente modificando (?!) le impostazioni del sistema operativo?

Copia della pagina è consultabile qui:
http://209.85.129.104/search?q=cache:9wfNO-lZr2UJ:www.fastserviceinformatica.it/profile.htm+rosario+marcian%C3%B2&hl=it&ct=clnk&cd=2&gl=it

Si trovano anche altre pagine interessanti, cercando di lei con Google:

http://stores.lulu.com/Straker
http://www.spazioufo.com/profezie_aliene.asp
http://www.orgoneitalia.com/articolinfo/3.htm

"Non √® comunque mio dovere doverle spiegare cosa Lei non ha compreso. Sarebbe inoltre fatica sprecata, perch√© la malafede alberga nelle persone che non amano ascoltare e non amano capire. E' pi√Ļ comodo distorcere il senso di una mezza frase e ricamarci sopra elucubrazioni ispirate da chiss√† quale sentimento. E' tipico. Non mi stupisce. Lei √® identico ad altri che ho avuto modo di incontrare.

Lei continua a trattare le persone che non credono ciecamente nelle sue affermazioni in modo sprezzante e offensivo. Invece di spiegare il senso delle mezze frasi che secondo Lei sono state riportate in modo distorto (che sarebbe il sistema migliore e pi√Ļ efficace per dimostrare che i suoi "detrattori" sono in malafede), preferisce non rispondere agli appunti che Le vengono sollevati, e cerca di denigrare le persone che l'hanno criticata con un po' di psicologia spicciola. Lo stesso metodo che utilizza quando parla della teoria delle "chemtrails", e questo significa che il suo modo di relazionarsi con gli altri non cambia mai, quale che sia l'argomento di cui si parla. Il suo atteggiamento superficiale non la aiuter√† a convincere nessuno di quello che afferma, per lo meno non le persone in grado di fare un'analisi attenta e razionale delle sue parole.

Parimenti, Lei, come altri, affronta l'argomento scie chimiche con la stessa superficialità con cui trincia i giudizi delle persone che non conosce.

Dove sono gli approfondimenti con cui Lei ha affrontato la teoria delle "chemtrails"? Ci pu√≤ fornire documenti che vadano al di l√† dei "si dice", "tizio afferma che", "√® noto", "√® evidente", per darci, finalmente, qualche dato di fatto non equivocabile, una seppur minima prova? La sua intelligenza dovrebbe farLe capire che un'interrogazione parlamentare non ha valore di prova, che gli articoli che sono stati postati a pi√Ļ riprese su questo blog non sono prove, che ci vogliono riferimenti certi.

Ammetto di essere stato eccessivo, ma detesto atteggiamenti che nascono con il solo scopo di demolire l'avversario, attraverso la sua delegittimazione intellettuale. Se Lei, come altri, avesse avuto la pazienza di documentarsi, non verrebbe qui ad affermare, come d'altronde anche l'illustrissimo Attivissimo (Toh! fa pure rima), che le nostre affermazioni non hanno fondamenti di prova.

Dopo aver letto i forum e i blog in cui Lei scrive di solito mi sento di affermare che questa è la tecnica che Lei utilizza con tutte le persone che manifestano uno spirito critico di fronte alle sue teorie. Ha lasciato in giro per il web anche delle accuse francamente inspiegabili e insostenibili ai redattori di Report, per non parlare delle generiche accuse a giornalisti, meteorologi, scienziati, politici, tutte infarcite di offese personali e di minacce neppure tanto velate. I riferimenti (le prove) sono facilmente reperibili su internet. Se noi veniamo qui ad affermare che le vostre affermazioni (espressione infelice, ma l'ha utilizzata Lei per primo) non hanno fondamenti di prova è proprio perché ci siamo letti tutto il materiale che voi avete pubblicato e non abbiamo trovato la minima prova di quello che affermate. Come scrivevo in un altro post, probabilmente il problema è proprio nell'utilizzo delle parole: cosa vuol dire per lei prova?

Documentazione ne abbiamo a iosa e le analisi chimiche di acqua e terreno, le abbiamo fatte a nostre spese, quando invece sarebbero dovuti essere gli enti a cui ci eravamo rivolti, ad occuparsene. Chi è che specula? Se così fosse, allora saremmo dei pessimi affaristi, visto che abbiamo sacrificato tempo e denaro per far conoscere ad altri certe verità scomode che, guarda caso, vengono osteggiate da ogni dove.

Lei continua a fare affermazioni senza portare prove. Le analisi chimiche di acqua e terreno (ma le famose "chemtrails" non si formano in ARIA? Che senso ha analizzare acqua e terreno? Lei non si rende conto che un corso d'acqua pu√≤ venire inquinato lungo il suo percorso da una quantit√† enorme di sostanze, scaricate pi√Ļ o meno legalmente da chiunque?) Lei sar√† un ottimo affarista o forse no, di sicuro √® lei che vende un calendario per l'anno 2007 di foto di "chemtrails" a pi√Ļ di venti euro, vedi http://www.lulu.com/content/563340

Meglio insabbiare. E così, le decine di esposti sono rimasti lettera morta.

Ha ragione, visto il tono apocalittico delle sue affermazioni almeno un procedimento contro di Lei per "procurato allarme" me lo sarei aspettato. Probabilmente l'eco delle sue parole si è spento prima di diventare allarme. Meglio così, per Lei.

Bene! Vi auguro un felice banchetto. Raccogliete le cosciette di cacciagione e bevete le vostre coppe di vino rosso, sino a quando potrete.
Un giorno capirete il madornale errore di valutazione.
Concludo dicendo che io potrei essere anche persona poco affidabile, inesperta, la Vanna Marchi del 21° secolo, ma non √® me che dovete combattere.
Concentratevi sulle chemtrails e cominciate a trovare qualche straccio di prova che dimostri che non esistono. Poi ne riparliamo.
P.S.
E qui chiudo. Non risponderò a nessun'altra provocazione.


Non c'√® niente da fare, Lei √® impermeabile a qualsiasi tentativo di dialogo. E' inutile che rigiri continuamente la frittata: l'onere della prova spetta a lei. Altrimenti io potrei fare una qualsiasi affermazione campata in aria (anche su di Lei), e pretendere che Lei la smentisca. Continuare a ragionare al contrario non Le porter√† niente di buono, professionalmente parlando. E, mi creda, non c'√® nessun motivo per riparlare della sua teoria delle "chemtrails". E' una teoria senza senso, infondata e assurda. Questo non vuol dire che Lei non possa continuare a farlo, raccogliendo proseliti tra le persone pi√Ļ facilmente impressionabili e non in grado di analizzare con spirito critico le sue affermazioni. Se Lei √® soddisfatto dall'avere intorno persone (ad occhio sempre pi√Ļ o meno le stesse, forse una decina in tutto) che credono acriticamente a tutto quello che Lei dice, siamo soddisfatti anche noi. Dovrebbe per√≤ evitare di cercare ostinatamente di convincere anche le persone che, come noi, sono abituate a mettere tutto in discussione, a non fidarsi di niente e a cercare sempre e ovunque prove, riscontri, dati. Non riuscir√† mai a farlo a chiacchiere.

Un saluto a tutti,
Logan7

ilNano ha detto...


* batteria di 6 aerei in azione continuata per 60/90 min;
[cut]
non sono mie interpretazioni ma è l'orologio a parlare per me.
Dimmi tu altrimenti il limite esistente tra riportare dei fatti e vaneggiare le proprie fobie [se questo è il termine di pargone]


Scusa... quello che riporti nel tuo post sono solo interpretazioni di quello che vedi. Nel corridoio di atterraggio di Malpensa non è mica inusuale vedere 4 o 5 aerei in coda che saranno distanziati di quanto? 3km? Ma per atterrare, non per avvelenare il basso varesotto. E siccome nelle ore di punta i decolli si succedono a brevissima distanza li vedi praticamente in coda.
E poi tu parli di una batteria di sei aerei. Cioè sei aerei di quelle dimensioni che compiono continui passaggi su una zona? E sei assolutamente sicuro che ovviamente sono sempre gli stessi...non credo...credo sia piu' una tua supposizione.
Ah, nella foto in cui dici che vedi due aerei vicini (http://photos1.blogger.com/blogger2/7995/1668/1600/01_contrails_firenze_2006-11-04.jpg)
potrebbero essere molto pi√Ļ lontani di quanto pensi...visto che esiste anche la profondita' da tener da conto.

Qualcuno qua ha scritto che non bisogna entrare in una casa se si vede il fuoco per determinare se c'e' un incendio. Pero' se si vede del fumo uscire da dentro un cortile, forse prima di dare l'allarme si puo' controllare che non stiano facendo una grigliata.

ciao

¤°*¤Demetrio§ahaquieL¤°*¤ ha detto...

Attivissimo è uno scettico patentato. Non vuole credere a nulla; qualsiasi cosa gli facciamo vedere, rimarrà sempre intrappolato nel suo punto divista distorto e fallace; altrimenti dovrebbe cambiare il suo modo di pensare. Troppo difficile. Non ha un metodo di indagine. Si attiene a ciò che è stato già scritto, senza verificare il contenuto, ma attenendosi solo alle credenziali.
E' troppo comodo far finta che sia tutta un invenzione di qualche pazzoide. Ho riportato delle trasmissioni del tg2 con parziali ammissioni; non le ha viste (?), nè commentate. Ho spiegato che le temperature atmosferiche variano in base alla quota, ma non mi ha contraddetto; eppure continua ad attenersi a quella spiegazione assurda da Cenerentola nel paese delle meraviglie, solo perchè fatta da piloti esperti.
A questo mondo oramai valgono solo le credenziali. Non si usa il cervello, si crede a ciò che dice la gente laureata. Chi ha una laurea può dire qualsiasi cosa, e la gente come Paolo Attivissimo in coda dietro; ovvio, sono fonti "attendibili". Usa l'unica tattica che conosce: "quelle sono teorie assurde, conseguentemente e logicamente non possono essere vere". Ma lui stesso non ha dimostrato nulla, se non il suo sterile e a questo punto sospetto scetticismo; solo capricci di chi si chiude a riccio e gira la testa, senza guardare ciò che dovrebbe guardare.

Questo la dice lunga sulla sua oggettività.

Ma di che ci stupiamo, è questo che fanno le pecore.

¤°*¤Demetrio§ahaquieL¤°*¤ ha detto...

Inoltre, non ho mai fatto in questa pagina l'azione CTRL+V, se non per citare le vostre parole ad ogni commento, come a qualcuno farebbe comodo credere. Quelle cose le ho scritte sulla tastiera.
Ci mancava pure quest'accusa. Andiamo bene.

¤°*¤Demetrio§ahaquieL¤°*¤ ha detto...

Attenzione.
Anonimo alias Logan7 e Scie-nziato sono la stessa persona.
Vi risparmio le mie interpretazioni, ma è alquanto strano che espongano opinioni diverse, provenendo esse dalla stessa persona.

scie-nziato ha detto...

Sono convinto che le scie chimiche siano una bufala colossale!
Detto questo sono anche convinto che sono le idee ed eventuali fatti che devono essere contrastati o confutati, gli attacchi alla singola persona generano insulti e maleducazione e non portano a nulla! Prendersela con la persona Straker lo considero infantile e sbagliato. Se siete convinti come me che le scie-chimiche siano una sciocchezza allora portate qualcosa di scientifico per contrastare quello che dicono loro.
Ho detto che le scie di condensazione e il loro possiblie effetto sul clima sono studiati da oltre 50 anni.
Se le scie-chimiche sono un fenomeno recente e non possono essere contrails la cui formazione e persistenza è considerata abbastanza rara, allora mi chiedo perchè mezzo secolo fa qualcuno ha avuto l'idea che le scie potessero trasformarsi in nube e avere effetti sul clima e c'ha studiato sopra!
Perchè studiare gli effetti di un fenomeno sul clima se tale fenomeno è raro?
Forse perchè anche allora, nonostante che il traffico aereo fosse molto, molto, inferiore all'attuale, il fenomeno era abbastanza diffuso e quindi interessante stufdiarne le caratteristiche.

Paolo Attivissimo ha detto...

Taro, quello che descrivi somiglia molto al normale avvicendamento di aerei di linea lungo un'aerovia, con formazione o meno di scia persistente a seconda di quote o condizioni in quota differenti.

Partire da un episodio del genere e costruirci sopra la teoria delle scie chimiche è semplicemente assurdo. Ci vogliono ben altre prove: ci vogliono fenomeni a) osservati e documentati b) non spiegabili in altro modo.

Pape ha detto...

[quote]Se le scie-chimiche sono un fenomeno recente e non possono essere contrails la cui formazione e persistenza è considerata abbastanza rara, allora mi chiedo perchè mezzo secolo fa qualcuno ha avuto l'idea che le scie potessero trasformarsi in nube e avere effetti sul clima e c'ha studiato sopra!
Perchè studiare gli effetti di un fenomeno sul clima se tale fenomeno è raro?
Forse perchè anche allora, nonostante che il traffico aereo fosse molto, molto, inferiore all'attuale, il fenomeno era abbastanza diffuso e quindi interessante stufdiarne le caratteristiche.
[/quote]

Che c'√® di strano nello studiare un fenomeno? Le contrails sicuramente qualche problemuccio lo generano: riflettono quantomeno i raggi solari, e possoono rendere pi√Ļ difficoltosa la navigazione a vista. Ma un conto √® dire che le contrails possono in qualche maniera "inquinare", un altro √® dire che si tratta di scie chimiche rilasciate volutamente per... boh... mica l'ho ancora capito questo. Nemmeno i complottisti lo hanno capito: inventano.

Pape

scie-nziato ha detto...

¤°*¤Demetrio§ahaquieL¤°*¤ ha detto...

Attenzione.
Anonimo alias Logan7 e Scie-nziato sono la stessa persona.
Vi risparmio le mie interpretazioni, ma è alquanto strano che espongano opinioni diverse, provenendo esse dalla stessa persona.

Ho fatto due interventi come anonimo e poi come scie-nziato.
Cosa ti fa pensare che io sia anche Logan7?
Non ho letto quanto ha detto logan7 ma non trovo strano che le opnioni siano diverse visto che siamo due persone diverse.
Oppure anche questo lo dai per assodato come tiutto il resto riguardante le scie?
Comunque sono curioso di sapere qual'è il motivo che ti fa dire che siamo la stesaa persona
In attesa

¤°*¤Demetrio§ahaquieL¤°*¤ ha detto...

@Paolo Attivissimo,
>a) osservati e documentati b) non spiegabili in altro modo.

Paolo, ce ne sono di fenomeni documentati; fotograficamente, da gente di tutta Italia.

Prima di rispondere, ti prego di visionare questi 4 video:

1) Mercalli ammette: "Gli aerosol chimici sono un danno".
http://www.youtube.com/watch?v=nk4HDy-xiJ8

2) RAI 2 TG - Modificazione del clima: prime ammissioni.
http://www.youtube.com/watch?v=dLUSPzj5g9A

3)Scie chimiche su TG2 del 30-7-2006 alle ore 13.
http://www.youtube.com/watch?v=whDnSZ_tNTM&eurl=

4)di pietro VS signoraggio e scie chimiche.
http://www.youtube.com/watch?v=zIG3BpdJSwU

scie-nziato ha detto...

Singoli tratti di aerovia sono percorsi da decine di aerei nell'arco di un ora. Tutto il vapore che questi aerei producono che fine fa?
Un B727 produce circa 4 tonnellate di vapore ogni ora, e se a pochi minuti uno dall'altro ne passano, per esempio dieci, quelle 40 tonnellate di vapore che fine fanno!
Ovvio! se si trovano a quote sufficentemente elevate per cui la temperatura è molto bassa e non vi sono forti venti in quota, questo vapore ghiaccia e si trasforma in contrail.

Paolo Attivissimo ha detto...

>Attivissimo è uno scettico patentato. Non vuole credere a nulla; qualsiasi cosa gli facciamo vedere, rimarrà sempre intrappolato nel suo punto divista distorto e fallace; altrimenti dovrebbe cambiare il suo modo di pensare.

Credo in ciò che è dimostrabile, per quanto strano. Credo quindi per esempio nella fisica quantistica, nella relatività, nello spostamento verso il rosso delle galassie lontane, nella precessione degli equinozi e nella distorsione dello spazio-tempo, che per quanto siano fenomeni apparentemente assurdi possono essere confermate e verificate tramite esperimenti.

In realtà non si tratta di "credere". Credere significa accettare sulla fiducia in mancanza di dimostrazioni. Ma per i fenomeni scientifici c'è poco da credere quando hai a disposizione una dimostrazione. Non è questione di fiducia. Non accettare i fatti assodati della scienza non è questione di fede, ma di stupidità.

>Non ha un metodo di indagine. Si attiene a ciò che è stato già scritto, senza verificare il contenuto, ma attenendosi solo alle credenziali.

Oh scusami: è vero, le credenziali sono trascurabili. Quando ho mal di denti, vado dal salumiere: tanto le credenziali del dentista sono irrilevanti.

Sono gli sciachimisti che pretendono di sapere chissà quale verità senza alcun supporto esperto.

>Ho riportato delle trasmissioni del tg2 con parziali ammissioni; non le ha viste (?), nè commentate.

Ma di quali parziali ammissioni parli? Dai un link preciso, cita le esatte parole delle trasmissioni e ne riparliamo.

> Ho spiegato che le temperature atmosferiche variano in base alla quota, ma non mi ha contraddetto;

Per il semplice motivo che nella frase "le temperature atmosferiche variano in base alla quota" non c'è nulla da contraddire. Questo non implica che tutto il resto del tuo discorso ne esca validato.

> eppure continua ad attenersi a quella spiegazione assurda da Cenerentola nel paese delle meraviglie, solo perchè fatta da piloti esperti.

Certo: perch√© √® molto pi√Ļ sensato attenersi alle spiegazioni fatte da una mandria di dilettanti incompetenti, vero?

¤°*¤Demetrio§ahaquieL¤°*¤ ha detto...

@Scie-nziato.
>Ovvio! se si trovano a quote sufficentemente elevate per cui la temperatura è molto bassa e non vi sono forti venti in quota, questo vapore ghiaccia e si trasforma in contrail.

Vedo che incominci a capire. Il problema è che il traffico segnalato si trova a quote decisamente inferiori da quelle in cui la temperatura è molto bassa.
Nella troposfera, con l'aumentare della quota (0,65°C ogni 100m di quota, fino ai circa -60°C della tropopausa), si presentano le condizioni di temperatura estremamente basse, indispensabili ai gas incandescenti dei motori, per creare quest'effetto di condensazione.
Con i 40 gradi sottozero, il gas incandescente condensa; i 40 gradi sottozero, si trovano a partire da quote comprese tra gli 8000 e i 9000 metri.

A quote troppo basse le contrail non si formano, in quanto manca la condizione determinante della temperature estremamente bassa.
_____________-

@Paolo Attivissimo

"Di video te ne ho postati ben quattro.
Su, non fare finta di non vederli; provengono tutti da trasmissioni ufficiali.
-------
>Non accettare i fatti assodati della scienza non è questione di fede, ma di stupidità.

Le spiegazioni date dalla scienza, in questo caso, sono assurde.
Non solo, inoltre, la scienza non ha dato ufficialmente spiegazioni! Evitano semplicemente l'argomento! Le uniche spiegazioni a cui ti riferisci, sono quelle pubblicate da md80, che non sono spiegazioni scientifiche, ma interpretazioni. Non solo, tu non conoscie neanche il contenuto di ciò che vi è scritto nel documento di md80; ti sei limitato a linkarlo, perchè coincideva con la tua opinione.
Bella dimostrazione di scientificità.

>Per il semplice motivo che nella frase "le temperature atmosferiche variano in base alla quota" non c'è nulla da contraddire. Questo non implica che tutto il resto del tuo discorso ne esca validato.

Hai commesso un piccolo errore. Ka mia frase non è questa: "le temperature atmosferiche variano in base alla quota", ma questa:

Basta solo un dato, per mettere pesantemente in discussione la versione indirettamente ufficiale: il vapore acqueo, per cristallizzarsi in aghetti di ghiaccio, necessità di una temperatura molto bassa. E fin qui ci siamo. Questo vapore acqueo, prodotto dagli scarichi dei motori a reazione e sommato all'umidità circostante, è incandescente. Dunque, se non ci fosse una temperatura bassissima, non potrebbe condensarsi. Se fate caso agli aerei che emettono scie di condensazione, queste non si rendono subito visibili, ma vi è uno spazio di qualche metro dal velivolo. Quella distanza tra l'aereo e la scia di condensazione, è lo spazio utile e necessario al vapore acqueo, per passare da una temperatura incandescente, ad una temperatura sotto zero, formando così questi aghetti di ghiaccio: le scie di condensazione.
Essendo che le scie di condensazione sono solo ed esclusivamente cristalli di ghiaccio viene facile pensare che se metti dell'acqua a fianco al ghiaccio nn e' l'acqua che congela, ma il ghiaccio che si scioglie, ecco perchè le scie di condensazione nn possono originare, nubi di qualsivoglia forma o consistenza, ed ecco perchè si sciolgono in pochissimo implacabilmente sublimando al sole.
Questo fenomeno, si verifica solo nella troposfera che è lo strato in cui si verificano quasi tutti i fenomeni meteorologici; essa contiene l'80% della massa gassosa totale e il 99% del vapore acqueo.
. In essa, con l'aumentare della quota (0,65°C ogni 100m di quota, fino ai circa -60°C della tropopausa), si presentano le condizioni di temperatura estremamente basse, indispensabili ai gas incandescenti dei motori, per creare quest'effetto di condensazione.
Con i 40 gradi sottozero, il gas incandescente condensa; i 40 gradi sottozero, si trovano a partire da quote comprese tra gli 8000 e i 9000 metri."

Paolo Attivissimo ha detto...

Prima di rispondere, ti prego di visionare questi 4 video:

1) Mercalli ammette: "Gli aerosol chimici sono un danno".


