Cerca nel blog

2010/05/19

Si può morire di antiscienza a sedici anni?

Perché si combattono le pseudoscienze e le credenze idiote? Perché la gente ne muore. A sedici anni


L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale.

Clara Palomba. Clara. Palomba. Non dimenticate questo nome. Scanditelo bene. Scanditelo ogni volta che incontrate venditori di acque magiche, terapie miracolose e pastiglie curatutto, veggenti a raggi X e tutti quelli che promuovono questo schifo. Clara. Palomba.

Perché Clara è morta a sedici anni a causa della pseudoscienza e dell'ignoranza dei suoi genitori e degli amici che li hanno consigliati. Clara aveva il diabete. Il diabete, non una malattia esotica. Che si tratta benissimo. È morta perché i suoi genitori hanno sospeso le cure mediche che funzionavano e si sono rivolti a una ciarlatana, Marjorie Randolph, detta Maya. Non si sa bene se fosse una naturopata o omeopata o guaritrice o specialista in antroposofia. Importa poco: sono solo parole pompose per imbellettare una cloaca letale di scemenze.

Anche la Randolph è morta. Soffriva di ulcera gastrica e si è curata con le sue stesse stronzate. L'ulcera perforata che si è provocata l'ha fatta crepare di emorragia. Ben le sta. Spero sia stata una morte lenta e dolorosa. No, non ho pietà per i morti. Sono troppo incazzato e comunque non sono un ipocrita. Una deficiente in meno sulla Terra è sempre una buona cosa. Leggete tutti i dettagli nel blog Medbunker di WeWee, che è medico, e ditemi se non v'incazzate anche voi.

A volte mi chiedono perché mi accanisco contro le pseudoscienze. Perché spendo tempo e soldi a sbugiardare ufologi, astrologi, guaritori, sensitivi e chiaroveggenti. Perché sono così acido e tagliente nei miei giudizi. Mi chiedono "Ma che male fa? Sono credenze innocue...".

No. Non sono innocue. Perché tutto questo clima di rifiuto della scienza, del buon senso, della ragione, per abbracciare fantasie esoteriche gestite da una manica d'incoscienti e pubblicizzate da uno stuolo d'irresponsabili è quello che ha generato due imbecilli come i genitori di Clara e quegli altri imbecilli dei loro amici che hanno dato il consiglio di rivolgersi alla ciarlatana. Il processo a carico dei genitori, Dario Palomba ed Elisabetta Ontanetti, è terminato ieri, a due anni di distanza dalla morte di Clara, con la condanna per omicidio colposo aggravato per entrambi.

A tutti quelli che pubblicano oroscopi, vendono macchinette che producono acqua miracolosa, vanno in TV a parlare di alieni stupratori e di piramidi friulane, rifilano braccialetti per migliorare le prestazioni sportive, propinano pastigliette che contengono il nulla cosmico, diagnosticano le malattie guardando l'aura, a tutti quelli che dicono che la medicina è un grande complotto delle multinazionali e le cure mediche si possono sospendere e sostituire con parole magiche, talismani e pozioncelle, dico solo questo: Clara Palomba.

Voi, tutti voi ciarlatani e seminatori di paccottiglia, avete contribuito a uccidere una ragazzina di sedici anni. Possa il suo nome perseguitarvi per sempre. Io non vi darò il lusso di dimenticarlo.

2.029 commenti:

«Meno recenti   ‹Vecchi   201 – 400 di 2029   Nuovi›   Più recenti»
SicilianoEdivad ha detto...

Non ho altro da aggiungere a quello che è stato scritto da Paolo.

Civetta ha detto...

@Obi-Fran-kenobi
Giusto per precisare, il diabete tipo 1 è quello insulino-dipendente, è molto più frequente nei giovani e dipende da una reazione autoimmunitaria contro le cellule pancreatiche che producono insulina; il tipo 2 è invece quello insulino-indipendente, che dipende da una risposta alterata dei tessuti all'insulina e che si tratta con farmaci che servono a far liberare più ormone dal pancreas.A volte però anche i pazienti col diabete tipo 2 vengono trattati con l'insulina, nelle fasi avanzate della malattia...O per lo meno questo è in soldoni quello che ci insegnano a endocrinologia. :)

@b1361489
In realtà i salassi attualmente si fanno solo per certe patologie specifiche come l'emocromatosi, e sono necessari per evitare un eccessivo carico di ferro. Non si fanno più indiscriminatamente, almeno che i medici che conosce lei non si siano laureati nel Medioevo.:)

Se poi vogliamo parlare di tutti i casi in cui ci sono stati morti per reazioni avverse a farmaci, beh, purtroppo molto spesso certe reazioni avverse si vedono solo quando il farmaco è messo in vendita su larga scala, perchè gli studi clinici sono comunque fatti su numeri limitati di pazienti e non tutti hanno lo stesso patrimonio genetico, le stesse patologie concomitanti o assumono gli stessi farmaci. Molti effetti collaterali anche gravi possono dipendere infatti quasi di più da interazioni con altri farmaci (ma anche alimenti o preparazioni erboristiche) che dal farmaco in sè. Direte voi, che fortuna doverli sperimentare sulla propria pelle...Purtroppo le sperimentazioni sugli animali non dicono tutto (un topo non può dire se ha mal di testa, e la sua fisiologia per quanto simile non sarà mai come quella di un uomo) e neanche quella sui volontari sani o sui malati, proprio perchè le variabili in gioco sono tantissime.Comunque esiste apposta la farmacovigilanza.

Riguardo al fatto che i medici di famiglia (o anche gli specialisti) a volte prescrivano farmaci sull'onda di ciò che gli informatori farmaceutici dicono loro,il problema esiste ed è arcinoto. Il fatto è che se il medico conoscesse il farmaco indipendentemente da ciò che gli raccontano, probabilmente si farebbe infinocchiare di meno dalle case farmaceutiche, che in fondo sono aziende che devono vendere un prodotto.Sta a chi lo acquista (o in questo caso forse più a chi lo deve prescrivere) fare un ragionamento razionale e non fidarsi ciecamente della "pubblicità".

ǚşå÷₣ŗẻễ ha detto...

@ Accademia

Hai ragione, è Vanna Marchi, ma già dai tempi delle sue mirabili performances televisive il suo nome è stato storpiato in "Wanna", è diventato una specie di nome d'arte.

Comunque, io stesso che l'ho nominata, propongo ora di riseppellirla nell'oblio che merita e di proseguire la discussione.

Juno ha detto...

@ǚşå÷₣ŗẻễ

Infatti personalmente non uso né credo in tutta la medicina orientale (così come non penso che per curare l'iperattività dei bambini si debba imbottirli di psicofarmaci) ma credo nelle potenzialità di alcuni metodi alternativi e poco invasivi, fin là dove ritengo possano essere utili.

Lighthousely ha detto...

Clara. Palomba.

ǚşå÷₣ŗẻễ ha detto...

@Juno

Ma sì... ma questi rimedi di impronta erboristica esistono sin dalla notte dei tempi anche in Occidente. Non sarà che il facino per la medicina orientale sia totalmente frutto di suggestione e gusto dell'esotico?

"Pensa che storia millenaria hanno! Come sono saggi!"

lufo88 ha detto...

@Juno
Palle. Sparare fesserie non è libertà di espressione. Se io propongo una cosa che è una truffa sono punito dalle legge.

L'omoepatia è una cavolata pazzesca, tralasciando gli studi ci si arriva anche da soli (il principio attivo diluito, poi diluito di nuovo ed infine diluito di nuovo). Come può essere efficace l'acqua con 0.000000000000001 di principio attivo?
Se sei disidratato può funzionare, ma direi che non è il medicinale quello che serviva :-D

Inoltre fa più che bene Paolo a classificare come ciarlatani i medici che rifilano medicinali omeopatici (ovvero acqua fresca). Non è questione di cieca fiducia nella medicina o nelle case farmaceutiche, ma bensì dire: la medicina alternativa uccide. Niente di più, niente di meno.

La medicina e la scienza non sono affatto infallibili (qualcuno l'ha scritto?), ma non sono fantasie.

ciao ciao

Hanmar ha detto...

@ b1361489:
guarda che le ortiche ti stanno aspettando a foglie aperte, sai?


Saluti
Michele

Hanmar ha detto...

@ Accademia:
purtroppo l'identificazione scatta, tranquillo.

Saluti
Michele

Mousse ha detto...

La scienza, in quanto pratica umana, non è infallibile. Ovvio che anche i medici, che sono persone, possono sbagliare.
Certo gli errori sarebbero da evitare, perchè costano la vita a delle persone, ma nessuno è infallibile.

Per patologie gravi è meglio dar retta ai medici rischiando diagnosi sbagliate che a volte ammazzano le persone o dar retta ai ciarlatani che rischiano di ammazzare le persone ogni volta?

Non so voi, ma io scelgo la prima. Almeno la statistica è dalla mia.

Sono convinto che in certi casi siamo perfettamente in grado di autoguarirci, ma finchè non scopriamo come direi di continuare ad affidarci alla medicina.

Juno ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Luigi ha detto...

Paolo, ti ho mandato una mail riguardante uno scandalo che l'Ordine dei medici di Brescia, nella figura del suo presidente, sta per perpetrare, ossia ospitare un convengo della Nuova Medicina Germanica. Se ti interessa, sempre in privato, posso anche darti ulteriori dettagli. Ad ogni modo ne ha già parlato anche Medbunker e io stesso stamattina ho parlato al telefono con l'Ordine stesso.

Fozzillo ha detto...

juno,
Se una cosa, PER DEFINIZIONE, non si può provare scientificamente, vuole dire che non ha alcun effetto sul nostro mondo, altrimenti sarebbe rilevabile.

Leggi bene, PER DEFINIZIONE.

Si definisce una qualsiasi cosa, e si sostiene che questa cosa non possa essere studiata scientificamente.

Se la cosa definita avesse un qualsiasi effetto sulla realtà, la si potrebbe rilevare e studiare, se PER DEFINIZIONE (PER DEFINIZIONE) non è rilevabile, vuole dire che si è già dichiarato in partenza che la cosa in questione non ha alcun effetto sulla realtà.

È diverso da un'altra cosa che è osservabile ma non ancora provata scientificamente, chi avesse ipotizzato la terra sferica, i batteri, non ha definito queste cose come NON PROVABILI ma si è messo a esaminare gli effetti che queste ipotesi hanno sulla realtà.

Quante volte ho sentito dire che le pratiche dei vari curatori non sono provabili scientificamente? TROPPE.

Se una pratica ha un effetto (guarire) allora deve essere rilevabile.

Se non è possibile provare scientificamente l'effetto di una pratica, vuole dire che quell'effetto non è rilevabile, e quindi non esiste.

L'economa domestica ha detto...

@ Juno

Niente di arcano o esotico, ma ciò che si conosceva prima dei farmaci di massa. Non è invicibile, ripeto, ma se ho mal di pancia, preferisco prendere un infuso piuttosto che inserire nel mio organismo composti chimici aritificiali.

Ecco: ora mi spieghi bene cosa significa la frase nerettata.

luca ha detto...

post perfetto, Paolo, nei toni e nei contenuti.

grazie

Juno ha detto...

@ǚşå÷₣ŗẻễ

Forse scrivo in aramaico.
Ho detto "alcuni metodi alternativi", non necessariamente orientali.

Se vuoi saperlo, curo alcuni disturbi con la millenaria sapienza occidentale della conoscenza delle piante e dei loro principi attivi.

Niente di arcano o esotico, ma ciò che si conosceva prima dei farmaci di massa. Non è invicibile, ripeto, ma se ho mal di pancia, preferisco prendere un infuso piuttosto che inserire nel mio organismo composti chimici aritificiali.

E poi mi dà fastidio che alcuni non riescano a riconoscere le sfumature nelle opinioni.
Ripetono il nome di quella povera ragazza come se fosse sufficiente a colmare la loro mancanza di argomentazioni.

@lufo88

Ok, chiariamo: io non uso l'omeopatia.
Il mio era un esempio, ma non sono un'omeopata e non ci faccio soldi.
Usando il tuo stesso metodo potrei dire che conosco gente che la usa e ne ha tratto beneficio.
Ma non generalizzo, così come non dovresti farlo tu.

La medicina alternativa comprende agopuntura, chiropratica, cose non ancora ampiamente riconosciute ma di cui è stata provata l'utilità.

Non intendo difendere nulla a priori rifiutando altre argomentazioni, solo, odio per le generalizzazioni e la fede cieca.

Giupo ha detto...

@tonizzo: E ti prego di sforzarti di capire COSA scrivo...

tu dici: un medico di base incapace si puo' sostituire con Google ed ADSL.

Io ti rispondo: no, ma no in senso assoluto: si sostituisce solo con un'altro medico.

Io non posso garantirti sulla capacita' del tuo prossimo medico curante, ma posso garantirti che sbaglierai prima o poi a diagnosticarti le cose da solo con Google e ti autocandidi al prossimo Darwin Award.

Ste ha detto...

Gente che augura una morte dolorosa ad altri esseri umani (e chi decide chi è imbecille e chi meno) hanno perso la loro umanità.

Spero vivamente che è solo per un attimo ma fa paura lo stesso.

tonizzo ha detto...

@ Giupo

Ho solo detto che il mio medico di base smista e NON fa diagnosi

>tu dici: un medico di base incapace si puo' >sostituire con Google ed ADSL.

Dico: il medico di base attuale non fa nulla, ti prescrive lo specialista!

>Io non posso garantirti sulla capacita' del >tuo prossimo medico curante, ma posso >garantirti che sbaglierai prima o poi a >diagnosticarti le cose da solo con Google e ti >autocandidi al prossimo Darwin Award.

Rileggi la mia frase, rileggi la tua risposta. Cosa c'è di non chiaro? Non risponderò ulteriormente...

sinistralirica ha detto...

Grazie per il suo lavoro. Se il principio di tolleranza (riconosco a priori che le ragioni del mio avversario possono essere più valide delle mie) è la più grande conquista intellettuale dell'Illuminismo e (quindi) della modernità, la tolleranza stessa non va confusa con l'acquiescenza nei confronti dell'ignoranza, la causa di ogni nefandezza umana. Il metodo scientifico è il solo principio non negoziabile.

Juno ha detto...

@Fozzillo
Ciò che hai scritto è inoppugnabile: è assolutamente ovvio che l'effetto sia misurabile e dimostrabile: se il malato guarisce o no.
Ma il tuo discorso parte dal presupposto che NESSUNA delle pratiche alternative di cura sia stata dimostrata efficace.
Cosa non vera.

Allo stesso modo, visto che parliamo di definizione di cura, si potrebbe verificare quanto di ciò che ci viene proposto dalla nostra medicina come benefico, lo sia davvero. Tipo, l'ultimo vaccino per l'influenza.
Sto volutamente virando il discorso non per mancanza di argomenti, ma per sottolineare quanto sia facile indignarsi a orologeria. Soltanto per ciò che "ci fa comodo".


@L'economa domestica

"Ecco: ora mi spieghi bene cosa significa la frase nerettata."

Lo farei molto volentieri, ma non capisco cosa ci sia da spiegare.
Ho riportato una mia esperienza personale, niente di più e niente di meno, per spiegare in parte un'opinione che ho espresso. Cosa non ti torna?

Mousse ha detto...

@Juno: ti sfugge un dettaglio banale. Tutti i composti chimici a livello chimico appunto, sono uguali, sintetici o no.
O meglio hanno tutti dentro gli stessi atomi, non è che ci sono atomi artificiali e naturali :D

Se dentro un infuso che fa passare il mal di stomaco c'è lo stesso principio attivo di un farmaco dal medesimo scopo per il tuo corpo l'uno o l'altro sono piuttosto simili. Certo, magari nell'infuso ci sono meno eccipienti (ma ci sono tante altre sostanze che non c'entrano) ma dal punto di vista del risultato finale cambia poco!

