Cerca nel blog

2010/04/30

Jon Stewart striglia Apple

Apple, una volta eri tu la ribelle


Se la parodia di Steve Jobs e del suo iPac realizzata da Maurizio Crozza e Raul Cremona a Crozza Alive (La7) vi è sembrata caustica, aspettare di sentire cosa dice in America Jon Stewart, quello del popolarissimo Daily Show.

Il video è qui sul sito del Daily Show. È in gran parte intraducibile, ma il succo – distillato dalle battute fulminanti di Stewart – è questo: Apple si sta giocando rapidamente l'immagine di ribelle controcorrente e di azienda innovatrice che si era creata negli anni. Si sta inimicando i fan con la sua reazione alla vicenda del prototipo trafugato del prossimo iPhone (polizia che irrompe in casa del giornalista che ha pubblicato la notizia, funzionari di Apple che tentano di perquisire la casa della persona che ha "trovato" il telefonino) e con le sue recenti scelte di marketing: le batterie non rimovibili, la nuova gamma di portatili tecnicamente arretrati, la polemica su Flash con Adobe, la segretezza ossessiva, l'App store sempre più restrittivo e controllato.

Lascio la parola a Stewart, la cui protesta come fan della Mela è infinitamente più eloquente della mia: "Quella cattiva doveva essere Microsoft, ma adesso Apple sfonda le porte a Palo Alto mentre Bill Gates libera il mondo dalle zanzare".

265 commenti:

«Meno recenti   ‹Vecchi   201 – 265 di 265
Stupidocane ha detto...

SLIP!

(girando pagina con l'Ipad)

Nodens ha detto...

Turz ha commentato:

"L'utilizzo del verbo "convertire" abbinato a quale computer si usa è vagamente inquietante.
Immagino un futuro prossimo in cui ogni nazione avrà un Sistema Operativo di stato e sarà possibile donare l'8 x mille a Steve Jobs.

Già pronto il manifesto pubblicitario della campagna "dona anche tu l'otto per mille alla Apple: in omaggio una iCross per ascoltare tutti gli MP3 benedetti da Steve"."

O_o
Stupendo! Considerando che nel thread uno della "setta" ha anche iniziato ad usare il verbo "adorare" riferito al mac.

Il Lupo della Luna ha detto...

Tra l'altro nel 1984 la Apple pagò un certo Ridley Scott per girare uno spot in cui si riprendeva l'idea del "Grande Fratello" e veniva rappresentato il Mac come di rottura e di affermazione di libertà rispetto al "controllo totalitario".

Com'è che ora Apple è quella che vuole istituire un controllo strettissimo sulle applicazioni? Non so a voi, ma a me pare un controsenso.

Stupidocane ha detto...

Nel frattempo, in America...

http://tinyurl.com/32mh7ys

Gio ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Gio ha detto...

@Vanessaemarco

Spiegami pure.... :-)

Vanny e Marco ha detto...

Ma veramente pensate che chi usa mac è un deficiente? Siete così ottusi?

Vi piacerebbe in essere definiti i "Seguaci di Paolo Attivissimo"? E che ogni cosa che dite essere deriso e considerato alla stregua di un bamboccio che ripete solo quello che dice Paolo? Probabilmente è esattamente quello che appare ai complottisti...

Non credete che io possa preferire un sistema operativo che non richiede alcuna manutenzione, non tenda a rallentarsi sensibilmente con l'uso, non richieda alcuna scelta di antivirus e così via? Io grazie al cielo (un altro riferimento alla religione) posso permettermi di non usare Windows per lavoro e ne sono felicissimo e sì. se fossi costretto a farlo e a comprarmi una "workstation" non esiterei a comprarmi un mac e a installarci windows piuttosto che prendere un pc. Perché? Perché Windows funziona meglio su un mac. Tutto quanto riguarda internet, foto, video, mail, programmini vari li userei su mac e Windows solo per l'eventuale programma. Senza necessità di antivirus e manutenzioni varie. Daltronde se windows lo fai funzionare con 2-3 programmi e non lo colleghi ad internet (aparte per i continui aggiornamenti) pare funzioni senza bisogno di essere informatici.

Anonimo ha detto...

Problemi con prodotti Apple? A parte quelli HW evidenziati in qualche post sopra che +o- sono stati risolti, uno che rimane a distanza di anni su un prodotto di punta come l'Phone è...

Anonimo ha detto...

Problemi con i prodotti Apple? Io ne ho uno che pare non importi molto a nessuno. iPhone: se hai un numero salvato in rubrica tipo 349xxxxx, puoi chiamare senza problemi, però se lo stesso numero ti chiama, e ha il prefisso internazionale, l'iPhone non è in grado di collegare il numero chiamante con quello salvato in rubrica. Disgraziatamente non riesce neanche a capire che + o 00 si equivalgono. Tutti i cellulari da poche decine di euro lo fanno ma non l'iPhone.

Vanny e Marco ha detto...

Era un problema della prima versione del software, attualmente non mi si presenta più...

O non mi ha chiamato nessuno in quelle condizioni... boh...

Stupidocane ha detto...

@Vanessaemarco

Deficienti?

Non mi pare che nessuno abbia dato del deficiente a qualcun altro. Curioso però che, nonostante nessuno l'abbia detto, sia proprio l'utente Mac ad avere la sensazione di essere trattato come un deficiente.

Ottusi?

L'Attivissimo essere è un utente Mac da quando è sbarcato sul nostro pianeta. E come lui molti altri. Ma un conto è parlare di una macchina ed un SO con prestazioni superiori, un altro è prendere per oro colato qualsiasi diavoleria esca da Cupertino. Qui si parla di iPad, delle sue mancanze (più o meno gravi) e della sua (al momento) scarsa utilità. Si parla di un'azienda che costringe gli sviluppatori a dover sottostare al proprio benestare (per la quale sembra si stia studiando un'azione dell'antitrust americano), di un'azienda che costringe i suoi utenti consumer a dover aspettare la nuova "mirabolante" release di iPhone per aver la facoltà di poter riconoscere i numeri chiamanti in entrata (pensarci prima, no?) e cose così.

Scelte commerciali, più o meno opinabili. Ed è appunto ciò che si sta facendo qua. Si esprimono opinioni.

Il Lupo della Luna ha detto...

@stupidocane: sul sentirsi idioti l'unico appiglio è un mio post che dice:

"Che piaccia o no il posizionamento di mercato di Apple è quello di chi non bada a spese per comprare cose che gli piacciono. Poi è ovvio che dopo che hai speso tutti quei soldi, qualsiasi difetto abbia il tuo acquisto lo giustifichi, è una questione psicologica su cui il marketing ha sempre puntato. E' brutto rendersi conto di essere così pilotati nelle proprie scelte, ma purtroppo è così."

Che si può riassumere in: "la pubblicità ti fa sembrare indispensabile delle cose inutili".

^^

Vanny e Marco ha detto...

Deficienti?
Non mi pare che nessuno abbia dato del deficiente a qualcun altro. Curioso però che, nonostante nessuno l'abbia detto, sia proprio l'utente Mac ad avere la sensazione di essere trattato come un deficiente.

-Ripeto, se tu venissi trattato da persona che non ragiona con la propria testa come ti sentiresti?

Ottusi?

L'Attivissimo essere è un utente Mac da quando è sbarcato sul nostro pianeta. E come lui molti altri. Ma un conto è parlare di una macchina ed un SO con prestazioni superiori, un altro è prendere per oro colato qualsiasi diavoleria esca da Cupertino.

-E chi l'avrebbe fatto?

Qui si parla di iPad, delle sue mancanze (più o meno gravi) e della sua (al momento) scarsa utilità.
-Io trovo più inutile un netbook. Stai generalizzando o guardi solo e unicamente le tue esigenze. Paolo almeno ha detto che "PER LUI" non è un prodotto utile. Io l'ho provato e lo trovo utile. Per leggere, giocare, navigare e connettermi con gli altri.

Si parla di un'azienda che costringe gli sviluppatori a dover sottostare al proprio benestare (per la quale sembra si stia studiando un'azione dell'antitrust americano)

-E' un rischio che si prende Apple perdendo sicuramente molti sviluppatori. Ma probabilmente andrà a vantaggio della qualità del software. Bisogna guardare entrambi i lati della medaglia. Se una stessa applicazione la trovo sull'iphone da 500 euro e su un android da 200 nessuno prenderà l'iPhone. Se nell'iPhone invece la stessa applicazione sfrutta delle nuove "features" uniche nel prodotto o comunque ha performances nettamente superiori beh... è un valore aggiunto che Apple non vuole perdere. Meglio o peggio PER ME? Mah forse meglio.

di un'azienda che costringe i suoi utenti consumer a dover aspettare la nuova "mirabolante" release di iPhone per aver la facoltà di poter riconoscere i numeri chiamanti in entrata (pensarci prima, no?) e cose così.

-Ripeto, non mi risulta sia un reale problema esistente. Ameno a me non succede. Trovatemi una discussione sull'argomento, io non l'ho mica trovata. Android è perfetto? BB è perfetto? Non mi risulta.

Scelte commerciali, più o meno opinabili. Ed è appunto ciò che si sta facendo qua. Si esprimono opinioni.

-Le opinioni sono benvenute, se ben argomentate e soprattutto se "personali". Il dire "voi utenti siete solo dei lobotomizzati dal marketing non è un'opinione, è un'offesa personale.

Nodens ha detto...