Non parla affatto di scie chimiche di aerei, ma di sostanze rilasciate dai combustibili fossili (auto, riscaldamento, eccetera).

2) RAI 2 TG - Modificazione del clima: prime ammissioni.

Non parla affatto di scie chimiche di aerei, ma di tentativi di controllo LOCALE della meteorologia con metodi completamente differenti.

3)Scie chimiche su TG2 del 30-7-2006 alle ore 13.

Non parla affatto di scie chimiche di aerei, ma delle normali scie dei normali aerei che creano normali nubi che danno fastidio agli astronomi e, come le nubi normali, hanno effetto sull'insolazione. Parla anche dell'inquinamento prodotto dalla combustione dei normali carburanti dei normali aerei di linea.

E questo è il terzo video che secondo te parla di scie chimiche e invece dice tutt'altro. La pazienza ha un limite e il dubbio che tu non abbia una solida comprensione dell'italiano comincia a serpeggiare. Ma vado avanti.

4)di pietro VS signoraggio e scie chimiche.

Di Pietro non parla affatto di scie chimiche.

Eh no, adesso basta.

Su quattro video che secondo te "dimostrano" l'esistenza delle scie chimiche, nessuno ne fa neppure vagamente menzione. Anzi, tutti parlano di fenomeni completamente differenti.

Mi hai fatto buttar via un quarto d'ora di tempo a vedere dei video totalmente irrilevanti. Hai avuto ben quattro occasioni per dimostrare la solidità delle tue teorie. Le hai sprecate.

Per quel che mi riguarda, il tempo da dedicare alle tue "argomentazioni" è scaduto abbondantemente e definitivamente. Sono stato paziente e ho ascoltato quello che avevi da dire. Ma adesso basta.

Se questo è il meglio che gli sciachimisti sanno portare come "prove", loro stessi sono la dimostrazione dell'inconsistenza della loro teoria.

scie-nziato ha detto...

Demetrio
come ho gia detto la quota è un elemento fondamentale.
Io ho avuto possibilità di verificarla con precisione (+ o - 30mt), tu la stimi.
In ogni caso nessuno dei due è in grado di portare prove verificabili da terzi.Per la verità io la possibilità di verificarle assieme a voi con il radar l'avevo data ma è stata rifutata in malo modo, chissa perchè.
E' ovvio che se dico che il vapore emesso ghiaccia è perchè so che gli aerei si trovano a quote ben al disopra di 8000mt.

Sto ancora aspettando che tu mi dica perchè io e logan7 dovremmo essere la stessa persona.

Satyricon ha detto...

Demetrio§ahaquieL:

ah, e tutte le citazioni degli "esperti", la trascrizione della interrogazione di Hiltrud Breyer (da parte dello stesso Straker), l'intervento di Ray Milano?

>>A questo mondo oramai valgono solo le credenziali. Non si usa il cervello, si crede a ciò che dice la gente laureata.

Qual'è la correlazione?

E' ARCINOTO che molte persone, pur possedendo una laurea, siano delle capre assurde.
Ma, allora, con quale fiducia possiamo accostarci alle teorie "sciachimiste"?

Perchè sono la palese dimostrazione che ormai lo sterminio del genere umano è in atto?

Mi spieghi perchè NESSUNO, data la portata GLOBALE del "progetto sterminio" parla?

Non ha senso, non ha veramente senso, soprattutto per l'ormai collaudato plot che contraddistingue le "teorie alternative" (Allunaggio, 11/09, JFK...) :

fatto anomalo --->
indagine --->
cospirazione globale --->
i cospiratori sanno --->
i cospirazionisti sanno --->
il volgo non sa.


Ti sei mai chiesto "perchè"?

Alla radice ci può anche esser disinformazione, logico.

[e.g. : ieri parlavo a mia NONNA delle foibe, e NATURALMENTE credeva fossero solamente delle cavità nella terra, tutto qua.
Quella è disinformazione, fatta per pura "convenienza politica" (citando il nostro Presidente della Repubblica).]

Inoltre, per qual motivo tu stesso inviti a "guardare oltre" quando, dai tuoi interventi, fai trasparire la CERTEZZA che la Verità sia ormai nelle mani dei "chembusters"?

Rifiuti di credere alle teorie "ufficiali" (che "ufficiali" non sono, sono "reali" e basta) perchè provengono da fonti "certe".

Al contrario, rilanci proponendo fonti "incerte".

E poi, non ti sembra che questo discorso sia applicabile ad ogni campo?

cristo santo, ho passato notti intere su forum quali "mussolini-hitler.com", a seguire le FARNETICAZIONI ABERRANTI di quegli imbecilli che lo frequentano, per notare cosa?

Lo stesso procedimento dei c.d. "complottisti"!

Il mondo non sa -->
I complottisti sanno -->
I cospiratori sanno (logico, sono gli stessi mandanti)

Così come il "complottista tipo" citerà sempre Icke, Jones, e compagnia bella, allo stesso modo i "negazionisti tipo" citeranno Faurisson, Irving & Co.


Perchè solamente Paolo Attivissimo ha "un punto di vista distorto e fallace"?
Forse Straker e Ray Milano sono immuni da errori?

E' IMPOSSIBILE che abbiano sbagliato calcoli, analisi, o magari siano un po' "prevenuti"?

Ho letto un po' di post sul forum di Spazioufo...Perchè ad ogni "puntualizzazione" dell' utente il-dottore , Straker rispondeva NON argomentando, bensì mettendo continuamente in dubbio il suo operato?

(ecco il link : http://www.spazioufo.com/forum/topic.asp?TOPIC_ID=891&whichpage=1 )

Ripeto, QUI nessuno sta dicendo "ZITTI SCIACHIMISTI, SIETE UN GRUPPO DI COGLIONACCI".

Vi stiamo solo chiedendo di argomentare, argomentare ed argomentare.
Senza urlare, strepitare, DENUNCIARE (vero Straker?) e procedere per la propria strada con una fede indefessa, impossibile da scalfire.

Ah, anche i video che hai postato NON dimostrano alcunchè, trattano DI TUTT'ALTRO.

¤°*¤Demetrio§ahaquieL¤°*¤ ha detto...

@Paolo
>Eh no, adesso basta.

Su quattro video che secondo te "dimostrano" l'esistenza delle scie chimiche, nessuno ne fa neppure vagamente menzione. Anzi, tutti parlano di fenomeni completamente differenti.

Mi hai fatto buttar via un quarto d'ora di tempo a vedere dei video totalmente irrilevanti. Hai avuto ben quattro occasioni per dimostrare la solidità delle tue teorie. Le hai sprecate.

Per quel che mi riguarda, il tempo da dedicare alle tue "argomentazioni" è scaduto abbondantemente e definitivamente. Sono stato paziente e ho ascoltato quello che avevi da dire. Ma adesso basta.

Se questo è il meglio che gli sciachimisti sanno portare come "prove", loro stessi sono la dimostrazione dell'inconsistenza della loro teoria.

---Dimmi dove ho affermato che quelle sono prove. Semplicemente mettono ancora pi√Ļ in ridicolo la teoria (quella si) che le scie di condensazione alias scie chimiche sono innocue.
nel
Vai avanti con le interpretazioni tue personali, andiamo bene.

Video 1) Mercalli ammette: "Gli aerosol chimici sono un danno".
>1) Mercalli ammette: "Gli aerosol chimici sono un danno".

---Si, peccato che si amplia la definizione di Co2 definandola "aerosol", con l'intento di insabbiare le scie chimiche.

Video 2) RAI 2 TG - Modificazione del clima: prime ammissioni.
In quel video si parlava di microonde; cioè di HAARP, strettamente correlato all'operazione scie chimiche.

Video 3) Non parla affatto di scie chimiche di aerei, ma delle normali scie dei normali aerei che creano normali nubi che danno fastidio agli astronomi e, come le nubi normali, hanno effetto sull'insolazione. Parla anche dell'inquinamento prodotto dalla combustione dei normali carburanti dei normali aerei di linea.

---Si, peccato che le scie di condensazione creano nubi solo a partire dagli 8.000 metri di quota, fino agli 11.000 mt; sono i Cirri. Nel video si ampia il fenomeno contrails, per coprire il fenomeno chemtrails.

Video 4)--- Eh no! Non chiderti a riccio e non guardare solo ci√≤ che ti fa pi√Ļ comodo! Di Pietro HA AMMESSO che l'Italia non ha il completo controllo degli spazi aerei e dunque degli aereoporti!


>Mi hai fatto buttar via un quarto d'ora di tempo a vedere dei video totalmente irrilevanti. Hai avuto ben quattro occasioni per dimostrare la solidità delle tue teorie. Le hai sprecate.

---Ecco. Visto che non hai tempo da perdere, non farla la trasmissione di Martedì. La tua attività anti-bufala, in questo caso, fa acqua da tutte le parti.
Ma non capire male, questo è solo un mio consiglio.

Di questo passo la parola "pennivendolo" non √® pi√Ļ considerabile come offesa gratuita, diventa un'appropriata definizione.

¤°*¤Demetrio§ahaquieL¤°*¤ ha detto...

>E' ARCINOTO che molte persone, pur possedendo una laurea, siano delle capre assurde.
Ma, allora, con quale fiducia possiamo accostarci alle teorie "sciachimiste"?

Vedo che capisci. Ti ci devi avvicinare col tuo cervello, non in base a ciò che ti dicono i caproni.
E non mi venite a parlare di dentisti e salumieri; il paragone è completamente fuoriluogo.

>Mi spieghi perchè NESSUNO, data la portata GLOBALE del "progetto sterminio" parla?

Questo non è vero. Qualcuno che parla c'è, ma viene messo da parte ed amalgamato alla massa di coloro che vengono considerati "complottisti".
Complottista?=Pazzo visionario, dice falsità.
Quest'uguaglianza immediata e aprioristica, viene considerata troppo spesso come verità.

Pape ha detto...

[quote]---Dimmi dove ho affermato che quelle sono prove. Semplicemente mettono ancora pi√Ļ in ridicolo la teoria (quella si) che le scie di condensazione alias scie chimiche sono innocue.
[/quote]

Cioé,il fatto che NON parlino di scie, ma di altro, avvalora le tue tesi? Quindi se si discute di 11/9 e io linko documenti sulla Guerra Fredda, sto avvalorando le mie tesi?

[quote]
---Si, peccato che si amplia la definizione di Co2 definandola "aerosol", con l'intento di insabbiare le scie chimiche.
[/quote]

Non è vero. Impara l'italiano, poi ne riparliamo. Parla di tutt'altro, quel video.

[quote]
Video 2) RAI 2 TG - Modificazione del clima: prime ammissioni.
In quel video si parlava di microonde; cioè di HAARP, strettamente correlato all'operazione scie chimiche.
[/quote]

Dimostrami che le scie chimiche sono legate ad HAARP. Con fatti, non con tue seghe mentali.

[quote]
---Si, peccato che le scie di condensazione creano nubi solo a partire dagli 8.000 metri di quota, fino agli 11.000 mt; sono i Cirri. Nel video si ampia il fenomeno contrails, per coprire il fenomeno chemtrails.
[/quote]

Impara l'italiano. La frase "solitamente si formano a X metri" non equivale a dire "è impossibile che si formino al di sotto di X metri".

[quote]
Eh no! Non chiderti a riccio e non guardare solo ci√≤ che ti fa pi√Ļ comodo! Di Pietro HA AMMESSO che l'Italia non ha il completo controllo degli spazi aerei e dunque degli aereoporti!
[/quote]

E questo vuol dire che quindi ci stanno spruzzando cose sulla testa?
Il tuo è il classico esempio di sillogismo.

Pape

Pape ha detto...

[quote]Questo non è vero. Qualcuno che parla c'è, ma viene messo da parte ed amalgamato alla massa di coloro che vengono considerati "complottisti".
Complottista?=Pazzo visionario, dice falsità.
Quest'uguaglianza immediata e aprioristica, viene considerata troppo spesso come verità.
[/quote]

Ti prego, fammi l'esempio di un pilota di questi aerei, di un generale dell'aviazione, di un controllore di volo o di un
metereologo messo a tacere.
O magari si tratta di gente come i sostenitori del complotto dell'11/9, che sono teologhi, ex giocatori e generalmente falliti a livello interplanetario e non certo specialisti in alcuna delle materie di cui cianciano?

Pape

Satyricon ha detto...

Demetrio§ahaquieL:

>>Vedo che capisci. Ti ci devi avvicinare col tuo cervello, non in base a ciò che ti dicono i caproni.

Ecco il punto, la chiave di volta.
Io non ho assolutamente sostenuto che "tutte le persone laureate sono caprone".

Tu, invece, parti dall'equazione Laurea = nulla di che.

La qual cosa, imho, è fuorviante esattamente quanto le affermazioni BECERE e "POVERE" di chi loda *a prescindere* i laureati.

Non è la "laurea" che forgia la mente, è il percorso seguito.

Abbiamo Straker che non è laureato in fisica, biologia, meteorologia (insomma, materie affini)?

Ma benissimo, NESSUNO gli vieta di parlare in merito alle Scie Chimiche / Scie di Condensazione.

Ma, da qui a definire "bastardi cospiratori prezzolati infingardi etc etc etc etc etc" quelli che *SERIAMENTE* hanno dedicato una vita allo studio della materia, ne corre di acqua...
Ripeto, nessuno vuole imbavagliare Straker, nessuno vuole censurare i siti che parlano delle scie chimiche.
TUTTI vogliono fare chiarezza.

Ma se da una parte di questa moltitudine saltano fuori sempre gli stessi argomenti, quali "morgellons", "risonanza schumann", "aerei irroratori", che si basano SUL NULLA (così come le teorie di Irving), cui prodest continuare la ricerca?

A questo punto, perchè non negare l'Olocausto?
Eppure Faurisson ed Irving l'hanno fatto.

Perchè ogni trasmissione DEL MONDO che si interessi del fenomeno è tacciata di "fare disinformazione"?

Ragionando in via del tutto logica e consequenziale, non ti pare che siano i ragionamenti favorevoli al complotto a fare "acqua da tutte le parti"?



Ancora grazie mille per il dialogo costruttivo, comunque.


P.S. = un piccolo appunto, mi aggancio alla domanda di Pape:

Qual'è il nesso tra l'affermazione di Di Pietro e la presenza delle Scie Chimiche?

E' una delle possibili interpretazioni (contorta, ma possibile)...UNA tra le tante.

Io, per esempio, la interpreto come un controllo fatto da *ALTRI* paesi.
Dunque, il controllo c'è sempre.

Inoltre, anche se l'Italia avesse il pieno controllo del Cielo sovrastante...non ti pare che le cose non cambierebbero, dal punto di vista "complottista"?
Secono Straker "tutti i potenti sono bastardi", ergo?

Non cambierebbe nulla, punto.

¤°*¤Demetrio§ahaquieL¤°*¤ ha detto...

>Ti prego, fammi l'esempio di un pilota di questi aerei, di un generale dell'aviazione, di un controllore di volo o di un
metereologo messo a tacere.
O magari si tratta di gente come i sostenitori del complotto dell'11/9, che sono teologhi, ex giocatori e generalmente falliti a livello interplanetario e non certo specialisti in alcuna delle materie di cui cianciano?

Ma ti guardi intorno? Non vedi che chiunque parli di scie chimiche viene prontamente deriso aprioristicamente (e non esistono prove scientifiche che ne dimostrino l'assenza; solo elucubrazioni)?

>Dimostrami che le scie chimiche sono legate ad HAARP. Con fatti, non con tue seghe mentali.

Di informazioni su HAARP ce ne sono a bizzeffe. Non voglio essere accusato di quoting selvaggio.
Trovo la tua insinuazione sulle mie presunte seghe mentali, alquanto oltraggiosa. Abbassa la cresta.

>Impara l'italiano. La frase "solitamente si formano a X metri" non equivale a dire "è impossibile che si formino al di sotto di X metri".

Dire che i cirri si formano a partire dagli 8.000 metri, vuol dire che tutto ciò che si forma al di sotto è un fenomeno anomalo. Questo non è spiegato dalla scienza ufficiale.
Forse non sono io che devo imparare la lingua.

>Tu, invece, parti dall'equazione Laurea = nulla di che.

Quando l'ho detto? Mai.
Semplicemente, non ci si deve affidare APRIORISTICAMENTE a tutto ciò che è ufficiale, come fa Attivissimo.
Anzi, sono convinto che esistano persone, scienziati seri e onesti.
Ma le persone sono diverse, e i soldi non puzzano.

>Ma se da una parte di questa moltitudine saltano fuori sempre gli stessi argomenti, quali "morgellons", "risonanza schumann", "aerei irroratori", che si basano SUL NULLA (così come le teorie di Irving), cui prodest continuare la ricerca?

Ma lo vedi che passi al punto 3 di cui parlavo prima? Come fai a parlare di complotti e malattie, se prima non mi confuti l'esistenza di scie anomale? Qui nessuno ha dimostrato la non esistenza delle scie chimiche. La scienza ufficiale è carente, molto carente; anzi, omissiva.

>A questo punto, perchè non negare l'Olocausto?
Eppure Faurisson ed Irving l'hanno fatto.

No. Oggi io rappresento quei polacchi che nel 1942/43 denunciarono la presenza dei campi di
concentramento e annientamento nazisti.
Voi rappresentate le autorità che non mossero un dito per fermare il genocidio.

Almeno i ruoli, vorrei che fossero chiari. [cit.]

>Qual'è il nesso tra l'affermazione di Di Pietro e la presenza delle Scie Chimiche?

Il nesso, caro Satyricon (e ti ringrazio anche io), sta nel fatto che qualcuno continua ad affermare che aerei sospetti, verrebbero identificati. Invece, tramite connivenze, questi aerei, senza insegne, continuano ad atterrare e decollare dai nostri aereoporti: la stessa cosa detta da Di Pietro (che furbescamente, glissa sulla questione determinante): l'Italia non ha il controllo dei suoi spazi aerei, e conseguentemente neanche degli aereoporti.

>Inoltre, anche se l'Italia avesse il pieno controllo del Cielo sovrastante...non ti pare che le cose non cambierebbero, dal punto di vista "complottista"?
Secono Straker "tutti i potenti sono bastardi", ergo?

Bisogna pensare col proprio cervello, non dar retta agli altri. Che siano ufficialisti o complottisti. Capito Satyricon?

>Ragionando in via del tutto logica e consequenziale, non ti pare che siano i ragionamenti favorevoli al complotto a fare "acqua da tutte le parti"?

Vedi io, ragionando in via del tutto logica e consequenziale, ti dico che la versione ufficiale non da nessuna risposta logica e consequenziale.

Anonimo ha detto...

A demetrio

"Il problema è che il traffico segnalato si trova a quote decisamente inferiori da quelle in cui la temperatura è molto bassa."

Su che dati basi questa tua valutazione? possono leggerli anche io ?
Avete usato tracciati radar oppure sei tanto ingenuo da pensare che una foto da terra anche con una signora macchina fotografica di un ogetto che vola a km di distanza e senza punti di riferimento visivi possa farti desumere la quota anche solo approssimativamente ??

"Con i 40 gradi sottozero, il gas incandescente condensa; i 40 gradi sottozero, si trovano a partire da quote comprese tra gli 8000 e i 9000 metri."

veramente possono condensare pure a -20 visto che la temperatura non è il valore sufficente a causare il fenomeno.
Indispensabile è che le condizioni siano dentro un preciso range di temperatura, pressione, umidità relativa.

In oltre il "gas incandescente" come sapresti avendo studiato un pò di termodinamica raffredda anche solo per l'espansione violenta che subisce, e non solo per diffusione con l'aria gelata circostante.

"A quote troppo basse le contrail non si formano, in quanto manca la condizione determinante della temperature estremamente bassa."

Falso, non è determinante per niente.
Basta una quota sotto i 5000 e un'umidit√† alta che bastano anche solo -25° o meno.

Questo stando agli studi di appleman usati da decenni da metereologi e fondamentali durante la guerra fredda per non svolazzare sui cieli poco amichevoli lasciando un bianco ricordino sconveniente.

Te puoi anche dire che gli studi di appleman e i suoi grafici che ti smentiscono in pieno (come fa la fisica elementare per altro)
sono stati manipolati di recente.. ma forsi ignori che l'introduzione di carburanti a basso tenore di zolfo di iniettori evoluti e camere di combustione anulari, turbine a pi√Ļ stadi e highbypass hanno portato a una modificazione del range di valori che porta alla produzione di una scia.
Che ti ripeto dipende da 3 fattori indissolubili pressione, temperatura e umidità relativa.

(ah... quando dici che speri che uno conosca la differenza tra radiazioni e nubi ti invito a documentarti un filo meglio perchè mi sa che quello che non la conosce sei tu.)

"Essendo che le scie di condensazione sono solo ed esclusivamente cristalli di ghiaccio"

Falso.
Possono essere *anche* cristalli di ghiaccio... ma possono essere anche goccioline.

Il vapore può brinare e poi liquefare, può condensare e poi congelare oppure brinare e poi sublimare.
Dipende dai valori detti prima e da come mutano (sai l'atmosfera muta).
E se ci sono venti in quota il rimescolamento inibisce la formazione o l'espansione e trasformazione in nubi delle scie (quando il range di quei 3 valori le rende persistenti ed espandenti)

Insomma non vorrei che quando ti riferivi ai pregiudizi ti riferissi al pensiero razionale e alle basi pi√Ļ elementari della scienza.
O vorresti mettere in dubbio pure queste perchè non collimanti con la tua convinzione puramente fideistica ?

Alberto ha detto...

Ragazzi mi sto spaventando.

Un dubbio: gente tipo "Staker Torte" e tutti i compagni di merende con il ctrl+v facile...

NON E' CHE POI CE LI BECCHIAMO PER STRADA???

No, la considerazione non e' banale: questi passano tutto il tempo in cerca di scie, emissioni o quant'altro... SECONDO VOI QUANDO GUIDANO GUARDANO LA STRADA????