E non è vero che le cose "naturali" o "vegetali" facciano automaticamente bene: pensa solo alla belladonnna, all'oleandro e alla cicuta.

Antonio ha detto...

@ Juno,
scusa ma quali sono le pratiche "alternative" riconosciute come efficaci?

L'economa domestica ha detto...

@ Juno

Hai il mal di pancia. OK. Il mal di pancia può essere dato da tantissime condizioni.
Io quando ho il mal di pancia, per un giorno e se i dolori non sono lancinanti, non prendo nulla. Altrimenti chiamo il medico, che mi visita, mi fa una diagnosi e mi prescrive uno schifosissimo composto chimico o un fitofarmaco con dati requisiti (fatto anche quello, sempre sotto controllo medico), per far passare il mal di pancia.


L'infuso con quale posologia va somministrato? E qual è la concentrazione di principio attivo? E chi decide che quell'infuso va bene per quel sintomo? E perché somministrare un infuso che non ha una composizione chimica ben definita o definibile e non un farmaco con caratteristiche e posologia precise?

E soprattutto, perché naturale=buono e chimico=cattivo? Perché?

Anonimo ha detto...

Juno,

Niente di arcano o esotico, ma ciò che si conosceva prima dei farmaci di massa. Non è invicibile, ripeto, ma se ho mal di pancia, preferisco prendere un infuso piuttosto che inserire nel mio organismo composti chimici aritificiali.

Primo, non confondiamo erboristeria con omeopatia. La prima ha dei fondamenti scientifici, perché sfrutta i principi attivi naturali contenuti nelle piante. La seconda è pura fuffa perché si basa sull'estrema diluzione, così estrema che il principio attivo è totalmente assente. Per dire, l'Oscillococcinum, usato per curare l'influenza, contiene una parte di principio attivo per 10 alla 400 parti di acqua. Significa che per ingerire una molecola di principio attivo bisogna ingerire 1-seguito-da-400-zeri molecole di acqua. Per dare un'idea, il numero stimato di atomi di idrogeno di tutte le galassie nell'universo osservabile è "soltanto" 10 alla 80 (1 seguito da 80 zeri). Un numero ridicolmente piccolo rispetto a quello delle molecole d'acqua.

Secondo, non ha senso distinguere tra composti chimici "naturali" e composti chimici "artificiali". La chimica è una sola e non fa distinzioni. Il motivo per cui le piante "fanno meno male" è solo perché la loro concentrazione di principi attivi è molto più piccola di quella dei farmaci. Se è vero che in genere i prodotti erboristici provocano meno effetti collaterali, è vero anche che provocano anche meno effetti benefici, proprio per questa ragione.

Ciao,
Guido

Mousse ha detto...

Riguardo al vaccino dell'influenza H1N1 c'è stato un sacco di allarmismo ingiustificato, alimentato per la maggior parte dai media.
La gente ha cominciato ad avere paura e chi produce farmaci ha banalmente coperto la richiesta di vaccino, creando un circolo vizioso che ha giovato a un sacco di gente. Fatto sta che io mi sono vaccinato e non ho avuto l'influenza, mentre altri che non l'hanno fatto si. Quindi non è che l'influenza era una balla, solo non era grave come è stata presentata.. Ma chi ha esagerato l'allarme NON SONO stati i medici nè le case farmaceutiche.

Fozzillo ha detto...

Troppo facile attaccare il vaccino, era una misura cauzionale, SE il virus fosse mutato il rischio di gravi danni alla specie umana sarebbe stato ridotto DI MOLTO dalla vaccinazione, che diminuisce anche la possibilità che il virus possa mutare.

Tutti speravano che la vaccinazione sarebbe stata (quasi) inutile, ma in caso...

Allo stesso modo continuo a mettere la cintura di sicurezza in macchina, anche se fin'ora non mi è mai stata utile.

Giupo ha detto...

@tonizzo

un medico di base (i quali, per mia esperienza, sono facilmente sostituibili con ADSL+google)

L'hai scritto tu quanto sopra, che e' una cavolata atroce. Ecco, facci il piacere, non rispondere.

Danilo Salvadori ha detto...

Aspetta: non è questione di aver studiato. Quei genitori sono stati avvisati esplicitamente. Hanno ignorato intenzionalmente le raccomandazioni mediche degli esperti riguardo a una malattia che è ben conosciuta e gestita dalla medicina

Voglio spezzare una lancia, per quanto mi venga difficile data la colpa gravissima di cui si sono macchiati, in favore dei genitori della giovane vittima. Siamo perennemente circondati da trasmissioni che fomentano la fede in pseudoscienze, miracoli ed altre cazzate simili e, come purtroppo sappiamo tutti, la voce dei debunkers e degli scienziati seri è molto debole al confronto. Se a questo ci si somma il fatto che una marea di medici laureati e seri, pur rimanendo scettici, si mantengono vaghi nei confronti di omeopatia, agopuntura ed altra fuffa simile, si crea un ambiente che favorisce queste tragedie. I genitori sono convinto agissero in buona fede, fidandosi sia di quella criminale che delle persone (forse addirittura medici) che l'avevano consigliata. Sicuramente sono colpevoli di omicidio colposo e penso che il dolore di aver provocato la morte della propria figlia possa punirli anche più della prigione. Ma quante persone sarebbero caduti nella stessa trappola o cadono costantemente in trappole simili?
Più che un monito per ricordare a delle persone ciò che causa la loro ignoranza, di quel nome ne farei una bandiera per WeWee, per Paolo e per tutta la gente che si impegna nel suo piccolo a spargere consapevolezza.

Mousse ha detto...

@Giupo: condivido che sostituire il medico con google sia una cavolata.
In questo caso, se si usano le notizie apprese su SE STESSI e se va male qualcosa, non si tratta di disgrazie, ma si tratta di selezione naturale. O di elaborate tecniche di suicidio.

brain_use ha detto...

non è che l'influenza era una balla, solo non era grave come è stata presentata

Se ne è occupato (al solito) WeWee in questo articolo.

Credo che la questione si possa sintetizzare in modo molto semplice:
- l'influenza c'era eccome
- era pandemica
- se, ripeto SE, fosse mutata in una forma più aggressiva, data la sua alta contagiosità avrebbe potuto trasformarsi in una ecatombe.

Ora, io non so voi, ma, personalmente preferisco di gran lunga aver buttato qualche miliardo in vaccini (se ne buttano tanti in cose meno utili) piuttosto che rischiare (semplificando) il bis della Spagnola d'inizio secolo.

Tutto qui.
Che poi le case farmaceutiche abbiano ringraziato è ovvio, com'è ovvio che i media non abbiano perso l'ennesima occasione per blaterare con toni troppo allarmisti.

brain_use ha detto...

Siamo perennemente circondati da trasmissioni che fomentano la fede in pseudoscienze, miracoli ed altre cazzate simili

Quoto in pieno.

La colpa dell'ingoranza non è nulla in confronto alla colpa di chi la sfrutta.
Anche solo per blaterare di "feti alieni" e di fine del mondo nel 2012.

E magari, mi ripeto ancora, usando i soldi del canone.

Antonio ha detto...

Riguardo all'omeopatia ho avuto la sfortuna di appurare come vi siamo moltissime persone che vi ripongono una fiducia immotivata e priva di ogni dubbio. A partire dai miei suoceri con alcuni problemi muscolari (loro pensavano scheletrici) che ho risolto solo accompagnandoli da un ortopedico-fisiatra e non certo con l'omeopatia o con i digiuni purificatori come cercavano di fare prima di conoscermi, ma nonostante abbiano avuto risolti i loro problemi grazie alla medicina continuano a intestardirsi con l'omeopatia. Ma l'esperienza peggiore l'ho avuta con una febbricola di 4 mesi, ho fatto una quantità assurda di esami (spesso ripetuti due volte) e molti dei medici che mi hanno esaminato mi hanno consigliato di rivolgermi a un omeopata, anzi uno mi ha prescritto una "cura" omeopatica. A dire la verità c'è rimasto molto male quando gli ho detto che con me non avrebbe avuto effetto perchè già al corrente che trattasi solo di un effetto placebo, a quel punto si lanciò in una filippica a favore dell'omeopatia e contro al complotto delle case farmaceutiche.
Quando ho raccontato tutto al mio medico di base, c'è rimasto malissimo e si è scusato per il comportamento del collega. Non meravigliamoci se tanta gente crede nell'omeopatia, sono per primi i medici che invitano a provare questa disciplina.

Stupidocane ha detto...

Cito da www.reikinet.it (http://tinyurl.com/3y7re8c):

Il più grande paradosso omeopatico è proprio quello dell’immaterialità, perché i medicamenti che vengono prescritti non contengono nulla al loro interno, le gocce sono una soluzione idroalcolica al 50% ed i granuli ed i globuli sono glucosio, non c’è principio attivo!I rimedi omeopatici infatti non sono farmaci, perché farmaco è ciò che agisce con meccanismo bio-chimico e contiene un principio attivo più eventuali eccipienti, il rimedio invece agisce con meccanismo fisico-chimico, non contiene “nulla” al suo interno se non “l’informazione” della sostanza di partenza (questo si ottiene con l’indispensabile procedimento di diluizione-dinamizzazione della sostanza di partenza, di solito una tintura madre).Si potrebbe pensare, facendo un’analogia molto semplificata, che il farmaco per portare un’informazione si serva di un piccione viaggiatore, il rimedio omeopatico invece si serve dei più tecnologici sistemi wireless.

Denigrare l’Omeopatia e dire in modo pregiudizievole che è “acqua fresca” vuol dire rinnegare il lavoro che i più grandi fisici quantistici hanno fatto fin dai primi anni del ‘900 e continuano a fare tutt’ora.

L’Omeopatia funziona proprio perché il rimedio, non contenendo più neanche un atomo della sostanza di partenza (dopo la diluizione 12 centesimale), non è “contaminato” dalla materia e può “portare” l’informazione più efficacemente; il rimedio infatti è un “vettore”, un tramite che porta all’individuo malato un’informazione di tipo energetico a livello sub-atomico con meccanismo fisico-chimico, senza quindi possibilità di effetti collaterali o effetti avversi.L'effetti del rimedio sull’organismo è quello di creare una sorta di “malattia artificiale” il più simile possibile e un poco più forte della malattia da curare.


I fisici quantistici staranno ridendo con il gatto sovrapposto sulle ginocchia.

P.S. Nell'angolo in alto a dx della pagina di reikinet.it c'è un link diretto al Disinformatico... chissà se lo lasceranno dopo quest'articolo...

Giupo ha detto...

@Danilo Salvadori

Sono parzialmente d'accordo sul contesto che ci bombarda ma i genitori hanno sbagliato proprio sul ruolo protettivo e conservativo di genitori.

Quando tuo figlia sta peggiorando e sta visibilmente peggiorando perche' un diabetico in protratto stato di iperglicemia non ha l'apparenza di una persona che sta combattendo e sta vicendo, tutt'altro.

Quando ti diagnosticano il diabete, il diabetologo mette immediatamente in guardia su quali sono i rischi ed i segnali delle due deviazioni (iper, ed ipo): spossatezza, confusione mentale, tremolii, sudore freddo oppure grande sete, urinare spesso, sonno, emicrania, bocca secca sono chiari segnali che c'è qualcosa che non va....

E (genitore) tu che fai? La lasci dormire a letto finche' non va in coma? No, qui c'è una grave colpa, lo dico da diabetico e figlio di genitori non fenomenali che m'hanno sempre tirato fuori da questo casino perche' hanno subito capito che era necessaria un azione correttiva tipica di un cervello pensante.,

Baund ha detto...

Mah, davvero un peccato che un blog che ho usato come faro informativo per anni si sia ridotto a post degni di TGCom, e ormai e' il quarto o quinto in fila, per toni (in questo caso) e/o contenuti. Se avessi voluto opinioni urlate e una claque organizzata, avrei guardato un qualsiasi talk show italiano.

Fermo restando che la liberta' dell'autore di scrivere cio' che vuole sul proprio blog e' sacrosanta e la rispetto, mi trovo costretto a cercare altre fonti di approfondimento.

brain_use ha detto...

sono per primi i medici che invitano a provare questa disciplina.

Solo quelli che non fanno parte del Complottone del Farmaco e del NWO.

Una delle cose ridicole delle affermazioni degli aficionados dell'omeopatia è che più si scandalizzano per i guadagni di Big Pharma e meno si rendono conto degli enormi interessi economici che stanno dietro alle rivendite di acqua fresca.

Anonimo ha detto...

Stupidocane,

grazie del link. Pur non essendo "quantistico", come fisico ho riso moltissimo.

Guido

lufo88 ha detto...

@lufo88
Ok, chiariamo: io non uso l'omeopatia.
Il mio era un esempio, ma non sono un'omeopata e non ci faccio soldi.

Parlavo in generale dell'omeopatia.
Usando il tuo stesso metodo potrei dire che conosco gente che la usa e ne ha tratto beneficio.
Ma non generalizzo, così come non dovresti farlo tu.

Nessun metodo e nessuna generalizzazione. Ho solo scritto il principio basilare dell'omeopatia. Quello, assieme alle prove scientifiche, dovrebbe far capire cos'è: acqua fresca.

La medicina alternativa comprende agopuntura, chiropratica, cose non ancora ampiamente riconosciute ma di cui è stata provata l'utilità.
Se fai un massaggio è utile, ma non è medicina alternativa. Un massaggio è comunque una pratica medica.....
L'agopuntura può anche avere effetti positivi, ma un conto è il punzonare le persone, un conto è pensare che in quel punto del corpo il karma, l'energia ecc ecc venga rilasciato e simili.
Il ragionamento dietro è fantasia medievale!

Non intendo difendere nulla a priori rifiutando altre argomentazioni, solo, odio per le generalizzazioni e la fede cieca.
Fede? Non credo nella scienza se è questa la tua obiezione. Perché fede e scienza sono due binari ben diversi.

Rileggi il mio post! Qui non è un sistema contro un altro, ma semplicemente l'omeopatia e compagnia sono delle balle spaziali che provocano danni e morte. Nient'altro! Attaccare l'altro sistema è semplicemente OT!

ciao ciao

Explobot ha detto...

tu dici: un medico di base incapace si puo' sostituire con Google ed ADSL.

Io ti rispondo: no, ma no in senso assoluto: si sostituisce solo con un'altro medico.


Quanti medici devo passare e quanto tempo devo aspettare per capire che stanno andando a tentoni? (io oltre al medico di famiglia ho passato 3 specialisti innutilmente per il mio problemino)

E poi cambiare il medico di famiglia non è così facile, io ho scelto il meno peggio, almeno è disponibile e coscienzioso nei cai seri e soprattutto è sobrio alle visite (succede anche di trovare un medico alcolizzato nelll'Italia del 21mo secolo).

Riguardo a documentarsi in maniera alternativa (Google+ADSL allora non c'erano, c'erano solo i libri) per affrontare anche malattie gravi sfidando le diagnosi dei medici consiglio di leggersi "Cosa di importa di ciò che dice la gente" di R. Feynman, premio nobel per la fisica, dove racconta come ha affrontato la grave malattia della sua prima moglie.

Gianni Comoretto ha detto...

Aggiungo alla lista dei morti di omeopatia questa mia conoscente.

@juno: innanzitutto l'erboristeria NON È UNA MEDICINA ALTERNATIVA. Lo è solo e solo dove viene praticata "a membro di segugio", con tisanone miracolose che guariscono tutto. Ma è studiatissima, e in molti casi efficace.