Quando si sente che la Apple fa sempre prodotti superiori alla concorrenza sotto tutti i punti di vista e che, si che un Mac abbia un difetto è concepibile in teoria ma in pratica essi ne sono esenti, allora ai "non credenti" si comincia a far paura.
Se si scoprisse che alcuni utenti di questo thread sono prezzolati da apple riacquisirei un po' di fiducia nell'umanità.
In effetti Steve jobs è cosi fico che riesce a sfuggire ad un paradosso che dava non pochi grattacapi ai teologhi medioevali. Il dio di San Tommaso aveva problemi a creare un masso così grande da non poterlo sollevare, Jobs invece è in grado di creare app scadenti, semplicemente non lo fa.
A quando l'ora di SO religion?

Gio ha detto...

@Vanessaemarco
"Vi piacerebbe in essere definiti i "Seguaci di Paolo Attivissimo"? E che ogni cosa che dite essere deriso e considerato alla stregua di un bamboccio che ripete solo quello che dice Paolo? Probabilmente è esattamente quello che appare ai complottisti..."
Ahahahahahah il farei parte del popolo di attivissimo? no guarda si vede che non hai letto i miei post precedenti....al massimo sono contro l'arroganza di credersi sempre nel giusto

"se fossi costretto a farlo e a comprarmi una "workstation" non esiterei a comprarmi un mac e a installarci windows piuttosto che prendere un pc. Perché? Perché Windows funziona meglio su un mac. Tutto quanto riguarda internet, foto, video, mail, programmini vari li userei su mac e Windows solo per l'eventuale programma. Senza necessità di antivirus e manutenzioni varie. Daltronde se windows lo fai funzionare con 2-3 programmi e non lo colleghi ad internet (aparte per i continui aggiornamenti) pare funzioni senza bisogno di essere informatici."

Il fatto stesso che tu dici che se sei costretto a comprarti una workstation punteresti a un mac (che non ha workstation tranne il macpro desk con alcune lacune che ti costringono a spendere altri soldi) fa capire che quello che ho detto sull'ignoranza a livello tecnologico esiste in italia.

Mettere inoltre windows su una macchina mac perchè va piu veloce è una cavolata, perchè è dimostrato da bench che non è vero tutto ciò....altra dimostrazione di ignoranza informatica.

Che sia ottimo il mac per fare le cose comuni è verissimo, io però parlavo di scegliere in base all'uso di programmi non per chi deve andare solo su internet.

Windows non si aggiorna tranne i soliti defender, MSE (se istallato)e qualche aggiornamento di stabilità una volta ogni tanto da Vista...cioè oltre 3 anni fà, ma te continui a ripetere le 4 cose che ti hanno insegnato a "scuola di mac" questa è l'ennesima dimostrazione di quanto si conosca poco il mondo pc.

Quindi NO non mi hai convinto a passare a mac per usarlo con windows sotto (ho un mac con mac osx e una works. con windows...ad ognuno il suo)....mi spiace ma continuare a scrivere che un mac è buono a prescindere non migliorerà la situazione che per alcuni software e certe scelte mac è ancora indietro.

Vanny e Marco ha detto...

Ahahahahahah il farei parte del popolo di attivissimo? no guarda si vede che non hai letto i miei post precedenti....al massimo sono contro l'arroganza di credersi sempre nel giusto
-Ho detto appunto la frase usando il condizionale. Rileggila magari riesci a capire che non era diretta a un caso specifico, quindi neanche il tuo. Se non ci arrivi rileggila di nuovo.

Mettere inoltre windows su una macchina mac perchè va piu veloce è una cavolata, perchè è dimostrato da bench che non è vero tutto ciò....altra dimostrazione di ignoranza informatica.

-Non ho mica detto "va più veloce". Ho detto "funziona meglio". Ha hardware molto testato e, come ho detto, se viene utilizzato solo per alcune applicazioni e non per tutto funziona meglio. Dimostrami il contrario.

Che sia ottimo il mac per fare le cose comuni è verissimo, io però parlavo di scegliere in base all'uso di programmi non per chi deve andare solo su internet.
-Ho già detto che il mac non è la risposta a tutto. Non lo consiglio ai videogiocatori accaniti o a chi richiede precisi usi specifici in ambito professionale (gestione di macchinari o cose del genere)
Secondo me (rileggilo tre volte prima di rispondere questo "secondo me") risulta comunque migliore per chi ne fa un uso generale che non richieda precise richieste hardware. Se vuoi prenderti comunque un PC moti darò mai del decerebrato. Non fare lo stesso se compro un mac.

Windows non si aggiorna tranne i soliti defender, MSE (se istallato)e qualche aggiornamento di stabilità una volta ogni tanto da Vista...cioè oltre 3 anni fà, ma te continui a ripetere le 4 cose che ti hanno insegnato a "scuola di mac" questa è l'ennesima dimostrazione di quanto si conosca poco il mondo pc.

-Io ripeto le tre cose che mi ripetono anche chi usa computer recenti. Un pc richiede comunque attenzione e manutenzione. Un mac di base no.

Quindi NO non mi hai convinto a passare a mac per usarlo con windows sotto (ho un mac con mac osx e una works. con windows...ad ognuno il suo)....mi spiace ma continuare a scrivere che un mac è buono a prescindere non migliorerà la situazione che per alcuni software e certe scelte mac è ancora indietro.

-Non ho mai avuto intenzione di farti passare a mac. Non sono un "evangelizzatore" visto che pensate io sia un "discepolo" di una "setta". Voglio difendere le "mie" posizioni di felice utente di un prodotto che conosco e che credo funzioni bene.
E per la centesima volta voglio che rispettiate le mie idee che siano in linea o no con quello che dice Steve.

Stupidocane ha detto...

Santo Stefano del Lavori, ora pro nobis...

Gio ha detto...

@vanessamarco
-Ho detto appunto la frase usando il condizionale. Rileggila magari riesci a capire che non era diretta a un caso specifico, quindi neanche il tuo. Se non ci arrivi rileggila di nuovo.

L'ho letta e ho capito che ce l'avevi con tutti quelli che non la pensano come te su apple e Ms che postano sul blog....magari rileggi tu prima di postare ;-)

-Non ho mica detto "va più veloce". Ho detto "funziona meglio". Ha hardware molto testato e, come ho detto, se viene utilizzato solo per alcune applicazioni e non per tutto funziona meglio. Dimostrami il contrario.

Ma non è assolutamente vero, per dimostrarti il contrario cerca con goolge ci sono bench di Vista e seven messi su macbookpro 15" paragnati a pc DELL o sony (con istallazione exnovo)....cerca e leggi.Se invece fai discorsi tra mac e pc da supermercato con crapware allora è diverso, perchè uno ha l'istallazione pulita di windows e l'altro no.
L'hw interno è lo stesso tra mac e pc fascia alta dell\alienware.

Ho già detto che il mac non è la risposta a tutto. Non lo consiglio ai videogiocatori accaniti o a chi richiede precisi usi specifici in ambito professionale (gestione di macchinari o cose del genere)
Secondo me (rileggilo tre volte prima di rispondere questo "secondo me") risulta comunque migliore per chi ne fa un uso generale che non richieda precise richieste hardware. Se vuoi prenderti comunque un PC moti darò mai del decerebrato. Non fare lo stesso se compro un mac.

tu prima hai detto altre cose con riferimenti a works. e altro, rileggi anche qui e fai meno battutine ;-)
Per il discorso del decerebrato io non te ne ho mai dato....ho detto che c'è ignoranza informatica e tu confermi il mio pensiero, per quello che hai scritto anche qui.

-Io ripeto le tre cose che mi ripetono anche chi usa computer recenti. Un pc richiede comunque attenzione e manutenzione. Un mac di base no.

E non è vero....semplicemente perchè se non ti metti a scaricare di tutto e di più istallando l'inverosimle senza antivirus da Vista il poi le cose sono cambiate, ovvio che se si è rimasti a xp o non hai un antivir le cose cambiano.

-Non ho mai avuto intenzione di farti passare a mac. Non sono un "evangelizzatore" visto che pensate io sia un "discepolo" di una "setta". Voglio difendere le "mie" posizioni di felice utente di un prodotto che conosco e che credo funzioni bene.
E per la centesima volta voglio che rispettiate le mie idee che siano in linea o no con quello che dice Steve.

il fatto è che una persona normale non dovrebbe difendere un bel nulla...dovrebbe accettare le critiche come i complimenti e analizzare il motivo per cui te le fanno, invece ultimamente i nuovi fruitori di mac si sentono minacciati e vittime e la cosa fa ridere,....

Anonimo ha detto...

@ VanessaeMarco: in effetti ho il primo iPhone EDGE, ma con l'ultima versione del SW. NOn è che ti va ti sperimentare con il tuo magari modificando un numero nella tua rubrica?

marco ha detto...

Sono tornato a curiosare e vedo che la discussione non ha fatto il minimo progresso. Se qualcuno compra Apple, da queste parti riceve solo insulti e sfottò. Non male per un blog frequentato da gente che sembrava aperta, talvolta colta e preparata, antidogmatica e propensa al confronto. Con tutta evidenza, avevo capito male.

Se uno apprezza uno o più prodotti Apple si sente dire che si è bevuto il cervello, è un povero fesso che si è fatto fregare dalla pubblicità, un autentico ignorante (informatico ...).
Il massimo poi lo raggiungono quelli che, dopo aver scritto post da autentica crociata contro i mac user, accusano questi ultimi di aver innalzato a religione una semplice preferenza commerciale. Post livorosi, talvolta francamente poco educati, violentemente denigratori delle scelte altrui solo perché non condivise: complimenti, soprattutto per lo stile ed il rispetto delle opinioni...