Ragazzi io comincio ad avere paura: magari proviamo a dargli ragione... puo' essere che si mettano l'anima in pace e smettano.

Io a volte con mio nipotino di 4 anni lo faccio, lo so, non e' educativo, ma a volte serve econsiderando la loro evidente eta' mentale...

Pape ha detto...

[quote]Ma ti guardi intorno? Non vedi che chiunque parli di scie chimiche viene prontamente deriso aprioristicamente (e non esistono prove scientifiche che ne dimostrino l'assenza; solo elucubrazioni)?
[/quote]

Se io parlo di draghi volanti puoi portarmi prove che in qualche angolo remoto della terra non esistono? Ciònonostante, se qualcuno parlasse di draghi sarebbe prontamente (e giustamente) deriso.
Non puoi dimostrare la non esistenza di qualcosa: puoi però dimostrare che esistono spiegazioni semplici e naturali alle seghe mentali delle scie chimiche.


[quote]Di informazioni su HAARP ce ne sono a bizzeffe. Non voglio essere accusato di quoting selvaggio.
Trovo la tua insinuazione sulle mie presunte seghe mentali, alquanto oltraggiosa. Abbassa la cresta.
[/quote]

Non me ne frega niente se tu la trovi oltraggiosa. Io trovo oltraggioso nei confronti dell'Italiano la tua scarsa conoscenza della lingua... che ti devo dire? Porta le prove e ne discutiamo pacatamente. HAARP lo conosco benissimo, ma ancora non capisco che c'azzecchi con le scie chimiche. Spiegamelo tu. Portando documenti, non illazioni.


[quote]Dire che i cirri si formano a partire dagli 8.000 metri, vuol dire che tutto ciò che si forma al di sotto è un fenomeno anomalo. Questo non è spiegato dalla scienza ufficiale.
[/quote]

Caro mio, ma allora l'italiano proprio non lo vuoi capire. I documenti della NASA (o di qualsiasi ente, anche metereologico) dicono che tali condizioni sono SOLITAMENTE presenti a quella quota. NOn che è anomalo che si formino al di sotto. Se ti dico che a Milano ad agosto solitamente splende il sole e ci sono 36 gradi, è anomalo se un giorno è uggioso ce ne sono 28?

[quote]
Forse non sono io che devo imparare la lingua.
[/quote]

io direi proprio di sì.

[quote]
Anzi, sono convinto che esistano persone, scienziati seri e onesti.
Ma le persone sono diverse, e i soldi non puzzano.
[quote]
Sicuro che esistono, ma perché non si fanno avanti a sostenere le vostre ipotesi?

[quote]
Ma lo vedi che passi al punto 3 di cui parlavo prima? Come fai a parlare di complotti e malattie, se prima non mi confuti l'esistenza di scie anomale? Qui nessuno ha dimostrato la non esistenza delle scie chimiche.
[/quote]

Perché è impossibile dimostrare la non esistenza di qualcosa. è un problema di logica di fondo: puoi dimostrare che qualcosa esiste, non che non esiste. Se non riesci a capire questo passaggio fondamentale, come puoi portare avanti un discorso? Esistono?Bene, dimostralo. Sino a che non dimostra qualcosa, non esiste, e non ha senso smentire qualcosa che non esiste.

[quote]
La scienza ufficiale è carente, molto carente; anzi, omissiva.
[/quote]

Invece tu, My Lord, tu sì che la sai lunga, tu sì che puoi cagare in testa a fior fiori di scienziati.

[quote]
Il nesso, caro Satyricon (e ti ringrazio anche io), sta nel fatto che qualcuno continua ad affermare che aerei sospetti, verrebbero identificati. Invece, tramite connivenze, questi aerei, senza insegne, continuano ad atterrare e decollare dai nostri aereoporti: la stessa cosa detta da Di Pietro (che furbescamente, glissa sulla questione determinante): l'Italia non ha il controllo dei suoi spazi aerei, e conseguentemente neanche degli aereoporti.
[/quote]

Il fatto che non abbiano il controllo, non equivale a dire che non notano centinaia di aerei che ogni giorno irrorano l'Italia.
non abbiamo nemmeno il controllo delle atomiche presenti in Italia: vuol dire che le usano ognigiorno in Iraq, tanto nessuno se ne accorge?


[quote]
Vedi io, ragionando in via del tutto logica e consequenziale, ti dico che la versione ufficiale non da nessuna risposta logica e consequenziale.
[/quote]

Se tu mi parlassi di draghi volanti che infastidiscono i piloti, e che tutto è messo a tacere, potrei in qualche modo darti una risposta ufficiale e dimostrabile, oltre che dirti che stai dicendo stronzate?

Pape

Paolo Attivissimo ha detto...

Pape, il tuo intervento ha dei contenuti interessanti, per cui lo lascio, ma stai sconfinando nel turpiloquio.

Modera i termini, per favore.

Federico D'Ambrosio ha detto...

Consiglio la lettura di:

http://www.linux.it/~della/fallacies/index.html

Breve elenco di argomentazioni fallaci.

Pape ha detto...

Tra le altre cose, sempre trattando delle argomentazioni indimostrabili, ho notato che sul forum di sciechimiche.org è stata postata una "geniale" news secondo la quale il diffondersi di ripetitori per i cellulari non serve a migliorare la copertura o permettere al sistema di reggere le milionate di chiamate quotidiane fatto coi cellulari. No, serve a manipolare le menti. Insomma... da gente simile, vi aspettate forse un discorso intelligente sulle scie chimiche?

Pape

Pape ha detto...

[quote]Pape, il tuo intervento ha dei contenuti interessanti, per cui lo lascio, ma stai sconfinando nel turpiloquio.

Modera i termini, per favore.[/quote]

Messaggio ricevuto. Edita pure i termini poco educati, se lo ritieni opportuno.

Pape

Paolo Attivissimo ha detto...

>Edita pure i termini poco educati,
se lo ritieni opportuno.

Grazie, ma purtroppo i commenti, una volta postati, non sono editabili: o li cancello, o li lascio.

Giuliano ha detto...

Mamma mia... avevo lasciato questi commenti a quota 140 pensando che comunque non sarebbero andati molto oltre...

Oh Paolo, se ti capita di scrivere anche sulle teorie per cui certe malattie non esistono... fammi un fischio che in quel caso mi divertirei io. Ce n'è di roba assurda... e purtroppo ce n'è anche di gente disposta a credere a questa roba!

Anonimo ha detto...

Mi accodo alla richiesta di giuliano.
Attivissimo che ne dici di interessarti pure alla annosa questione dell'aids malattia inventata ? è una bufala interessante.
Tra duesberg che ha inventato questa teoria ormai snobbato da ogni rivista scientifica degna di questo nome e altri premi nobel come come kary mullis (quello che vedeva i procioni volanti e crede nell'astologia)c'è un sacco di gente straconvinta che l'aids sia solo una sindrome data da comportamenti sessuali deviati, consumo di droghe e cattiva alimentazione.

Paolo Attivissimo ha detto...

>Attivissimo che ne dici di interessarti pure alla annosa questione dell'aids malattia inventata ? è una bufala interessante.

Una cosa alla volta... mi sono già attirato abbastanza grane con questa indagine e quella sull'11/9, lasciami prendere fiato :-)

Pape ha detto...

[quote]Una cosa alla volta... mi sono già attirato abbastanza grane con questa indagine e quella sull'11/9, lasciami prendere fiato :-)
[/quote]

Occhio: questa frase la vedo benissimo decontestualizzata, manipolata e romanzata dai complottisti per indicare che hai contatti con le alte sfere e fai parte del complotto ^_^

Pape

Paolo Attivissimo ha detto...

>Occhio: questa frase la vedo benissimo decontestualizzata, manipolata e romanzata dai complottisti per indicare che hai contatti con le alte sfere e fai parte del complotto

Tanto già lo credono, dovresti leggere certi "dossier" che pubblicano su di me e sul resto del gruppo Undicisettembre...

Se davvero ne facessi parte, avrei le risorse per zittirli.

Anonimo ha detto...

Caro Paolo,

benche' sia d'accordo con te sulle conclusioni (le scie chimiche non esistono), devo purtroppo criticare il metodo che segui: basarsi sulle "fonti autorevoli" e sul "buon senso" assomiglia piu' al metodo del giornalista, che al metodo scientifico.

Nel 1905 un oscuro personaggio dal nome A. Einstein pubblico' una spiegazione dell'"effetto fotoelettrico": le "fonti autorevoli" dell'epoca (tra cui un certo Planck) rigettarono completamente la teoria.
Un'altra "fonte autorevole" (Millikan) non si limito' ad attaccare la teoria, ma si mise lui stesso a fare degli esperimenti... che nel 1915 confermarono la teoria di Einstein!
Nel 1921 Einstein prese per quel lavoro il premio Nobel: il concetto di "fonte autorevole" e' molto volatile.

Nel nostro caso, gli scienziati seri non hanno mai avuto a che fare con le scie chimiche perche' hanno altro a cui pensare, ma se tu, Paolo, vuoi attaccare i fautori delle scie chimiche con il metodo scientifico, devi andare a fare personalmente analisi chimico/fisiche su campioni: compito del metodo scientifico e' produrre risultati NUOVI.

Se invece ti affidi sulle fonti gia' esistenti, stai usando il metodo del giornalista.

Con affetto,
Andrea

Paolo Attivissimo ha detto...

>basarsi sulle "fonti autorevoli" e sul "buon senso" assomiglia piu' al metodo del giornalista, che al metodo scientifico.

Vero. In mancanza di fondi, è il meglio che posso fare.

>Un'altra "fonte autorevole" (Millikan) non si limito' ad attaccare la teoria, ma si mise lui stesso a fare degli esperimenti... che nel 1915 confermarono la teoria di Einstein!

Il che la dice lunga sulla presunta ottusità della comunità scientifica.

>se tu, Paolo, vuoi attaccare i fautori delle scie chimiche con il metodo scientifico, devi andare a fare personalmente analisi chimico/fisiche su campioni: compito del metodo scientifico e' produrre risultati NUOVI.

Perfettamente d'accordo. Se mi trovi uno sponsor, metto fuori personalmente la manina dall'aereo per raccattare la presunta scia chimica (naturalmente con un adeguato protocollo di identificazione, raccolta e sperimentazione concordato con gli sciachimisti).

Visto che sono gli sciachimisti a proporre questa teoria, direi però che spetterebbe a loro cacciar fuori i soldi per dimostrare le loro idee.

Pape ha detto...

[quote]Se invece ti affidi sulle fonti gia' esistenti, stai usando il metodo del giornalista.
[/quote]

Metodo che non credo abbia dei grossi limiti, sino a che si riconosce quantomeno una certa ignoranza nei temi (mica tutti possono essere esperti di fisica o di chimica).
Si può contestare da scienziati se si è tali: in caso contrario, non rimane che l'indagine giornalistica, che sino a che è eseguita come dovrebbe, porta a ottimi risultati. Non è che ci voglia uno scienziato per sostenere che non esiste alcuna prova che le scie che vediamo sono chimiche, del resto. basta il buon senso per rendersi conto che le catastrofiche ipotesi di chi sostiene tali sciocchezze non si fondano su alcuna base solida.
Come del resto non ci vuole un fisico per indicare che le presunte ipotesi di complotto sull'11/9 sono basate su dati falsi, manipolati o decontestualizzati.

Pape

Anonimo ha detto...

ammazza quanti commenti!

ma io sulle scie chimiche non imbastirei alcun complotto, anzi trovo strano che abbia preso piede un complotto su un terreno così poco fertile

insomma è notorio che gli aerei ad alta quota, in particolari condizioni dell'aria, fanno le "scie"

che poi possano essere utilizzati aerei per spandere sostanze chimiche, organiche o meno, nell'atmosfera è altrettanto notorio, basti pensare ai diserbanti o alle particelle metalliche usate per abbattere gli inquinanti

è poi quantomeno probabile che veleni di varia natura possano essere espulsi dagli aerei per combattere un nemico in ambito bellico

va però detto che le scie che vediamo nel cielo, le lasciano aerei di linea per cui non sono "misteriose": si conosce la loro composizione chimica, e naturalmente siccome contngono residui della combustione del carburante sono nocive, come gli scarichi delle automobili

ma non sono sostanze "strane" per farci ammalare o renderci sterili

sarebbe pi√Ļ interessante invece occuparsene da un punto di vista scientifico, fare analisi sull'aria, specie alla ricerca delle particelle nanometriche che penetrano nelle cellule e causano tumori e mutazioni genetiche, magari a distanza di anni. ecco forse il fatto che queste cose non si facciano (non abbastanza) √® il vero complotto.

OFF TOPIC: Pape sei di Milano per caso? se sì forse ci conosciamo :)

2° OFF TOPIC: Non mi becca mai il captcha al primo tentativo, √® un bug?

Stefano

Pape ha detto...

[quote]OFF TOPIC: Pape sei di Milano per caso? se sì forse ci conosciamo :)
[/quote]

Si, sono di Milano ^_^. Dammi qualche hint che magari capisco che Stefano sei ^__^

Pape

Morbo ha detto...

" basarsi sulle "fonti autorevoli" e sul "buon senso" assomiglia piu' al metodo del giornalista, che al metodo scientifico. "

Ma anche no.
Se si ha un minimo di cultura scientifica e si conosce la validit√† del metodo di pubblicazione delle ricerche e del cosidetto peer review allora si pu√≤ benissimo riconoscere quali sono le fonti realmente autorevoli (che possono anche essere critiche con l'attuale pensiero scientifico in merito a qualsivoglia tematica) e quali sono le "teorie alternative" che tentano di spiegare qualcosa aggrappandosi ad ogni tipo di errore metodologico conosciuto (compresi i pi√Ļ madornali) oppure ignorando platealmente quelle che possono essere considerate per certi versi "certezze scientifiche".

Se uno scicamista sostiene che è solo la temperatura ad essere la discriminante per determinare quando si forma una contrail, oppiure che nel suolo ci trova bario alluminio e addirittura silicio, mi dispiace ma non serve andare nuovamente a sperimentare sul campo se ha detto una bestialità o meno specialmente se esistono tonnellate di pubblicazioni peer reviewed che spiegano che è una bestialità.

La scienza funziona così... mentre pretendere la sperimentazione ad oltranza non appena il primo pinco pallino mette in dubbio qualcosa oppure sostiene che ci sono le scie chimiche, oppure gli orbs (si , c'è gente che crede che il riflesso del flash sul pulviscolo che genera quei cosi tondi nelle foto sia un fenomeno misterioso che rivela presenze extradimensionali) è cosidetta "bad science".

" Un'altra "fonte autorevole" (Millikan) non si limito' ad attaccare la teoria, ma si mise lui stesso a fare degli esperimenti... che nel 1915 confermarono la teoria di Einstein!"

E questo dimostra quello che volevo dire.
Einstein presentò i suoi studi in modo corretto consentendo alla comunità scientifica di verificarne i contenuti e le metodologie usate.
Proprio per questo alcuni si presero la briga di verificarne la validità.

Se le ricerche di einstein fossero state scritte con i piedi, piene di errori e basate su assunti non solo improbabili e contro la visione del momento della comunità scientifica ma prive di logica correttezza matematica e sgangherate, dubito che qualcuno degno di nota si sarebbe preso la briga di perdere del tempo per verificarle.

Esattamente come la teoria della terra piatta o della terra cava.

Te ti metteresti a sperimentare sul campo se la teoria della terra cava è vera o meno ?

" Nel nostro caso, gli scienziati seri non hanno mai avuto a che fare con le scie chimiche "

Nemmeno con la marmotta che confeziona la cioccolata o con gli orbs extradimensionali.
Questo non significa che non esistano eh.

Lo scienziato dimostra il perchè dell'esistenza di qualcosa, non può dimostrare l'inesistenza di qualcosa.


Riguardo alle contrails invece ci sono paccate di studi a riguardo.


" ma se tu, Paolo, vuoi attaccare i fautori delle scie chimiche con il metodo scientifico, devi andare a fare personalmente analisi chimico/fisiche su campioni: compito del metodo scientifico e' produrre risultati NUOVI."

Certo, e i medici devono andare a sperimentare sul campo se la nuova medicina di Hammer magari funziona e se è vero che il tumore ti viene perchè la mammina da piccolo non ti dava le caramelle e quindi sotto sotto cel'hai con lei.
E già che ci siamo pure chi si occupa di macchine per fare la tac dovrebbe verificare se è vero che si formano cerchietti concentrici in certe aree del cervello che corrispondono alla questione delle caramelle negate e che ti fa venire il tumore al fegato (perchè ogni area corrisponde a un certa parte del corpo e a un certo trauma psichico)

Oppure... direi che i genetisti dovrebbero mettersi subito a cercare tracce di irriducibile complessità nel dna per verificare se magari l'intelligent design è vero.

In caso contrario non possiamo mica dire che Hammer è un povero pazzo e gli IDers sono solo dei creazionisti travestiti.

Ripeto, la tua è "bad science".

Anonimo ha detto...

..."E' assodato che molte compagnie (e non solo le low cost) miscelano al carburante le sostanze chimiche che i militari hanno imposto loro (previo congruo rimborso per tacere e collaborare attivamente) di miscelare (alluminio, quarzo e bario in primis, ma si è appurato che vi sono anche torio e rame)"...

Ma è possibile che tali "asinerie" chimiche riscontrabili da un qualsiasi studente dei primi anni si scuola superiore non vengano notate? :-)))..Si disquisisce di quote in cui il vapor acqueo dovrebbe o meno cristallizzare, di temperature in quota (peraltro estremamente variabili come noto ai meno profani), adducento insomma il teorema che: "se non è vapor acqueo perchè non si può formare è di certo una presenza di particelle visibili di altra natura e quindi eco quali:...etc..etc.." Gia!.. Appunto!..Quali? Le particelle citate, nella fattiscpecie, in base a quale legame molecolare potrebbero essere visibili e in cos' larga misura da "rimanere a coprire tutto il cielo formando una lattiginosità mai riscontrata prima e inveve civibile nei cieli di ogni giorno ad ogni latitudine?"... Beh.. basterebbe una cotanta asineria di base sulla affermazione per annichilire il concetto..Ma, offriamo una possibilità ai chimici provetti del settore complottista: Ci vorreste cortesemente delucidare i lettori sulle reazioni che avverrebbero nel cielo per produrre (con quelle sostanze) un fenomeno VISIBILE diverso da quello comune del vapor acqueo nubiforme sul globo?.. E (bontà vostra), spiegare a noi ignoranti, a che quote e a che temperature e, soprattutto, in base a quali fenomeni fisico/chimici siano essi stati soggetti per la bisogna?...)E, per favore..evitate di invocare il solito "spargimento" per irrorazione da "tanker" o da serbatoi su aerei civili... Anche in questo caso si spargerebbero sostaze che, in simili condizioni di aerosol, non lascerebebro ALCUNA SCIA VISIBILE!
Grazie delle delucidazioni, attendiamo fiduciosi risposte sensate da parte degli esperti del sig. Straker ;-)
Massimo

Anonimo ha detto...

¤°*¤Demetrio§ahaquieL¤°*¤ ha detto...
Attenzione.
Anonimo alias Logan7 e Scie-nziato sono la stessa persona.

(omissis)

11/2/07 14:31


Purtroppo devo dire che ha ragione chi ha detto che Lei non capisce l'italiano. Che poi lo faccia volutamente o per suoi limiti (di cultura, d'et√†, o di qualsiasi altro tipo) non ha molta importanza, il fatto √® che Lei si lascia andare a valutazioni campate per aria (probabilmente fa lo stesso quando affronta la teoria delle "chemtrails", fino a prova contraria) e basate sul nulla. Queste sue affermazioni, ovviamente, qualificano per quello che sono le sue capacit√† di osservazione e analisi dei fatti agli occhi di chiunque legga i suoi interventi, e di questo la ringrazio. Mi sembra che la differenza di stile tra i miei post e quelli del signor "Scie-nziato" siano evidenti e sufficienti a dimostrare che siamo due persone diverse. Se Lei ha dei dubbi, al solito, deve dimostrare la sua teoria. Del resto io sostengo che anche il signor "Straker" ha problemi con l'uso della nostra lingua, a giudicare dal significato molto particolare che da a tante parole. Scopro che lo fa anche Lei, e leggendo i post che precedono questo mio intervento, scopro che lo fa praticamente in ogni occasione. Cos√¨, forse, √® pi√Ļ probabile che Lei e il signor "Straker" siate la stessa persona. Di sicuro siete accumunati dall'incapacit√† di affrontare un qualsiasi argomento in modo logico e analitico. Sono ancora in attesa di risposte alle mie domande, che non siano sterili polemiche o infantili accuse. Ma questo √® il vostro stile: di fronte a domande precise continuate a cambiare argomento, quando non avete argomenti attaccate le persone, quando non riuscite ad attaccare le persone cercate di sollevare un polverone su tutto. Tutto gi√† letto e riletto decine di volte, e francamente la noia sta prendendo il sopravvento.
Come fulgido esempio della sua capacità di analisi e della sua abilità con la nostra lingua le sottopongo la frase del suo post che ho omesso nel citarla all'inizio di questo mio intervento: "Vi risparmio le mie interpretazioni, ma è alquanto strano che espongano opinioni diverse, provenendo esse dalla stessa persona."
La sua premessa è: "vi risparmio le mie interpretazioni", ed un attimo dopo, invece di tacere e quindi risparmiarci le Sue interpretazioni, ce ne fornisce immediatamente una. Un'interpretazione in cui Lei si contraddice da solo, per giunta! Per me questo è sufficiente per inquadrare la persona con cui stiamo dialogando ma non mi fermo qui. Ho letto alcuni dei suoi interventi e vorrei da Lei delle risposte ad alcune domande. Per esempio:
- "Il problema è che il traffico segnalato si trova a quote decisamente inferiori da quelle in cui la temperatura è molto bassa."
Questa sua affermazioni su quali dati si basa? In che modo è stata misurata e verificata la quota degli aerei a cui Lei fa riferimento? In che modo ha verificato la temperatura dell'aria alla quota a cui Lei fa riferimento?
- "A quote troppo basse le contrail non si formano, in quanto manca la condizione determinante della temperature estremamente bassa."
Mi sa indicare, per favore, lo studio scientifico che prova questa sua affermazione? Può specificare meglio i dati facendo esempi numerici?
- "Le spiegazioni date dalla scienza, in questo caso, sono assurde.
Non solo, inoltre, la scienza non ha dato ufficialmente spiegazioni!"

