Cerca nel blog

2009/02/27

Antibufala: urla dell’Inferno captate trivellando un pozzo siberiano

Ebbene sì, c'è gente (e non poca) che crede a queste cose, per cui vale comunque la pena sbufalarle, anche perché si impara molto sui meccanismi di propagazione di storie come quella che mi descrive un lettore:

qualche anno fa, sulla rivista Focus, lessi che in Siberia un gruppo di ricercatori, nel scavare una zona, hanno, oltre rilevato nel sottosuolo 1100 gradi circa, registrato delle urla... secondo alcuni, sarebbero le anime dannate che si trovano nell’Inferno, e che tali urla sono il dolore e la sofferenza patiti nell’altro mondo. Qualche giorno fa mi sono ricordato della cosa, e mi sono fatto un giro sul tubo (anche in altri siti, specialmente quelli cattolici, ne parlano) per sentire la registrazione... le dico che sono una persona facilmente impressionabile e che tale registrazione in seguito mi ha fatto passare alcune notti in bianco. Secondo lei è una delle tante leggende metropolitane oppure è vera?

Non ho conferme della citazione da parte della rivista Focus, ma Truthorfiction.com e Snopes.com hanno due indagini sulla vicenda che indicano che all'origine di tutto c'è una notizia vera. Attenzione: ho detto all'origine.

Nel 1984, la rivista Scientific American pubblicò infatti un articolo che descrisse una trivellazione sperimentale che veniva effettuata nella Penisola di Kola, in Russia, ed aveva raggiunto la ragguardevole profondità di 12 chilometri. A quella profondità i ricercatori avevano trovato rare formazioni rocciose, gas e acqua, e temperature fino a 180 gradi (non è chiaro se centigradi o Fahrenheit). Cosa ben diversa dai 1100 gradi descritti nella storia che circola in Rete, per esempio in inglese e in italiano, spesso accompagnata da una registrazione audio.

Come avrete probabilmente intuito, Scientific American non fece alcuna menzione di grida infernali. Anche senza andare a scomodare la prestigiosa rivista, basta un pizzico di buon senso per chiedersi come avrebbe mai fatto una trivellazione a captare dei rumori: avrebbero calato un microfono nel pozzo? Con una prolunga di una dozzina di chilometri? E a che pro i trivellatori avrebbero dovuto calare un microfono?

Il resto della vicenda è un deprimente corto circuito di notizie che nessuno si prende la briga di confermare. Ne parlò nel 1989 la rete televisiva cristiana californiana Trinity Broadcasting Network, dando come fonte della notizia un articolo nel giornale finlandese Ammennusatia, che raccoglieva le sconcertanti dichiarazioni di un certo dottor Azzacov, responsabile del progetto nella lontana Siberia.

La TBN aveva ricevuto l'articolo finlandese da un evangelista del Texas, R.W. Schambach, che lo aveva ricevuto a sua volta da una "rispettabile rivista scientifica" finlandese e da una lettera inviata da un norvegese, Age Rendalen, che ne aveva inviato copia anche direttamente alla TBN.

Ma Rendalen, raggiunto da Truthorfiction.com, confessò di essersi inventato tutto: la storia già circolava nei network religiosi americani e lui l'aveva abbellita, aggiungendo il dettaglio di un'enorme creatura dalle sembianze di pipistrello che sarebbe sbucata dal pozzo, per vedere se qualcuno l'avrebbe verificata. Allegò una copia di un articolo che disse provenire dal giornale più grande e rispettato della Norvegia, che parlava, secondo lui, della vicenda. In realtà era un articolo di un giornale locale che parlava di un ispettore edile.

Rendalen incluse anche il nome e il numero di telefono di un suo amico pastore californiano, che era a conoscenza della burla e aveva l'ordine di rivelare tutto qualora qualcuno lo avesse chiamato. Nessuno controllò, e la storia decollò con questo nuovo inquietante dettaglio.