Non vi piacciono i prodotti Apple: magnifico, qual è il problema? Non comprateli.

Quale parola non capite in:

"Uso uno o più prodotti Apple, fanno in modo semplice ciò che mi serve, non mi danno problemi, hanno evidentemente dei difetti (come qualsiasi prodotto, peraltro), ma nel complesso nell'utilizzarli mi trovo bene"?

Io non mi sognerei mai di insultare qualcuno solo perché usa pc Windows, se gli vanno bene, buon per lui. Qui posta gente che ti dà dell'esibizionista o peggio se ti macchi della grave colpa di trovare comodo un IPhone!

Un post su due tratta gli utenti Apple come appartenenti ad una setta di invasati (ma che film avete visto?) o poveri dementi schiavizzati da quelli di Cupertino.

Intanto oggi il pc che uso al lavoro mi ha proposto 3 o 4 volte di "segnalare il problema a Microsoft" ... senz'altro per colpa della pubblicità che mi ha ridotto ad un povero cerebroleso.
O forse vuoi vedere che è stato il santino di Steve che tengo sulla scrivania? :)

Il Lupo della Luna ha detto...

@marco: molti utenti Apple fanno del proprio meglio per essere trattati "da invasati".

O meglio, appaiono come dei quindicenni innamorati della ragazzina che li tratta male e che se la prendono quando gli altri glielo fanno notare.

Tutto ha pregi e difetti, riconoscerli (soprattutto i difetti) è segno di apertura mentale. Ritenerli invece "utili" è segno dell'atteggiamento opposto.

La pubblicità è fatta per convincere le persone. Se le persone si "fanno convincere" non è perchè siano sceme o cosa, ma perchè la pubblicità funziona ed è ben fatta. Quello che francamente mi pare esagerato è arrivare a livelli da ultrà di calcio... Apple fa tutto bene gli altri fanno tutti schifo è esattamente questo tipo di atteggiamento.

Andate a fare un pò un giro su wayback machine a guardare le pagine di Apple.com quando i G5 erano PowerPC, con i benchmark in cui gli intel xeon erano anni luce indietro prestazionalmente. E poi andate a guardare le stesse pagine la settimana dopo, quando i G5 divennero MacPro con... CPU Intel Xeon. Stranamente erano diventati "i computer più veloci del mondo". E non può essere questione di ottimizzazione del software perchè in questo caso in Apple avrebbero dei geni della lampada e non dei programmatori.

Mi scuso con Paolo che ci ospita per i miei prolissi offtopic -_-

pgc ha detto...

Mi ha sempre (= da almeno 15 anni) lasciato perplesso l'idea che Apple sia il buono e Microsoft il cattivo. Microsoft ha di fatto rilasciato copie "copiabili" del suo OS per decenni, la piattaforma h/w di IBM, poi diventata di fatto quella su cui giravano gli O/S di Microsoft, e' aperta e conosciuta, il che ha favorito una pesante concorrenza. I prezzi sono piu' bassi senza che ci sia questo abisso incolmabile tra i due (adesso possiedo un mac e un dell). Entrambi ovviamente hanno strategie di marketing aggressive. Ma non molto piu' aggressive di quelle della Fiat, della Del Monte o della Corus.

Non sto dicendo che Microsoft sia migliore di Apple. Sono discussioni di cui me ne frega poco. Dico solo che 1) da un punto di vista etico vedo Apple messa molto peggio di Microsoft. 2) mi sorprende che ci sia ancora gente che invece identifica il buono con Apple e il cattivo con il secondo.

Gio ha detto...

@marco

"Sono tornato a curiosare e vedo che la discussione non ha fatto il minimo progresso. Se qualcuno compra Apple, da queste parti riceve solo insulti e sfottò. Non male per un blog frequentato da gente che sembrava aperta, talvolta colta e preparata, antidogmatica e propensa al confronto. Con tutta evidenza, avevo capito male. "

Su questo ti do ragione, non c'è molta differenza tra fan di diversi schieramenti....sta all'intelligenza di ognuno mandarli a cagare quando esagerano con perculate gratuite e mollare, o rispondere a chi è interessato a discutere.

"Se uno apprezza uno o più prodotti Apple si sente dire che si è bevuto il cervello, è un povero fesso che si è fatto fregare dalla pubblicità, un autentico ignorante (informatico ...). "

Visto che sono io che ho dato dell'ignorante ti rispondo in merito:
Dire che su un mac funziona meglio Vista o windows in generale perchè l'hw è molto testato come se un asus, un sony vaio o un Dell non lo siano beh è una cosa da ignoranti, così come il fatto dei continui aggiornamenti o il discorso workstation.
Mi dispiace ma non è questione di comprare o meno ma di sentirsi meno degli eletti solo perchè fare l'alternativo è diventato radical chic.

Gio ha detto...

@mousse

Tutto quello che la mia casa preferita non fa non serve, solo quando lo farà servirà...un detto che si puo usare per chiunque adori un prodotto.

Il Lupo della Luna ha detto...

@gio: certamente si, è un discorso generale, on vale solo per Apple.

marco ha detto...

Gio
"Mi dispiace ma non è questione di comprare o meno ma di sentirsi meno degli eletti solo perchè fare l'alternativo è diventato radical chic."

Ti ringrazio perché forse hai centrato il punto che cerco di far capire. Prendo in prestito la tua frase perché, anche se educata, rappresenta bene un chiodo fisso che tutti i detrattori di Mac (ma soprattutto detrattori degli acquirenti di Mac) continuano a ripetere ossessivamente nei vari post.

Io sono - anche - un utente Apple. Ma
non mi sento un eletto, non me la tiro, non faccio il tifo per nessuna azienda in particolare, non venero alcun industriale italiano o statunitense, non penso che Mac, IPhone etc. siano privi di difetti, me ne frego della pubblicità, credo che i prodotti di Jobs siano troppo cari sul versante delle funzioni (ma relativamente corretti circa qualità costruttiva, semplicità e durata dei prodotti).

Mi spiego? Se nella tua esperienza hai conosciuto Mac user "perché fa tendenza" mi sta bene, ma non per questa ragione tu (e gli altri in questo blog) puoi permetterti di attribuire al mio comportamento motivazioni diverse da quelle che ho ripetuto ormai molte volte.

In sostanza chi usa Apple è accusato di essere un pollo che acquista per "apparire", e che ad acquisto avvenuto deve per forza difendere la sua scelta. Bene, io uso ANCHE Apple, ma questo non mi impedisce di vederne i difetti (come non mi nasconde quelli di Micrososft, delle distribuzioni Linux so troppo poco).
Non accetto acriticamente qualsiasi prodotto Apple e non credo che possedere un aggeggio tecnologico - di qualsiasi marca - possa in alcun modo cambiare il mio status.
Ma è così difficile da capire? In ogni caso consiglio a tutti di non ragionare per categorie (tutti i clienti Apple sono modaioli, o peggio, è un'idea fissa: gli altri utenti Mac che conosco non si sentono parte di nessuna elite, semplicemente erano stufi delle bizze di Windows o avevano bisogno di un Mac per certi programmi professionali).

Io non ho mai pensato che chi compra Microsoft e pc come Dell o Hp sia "manovrato": è troppo chiedere altrettanto?

Detto ciò, sono un utilizzatore, non un tecnico. Se mi dite che da un punto di vista tecnologico un samsung, per dire, è meglio di un Iphone o Windows 7 è superiore a OSX sarà così. Ma non tiriamo in ballo "i radical chic": ma da dove vi vengono certe uscite?

In un tuo post hai scritto
"il fatto è che una persona normale non dovrebbe difendere un bel nulla...dovrebbe accettare le critiche come i complimenti e analizzare il motivo per cui te le fanno, invece ultimamente i nuovi fruitori di mac si sentono minacciati e vittime e la cosa fa ridere".

Beh, insomma, trovo molto normale che ci si difenda se si è presi a pesci in faccia in decine di post, mi resta più incomprensibile cosa ci sia di ridicolo... se VanessaeMarco ti sembra fissato nel difendere la propria scelta a me sembra che ci sia una ancora maggiore ossessione nell'attaccare.

Un po' come tifare contro una squadra, invece di sostenere la propria, se mi passi il paragone calcistico.

Lo so, mi sono dilungato troppo, chiedo scusa

marco ha detto...

Mousse
"Quello che francamente mi pare esagerato è arrivare a livelli da ultrà di calcio..."

Pienamente d'accordo ... però adesso prova a rileggere i vari post: da che parte stanno gli ultrà?

"Apple fa tutto bene gli altri fanno tutti schifo è esattamente questo tipo di atteggiamento."

Scusa, per l'ultima volta: mi dici, almeno nell'ambito di questa discussione, chi ha mai sostenuto una sciocchezza simile?

Questo per chiarezza, nessuna polemica, sia chiaro

Ciao

Gio ha detto...

@Marco
"Mi spiego? Se nella tua esperienza hai conosciuto Mac user "perché fa tendenza" mi sta bene, ma non per questa ragione tu (e gli altri in questo blog) puoi permetterti di attribuire al mio comportamento motivazioni diverse da quelle che ho ripetuto ormai molte volte. "

Io non attribuisco nulla a nessuno, io dico semplicemente che scrivere che windows funziona meglio su hw mac o che una workstation è meglio con il mac perchè qualcuno l'ha sentito su un forum dimostra solo ignoranza e quello io ho detto. Punto
Io per lavoro uso solaris e windows e a casa un mac e windows a seconda di quello che mi serve, ognuno a pro e contro, ma dire come dice Vanessaemarco che è sempre meglio il mac\apple e che io come altri qui non dovrebbero sparlare o dire cose contrarie fa solo sorridere, perchè lei difende il prodotto a prescindere in modo acritico.