Riporto questa sua affermazione solo per sottolineare il fatto che il suo modo di ragionare è sempre lo stesso: Lei si contraddice da solo, spero che se ne renda conto.
- "il vapore acqueo, per cristallizzarsi in aghetti di ghiaccio, necessità di una temperatura molto bassa."
A che temperatura l'acqua si ghiaccia?
- "Essendo che le scie di condensazione sono solo ed esclusivamente cristalli di ghiaccio viene facile pensare che se metti dell'acqua a fianco al ghiaccio nn e' l'acqua che congela, ma il ghiaccio che si scioglie, ecco perchè le scie di condensazione nn possono originare, nubi di qualsivoglia forma o consistenza, ed ecco perchè si sciolgono in pochissimo implacabilmente sublimando al sole."
Chi sostiene che le scie di condensazione sono formate solo ed esclusivamente da cristalli di ghiaccio? Può provare questa sua affermazione? Se è vero che precedentemente ha affermato che per formarsi scie di condensazione è necessario che la temperatura dell'aria sia molto sotto lo zero, perché ora sostiene che se mettesse dell'acqua vicino al ghiaccio questo dovrebbe sciogliersi? Alla temperatura da lei indicata difficilmente il ghiaccio si scioglie per l'azione del sole.
"Con i 40 gradi sottozero, il gas incandescente condensa;"
Può provare questa sua affermazione con dati inequivocabili, per favore? Può indicare studi scientifici che confermino questa sua affermazione?
"Si, peccato che si amplia la definizione di Co2 definandola "aerosol", con l'intento di insabbiare le scie chimiche."
Lei giunge a trarre delle conclusioni avventate a causa del pregiudizio con cui affronta certi temi. Se una persona non esprime una valutazione o omette di parlare di qualcosa, non vuol dire per forza di cose che stia cercando di insabbiare qualcosa. Potrebbe anche voler dire, semplicemente, che non ha nulla da dire, vuoi perché non c'è niente da dire, vuoi perché non è in grado di esprimere un parere su un argomento che esula dalle sue competenze.
"In quel video si parlava di microonde; cioè di HAARP, strettamente correlato all'operazione scie chimiche."
La correlazione tra i due argomenti l'avete stabilita, unilateralmente, voi "cospirazionisti". Mi indichi, per favore, un documento ufficiale che mette in relazione HAARP e la teoria delle "chemtrails".
"Si, peccato che le scie di condensazione creano nubi solo a partire dagli 8.000 metri di quota, fino agli 11.000 mt; sono i Cirri. Nel video si ampia il fenomeno contrails, per coprire il fenomeno chemtrails."
Può sostenere questa sua affermazione indicando almeno uno studio scientifico che dimostra la validità dei dati che lei cita?
"Di Pietro HA AMMESSO che l'Italia non ha il completo controllo degli spazi aerei e dunque degli aereoporti!"
Bella scoperta, devo dire. Ci sono migliaia di documenti in cui questo fatto è dichiarato e reso pubblico. L'appartenere a organismi sovranazionali ci impone, in determinati luoghi e comunque sia in modo regolamentato e controllato, di sottostare ad obblighi e vincoli come questo. Se Lei non ne è a conoscenza deve informarsi e non prendere l'affermazione di Di Pietro come prova che dimostra chissà cosa.
"Ma ti guardi intorno? Non vedi che chiunque parli di scie chimiche viene prontamente deriso aprioristicamente (e non esistono prove scientifiche che ne dimostrino l'assenza; solo elucubrazioni)?"
No, non mi sembra che chiunque parli della teoria delle "chemtrails" venga deriso aprioristicamente. Anzi, tutto il contrario. Siete voi "cospirazionisti" a farlo, sistematicamente, nei confronti di chi cerca di capire su quali basi scientifiche si basano le vostre affermazioni. E' semplicemente assurdo che la scienza debba dimostrare l'assenza delle "chemtrails" con delle prove, al limite, e se fosse possibile, dovrebbe essere esattamente il contrario.
"Di informazioni su HAARP ce ne sono a bizzeffe."
Le era stato chiesto di fornire la prova del legame tra HAARP e "chemtrails". Ovviamente Lei ha risposto senza citare alcuna prova. Può citarle ora, per favore?
"Dire che i cirri si formano a partire dagli 8.000 metri, vuol dire che tutto ciò che si forma al di sotto è un fenomeno anomalo. Questo non è spiegato dalla scienza ufficiale."
Lei passa disinvoltamente da una definizione ad un'altra. I cirri si formano a partire dagli 8.000 metri, che attinenza c'è con la formazione delle "contrails"?
"Ma lo vedi che passi al punto 3 di cui parlavo prima? Come fai a parlare di complotti e malattie, se prima non mi confuti l'esistenza di scie anomale? Qui nessuno ha dimostrato la non esistenza delle scie chimiche. La scienza ufficiale è carente, molto carente; anzi, omissiva."
La sua √® una pretesa veramente irritante: siamo noi a dover dimostrare a Lei che una cosa in cui Lei crede non esiste. Spero che Lei non dica sul serio. Non √® il caso di parlare di complotti, ne convengo: mi sembra pi√Ļ pertinente parlare di leggende.
"Vedi io, ragionando in via del tutto logica e consequenziale, ti dico che la versione ufficiale non da nessuna risposta logica e consequenziale."
Ne convengo, ma questo è un suo problema. Se vuole smentire la versione ufficiale deve portare prove che ne dimostrino la falsità, deve prendersi l'onere di smentire, con dati inequivocabili, che la verità è un'altra. Prove, non chiacchiere.

Probabilmente questa visione delle cose e questa confusione sui ruoli √® influenzata dalla sua giovane et√†, che la rende oltremodo irruento e facilmente accecabile da quelle che Lei sente, in cuor suo, come profonde ingiustizie a cui nessuno pone rimedio. Imparer√†, con gli anni, ad affrontare in modo pi√Ļ rigoroso e strutturato anche i problemi e i temi che oggi le fanno perdere il senso della misura e la portano a fare affermazioni contraddittorie.

Un saluto a tutti,
Logan7

fonta ha detto...

Salve a tutti...

mi ritrovo qui a leggere questa marea di commenti dopo essere stato vessato d'insulti sul forum rai.

Devo dire che ne è valsa la pena...

Non sono n√® pro ne contro alle scie, credo che ci possa essere qualcosa di strano da capire...ma certo non ci si arriver√† col metodo dei benemeriti che avete gi√† pi√Ļ volte citato.

Chiedono di essere confutati...provate a farlo...io ci ho provato, sapete i risultati?

1) si viene ignorati come vengono ignorate anche le vostre dimostrazioni
2) si viene insultati...

Ah tra l'altro mi hanno detto di venire qui dal "mio padroncino" attivissimo a farmi dare "succulenti salsiciotti"...a questo punto ne faccio formale richiesta...hehehe.

Ps : rivolto all'anonimo che ha postato quello stupendo curriculum... quanti minuti su google ti sono serviti per trovarlo...4-5? Io non ci ho messo molto a trovare gli "artwork" in vendita assieme ai dvd, oltre al voto di maturità.

Devo dire che nel trovare tali informazioni ho capito come mai le mie richieste di presentare credenziali erano state prima ignorate,poi si era passati a fare oggetto di scherno la mia laurea in fisica (o era un complesso di inferiorità ? boh!)...

ah...ultima cosa...
sapete già chi avete di fronte ma date un occhio a questo genio :
http://www.forum.rai.it/index.php?showtopic=131249&f=7&st=400

si è iscritto con un utente fake (tanto il dubbio sul chi sia non è così profondo) al solo fine di insultare e ... di pubblicare immagini protette da copyright (le ha prese dal mio sito come già avevano fatto straker e altri).
Risultato ovviemente è stato bannato. Solo chi si sente "forte nelle sue convinzioni" e "sa di poterle provare" agisce così non credete?

Attivissimo continua così e non dimenticarti che la salsiccia la voglio. Griglia o con polenta fai tu.

Anonimo ha detto...

una domanda a chi crede alle scie chimiche...
ma se è noto (e sostenete) che le scie oltre i 9000 metri sono sicuramente condensa... perchè mai un aereo camuffato dovrebbe viaggiare al di sotto di quella quota? solo per essere "sgamato" dalle potentissime tlogic da 3,2 megapixel (...) ?

andrea

Paolo Attivissimo ha detto...

>Attivissimo continua così e non dimenticarti che la salsiccia la voglio. Griglia o con polenta fai tu.

Approvato! Se passi da Lugano, andiamo in un posticino giusto per queste cose!

Taro ha detto...

@ilNano

Nel corridoio di atterraggio di Malpensa non è mica inusuale vedere 4 o 5 aerei in coda che saranno distanziati di quanto? 3km? Ma per atterrare, non per avvelenare il basso varesotto

e quindi sei aerei che ha fine sessione si mettono in coda per il rientro/atterraggio alla base?

E poi tu parli di una batteria di sei aerei. Cioè sei aerei di quelle dimensioni che compiono continui passaggi su una zona? E sei assolutamente sicuro che ovviamente sono sempre gli stessi...non credo...credo sia piu' una tua supposizione.

Hai detto bene, aerei di quelle dimensioni che compiono reiterati passaggi sulla stessa zona - non intendo ovviamente per zona il quartiere di una città - e vorrei capirne il perché. Avevo già letto su chemtrails.it di segnalazioni di altri utenti che erano riusciti a definire il numero esatto della batteria di aerei cioè 6.
Nel mio caso soltanto una volta sono riuscito a vedere la fine di una "sessione", il probabile rientro alla base. Me ne sono passati davanti sei uno dietro l'altro e poi di scie non se ne sono viste pi√Ļ. E bada ben che dico scie non aerei.

Ah, nella foto in cui dici che vedi due aerei vicini (http://photos1.blogger.com/blogger2/7995/1668/1600/01_contrails_firenze_2006-11-04.jpg) potrebbero essere molto pi√Ļ lontani di quanto pensi...visto che esiste anche la profondita' da tener da conto.

mi diletto di fotografia, ho ben chiaro cosa siano prospettiva, profondità di campo, l'effetto prodotto da un grandangolo come per un tele. A monte di questo, quei due aerei sono vicini anche nel senso di sintonia, armonia di volo, coppia di volo. Mi risponderai forse che sono in sintonia per forza, in cielo non vige certo l'anarchia ecc
ecc.

Qualcuno qua ha scritto che non bisogna entrare in una casa se si vede il fuoco per determinare se c'e' un incendio. Pero' se si vede del fumo uscire da dentro un cortile, forse prima di dare l'allarme si puo' controllare che non stiano facendo una grigliata.

Colgo quel qualcuno come un velato messaggio a intendere che almeno prima di scrivere hai letto quel che ho riportato nel mio blog. Ti ringrazio, anche se ho paura che l'intento fosse pi√Ļ quello di trovare elementi per screditarmi e ammonire gli incerti sull'argomento. Dovessi continuare su questa linea ti dico che prima di allarmarmi e iniziare a urlare, quando ho visto del fumo uscire da quel cortile mi sono avvicinato fino allo steccato ed ho appurato che non era una grigliata ma una casa in fiamme. Vorrei capire chi ha appiccato il fuoco e perch√©.

-----

@paolo

Taro, quello che descrivi somiglia molto al normale avvicendamento di aerei di linea lungo un'aerovia, con formazione o meno di scia persistente a seconda di quote o condizioni in quota differenti.

Di aerovie sopra Firenze a quote tali da determinare la formazione di scie di condensa mi suona un po' strano.
Che io sappia le tratte commerciali passano sopra il mare, non certo nell'interno e sopra firenze.

Che si verifichino con periodicit√† particolari condizioni atmosferiche limite per cui possano formarsi scie persistenti (come questa, ovvero una volta fatte rimangono) da aerei che volano a quote inferiori dei mitttttici over 10mila lo trovo ancora pi√Ļ strano. La foto di prima √® fatta con un obiettivo 70mm (che per il rapporto di conversione di 1.6 del processore diventa un 112), non so a che quota fosse quell'aereo ma di certo non credo fosse a 10 km da me. E la foto √® la singola testimonianza di decine e decine di altri avvistamenti identici.

Gli aerei che attendono in coda l'ok per atterrare all'aeroporto di Firenze, Pisa, Siena ecc, non sono certo cos√¨ alti da formare scie ma ben pi√Ļ bassi. Per fare un esempio quando tornavo dal Marocco direzione Milano l'aereo ha iniziato a scendere di quota gi√† dalla sicilia.

Partire da un episodio del genere e costruirci sopra la teoria delle scie chimiche è semplicemente assurdo. Ci vogliono ben altre prove: ci vogliono fenomeni a) osservati e documentati b) non spiegabili in altro modo.

non parlo di un singolo episodio ma della ripetezione nel tempo di questo.
Alle base delle mie parole costa una documentazione forfettaria quanto vuoi di rilevamenti svolti lungo 4 mesi di osservazione pseudo dedicata (che vuoi, tengo una vita oltre questa storia da portare avanti).
Non ci ho costruito sopra la teoria delle scie chimiche, mi sto semplicemente domandando come mai queste batterie di aerei sciano sopra la mia città, da di per certo almeno 4 mesi (con certezza mia, dei miei occhi puntati al cielo, non per sentito dire).

-----

@tutti quelli che sono della loro opinione

Signori miei, non voglio convincere nessuno
semmai chiedo supporto per capire cosa stia succedendo.

Paolo ha aperto il post dandogli un taglio editoriale secco che tradòtt per me significa: chi ha abboccàt è nu fiesso. Prendendo a mio giudizio un po' troppo alla leggera il fenomeno, chiudendolo in una bufala secca.

Vi ho riportato i miei dubbi, cosa ho visto. Il mio intento non è quello di convincere, screditare, combattere paolo ma una semplice richiesta verso gli incerti a cui si rivolge ilNano ovvero: non vi fate un opinione dalla lettura di questa come di altre pagine nel web, iniziate a guardare il cielo con un attenzione diversa, ad osservarlo, verificate voi stessi quel che ho scritto e se possibile smentitemi. Mi fareste una cortesia.

Salut!

Fry Simpson ha detto...

Volevo rileggere con pi√Ļ attenzione il profilo del signor Rosario Marcian√≤, ma dalla homepage del suo sito cliccando su «ROSARIO MARCIANO'» (tooltip: «Una biografia senza segreti») stranamente non si ottiene pi√Ļ il suo curriculum (che, lo ricordiamo, "non √® una affermazione"... Cosa sar√†? Una interrogazione?) ma un bel "not found".
Che abbia deciso che anche la sua biografia cela qualche inquietante segreto?

Per fortuna un DJ amico mio, intanto che macinava cose (ma cosa macini? le polverine da spargere con gli aerei, eh? Ecco perché stai macchinando per tenere segreta questa cospirazione!) mi ha insegnato una tecnica riservatissima per recuperare le pagine misteriosamente scomparse: la cache di Google (ma non ditelo a nessuno!).

Ergo ho ritrovato l'affermazione... pardon! la non-affermazione della discordia (grassetto mio):

«Attualmente svolge attivit√† di consulenza informatica, sicurezza dei dati e recupero dati da postazioni non sottoposte a metodi di tutela degli stessi; si occupa anche di multimedialit√†, specializzandosi dapprima nella creazione di pagine web (veste grafica e codice html) nonch√©, successivamente, nell’assemblaggio personalizzato e configurazione (OS modding) di PC desktop e Server, nella manutenzione (hardware e software) di computers ad uso privato, su sistemi operativi Windows 98/ME/2000/XP/2003 Server, adottando tecnologie esclusive per la tutela dei dati, attraverso la riconfigurazione del sistema, al fine di separare i dati di lavoro da Windows. Con questa metodologia unica al mondo e tenuta riservata, il Marcian√≤ √® in grado di evitare la perdita di documenti importanti a causa di eventuali danneggiamenti del Sistema Operativo o di attacchi informatici oppure problemi software/hardware. »

Ora, il Marcianò qui nei commenti mi ha detto che non è una tecnica basata sulle partizioni.

Sarà. Avrà trovato una tecnica diversa e unica al mondo! Se è così bravo da aver messo a punto questa tecnica super-segreta che neanche Bill Gates conosce, mi domando perché non vada alla Microsoft a insegnar loro questa tecnica a peso d'oro, invece che guadagnarci pochi spiccioli facendo il consulente su piccola scala.

Resta comunque il fatto che per separare i dati dal sistema operativo è sufficiente partizionare l'hard disk.

Voi se aveste l'automobile con la marmitta rumorosa, vi fidereste di pi√Ļ di un meccanico che vi dice "ti cambio la marmitta" o di uno che vi dice "ti faccio un lavoro super-segreto che so fare solo io al mondo, perci√≤ non ti posso dire cosa faccio alla tua macchina: tu fidati (senn√≤ mi offendo), paga e pi√Ļ non dimandare" ?!?

Con la vostra auto fate quel che volete voi...

Io che sono uno scettico patentato mi metterei a ridere di fronte alla seconda proposta, e tornerei dal primo meccanico a farmi sostituire la marmitta senza tanti colpi di teatro.

fonta ha detto...

allora non sono solo io a trovare il fatto "sospetto"...

Anonimo ha detto...

W Marcianò Partition Magic 2007!!!

Eskimo ha detto...

eccomi qua! purtroppo ho potuto guardare questa paginetta soltanto oggi, e non ho potuto vedere cosa mi aveva risposto l'esimio straker alle accuse di "partizionamento selvaggio"... ma ho visto un po' di commenti cancellati. tanto per curiosità, che aveva scritto? che si sarebbe vendicato mandandomi un virus su un floppy? :-)

@fry simpson:
la pagina non esiste piu' perchè era sulla partizione uìndous, non su quella dei dati...

Anonimo ha detto...

Caro eskimo, il Marciasì/Marcianò ti aveva risposto invitandoti ad un incontro ravvicinatissimo e del terzo tipo, entrando dalla porta posteriore, con un attuale ministro della repubblica italiana.

¤°*¤Demetrio§ahaquieL¤°*¤ ha detto...

@Anonimo

Su che dati basi questa tua valutazione? possono leggerli anche io ?
Avete usato tracciati radar oppure sei tanto ingenuo da pensare che una foto da terra anche con una signora macchina fotografica di un ogetto che vola a km di distanza e senza punti di riferimento visivi possa farti desumere la quota anche solo approssimativamente ??

___Calcolo trigonometrico della quota___

Per stimare la quota di un aereo è necessario conoscere la distanza tra l'aereo medesimo e l'osservatore (in questo caso la videocamera) e l'elevazione (o altezza), cioè la distanza angolare dell'aereo dall'orizzonte.

La formula per trovare la quota Q conoscendo la distanza D e l'elevazione E è la seguente:

Q = D * sin(E)

La condizione migliore è che l'aereo sia quasi sulla verticale dell'osservatore. In questo caso la quota sarà quasi uguale alla distanza, quindi basterà calcolare solo la distanza senza applicare la suddetta formula. Se l'aereo non risulta sulla verticale, si dovrà in qualche modo stimare l'elevazione.

Per calcolare la distanza, è necessario che:
1) siano conosciute la lunghezza focale dell'obiettivo e le dimensioni del CCD (diagonale oppure larghezza e altezza) della videocamera;

2) la videocamera possa bloccare lo zoom a un valore predefinito e conosciuto, e nel video sia presente un'inquadratura dell'aereo con quello zoom.

Se la videocamera memorizza il valore di zoom o di lunghezza focale durante la ripresa, il punto 2 non è necessario.

Per conoscere la lunghezza focale e le dimensioni del CCD, consultare il manuale della videocamera (di solito alla voce "Caratteristiche tecniche").

La lunghezza focale √® espressa da due valori in millimetri (per esempio: 5 - 50 mm), e di solito √® scritta sull'obiettivo stesso. Ci servir√† soltanto il valore pi√Ļ piccolo.

Le dimensioni del CCD possono essere espresse in vari modi. Di solito è presente un valore espresso come frazione di un pollice (per esempio 1/4") e la lunghezza della diagonale in millimetri. Se è presente solo il valore in pollici, cercare su internet il valore corrispondente della diagonale, o anche le dimensioni di larghezza e altezza, se presenti. Conoscendo la diagonale, calcoliamo la larghezza del CCD con la seguente formula:

Larghezza = 4/5 * diagonale

A questo punto si può procedere con la misurazione vera e propria.
Tra i fotogrammi ripresi con il valore di zoom conosciuto, individuare quello dove l'aereo risulta pi√Ļ nitido. Esportare il fotogramma per aprirlo con un programma di grafica e misurare la lunghezza dell'aereo in pixel.


La distanza D dell'aereo si calcola con la seguente formula:

D = ( LA * LVP * F * Z ) / ( LC * LAP )

LA = lunghezza reale dell'aereo
LVP = larghezza del video in pixel
F = lunghezza focale minima
Z = zoom
LC = larghezza del CCD
LAP = lunghezza dell'aereo in pixel

ESEMPIO

Si suppone che l'aereo abbia una lunghezza approssimativa di 50 m.

Dati della videocamera:
Lunghezza focale: 3,0 - 36 mm
Diagonale CCD: 3,27 mm

Larghezza del CCD:
larghezza = 4/5 * 3,27 = 2,62 mm

Calcolo della distanza:
D = ( 50 * 1024 * 3 * 12 ) / ( 2,62 * 110 ) = 6.396 m

Poiché l'aereo si trovava praticamente al di sopra dell'osservatore, possiamo affermare che la quota dell'aereo era circa 6.400 metri.