Sulla storia dei microbi, di quel che non conosciamo, di ciò che non è dimostrabile scientificamente, eccetera. Sicuro che di cose che la scienza non conosce ce n'è a bizzeffe, il mio mestiere per l'appunto è cercarle. Ma se una cosa non è dimostrabile scientificamente non posso basarci una cura, perché per fare una cura devo controllare se funziona, in che condizioni funziona, con che limiti, e questo è appunto "dimostrare scientificamente". Curarsi con qualcosa per cui questo non è stato fatto, anzi non si può (né vuole) fare è da incoscienti.

L'omeopatia non ha mai cercato di dimostrare i suoi assunti base. Non ritiene necessario farlo, "è ovvio" che vada così. Se si tenta di dimostrare qualsiasi cosa (es. il metodo del proving) dell'omeopatia in modo controllato si vede che non funziona. Non serve neppure far la prova sui malati.

Sull'agopuntura. Se sia efficace in toto ci sono scuole di pensiero diverse, c'è chi dice che ha un effetto antidolorifico e chi neppure quello (più del placebo). Ma NON FUNZIONA con tutta la storia dei meridiani, degli organi genitori e figli, ecc. NON FUNZIONA per altro al di fuori della terapia del dolore. E soprattutto pungere qualcuno con un ago ha presumibilmente degli effetti (se non altro lo senti), una molecola che non c'é di effetti non ne ha di sicuro.

Fozzillo ha detto...

Quanti medici devo passare e quanto tempo devo aspettare per capire che stanno andando a tentoni?

Andare a tentoni è sicuramente molto meglio che andare di corsa ad occhi chiusi con la certezza che la propria pratica alternativa funzioni senza nemmeno bisogno di "tentonarla".

tonizzo ha detto...

@Giupo Bravo bell'esempio di comprensione e risposta, complimenti. Leggi due libri, va, che di "metodo scientifico" hai da imparare.
E, per il "facci il piacere, non rispondere":
1. Non usare il plurale, non rappresenti nessuno al di fuori di te stesso, credimi.
2. Lo dici a tua sorella, sul serio.

Chiudo perchè la discussione sta degenerando in un inutile flame, come sempre accade. Uno tifa Juve e l'altro Inter, e ognuno ha la squadra più forte...

Danilo Salvadori ha detto...

@Giupo: sottoscrivo. Infatti come ho detto sono colpevoli e meritano il carcere. Il problema è che siamo in un paese dove c'è gente che pensa che per guarire dalla cecità basti toccare il vestito di un frate morto, dove c'è ancora gente che crede nel malocchio, dove la superstizione è ancora diffusa. Io, te, le persone che frequentano questo blog, sono certo che si fiderebbero solo di un esperto per trattare un diabete. Ma non posso dire di avere la stessa certezza anche nei confronti degli altri miei connazionali. Anzi.

Assurdamente mi verrebbe da dire che un po' di colpa per quella morte l'abbiamo anche noi. Quante volte abbiamo sentito parlare qualcuno di pseudoscienze e di macumbe varie e per evitare di star lì a litigare mesi, abbiamo glissato e lasciato perdere? Non so voi, ma io posso dire di averlo fatto qualche volta. Quindi il sangue di quella ragazza è anche un po' sulle mie mani.

IceMat "Magelykun" ha detto...

grazie dell'articolo Paolo...lo posterò anche sul mio blog, nella vana speranza che serva a qualche cosa...

Juno ha detto...

@Mousse

Per composti chimici non intendevo "principi attivi". Intendevo il fatto che un farmaco non si trova in natura, ma viene assemblato in laboratorio. Per me cambia.
Non ho mai detto che TUTTE le sostanze naturali facciano bene.
Proprio perché sono efficaci, possono anche esserlo in negativo, e possono dare allergie, causare problemi, eccetera.
Vanno usate con cognizione di causa e attenzione.

@L'economa domestica

Non conosco i dati che mi chiedi, non sono un'erborista o una specialista in fitoterapia.
Non mi riconosco nemmeno nell'equivalenza che mi attribuisci, non ho mai detto che chimico è cattivo.
Ritengo che IN ALCUNI CASI (e lo sottolineo) i rimedi naturali siano meno invasivi di quelli di laboratorio. Che abbiano meno effetti collaterali e via dicendo. Questo va bene PER ME, ecco perché avevo fatto l'esempio del mio mal di pancia. Ma lungi da me affermare che debba essere così per tutti: riportavo solo un punto di vista differente.


@guidoq

L'ho distinte infatti, e ho precisato che non faccio uso di rimedi omeopatici.
Ho letto alcuni studi scientifici che dimostravano che l'omeopatia fosse più efficace di un placebo, ma ce ne sono altri che dimostrano il contrario.
Non sono qui per prendere una posizione, per me potrebbe essere vero ciò che dici.
Il senso del mio discorso era quello di scardinare la fiducia cieca e univoca nella medicina ufficiale.
Per quanto riguarda gli effetti benefici e collaterali dei medicinali, sono d'accordo.

@Fozzillo

Già, una cautela. Sicuro.

Non c'erano ancora prove scientifiche dell'efficacia di quel vaccino, sempre AMMESSO che ce ne fosse stato bisogno. Eppure, è stato confezionato e messo in commercio, con la scusa dell'emergenza pandemia.
Lo stato italiano (cioè le nostre tasse) ha speso 184 milioni di Euro dopo un accordo con l'azienda farmaceutica e diffuse l'emergenza influenza e la necessità del vaccino, nonostante molti specialisti accreditati sostenessero il contrario.
Se il vaccino fosse stato dannoso alla salute, chi avrebbe pagato? La Novartis?
No, tutti voi.

Questo è scientifico: la spiegazione più semplice è probabilmente quella giusta.
Viene in mente niente?

@lufo88

Ho riletto il tuo post. Scrivi: "la medicina alternativa uccide".
E io mi permetto di dissentire.

Stupidocane ha detto...

@tonizzo

Una domanda: quanto da ma postato poco sopra, risponde a verità in quanto ai rimedi omeopatici?
Secondo te, ho postato una corbelleria o quanto riportato risponde ad una verità omeopatica?

Jenny ha detto...

Influenza H1N1: bimbo di 21 mesi muore dopo il vaccino

Casi di danni da vaccino riconosciuti dal Ministero : http://digilander.libero.it/napoleta/danni_riconosciuti.html

Ancona: muore dopo un'iniezione di antibiotico = http://classico.viveremarche.it/index.php?page=articolo&action=stampa&articolo_id=156794

Dopo un vaccino all'Asl, bimba contrae la Meningite - Il DRAMMA

come dimostrano i dati USA che denunciano come in America, nel periodo compreso tra il 1990 e il 2001, l’overdose da Paracetamolo ha causato 458 morti e 26.000 ospedalizzazioni

Mortalità per complicanze gastrointestinali dopo impiego dei farmaci antinfiammatori


L'importante è usare senno!! in tutto..
Un bravo MEDICO Omeopata non fa MAI e dico MAi smettere la cura che la persona sta facendo con le medicine convenzionali..

le quali come vedete sopra anche cmq creano mortalità..
allora invece dii prendere un articolo qua o la.. leggete tutte le informazioni, centinaia di morti a causa di medicinali.. se i genitori di questa bimba e la fitizzia dottoressa più di tanto non erano.. non è colpa certo delle medicine Alternative.. (bisogna sempre sapere chi si ha davanti).. troppi medici allopatici fanno certi arrosti.. perchè caro attivissimo non pubblichi qualche articolo sui loro CASINI??????

Rispondi giusto a quest'ultima domanda..
tanto mi fate ridere cmq
ciao
ciao

Wannabe Nerds ha detto...

"Per composti chimici non intendevo "principi attivi". Intendevo il fatto che un farmaco non si trova in natura, ma viene assemblato in laboratorio. Per me cambia."

Assemblato? Dove? Alla catena di montaggio di Mirafiori??? :-)

Mousse ha detto...

@Juno: quale parte di "i farmaci vengono testati prima di essere messi in commercio" non è chiara?

Lo stesso non posso dire sui prodotti fitoterapici ed omeopatici, che non hanno nemmeno una casistica degli effetti indesiderati. Per i prodotti omeopatici, non essendoci principio attivo la cosa è inutile, per i fitoterapici non prendo niente che non so cosa possa fare.

Siamo stati scottati abbastanza volte da farmaci usati senza essere stati testati in maniera esaustiva per andarci coi piedi di piombo.

Stupidocane ha detto...

Per Juno, riguardo al vaccino:

Tanto se ci fosse stata davvero l'epidemia ed il vaccino solo per pochi, ci sarebbe stato sicuramente qualcuno che avrebbe alzato la voce perché 184 i milioni spesi erano troppo pochi...

Effetti collaterali? Non c'è stato il tempo materiale per finire la sperimentazione. Personalmente, se devo decidere tra morire e correre il rischio di finire la vita su una sedia a rotelle, scelgo la seconda.

Juno ha detto...

@Wannabe Nerds

Oh mi perdoni, non sono purtroppo in possesso della terminologia scientifica, per cui Lei ha trovato che fosse una mossa molto intelligente limitarsi a deridere piuttosto che rispondere in maniera costruttiva.

Sono certa inoltre che Lei abbia in giardino alberi di aspirina.

Explobot ha detto...

Andare a tentoni è sicuramente molto meglio che andare di corsa ad occhi chiusi con la certezza che la propria pratica alternativa funzioni senza nemmeno bisogno di "tentonarla"

In uno dei casi 'andare a tentoni' significava perscrivermi iniezioni di cortisonici ogni 3 mesi senza peraltro esprimere una diagnosi benchè a un certo punto da me sollecitato.

La soluzione alternativa era innocua, poco costosa e la prima volta l'ho fatta solo per accontentare uno zio che insisteva per farmela provare perchè - a suo dire - con lui aveva funzionato. Da persona fortemente convinta del metodo scientifico continuo a non credere all'omeopatia, però intanto i fastidiosi sintomi da 3 anni non solo hanno cessato di aumentare ma si sono ridimensionati diventando accettabili. Effetto placebo? Potrebbe essere (perchè se neghi validità all'omeopatia ti resta solo quello per spiegare la cosa), però a me va bene così.

Fozzillo ha detto...

Juno,
Ritengo che IN ALCUNI CASI (e lo sottolineo) i rimedi naturali siano meno invasivi di quelli di laboratorio.

Che affermazione inutile, è vero anche il contrario, in ALCUNI CASI i rimedi di laboratorio sono meno invasivi di quelli "naturali".

E allora?

All'erborista (giustamente) non è permesso curare malattie gravi o preparare rimedi troppo potenti, e grazie che è meno invasivo, ha a che fare solo con disturbi leggeri!

Stupidocane ha detto...

Jenny sul bambino di 21 mesi che muore per il vaccino:

Finlay era nato con un difetto cardiaco ed i polmoni danneggiati. Era stato operato quattro volte. Adesso stava aspettando in ospedale un nuovo cuore ed un nuovo polmone. “Stava abbastanza bene. Uscivamo fuori con lui ogni giorno. Giocava in mezzo alle foglie e si divertiva a guardare gli uccelli.

Da un'intervista dei genitori per Bild.

Juno ha detto...

@Mousse

Questo ovviamente vale per te.
Io preferisco invece affidarmi ad un rimedio differente, e non credo proprio che gli effetti collaterali non siano stati studiati.

@Stupidocane

"Effetti collaterali? Non c'è stato il tempo materiale per finire la sperimentazione."

Già. Mentre Mousse è stufo di "farmaci usati senza essere stati testati in maniera esaustiva" io non prenderò mai qualcosa che oltre a non essere stato testato, mi puzza lontano un chilometro di frode.
Sono scelte.

Juno ha detto...

@Fozzillo

" e grazie che è meno invasivo, ha a che fare solo con disturbi leggeri!"

Intendevo, a parità di disturbo.

tonizzo ha detto...

@Stupidocane
Io non so quasi nulla di omeopatia. Non ne faccio uso. Ricorro a rimedi erboristici spesso, più spesso alla medicina tradizionale.

Ma non è questo il punto per me interessante. E' il demonizzare l'interlocutore perchè "rappresentante" dell'altra fazione. In nome della scienza, anzi, della Scienza. Ma scherziamo? Parlando del passato, anche recente, come di un periodo di oscurità, e dell'oggi come se finalmente "avessimo capito tutto".
L'unica verità che ho, parafrasando qualcuno, è la ricerca della verità.
E pensare che l'agopuntura sia una minchiata solo perchè finora non ne è stato dato un avvallo scientifico (ma nemmeno una smentita) è mettersi allo stesso piano di chi sosteneva che la terra fosse piatta. Nè più nè meno.
Tra un secolo che si dirà delle "verità" scientifiche del 900?

E tutto questo non c'entra nulla col punire i ciarlatani!!!!

Rado il Figo ha detto...

Accademia, l'errore è però scusabile: il nome vero è Vanna Marchi, ma nelle denominazioni e ragioni sociali era (spesso) Wanna Marchi.

Stupidocane ha detto...

C'è chi sente odore di frode e chi invece cerca di prevenire.

A mio modesto avviso, meglio fare un'azione che a posteriori potrà essere giudicata impopolare che rischiare di uccidere la popolazione.

Fozzillo ha detto...

Juno,
Intendevo, a parità di disturbo.

Hai qualche esempio concreto?
Per piccoli disturbi io cerco di non prendere niente, e quando ho preso un medicinale da banco per un disturbo leggero non ho mai avuto effetti collaterali.

Orsovolante ha detto...

Vorrei ricordare le valanghe di cavolate che sono state dette sul vaccino.
Cominciando dalle presunte deportazioni di massa in Francia, passando per lo squalene e finendo con il mercurio.

Nemmeno uno solo di coloro che hanno diffuso queste paure ha fornito la benché minima prova di ciò che affermava.
Malgrado questo le falsità raccontate dai vari corrado, giuditta ecc.. hanno trovato ampia accoglienza anche sui media.
Proprio questo è il motore di quell'antiscienza che permette poi avvengano tragedie come quelle della ragazzina toscana.

Biolca ha detto...

@ Jenny

Un bravo MEDICO Omeopata non fa MAI e dico MAi smettere la cura che la persona sta facendo con le medicine convenzionali..

Perché un "bravo medico omeopata" sa che sta dando al suo paziente acqua distillata, che non può alterare in alcun modo lo stato di salute di una persona (tranne che per effetto placebo), ne in bene ne in male.

Jenny ha detto...

@stupidone..
quello è il primo articolo che mi è venuto alla luce degli occhi..
troppi casi ce ne sono...

ma non ho tempo per certe ca@@@@

non c'è peggior cieco / sordo di chi non vuol vedere/sentire...

Tutti sono ciarlatani nel momento in cui Loro sbagliano, il caso ha voluto che finisse così.. o a causa dell'ignoranza di certa gente!!!

I genitori han sbagliato alal grande.. La fittizzia dottoressa ha sabgliato.. e la bambina che non centrava niente ha avuto un triste destino...

Ma come succede nell'area Naturale alternativa succede speso e volentieri anche nella medicina ufficiale..

Tutto qui...
FDA è piena di denunce.. così gli ospedali.. e così sicuramente anche fittizzi dottori di medicina alternativa...

Bye

RobyX® ha detto...

purtroppo siamo arrivati al punto di augurare a certi imbecilli di avere una morte in casa perchè riescano finalmente a capire quanto sia pericoloso rivolgersi a certa gentaglia.

brain_use ha detto...

@Juno:
Tutti sono ciarlatani nel momento in cui Loro sbagliano

No. Non è vero.
Quello che ti ostini a non voler capire è che la "cura" della ciarlatana non poteva funzionare.