Alcune riviste cristiane effettivamente sbufalarono la storia, ma il celeberrimo tabloid di notizie inventate Weekly World News la ripubblicò nel 1992, collocandola in Alaska, ridandole vita, e così il mito circola ancora vivacemente su Internet. L'immagine all'inizio di quest'articolo è pubblicata da molti siti sostenitori della leggenda ed è probabilmente tratta appunto dal Weekly World News, dato che la grafica dell'immagine è molto simile a quella adottata dal tabloid.

C'è di più. Una rivista molto autorevole nel suo campo, la Biblical Archaeology Review, ripubblicò la storia, ritenendo che fosse così assurda che i lettori l'avrebbero trovata divertente. Ma alcuni di loro la considerarono autentica e cominciarono a diffonderla accompagnata dalla “garanzia” della rivista. Un classico: c'è sempre qualcuno senza senso dell’umorismo e del ridicolo che fraintende qualsiasi parodia.

Non è finita: ad agosto del 1990, il gestore di Truthorfiction.com fu contattato da un pastore di una piccola chiesa di Flagstaff, in Arizona, che diceva di avere prove dell'autenticità della storia, nella persona di un fisico dell'MIT che gli aveva detto in privato di essere uno degli scienziati coinvolti nel progetto di trivellazione e che era in corso un tentativo di calare un microfono più resistente alle temperature, al quale il fisico avrebbe partecipato. Sei mesi più tardi emerse che l'uomo non era affatto un fisico, ma anzi se l'era svignata da Flagstaff con oltre 20.000 dollari che gli erano stati donati dai fedeli per finanziare la sua "spedizione".

E poi mi chiedono "ma che male fanno le bufale?".

224 commenti:

«Meno recenti   ‹Vecchi   201 – 224 di 224
Poorman ha detto...

Cos'è successo ai miei post di ieri? Si sono persi? O me l'hai cassati, Paolo? Lo trovo poco probabile conoscendoti, visto che non erano insulti, ma ... per caso ti sei stufato del thread OT ? Ok, lo so che è meglio tornare ad ammirare la bellezza dell'universo e a sbufalare le scie chimiche...

Poorman ha detto...

Ah, non mi ero accorto... lo stealth mode è SOLO su questo thread! Non è un po' esagerato? Se ti sei stufato, dì pure che la faccenda è chiusa (tutto era partito per dar modo a Emanuele di rispondere al flame di Replicante, ma la cosa al solito si è allargata) e torniamo su scie e lune.

P.S.: Per smistare gli OT, oltre ai blog da me sopra citati, dovresti aprire anche:
- un blog sulla censura negli anime
- un blog sulla crudeltà degli uomini nei confronti degli animali
- un blog sull'arte dell'uncinetto

Che c'entra l'unicinetto? Proprio niente, ma se dalle tette e dalle scie chimiche si genera un OT sulle religioni, e se dalla dipartita di Oreste Lionello si genera un OT sulla censura negli anime, scommetto che un giorno da un thread sull'11 setembre si arriverà ad un OT sull'arte dell'uncinetto! ;))))))

Oltretutto, se mi passi il paragone informatico, ho già un sistema operativo che funziona molto bene. Perché dovrei cercarne un altro? E perché proprio quello tuo invece di mille altri?

E' quello che dicevano molti utenti Windows. Poi arrivasti tu con il Verbo del Pinguino, e molti occhi si aprirono. Poi aggiungesti la Buona Novella della Mela, e vi fu grande giubilo. Insomma, sei un eccezionale profeta informatico! :-D

Paolo Attivissimo ha detto...

Ah, non mi ero accorto... lo stealth mode è SOLO su questo thread! Non è un po' esagerato? Se ti sei stufato

No, Poorman, scusami. E' che sono indaffaratissimo con mille altre cose e ho pochissimo tempo per rispondere.




P.S.: Per smistare gli OT, oltre ai blog da me sopra citati, dovresti aprire anche:
- un blog sulla censura negli anime
- un blog sulla crudeltà degli uomini nei confronti degli animali
- un blog sull'arte dell'uncinetto


Se tu trovi il modo di garantirmi la reincarnazione, lo faccio volentieri nella prossima vita.