"Ma è così difficile da capire? In ogni caso consiglio a tutti di non ragionare per categorie (tutti i clienti Apple sono modaioli, o peggio, è un'idea fissa: gli altri utenti Mac che conosco non si sentono parte di nessuna elite, semplicemente erano stufi delle bizze di Windows o avevano bisogno di un Mac per certi programmi professionali).

Io non ho mai pensato che chi compra Microsoft e pc come Dell o Hp sia "manovrato": è troppo chiedere altrettanto? "

Chiedere cosa? scusa ma mi sa che non è chiaro una cosa, non si critica chi compra apple con cognizione(paolo è un utilizzatore di apple all'ennesima potenza) si critica chi compra apple credendosi superiore agli altri andando su blog, forum e altro come ragazzini esaltati senza capire cosa ha di buono o cosa no la apple, se tu non sei e non fai parte di quella categoria non devi sentirti preso in causa perchè le critiche non sono rivolte a te, almeno da parte mia.
Che poi su questo blog ci sono molti utenti saccenti e cafoni, non è a me che devi dirlo visto che ci ho litigato proprio per questo motivo sia in questa notizia che in altre....mi infastidiscono i fanatici di qualsiasi fazione e sponda essi siano, per chiarire.

"Detto ciò, sono un utilizzatore, non un tecnico. Se mi dite che da un punto di vista tecnologico un samsung, per dire, è meglio di un Iphone o Windows 7 è superiore a OSX sarà così. Ma non tiriamo in ballo "i radical chic": ma da dove vi vengono certe uscite? "

Da dove mi vengono? leggendo i commenti di chi pensa che windows su un macbook va meglio, senza capire di che parla e solo perchè l'ha letto su un forum....è una moda ultimamente dire che flash è merda, non serve, windows è cacca e si aggiorna sempre e tante altre cavolate, perchè fa figo dirlo.

"Beh, insomma, trovo molto normale che ci si difenda se si è presi a pesci in faccia in decine di post, mi resta più incomprensibile cosa ci sia di ridicolo... se VanessaeMarco ti sembra fissato nel difendere la propria scelta a me sembra che ci sia una ancora maggiore ossessione nell'attaccare.

Un po' come tifare contro una squadra, invece di sostenere la propria, se mi passi il paragone calcistico."

Io CONTESTO che si parli DI COSE CHE NON SI CONOSCONO solo per difendere il proprio prodotto...solo per sentito dire e blabla, come purtoppo sempre piu spesso accade, il resto non mi interessa. :-)

Vanny e Marco ha detto...

Io sono convinto che se usato correttamente Windows funzioni meglio su un mac che su un pc.

Non è ignoranza informatica, è un'affermazione vera e reale. E logica.

Ripeto. NON HO DETTO che va più veloce. Ho detto "funziona meglio".

Ovvero. Se prendi un PC. E lo usi MENO. E solo per alcune applicazioni. Generalmente funziona MEGLIO. Specialmente se non gli installi porcate e non lo fai navigare in internet. Soprattutto necessita meno manutenzione.

Non è "ignoranza informatica. E' una palese verità. Dimostrami il contrario. Prendi un pc e usalo per tutto. Prendi un mac e usa windows solo per un paio di applicazioni ogni tanto e non lo colleghi ad internet/mail. Dopo un anno, quale funzionerà meglio? Non quale fa benchmark migliori, ma quale sarà più reattivo? E avrà necessità di meno interventi? Meno DLL. Un registro di sistema più pulito. Disco meno frammentato.
Dal mio punto di vista, se mi dici che "funziona meglio un pc" sei tu l'ignorante informatico.

Non dico che un mac sia perfetto. Non l'ho mai affermato e mai lo affermerò.
I mac gli iphone, gli iPad, gli iPod, Steve, Io e anche il mio cane abbiamo tutti dei difetti e sono pronto a discuterli.
Avrò i miei punti di vista. Avrai i tuoi.

Ma non fare l'eletto come se di informatica ci capissi solo tu.

Il Lupo della Luna ha detto...

Vanessaemarco: noto con piacere che continui a modificare la tua precedente affermazione su windows su mac. Tra un pò probabilmente dirai che si avvia più velocamente e basta. :) Anche perchè se io uso driver generici e non ottimizzati a parità di configurazione non potrò ottenere un funzionamento ottimale. I produttori di hardware, quando forniscono i driver, fanno un grosso lavoro di ottimizzazione (che è esattamente quello che fa Apple per i "driver" di OSX).

Ad ogni modo, spiegami come quantifichi "funziona meglio", dato che il discorso "se lo usi meno" è arrampicarsi sui vetri. Come dire, Tra due auto uguali, una tenuta in box e usata una volta alla settimana per fare 10 km, l'altra usata tutti i giorni per farne 100, quale sarà quella che dura di più?

Questa non è effettivamente ignoranza, è arrampicarsi sui vetri... con scarso successo.

Gio ha detto...

@VanessaeM

"Io sono convinto che se usato correttamente Windows funzioni meglio su un mac che su un pc.

Non è ignoranza informatica, è un'affermazione vera e reale. E logica.

Ripeto. NON HO DETTO che va più veloce. Ho detto "funziona meglio"."

Nessuna logica quella tua, semplicemente convinzione...la logica è quella basata su dei benchmark che tu continui a ignorare....non posso farci nulla, resta convinta di cose senza senso, problemi tuoi :-)

"Ovvero. Se prendi un PC. E lo usi MENO. E solo per alcune applicazioni. Generalmente funziona MEGLIO. Specialmente se non gli installi porcate e non lo fai navigare in internet. Soprattutto necessita meno manutenzione."

Ma te l'ho detto anche io che se non metti monnezza e togli il crapware dal pc windows va una scheggia, cioè se analizzi windows come OS uscito da Ms e non dalle case che ci istallano l'impossibile sopra per vendere prodotti e robaccia varia con demo e altro...beh almeno su una cosa siamo d'accordo :-D

"Non è "ignoranza informatica. E' una palese verità. Dimostrami il contrario. "

Ma quale palese verità...sei tu che devi postare qualche link a dimostrazione del fatto che su mac windows va meglio, non io...sei tu che dice che è palese la cosa :-)

"Prendi un pc e usalo per tutto. Prendi un mac e usa windows solo per un paio di applicazioni ogni tanto e non lo colleghi ad internet/mail. Dopo un anno, quale funzionerà meglio? Non quale fa benchmark migliori, ma quale sarà più reattivo? E avrà necessità di meno interventi? Meno DLL. Un registro di sistema più pulito. Disco meno frammentato.
Dal mio punto di vista, se mi dici che "funziona meglio un pc" sei tu l'ignorante informatico."

A parte che quello che hai scritto è in contraddizione con quello che dicevi prima....poi mi piacerebbe capire perchè un windows su mac va usato con poche app e su un dell per esempio con tutto, mi piacerebbe capire il discors bench e raettività e mi piacerebbe capire come fai a scrivere certe minchiate come "Meno DLL. Un registro di sistema più pulito. Disco meno frammentato." quando sai benissimo che se si parla di OSX allora non hai ne registri ne frammentazione mentre se si parla di windows non è che se lo metti su hw apple allora il registro si incasina meno, non si deframmenta o non si hanno dll....perchè è ovvio che se uso poche app e meno zozzerie che sia DELL o APPLE non cambia nulla, essendo l'hw interno lo stesso, quindi il punto è chi lo usa e come lo usa.
Quindi seriamente di cosa parli?

"Non dico che un mac sia perfetto. Non l'ho mai affermato e mai lo affermerò.
I mac gli iphone, gli iPad, gli iPod, Steve, Io e anche il mio cane abbiamo tutti dei difetti e sono pronto a discuterli.
Avrò i miei punti di vista. Avrai i tuoi."

I punti di vista non c'entrano un cacchio, qui si parla di dati....non di fantasticherie assortite e spiacente dirtelo, quel discorso su windows meglio su mac è una di quelle.
Come quella che dice che un mac non si impalla mai, non si riavvia mai, va meglio a prescindere.

"Ma non fare l'eletto come se di informatica ci capissi solo tu."
Sicuramente ne capisco piu di te, e siccome siamo in tre a parlare qui direi che c'è poco da discutere ;-)

Unknown ha detto...

@ Mousse

"La pubblicità è fatta per convincere le persone. Se le persone si "fanno convincere" non è perchè siano sceme o cosa, ma perchè la pubblicità funziona ed è ben fatta. Quello che francamente mi pare esagerato è arrivare a livelli da ultrà di calcio... Apple fa tutto bene gli altri fanno tutti schifo è esattamente questo tipo di atteggiamento."


Mousse, hai rotto le palle con 'sta storia della pubblicità.

IO non ho comprato Apple né la consiglio ad altri per via della pubblicità.

Per favore, piantala di venire qui con l'aria "io sono un pubblicitario e la so lunga, quindi vi dico come stanno le cose". Ok, abbiamo capito, sei un pubblicitario. Gran sballo. Cerca di capire che non sono tutti cerebrolesi.

Gio ha detto...

@Mousse

Il fatto sai qual'è? che purtoppo in rete si trovano review di si siti che prendono in esame un Acer con crapware vs un macbook con windows pulito e dicono "ehi anche se di poco in alcuni cose va meglio, in altre va uguale, in altre ancora è inferiore, considerando tutto è meglio il mac" e ovviamente i mac user si fidano...