Per questo è una ciarlatana.
Oltre che un'assassina.

Jenny ha detto...

@Biloca..

mi dispaice contraddirti almeno nel mio caso..
i valori ematici si sono modificati e la terapia con medicine normali è stata diminuita a mano a mano..

Infatti avevo specificato MAI togliere... ma diminuire...

Mousse ha detto...

@Juno: sei liberissimo di girare in moto senza casco perchè in caso di incidente POTREBBE provocarti delle lesioni, ma poi non lamentarti e non chiedermi aiuto se in caso di incidente rimani paralizzato.

@Jenni: se ti vaccini contro la meningite POTRESTI RARAMENTE avere effetti collaterali e non ammalarti, se invece non lo fai e ti ammali SICURAMENTE muori.
Cosa scegli?

Juno ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Biolca ha detto...

@ Jenny

mi dispaice contraddirti almeno nel mio caso..
i valori ematici si sono modificati e la terapia con medicine normali è stata diminuita a mano a mano..

Infatti avevo specificato MAI togliere... ma diminuire...


Forse perché le "medicine normali" ti stanno curando e quindi si può pian piano diminuirle?

Juno ha detto...

@Fozzillo

Un esempio?
Preferisco usare prodotti a base di propoli invece che farmaci con bromexina cloridrato (per non fare pubblicità, il principio di uno sciroppo diffusissimo) che mi fa male perchè ho problemi gastrici.

@Mousse: "sei liberissimo"

liberissimA.

Certo, è quello il bello, siamo in democrazia.
A parte questo non credo che il tuo esempio fosse minimamente calzante.

Orsovolante ha detto...

Quello che non si vuole capire od ammettere, è che se anche la medicina ufficiale commette degli errori, anche se esiste la mala sanità, anche se le case farmaceutiche cercano di speculare sulle malattie, anche se tutto questo è vero, ciò non toglie che le cure alternative sono in genere un truffa che non cura assolutamente nulla e che costa quasi sempre molto di più di quelle ufficiali.

Giupo ha detto...

@tonizzo

Classico, leggi due libri, bella compresione, bell'esempio..

Tonizzo, hai detto tu che non averesti piu' rispoto, ritirandoti con altezzosita'... Che fai ti scandalizzi se qualcuno ti chiude la porta in faccia, guarda che qui chi si e' contraddetto sei tu, non io.

Il punto e' sempre quello, vuoi usare Google+ADSL per curarti, Fai pure, sei vicino al Darwin Award.

ǚşå÷₣ŗẻễ ha detto...

"L'importante è usare senno!! in tutto..
Un bravo MEDICO Omeopata non fa MAI e dico MAi smettere la cura che la persona sta facendo con le medicine convenzionali.."

Certo, perché sa che l'omeopatia è un placebo che può influire positivamente sull'aspetto psicologico del paziente. Nel contempo è certo che l'omeopatia influirà positivamente sui propri profitti.

Idem dicasi per il farmacista.

Jenny ha detto...

MOUSSE...
da che ho l'età dell'incoscienza non mi vaccino più...

meglio per me giocare alla roulette russa che spararmi con tutte le pallottole in canna...

Giupo ha detto...

@Danilo Salvadori : Sono d'accordo con te, basta con questa cacchiate ;)

Stupidocane ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Stupidocane ha detto...

@ tonizzo (riposto perché avevo citato erroneamente Fozzillo)

Non discuto l'assunto da te espresso, ma non si può tenere sempre la porta aperta a tutto. Il nostro benessere, la nostra salute (intesa come specie Homo Sapiens) deve molto più alla scienza che non all'agopuntura o all'omeopatia. Se l'omeopatia si basa sulla massima diluizione possibile del principio attivo, questi non ha alcun effetto sulla malattia. Parafrasando J.Randi, il principio attivo contenuto nei rimedi omeopatici equivale a buttare un'aspirina nel lago Tahoe, mescolare per bene e prenderne una bella sorsata. Converrai con me che a queste condizioni (esagerate per carità ma il succo non cambia) il principio attivo fa a farsi benedire, con tanti saluti ai batteri che ti fanno star male.


Faccio però un distinguo sull'erboristeria: infusi e decotti hanno delle proprietà curative (ad esempio l'acido acetilsalicilico) e sicuramente arrecano beneficio in quanto le proprietà delle piante sono conosciute e studiate. Ma un conto è una tisana al finocchio per il gonfiore intestinale, un altro è un integratore di zuccheri che si propone come alternativa alla tisana. Nel senso che se con l'erboristeria puoi curare dei fastidi ed in alcuni casi, sintomatologie passeggere, con l'omeopatia non curi un bel nulla, poiché un rimedio omeopatico per il gonfiore intestinale avrà una molecola del principio attivo contenuto nella tisana al finocchio.

Giuliano ha detto...

@omeopatofilici: perché invece di chiacchierare qui non mandate le vostre cartelle cliniche (o copie di esse) del prima e dopo la cura omeopatica a WeWee? Ha sempre detto di essere assolutamente disponibile nel pubblicare, anche in canali scientifici, dei risultati sorprendenti, e una cura omeopatica certo lo sarebbe

Orsovolante ha detto...


Un esempio?
Preferisco usare prodotti a base di propoli invece che farmaci con bromexina cloridrato (per non fare pubblicità, il principio di uno sciroppo diffusissimo) che mi fa male perchè ho problemi gastrici.


Ok Juno... anche io uso il propoli. Ma la scienza non nega che il propoli contenga deli antibiotici.
però anche il propoli non è che lo utilizzi cosi come lo depongono le api. Di solito è venduto in soluzione alcolica e questo nel mio caso ne limita talvolta l'uso.
Tra l'altro il prodotto che hai citato è un fluidificante per le vie respiratorie e non lo puoi del tutto paragonare al propoli.
In ogni caso il propoli costa generalmente molto più caro dei prodotti farmaceutici.

ǚşå÷₣ŗẻễ ha detto...

"meglio per me giocare alla roulette russa che spararmi con tutte le pallottole in canna..."

Tu puoi fare questa scelta perché vivi in un'area del mondo dove, grazie ai vaccini e alla scienza medica, patologie terribili sono state debellate totalmente o quasi.

Pur essendo la tua scelta rischiosa ed illogica, diciamo scellerata, rischi poco.

Fozzillo ha detto...

Juno,
Un esempio può essere l'uso della Propoli contro il mal di gola, invece della bromexina cloridrato, che per me è veleno, avendo problemi gastrici.

Perfetto, e se tu invece avessi una allergia alla propoli?

Stai parlando di un problema specifico con un farmaco, non a caso ci sono tante alternative, la bromexina cloridrato non va bene per te, ma non significa che la propoli sia più adatta per tutti.

GuidoBH ha detto...

@Juno
Bromexina: è il derivato di un alcaloide, la vascicina, estratto dalle foglie di Adatoda (Adhatoda vasica o Noce delle Indie), pianta erbacea indiana, tipica dell'Ayurveda, con attività broncodilatatrice ed antitussiva. Per derivato si intende che non è SINTESI chimica, ma estratta dalla pianta. Nelle avvertenze si parla chiaramente che non è indicata per pazienti con ulcera etc. etc.
Però è utilizzata come rimedio naturale in fitoterapia e le avvertenze NON riportano controindicazioni. Sarà per il dosaggio, sicuramente inferiore al medicinale commerciale. Non viene qualche dubbio..?

brain_use ha detto...

@Jenny
da che ho l'età dell'incoscienza non mi vaccino più...

meglio per me giocare alla roulette russa che spararmi con tutte le pallottole in canna...


hai mai riflettuto che puoi permetterti questo lusso semplicemente perché invece milioni di persone si sparano di vaccini?
Sai che se quei milioni di persone non lo facessero le probabilità che anche tu, come loro, ti ritrovi con una bella poliomelite da grattare sarebbe piuttosto alta?

E magari, saresti già stata stecchita dal vaiolo...

Giupo ha detto...

@Giuliano

Ma basterebbe pure qualche paper di ricerca e conseguente impact factor su queste pratiche.
ZERO, niente... E' piu' importante stare qui e farfugliare qualcosa a favore dell'omopatia piuttosto che provare evidenze concrete dell'efficacia.

brain_use ha detto...

@usa-free
.

flic e floc...? ;)

Orsovolante ha detto...

"meglio per me giocare alla roulette russa che spararmi con tutte le pallottole in canna..."

Questa è la classica dichiarazione egoista.
Se tu vivessi in un mondo dove nessuno si vaccina, con il rischio di prenderti la poliomielite, il vaiolo, la difterite, vorrei proprio vedere se non ti vaccini.
lo puoi fare perché la maggior parte delle persone che ti circondano si è invece vaccina e quindi non ti può trasmettere la malattia.
Quando poi si ha magari dei figli questa scelta può diventare davvero pericolosa e non molto distante da quella che hanno fatto i genitori della ragazzina di cui si parla nel post.

Stupidocane ha detto...

@Jenny

Se proprio vuoi storpiare il nick, preferirei Stu e basta che non stupidone, sai com'è... ;-)

Per quanto riguarda l'omeopatia, credi che quanto da me postato in precedenza riguardo all'estrema diluizione del principio attivo, risponda a verità o sia falso?

Per quanto riguarda invece le medicine "ufficiali" è chiaro che ci sono effetti collaterali, ma a conti fatti, nella maggioranza di casi il beneficio che si può trarre dai medicinali è superiore al danno collaterale. C'è poi da dire che non tutte le persone possono tollerare un dato farmaco, prova ne sia che sui bugiardini è scritta la casistica dei casi di effetti collaterali associati all'assunzione del farmaco stesso.

Altro discorso da affrontare poi, sarebbe quello degli effetti collaterali de farmaci, tenendo però d'occhio quanti medicinali vengono assunti senza prescrizione medica. La maggior parte delle denunce alle cause farmaceutiche partono proprio da uno scorretto uso del farmaco. E purtroppo, anche gli antibiotici vengono venduti dai farmacisti anche senza presentazione di ricetta medica.

Talksina ha detto...

@GuidoBH - ti ricordi di me sono quella della netdipendenza
anche a me fa molto arrabbiare questa storia dell'omeopatia. Niente contro le cure naturali, ovviamente, ma devono essere usate come INTEGRATORE non certo come ALTERNATIVA ai farmaci. Anche io ho avuto esperienza, e ne ho, con queste cose.
Soffro di allergia ai pollini, e alle graminacee.
Insomma, quando mi è poco forte, prendo una medicina naturale. E funziona.
Ma posso assicurare che nelle giornate come quella di oggi, che non so cosa ci sia oggi in particolare so solo che sto malissimo e mi chiamo stupida per non aver preso il telfast. il farmaco tradizionale.
Problema è che il telfast mi dà l'abbiocco
e lavoro male. Però francamente non ha proprio avuto senso, pensare di cavarmela e che funzionasse la pastiglia e invece, visto come sto ora, francamente è preferibile l'abbiocco del telfast...
cmq, Clara non è l'unica vittima di tutta questa roba
nel 2008 sono morti 2 ragazzi poco + che trentenni, di aids, uno ad aprile e uno a ottobre... 2 attivisti, 2 che erano informatissimi sulla materia e anche sulle terapie. Che PER SCELTA non hanno preso i farmaci antivirali perché credevano ai vari dissidenti tipo duesberg, mullis e similari. "il virus inventato", cercate pure
Christine Maggiore, morta nel 2008, sieropositiva dissidente dal 1992. David Pasquarelli, anche lui dissidente aids. Rafael Sabato Lombardo, e altri 2 francesi di cui mi sfugge il nome ma basta fare una ricerca in rete tipo dissidenti aids morti...
Io dico solo una cosa:
volete farvi del male, non curarvi, fidarvi dei parolai? Fate pure
Ma vedete di non influenzare gli altri...

ǚşå÷₣ŗẻễ ha detto...

Ecco, e con Orsovolante possiamo giocare a flic floc flac, con Jenny che ci sbraita contro "mi fate ridere!!!"

Juno ha detto...

@Orsovolante

Già, probabilmente non si possono paragonare, ma era per indicare due prodotti generici per curare il mal di gola.
Inoltre, un flacone di Propoli costa quanto uno di sciroppo.

@Fozzillo

Mi hai chiesto un esempio, ricordi? E io te l'ho fatto.
Qualche post prima avevo specificato che i rimedi naturali possono dare allergie, e non sono per forza innocui.

@GuidoBH

Sono assolutamente contraria all'automedicazione.
Un buon erborista o specialista in medicina naturale, sa che tale principio attivo è controindicato per problemi allo stomaco, e se è onesto non consiglierà l' Adatoda.
Comunque, non escludo che ci siano ciarlatani e truffatori anche nella farmacia naturale.
L'ho detto dal principio.

Carson ha detto...

Tonizzo wrote:
"Ti sbagli di grosso, non è un placebo:
http://www.lswn.it/biologia/articoli/da_una_ricerca_italiana_conferme_capacita_agopuntura_di_intervenire_sui_meccanismi_percezione_dolore

Placebo è un'altra cosa!"

Dall' abstract dello studio in questione:
"Here we show that classic acupuncture activates the left Anterior Cingulus, the Insulae bilaterally, the Cerebellum bilaterally, the left Superior Frontal Gyrus, and the right Medial and Inferior Frontal Gyri. Most of the activated areas are shared with areas activated in acute and chronic pain states as described in the literature. Thus acupuncture appears to act by activating areas also involved in pain. This indicates that acupuncture could relief pain by unbalancing the equilibrium of distributed pain-related central networks.

Da qui a sostenere che l' agopuntura funzioni e non per effetto placebo ce ne passa.
Che avere un ago infilato nel corpo, anche se non ti provoca dolore attivi alcune aree del cevello molte delle quali sono attivate in caso di dolore cronico &/o acuto non mi stupisce.
Che l' agopuntura funzioni (seppure in parte)... quand' è che si usa could e quando si usa can?

@Juno:
Sentiamo il parere di un medico su quello studio?
Io dal punto di vista statistico rilevo un' anomalia: l' età media di un gruppo è superiore del 25% a quella dell' altro.
Se dal punto di vista medico una simile discrepanza tra i due gruppi è irrilevante ne riparliamo.

Ciao

Carson

Jenny ha detto...

e perchè egoista? sono libera e cosciente alla mia età di fare come meglio credo..
viaggiando molto dico pure questa non ho mai fatto vaccini ne per epatite, ne per il tifo ne per la malaria la febbre gialla la meningite etc etc.. anche nei paese del terzo mondo sono tutti vaccinati? mah....
ognuno scelga la propria via.. io non dinniego la medicina ufficiale ma neanche quella naturale..
non sopporto solo leggere certe frasi come "meritano la morte in casa chi si affida a certi ciarlatani".. è una frase orrenda NON UMANA!!!

Turz ha detto...

@Orsovolante:
Questa è la classica dichiarazione egoista.

No, è la classica dichiarazione ignorante.

Anche a causa della scarsa preparazione scientifica, molti non si rendono proprio conto del fatto che è possibile "scegliere" di non vaccinarsi solo se la maggioranza si vaccina.
Non è egoismo, è che proprio non ci arrivano.

david ha detto...

http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2007/08_Agosto/26/berticelli_aborto_muore_gemello_sano.shtml

Assassini pure loro?..e questa è "scienza" eh!..
Basterebbe comunque chiedere a qualche parente, amico, conoscente per stilare una lista di tutti gli errori, le mancanze, le leggerezze che affliggono il mondo della medicina, quella "vera" eh!
Concordo con chi dice che meglio adsl+google che il medico di base: il mio è già lì con la penna in mano ancora prima che finisca di dire "Buongior.."...