E' quello che dicevano molti utenti Windows. Poi arrivasti tu con il Verbo del Pinguino, e molti occhi si aprirono. Poi aggiungesti la Buona Novella della Mela, e vi fu grande giubilo. Insomma, sei un eccezionale profeta informatico! :-D

Troppo buono :-)

In realtà molti utenti Windows erano scontenti, per questo l'avvento di Linux fu accolto con interesse.

Poorman ha detto...

E' che sono indaffaratissimo con mille altre cose e ho pochissimo tempo per rispondere.

Mi dispiace, non volevo rompere. Confido che appariranno prima o poi anche gli altri post desaparecidos.

Paolo Attivissimo ha detto...

Poorman,

i tuoi post erano in coda di moderazione. Ora sono online.

mogio ha detto...

@poorman

navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione

Non sottovalutare "da combattimento" :)

Ps.
Questo è proprio un thread strano, avevo scritto qui alcune cose "private" a Paolo perchè pensavo non lo leggesse più nessuno e invece scopro che è ancora affollato :)

Poorman ha detto...

Immaginavo. Grazie Paolo. Non che voglia a tutti i costi che i miei post siano online, ma Mgz mi aveva fatto un appunto e ci tenevo a chiarirmi.

Anzi, aggiungo: mi scuso per essere stato troppo drastico nella frase col grassetto. Sono stato troppo impulsivo, è un mio problema, vado sempre da un estremo all'altro. Non intendevo offendere la visione religiosa di nessuno, tantomeno Mgz. Col senno di poi avrei prefisso "IMHO" e non avrei usato il grassetto, anzi non avrei usato le parole "vaccata pazzesca", ma si sa, del senno di poi è lastricata la strada per l'inferno (che come sappiamo è in Siberia, e probabilmente gli "ospiti" di certi campi di prigionia sarebbero d'accordo). E le fosse son piene di buone intenzioni. O il contrario ;) Quindi scusami ancora Mgz.

Avrei anche altre cose da aggiungere - anche sulla digressione informatica ;) - ma con supremo sforzo di volontà mi autocensuro perché il thread è già abbastanza sbarellato e non voglio infierire. E penso che Paolo vorrebbe tornare ad occuparsi dei suoi soliti argomenti.

A meno che qualcuno non covi il segreto proposito di superare in numero di commenti il thread delle tette, in tal caso mi tolgo il bavaglio!

Poorman ha detto...

Giusto, da combattimento. Che magra.
Ma anche se Roy Batty avesse omesso "da combattimento" ("attack" ships), dubito che il pubblico si sarebbe immaginato navi cargo o passeggeri ;)

a_lounge_lizard ha detto...

@SirEdward


ho visto diverse persone abbandonare la propria fede (anche fote) a causa della sensazione di vergogna che hanno provato all'età di 20 anni per essersi accorti che alcune delle certezze incrollabili in cui avevano sempre professato di credere erano in realtà solo convenzioni umane elevate al rango di semi-dogmi. Si sono chiesti, come Paolo sottolinea, "se mi hanno ingannato una volta, quante volte ancora sono stato ingannato?",

e soprattutto: perche' mi hanno raccontato, proprio quando ero un bambino e influenzabile, tutte quelle idee senza fondamento, senza collegamento con la realta' in cui poi avrei vissuto di persona? E nelle quali ho creduto tanti anni pensando fossero "la Verita'", tanto da voler convincere pure gli altri? Forse che forse mi volevano gabbare finche' ero piccolo e scemo?

Poorman ha detto...

Se tu trovi il modo di garantirmi la reincarnazione, lo faccio volentieri nella prossima vita.

Se le religioni che credono nella reincarnazione non ti corrispondono, prova con la scienza: la clonazione! Ma attenzione: Michael Keaton pensava fosse una buona idea, poi ha scoperto insospettabili risvolti negativi! ;)

Replicante Cattivo ha detto...