Se invece le persone andassero su siti specializzati troverebbero che le differenze non ci sono perchè quei siti piallano l'hdd dell'acer, istallano exnovo windows e da li partono con i bench, ovviamente usando bootcamp devono mettere per forza windows pulito su un mac quindi considerando i crapware è ovvio che parte in svantaggio l'acer....,a non è colpa di windows o di acer che usa prodotti scadenti, ma dei sw aggiunti che su un mac non ci sono, ma sono cose da cercare, e non tutti lo fanno.

Io cmq la chiudo qui, tanto alla fine non credo si cambierà mai idea...:-)

Paolo Attivissimo ha detto...

EmanueleMontatore,

Mousse, hai rotto le palle con 'sta storia della pubblicità.

Complimenti per la finezza e la profondità della tua prosa.

Darsi una regolata proprio no?

Unknown ha detto...

@ Paolo

"Complimenti per la finezza e la profondità della tua prosa.

Darsi una regolata proprio no?"

Scusa Paolo, so che il linguaggio che ho usato non era dei migliori, ma era l'espressione più diretta che ho trovato per rendere l'idea (senza voler insultare)... più che altro, al di là del discorso Apple, semplicemente trovo fastidioso che dal post 71 mousse continui a dire che gli utenti Apple comprano i prodotti perchè intontiti dalla pubblicità.

Se tu comprassi una tazza da caffè che ti piace particolarmente e uno continuasse a dirti "no, ma l'hai presa perchè hai visto la pubblicità" a un certo punto non ti verrebbe da dirgli "oh, ma hai rotto le p..", con un'espressione quantomai diretta e percepibile?

D'altronde anche Dante ha detto "del cul fece trombetta".

Anonimo ha detto...

Per EmanueleMontatore

D'altronde anche Dante ha detto "del cul fece trombetta".

Dante Alighieri è stato uno dei primi nel suo tempo a servirsi del volgare.

Unknown ha detto...

@ Accademia

"Dante Alighieri è stato uno dei primi nel suo tempo a servirsi del volgare."

Credo che con questo gioco di parole tu intenda che io mi sto servendo di un linguaggio volgare. Ok, mi scuso, però ho già spiegato a Paolo che il mio linguaggio scurrile era semplicemente per dire a mousse di piantarla con le sue illazioni pubblicitarie con una frase un pò diretta al posto del solito "mousse, dal mio punto di vista modestissimo la pubblicità non è la chiave di lettura del successo Apple in quanto oltre al fatto che di spot se ne vedono pochi (io ne ho visti pochi, almeno) e perchè molti comprano apple perchè contenti". Dato che l'ho già ripetuto varie volte, mi è sembrato opportuno dire a Mousse che questa sua affermazione è stata portata avanti un pò troppo tempo.

E in ogni caso, visto che ho letto commenti in cui ci si dà degli ignoranti, dei saccenti, dei ragazzini viziati, dei cerebrolesi, degli adepti di Jobs, dei macachi, ecc ecc direi che richiamarmi per un "hai rotto le p..." mi sembra un pò ipocrita. Preferisco uno che mi dice "hai rotto le p..." piuttosto che uno che continua a insinuare che non so quello che compro.

Thanks.

Il Lupo della Luna ha detto...

@un pò tutti: io faccio il pubblicitario ma mi occupo di noiosissimi elettrodomestici, ovvero il campo in cui l'immagine conte più della sostanza, dato che tutti i forni fanno la stessa cosa.

la maggior parte delle scelte d'acquisto che uno fa sono date da come VEDE un prodotto più che da come il prodotto è effettivamente.

Poi se uno si informa in modo obiettivo magari cambia direzione rispetto a quella che aveva pensato inizialmente, ma questo non è così scontato.

Esempio scemo: spremiagrumi in acciaio, 5 euro. Spreme perfettamente le arance. Spremiagrumi disegnato da Philip Stark, sempre acciaio, design figoso, 45 euro. Fa la stessa identica cosa. Chi compra il secondo, molto probabilmente lo fa perchè ha bisogno di spremere le arance ma vuole qualcosa che gli dia una immagine ricercata e di cultore del design.. In questo caso non si tratta di pubblicità in senso "banale" di spot, ma di immagine di un prodotto, creata attraverso che so, pubbliredazionali su riviste di settore, presenza in negozi particolari o semplicemente per il nome di un designer famoso, cameo del mio prodotto in film o cose del genere, o anche il più semplice passaparola.

Volete ignorare l'esistenza di tutti questi parametri nella scelta di un prodotto? Va bene, ignoriamoli: ma a questo punto dovremmo iniziare ad analizzare obiettivamente le cose in termini di funzionalità e non di "immagine". Cosa che parlando di Apple, pochi fanno. Nella stragrande maggioranza dei casi limitandosi a ripetere a pappagallo nozioni ormai non più (e forse mai state) valide, sulla base di "Apple è il bene".

Personalmente a me piacciono molto i prodotti Sony. L'ultimo Vaio che ho però ha una scocca piuttosto "dellicata" al tatto: riconosco la cosa come difetto (quello precedente non era assolutamente così), non giustifico la scelta di Sony dicendo "ah beh ma l'han fatto perchè così dissipa meglio il calore" e cerco di dimostrare a tutti i costi che sia una scelta migliore di altre in assoluto.

Portare il discorso sul tecnico è perfettamente inutile quando le risposte sono del tipo "se uso poco qualcosa e tanto qualcosa d'altro, la cosa usata poco si deteriora di meno", oppure "va comunque meglio ma non più veloce".

Senza dimenticare che non è solo Apple a fare politiche commerciali piuttosto criticabili: anche Microsoft ci mette del suo, ad esempio su win 7 starter edition non puoi nemmeno cambiare il wallpaper del desktop, e le differenze di prezzo delle varie edizioni non sono assolutamente giustificate in base alle funzioni aggiuntive. E sono tutte cose assolutamente incomprensibili. Ma adesso non si parla di Microsoft.

Mi sembra il thread sulla biowashball con quelli che dicevano "PER ME funziona QUINDI funziona anche se i test dicono il contrario!".

Unknown ha detto...

@ Mousse

"la maggior parte delle scelte d'acquisto che uno fa sono date da come VEDE un prodotto più che da come il prodotto è effettivamente."

Vero. Ma la fidelizzazione che tu dici si ottiene con prodotti validi. Io posso anche comprare un articolo che a prima vista mi sembra fighissimo, ma se poi usandolo mi rendo conto che è una ciofeca non lo pubblicizzerò ai miei amici nè comprerò articoli della stessa marca.

"Volete ignorare l'esistenza di tutti questi parametri nella scelta di un prodotto? Va bene, ignoriamoli: ma a questo punto dovremmo iniziare ad analizzare obiettivamente le cose in termini di funzionalità e non di "immagine". Cosa che parlando di Apple, pochi fanno. Nella stragrande maggioranza dei casi limitandosi a ripetere a pappagallo nozioni ormai non più (e forse mai state) valide, sulla base di "Apple è il bene"."

Ecco quello che mi infastidisce: che secondo te, la stragrande maggioranza degli utenti Apple sono cerebrolesi. Ti ripeto per l'ennesima volta: PER ME, passare ad Apple è stata una scelta che rifarei mille volte. Riconososco i suoi difetti più di altri. Ti copioincollo il mio post n° 123, che nessuno ha preso in considerazione visto che era preferibile andare avanti con il concetto di "fanboy cerebroleso":

"Ve li dò io dei difetti Apple: nei nuovi laptop hanno tolto la firewire 400 (aaaaargh), tolto l'express card e tolto (nel MBP da 13') l'ingresso e l'uscita audio lasciandone solo uno che fa da in e da out (così chi vuole registrare e collegare il mac allo stereo s'impippa). E queste, per un pubblico di professionisti/creativi, è un aborto.

Perchè

Niente FW 400 > niente capture da telecamera DV.
Niente ExpressCard > niente Hard disk eSata e niente Interfacce video Pro.
Niente Audio in e audio Out > ti serve una scheda audio.

Certo, tutto questo ha soluzione. Però per questo io passerò ai nuovi MBP quando il mio laptop early 2008 si sarà fuso."

Mi sembra che l'analisi in termini di funzionalità ci sia tutta.

"Portare il discorso sul tecnico è perfettamente inutile quando le risposte sono del tipo "se uso poco qualcosa e tanto qualcosa d'altro, la cosa usata poco si deteriora di meno", oppure "va comunque meglio ma non più veloce"."

Su questo tu e Gio avete pienamente ragione. Ovvio che se io prendo un PC, lo accendo, gioco a solitario e poi lo accendo una volta al mese andrà 10 volte più veloce del mio mac con 200 applicazioni. Così il contrario, ovviamente... un mac appena uscito dalla scatola è una scheggia, se lo usi massicciamente comunque noti la differenza. Premettendo che, per mia esperienza d'uso, mi è capitato di scoprire che il mio macbook aveva 36 KB (36 KB) liberi su HD nel momento in cui non mi permetteva di salvare un file di testo. E tendo a precisare che avevo 10 programmi aperti e non ho notato rallentamenti di grande entità. Per me, questo è un esempio di "sistema operativo snello e performante".

Unknown ha detto...

"Senza dimenticare che non è solo Apple a fare politiche commerciali piuttosto criticabili: anche Microsoft ci mette del suo, ad esempio su win 7 starter edition non puoi nemmeno cambiare il wallpaper del desktop, e le differenze di prezzo delle varie edizioni non sono assolutamente giustificate in base alle funzioni aggiuntive. E sono tutte cose assolutamente incomprensibili. Ma adesso non si parla di Microsoft."