Affinchè il calcolo sia inequivocabile, consiglio di prendere come riferimento un aereo del quale si conosca l'effettiva lunghezza.

In conclusione...

Se le immagini dei filmati, ad esempio, sono larghe 740 pixel. La formula, quindi, sarà:

D= (50*740*3*12) / (2.62*110) = 4621,791 metri

__Calcolo della quota con metodo empirico__

Vi è un altro modo "empirico" (senza perciò dover usare strumentazione adeguata) per valutare la distanza dall'osservatore all'oggetto: le sue dimensioni sulla verticale ad occhio nudo. Essendo note le dimensioni reali del velivolo (apertura alare o lunghezza della carlinga), si fa presto a calcolarne la quota, raffrontandola con le dimensioni risultanti ad occhio nudo.

Si prenda come riferimento un edificio di 40 metri (l'apertura alare di un KC-135) di larghezza e se ne misurino le dimensioni apparenti ad occhio nudo ed alla distanza di 3.000 metri.

Si rapporti quindi tale misurazione con le dimensioni risultanti, sempre ad occhio nudo, durante l'avvistamento sulla propria verticale, di un velivolo dalle caratteristiche prese come riferimento. Se ne dedurrà la distanza.



Esempio:

Se un edificio, largo 40 metri, misura 8 millimetri alla distanza di 2.000 metri, parimenti, un KC-135 che misurerà 4 millimetri, sarà certamente alla quota di 4.000 metri.

Metto a disposizione di quanti ne volessero fare uso, un file in formato html, che si potrà usare in locale (sul proprio PC):

http://www.holmestead.ca/chemtrails/digital.html

Per mezzo di tale script, elaborato partendo dal codice html/java della pagina suddetta, chiunque avrà la necessità di calcolare quota e velocità dei velivoli "irroranti", potrà velocemente ottenere il risultato, semplicemente inserendo i dati nelle tabelle predisposte. Lo script può essere scaricato da QUI:

http://service.users.micso.net/FSI/Downloads/Calcolare_altitudine_e_velocit.zip

Per usare l'"Altitude calculator" del sito americano proposto, occorre compilare il form con quattro valori, tre dei quali (larghezza in pixel dell'immagine, lunghezza in pixel e lunghezza reale dell'aereo) sono facilmente calcolabili.

Per calcolare l'angolo di campo orizzontale (angle of view), bisogna utilizzare il form "35mm equivalent focal length" presente pi√Ļ in basso nella stessa pagina.
Inserire la lunghezza focale (focale minima * zoom) nel campo "Film Focal Length" e la larghezza del CCD nel campo "Film horizontal". Gli altri campi non ci interessano.
Cliccando sul pulsante Calculate, si ottiene l'angolo di campo orizzontale nel campo "FoV horizontal".

Nel nostro esempio, inseriamo i campi:

Film Focal Length: 36
Film horizontal: 2.62

Il risultato è

FoV horizontal: 4.17

Inserendo i dati nel primo form:

Total pixel width of full image: 1024
Angle of view (degrees): 4.17
Pixel span of aircraft: 110
Actual span (feet or meters): 50

Il risultato è

Altitude (feet or meters): 6386

Solo 10 metri di differenza rispetto al risultato della mia formula.


Si può quindi scegliere indifferentemente l'uno o l'altro metodo.

>Veramente possono condensare pure a -20 visto che la temperatura non è il valore sufficente a causare il fenomeno.
Indispensabile è che le condizioni siano dentro un preciso range di temperatura, pressione, umidità relativa.


Non è vero.
La temperatura √® un fattore strettamente correlato all'altitudine. Nella troposfera la temperatura diminuisce con l'altitudine (0,65°C ogni 100m di quota) fino ai circa -60°C della tropopausa.
L'acqua liquida viene raffreddata sotto gli 0 °C (273,15 K, 32 °F).
Ma il ghiaccio pu√≤ formarsi a temperature superiori solo in ambienti pressurizzati, e l'acqua pu√≤ rimanere allo stato liquido o gassoso fino a -30 °C.
E si deve considerare anche la differenza di temperatura che c'√® tra il gas di scarico incandescente e la temperatura atmosferica in quota; di conseguenza la temperatura necessaria dovr√† essere ancora pi√Ļ bassa per ottenere uno sbalzo di temperatura tale da ottenere l'effetto di condensazione in cos√¨ poco tempo, ovvero dal passaggio dell'aereo alla formazione della condensa a pochi metri di distanza. (Da Wikipedia)

>Falso, non è determinante per niente.
Basta una quota sotto i 5000 e un'umidit√† alta che bastano anche solo -25° o meno.

No. Con una temperatura così alta, come già spiegato poco fa, non si ottiene l'effetto di condensazione. C'è un filmato in cui dei caccia russi a temperature da te citate, e con umidità elevate ma non abbastanza, non emettono alcun tipo di scia di condensazione. Se vuoi ti segnalo il link.

>Questo stando agli studi di appleman usati da decenni da metereologi e fondamentali durante la guerra fredda per non svolazzare sui cieli poco amichevoli lasciando un bianco ricordino sconveniente.

Gli studi da te citati sono obsoleti. La FAA (http://www.faa.gov/) ha stabilito, successivamente, che le condizioni per la formazione delle scie di condensa devono essere: temperature al di sotto dei -40 gradi Celsius, umidità relative non inferiori al 70%. Queste due condizioni, si verificano alle quote da me precedentemente citate, specialmente il fattore temperatura. La pagina è stata successivamente rimossa, sostituendola con definizioni fuorvianti ed approssimative.

>Te puoi anche dire che gli studi di appleman e i suoi grafici che ti smentiscono in pieno (come fa la fisica elementare per altro).

Affermazione approssimativa e decontestualizzata; aggiungo anche priva di fondamento.

>(ah... quando dici che speri che uno conosca la differenza tra radiazioni e nubi ti invito a documentarti un filo meglio perchè mi sa che quello che non la conosce sei tu.)

La tua citazione delle mie parole è completamente distorta. Forse devo qualcosa sulle radiazioni, ma ti assicuro che non parlavo di nubi, anzi, di particelle di Bario e metalli pesanti. Una bella differenza.


>Falso.
Possono essere *anche* cristalli di ghiaccio... ma possono essere anche goccioline.

La tua definizione di "goccioline" è un pò carente.

>Il vapore può brinare e poi liquefare, può condensare e poi congelare oppure brinare e poi sublimare.

Anche io posso alzarmi dalla sedia per poi risedermi. Ma questo non dimostra nulla.

>Dipende dai valori detti prima e da come mutano (sai l'atmosfera muta).

Esatto, muta; e allora?

>O vorresti mettere in dubbio pure queste perchè non collimanti con la tua convinzione puramente fideistica ?

Qui c'è proprio poco da mettere in dubbio.

Anonimo ha detto...

Se volete fare due chiacchiere via Skype con "Straker", quello della famosa torta di cioccolato..

cercate straker61 su Skype...

carlo ha detto...

riprenditi

Buffalo ha detto...

"Presta attenzione al messaggio, non al messaggero."
D'accordo. Alloora...
stamattina il tuo cane mi ha parlato. Non importa se pensi di non avere un cane: lui veglia su di te non visto, ha deciso lui di essere il TUO cane. Comunque, mi ha detto di avvisarti (lui non può usare internet): nei tubi dell'acqua di casa tua settori deviati alieni della CIA hanno inserito cilindretti di adamantio, elemento che esiste e che, come tutti sanno, provoca irrefrenabile blefaropatia bilaterale cronica, trasmissibile per via aerea anche a quelli che ti conoscono.
Avanti, và a controllare i tubi di casa tua: dopotutto, non ha importanza se io, il messaggero, sono un pazzo che farnetica di cani parlanti o non ho alcuna competenza di blefarocose. L'importante è il messaggio, non l'affidabilità del messaggero.

"- batteri, incluso l’antrace e quello della polmonite;
- elementi chimici, tra cui arsenico, piombo, mercurio, uranio, zinco, alluminio;
- muffe e funghi;
- virus;
- vaccini;
- sostanze sedative."

"Aaaranciate, panini, geelati, brustolinii... venghino siore e sioriii... c'abbiamo tutto c'abbiamooo.. venghinoo.."
Ma per favore...
1) quand'è che arrivano analisi chimiche serie e documentate di queste presunte scie e del loro contenuto?
2) lo sapete vero, che su internet si possono fare queste cose strane chiamate LINK, che rimandano ad un'altra pagina su internet, invece di fare copia+incolla trenta volte dello stesso testo da 5000 parole? Meraviglie della tecnologia...

Qualcuno ha detto:"meditate sui falsi idoli"... grandi parole. Perchè non cominciate ad interogarvi sulle reali competenze e convenienze dei vostri guru delle scie sospette, prima di venire a mangiarci vivi a noi?
Inoltre, qualcuno può spiegarmi perchè sembra così strano che un jet che butta fuori litri di vapor d'acqua al minuto nella gelida aria d'alta quota (e bastano i fatidici 1500-2000 metri perchè sia gelida) crei una scia, una nube... guardate che mica è necessario che formi i cristalli di ghiaccio perchè si veda...
Ed infine, che vuol dire "se volasse a quota regolamentare neanche lo vedremmo, l'aereo" ? I radar li vedono perchè devono tenerli d'occhio, e tutti gli aerei che vediamo passare nel cielo ad occhio nudo poi..? Non capisco cosa implichi la "quota regolamentare", sono aerei, mica satelliti!

"> Ma, allora, con quale fiducia
> possiamo accostarci alle teorie
> "sciachimiste"?

Vedo che capisci. Ti ci devi avvicinare col tuo cervello, non in base a ciò che ti dicono i caproni."

Ookkei... e allora perchè se uno dopo essercisi accostato, ed aver concluso col suo cervello che le chemtrail sono baggianate letteralmente campate per aria, viene definito pecora, o deficiente o conformista della massa ignorante?
"chiunque parli di scie chimiche viene prontamente deriso aprioristicamente (e non esistono prove scientifiche che ne dimostrino l'assenza; solo elucubrazioni)"
Curioso, mi ricorda qualcosa... tipo le teorie PRO scie chimiche... ma l'onere della prova non spettava all'accusante? Cos'è, accuso Straker di omicidio e deve essere LUI a dimostrare di essere innocente? Questa è roba da Santa Inquisizione.

Buffalo ha detto...

"Tanto già lo credono, dovresti leggere certi "dossier" che pubblicano su di me e sul resto del gruppo Undicisettembre..."
Dove, dove? Dai Paolo fuori il link, che il riso fa sempre buon sangue!

fonta ha detto...

Avete presenti le tanto decantate prove che si tramandano di forum in forum gli sciechimisti con l'antica arte del ctrl-c/ctrl-v ?

Ecco...giusto per fare un paio di commenti mirati...

leggetevi questo : link ad un articolo su sciechimiche
e ditemi se non notate nulla di sbagliato...

questa è la soluzione che ho dato io...
risposta mia su forum rai

ma a quanto pare l'ufologo non la vuole accettare...peccato per lui...e per gli altri che come lui avrebbero tanto da imparare, magari studiando, non su internet.

Poi altra cosa : avete mai pensato a quali sono gli errori relativi alle misure di quota con i metodi che sono stati citati? sarebbe interessante farne una stima per vedere se le misure fatte sono accettabili in rapporto agli errori che danno. Scusate ma la mentalità da fisico mi perseguita. :-)

ditemi che ne pensate.

Rosario ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
G ha detto...

Posso fare una domanda? Io abito a Pisa, città in cui c'è l'aeroporto militare e civile e non ho mai. ripeto MAI visto le scie come le descrivono gli sciachimisti (che si incrociano, che si formano dopo 6 aerei, che durano ore e ore). Ho visto solo normali scie di condensazione che dopo 10 minuti spariscono...
Essendo vicina ad un aeroporto militare, non dovrebbe, secondo la logica di certe persone, essere il posto ideale per le irrorazioni?
G

Pape ha detto...

[quote]Essendo vicina ad un aeroporto militare, non dovrebbe, secondo la logica di certe persone, essere il posto ideale per le irrorazioni?[quote]
Certo che no. I militari ci tengono alla loro salute, e vogliono manipolare solo noi poveri cittadini.
Ovviamente scherzo, ma alcuni penso arriverebbero a dirti questo. Hanno detto cose ben pi√Ļ assurde, del resto.

Pape

Anonimo ha detto...

Ma il Marcian√≤, cui gli alieni, nel suo famoso trasferimento in un’altra dimensione, hanno spiegato che sull’Hard disc si possono fare due partizioni, ci crede davvero che contando i pixel di una foto digitale si possa stabilire la quota di un aereo?

No, ditemelo… ditemi che ci crede per davvero e io, a questo punto, smetto di preoccuparmi di dargli risposte sensate.

Dan ha detto...

"FUNGE!!! :-)))

Grazie Dan!"

Di nulla... in ogni caso puoi scrivere il tuo post, e poi premere pubblica che fungerà da verifica: se va al primo tentativo meglio, altrimenti capisci che ci hai messo "troppo" e devi solo inserire un altro captcha.

Per Stefano:
"2° OFF TOPIC: Non mi becca mai il captcha al primo tentativo, √® un bug?"
Vedi la mia risposta a Fry sul problema, cerca "captcha" nei post.

Per Paolo:
segnalazione di "bug" vero. Ovvero, ho fatto un reload della pagina per vedere se c'erano nuovi interventi, e una finestrella mi ha avvisato: "Are you sure you want to navigate away from this page? Le modifiche non sono state salvate. Press OK to continue ecc.."
D'accordo che sei poliglotta e interprete, ma questo mi sembra eccessivo... eh eh eh.

Anonimo ha detto...

S√¨… noi ridiamo e scherziamo e pigliamo per i fondelli lo Straker/Marcian√≤, e va bene.

Però non pensiamo al tragico della situazione.
Cioè al fatto che costui e altri due o tre di tal risma stanno cercando di diffondere un falso allarme tra la gente, stanno diffondendo panico.

Io non so fino a che punto questa non possa e non debba essere considerata un’azione criminosa.

Perch√© ok… noi possiamo anche ridere e divertirci un po’.
Ma c’√® gente ignorante (scusate la leggera “presunzione” insita nell’uso di questa parola) sinceramente spaventata causa la sconsiderata azione di questi soggetti.

Leggo racconti di poveri cristi che, potenza della suggestione, qualsiasi normalissima scietta vedano in cielo, cadono in un’angoscia reale. Insomma: ne soffrono. E si capisce che la loro sofferenza e preoccupazione √®, ahim√®, reale.

Questi “Marcian√≤”, caduto l’inespugnabile segreto della Sacra Partizione, stanno seminando il panico.
E’ questo il tragico della faccenda.

Sul quale c’√® poco da ridere, secondo me.

Pape ha detto...

[quote]Però non pensiamo al tragico della situazione.
Cioè al fatto che costui e altri due o tre di tal risma stanno cercando di diffondere un falso allarme tra la gente, stanno diffondendo panico.

Io non so fino a che punto questa non possa e non debba essere considerata un’azione criminosa.

Perch√© ok… noi possiamo anche ridere e divertirci un po’.
Ma c’√® gente ignorante (scusate la leggera “presunzione” insita nell’uso di questa parola) sinceramente spaventata causa la sconsiderata azione di questi soggetti.
[/quote]


Hai perfettamente ragione. E su una cosa sono d'accordo anche coi complottisti: la stampa dovrebbe fare di pi√Ļ. Quantomeno, invece di parlare del reggiseno scivolato a qualche soubrette o della patatina della Spears che spunta smutandata quando esce dall'auto, dovrebbe sbugiardare queste idiozie. NOn ci vuole un articolo enorme in prima pagina, basterebbe un trafiletto nelle cronache, nemmeno severo, ma con toni di compatimento, per far ridere un po' i lettori e per evitare che qualche boccalone ci caschi, in queste sciocchezze.

Pape

Fry Simpson ha detto...

Visto che ne avevo segnalato la scomparsa, ritengo mio dovere di cronaca segnalare che il curriculum del Marcianò è ricomparso sul suo sito.

Al momento in cui scrivo, l'unica differenza fra la versione attuale e quella precedente la sparizione è il primo capoverso, che nella vecchia versione recitava (corsivo mio):

«Rosario Marcian√≤, nato a Saviano (NA) il 19.03.1961, residente a Sanremo (IM)
dopo aver conseguito il diploma di geometra nel 1981 con la votazione di 44/60 ed aver successivamente insegnato, per diversi anni, disegno tecnico e tecnologia delle costruzioni in alcune scuole private, ha collaborato con architetti ed ingegneri alla progettazione di ville e di strutture pubbliche.»

mentre nella nuova versione recita:

«Rosario Marcian√≤, nato a Saviano (NA) il 19.03.1961, residente a Sanremo (IM).
Ha insegnato, per diversi anni, chimica, disegno tecnico e tecnologia delle costruzioni in alcune scuole private, ha collaborato con architetti ed ingegneri alla progettazione di ville e di strutture pubbliche.»

Paolo Attivissimo ha detto...

>Dove, dove? Dai Paolo fuori il link, che il riso fa sempre buon sangue!

Uno è qui. Se il link non funziona, cerca "rivers attivissimo battista dossier" in Google. Non è al livello di quello che dice che facevo l'impiegato che macinava le cose, qui sopra, ma è comunque imperdibile come esempio di paranoia e pessima capacità d'indagine.

Paolo Attivissimo ha detto...

ho fatto un reload della pagina per vedere se c'erano nuovi interventi, e una finestrella mi ha avvisato: "Are you sure you want to navigate away from this page? Le modifiche non sono state salvate. Press OK to continue ecc.."
D'accordo che sei poliglotta e interprete, ma questo mi sembra eccessivo... eh eh eh.


Purtroppo la lingua dei messaggi la sceglie Blogger, non io.

fonta ha detto...

la storia dei pixel per la quota è fondata ma non si sa che errori hai.

ho fatto un banale calcolo...

sapendo che gli aerei che loro ritengono essere responsabili hanno una lunghezza che varia tra i 55 e i 41 metri si può supponere che nel vedere un aereo volare alto non lo si sappia riconoscere con certezza...per cui ammettiamo un errore di una decina di metri nella stima della lunghezza del velivolo.

ora mettiamo che causa aliasing e sfocature varie ci siano 10px di incertezza il valore che ho misurato di quota varia da 6400 a 4790 metri.

non male come scarto eh?

Anonimo ha detto...

Pape, io sto sinceramente meditando se non sia il caso di procedere nei confronti del Marcianò con una denuncia presso qualche procura della repubblica per procurato allarme o per qualcosa del genere.

Truffa, ad esempio.
Raggiro e circonvenzione d'incapace.

Una denuncia del tipo di quella che inchiodò Vanna Marchi, per intenderci.

Questa gente è pericolosa.
Chi di noi avrebbe potuto credere che una Vanna Marchi e un mago do Nascimiento potessero spillare centinaia di milioni alla gente?
Eppure è successo.

L'avessero fermata prima, quanta gente oggi non sarebbe in miseria o nelle mani degli strozzini?

C'è da rifletterci sopra.
Non so fino a che punto la sola presa per il sedere possa essere efficace.

fonta ha detto...

@ fry simpson

mi ero astenuto per decenza dal postare il suo voto ma √® davvero divertente vedere come il suo titolo di studio pi√Ļ alto sia stato conseguito per il rotto della cuffia.

hehehe

Pape ha detto...

[quote]Pape, io sto sinceramente meditando se non sia il caso di procedere nei confronti del Marcianò con una denuncia presso qualche procura della repubblica per procurato allarme o per qualcosa del genere.
[/quote]

Sarebbe folle, secondo me. Prima di tutto perch√© sono contrario a qualsiasi forma di censura, secondariamente perch√© facendo qualcosa di simile, non faresti che dare loro l'importanza che non hanno. Diventerebbero martiri, insomma, non pi√Ļ dei semplici ciarlatani.

[quote]
Truffa, ad esempio.
Raggiro e circonvenzione d'incapace.
[/quote]

Beh, non credo che tale fatto sussista: vendono libri, del resto, non cure miracolose. Certo, se vendessero il loro cannone a orgoni, sarebbe d'uopo una bella denuncia per truffa, quello si. Ma non per quanto dicono, solo perché vendono qualcosa che non funziona.

[quote]
Una denuncia del tipo di quella che inchiodò Vanna Marchi, per intenderci.
[/quote]

Ma lei pretendeva soldi in cambio di finte cure. Loro fortunatamente non fanno niente di simile: si limitano a dire sciocchezze, e a pubbicarle talvolta su libri o DVD. Ma anche alcuni giornalisti blasonati fanno lo stesso ;-)

Pape

ilNano ha detto...

@Taro

e quindi sei aerei che ha fine sessione si mettono in coda per il rientro/atterraggio alla base?

Io la vedrei pi√Ļ come sei aerei che arrivano da altri aeroporti che si accodano per atterrare a Malpensa.
D'altronde quegli aerei sono tutti perfettamente identificati e hanno su passeggeri (o merci), non sono affatto aerei fantasma...


[cut]
Mi risponderai forse che sono in sintonia per forza, in cielo non vige certo l'anarchia ecc
ecc.

eh, in effetti e' cosi', in cielo non si può andare dove si vuole...aerovie, sentieri di salita/discesa ecc sono tutti rigorosamente definiti.
Colgo quel qualcuno come un velato messaggio a intendere che almeno prima di scrivere hai letto quel che ho riportato nel mio blog. Ti ringrazio, anche se ho paura che l'intento fosse pi√Ļ quello di trovare elementi per screditarmi e ammonire gli incerti sull'argomento.

No, il "qualcuno" era perche' ero convinto di averlo letto qua tra questi commenti e non sul tuo blog...e non mi ricordavo chi fosse :D
Il giretto sul tuo blog l'ho fatto perche' prima di rispondere a qualcuno in genere vedo cosa ha lui da dire...non stavo cercando il tuo curriculum per ritorcetelo (spero si scriva cosi') contro.