Come ho già spiegato nell'altro post, ho evitato la discussione: non per paura di non riuscire ad argomentare, ma perchè anche nell'altro post non era mia intenzione far nascere questo tipo di discssione. Del resto non ci provo nemmeno a discutere con un credente (o magari con un credente-fai-da-te "credo solo in quello che mi fa comodo e tolgo tutto il resto") tentando di fargli cambiare idea.
Paolo, persona con una flemma e una dialettica che io invidio moltissimo, è "quasi" riuscito a mettere al muro un complottista convinto, avendo a sua disposizione argomentazioni scientifiche: in questo caso era evidente che l'unico modo di VV per controbattere alle sue affermazioni erano del tipo "non ti credo" oppure "tanto ho ragione io".
Ed è questa la cosa che volevo far notare nel mio commento incriminato: l'analogia di chi, messo davanti alle contraddizioni delle sue idee, insiste nel volerci credere, dicendo tutto e il contrario di tutto. E quando si tirano in ballo concetti metafisici e sovrannaturali, dire tutto e il contrario di tutto è molto più facile.

Questo volevo far notare, ma, come dice il famoso proverbio, io volevo indicare la luna, ma la gente si è messa a guardare il dito, dicendo che era sporco sotto le unghie o che io quel dito lo uso per grattarmi le orecchie.

Mi scuso con Paolo e i lettori per il trambusto provocato; ma almeno posso dire che la mia teoria di partenza è stata confermata (oltre ad più altre che non espongo per non alimentare ulteriori flame).


Detto questo vorrei riportare la notizia di oggi, che di sicuro farà discutere non poco.


http://it.notizie.yahoo.com/4/20090317/tts-oittp-pope-africa-aids-ca02f96.html

Papa Benedetto XVI, in volo per il suo primo viaggio in Africa da Pontefice, ha detto oggi che i preservativi non fermeranno il dilagare dell'Aids.
"Il problema non può essere superato con la distribuzione di preservativi. Questo aumenta solo il problema", ha detto il Papa, parlando ai giornalisti sul volo che lo condurrà in Camerun ed in Angola.


Auto-censuro le parole che vorrei dire ad alta voce, non tanto perchè offenderei una persona verso cui non nutro il minimo rispetto, ma per non offendere il proprietario e i lettori di questo blog, indipendentemente dalle loro idee in merito: parolacce e insulti sono sempre qualcosa che non fa piacere leggere e simbolo di maleducazione. Ma la maleducazione è comunque nulla in confronto al mancato rispetto della vita umana.
Di sicuro i preservativi non faranno sparire l'aids dal pianeta.
Ma io penso che anche solo una persona salvata dal contagio, sia una vittoria da festeggiare. E penso che TANTI contagi evitati siano comunque un grande trionfo. Oppure, siccome l'aids continua ad esistere, non ha senso aggrapparsi a quelle poche vite salvate? Allora tanto vale lasciare liberi i delinquenti, tanto anche se ne arresti 1000, ce ne saranno milioni in libertà. Ma che ragionamento è?

Poorman ha detto...

(o magari con un credente-fai-da-te "credo solo in quello che mi fa comodo e tolgo tutto il resto")

Per alcuni può essere solo una soluzione di comodo, per altri l'esito di un proprio percorso di ricerca interiore. Se tu hai diritto di non credere in Dio e criticare il Papa, io ho il diritto di credere in Dio e criticare ugualmente il Papa. Come ho il diritto, se mi va, di credere in Zeus e nell'Unicorno Fagiolivoro che ci Dona le Sante Scie. Come del resto un agnostico ha diritto a non essere chiamato paraculo. Ma adesso Mr.Fai-Da-Te vi saluta, sono in piena overdose da barista. Tornate pure a scannarvi tra atei e cattolici ultraintegralisti. Anzi, meglio: torniamo tutti ai consueti argomenti di questo blog! Che fa bene alla salute!

tentando di fargli cambiare idea.