Giusto. Così come moltissime aziende. Però noto come ultimamente stia diventando un pò troppo di moda criticare la Apple per scelte commerciali.

"Mi sembra il thread sulla biowashball con quelli che dicevano "PER ME funziona QUINDI funziona anche se i test dicono il contrario!"."

Bè, è vero. Chiunque mi può dire "no, ma i benchmark dicono che mac os non è più veloce di Windows", ma se IO quando uso un mac percepisco una fluidità e una velocità maggiore di quando uso un PC (e ne ho usati e ne uso ancora tanti) me ne frego dei test. Come quelli che dicono "Chrome non è più veloce di Explorer, lo dicono i test". Ok, però IO noto che Chrome è più veloce. Sarà una mia sensazione, mi sbaglierò, però vado avanti a pensarla così perchè nel momento in cui sono sul computer non mi interessano i test.

Il Lupo della Luna ha detto...

@EmanueleMontatore: quella del computer che si pianta se hai il disco pieno è un pò una leggenda urbana, sto tuttora usando un vecchio laptop (ancora con XP) con venticinque mega di spazio sul disco di avvio.
Certo, non posso più intallarci niente ma non vedo il problema.

Quanto al fatto dell'"utente cerebroleso", io la chiamo "coda di paglia" infatti non ho mai scritto niente del genere. Cioè, se pensi che "comprare qualcosa perchè per una serie di ragioni più o meno solide lo percepisci migliore" è essere cerebrolesi, allora l'ho scritto. :)

Sul discorso delle prestazioni, mi spiace dover dissentire. Ok dire "secondo la mia esperienza" ma non puoi pretendere di usare la tua esperienza come metro generale di valutazione delle prestazioni. L'esperienza non è confrontabile se non supportata da numeri.

Esempio prolisso:
Il Mac che uso non è nuovissimo, un G5 PPC a 1.8 ghz e 3 GB di RAM, con una scheda video ATI e OSX 10.4.9. Mi pare paragonabile (anche come età) al core duo a 1.8 ghz e 3 GB di RAM, nvidia 8600GS e Windows 7 che sto usando adesso.
Ebbene sul Mac e sul PC uso gli stessi programmi grafici i tempi di caricamento e di ridisegno sono NETAMENTE inferiori (percepibili nell'ordine dei secondi) sul PC.
Fosse solo con programmi grafici darei la colpa alla scheda grafica più nuova del PC, ma perfino firefox: carico la pagina del blog di Paolo in 10 secondi, mentre il Mac ce ne mette minimo il doppio.

Non è sede, ma potrei elencare una lunga serie di difetti di entrambi.

Unknown ha detto...

@ Mousse:

" quella del computer che si pianta se hai il disco pieno è un pò una leggenda urbana, sto tuttora usando un vecchio laptop (ancora con XP) con venticinque mega di spazio sul disco di avvio.
Certo, non posso più intallarci niente ma non vedo il problema."

Una leggenda urbana? mah, questo è tutto da verificare.

"Quanto al fatto dell'"utente cerebroleso", io la chiamo "coda di paglia" infatti non ho mai scritto niente del genere. Cioè, se pensi che "comprare qualcosa perchè per una serie di ragioni più o meno solide lo percepisci migliore" è essere cerebrolesi, allora l'ho scritto. :)"

TU hai scritto:

"Cosa che parlando di Apple, pochi fanno. Nella stragrande maggioranza dei casi limitandosi a ripetere a pappagallo nozioni ormai non più (e forse mai state) valide, sulla base di "Apple è il bene"."

Secondo la mia percezione, questa è un'immagine negativa che dai degli utenti Apple. Non hai detto proprio "cerebroleso" ma l'idea è quella.

"Sul discorso delle prestazioni, mi spiace dover dissentire. Ok dire "secondo la mia esperienza" ma non puoi pretendere di usare la tua esperienza come metro generale di valutazione delle prestazioni. L'esperienza non è confrontabile se non supportata da numeri."

sì ma i computer li devi usare mica supportarli con i numeri. Anche Berlusconi dice che le tasse sono diminuite ma io ho meno $ nel portafogli: com'è?

"Esempio prolisso:
Il Mac che uso non è nuovissimo, un G5 PPC a 1.8 ghz e 3 GB di RAM, con una scheda video ATI e OSX 10.4.9. Mi pare paragonabile (anche come età) al core duo a 1.8 ghz e 3 GB di RAM, nvidia 8600GS e Windows 7 che sto usando adesso.
Ebbene sul Mac e sul PC uso gli stessi programmi grafici i tempi di caricamento e di ridisegno sono NETAMENTE inferiori (percepibili nell'ordine dei secondi) sul PC.
Fosse solo con programmi grafici darei la colpa alla scheda grafica più nuova del PC, ma perfino firefox: carico la pagina del blog di Paolo in 10 secondi, mentre il Mac ce ne mette minimo il doppio."

10 secondi?????????? minchia alla faccia delle prestazioni.

asp, ora provo...


... ecco provato: 5,4 secondi.

Cmq magari per te l'esperienza d'uso è differente, però io da quando uso Mac i PC mi sembrano melassa. Ed è una sensazione condivisa anche da molti miei amici e collaboratori che hanno fatto il passaggio. Poi, tutti sono liberi di usare quello che vogliono e preferire quello che vogliono, però da qui a dire

"Che piaccia o no il posizionamento di mercato di Apple è quello di chi non bada a spese per comprare cose che gli piacciono. Poi è ovvio che dopo che hai speso tutti quei soldi, qualsiasi difetto abbia il tuo acquisto lo giustifichi, è una questione psicologica su cui il marketing ha sempre puntato. E' brutto rendersi conto di essere così pilotati nelle proprie scelte, ma purtroppo è così."

ce ne passa.

Il Lupo della Luna ha detto...

Il discorso è sterile, ma posso comunque elencare diverse carateristiche dei prodotti Apple che vengono additate come difetti di un prodotto non Apple, ad esempio la necessità di un adattatore per collegare i monitor sui portatili più piccoli, l'impossibilità di disattivare il touchpad quando digiti, lo schermo "glare"..

E io non so che PC tu abbia provato, ma per quanto possa valere l'esperienza, i tre che ho qui sono più reattivi del Mac che ho in ufficio.

Sulle scelte guidate... quella di spendere il 25% in più: Alla fine col PC e col Mac ci fai le STESSE COSE. E, giusto per essere onesti, leviamo anche la minore necessità di antivirus e programmi aggiuntivi, diciamo un 5%, aggiungiamo l'impossibilià di giocare che lo controbilancia, e via che il mac costa il 20% in più di un equivalente PC. Non so voi, ma continuo a non vederla esattamente una scelta "vincente". Soprattutto oggi come oggi che l'hardware è molto molto simile.

Ma questa cosa l'ho già scritta almeno cinque volte, mi pare inutile andare avanti. Tanto, come disse Clint Eastwood "le opinioni sono come le pa**e, ognuno ha le proprie".

Vanny e Marco ha detto...

Vediamo se questa volta riesce a capire. Non mi sembra difficile.

I BENCHMARK mi dicono QUANTO VA VELOCE/E' PERFORMANTE un prodotto.

Un PC, a parità di prezzo, in genere è più performante di un mac. Anche di molto.

L'ho già detto e lo ripeto.

MA IO NON STO PARLANDO DI BENCHMARK/VELOCITA'

Sto parlando dell'esperienza d'uso, della rapidità di gestire le applicazioni con meno problematiche/interruzioni possibili. Senza preoccuparsi di far funzionare il sistema operativo.

Ora puoi rileggere i miei post e magari capire una buona volta quello che sto dicendo.

"Sicuramente ne capisco piu di te, e siccome siamo in tre a parlare qui direi che c'è poco da discutere ;-)"
Sbagliavo... è dell'italiano che ci capisci poco visto tutte le volte che devo ripeterti le cose ;)

Il Lupo della Luna ha detto...

Vanessaemarco: questo scambio di post sta diventando vagamente ridicolo, anche perchè il virgolettato non è un mio post.

L'unica cosa, attenzione a non scivolare mentre ti arrampichi sugli specchi: prima parli di velocità, poi dici che il sistema operativo va comunque meglio, poi mi dici che si, windows va meglio ma solo se lo usi con poche applicazioni e non lo colleghi a internet, e concludi che conta di più avere meno "interruzioni problematiche".

Mah...

Vanny e Marco ha detto...

"Vanessaemarco: questo scambio di post sta diventando vagamente ridicolo, anche perchè il virgolettato non è un mio post."

Scusa mi riferivo ai commenti di "Gio" mi sono dimenticato la dedica :)

Vanny e Marco ha detto...

"
Sulle scelte guidate... quella di spendere il 25% in più: Alla fine col PC e col Mac ci fai le STESSE COSE. E, giusto per essere onesti, leviamo anche la minore necessità di antivirus e programmi aggiuntivi, diciamo un 5%, aggiungiamo l'impossibilià di giocare che lo controbilancia, e via che il mac costa il 20% in più di un equivalente PC. Non so voi, ma continuo a non vederla esattamente una scelta "vincente". Soprattutto oggi come oggi che l'hardware è molto molto simile."

E allora mi spieghi come mai il 90% (anche se per MIA esperienza il 100%) delle persone che passano a mac non tornano più indietro?

Ah... la pubblicità :)
Oppure i calcoli non centrano nulla...

Vanny e Marco ha detto...