Dovessi continuare su questa linea [cut]
Vorrei capire chi ha appiccato il fuoco e perché.


mmm il paragone non l'ho scelto a caso...guardare il fumo e guardare le scie...finche' si osservano le scie e gli aerei (diciamo...il cortile) da distante non si possono tirare conclusioni ma solo fare tante ipotesi e analizzarle secondo il principio del rasoio di Occam.

ciao ciao

airone76 ha detto...

Poi altra cosa : avete mai pensato a quali sono gli errori relativi alle misure di quota con i metodi che sono stati citati?

Visto che si tratta di moltiplicazioni e divisioni, se le misure di lunghezza focale, lunghezza dell´aereo e lunghezza del CCD sono esatte l´errore √® dato semplicemente dall´errore sulla misura dei pixel: se io misuro 110 pixel ma in realt√† sono 108, l´errore √® circa il 2% anche sull´altezza misurata. Ma questo vale solo per soggetti "relativamente" vicini.
Il problema di fondo infatti √® che queste formule valgono solamente se l´oggetto √® esattamente a fuoco. E come si pu√≤ immaginare mentre si nota subito se un oggetto a 30 metri √® a fuoco, lo stesso non si pu√≤ dire per uno a 5000m di distanza... anzi direi di pi√Ļ, visto che i casi in cui l´aereo sia esattamente sopra la testa sono pochi.
Se l´aereo non √® a fuoco, ma magari dietro al reale fuoco della macchina apparir√† pi√Ļ grande(per via dell´ingrandimento prospettico) con il conseguente errore di aumentare ancora di pi√Ļ la sua vicinanza calcolata, con l´evidente errore di misurare una distanza minore per oggetti pi√Ļ lontani. Il problema non si pu√≤ ridurre ad una sola e semplice formula, soprattutto in questo caso, perch√® pi√Ļ l´oggetto si allontana dalla macchina e pi√Ļ si allontana dalle approssimazioni con cui la formula √® valida. Soprattutto entra in gioco anche la profondit√† di campo che √® direttamente legata alla apertura del diaframma e inversamente allo zoom. Come dice wikipedia: "la distanza perfettamente a fuoco si trova grosso modo a un terzo del campo nitido, verso il fotografo. Un punto al di fuori del campo nitido (sfocato) produce sulla pellicola un circolo di confusione, il cui diametro cresce man mano che ci si allontana dal campo nitido stesso". Con uno zoom si ha una profondit√† di campo minore che con un grandangolo, per cui, contrariamente a quanto si possa pensare, per calcolare distanze molto grandi sarebbe meglio usare un grandangolo (con per√≤ gli evidenti errori dovuti alla estrema piccolezza del soggetto).

Spero di aver chiarito bene: le formule portate sono valide, ma pi√Ļ la distanza dei soggetti aumenta pi√Ļ gli errori si fanno non trascurabili: i calcoli portati sono affetti da un errore che pi√Ļ che di calcolo √® di metodo.

Non entro nel discorso della misura a occhio, per evidenti motivi.

Un saluto!

Anonimo ha detto...

Leggo dal curriculum di Straker:

- dopo aver conseguito il diploma di geometra nel 1981 con la votazione di 44/60 –

Wowwww!!!... E allora ditelo che Rosario era un ragazzo-prodigio, no?...

E poi:

- ha collaborato con architetti ed ingegneri –

Tradotto: “… U√®, signor architetto, √® arrivata la betoniera col cemento. Volete che ci metta un po’ di sabbia, o lo gettiamo cos√¨?...”

Cloud ha detto...

guardate un po.. anche qui si comincia...
http://www.ecoblog.it/post/2784/scie-chimiche

Anonimo ha detto...

Scommetto che questa ve la siete persa.

Sempre tratto dal blog dello Straker-Marcianò:

“Di fronte all’ormai annoso problema delle scie chimiche, √® un errore un atteggiamento rinunciatario: le sostanze sparse dai maledetti velivoli sono dannose, poich√©, in primo luogo, aggrediscono il sistema immunitario, indebolendolo.

Tuttavia, secondo studi di medici e di ricercatori, tra cui Ken Adachi (… ?????...), esistono dei rimedi pi√Ļ o meno efficaci. Conviene perci√≤ ricorrere a terapie naturali ed a tecniche come la visualizzazione, per rafforzare le difese dell’organismo.

Un terzo elemento trovato nelle scie chimiche è il quarzo.

La caratteristica principale del quarzo è quella di circoscrivere ovvero di mantenere nei giusti confini i processi di crescita.
Esso perciò limita la tendenza delle energie vitali a stimolare le forze di crescita al di là dei processi normali.
Se paradossalmente l'essere umano non potesse rimanere nei suoi confini fisici, il mondo esterno penetrerebbe in modo devastante nell'organismo distruggendolo in breve tempo.

Ci sarebbe molto altro da dire sui rapporti fra il silicio, la luce, il corpo fisico, la vita psichica e l'evoluzione spirituale, ma i ristretti ambiti di questo scritto non lo permettono.
Desidero fare comunque ancora due ultime osservazioni.
Il silicio, come già detto, grazie alla sua azione periferica nell'organismo umano, alla sua naturale capacità di delimitazione, agisce sul buon funzionamento dei nervi e dei sensi.
Inoltre grazie al suo rapporto elettivo con la luce aiuta, in concomitanza con il calcio ed il magnesio, a mantenere la salute dello scheletro.
In conclusione, se si viene a creare un accumulo di quarzo (silicio) nell'organismo, alla luce di tutto ciò che è stato detto si manifesterebbero svariati sintomi.
I pi√Ļ importanti sono i seguenti:

disturbi negli organi di senso e del sistema nervoso
- nevriti, nevralgie
- congiuntiviti, peggioramento della miopia
- otiti

pelle e mucose
- infiammazioni in genere quali: micosi, acne, foruncoli,
- eczemi umidi
- caduta dei capelli
- infiammazione della mucosa orale
- indebolimento della fissità dentaria
- indurimenti e infiammazioni quali fistole, fibromi

scheletro
- problemi ossei: deformazioni, osteomieliti, rachitismo

altre patologie
- allergie degli organi esterni (raffreddore da fieno), malattie autoimmuni
- nervosismo, problemi di volontà, sbalzi d'umore, mancanza di concentrazione.

Tenendo presente il medesimo principio gi√† considerato per tutto l’insieme di queste problematiche, si possono usare medicinali omeopatici, meglio se in diluizione decimale, a base soprattutto di quarzo o comunque altri medicinali contenenti sempre del quarzo.”

°°°°°°°

Che dite, non vi pare che siamo a due passi dal cercare di vendere la “cura miracolosa” contro le scie chimiche?

Vanna Marchi √® dietro l’uscio.

Pape ha detto...

[quote]
Tenendo presente il medesimo principio gi√† considerato per tutto l’insieme di queste problematiche, si possono usare medicinali omeopatici, meglio se in diluizione decimale, a base soprattutto di quarzo o comunque altri medicinali contenenti sempre del quarzo.”
[/quote]

Splendida questa. Ma non mi stupisce. Insomma, chi vede complotti, non può che credere nella pseudoscienza, e soprattutto all'omeopatia, che a mio avviso è una piaga ancora peggiore, visto che per qualche motivo che non capisco, le farmacie sono autorizzate a vendere (a caro prezzo) dell'acqua colorata che non ha alcuna proprietà curante, mentre nel frattempo il malanno continua a crescere.

Pape

Anonimo ha detto...

Tradotto: il geometra ex partitore di Uindous s'improvvisa pure dottore.
E consiglia, contro le scie chimiche "la visualizzazione" (di che?) e la cura omeopatica.

E se un odontotecnico s'improvvisa dentista gli danno cinque anni...

ilNano ha detto...


Che dite, non vi pare che siamo a due passi dal cercare di vendere la “cura miracolosa” contro le scie chimiche?


ehm, Anonimo....mi spiace seriamente deluderti:
http://www.orgoneitalia.com/spedizione.htm
non siamo a "un passo"...

Pape ha detto...

Beh, dai, su OrgoneItalia hanno ancora la decenza di avvertire, anche se non a caratteri cubitali, che ciò che dicono non è assolutamente provato:

"Non abbiamo una prova finale per affermare che ciò che crediamo dia vero, ma un numero sempre maggiore di persone sperimentano cambiamenti positivi ogni giorno."

Insomma... mi sembrano abbastanza onesti dal dire che è una questione di fede e non di scienza. Meglio di chi parla di "memoria dell'acqua" o di "memoria degli elettroni" come fossero scienza ^_^

Pape

Anonimo ha detto...

A tal proposito, continuiamo a farci del male...

http://www.disinformazione.it/benveniste.htm

Anonimo ha detto...

E’ proprio vero, come ha detto qualcuno, che internet non √® altro che una grande pattumiera dove chiunque pu√≤ gettare i propri rifiuti mentali.

Meno male che esiste ancora una specie di intelligenza collettiva capace di distinguere.

Non per niente il blog di Attivissimo, per fare un esempio, √® tra i dieci blog pi√Ļ influenti in Italia, mentre tutti questi cialtroni che sproloquiano di 11 settembre o di scie chimiche restano confinati al limbo dei loro quattro lettori.

Io mi sarei leggermente rotto le palle di tutti questi imbonitori, di questi Marcian√≤, Mazzucco, Blondet… disinformazione e come donchisciotte vari…

Anonimo ha detto...

interessante argomento questo delle scie chimiche, non tanto per l'argomento in sè, che rapresenta semplicemente l'ennesima bufala mediatica da dare in pasto ai creduloni, ma perchè è il sintomo che appunto rileva la presenza di questi ultimi, cioè che esiste un vasto pubblico di consumatori pontenziali di queste cazzatelle, e del resto mica siamo tutti uguali?

E allora perch√® non intasare i canali di comunicazione, che differentemente potrebbero risultare pi√Ļ utili, con queste pinzellacchede di scie chimiche e di complotti vari, tanto per distrarre l'attenzione dai problemi pu√Ļ gravi e reali di tutti noi?

E i complottisti tanto attenti a non farsi fregare non ci pensano a questa eventualità?

Max ha detto...

In realtà non capite nulla... ne voi complottisti, ne Paolo...
Le scie chimiche sono causate dai miei rutti!!!

morbo ha detto...

X Demetrio.

"l'elevazione (o altezza), cioè la distanza angolare dell'aereo dall'orizzonte."

Che immagino sarà inserita nei conti con estrema precisione vero?
Cioè usate un teodolite elettronico con una bella fotocamera e rilevazione gps del punto di osservazione.
Giusto ?
Perchè solo così si può ottenere l'angolo di elevazione con un precisione dignitosa.

Potrei leggere i calcoli di uno sola immagine a vostra scelta ?

...ho come l'impressione che voi quei valori ve li calcolate "a occhio", poi vi fate i conticini e vi vengono fuori risultati inutili.

Ometto di parlare della questione della messa a fuoco già detta da altri, e ti ricordo che è fondamentale anche sapere l'esatta dimensione dell'aereo che fotografate.
Quindi dovete identificarne il modello con esattezza e poi trovare i dati esatti.

Insomma, come ho detto, se usi una fotocamera non puoi desumere la quota nemmeno in modo approssimativo sufficente da suffragare le vostre ipotesi.

(come copiaincollata cmq non era male... bastava dire che no è tua)

"Non è vero.
La temperatura è un fattore strettamente correlato all'altitudine."

Ma veramente?
Però ignori che è strettamente correlato anche alla latitudine, alla stagione all'emisfero di riferimentoe alle condizioni meteorologiche del momento.
Come puoi ben vedere dai grafici nel sito che ho postato.

E ti torno a ripetere (ti faccio un disegnino se vuoi) che NON E' il valore necessario e sufficente per stabilire se il fenomeno si forma o meno.
I tre valori di temperatura pressione e umidità relativa sono STRETTAMENTE CORRELATI.

"E si deve considerare anche la differenza di temperatura che c'è tra il gas di scarico incandescente e la temperatura atmosferica in quota;"

Si espande (studiati la termodinamica, poi parli) e quindi si raffredda, poi si mescola rapidamente con l'aria e si raffredda ancora.
il tutto in pochissimo tempo.


" No. Con una temperatura così alta, come già spiegato poco fa, non si ottiene l'effetto di condensazione."

No, un corno.
Vuoi contrastare a forza di copia-incolla tonnellate di studi e decenni di certezze scientifiche.

Ripeto a -35 (non -25 ho scritto male) 5000 metri e 100% di umidità la scia si forma e come.

Leggi qui :
http://tinyurl.com/2os7te

In figura 3 noti i diagrammi e come variano in base al tipo di motore da lowbypass a highbypass
cosa che dimostra come il rendimento pi√Ļ alto abbassa la temperatura dei gas e favorisce la scia.

"C'è un filmato in cui dei caccia russi a temperature da te citate, e con umidità elevate ma non abbastanza, non emettono alcun tipo di scia di condensazione. Se vuoi ti segnalo il link."

L'ho visto, i caccia sono tutti lowbypass a basso rendimento (e alta potenza) e di conseguenza se generano la scia la generano lontano dal nozzle e quindi da scene ravvicinate non la vedi.
In oltre da cosa desumi che la temperatura fosse intorno ai -30 e non intorno ai -10 ?
Non dice il giorno, non dice il luogo e non dice che umidità relativa c'era o la temperatura.
Sai anche a -10 nevica.


"Gli studi da te citati sono obsoleti. La FAA (http://www.faa.gov/) ha stabilito, successivamente, che le condizioni per la formazione delle scie di condensa devono essere: temperature al di sotto dei -40 gradi Celsius, umidità relative non inferiori al 70%. Queste due condizioni, si verificano alle quote da me precedentemente citate, specialmente il fattore temperatura. La pagina è stata successivamente rimossa, sostituendola con definizioni fuorvianti ed approssimative."

Semplicemente falso.
Gli studi di appleman sono stati aggiornati da altri studi e con i dovuti correttivi per i motori ad alto rendimento e basse emissioni oggi sono correntemente utilizzati dalle areonautiche di tutto il mondo.
La pagina è ancora sul sito della nasa ed è una semplificazione rivolta a persone con bassa scolarizzazione scientifica.

Fa una bella cosa, googla in inglese cercando studi previsionali sulla formazione di contrail.
Resterai stupito (o forse non capirai cosa stai leggendo).

"aggiungo anche priva di fondamento."

sei un bugiardo o solo un ignorante.
Devo ancora capirlo.
(non è un offesa ma una mera constatazione)

"Anche io posso alzarmi dalla sedia per poi risedermi. Ma questo non dimostra nulla."

Dimostra che puoi assumere due stati indipendenti.
Ma ovviamente te non ne cogli il significato.

"Esatto, muta; e allora? "

Niente, l'umidità relativa e la temperatura possono variare nel giro di poco tempo.
I venti in quota possono essere pi√Ļ o meno forti modificando radicalmente la velocit√† di rimescolamento e cambiando le condizioni alle quali il fenomeno si presenta, permane o sparisce subito.

Niente.. robetta non ti preoccupare.


Ripeto... la tua è fede cieca e niente potrà farti cambiare idea.
Vi avviluppate attorno ad ogni tipo di fallacia logica e metodologica e sconoscete le basi stesse del metodo scientifico.

Al solito la mia è una mera constatazione, quindi senza offesa.

Francesco ha detto...

Caro Paolo,
purtroppo ho trovato la vera prova dell'esistenza delle Scie chimiche, un pò come le prove di Sant'Agostino sull'esistenza di Dio.

Per trovarle sono partito dai fatti concreti, ossia dagli effetti di queste scie.
Infatti i risultati delle scie sono chiaramente visibili negli sproloqui dei fantomatici Sciatori Chimici.
Quindi è lapalissiano che debbano esistere visto i danni che stanno facendo sulla capacità razionale e di interrelazione sociale di determinati individui. (mi rivolgo a chi risponde con turpiloquio e non ai pochi che difendono le proprie idee con argomentazioni e prove concrete).

Adesso vado perchè ho lasciato anche io una scia, ma niente di chimico... tutta roba naturale! (scusate la volgarità ma non ho resistito!)

Francesco

Anonimo ha detto...

Una sola domanda: ci fanno o ci sono? Io veramente non capisco come si possa arrivare a inventare tutte ste teorie, assurde e strampalate... Forse sotto l'influsso di potenti droghe... Fatto sta che ho notato negli ultimi anni un aumento esponenziale di dementi e di demenzialità... In ogni campo. Dovremmo preoccuparci? Io dico di si.
Per non parlare dell'aumento del numero dei cafoni, maleducati, incivili e sporcaccioni (di cui abbiamo un nutrito campione sui commenti al blog di Paolo)! Meno male che ci sei tu, Paolo!
Ciao

Il Pifferaio ha detto...

Mah.
Io sinceramente la questione delle scie chimiche credevo fosse relativa all'inquinamento "semplice" creato dai jet. Cioè: mo ortre alle machine e alle fabbriche c'avemo pure li JET sopra la capoccia a rompe li c....ni?
Non pensavo ci fossero idee su complotti per vaccinare tutti in una sola volta. Per quanto credo fortemente nella fantapolitica.

Allo stesso tempo dubito che quelle scie siano però SEMPLICE VAPORE ACQUEO. Me pare un eccesso dall'artra parte, no? :-)

Flyingcat ha detto...

Caro 'Topone Paolo', sei fortissimo : sei riuscito a far emergere tutti i cerebrolesi che credono nelle scie chimiche ! :-)))

Anonimo ha detto...

Ehi gente, io non ho resistito.
Di questa feccia complottistica mi sono rotto i cosiddetti, e ora non ne posso davvero pi√Ļ. Ho un desiderio IMMANE di vedere questi somari in mutande davanti alle risate di tutti gli Italiani.
Pertanto ho inviato una bella mail a STRISCIA la NOTIZIA!
Gli ho spiegato tutto di tutto della truffa e del panico (nonchè i DANNI) che stanno disseminando in giro questi pezzenti, gli ho mostrato i siti di questi cialtroni, gli ho mostrato questo (http://www.orgoneitalia.com/prodotti.htm),....insomma gli ho fatto un rapporto dettagliato di tutta questa immane TRUFFA, BUGIA, FECCIA, e FALSITA'.
Ho anche naturalmente invitato Striscia e venire a leggere questo sito in modo da capire bene con che impostori hanno a che fare e soprattutto DOVE ANDARE A BECCARLI!!
Dopo circa una settimana ho ricevuto la risposta da un responsabile di Striscia il quale mi ha ringraziato e ha evidenziato l'interesse di Striscia alla faccenda perchè di fatto già numerose altre persone gli hanno scritto. Stanno quindi decidendo di muoversi in quanto hanno intuito che sono al cospetto di un bello scoop di "truffa e procurato allarme", per cui la storia gli interessa!
Non vedo l'ora di vedere questo "STRAKER" in faccia, e lo sputtanamento che ne deriverà.
Ah ah ah ah.
Se l'è cercata facendo l'imbecille?
Mò se le prende!!!!
Oddiooo le risateee.
Vi invito TUTTI a fare quanto ho fatto io. Mandate immediatamente una mail a Striscia. Citategli solo questo sito e invitateli a leggerselo per filo e per segno. Gli basta e avanza.
Vi assicuro che pi√Ļ mail gli arrivano, pi√Ļ quelli si muovono subito.
E Striscia, quando fiuta l'odore di truffa, diventa una bestia!
Mi raccomando.
FATELO!!

Anonimo ha detto...

giuro che la serata dello sputtanamento stappo lo champagne... che poi verrà abilmente partizionato ghghg
andrea

Anonimo ha detto...

pifferaio, nessuno sostiene che le scie, o meglio, gli scarichi di una turbina, siano all'acqua di rosa, inquinano, vero, come tutto, auto, moto, camion, riscaldamento.. ma solo quello (anche se solo è una parola riduttiva)... ma da qui a pensare a un complotto... ce ne passa!! ehh se ce ne passa!

Anonimo ha detto...

Bella mossa "anonimo".
Lo faccio anch'io.
:-))))
Ma questo l'avevate letto?

[i]HARMONIC PROTECTOR di Carol Croft.

NUOVO MODELLO CON DELFINI CHE NUOTANO A SPIRALE

http://www.worldwithoutparasites.com/The_Harmonic_Protector.html


L'Harmonic Protector © agisce come uno "specchio energetico". Esso rinforza il campo energetico umano (aura), e aiuta a far fronte ai sovraccarichi energetici, compresi quelli dovuti allo stress.
Le speciali pietre minerali presenti nel pendente sono state scelte per le loro particolari proprietà di bilanciamento eterico del campo energetico umano (aurico). Insieme al titanio, presente nella matrice resina/metallo la presenza di questo campo eterico rafforzato agisce da scudo contro i forti campi elettromagnetici e le frequenze debilitanti.

L' Harmonic Protector © intensifica la chiarezza mentale ed emozionale, la consapevolezza, e dona senso di benessere, un sonno riposante e un attivit√† onirica vivida, poich√® questi sono tutti effetti di una guarigione e di un rafforzamento del campo eterico naturale umano.

Raccomandato a tutti coloro che sono sensibili ai campi elettromagnetici e a chi volesse impegnarsi seriamente nell'attivismo.[/i]

DELFINI????
ATTIVISMO??
CAMPO ETERICO??

MUHA AH AH AH AH AH AH AH AH!!!!!!!!!!!!!
O mioddiooo, il ridereeee.
Ah ah ah ah
:-))))))))

Anonimo ha detto...

Ops scusate, mi ero dimenticato il link di Striscia la Notizia.
Comunicate tutto quanto quì:
http://www.striscialanotizia.mediaset.it/sosgabibbo.shtml

(Volendo c'è anche un forum)

Ciao
.-)

Anonimo ha detto...