Un minimo di pacatezza, equilibrio e buon senso prima di scrivere articoli così faziosi ed emotivi. Mia opinione.

Generale_Russo ha detto...

Il bello che uno dice "eh in africa/qualsiasi-stato-al-di-sotto-della-sicilia fanno riti voodoo, ci sono i "maledetti", gli stregoni" e li deridono. Poi però non si accorgono di quanti (scusate il termine) CAZZARI venditori di nulla ci circondano. Pseudoscienze... bah una schifezza. La Medicina è Medicina, potrà essere lenta, potrà essere difficile, potrà anche essere pericolosa, ma è MEDICINA. Seppure può sembrare un "mostro cattivo" agli occhi dei bigotti, la medicina permette di curarsi, ma soprattutto di far VIVERE gente che può tranquillamente farsi una vita propria.

Sono indignato di questo mondo. Vado su Plutone.

Juno ha detto...

@Talksina

"Niente contro le cure naturali, ovviamente, ma devono essere usate come INTEGRATORE non certo come ALTERNATIVA ai farmaci."

Dato che giustamente condanni la disinformazione, non farne tu per prima.
Non si mescolano rimedi naturali e farmaci.

Anonimo ha detto...

Jenny,

da che ho l'età dell'incoscienza non mi vaccino più...

Sapevo che saremmo arrivati a parlare di vaccini. Sappi che se tu puoi permetterti il lusso di "non rischiare", è solo perché la maggior parte della popolazione si vaccina. Soltanto raggiungendo una copertura diciamo dell'80% si impedisce alla malattia di diffondersi. E infatti in Africa la gente continua a morire di morbillo e di polio.

"Roulette russa", dici tu. Forse sì, ma usando una pistola che ha un caricatore da 1.000.000 cartucce e un solo colpo in canna. Come la mettiamo con i 164.000 morti di morbillo nel 2008? E Tieni conto che nel 1999 erano più di 800.000… Come mai questo crollo? Forse grazie al vaccino?

Fonte: http://en.wikipedia.org/wiki/Measles.

"Da che ho l'età dell'incoscienza"… forse, a ben vedere, non si tratta di un refuso.

Guido

Giupo ha detto...

@Jenny

Ringrazia vivamente Dio o chi per Lui nella tua Fede, che non hai mai avuto bisogno di medicina razionale (e con le palle).

Cosa merita la gente che accumula soldi sulle disgrazie altrui? La morte, la piu' orrenda possibile

Orsovolante ha detto...

e perchè egoista?
Perché tu deleghi la tua salute al comportamento degli altri.
Tu sei sana solo perché coloro che ti circondano hanno affrontato quello che tu rifiuti.
Io credo in realtà tu sia molto giovane perché altrimenti dovresti ricordare che anche in Italia fino a qualche decina di anni fa non era affatto infrequente incontrare poliomielitici storpiati dalla malattia.
E ti ricordo che in Italia la poliomielite è scomparsa grazie ai vaccini.
Ti ricordo anche che in Olanda, se ricordo bene nel 95, ci fu una recrudescenza della malattia all'interno di una comunità religiosa che rifiutava i vaccini.
Come risultato nacquero numerosi bambini decerebrati, altri si ammalarono e o morirono o restarono deformi.

e quando vai in paesi a rischio non vaccinandoti non solo metti a rischio la tua salute, ma anche quella delle persone che avvicini.
Magari quegli stessi bambini che fino a quel momento erano riusciti ad evitare la malattia che rischiano di prenderla proprio da una ricca eurpea un po' snob

Biolca ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Biolca ha detto...

@ Jenny

anche nei paese del terzo mondo sono tutti vaccinati? mah....

Bello fare della facile ironia quando si vive in Occidente. Ecco il primo articolo a caso sull'argomento che ho trovato sul sito di Medici Senza Frontiere. Ti consiglio di leggerlo

Giupo ha detto...

@david

Errare e' cosa umana, perseverare e' omeopatico

Carson ha detto...

Sottoscrivo quasi in toto l' articolo di Paolo tranne che su questo punto:
" Una deficiente in meno sulla Terra è sempre una buona cosa."
Non voglio una Terra spopolata: la stupidità non è un buon motivo per augurare del male a chicchessia.
Non ce l' ho con Marjorie Randolph perchè era stupida e per questo ci ha lasciato le penne.
Ce l' ho con lei perchè era una cialtrona pericolosa.
Io l' avrei messa così:
"Una ciarlatana pericolosa per sè e per gli altri in meno sulla Terra è sempre una buona cosa."

Ciao

Carson

brain_use ha detto...

@david:
Basterebbe comunque chiedere a qualche parente, amico, conoscente per stilare una lista di tutti gli errori, le mancanze, le leggerezze che affliggono il mondo della medicina

L'ho già chiesto ad altri (che non mi hanno risposto).
Lo chiedo a te: e questo giustificherebbe il ricorso ai ciarlatani?

Uomo del nordest ha detto...

Come ti capisco Paolo.

Anch'io credo da sempre mi accanisco contro il soprannaturale, ma chissà perché anche qui come per molte altre cose nessuno fa niente finché non ci scappa il morto. E spesso si continua a fare niente anche dopo.

Mi piacerebbe tanto poter fare una chiacchierata con i parenti della povera bimba.

crespo ha detto...

@juno

Mi sono perso un bel po' di discussione, leggo solo ora la tua risposta ad un mio commento.

Mi suggerisci di leggere questo articolo:
Chronic primary insomnia: Efficacy of homeopathic simillimum

Ma ti sei accorto di come si chiama il giornale?

Si chiama Homeopathy!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Ma ti sembra una fonte?????????????????

Se mastico l'inglese?????????????
Mi sa che c'è del fosforo da masticare, cos'è una presa in giro?
D'accordo parlare, ma per lo meno con onestà intellettuale, cribbio!

E poi, un campione di 14 persone, ma ti sembra statisticamente valido??????????????????????

Stupidocane ha detto...

Io sono dell'idea che se è vero che Jenny gira il mondo senza vaccinazioni, prima o poi capirà l'assurdità delle sue argomentazioni. Non è una gufata, anzi, le auguro di passare una vita sana e godendo di quanto di più bello il mondo abbia da offrire. Ma ho il sospetto che prima o poi, qualche virus pazzeriello farà capolino ed a qual punto capirà da sola l'errore che ha commesso. Sempre che questo non le costi la vita.

lufo88 ha detto...

@Juno
"Ho riletto il tuo post. Scrivi: "la medicina alternativa uccide".
E io mi permetto di dissentire."
E qui cosa l'ha uccisa?

Inoltre ho letto nei commenti che un bravo omeopata non fa interrompere la terapia tradizionale. Grandioso! Se sto tagliando l'erba e contemporaneamente bevo una limonata l'erba è tagliata. Per il ragionamento degli omeopati la limonata ha tagliato l'erba. Ottimo.

Mousse ha detto...

@Juno: sorry per il genere ... il paragone è perfettamente calzante invece. Non curarsi o curarsi con l'omeopatia (non parliamo di cose banali che passano da sè anche senza farmaci) espone agli stessi identici rischi che girare in moto senza casco. In entrambi i casi si rischia la vita o lesioni permanenti (cambia solo la probabilità che l'evento si verifichi, quella di incidenti stradali è più bassa).

Sull'erboristeria il discorso è invece un pò diverso dato che le piante qualche effetto terapeutico ce l'hanno.

Ma guardacaso quando non c'era la medicina come la conosciamo oggi la gente viveva molto meno di adesso (e non c'erano gli incidenti stradali). Le piante e l'erboristeria c'erano già.

@Jenny: sui vaccini, l'han già scritto altri come stanno le cose, e vale anche la mia constatazione di poche righe sopra. Quanti bambini, oggi, contraggono il morbillo? Relativamente pochi. Quando ero piccolo io, 30 anni fa, praticamente tutti l'avevano fatto perchè non c'era il vaccino.

L'agopuntura a quanto pare una certa efficiacia ce l'ha. Sarà per effetto placebo, sarà per stimolazione sui nervi, ma per i dolori "banali" generalmente ha effetto. Anche la stimolazione di alcuni particolari punti del corpo ce l'ha, probabilmente per gli stessi motivi.

L'ho sperimentato direttamente, e se era un effetto placebo mi va bene lo stesso, il dolore al ginocchio è passato e non mi sono affaticato il fegato con l'ibuprofene...

Stupidocane ha detto...

Jenny, continui a tirar fuori il discorso del "lato oscuro" della medicina mettendolo sullo stesso piano delle cure che ha trovato. Voglio sbagliarmi, ma credo di capire che secondo te, la medicina salva tante persone almeno quante sono quelle che uccide. Dimmi che mi sto sbagliando e non intendevi questo...

Andrea Sacchini ha detto...

Anche a me questa vicenda ha colpito molto. Ne parlai sul mio blog nel 2008, quando la ragazzina morì, e ne ho accennato ieri, quando ho letto della sentenza di primo grado a carica dei genitori.

Come è noto le sentenze si possono criticare. In virtù di ciò dico che mi dispiace che il giudice abbia ritenuto di condannare i genitori per omicidio colposo (pena piuttosto lieve). Il pubblico ministero, infatti, aveva chiesto di procedere per omicidio volontario chiedendo il massimo della pena.

Ecco, io concordo col pm.

Orsovolante ha detto...

Ma io a differenza vostra non punto il dito in modo categorico su una o sull'altra metodolgoia..

Io invece si. perché l'aspirina magari fa anche male allo stomaco ( a me fa sanguinare il naso e non posso usarla ad esempio, ma è provato che abbassa la febbre e aiuta in molti altri casi.
E' provato con studi "scientifici". Invece delle cure cosi dette alternative la casistica è fatta solo di aneddoti.

Per il discorso vaccini è viaggi all'estero quello che non mi è chiaro se lo hai capito o meno è che si, tu al ritorno ti sei fatta gli esami... sono felice, lo dico sinceramente, che non ti sia presa nulla. Ma se fosse successo sei consapevole che le conseguenze non avrebbero riguardato solo te?
Sei consapevole che probabilmente prima di accorgerti di essere malata avresti contagiato altre persone?
Per questo definisco la scelta di non vaccinarsi "egoista". Perché non è vero che riguarda solo noi stessi.

tonizzo ha detto...

@Carson.

Ciao. Quando si usa could e quando can. Mah, banalmente si usa could quando potrebbe essere una strada da percorrere. Che in alcuni casi funziona. Che so dare beneficio. Per me è sufficiente per approfondire quanto più possibile una terapia.

Considera anche che è una terapia senza controindicazioni. Puoi anche dirmi che meglio dell'agopuntura per farmi passare l'insonnia c'è un sonnifero. Certo, nell'immediato funziona di più. Anche il formicaio che ho in giardino col napalm smette di darmi problemi molto rapidamente.

Ripeto, cmq, che non sono uno strenuo sostenitore di un bel nulla. Ma l'agopuntura, come molte altre forme di cura, mi hanno sempre affascinato molto, e riescono a volte a dare risultati sorprendenti...

Ciao

GuidoBH ha detto...

@Talksina
Certo che mi ricordo di te... E tutte le mattine prendo una bella pastiglietta di telfast anche io, da 35 giorni ormai, ma ieri e oggi è un disastro... ho il naso dolorante, macerato...

@Juno
Prova per curiosità a digitare Adhatoda vasica in google e a leggere qui e là. Salteranno fuori tanti, ma proprio tanti, preparati di erboristeria e pubblicazioni che non accennano ai problemi gastrici (e alle altre controindicazioni). E naturalmente il problema non è per te, che usi il buon senso, ma per tutti quegli altri...
Non dimentichiamo che siamo in un paese in cui qualcuno (scalfaro che riporto con la minuscola) ritenne che eravamo tutti dei cretini e avevamo bisogno di essere protetti dallo strapotere mediatico di una parte politica, come se nessuno di noi fosse capace di discernere...

Mike J. Lardelly ha detto...

A me dispiace moltissimo per la morte della ragazza, come è normale che sia, e mi immagino lo stato d'animo dei genitori che hanno più o meno inconsapevolmente portato alla morte la propria figlia (posso immaginare anche quello degli amici che hanno consigliato di rivolgersi alla fattucchiera). Mi associo alla denuncia di MedBunker e all'indignazione di Paolo Attivissimo per quanto riguarda le situazioni tragiche che possono scaturire dalla medicina alternativa.

Non condivido l'atteggiamento più o meno esplicito di alcuni lettori che tendono a demonizzare non tanto le medicine alternative, ma chi non ha fede nella scienza.

Chiarisco subito: è saggio l'atteggiamento di non lasciarsi trascinare dalla superstizione e mantenere spirito critico. Questo dovrebbe essere insegnato nelle scuole. E' anche vero che, se si dice che qualcosa funzioni, bisogna metterlo alla prova. Se funziona, bene; altrimenti pazienza. Queste sono basi di buon senso che sono i fondamenti epistemologici della scienza galileiana che dovrebbero essere condivisi dall'umanità, credente o meno in religioni, ma anche in complotti o teorie alternative.

Io sono preoccupato da alcuni commenti che mi fanno pensare che per alcuni la scienza stia diventando una nuova ortodossia, con la differenza che chi ci crede è assolutamente certo di essere dalla parte della verità e giudica gli altri come poveri mentecatti. A quando una Santa Inquisizione contro chi non segue la "scienza ufficiale"?

granmarfone1950 ha detto...

@ Danilo Salvadori - comm 245
mi verrebbe da dire che un po' di colpa per quella morte l'abbiamo anche noi. Quante volte abbiamo sentito parlare qualcuno di pseudoscienze e di macumbe varie e per evitare di star lì a litigare mesi, abbiamo glissato e lasciato perdere? Non so voi, ma io posso dire di averlo fatto qualche volta. Quindi il sangue di quella ragazza è anche un po' sulle mie mani.

Senti, mi verrebbe da dire "ma parla per te!"

Ma che significa dire siamo anche noi un po' colpevoli, abbiamo le mani sporche di sangue? Con questi toni melodrammatici, poi, "sangue sulle mani" addirittura.

Se in un bar ascolti qualcuno dire che si cura omeopaticamente gli dici che si sta rovinando la salute, magari, e se quello ti manda a quel paese che fai? gli spacchi le braccia per impedirgli di assumere palline di zucchero? lo fai arrestare preventivamente?

Secondo la tua logica di colpa cosa si dovrebbe fare?
Girare per le vie con un saio addosso e un campanaccio gridando "non curatevi con l'omeopatia", ma anche "non rubate", "non uccidete", "non correte in auto", "non drogatevi" e tante altre cose, e poi?
Ti sentiresti poi in colpa per un furto o un over dose che non hai impedito?

E comunque, come hai scritto, se a volte hai detto a chi conosci di lasciar perdere 'ste stupidate perché mai devi sentirti le mani sporche?


Mi spiace ma non mi faccio assolutamente carico di sensi di colpa per gli stupidi comportamenti di altri che riguardano solo loro;
non mi pare proprio giusto fare il solitario cavaliere bianco che combatte i mali del mondo,
non ho mai amato i missionari.

Faccio il mio dovere come ritengo giusto e tanto mi basta.

PS
in alcuni casi (non questo) gli 'stupidi comportamenti' possono essere dettati dalla disperazione e dall'impotenza: allora silenzio assoluto e, se mi è possibile, compassione cioè compartecipazione alla loro passione e al loro dolore. In senso laico.

Giupo ha detto...

@Jenny

Il dottore e' perfettamente consapevole della natura non deterministica di quello che sta facendo. "Vediamo come reagisce il corpo" e' una frase fatta che serve proprio a pararsi da questo.