"Cmq magari per te l'esperienza d'uso è differente, però io da quando uso Mac i PC mi sembrano melassa. Ed è una sensazione condivisa anche da molti miei amici e collaboratori che hanno fatto il passaggio. Poi, tutti sono liberi di usare quello che vogliono e preferire quello che vogliono, però da qui a dire "

Confermo. Windows sembra "castrante" per le prestazioni di un pc. Specialmente nel tempo.

Ma dev'essere la pubblicità.

Eppure col mio mac con 2 giga di ram, dopo un anno e 7 mesi in cui non ho pensato ad antivirus, a deframmentazioni, a registri di sistema, a reinstallazioni, a rallentamenti. Ho aperte una dozzina di applicazioni senza problema alcuno.
Non so come fate a misurare l'apertura di questo blog ma a me risulta in meno di 3 secondi. (forse click to flash aiuta per evitare qualche banner pubblicitario).

E' il secondo mac che uso nella mia vita. E il prossimo, se la situazione è questa, sicuramente sarà un mac.

Unknown ha detto...

@ Mousse

"Sulle scelte guidate... quella di spendere il 25% in più: Alla fine col PC e col Mac ci fai le STESSE COSE. E, giusto per essere onesti, leviamo anche la minore necessità di antivirus e programmi aggiuntivi, diciamo un 5%, aggiungiamo l'impossibilià di giocare che lo controbilancia, e via che il mac costa il 20% in più di un equivalente PC. Non so voi, ma continuo a non vederla esattamente una scelta "vincente". Soprattutto oggi come oggi che l'hardware è molto molto simile."

Minchia, sempre la storia che "i Mac costano di più".... basta, grazie. Puoi dire quello che vuoi, però parlando ad esempio dei portatili c'è una miriade di dettagli che giustifica il prezzo. Poi per te può non essere una scelta "vincente", ma ti ripeto che dopo un sacco di PC che ho usato per me la scelta è stata più che vincente.

"Ma questa cosa l'ho già scritta almeno cinque volte, mi pare inutile andare avanti. Tanto, come disse Clint Eastwood "le opinioni sono come le pa**e, ognuno ha le proprie"."

Lo so che l'hai scritta almeno 5 volte, infatti è una delle solite critiche e luoghi comuni attorno al mac. Comunque il buon clint ha ragione: inutile andare avanti, tanto non sarà certo una discussione in un blog a farti cambiare idea.



































Sarà il prossimo virus! :-)

Il Lupo della Luna ha detto...

Non tornano indietro per lo stesso motivo per cui gli studi grafici continuano a usare Mac e perchè c'è ancora gente che chiede di avere XP installato: retrocompatiblità e abitudine.

Esiste un meccanismo psicologico ben noto che possiamo chiamare "resistenza al cambiamento" che ci fa percepire come "pericoloso" (non mi viene un termine migliore) qualsiasi cambiamento dello status quo.

Poi per le aziende il discorso è ancora diverso e non è questa la sede data la lunghezza.

I Mac costano di più. Punto. Potete dire tutto quel che volete ma costano di più. E mi pare d'aver scritto "a parità di caratteristiche". Basta fare un paio di confronti su Froogle.

Gio ha detto...

@Vanessa

"Confermo. Windows sembra "castrante" per le prestazioni di un pc. Specialmente nel tempo.

Ma dev'essere la pubblicità.

Eppure col mio mac con 2 giga di ram, dopo un anno e 7 mesi in cui non ho pensato ad antivirus, a deframmentazioni, a registri di sistema, a reinstallazioni, a rallentamenti. Ho aperte una dozzina di applicazioni senza problema alcuno.
Non so come fate a misurare l'apertura di questo blog ma a me risulta in meno di 3 secondi. (forse click to flash aiuta per evitare qualche banner pubblicitario)."

Da Windows Vista e poi 7 dei problemi che hai detto tu su windows (installato exnovo e senza crapware ovviamente) neanche l'ombra....e sono passati 4 anni.
E' tempo di aggiornarsi che ne dici? :-)

Gio ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Vanny e Marco ha detto...

@Mousse
Dire "i mac costano di più" non ha senso. Ho visto pc costare 4-5000 euro. QUINDI costano di più i pc.

Il discorso è che Apple fa pochi modelli e li fa solo di fascia medio-alta.

Nella stessa fascia di prezzo, a parità di tecnologie e prestazioni simili, la differenza è minore.

@Gio
"Detto ciò ti ripeto che un pc\mac va comprato in base all'uso..."

e su questo sono d'accordo

" ed oggi rispetto a xp con vista prima e seven poi le cose in casa windows sono cambiate anche in facilità d'uso e altro...."
-Ci mancherebbe che peggiorassero

"ma andrebbero provati e usati con programmi di lavoro e non tutti i giorni per vedere i pro e i contro dei due OS, cosa che mi sa tu non farai mai."
-Questo è vero. Ma tu mi hai confermato che già dall'acquisto NON è la stessa cosa. Devi riformattare e reinstallare. Devi scegliere e configurare un antivirus. Devi organizzare e gestire la manutenzione...

Io ripeto, non ho detto che un mac è meglio a priori. MA rimane più semplice e funziona meglio senza bisogno di manutenzione.

Unknown ha detto...

@ Gio

Da quando si parla di Mac vs PC la frase è sempre la stessa:

"No, ma siete rimasti ai tempi di windows 95, ora con il 98 è diverso."

"No, ma siete rimasti a Windows Millenium che faceva cagare, ora con XP è diverso."

"No, ma siete rimasti a XP, ora con vista non ci sono più problemi".

"No, ma siete rimasti a XP, vista faceva cagare, sì, ma ora con Win 7 ho dimenticato tutti i problemi".

Queste frasi io le ho SEMPRE sentite.

Il Lupo della Luna ha detto...

Infatti io ho scritto TRE volte "a parità di configurazione". Certamente ci sono macchine Windows di fascia alta che costano più di un Macpro, penso ad esempio ai server con Windows Server però hanno caratteristiche superiori, e il costo della licenza dell'OS.

Quando ho comprato il pc che ho ora, un mac mini paragonabile (anzi peggiore, avendo la vecchia Intel GMA) costava 700 euro contro i 450 che spesi io per un pc di marca (non dico quale qui) con il doppio di RAM e una scheda video migliore.

Peraltro parlando di OSX, non è che la prima versione adasse cosi' bene, infatti s'e' dovuto aspettare 10.3 perchè ci si decidesse a fare il passo da OS9 (che tra le altre cose aveva una gestione della memoria a dir poco ridicola per un sistema operativo moderno). E di fatto non ci sono stati cambiamenti fino a snow leopard, tranquillamente paragonabile al passaggio tra XP e Vista in ambito PC.

E poi, se qualcosa non cambia, non è automatico che sia perchè è già al meglio possibile.
In ambito PC (Linux compreso) c'è stata una evoluzione visibile ed evidente dei sistemi operativi, sia come interfaccia che dal punto di vista tecnico. Lo stesso non posso dire del Mac: OSX ha avuto praticamente la stessa identica interfaccia dalla prima versione fino a Leopard e poi Snow Leopard.

Unknown ha detto...

@ Mousse

"E di fatto non ci sono stati cambiamenti fino a snow leopard, tranquillamente paragonabile al passaggio tra XP e Vista in ambito PC. "

??? ehm.. leopard? anzi, tiger? 10.3 > 10.4 > 10.5?

"E poi, se qualcosa non cambia, non è automatico che sia perchè è già al meglio possibile. "

Non è automatico ma nel caso dei mac può benissimo essere così.

"In ambito PC (Linux compreso) c'è stata una evoluzione visibile ed evidente dei sistemi operativi, sia come interfaccia che dal punto di vista tecnico."

?!??!??!???!???? dll? registro di sistema? DOS!?!? Dimmi che è cambiato.

"Lo stesso non posso dire del Mac: OSX ha avuto praticamente la stessa identica interfaccia dalla prima versione fino a Leopard e poi Snow Leopard."

Sarà perchè l'intefaccia di Osx è funzionale così, no? e ti faccio notare che è sempre OSX, non OS XI. Non vedo perchè dovrebbero cambiare un'interfaccia radicalmente quando milioni di utenti si trovano benissimo così.

Il pc ha cambiato la propria interfaccia... rispecchiando il mondo mac.

Gadget = widget
Quickfind = quicklook
taskbar di 7 = dock
ecc ecc....

Gio ha detto...

@Vanessa

"Ci mancherebbe che peggiorassero"
Ma smettila, pensi davvero sia semplice pensare un Os con mille configurazioni diverse e retrocmpatibilità con sw esistente? ma per favore...volevo vedere un macosx su 100 configuarazioni diverse se già oggi ha problemi di driver video con 2 configurazioni in croce.


"-Questo è vero. Ma tu mi hai confermato che già dall'acquisto NON è la stessa cosa. Devi riformattare e reinstallare. Devi scegliere e configurare un antivirus. Devi organizzare e gestire la manutenzione..."
Ovvio windows è per professionisti come linux in fondo...rispetto a mac che compri e usi è anni luce indietro, ma la colpa è dei produttori non dell'Os, c'è differenza...che ancora tu non hai capito o fai finta di capire.

"Io ripeto, non ho detto che un mac è meglio a priori. MA rimane più semplice e funziona meglio senza bisogno di manutenzione."
LA MANUTENZIONE CON WINDOWS7 è PRATICAMENTE NULLA se metti tutto in automatico, fa tutto lui, ma ovviamente ritorna il discorso di prima va configurato... MENTRE è VERO CHE MAC OSX è PIU SEMPLICE DA USARE, che funzioni meglio invece dipende dall'uso.
@Emanuele
"Queste frasi io le ho SEMPRE sentite."