Boh, sar√≤ strano io ma mi sembra come minimo azzardato mettere sullo stesso piano buon senso e leggi fisiche quano si tratta di spiegare dei fenomeni da un punto di vista scientifico. Mi chiedo se chi ha contribuito a costruire tutto il discorso sulle chemtrails assassine su questi commenti abbia dato, non dico tanto, ma un Fisica I, un Fisica Tecnica o qualcosa di analogo, il tutto ovviamente senza dimenticare che se √® vero che il buon senso dovrebbe sempre accompagnare le proprie considerazioni, non va dimenticato che nasce e cresce nel singolo, a differenza degli elementi un pelino pi√Ļ oggettivi su cui si fondano le leggi fisiche.
Ma soprattutto l'aver un minimo (MINIMO) di preparazione scientifica dovrebbe aver insegnato il principio pi√Ļ importante di tutti, vale a dire che ogni formulazione scientifica si basa su un modello, con tanto di limiti di validit√† e approssimazioni del caso. Cosa significa? In generale che non si pu√≤ arrivare qui armati della prima formula trovata sulla variazione di temperatura nel modello dell'aria tipo internazionale e pensare che sia un solido punto di partenza per determinare oggettivamente e a prescindere le condizioni atmosferiche in un QUALSIASI punto del cielo in QUALSIASI condizione. Non si pu√≤ parlare di temperatura e pressione e quant'altro come di elementi separati, di requisiti che vanno rispettati come una ricetta, quando qualsiasi reazione chimica dipende dall'interazione di questi fattori e dai rapporti reciproci tra gli elementi coinvolti. Come si pu√≤ non considerare le rispettive QUANTITA' di materia coinvolta quando si dice che una scia calda ha bisogno di chiss√† quali temperature per condensare visto che √®... molto calda. E questo prima ancora di tirare fuori questioni pi√Ļ complicate come la fluidodinamica e quant'altro.
Boh, ripeto, forse sono io, ma qui mi pare si stia dando la precedenza al puro buon senso, oltre il suo nomrale territorio di competenza. Carini poi i metodi empirici per stimare le distanza con una macchina fotografica, spero siano state prese in considerazione delle minime tolleranze di misura nelle formule considerate e soprattutto la loro propagazione fino al risultato finale.
Niente di male ad utilizzare stumenti matematici di riferimento per avere indicazioni di massima, ma occorre essere sempre ben consci dei loro limiti. Senza offesa per nessuno, ma a noi ce lo dissero come prima cosa al corso di fisica al liceo.
ZeroT

Michele ha detto...

Antibufala molto interessante..ho scoperto l'esistenza di queste teorie su un forum di meteorologia e mi ha stupito molto: persone anche esperte sembrano prendere molto sul serio queste cose.
Credo anch'io che l'esistenza di tutte queste bufale e tesi complottiste derivi da una degenerazione della cultura o anche solo della ragione; cosa si può fare? solo informare e formare, sperando nella volontà della gente di informarsi.
Ne approfitto quindi per farti i miei complimenti, Paolo; fai un lavoro stupendo. Non seguo sempre le tue indagini, e soprattutto non ti ho mai mandato una pizza per il tuo lavoro, ma prima o poi lo farò.
Aggiungo solo un appunto. Anch'io ritengo completamente risibili le tesi di Blondet, ma i piani di controllo delle nascite sono purtroppo una realtà ed hanno spesso ispirato politiche molto discutibili; da lì a credere che le scie chimiche rientrino in questi piani ce ne passa, ma non possono essere sminuiti alcuni fatti solo perchè usati in modo strumentale da poco credibili complottisti.

arco ha detto...

ciao ragazzi, ma questi "complottisti" credono davvero a tutte queste cretinate?

se davvero c'è gente simile in giro, per usare un detto delle mie parti,.. "c'hanno un cervello che non lo mangerebbe neanche un maiale".
:)

p.S. grande Paolo, continua così!!

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Enrico ha detto...

Forte..! Adesso hanno anche scoperto l'uso del Ctrl+C Ctrl+V con i link "proibiti"!!

Devo dire che la sostanza con cui ci stanno spruzzando comincia veramente a fare effetto!! ^_^

Comunque è divertente constatare la libertá di parola che gode questo blog, anche solo nei confronti di altri tipo sciechimiche.org, ecc nei quali bisogna passare al "vaglio" di Straker61 e soci giurando sulla Sacra Marmitta e sul Mitico HD Partizionato se si vuole anche solo dire la propria.

Attivissimo "demos" 1 Scie-Aria-Fritta- 0

Logan7 ha detto...

Sono sempre in attesa di una risposta da parte del signor
¤°*¤Demetrio§ahaquieL¤°*¤ .

Un saluto a tutti,
Logan7

edoardo ha detto...

è sorprendente la capacità degli umani di non vedere (e di conseguenza, non reagire), alla realtà in cui sono immersi.
l'11 sett. è andato così come ci è stato raccontato: ok!
due aerei che viaggino alla stessa quota lasciando scie diversissime, sono "normali": ok!
tanti auguri a tutti gli attivissimi del mondo! siete ok!!!!!!!!!!!!!!

Anonimo ha detto...

Ho trovato! Ecco dove si nascondono i B747 bianchi, senza insegne! In un aeroporto disperso del sud della Tunisia. La prova?
Guardate qui le foto
http://tinyurl.com/32wpwa
Ma non basta: c'è lo zampino di Saddam e degli USA. Il complotto si fa complesso.
Chissà cosa avranno irrorato oggi: urina di bufala?

fabio ha detto...

caro paolo ti ammiro e continuo ad ammirarti per il tuo impegno, ma purtroppo e dico purtroppo siamo di fronte ad un fenomeno che sta pervadendo gran parte della pianura padano veneta.
Ti assicuro che due giorno fa ho osservato e fotografato un impressionante serie di queste sciechimiche. Addirittura tre di esse si concentravano a cerchio su una vastissima zona del cielo, ove in assenza di aereoporti è ingiustificata qualsiasi tipo di manovra a 360 gradi nel cielo. Questo tipo di scie erano sommate ad altre (una decina) che hanno letteralmente, e non sto esagerando, oscurato la bella giornata di sole, coprendo in parte il sole ed annuvolando il cielo della caratteristica densità che tali scie lasciano. Una cosa impressionante che ha fermato molti curiosi. Mi trovavo in provincia di padova per l'esattezza su galliera veneta.
Ora, ammettendo che possa il tutto essere una bufala come tu asserisci, qulacuno deve avere sicuramente un buon motivo per procurare tutto questo.
Tra l'altro i gas che vengono disciolti nell'atmosfera sono ben noti, e mi dispiace che tu non voglia nadarne a fondo.
Con stima

Guido ha detto...

Per Edoardo:
1) come fai a dire che gli aerei sono alla stessa quota?
2) se due aerei sono diverse e hanno un profilo aerodinammico diverso non vedo perchè dovrebbero lasciare scie uguali.

Per il resto del mondo
non credo alla versione ufficiale dei fatti perchè è quella ufficiale, ma perchè HO RAGIONATO con la mia testa, mi sono fatto una mia opinione ho GUARDATO LE PROVE a favore dell'una e dell'altra versione (a dire la verità non ne ho trovate a favore delle scie chimiche) e mi sono fatto una MIA opinione. Non tollero che nessuno mi cali la sua verità dall'alto, perchè sono abituato a ragionare con la mia testa, ma purtroppo non sono tutti così...

Guido ha detto...

P.S. mi è scappata una m in aerodinamico...

Guido ha detto...

P.P.S. Per paolo: la pizza sono felicissimo di offrirtela caso mai passassi da queste parti (Pisa o anche Empoli visto che ci lavoro...)

Anonimo ha detto...

Vorrei rispondere al Sig. Edoardo.

Sig. Edoardo, ma Lei sa come è fatto un aeroplano?
Lei sa come funzionano i motori e con che carburante?
Lei sa com'è strutturata ed usata l'avionica di bordo?
Altro che non vedere!
Mi faccia il piacere!
Gli aerei li vedo, LI PILOTO, so come sono fatti, con che specifiche, chi sono i responsabili della manutenzione, le direttive, i regolamenti, i controllori, e tutto ciò che vuole sapere!
E se TUTTI gli aerei che ho pilotato nella mia vita rilasciano scie di condensazione a seconda delle condizioni metereologiche e atmosferiche, Lei che fa tanto l'esperto mi sta forse accusando di mentire o di essere un CRIMINALE?
Mi sta accusando che (in combutta con qualche associazione di chissà quale tipo o provenienza) il sottoscritto riceve ordini e/o manuali operativi di volo segreti che prevedono "rotte segrete" e/o "azioni segrete" che io Comandante o il mio Primo Ufficiale debba svolgere andando contro a tutte le direttive e normative mondiali sulla sicurezza del trasporto aereo?
O ancora mi sta accusando di azionare misteriosi "dispositivi segreti" atti ad avvelenare il prossimo durante lo svolgimento del mio lavoro quotidiano?
SI VERGOGNI, Sig. Edoardo!!
Si vergogni dal pi√Ļ profondo del cuore.
Lei e i suoi amici!!
Ho iniziato la mia carriera aeronautica 43 anni fa come pilota militare, poi proseguita nell'ambiente civile.
Sui nostri aeroplani c'era ESATTAMENTE lo stesso tipo di combustibile che usiamo tutt'ora sui liners civili.
Lei parla, senza conoscere NULLA di aviazione, Sig. Edoardo.
Lei parla di cose che non potrà MAI sapere finchè non si toglie quell'assurdo velo di "saccenza" e va in una accademia aeronautica a capire cos'è un aeroplano e come si pilota.
E soprattutto capire poi personalmente CHI E' il pilota e COS'E', il quale mi dispiace per Lei e per tutti gli ingnoranti che la pensano come Lei, NON E' il criminale che voi dipingete alle masse italiane!
Vi intestardite su un concetto termodinamico da bambini dell'asilo che neppure si insegna alle accademie semplicemente perchè INNOQUO (trattasi di vapore acqueo) e del tutto NATURALE!
Lei ce l'ha la patente?
Per caso quando le hanno insegnato a guidare la macchina le hanno mai fatto lezioni specifiche sui vapori emessi dal tubo di scappamento?
E lo sa perchè?
Perchè ciò che esce da un motore è argomentazione saputa e risaputa da quando è nato il motore a combustioni interna!
Si chiama "Gas di scarico", e insieme ad esso "vapore acqueo".
Punto.
Gli aeroplani fanno ESATTAMENTE la stessa cosa, ma con due differenze sostanziali:
1) I motori a turbina sono enormente pi√Ļ efficienti e meno inquinanti grazie al rapporto di diluizione (che Lei sicuramente neppure sa cos'√®), per cui a parit√† di un motore a scoppio tradizionale le turbine risultano (come impatto ambientale) enormemente meno inquinanti.
2) Operando a quote diverse dal livello del mare (o dal manto stradale che dir si voglia) arrivano ad a generare scie di condensazione che sono una conseguenza NATURALE della termodinamica.
Queste scie possono PERSISTERE quanto tempo lo voglia la natura meteorologica di quell'area, esattamente come le NUVOLE possono persistere anche per settimane se le condizione sono ideali a quel mantenimento di cose!
Le scie di condensazione pertanto seguono ciò che l'atmosfera gli dice di fare e si comportano di conseguenza.
Altro che Bario!
Altro che Quarzo!
Altro che Alluminio in polvere!
Queste sono castronerie belle e buone che vi siete inventati voi che non sapete niente di aviazione e di aeroplani, caro Sig. Edoardo.
NON ESISTONO, ripeto NON esistono, "spruzzatori chimici", "interruttori segreti", "rotte segrete e/o anomale", "bombole segrete", in tutto ciò che è l'aeroplano.
NON esistono "regole segrete" per compiere atti criminali, nè per i piloti militari, nè per i piloti civili.
Tutti i concetti che Lei e i suoi amici state esponendo sul Web sono solo una massa di bufale colossali che non trovano NESSUNA PROVA in NESSUN ambiente e/o studio aeronautico, sia militare che civile, e tutti le teorie che esponete come esempi delle vostre strampallate teorie sono BUFALE sacrosante.
E siccome il sottoscritto in 50 anni di carriera di aeroplani militari e civili ne a pilotati a decine, provi a contraddirmi in qualunque modo Lei voglia, e le dimostrerò che Lei è solo un cantastorie.
Veda dunque di smetterla di infangare la buona reputazione e la coscienza professionale di noi piloti, dipingendoci al prossimo come "criminali assassini"!
Se quì c'è davvero un "criminale" nonchè un'immenso bugiardo, questo è LEI e chi come Lei porta queste pesanti accuse nelle case di tutti gli italiani.
Distinti Saluti.

Per la privacy ometto di dire il mio nome.

S.T.
Comandante Boeing B737-800 Ryan Air.

Paolo Attivissimo ha detto...

>due giorno fa ho osservato e fotografato un impressionante serie di queste sciechimiche.

Calma, non correre. Hai fotografato delle _scie_. Non sai se sono chimiche finché non hai analizzato la loro composizione.

>Addirittura tre di esse si concentravano a cerchio su una vastissima zona del cielo, ove in assenza di aereoporti è ingiustificata qualsiasi tipo di manovra a 360 gradi nel cielo.

Semmai è il contrario: un aereo potrebbe proprio fare una manovra circolare lontano dagli aeroporti. Metti che fosse un volo di addestramento o una ricognizione. La forma circolare è un po' poco per saltare subito alla conclusione che c'è sotto un mistero tossico.

> Questo tipo di scie erano sommate ad altre (una decina) che hanno letteralmente, e non sto esagerando, oscurato la bella giornata di sole, coprendo in parte il sole ed annuvolando il cielo della caratteristica densità che tali scie lasciano.

Se si trattasse di sostanze differenti dal vapore acqueo, non sarebbero così simili di aspetto alle nuvole, ti pare?

>ammettendo che possa il tutto essere una bufala come tu asserisci, qulacuno deve avere sicuramente un buon motivo per procurare tutto questo.

ehm... no, è una contraddizione. Se ammetti che è una bufala, non c'è alcun "buon motivo": si tratta semplicemente degli effetti di una giornata di volo in condizioni meteo favorevoli alla persistenza della condensazione.

>Tra l'altro i gas che vengono disciolti nell'atmosfera sono ben noti, e mi dispiace che tu non voglia nadarne a fondo.

Guarda, c'è poco da andare a fondo. Un conto è l'inquinamento (modesto ma non nullo) prodotto dalla combustione del carburante, e sulla sua esistenza non ci sono dubbi; un altro sono le affermazioni degli sciachimisti.

Massimo ha detto...

Logan7 ha detto...
Sono sempre in attesa di una risposta da parte del signor
¤°*¤Demetrio§ahaquieL¤°*¤ .

Ehm..Anche io, misero profano come molti altri, quali certamente anche Lei Sig. Logan 7, sto attendendo qualche serie di formulette chimiche che mi illumini su ciò che (sicuramente!)... ho dimenticato dai tempi della scuola). Ovviamente da parte degli illuminati fisici e chimici che hanno scoperto le temibili verità sulla scie chimiche. Nella attesa, Sig. Logan 7, mi permetta di esternarle la mia simpatia per la "battaglia" (sicuramente persa in partenza, ovvero vinta a tavolino, per "inconsistenza" dell'avversario) ;-))
Massimo :-)

Luca Marini ha detto...

Ciao Paolo, seguo il tuo blog da molto tempo e colgo l'occasione per ringraziarti di portare all'attenzione questi "dilemmi" moderni.

Quando stasera ho ricevuto la newsletter che parlava di queste scie, sinceramente sono rimasto spiazzato, è tutta la sera che cerco certezze su tutte e 2 le ipotesi (bufala o verità) ma a differenza di tutte le altre bufale questa non so perchè ma ha seminato in me il dubbio, non tanto il sito dei presunti complottisti ma quanto questi 2 video, il primo è un documentario andato in onda su un'autorevole tv americana (NBC) mentre il secondo è un filmato amatoriale che mostra due aerei di linea che viaggiano letteralmente "in formazione"

I°video
http://www.youtube.com/watch?v=wz2TPzEY-O4

II°video: http://video.google.it/videoplay?docid=8397007742358697170

Supponiamo, un secondo che questa cosa possa essere vera, da quanto emergerebbe sarebbero scie che servono solamente per contrastare il surriscaldamento del pianeta cercando di modificare il clima mediante l'immissione di scie nell'atmosfera contenenti Ossido di Bario e Alluminio.

Quindi niente sterminio collettivo, vaccini, epidemie o robe del genere ma solo una pratica segreta che ai danni dei cittadini che si ritrovano ricoperti di bario e alluminio tenterebbe di salvare le sorti clima del nostro pianeta, che forse senza questo metodo sarebbe già spacciato da anni con scenari tipo il film "l'alba del giorno dopo"

Se i documenti mostrati nel I°filmato circa l'aumento di questi 2 elementi chimici in concomitanza dei periodi in cui sono cominciate a comparire le scie anomale, sono reali, ci sarebbe gi√† qualche prova.

Be ho la testa in palla e non so + a cosa credere se è una bufala oppure invece è una pura e semplice verità nascosta.

Ti prego Paolo di vedere i 2 video, e se vuoi ti sarei molto grato se mi dassi le tue impressioni. L'invito è esteso anche a tutti gli amici del tuo blog.

Vi prego, sono sconvolto e angosciato, devo assolutamente farmi un'idea certa.

Vi ringrazio fin da ora...

Ciao
Luca

scie-nziato ha detto...

Al Sig. pilota B738 Ryan Air.

Sono un controllore del traffico aereo, chissà, magari abbiamo avuto occasione di parlarci per radio durante la nostra attività lavorativa.
Come lavoratore del settore comprendo la sua irritazione nei confronti delle affermazioni di quanti asseriscono queste teorie, anch'io e in qualit√† di controllore sono stato pi√Ļ volte insultato da questi signori, che continuano a dire che si tratta di voli a quote basse (dai 2000 ai 4000mt), principalmente militari e sconosciuti ai pi√Ļ.Ho pi√Ļ volte detto che √® impossibile ci possa essere una mole di traffico enorme, come quella do loro ipotizzata, sconosciuta agli enti ATC, ho anche verificato di persona, ogni qualvolta vedevo un aereo emettere scia, sullo schermo radar la quota e guarda caso nella totalit√† dei casi erano voli a quote superiori a FL270.Ho parlato di rotte che si incrociano, di aerei che a volte sono costretti ad effettuare delle holdings, di aerei che per vari motivi, soprattutto ATC o meteo, devono deviare dalla rotta assegnata, ecc.ecc.
Insomma tutto ci√≤ che √® alla base della loro teoria, per gli addetti ai lavori e non solo, rientra nella norma ad eccezione deele quote di cui ho detto sopra e che ho verificato essere molto pi√Ļ elevate
La risposta fondamentalmente è la stessa: insulti.
Quindi si aspetti anche Lei, dopo quello che ha detto, l'accoglienza che hanno ricevuto tutti quelli che non sono allineati con le loro idee.
A risentirla in frequenza!
ciao

naska ha detto...

IN-CRE-DI-BI-LE!
Questa non l'avevo ancora sentita...le scie degli aerei fanno male...ahahahahahahahahahahahahahahahahahah
non sanno proprio + cosa inventarsi!!!!
tra un po' magari si inventeranno pure che il cielo è rosso, solo che gli americani l'hanno tinto di blu, sennò sembrava comunista....oppure tireranno fuori di nuovo la storia che la terra è piatta!
e il problema è ke ci sono pure i pirla ke ci credono...

Satyricon ha detto...

>>http://www.chemtrails.it/forum_chemtrails/viewtopic.php?t=787&start=75


Vorrei porre in risalto le parole di Straker :

<<...se essi lavorano con questo "metodo scientifico" del non capire un emerito niente e voler distruggere le nostre affermazioni basandosi solo sul dileggio... facciano pure, loro ed il DJ attivissimo. Avranno carne per i loro denti e sarà indigesta.>>

Ma, perdonatemi, non è lo stesso procedimento che seguono loro?

E poi, perchè impuntarsi in maniera così infantile sul "dileggio", forse il buon Straker ha esaurito la famosa benzina che alimenta le sue strampalate teorie?

Eppure anche lui, palesando una incoerenza palese, utilizza spesso il già citato "argumentum ad personam" per svilire la ricerca altrui.

E' forse un delitto essere un Dj?
Stranamente, lo stesso appellativo è usato anche su luogocomune, CHE STRANO!

Non sanno proprio come instaurare un dibattito CIVILE, e dunque olè! Evviva! Attacchiamoci al tram dell'ovvietà e deridiamo Attivissimo perchè "x anni fa" faceva il Dj!

Che povertà, "signori".



Piccola previsione:

Appena Striscia passerà il servizio, prevede un grande CLAMORE nel forum dedicato alle loro scie.
Disinformazione! Disinformazione!
Disinformazione! Disinformazione!

Dai su, cominciate ad urlarlo fin da subito!


:-/

Satyricon ha detto...

pardon , piccolo refuso,

prevede = prevedo

Anonimo ha detto...

Bene.
Direi che l'intervento del pilota comandante S.T.
Comandante Boeing B737-800 Ryan Air
delle 21,56
mette fine ad ogni discussione.

Finalmente una risposta seria, professionale, competente che ci dice senza ombra di dubbio che le scie chimiche sono una colossale BUFALA.

Cos'altro si può aggiungere alle parole del comandante?
C'è qualcuno in grado di confutare la testimonianza di un pilota che da 43 anni è in aeronautica?

Ecco... in questo momento vorrei solo sputazzare in un occhio al Marcianò e a tutti quelli che stanno diffondendo inutile panico.

Si vergognino!!!!!!!

Massimo ha detto...