C'è gente che ogni tanto cambia idea, si sa. Ma per quanto ne sappia io... non è mai successo nei commenti di un blog!!!! ;)))
Per questo certe discussioni dopo un po' sono inutili.

Poorman ha detto...

Anzi, perché non ci ho pensato prima? Potrei convertirmi al pastafarianesimo... La Comunione sarà di certo molto gustosa! ;)

Basta, ho capito, la pianto di tediarvi.

baldr12 ha detto...

Se nessuno creasse bufale (come questa nata in origine per divertimento alla fine), non avremmo mai motivo di dubitare della vericidità di una notizia.

Guido ha detto...

Non avete capito, quella che sentite e' la voce di Straker quando ha visto la bolletta della luce, con tutti i Gigabyte di watt che consuma...

Range ha detto...

Qui c'è l'articolo originale del Weekly World News:
https://books.google.it/books?id=dvQDAAAAMBAJ&pg=PA45&dq=weekly+world+news+scream+of+the+damned&hl=it&sa=X&ved=0ahUKEwjMuODJwILKAhWG1RQKHflwCk4Q6AEIHDAA#v=onepage&q&f=false

NHMJS ha detto...

La storia è senza dubbio una bufala. Ma, a prescindere, Focus è la rivista vicina al cicap, ente che affermò ( tramite Grossi se non ricordo male) che "...i crop circles sono formazioni geometriche create dai porcospini in amore che girano in cerchi". Più o meno fu questa la spiegazione fuffologica. Insomma, non siete molto credibili nemmeno voi.

Paolo Attivissimo ha detto...

Mario Palestro,

Focus è la rivista vicina al cicap

Forse in edicola. Per il resto, direi proprio di no.


, ente che affermò ( tramite Grossi se non ricordo male) che "...i crop circles sono formazioni geometriche create dai porcospini in amore che girano in cerchi"

Ricordi malissimo. Una ricerca in Google, prima di dire certe cose, sarebbe giovevole ed eviterebbe figuracce da pretenzioso.


. Più o meno fu questa la spiegazione fuffologica. Insomma, non siete molto credibili nemmeno voi.

Disse colui che non portava neppure un link a supporto delle proprie asserzioni e di certo sbagliava i nomi (l'esperto di cerchi nel grano del CICAP è Francesco Grassi, non Grossi).

Pulpito, predica, eccetera. Buona giornata.

gaetanofasulo ha detto...

Che l'inferno si trovi al centro della terra come affermano differenti fonti mi pare del tutto improbabile anche per il fatto che se l'inferno esiste è un luogo perenne mentre il nostro pianeta è predestinato a scomparire nei prossimi milioni di anni salvo imprevisti per cui dove finirebbe l'inferno se realmente fosse stato collocato al centro del nostro pianeta?

Guido ha detto...

dove finirebbe l'inferno se realmente fosse stato collocato al centro del nostro pianeta
ah il precariato!

puffolottiaccident ha detto...

Più che altro... cosa può inventarsi il diavolo, che non ci siam già fatti da soli ?

Rispetto a certe realtà che approssimativamente un quarto della razza umana deve affrontare quotidianamente, l'inferno dantesco è un centro vacanze.

Sciking ha detto...

Refuso d'epoca: "tuttoa qualora"

Paolo Attivissimo ha detto...

Sciking,

refuso d'epoca sistemato, grazie!

Unknown ha detto...

Io invece di un refuso segnalo che la temperatura di 180 gradi è in Celsius. Il pozzo in questione sarebbe quello descritto qui.
https://en.wikipedia.org/wiki/Kola_Superdeep_Borehole
Siccome sono antico mi ricordo pure dell'articolo su Le Scienze. Tutt'ora è il pozzo più profondo sebbene nei pressi ce ne sia uno bello profondo ma stavolta per produzione di idrocarburi.

«Meno recenti ‹Vecchi   201 – 224 di 224   Nuovi› Più recenti»