Si le hai sentite da forum e gente che al massimo si compra un pc con crapware e da la colpa a windows se va tutto lento, a prescindere da tutto, qui non si parla di windows prima dell'integrazione con NT (cioè 98) o con hw non adatto(vista con 1 giga di ram nel migliore dei casi o 512 mega nel peggiore) o con mille mila configurazioni, si parla di hw adatto e kernel riprogrammato, e si va meglio di Xp sia Vista che 7, che è anzi ottimo considerando la retrocompatibilità, le migliaia di configurazioni eccecc....anche io ho sentito sempre che mac è ottimo in tutto e ci trovi tutto e poi puff o mi tocca virtualizzare o mettere bootcamp per poter usare qualcosa che c'è solo su windows o mi da problemi con i driver ati che come gpu ci sono su alcune configurazioni e probabilmente non sono sviluppati bene, ma mi raccomando eh, guai a dirlo!
Ma pensate a usare il pc in base a quello che vi serve criticando e elogiando a seconda dei casi, invece i fare guerre di religione...

Gio ha detto...

@Emanuele

"Il pc ha cambiato la propria interfaccia... rispecchiando il mondo mac.

Gadget = widget
Quickfind = quicklook
taskbar di 7 = dock
ecc ecc...."

Immagino tu abbia usato winodws 7 per dirlo vero? no perchè sono diverse le funzioni che tu hai elecato su entrambi gli os (che poi alcune cose mac le ha copiate da linux se proprio vogliamo, ma tant'è), restano meglio alcune cose su mac e altre su windows.

Inoltre l'interfaccia l'hanno copiata tutti da xerox, che fu la prima a ideare le finestre....

Il Lupo della Luna ha detto...

"Non vedo perchè dovrebbero cambiare un'interfaccia radicalmente quando milioni di utenti si trovano benissimo così."

"Non vedo perchè non dovremmo mangiare spazzatura dato che milioni di mosche lo fanno"

Avessero fatto questo ragionamento alla Xerox probabilmente useremmo ancora tutti UNIX. O non useremmo direttamente il computer. Apple, bisogna dargliene merito, ha saputo creare un mercato che non c'era: quello del computer come "elettrodomestico": attacchi la spina, lo usi per quelle tre o quattro cose, lo spegni. Un ragionamento come il tuo non ne avrebbe nemmeno visto la nascita.

Il DOS è stato ciò che ha permesso la nascita dei Personal Computer come li intendiamo oggi. E parliamo del 1980 o 81. Praticamente dimenticato a partire dalla seconda versione di Windows 98, totalmente assente da NT, Me, 2k e succedanei.

Miniglossario OT di informatica:

Il "registro di sistema" è banalmente un database in cui vengono memorizzati tutti i dati di configurazione delle applicazioni e del sistema.
Su Mac c'è una cosa chiamata NetInfo che è praticamente la stessa cosa, solo che generalmente i programmatori preferiscono avere le preferenze salvate "per applicazione".

Le DLL non sono niente di strano o di specifico di Windows, sono delle librerie di funzioni compilate che vengono caricate al bisogno per risparmiare memoria e spazio su disco. In altri OS si chiamano Shared Library: su UNIX e BSD sono file .so, in OSX file .a, .so e .dylib). Se avete mai compilato qualcosa sapete che casino possono fare.

Ho già scritto che i Widget concettualmente sono nati PRIMA su Gnome, poi implementati in Windows Konfabulator (ora Yahoo! Widget)e POI apparsi su Mac. Idem Spotlight, Google Desktop è dell'anno precedente e OS/2 nel 1994 aveva una funzione di ricerca simile. Il Dock viene da nextSTEP che a sua volta si basa vagamente su CDE di Sun.

La barra di 7 col Dock ha solo una somiglianza estetica dal punto di vista funzionale, ha un bel pò di funzioni più.

E guarda che strano, sei tornato a scrivere che "Apple è arrivata prima e tutti gli altri hanno copiato". Circa 250 commenti fa ho scritto praticamente la stessa cosa che ho scritto qua sopra.
Avendo finito gli argomenti forse è il caso di finire il discorso.

marco ha detto...

Paolo

"EmanueleMontatore,

Mousse, hai rotto le palle con 'sta storia della pubblicità.

Complimenti per la finezza e la profondità della tua prosa.

Darsi una regolata proprio no?"

Scusa se mi permetto, ma hai letto un po' "tutti" i post di questa discussione? Nemmeno io apprezzo il linguaggio scurrile, ma forse ci sono modi di offendere - ripetutamente - anche senza usare espressioni volgari. Non vorrei annoiare tutti copiaincollando decine di frasi offensive/provocatorie, ma:

"Non mi pare che nessuno abbia dato del deficiente a qualcun altro. Curioso però che, nonostante nessuno l'abbia detto, sia proprio l'utente Mac ad avere la sensazione di essere trattato come un deficiente."

"ma te continui a ripetere le 4 cose che ti hanno insegnato a "scuola di mac""

"nella stragrande maggioranza dei casi limitandosi a ripetere a pappagallo nozioni ormai non più (e forse mai state) valide"

"se si scoprisse che alcuni utenti di questo thread sono prezzolati da apple riacquisirei un po' di fiducia nell'umanità."

Potrei continuare a lungo ...
Proprio sicuro che sia Emanuele quello che deve "darsi una regolata"?

Ne approfitto per chiederti, se ti va, un parere sulla diatriba Windows/Mac.

E scusa ancora se mi sono allargato ...

Paolo Attivissimo ha detto...

Proprio sicuro che sia Emanuele quello che deve "darsi una regolata"?

Sì.

Ne approfitto per chiederti, se ti va, un parere sulla diatriba Windows/Mac.

La trovo totalmente patetica.

Unknown ha detto...

@ mousse

"Avessero fatto questo ragionamento alla Xerox probabilmente useremmo ancora tutti UNIX. O non useremmo direttamente il computer."

guarda che io intendevo che è inutile cambiarlo finchè rimane questa concezione di interfaccia. Quando ci sarà una rivoluzione paragonabile a quella di cui parli, cambierà ancora la concezione e allora avrà senso un nuovo approccio, ma fino ad ora OSX è rimasto uguale a sè stesso (o pressapoco) perchè oggettivamente funzionale ed ordinato.

"Apple, bisogna dargliene merito, ha saputo creare un mercato che non c'era: quello del computer come "elettrodomestico": attacchi la spina, lo usi per quelle tre o quattro cose, lo spegni."

Certo. 3 o 4 cose. forse confondi il concetto di "fare le cose velocemente e senza problemi" con quello di "usare il computer per 3 o 4 cose".

"Miniglossario OT di informatica:"

Grazie per lo spiegone, ma io ti avevo chiesto di spiegare la tua affermazione:

"In ambito PC (Linux compreso) c'è stata una evoluzione visibile ed evidente dei sistemi operativi, sia come interfaccia che dal punto di vista tecnico."

contrapposta a

"Lo stesso non posso dire del Mac: OSX ha avuto praticamente la stessa identica interfaccia dalla prima versione fino a Leopard e poi Snow Leopard."

Per me questa affermazione non ha senso.

"La barra di 7 col Dock ha solo una somiglianza estetica dal punto di vista funzionale, ha un bel pò di funzioni più. "

SOLO estetica? ceeerto. E poi quali sarebbero queste mirabolanti funzioni?

"E guarda che strano, sei tornato a scrivere che "Apple è arrivata prima e tutti gli altri hanno copiato". Circa 250 commenti fa ho scritto praticamente la stessa cosa che ho scritto qua sopra. "

MIO post n° 81 (poco dopo il tuo):

"3: Nessuna innovazione? ok, MAGARI possiamo pure credere che come dice il buon mousse alcuni aspetti delle caratteristiche del sistema apple si ritrovassero in altri sistemi, ma 1. bisogna vedere quanto fosse veloce e pratico il funzionamento 2. Se la apple mette insieme un certo numero di "features", le integra alla perfezione nel sistema operativo e dona loro una velocità e una stabilità che rendono molto più facile la vita all'utente, per ME è innovazione."

Se tu non fossi così impegnato a ideare spiegoni per darti un tono, forse potresti anche leggere le risposte che ti vengono date e evitare sarcasmo infelice.

"Avendo finito gli argomenti forse è il caso di finire il discorso."

Sempre il solito tono arrogante e saccente.

Ivo Grimaldi ha detto...

ma è da molto tempo che la Apple si è appropriata del kernel di Linux freeBSD e l'ha reso con vari sotterfugi "ristretto" ad un suo copyright....
La Apple per me non è mai stata l'anti M$

Il Lupo della Luna ha detto...

Non è essere saccenti, è che della cosa non frega più niente a nessuno e che sta anche infastidendo il "padrone di casa".

Se vuoi andare avanti via mail, la trovi nel mio profilo. Compatibilmente col tempo che ho potrò risponderti.

Per chiudere da parte mia è interessante vedere il confronto tra le varie versioni di Windows su Wikipedia http://tinyurl.com/39jaze7 : il discorso è lungo, tedioso, tecnico e decisamente poco interessante da fare qui. Per i curiosi, caratteristiche della barra delle applicazioni di 7 http://tinyurl.com/7v98kt

Chiedo scusa anticipatamente a Paolo e ai lettori se sono risultato fastidioso.

Fry Simpson ha detto...

Dilbert ci racconta come è andata! :D

«Meno recenti ‹Vecchi   201 – 265 di 265   Nuovi› Più recenti»