Approfitto della piccola pausa di contenzioso(sempre eventualmente in attesa delle formulette fatidiche...)per sottoporre ai pi√Ļ una sorprendente scoperta, tendente a spezzare una lancia a favore dei sostenitori delle scie chimiche: Ebbene, Signori, ecco le prove (finalmente!) che il complotto esiste, ed √® ben radicato nella storia del mondo, se non altro per lo meno fin dalla prima guerra mondiale!!! Non ci credete?? Pazzi scettici, date una occhiata a questi links:

http://www.christian-schmidt-fachbuchhandlung.de/images/1173%20german%20bombers%20of%20ww1.jpg

(Qui potete ben vedere quanto un illuminato disegnatore di copertine, quasi certamente copiando una fotografia, abbia già evidenziato la presenza delle scie, lasciate a suo tempo da un bombardiere tedesco Gotha G-V durante la 1a G.M.!! Quindi i malvagi scienziati tedeschi già avevano ordito il complotto in tempi "non sospetti"...

http://www.390th.org/museum/gallery/Vintage/B17-V1.htm

http://www.cloudnet.com/~jfb/b17gb.jpg

http://www.af.mil/shared/media/photodb/web/web_020903-F-9999b-006.jpg

http://www.af.mil/shared/media/photodb/photos/020905-o-9999g-003.jpg

http://www.nightsolo.net/fs1guide/FSVolitionBombs.bmp

(in tutti questi esempi si notano chiaramente le scie chimiche - indubbiamente così catalogate in base alle rigorose ed inconfutabili definizioni ad esse attribuite dagli esperti, per distinguerle dalle semplici emissioni degli aerei a reazione (oltremodo si nota che questi aeromobili sono ad elica!!).. Quindi se non sono scie di condensa sono scie chimiche contenenti le sostanze tossiche tese allo sterminio dell'umanità. Notate come non svaniscono dopo poco ma perdurano per kilometri, notate come riempiono il cielo con la loro nebbiosità e lo rendono quasi nebbioso, tanto si espandono a formare una vera e propria cortina chimica.

Anche l'Italia, ai tempi, fu teatro dei primi esperimenti malefici, stavolta ad opera degli alleati: http://www.galik.com/stanleygalik1922/images/wwii/anzio01.jpg
(bombardieri alleati sopra Anzio..primi avvelenamenti - notate il cielo già tutto lattiginoso?..Terribile!!! e pensare che la popolazione temeva le bombe!..avesse saputo!!!..)

Ma per gli scettici incalliti, rincaro la dose: ecco altre foto d'epoca, tra le quali una molto significativa: quella di un bombardiere americano B-24 (tangenza max poco oltre 8000 metri) che ha alle spalle e al di sotto di lui una vera e propria cortina di "nebbia chimica", sicuramente appena sparsa per annientare il genere umano a favore dei potenti della terra (sic).. ecco la foto http://www.purpleheartaustin.org/images/carmanB24a.jpg
..ed un'altra:
http://www.texstars.com/images/Gallery/US%20Bombers/b-24.jpg (guardate questo B-24: alle sue spalle quante scie chimiche già lasciavano!!!)

Bene, spero di avere soddisfatto gli scettici!..Mi sto convertendo alla ricerca "costruttiva" delle verità di cui sono depositari il sig. Straker e accoliti..Forse non avrò sufficienti basi cognitive per poter esserne degno, ma..Vi assicuro, amici, che da qualche sera io ed un amico Comandante di aeromobile MD-80 Alitalia..ci stiamo divertendo veramente un mondo!

raRyon ha detto...

[quote]
I pi√Ļ importanti sono i seguenti:
disturbi negli organi di senso e del sistema nervoso
- nevriti, nevralgie
- congiuntiviti, peggioramento della miopia
- otiti

cut

- nervosismo, problemi di volontà, sbalzi d'umore, mancanza di concentrazione.
[/quote]

Sull'Harrison 16 ed non c'√® nulla di tutto ci√≤... il silicio per lo pi√Ļ √® una polvere inerte e non √® assolutamente causa diretta o fattore di rischio primario delle suddette patolgie.
La silice cristallina è invece causa diretta di silicosi, patologia professionale, ma per esposizioni *massive e lunghe* come nel caso di chi lavora nelle cave o industrie estrattive.

Strano che nell'articolo non si dice che causti anche questo.

Anonimo ha detto...

>oppure tireranno fuori di nuovo la storia che la terra è piatta!
e il problema è ke ci sono pure i pirla ke ci credono...

veramente la terra è cava... e non piatta... fai una ricerca con google e giudica tu stesso...

Edoardo ha detto...

Sulla base di quanto ho letto, mi risulta che di fronte alle osservazioni riguardanti le condizioni ottimali per la formazione di scie persistenti, l'obiezione dei negazionisti alla "attivissimo" sia:"in realt√† le scie persistenti possono formarsi anche in atmosfera quasi secca"; in pi√Ļ, mi si √® detto:"le rilevazioni fatte alle diverse quote dalle sonde non sarebbero precisissime".

OK! allora, dato che si formano in "qualsiasi" condizione, queste scie persistenti dovrebbero essere presenti tutti i giorni sui nostri cieli.

Vi invito a verificare questo fatto, e se vedrete che in alcuni giorni non si vedono scie persistenti fate le vostre considerazioni...eventualmente chiamate l'aeroporto pi√Ļ vicino e sinceratevi che non sia chiuso!

Per quanto riguarda le testimonianze, fortunatamente conosco dei militari dell'aeronautica ed è proprio con loro che discuto dell'argomento ed è appunto da loro (uno di loro è un navigatore)e dall'osservazione delle foto satellitari (in particolare) e (per quanto possa servire), dall'analisi delle mappe delle aerovie italiane e americane, che si è originato questo loro (militare) commento:"stanno facendo qualche sperimentazione, è fin troppo evidente".

Sono certo che al comandante rayan air non sfuggirà il fatto che nel suo orizzonte visivo potrà osservare il passaggio di aerei che a quote simili lascino scie completamente diverse.
Se per lui questo è normale...è perchè tutto é OK! no?

AcarSterminator ha detto...

Al sig. S.T.
Comandante Boeing B737-800 Ryan Air.
Per correttezza La avviso che il suo intervento è stato riportato anche sul forum rai (Gaia) e commentato in modo non riguardoso; potrebbe essere preziosa la sua replica.
questo il link (pagina 72)
http://www.forum.rai.it/index.php?showtopic=131249&=f7&st=710
Grazie,
Michele.

Enrico ha detto...

Per piacere...

Andatevi a leggere il parassita che , cito testualmente, vi formatta il DNA con regolare foto delle sue ragnatele!!

http://www.forum.rai.it/index.php?act=ST&f=141&t=97790&st=3460#

La discussione costruttiva si fermó un centinaio di post addietro...

Ciao Enrico

Anonimo ha detto...

Enrico: citazione.

> il parassita che , cito testualmente, vi formatta il DNA <

Creando due partizioni?

fonta ha detto...

Cito una "risposta" che è comparsa sul forum di Gaia (RAI) e mi pare decisamente esplicativa della mentalità scientifica ed aperta dei nostri amici chimici.
Trasuda rispetto, argomentazioni e commenti intelligenti:

quoto gazal :

Il pilota trasmette la sana, nobile indignazione del buon padre di famiglia, vero?

Eppure, quando dice di essere stato militare e poi chiede se sappiamo CHI E' il pilota e COS'E' , sembra dare per scontato che sganciare bombe è un curriculum edificante.

Facendo due conti con le sue date, potrebbe benissimo essere stato un compagno di Cucciolone, grande benefattore di orfani iraqeni.
Forse è sincero affermando che NON esistono "regole segrete" per compiere atti criminali... per i piloti militari semplicemente perchè lui le conosce benissimo.
Mi auguro che la buona reputazione di cui gode la sua categoria, non sia certificata dalle medaglie conquistate carbonizzando qualcuno durante le frequenti missioni di "pace".

Vi dimostro adesso che l'anima al diavolo l'ha venduta comunque.

Il bario, quarzo e alluminio mica se li è inventati Edoardo: stanno sui documenti declassificati e nei brevetti usati per il controllo climatologico. Sono forse obsoleti e adesso si usa dell'altro?

Si smaschera clamorosamente quando afferma che le irrorazioni non trovano NESSUNA PROVA in NESSUN ambiente e/o studio aeroautico, sia militare che civile.
L'avesse scritto in minuscolo, si poteva pensare che fosse disposto ad ammettere che qualcosa magari gli era sfuggito - e tollerare meglio la sua sicumera - ma dato che URLA fandonie galattiche, l'ipocrisia risalta.

Eh si, caro integerrimo S.T., pare che ci sia qualcosa che ancora ti sfugge di mano, tuo malgrado - hai voluto strafare, sei finito sparandole grosse; troppa confidenza coi missili... ti sei tradito e ci hai pure addestrato alla verità.

E poi c'è un lapsus staordinario : chiami le nostre bufale "sacrosante" !

Va', anzi torna all'inferno.

Enrico ha detto...

Non ne sono sicuro...ma credo che sposti solo la cartella i386 da c:\Windows, che secondo i Sacri Scritti Marcianeschi "fa guadagnare alcune centinaia di Mb"...

Si cmq crea C:\ (contagio) e M:\ (Morgellons)....

C'è da dire che mia madre combatte ogni pulizia di primavera contro questi temibili parassiti della famiglia degli Aracnidi...e non indossa tute NBC...

Ave. Enrico

Anonimo ha detto...

Questo messaggio è diretto al webmaster del blog, ossia il Sig. Paolo Attivissimo, prego pertanto di astenersi ai non interpellati direttamente.


Mi presento, sono Davide Torta, ingegnere del Politecnico di Torino, suo (finora) assiduo lettore.


Mi stupisce grandemente, e Le chiedo lumi in merito a questa sua "crociata" che sta portando avanti verso queste presunte "scie chimiche"


Ora, essendo la mia natura molto curiosa sono andato a controllare la veridicità delle citazioni del Sig. "Anonimo" riguardo al suo "curriculum" lavorativo, e devo dire che ne sono rimasto SBALORDITO.


purtroppo si evince chiaramente che lei e' un Disc-Jockey di professione, e un "antibufala" di hobby, e mi ferisce, nonchè irrita e offenda decine, anzi centinaia di: Fisici, meterologi, ingegneri meccanici (come me), dichiarando sentenze basate sul nulla, ossia su quello che si legge sul web che chiunque può scrivere.


Ma Lei ha mai parlato anche solo una sola volta con queste persone di questo fenomeno? di certo lo spazio al dubbio viene lasciato, anche se per ovvi motivi non per vie ufficiali, e come si permette lei, che è un lavoratore delle discoteche a farsi portavoce, per giunta in toni talebani peggiori ancora di quelle dei sostenitori di questa "teoria"?


Il mio √® un appello, pi√Ļ che una considerazione, faccia il DJ e l'antibufala delle catene di Sant'Antonio, come ha sempre fatto, e si astenga dal dibattere fenomeni SCIENTIFICI altamente controversi come questo, perch√® potrebbe (ed e' quello che succede) sminuirsi, mettere in mostra lati del suo carattere da bulletto di periferia, e sopratutto, farsi magre figure al cospetto di chi, a differenza sua, di aria e di aerei se ne occupa di mestiere



Distinti Saluti


Massimo Ing. Torta

Anonimo ha detto...

Mi spiace contraddirti...caro "ING." Massimo Torta ma qui se c'è qualcuno che deve astenersi da un dibattito scientifico sei TU...

Laureati al Poli con questo nome non ce ne sono e mai ce ne sono stati...

http://didattica.polito.it/pls/portal30/sviluppo.ricerca_laureati2.form

o al Poli sbagliano...

Anonimo ha detto...

come sempre, parole che certa gente eviterebbe di ripetere a quattrocchi.. da me si chiamano "senzapalle"... per altri sono solo zecche.

comunque caro edoardo, ricorda al tuo amico navigatore militare che ti parla di esperimenti segreti (si presume coperti da segreto militare) che il cielo non è uno spazio vuoto, esistono correnti, temperature, umidità... magari non l'ha studiato visto che siede dietro.
Andrea

Paolo Attivissimo ha detto...

sono andato a controllare la veridicità delle citazioni del Sig. "Anonimo" riguardo al suo "curriculum" lavorativo, e devo dire che ne sono rimasto SBALORDITO.

purtroppo si evince chiaramente che lei e' un Disc-Jockey di professione, e un "antibufala" di hobby,


Caro ingegnere, ho l'impressione che lei abbia letto il CV di qualcun altro, o quello che gli sciachimisti scrivono su di me, invece di attingere direttamente al mio CV (disponibile in Rete). Sono un informatico da vent'anni, sono autore di libri d'informatica da dieci, giornalista professionista da sei: i miei trascorsi come DJ risalgono alla mia gioventu' (anni Ottanta). Soffermarsi unicamente su questo mio lavoro di gioventu' è come dire che il suo massimo titolo di studio è la prima elementare, perché è la scuola che frequentava vent'anni fa. Suvvia.

e mi ferisce, nonchè irrita e offenda decine, anzi centinaia di: Fisici, meterologi, ingegneri meccanici (come me), dichiarando sentenze basate sul nulla, ossia su quello che si legge sul web che chiunque può scrivere.

A dire il vero le fonti che ho citato non sono state scritte da "chiunque", ma da esperti di settore. Vorrei proprio conoscere queste centinaia di esperti offesi.

Ma Lei ha mai parlato anche solo una sola volta con queste persone di questo fenomeno?

Si', e anche troppo.

come si permette lei, che è un lavoratore delle discoteche a farsi portavoce, per giunta in toni talebani peggiori ancora di quelle dei sostenitori di questa "teoria"?

Io non mi permetto nulla. Faccio il mio lavoro di giornalista: indago, raccolgo le testimonianze e le pubblico in forma divulgativa.


magre figure al cospetto di chi, a differenza sua, di aria e di aerei se ne occupa di mestiere

Non temo magre figure, perché le conclusioni che riferisco (le scie chimiche sono una panzana) sono dichiarate proprio da chi di aria e di aerei si occupa per mestiere.

Anonimo ha detto...

Oppure sbagli tu a presentarti come Davide e firmarti come Massimo!!

la prossima volta copia i nomi dei laureati meglio!

Anonimo ha detto...

torta con mozzarella di bufala?! :lol:

Anonimo ha detto...

/quote/

Mi presento, sono Davide Torta, ingegnere del Politecnico di Torino, suo (finora) assiduo lettore.

Distinti Saluti
Massimo Ing. Torta

ahahah

Francesco Sblendorio ha detto...

Davide Torta o... Massimo "Ing" Torta?

o... Ingegner Cane?

Anonimo ha detto...

Caro davide torta (aka massimo torta)... ma non ti vergogni un pochino? che tristezza questi falsi commenti... ma di sicuro valido esempio di come portano avanti le proprie idee certi truffatori.

Andrea (adoratore di torte)

Tenebra ha detto...

Inge??? Ci sei?? o stai cercando un'altra identit√°??

Non cercare su Genova Ingegneria...

conosco bene anche lí...

Tuo Tenebra

Tenebra ha detto...

E continuo..

Potevi almeno scegliere uno di Aerospaziale...a cui attribuire le tue affermazioni...

Davide Ing. Torta è un Ing.MECCANICO laureato nel 2000, a cui porgo le mie scuse per averlo citato qui.

Tenebra

Piero ha detto...

quote
"al cospetto di chi, a differenza sua, di aria e di aerei se ne occupa di mestiere"
Appunto, lasciamo la parola a chi di aria (fritta) se ne intende.
E non si è nemmeno dato la pena di leggere gli altri interventi di Paolo nè quelli di persone competenti in materia...
Che pena...

Tenebra ha detto...

Omaggio a Paolo (nella marea di insulti un pó di buon umore non guasta..)

Ogni tanto scopro qualche anagramma divertente e illuminante:

Paolo Attivissimo
-simpatia svolto io
-lo so, voti simpatia

Scie Chimiche
-schemi ciechi
-cesi chimiche [C.E.S.I. è il Centro Elettrotecnico Sperimentale Italiano ... tutto torna!]

Tenebra

Fry Simpson ha detto...

Anonimo 13/2/07 10:01 scrisse:

«Enrico: citazione.

> il parassita che , cito testualmente, vi formatta il DNA <

Creando due partizioni?
»

Nooooo!!!! o_O

Per carità... non parlare di "partizioni" altrimenti qualcuno si imbufalisce!!!!

Casomai vi formatta il DNA adottando tecnologie esclusive uniche al mondo e tenute riservate per la tutela dei cromosomi, attraverso la riconfigurazione degl i organelli citoplasmatici... etc etc

XD

Fry Simpson ha detto...

Anonimo 13/2/07 10:29 scrisse:

«Mi presento, sono Davide Torta, ingegnere del Politecnico di Torino, suo (finora) assiduo lettore.

[snip]

Distinti Saluti


Massimo Ing. Torta
»

Ma non sai nemmeno come ti chiami???? -____-

E poi se uno ride si offendono...

---

P.S. Scusa se non mi sono "astenuto" ma questo è uno spazio pubblico se vuoi parlare privatamente con Paolo gli scrivi una mail privata.

Troppo comodo che tu ti permetti di criticarlo pubblicamente e poi ti aspetti che questo pubblico (a cui volutamente ti rivolgi, perché l'indirizzo mail di Paolo è pubblicato sul suo sito, e quindi se avessi veramente voluto rivolgerti solo a lui avresti usato una mail) si limiti a leggere le tue critiche e si astenga dal rispondere.

La regola generale di buona educazione (e buon senso) è: se non vuoi che la persona X risponda a un tuo messaggio, non scrivere tale messaggio in uno spazio aperto alla persona X.

Chi sei per prenderti il diritto di parola in pubblico e negare il pubblico diritto di replica?

Anonimo ha detto...

follia, follia pura. non ho altra spiegazione. se volete farvi delle grassissime risate (ma bisogna capire un po' di veneto) ascoltate ogni tanto radio gamma 5 (94.00 nella zona di padova e vicenza) dove già sanno tutto di tutto. se provate a fare un intervento telefonico mettendo solamente in dubbio le loro idee vo coprono di insulti!! ehehehe.
ciao paolo, sempre grande!
robinet

Fry Simpson ha detto...

«L'Harmonic Protector © agisce come uno "specchio energetico". Esso rinforza il campo energetico umano (aura), e aiuta a far fronte ai sovraccarichi energetici,»

Ma serve anche per trasformarsi in Super Saiyan di quarto livello? XD

Ho trovato: le scie chimiche sono in realtà la Nuvola Speedy!!!!

Fry Simpson ha detto...

Dalla pagina di Wikipedia su Fabio de Luigi linkata da Francesco Sblendorio:

«[...]e nelle successive stagioni di Mai dire Gol [...], si scopre che non √® nemmeno laureato e che in realt√†, Ingegnere √® il suo nome di battesimo

AHAHAHAHAHAHHA....
...ma allora è un vizio!!!! XD

ROTFL!

Massimo ha detto...

Ehm.. Sommessamente ribadisco: QUALCUNO HA GUARDATO I LINKS ALLE FOTO CHE HO INDICATO?.. Per i disattenti provo a ripeterli :

http://www.390th.org/museum/gallery/Vintage/B17-V1.htm
http://www.cloudnet.com/~jfb/b17gb.jpg
http://www.af.mil/shared/media/photodb/web/web_020903-F-9999b-006.jpg
http://www.af.mil/shared/media/photodb/photos/020905-o-9999g-003.jpg
http://www.nightsolo.net/fs1guide/FSVolitionBombs.bmp
http://www.christian-schmidt-fachbuchhandlung.de/images/1173%20german%20bombers%20of%20ww1.jpg
http://www.texstars.com/images/Gallery/US%20Bombers/b-24.jpg http://www.galik.com/stanleygalik1922/images/wwii/anzio01.jpg (bombers alleati sopra Anzio..primi avvelenamenti - notate il cielo già tutto lattiginoso?
http://www.purpleheartaustin.org/images/carmanB24a.jpg

Ma perchè nessuno scienziato così esperto in scie chimiche non risponde qualcosa di sensato ai miei amletici dubbi, alle mie ancestrali paure e alle PROVE LAMPANTI che il complotto esiste da almeno 50 anni???...
Abbiate pietà di un povero cittadino che vuole sapere!!!.. DITE QUALCOSA! (Almeno Lei, sig. Straker, che pare essere molto colto in materia..Mi illumina?)
Grazie dal profondo del cuore (l'intelligenza, per ora, lasciamola da parte) ;-)

squitto ha detto...

ragazzi, ho letto tutti i commenti (sto qua da due ore):
mi avete fatto morireeeeeee!!!!
ho le lacrime agli occhi, roba da farsi venire un ictus!
Oh, ma mica solo voi, eh, dovete spartirvi il merito con gli sparapalle, che anche quelli m'hanno fatto andare di traverso il panino (dal ridere).

Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e conoscenza?
Sèèèèèè, poro Dante.

Paolo continua così, sei un punto di riferimento importante.
(firmato: un'amica di Aribandus)

:))

Anonimo ha detto...

Et voilà.

Stamattina ho scoperto che i Marcianò sono due: Antonio (Zret) e Rosario (Straker), ed entrambi sono propagandisti.

Cosa sono... due partizioni del medesimo cervello?
Antonio tiene il sistema operativo e Rosario i dati?

E' questa la "tecnologia esclusiva unica al mondo e tenuta riservata"?...

:-))))

E rido... e rido ancora... e rido di nuovo...

Anonimo ha detto...

Tages era un extraterrestre?
di Antonio Marcianò


Con questo breve studio, intendo provare a dimostrare che dietro Tages, il mitico profeta che rivel√≤ agli Etruschi conoscenze relative al culto ed alla mantica, potrebbe nascondersi il ricordo di una creatura extraterrestre o, per lo meno, ibrida umano-aliena. Qualche studioso di paleoastronautica ha congetturato che profeti e fondatori di religioni che, con il loro insegnamento, impressero una svolta alla storia dell’umanit√†, furono visitatori di altri mondi: il caso estremo √® quello del filologo russo Zaitsev che ipotizz√≤, suscitando scalpore con un’idea dai pi√Ļ ritenuta sacrilega, un’origine aliena per Ges√Ļ.

«Meno recenti ‹Vecchi   201 – 400 di 1151   Nuovi› Pi√Ļ recenti»