Ma il dottore, ha un fondamento scientifico, sa dove va a parare, sa cosa rompe, e presume di sapere cosa puo' aggiustare.

L'omeopata nel caso di Clara cosa ha fatto, nell'interesse di Clara? NIENTE. l'omeopatia cosa puo' fare nel caso del diabete, NIENTE. la fede cieca in una scienza non documentabile, dove il vero principio attivo e' l'acqua ha ucciso una ragazza di 16 anni (che precisamente pretendevano di curare con vitamine): e' permesso avere un rodimento di **** per questo, o dobbiamo sopprimere un sentimento ragionato?

Perche' vi scandalizzate se e' stato augurato il peggior male a chi ciba queste buffonate e fa cadere nel tranello della ciarloneria dei poveri disperati che rimangono l'unica parte lesa:

Cosa bisogna augurare a questa gente, a chi si approfitta di persone in difficolta', se non la peggiore fine?

Anonimo ha detto...

Jenny,

Che la poliominite abbia fatto morti non ce ne son dubbi.. come tanti morti ne ha fatti i vaccini.. la tachipirina.. l'aspirina etc etc..

Si parla di numeri: i morti che citi tu sono in rapporto di UN MILIONE A UNO.

Come dire: il nazismo è stata una brutta cosa, sì, ma in fin dei conti anche il mio vicino ha tirato sotto uno con la macchina.

Guido

Juno ha detto...

@Crespo

Hai ragione, non è una fonte attendibile.
Non l'avevo letto per intero, pensando fosse lo stesso articolo che avevo letto tempo fa, quello era più serio e mi aveva abbastanza convinto.

Comunque, il chiedere se parli inglese non è un'offesa, era una semplice domanda.
Non tutti lo leggono facilmente.

Per onestà intellettuale, scusandomi per la svista, riporto altri due studi interessanti che ho trovato, che invece condannano le cure omeopatiche.

http://www.acsh.org/healthissues/newsID.632/healthissue_detail.asp

http://www.ncahf.org/pp/homeop.html#science


p.s.
ti sei accortA.
sono una ragazza.

Anonimo ha detto...

(Oddio… la legge di Godwin!)

brain_use ha detto...

@guidoq:

il nazismo è stata una brutta cosa

Godwin!!!! ;)

ema ha detto...

Il problema più grosso è che non si può determinare bene il confine della superstizione senza offendere milioni di persone. La Chiesa va bene? L'acqua di Lourdes, i guariti di Padre Pio, il sangue di San Gennaro, sono accettabili perché non fanno male a nessuno?
La guerra alla superstizione è una guerra ad un tratto del carattere umano troppo radicato: in genere è visto come disadattato chi non crede in niente che non sia dimostrabile, non chi crede in qualcosa.
Se accettiamo Lazzaro risorto (oh, mica delle vitamine miracolose, qui si parla di morti che ritornano a vivere) allora tutto è possibile.
La verità è che l'illuminismo ha fallito: la fatica della comprensione (perché è sempre molto più faticoso capire che affidarsi) è eccessiva, credere è banalmente più facile.

Anonimo ha detto...

Sono totalmente contrario a maghi e stregoni con non hanno basi scientifiche. La medicina classica ricordiamoci che ha commesso molti sbagli prima di arrivare dov'è e che sono morte molte persone per errori medici e delle medicine. Questo può essere solo un caso, come di casi ce ne sono stati con la medicina ufficiale.
Comunque sia le persone dovrebbero essere molto più informate prima di decidere e affidarsi molto meno alla speranza. Se si sbaglia la posta in gioco è la vita.

Juno ha detto...

@lufo88

"E qui cosa l'ha uccisa"?
Come dire: io sono a conoscenza dell'esistenza di un pallone rosso. Tutti i palloni sono rossi.
Non mi pare un sillogismo molto corretto.

@Mousse

Ma io stavo parlando da secoli di cure erboristiche, non omeopatiche. Queste ultime, NON le uso.
E sinceramente non credo che se evito un vaccino (quello dell'ultima influenza) non perché il mio erborista mi ha lavato il cervello ma perchè NON E' STATO SOTTOPOSTO A TEST ADEGUATI, ho le stesse probabilità di morire che se vado in moto senza casco.
Per quanto riguarda gli altri vaccini, per me sono indispensabili.

@GuidoBH

Bè, riguardo ai media, non ho mai visto in TV uno spot di un rimedio fitoterapico.
Ma ne vedo continuamente di ogni genere di farmaco.
(con la voce in sottofondo: puòavereeffetticollateralianchegravi con il tono di chi ti comunica una bella notizia)

Fozzillo ha detto...

Ricordiamoci il topic di questo post, che condivido pienamente:

Tutti quelli che stanno difendendo qualsiasi "teoria alternativa" contribuiscono ad alimentare la sfiducia verso il metodo scientifico, causando danni mortali.

Non vuol dire che la scienza sia perfetta o miracolosa.
Non vuole dire nemmeno che la scienza non possa essere criticata, ma per farlo ci vogliono argomenti validi almeno quanto quelli che la sostengono.

Sostenere che metodi non provati, basati su teorie inventate, senza il supporto di dati verificabili, siano da preferire al metodo scientifico è da incoscienti e danneggia lo stesso progresso che abbiamo la fortuna di vivere oggi.

Raffaella ha detto...

Sono assolutamente d'accordo con il post di Paolo: ho avuto la stessa identica reazione leggendo l'articolo oggi.

Pippolillo ha detto...

Proprio oggi è uscito un articolo del prof. Ugo Bardi che cita i "frame cognitivi", cioè come la nostra mente tende ad incasellare le informazioni.
L'articolo è sul cambiamento climatico, cioè come ancora oggi nonostante le evidenze scientifiche vi siano stuoli di negazionisti.
La stessa cosa potrebbe essere per la medicina e molti altri settori della nostra vita.

Fozzillo ha detto...

Non condivido l'atteggiamento più o meno esplicito di alcuni lettori che tendono a demonizzare non tanto le medicine alternative, ma chi non ha fede nella scienza.

Non esiste la FEDE nella scienza, la scienza porta prove misurabili, e si può stimare con certezza quanto funzioni.
Quando una nuova teoria scientifica viene MISURATA migliore di quella precedente, la si applica, senza che nessuno resti FEDELE a quella vecchia.

GuidoBH ha detto...

@Juno
Sei evidentemente giovane (beata te...)
Il mio riferimento a scalfaro era sulla "par condicio" in politica, non ai fitofarmaci o omeopatia. La par condicio ha imposto che i maggiori partiti avessero lo stesso peso mediatico del partito dei "Manzanilli Scalzi che giocano a carte sotto il pergolato di Don Tarcisio se non fa caldo". Per analogia, come se fossero destinati gli stessi soldi alla ricerca per una cura sul cancro o per il problema delle sopracciglia con le doppie punte (a parte che la ricerca cosmetica per le rughe investe sa solo lei quanto...)

Carson ha detto...

@Tonizzo.
Per l' insonnia resto dell' idea che la mia soluzione sia la migliore anche se non è la più efficace.

Quanto all' approfondire lo studio, non vedo perchè non farlo.
Ma sostenere che l' agopuntura sia qualcosa che non è placebo resta da dimostrare.

Se poi sei tra i fortunati che con tre gocce d'acqua e zucchero in una bottiglietta da 8€ riescono a sostiture un sonnifero o a farsi passare il mal di testa, buon per te.
Sono 8€ ben spesi.
Ma curarsi patologie serie con acqua e zucchero o con qualche spillo è da deficienti.
Convincere altri a farlo è da criminali.

Ciao

Carson

RobyX® ha detto...

@b1361489:
strumentalizzare la morte di una povera ragazzina per attaccare ufologia e astrologia, che non hanno mai ucciso nessuno...


Per il momento certe discipline si limitano ad ammazzare l'intelligenza, ma non è detto che un giorno o l'altro qualche cialtrone non si vanti di potere curare il cancro con l'aiuto di una misteriosa entità aliena e a questo punto, considerando quante persone sono diposte ad assimilare queste boiate, la questione può diventare pericolosa.

pgc ha detto...

se vado a comprarmi una macchina, non e' che siccome rischio di incontrare un concessionario truffatore vado direttamente da un rigattiere che le vende sottobanco prendendole da chi sa dove e senza alcun controllo. Al contrario vado da qualcuno che offre maggiore fiducia.

Criticare la medicina ufficiale perche' avvengono truffe ed errori e QUINDI andando dal naturopata o dall'omeopata, o dalla fattucchiera di turno e' lo stesso. E' li l'errore.

C'e' chi dice che la fede religiosa nella scienza e' sbagliata. Sono due cose diverse! Nella religione, c'e' il Papa, lo sciamano, il prete, il guru, gli unici autorizzati a dire qual'e' la verita'.

Nella scienza questa figura non esiste. Un ragazzino di 20 anni puo' contraddire 4 Nobel sottoponendo un'articolo circostanziato ad una rivista con peer-review. Certo, c'e' il rischio che il suo articolo venga rifiutato in base a dei pregiudizi, ma alla lunga, magari provando con un altro, se e' ben scritto e basato sull'evidenza scientifica, avra' modo di pubblicarlo. L'idea della scienza come di "un'altra" religione e' falsa soprattutto per questo. Perche' siamo noi stessi esseri umani a costruire lentamente le nostre convinzioni, ma restando sempre pronti a cambiarle. Nelle religioni qualcuno che non siamo noi decide tutto e subito.

Grazie Paolo Attivissimo per l'ottimo e doveroso lavoro di debunking

paolo

Fozzillo ha detto...

Se funziona, bene; altrimenti pazienza.

Bravo, questo è ciò che dice la scienza.


Io sono preoccupato da alcuni commenti che mi fanno pensare che per alcuni la scienza stia diventando una nuova ortodossia, con la differenza che chi ci crede è assolutamente certo di essere dalla parte della verità e giudica gli altri come poveri mentecatti. A quando una Santa Inquisizione contro chi non segue la "scienza ufficiale"?

Ops, allora non hai capito un tubo.
Secondo te esiste una "scienza ufficiale" "ortodossa" (dogmatica?).

E per contrastarla vuoi usare le pratiche alternative che nemmeno considerano l'ipotesi che sia necessaria la sperimentazione ma si basano si veri puri DOGMI?

Juno ha detto...

@GuidoBH

Stavo solo paragonando il tuo discorso sui preparati di erboristeria che "non accennano a problemi gastrici" con la pubblicità dei farmaci in Tv, che ne accenna, sì, (per legge)ma in un modo tutto suo.
Incoraggiando peraltro l'automedicazione.
Comunque, credo si debba fare una legge per indicare le controindicazioni anche sulle confezioni dei prodotti da erboristeria.

@Fozzillo

"Non esiste la FEDE nella scienza, la scienza porta prove misurabili, e si può stimare con certezza quanto funzioni."

Vado OFFTOPIC per un attimo, perché sono d'accordo soltanto nel caso della medicina.
In altri casi, la scienza è tanto dogmatica quanto la religione.
Ad esempio, affermando la non esistenza di Dio in quanto entità indimostrabile, la scienza da prova di essere altrettanto cieca di chi accetta passivamente qualsiasi credenza gli impongano.

Turz ha detto...

@Pippolillo:
Non è proprio la stessa cosa. Il cambiamento climatico (in particolare la sua natura antropogenica e le sue presunte conseguenze catastrofiche) non è propriamente qualcosa di scientificamente accertato.

Il fatto che l'omeopatia ha l'efficacia del placebo sì.

Comunque la metafora del supermercato può aver senso, anche per come certe idee "popolari" vengono messe in bella vista, "ad altezza d'uomo" (o di bambino) come certi prodotti di un supermercato, mentre le idee migliori bisogna andarsele a cercare su un blog svizzero :-) come i prodotti migliori a volte vanno cercati all'altezza dei piedi di un bassotto o delle doppie punte di Sultan Kösen.

theDRaKKaR ha detto...

L'ulcera perforata che si è provocata l'ha fatta crepare di emorragia. Ben le sta. Spero sia stata una morte lenta e dolorosa

non ti ho mai letto così incazzato

ovviamente respingo e biasimo profondamente questo tuo particolare atteggiamento, anche se capisco precisamente il tipo di rabbia che ti percuote

Luther ha detto...

@Juno: la scienza nega l'esistenza di Dio? Sicura ? Mi sa che stai confondendo la scienza basata sull'esperimento e sulle teorie falsificabili (vedi Popper) con la scienza stereotipata e mistificata (il cosiddetto "scientismo"), che però è l'esatto contrario della scienza (è un po' come un "terrorismo nonviolento").

Evitiamo di parlare della scientificità o meno dell'esistenza di Dio e torniamo in-topic.

Per quanto riguarda le publicità, le riviste sono piene di articoli che lodano l'omeopatia con la tipica fallacia logica "è naturale, quindi fa bene". Anche la cicuta è naturale, come il batterio della peste o la cocaina.

Fozzillo ha detto...

Juno,

mi rattrista constatare che anche tu, criticando la scienza con argomentazioni assurde e dogmatiche contribuisca ad alimentare quello stesso clima che ha portato alla morte della povera Clara.

Scienza e fede non hanno niente in comune, tutti sono liberi di credere, molti stimatissimi scienziati sono credenti, ma sanno bene che la fede non si può provare e che è irrilevante ai fini della scienza.

Proprio chi applica una fede alla scienza, come nel caso delle medicine non sperimentali che si basano solo sulla fede nella loro efficacia, causa i danni che questo post testimonia.

Lorenzo ha detto...

Premetto: sono sinceramente convinto che chiunque ragioni un attimo sull'omeopatia e similia si possa rendere conto che sono idiozie assurde (p.e. : perchè allora l'acqua etc non tiene memoria anche di tutte le sostanze dannose che ha trasportato e non dà gli effetti collaterali delle sostanze che riproduce? E' addestrata a riconoscere gli effetti buoni per l'organismo da quelli cattivi anche quando entrambi vengono dalla stessa azione?)

Riguardo a ciò che è stato detto nei commenti, non riesco ad immaginarmi che i genitori di Clara ne volessero il male: il loro gesto sembra dettato da un amore nei suoi confronti terribilmente distorto dalla speranza di aiutarla, un amore criminale perchè di fronte ad una possibilità vaga di migliorare la vita della figlia, non salvarla, hanno rinunciato a qualsiasi buon senso; si, sono stati dei criminali, non solo dei completi idioti. Ma quello mi colpisce dei commenti è che manca qualsiasi forma di pietà nei loro confronti: voglio dire, erano i suoi genitori, parrebbe che le volessero bene, chi se ne importa del carcere, secondo me una punizione infinitamente peggiore l'hanno già ricevuta, quella di un padre che è costretto a dire "E' tutta colpa mia". Non riesco ad immaginare che tormento vivrei in una simile situazione, e non riesco a pensare "Ben gli stà".

Mike J. Lardelly ha detto...

Fozzillo,
Ops, allora non hai capito un tubo.
Secondo te esiste una "scienza ufficiale" "ortodossa" (dogmatica?).

E per contrastarla vuoi usare le pratiche alternative che nemmeno considerano l'ipotesi che sia necessaria la sperimentazione ma si basano si veri puri DOGMI?


Mi sono espresso male.
Innanzitutto la scienza sarebbe neutra in teoria, ma in realtà in quasi tutti i campi ci sono un sacco di scuole di pensiero dato che nessuno scienziato è e sarà mai una macchina scientifica al 200%, ma continuerà ad avere idee proprie anche se sicuramente in alcuni campi, come quello fisico o medico, molto meno che in altri, come quello paleontologico o psicologico, dove i dati tangibili si scontrano con la possibilità di reperirli. Inoltre, le scuole di pensiero si basano su presupposti epistemologici che non sono immediatamente dimostrabili.
Il mondo, insomma, non è facile da indagare come sembra.

Non ho alcuna intenzione di contrastare la scienza, ma non vorrei che con la scusa della "scientificità" si vada ad imporre un pensiero unico e una religione scientifica. La scienza deve servire all'etica, ma non deve esserne il fondamento. Inoltre, chi ritiene che il mondo sia composto da sole cose concrete indagabili dalla scienza dovrebbe essere conscio di stare facendo una scelta di fede, e quindi dovrebbe tollerare coloro che credono ad altro senza considerarli degli imbecilli.

Al di la di ciò, se si indaga il concreto e il misurabile, la scienza va benissimo e non è il caso di affidarsi alle superstizioni quando abbiamo alternative migliori.

theDRaKKaR ha detto...

@Turz

Il cambiamento climatico (in particolare la sua natura antropogenica e le sue presunte conseguenze catastrofiche) non è propriamente qualcosa di scientificamente accertato.

mi hanno dato del negazionista (mortacci dei serristi) quindi puoi capire la mia posizione, tuttavia per correttezza questi assiomi sono da citare

1) è in atto un riscaldamento climatico
2) è in atto un aumento considerevole del livello di CO2 in atmosfera causato principalmente da uomini e vacche (non sto parlando di sesso)
3) i modelli matematici, indicano la possibilità che questo aumento faccia aumentare la temperatura media globale
4) i modelli matematici utilizzato sono una approssimazione della realtà atmosferica che è tra l'altro un sistema caotico
5) l'approssimazione dei modelli è dibattuta tra chi la indica come troppo alta e tra chi la indica invece bassa (e quindi i modelli sarebbero molto attendibili)
2

theDRaKKaR ha detto...

quel 2 che è uscito non so da dove venga :D

Fozzillo ha detto...

Non posso nemmeno immaginare il dolore che provano i genitori di Clara, e non direi mai "ben gli sta", ma, secondo me, non sostituisce in alcun modo la punizione che meritano per legge.

Se questa sentenza fosse confermata in pratica non gli succederebbe niente, non un giorno di carcere.

La società deve punire chi causa danni agli altri, troppo facile dire che il dolore o il pentimento (anche se reali e profondi) bastino come punizione.

SirEdward ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
SirEdward ha detto...

@ Paolo A

Anche la Randolph è morta. Soffriva di ulcera gastrica e si è curata con le sue stesse stro***te.

Quando l'ho letto ho pensato: "ohibò, l'ha scritto veramente?". Faccio la ola.

Condivido in pieno l'articolo, comprendo e condivido la rabbia. Solo un punto non mi piace.


L'ulcera perforata che si è provocata l'ha fatta crepare di emorragia. Ben le sta. Spero sia stata una morte lenta e dolorosa. No, non ho pietà per i morti. Sono troppo incazzato e comunque non sono un ipocrita.

Di sicuro la tizia ha ottenuto lo spietato risultato che le sue azioni minacciavano di procurarle. Ma compiacersi per il male capitato agli altri, quello penso sia sbagliato.

Si può provare sollievo perché una persona del genere non può più fare male, si può essere convinti che la sua sorte sia "quello che si meritava", ma sperare che abbia sofferto significa volerle ancora più male di quello che è giusto, significa infierire. Lo posso comprendere (non considerare giusto) da chi ha sofferto direttamente a causa sua, non da chi commenta.

Non siamo certo ipocriti né buonisti se crediamo che una persona come questa guaritrice è meglio morta che viva... Just... let's not be unfair.

theDRaKKaR ha detto...

@sir

concordo, è un accanimento inspiegabile

tra l'altro mi sembra molto più da compitare questa che uno che la sua malattia se la cura non con le sue panzane, ma con la scienza medica

in fondo significa che era veramente convinta di quel che faceva, non era una truffatrice

il mio processo logico è per caso sbagliato?

theDRaKKaR ha detto...

ehm compitare doveva essere compatire... pardon...

Lorenzo ha detto...

Fozillo,
con il mio non intendevo certo dire "meno male han preso poco di pena" (che poi è nell'ordine di grandezza di quella prevista, se vogliamo ce la possiamo prendere con chi fa le leggi). Certo, viene da pensare che come proposto su MedBunker sarebbe più punitivo ed efficace far fare ai due poveri dementi un decennio di tour per l'Europa a raccontare il loro caso...

P.S. : Ah, forse l'incomprensione era sul "Ben gli stà", io lo intendevo riguardo al dolore che possono soffrire nel sapere di essere colpevoli

martinobri ha detto...

In altri casi, la scienza è tanto dogmatica quanto la religione.
Ad esempio, affermando la non esistenza di Dio in quanto entità indimostrabile, la scienza da prova di essere altrettanto cieca di chi accetta passivamente qualsiasi credenza gli impongano.


E ti pareva che non si finiva qui...
In un qualsiasi gruppo di amici, se lasci abbastanza tempo alla discussione si finisce invariabilmente a parlare di donne. Qui invece si va sempre a finire sulla fede e la religione. Che palle!

:-)

Saamaya ha detto...

Sdegno. senza parole.

theDRaKKaR ha detto...

affermando la non esistenza di Dio in quanto entità indimostrabile

solo io noto l'ossimoro?...

Anonimo ha detto...

Per Fozzillo

Non posso nemmeno immaginare il dolore che provano i genitori di Clara, e non direi mai "ben gli sta", ma, secondo me, non sostituisce in alcun modo la punizione che meritano per legge.

Se questa sentenza fosse confermata in pratica non gli succederebbe niente, non un giorno di carcere.


La madre d'accordo, è stata condannata a 2 anni. Ma il padre a 3 anni e mezzo. Ti risulta che in Italia si possa ottenere la sospensione condizionale della pena con 3 anni e mezzo di condanna sul groppone, Fozzillo?

theDRaKKaR ha detto...

Ti risulta che in Italia si possa ottenere la sospensione condizionale della pena con 3 anni e mezzo di condanna sul groppone

a te risulta perché te li sei fatti tutti e tre? :D

a parte gli scherzi, non ne so nulla, come funziona?

borniennio ha detto...

peccato arrivo solo ora,cmq quoto molto diversi discorsi che ho letto,le incapacità dei medici non le classificherei "malasanità" ma,semplicemente,non conoscenza e il fatto che noialtri popolo ci prostriamo troppo spesso davanti ai loro titoli,affidandoci a loro,mette a nudo la nostra percezione del rapporto che abbiamo del nostro essere che tende a DELEGARE incessantemente quello che concerne la NOSTRA vita.con questo,dire che obbiettivamente come chi usa omeopatia non conosca in linea di massima i passaggi delle "diluizioni"-scusate la rozzezza:) penso che tra la gente comune una buona parte non ha idea di tutto quello che gli capita di ingurgitare durante l'anno (mediamente fra raffreddori e influenze stagionali più o meno comuni)....uff scusate se mi sono dilungato...ciao a tutti.
grazie a medbunker per gli ottimi articoli sull'omoeopatia

frankbat ha detto...

'azz, sei andato giu' duro, stavolta!
Ma sottoscrivo OGNI tua parola.
Quei 2 idioti (i genitori) hanno impedito ad una ragazza di 16 anni di vivere una vita NORMALE.
Perche' con qualche iniezione di insulina avrebbe potuto averla! Un misero sacrificio (ho dei colleghi diabetici, che hanno una vita assolutamente normale, solo con un'iniezione ogni tanto!)
Concordo, NESSUNA PIETA'!
Spero che in carcere si rendano conto della cazzata che hanno fatto. E che questo gli distrugga la vita, giorno dopo giorno!

theDRaKKaR ha detto...

tra la gente comune una buona parte non ha idea di tutto quello che gli capita di ingurgitare durante l'anno

effettivamente accanto ai tonti che usano l'omeopatia per curare malattie anche non banali ci sono i tonti che prendono chili di paracetamolo quando hanno 37.4 o FANS come se fosse acqua fresca

sono i due estremi dell'ignoranza medica

theDRaKKaR ha detto...

anzi più che medica, direi ignoranza igienica

Fozzillo ha detto...

La madre d'accordo, è stata condannata a 2 anni. Ma il padre a 3 anni e mezzo. Ti risulta che in Italia si possa ottenere la sospensione condizionale della pena con 3 anni e mezzo di condanna sul groppone, Fozzillo?

Non sono un esperto legale, ma sono abbastanza sicuro che con 3 anni di condanna in carcere non si va.

Sono già liberi i responsabili di stragi come quella di Bologna, condannati a ergastoli multipli.

Tra indulto, condizionale, e altri trucchetti come la buona condotta calcolata in anticipo, mi sembra che con 7 anni e mezzo di condanna si fanno al massimo un po' di domiciliari, con 3 anni e mezzo cosa si sconterà?

C'è qualche esperto che può confermare questa mia nozione e (magari) smentirla?

pgc ha detto...

A coloro che dicono che la medicina "non ufficiale" potrebbe essere corretta chiedo: in base a cosa?

Voglio dire, una volta che si escludono criteri come la riproducibilita' e il controllo dei risultati, cosa rimane? Se un'ipotesi "ragionevole" (!) basta, allora perche' accettare che "se una sostanza fa ammalare, la stessa sotanza diluita 10^100 volte cura" ed escludere invece che "se bruciamo una candela si porta con se tutti i nostri malanni"? Qual'e' la differenza tra le due affermazioni?

Non e' che la scienza assume che affermazioni come "l'acido acetilsalicico, in una certa quantita', cura i sintomi dell'influenza" perche' il linguaggio e' quello scientifico. No, lo scienziato 1) ipotizzza, in base a qualche osservazione precedente, questa affermazione, e quindi 2) la sottopone a verifica sperimentale. Senza 2 non c'e' scienza.

borniennio ha detto...

si comunque anche chi lascia la gente nelle corsie...o "dimentica" le pinze nelle panze...vittime della medicina specialmente il vecchio panorama -e nuovo- psichiatrico lascia a desiderare.

Doc_S ha detto...

Vorrei tanto arrabbiarmi per questa notizia, ma la verità è che sono troppo triste per questa tragedia assurda. Morire di diabete, a 16 anni. In Italia. Nel 2010.
Maledetti ciarlatani.

jcasparschmidt ha detto...

non mi sono letto tutti i 361 commenti che vedo inseriti a quest'ora (20.15 del 19/05/2010), solo tre o quattro a caso.
voglio dire però la mia: concordo appieno col post di Paolo, il quale esorto a definirsi né acido, né cattivo.
non sei ipocrita, e tanto basti.

a tutti.
p.s. ripeto, se non si fosse capito, che sottoscrivo in toto il post di Attivissimo.
saluti
mauri

Stupidocane ha detto...

Ciao Drakkar

in fondo significa che era veramente convinta di quel che faceva, non era una truffatrice

E qui siamo al punto. Dove sta la sottile linea rossa tra ciò che è giusto e ciò che é sbagliato? Ma ancora prima, dove sta l'errore? Nella disperazione dei genitori o nell'ignoranza dell'oMIAOpata? E soprattutto, fin dove si può parlare di "libero arbitrio" quando gli effetti delle scelte di ognuno causano la morte di altri?

Jenny poco sopra sbandierava ai quattro venti che non si vaccinava manco morta, ignorando che se lo può permettere in quanto vive in una società vaccinata.

La oMIAOpata morta di ulcera, andava salvata andando contro la sua volontà di curarsi solo con i suoi prodotti? E se si, quanti altri avrebbe fatto morire prima di rinnegare tutta una vita di cure omeopatiche propinate ed assunte?

E l'ignoranza dei genitori, dell'oMIAOpata e della ragazza stessa, a chi fa capo? Alla disperazione o alle "buonelingue" (malelingue in buona fede) che hanno consigliato i genitori la ciarlatana?

Chi decide veramente se sia giusto che una ragazza di 16 anni muoia di una malattia che ad oggi permette un'aspettativa di vita anche di 80 anni (mia nonna è diabetica da 20 anni ed abbiamo appena festeggiato il suo compleanno. Ed è nata nel 1920)?

Chi se la sente di NON condannare un'azione compiuta nella buona fede certo, ma anche nella totale ignoranza, nel totale abbandono dell'intelligenza, nella scelta inconsapevole dell'abbandono della terapia, nella più profonda stupidità?

Qui abbiamo avuto un buon campionario di risposte a queste domande indirette, chi difende a spada tratta l'oMIAOpatia, chi la condanna.

Io le mie risposte le ho già avute, anche a quelle domande dirette alle quali i diretti interessati non hanno mai risposto. Stranamente si riducono a due parole. Purtroppo queste due parole sono un nome. Per fortuna non sono il mio.

Clara Palomba

borniennio ha detto...

prima ho scritto ma non è uscito...cmq dicevo press'apoco così:personalmente sono andato incontro o meglio mi sono venuti in contro dal mondo della psichiatria,è tempo ormai che sono "utente" per questo posso riferire anche di tanti altri che hanno letteralmente subito (in questo subito non alberga nulla di vagamente paranoico)la non conoscenza delle persone.parlo di tanti psichiatri che magari in cuor loro sanno che per tanti la vera medicina potrebbe essere rappresentata da una parola,un pò di considerazione sul piano umano, ma che purtroppo alla fine rispondono nelle loro applicazioni sul campo direttamente ai tomi che hanno studiato.dio cristo tante volte ti danno di quelle robe che il malessere te lo provocano se non l'avevi.parlo della media degli utenti ovviamente(la stessa a cui viene fatto un t.s.o. se urla in faccia al padre per intenderci) vero è che obbiettivamente ci sono situazioni che necessitano di un reale "contenimento" certo non lo escludo....

borniennio ha detto...

scusate se sono andato fuori argomento

Domenico_T ha detto...

Non cambia la sostanza delle cose, ma nell'articolo andrebbe precisato che la ragazza è morta due anni fa.

borniennio ha detto...

come due anni fa?

Paolo Attivissimo ha detto...

andrebbe precisato che la ragazza è morta due anni fa

Giusto. Fatto.

Barba ha detto...

Chiedo scusa del parziale OT, ma mi connetto solo ora e non riesco a leggere oltre 370 commenti.

Non è da te,
finora ho notato che nel tuo stile giornalistico ponevi un'attenzione molto importante, alle
opinioni di chi scrive l’articolo, hai sempre fatto in modo che esse siano il più possibile separate dai fatti, in modo da permettere al lettore di farsi un’idea precisa dell’avvenimento.
Mi sembra che la persona che ha scritto questo articolo sia un trol intenzionato a creare una flame war.
Chiaramente non esiste una narrazione imparziale ed oggettiva: se però si prendono in considerazione i diversi aspetti di un problema e i diversi punti di vista, si può fornire una presentazione il più possibile completa dell’argomento, in modo che i lettori possano formarsi una propria opinione personale; e questo è quello che ho trovato finora in questo blog che ammiro e leggo da tempo.
Sono un perito scientifico, sono uno studente di chimica pura e applicata, approvo in pieno ogni tua affermazione sulla pseudoscienza e sull'omeopatia (che personalmente considero come il woodoo), ammiro e apprezzo il tuo lavoro e il tuo impegno come debunker, e finora non mi hai mai deluso.

Trovo però che questo post sia troppo violento, con le donne a raggi x e tizzi che non si nutrono, ecc... non ti eri mai scagliato con così tanta veemenza contro una tesi, c'era l'accanimento ma era incanalato in una appassionante voglia di approfondire l'argomento per dimostrare la sostanziale inefficacia delle tesi del (concedetemi il termine) “avversario”. Certo la morte di una giovane sedicenne fa male, e sicuramente è una prova a sostegno delle tue convinzioni(che condivido) contrarie alla anti-scienza , ma arrivare a godere della morte di una persona che propagandava queste scemenze, non me lo sarei mai aspettato. Certo è una prova che giustifica scientificamente che quella tizia si sbagliava e che ha sbagliato a consigliare alla povera Clara Palomba, ma una cosa è sbandierare al mondo un'ulteriore prova del insuccesso di teorie farlacche, tutt'altra cosa è il godere di un avvenimento di per se tragico e augurarsi la sofferenza di altre persone.

Barba ha detto...

Ben le sta. Spero sia stata una morte lenta e dolorosa. No, non ho pietà per i morti. Sono troppo incazzato e comunque non sono un ipocrita. Una deficiente in meno sulla Terra è sempre una buona cosa.

queste parole non fanno bene alla “nostra” crociata contro l'anti-scienza, e sicuramente non faranno tornare Clara, non voglio intromettermi nella tua insindacabile libertà di opinione e di espressione,
un testo giornalistico scritto da te può benissimo esporre l’opinione di chi scrive: i tuoi articoli si
leggono proprio per sapere cosa l’autore pensa su quel determinato argomento, e devo dire che io stesso mi sono spesso rivolto a questo blog per sapere cosa ne pensassi riguardo numerosi argomenti, proprio perché l’attitudine a vedere gli accadimenti da differenti punti di vista e di esprimere le proprie considerazioni e commenti personali dimostra senso critico e capacità di analisi.
Ma credo che tu sappia benissimo che i ciarlatani sono come i serpenti sulla testa di medusa, tagliato uno, ne ricrescono due, e il pur comprensibile sfogo di rabbia di uno dei più illustri soldati che combatte la pseudoscenza non fa bene alla crociata che egli porta avanti.
No, non sei un'ipocrita, ma neanche io, e pur condividendo i tuoi ragionamenti voglio pensare che tu abbia scritto sotto l'effetto di una feroce (comprensibile) arrabbiatura.
Io sono dell'idea che non è contro la singola persona del ciarlatano che ci dobbiamo rivolgere per sfatare credenze magiche e superstizioni, ma dobbiamo andare incontro alla gente comune che ci crede e si fa suggestionare da tali impostori(cosa che finora hai fatto in maniera egregia), e certo per farlo bisogna prendere ad esempio qualche ciarlatano, ma credo che scagliarsi contro uno di essi in particolare che ha avuto la sfortuna di credere alla sue stesse scemenze non sia il modo più corretto di precedere per sostenere le tue tesi.
Con immutata stima.
Barba
chiedo scusa per il post troppo lungo.

Anonimo ha detto...

Per Fozzillo

La madre d'accordo, è stata condannata a 2 anni. Ma il padre a 3 anni e mezzo. Ti risulta che in Italia si possa ottenere la sospensione condizionale della pena con 3 anni e mezzo di condanna sul groppone, Fozzillo?

Non sono un esperto legale, ma sono abbastanza sicuro che con 3 anni di condanna in carcere non si va.


Insomma, poca conoscenza della giustizia produce poca fiducia nella giustizia.

Sono già liberi i responsabili di stragi come quella di Bologna, condannati a ergastoli multipli.

Già, dici? Dal 1981 al 2009 sono 18 anni di carcere per Giusva Fioravanti e Francesca Mambro.

Tra indulto,

Intanto l'indulto lo devono approvare in parlamento con la maggioranza dei due terzi. E proposte non ne ho viste.

condizionale,

No, mi spiace contraddirti, la sospensione condizionale si può concedere solo con pene fino a due anni.

e altri trucchetti come la buona condotta calcolata in anticipo,

Da quando in qua la buona condotta si calcola in anticipo? Tu sai già che si comporterà bene all'interno del carcere prima che vi entri?

mi sembra che con 7 anni e mezzo di condanna si fanno al massimo un po' di domiciliari,

Gli arresti domiciliari vanno concessi dal giudice, non dipendono dal tipo di reato né dall'entità della pena. Quasi sempre una pena inflitta si sconta in carcere, gli arresti domiciliari riguardano detenuti in attesa di giudizio. Che poi in Italia si possa rimanere in attesa di giudizio vari anni, e scontare l'intera pena, è un altro discorso; nel caso specifico, il padre non è mai stato ai domiciliari, è a piede libero.

con 3 anni e mezzo cosa si sconterà?

Sconterà 3 anni e mezzo meno i 45 giorni di buona condotta per ogni semestre di permanenza in carcere, in questo caso 7. Ma la buona condotta va attestata dagli operatori in carcere, non c'è l'autocertificazione.

C'è qualche esperto che può confermare questa mia nozione e (magari) smentirla?

Mi sa che più che un esperto ti serva un po' più di fiducia nella giustizia e un po' meno letture di giornali forcaioli e/o demagogici.

lufo88 ha detto...

Blogger ha scritto:
Sono totalmente contrario a maghi e stregoni con non hanno basi scientifiche. La medicina classica ricordiamoci che ha commesso molti sbagli prima di arrivare dov'è e che sono morte molte persone per errori medici e delle medicine. Questo può essere solo un caso, come di casi ce ne sono stati con la medicina ufficiale.
Comunque sia le persone dovrebbero essere molto più informate prima di decidere e affidarsi molto meno alla speranza. Se si sbaglia la posta in gioco è la vita.

MA CERTO! Hai proprio ragione! Giusto, tutto per un bene superiore. Ma dico, ti rendi conto di cosa hai scritto?

Juno ha scritto:
@lufo88
"E qui cosa l'ha uccisa"?
Come dire: io sono a conoscenza dell'esistenza di un pallone rosso. Tutti i palloni sono rossi.
Non mi pare un sillogismo molto corretto.

Ma è morta a causa della medicina alternativa? Sì. Non ho detto che tutti gli omeopati sono degli assassini (allora sì che varrebbe il tuo discorso), il mio è un "esiste almeno un caso in cui la medicina alternativa ha ammazzato qualcuno". La differenza tra medicina e panzane è che mentre nel caso della medicina se ci sono morti è imputabile a degli errori. Qui? Qui la morte c'è per il metodo stesso.

ciao ciao

Anonimo ha detto...

E (genitore) tu che fai? La lasci dormire a letto finche' non va in coma?

C'è di peggio, Giupo, c'è di peggio.
A causa dell'arroganza e della strafottenza maledetta di certi medici disimpegnati si è verificato di peggio.
E dopo? Muri di gomma........

Guido ha detto...

Fanatici delle radiazioni e dell'aura, zut. Non sporcatemi questo blog con i vostri opposti fanatismi, prego. Io personalmente brindo all'aspirina e al cortisone, però non sputiamo a caso sull'omeopatia. Anche perché di scienza galileianamente intesa, in giro ce n'è ben poca.

pgc ha detto...

Scusa Guido ma perche' dici questo? Ce n'e' un sacco, altrimenti la macchina che guidi, il computer su cui scrivi questo messaggio, etc. non funzionerebbero.

Rispondete alla domanda: se si abiura alla verifica sperimentale, cosa rimane?

E perche' se sappiamo che il concessionario da cui compriamo l'auto "a volte" e' un truffatore dovremmo rivolgerci direttamente a uno che non e' nemmeno un concessionario e opera al di fuori delle regole?

Micol ha detto...

Ho appena letto l'articolo di Attivissimo. Difficile non condividere la sua irritazione/frustrazione.

Eppure mi domando, consapevole di essere cinica, quanto tutta questa vicenda non sia una forma di selezione naturale.

Viviamo nell'era dell'informazione, se non sai qualcosa ti basta andare in google. Se scegli di uccidere tua figlia, togliendole un farmaco essenziale, è giusto che tu finisca in galera.

Se sei talmente idiota da ucciderla, senza capire che lo stai facendo... sarebbe ancora più giusto che ti fosse impedito di procreare.

Fabrizio Sebastiani ha detto...

Lettera Aperta al Sig. Paolo Attivissimo (e ai suoi tanti fun) - [estratto]

[...]

[Le sue] Parole mostrano non solo disprezzo per la debolezza umana, ma perfino auspicio di una maggiore sofferenza che è intesa come giusta condanna a causa della proprie ignoranze e debolezze.

Se da un lato la pseudoscienza è certo pericolosa come questi tragici eventi mostrano, non meno pericoloso è questo atteggiamento che, vedendo nella scienza l’unica via di salvezza, finisce con il disprezzare proprio le vittime deboli e indifese in quanto ignoranti, che non solo per ignoranza, ma anche per debolezze umane sono incappate in questi drammi. Ho l’impressione che si faccia della scienza una specie di religione fondamentalista: la Verità sarebbe solo nella Scienza, quindi chi non vuole credere alla scienza è un poveraccio che, vera e sola causa del suo male, va commiserato e disprezzato senza pietà, come appunto emerge dalle sue parole. La causa del male sarebbe, appunto, la mancata fede nella scienza: somiglia proprio a una religione.

Chiediamoci invece, onestamente: perché alcune persone cadono in questi meccanismi? Non è forse l’uomo con le sue paure, le sue debolezze a essere sempre soggetto a cadere in queste trappole? Può soltanto una conoscenza e una consapevolezza scientificamente fondata essere sufficiente ad evitare tutto questo? O forse abbiamo anche bisogno di altro? Possiamo pretendere, ragionevolmente, che tutti abbiamo questa propensione e questa sicurezza che tanto viene sbandierata?

Il fatto che queste cose continuino ad accadere nonostante viviamo in un mondo iperscientizzato e ipertecnologizzato dovrebbe farci riflette che confidare nella scienza e tecnica non è sufficiente per una vita piena e feconda. Abbiamo bisogno d’Altro. Gli imbroglioni infatti non fanno altro che sfruttare questo bisogno “altro”, a proprio vantaggio.

Secondo il pensiero scientista, che lei stesso propone, la risposta a questo problema sarebbe confidare totalmente e solo nella Verità della Scienza (ma la scienza non è la negazione di ogni verità assoluta?), soffocando così quel bisogno d’altro, profondo dell’uomo che non può confinarsi solo alla materialità.

La risposta autentica invece non è soffocare e negare questo bisogno, perché in questo modo si lascia spazio proprio agli imbroglioni, che non fanno altro che “riempire” questo bisogno ontologico dell’uomo, che queste loschi personaggi ben conoscono! E ben sanno sfruttare! Quando infatti si è in uno stato di debolezza ecco che la nostra vigilanza si assottiglia e siamo disposti a colmare questo vuoto con qualunque cosa: anche se l’offerta viene da palesi imbroglioni cui prima non si sarebbe prestato ascolto. Perché? Non dimentichiamo che il motivo per cui molti imbroglioni agiscono con successo è proprio perché si mostrano particolarmente amorevoli e affettuosi: in realtà è un amore falso, cioè finalizzato al proprio tornaconto.

Al contrario questo vuoto interiore va riempito correttamente coniugando la ragione con il bisogno di autentica pienezza e amore: presuppone però un’antropologia piena che pone un’attenzione alla persona intesa in modo integrale nelle sue tre dimensioni costitutive (corpo+mente+spirito) e non solamente corpo (=materia,chimica,fisica….) come lo scientismo professa. La scienza certamente aiuta, in senso medico per la prima dimensione; la psicologia e la psichiatria possono aiutare per la seconda dimensione. Infine anche una piena spiritualità può colmare definitivamente questo vuoto a tutto vantaggio della pienezza dell’uomo. Ma sopratutto è l’amore quello che spesso manca: che vedo mancare anche in queste sue tristi parole di condanna. Non possiamo vedere l’uomo solo come una macchina fatta di atomi e di processi chimici. [...]

(...per moviti di spazio la lettera segue integralmente a questo link)

Anonimo ha detto...

Per Barba

Non è da te,
finora ho notato che nel tuo stile giornalistico ponevi un'attenzione molto importante, alle
opinioni di chi scrive l’articolo, hai sempre fatto in modo che esse siano il più possibile separate dai fatti, in modo da permettere al lettore di farsi un’idea precisa dell’avvenimento.


Una frase che più zoppicante non si può: cos'è l'attenzione molto importante alle opinioni di chi scrive l'articolo? Quale articolo?

Mi sembra che la persona che ha scritto questo articolo sia un trol

Casomai un troll

intenzionato a creare una flame war.
Chiaramente non esiste una narrazione imparziale ed oggettiva: se però si prendono in considerazione i diversi aspetti di un problema e i diversi punti di vista, si può fornire una presentazione il più possibile completa dell’argomento, in modo che i lettori possano formarsi una propria opinione personale;


Perché è noto che ci si può formare un'opinione personale che non è propria: è altrui.
Oppure ci si può formare una propria opinione, che non è personale, ma universale.

e questo è quello che ho trovato finora in questo blog che ammiro e leggo da tempo.
Sono un perito scientifico, sono uno studente di chimica pura e applicata, approvo in pieno ogni tua affermazione sulla pseudoscienza e sull'omeopatia (che personalmente considero come il woodoo)


Casomai vudù, o se preferisci la grafia inglese voodoo.

, ammiro e apprezzo il tuo lavoro e il tuo impegno come debunker, e finora non mi hai mai deluso.

Trovo però che questo post sia troppo violento, con le donne a raggi x e tizzi


Donne con vista a raggi x e tizi.

che non si nutrono, ecc... non ti eri mai scagliato con così tanta veemenza contro una tesi, c'era l'accanimento ma era incanalato in una appassionante voglia di approfondire l'argomento per dimostrare la sostanziale inefficacia delle tesi del (concedetemi il termine) “avversario”. Certo la morte di una giovane sedicenne

Perché ci sono anche sedicenni di mezza età, e pure anziane.

fa male, e sicuramente è una prova a sostegno delle tue convinzioni(che condivido) contrarie alla anti-scienza , ma arrivare a godere della morte di una persona che propagandava queste scemenze, non me lo sarei mai aspettato. Certo è una prova che giustifica scientificamente che quella tizia si sbagliava e che ha sbagliato a consigliare alla povera Clara Palomba, ma una cosa è sbandierare al mondo un'ulteriore prova del insuccesso

dell'insuccesso

di teorie farlacche,

Farlocche.

tutt'altra cosa è il godere di un avvenimento di per se

di per sé.

tragico e augurarsi la sofferenza di altre persone.

Meno male che i tuoi studi sono di tipo scientifico: spesso non è richiesto scrivere testi di oltre tre righe, solo risultati, schemi, formule, statistiche: immagino un docente universitario in una facoltà cosiddetta umanistica a leggere simili amenità.

martinobri ha detto...

Lettera Aperta al Sig. Paolo Attivissimo (e ai suoi tanti fun)

Si scrive fan

tao1973 ha detto...

Salve, Premesso che mi trovo concorde sulle accuse rivolte alla pseudo guaritrice e permettetemi, anche verso gli pseudo genitori, ne vorrei approfittare solo per postare una testimonianza personale e come tale assolutamente soggettiva.

Sono figlio di due medici (oncologia e base), fratello di una oculista e nipote, nonche' cugino di diversi altri medici... dico questo solo per far intendere la tipologia di discussioni familiari che ascolto da quando ho memoria.

Le mie esperienze dirette sono state queste, mio zio medico chirurgo da piu' di trent'anni e ricercatore medico presso una importante casa farmaceutica 3 anni fa ha scoperto di essere malato di cancro al pancreas.

Purtroppo il suo appartenere ad un ambiente medico non gli ha comunque permesso una diagnosi celere che comunque e' stata clemente perche' e' risultato ancora operabile ma assolutamente incerta sul il risultato. Dopo l'operazione (andata bene) ha deciso di non fare la chemio (che guarda caso e' prodotta dalla casa farmaceutica di cui e' dipendente e ricercatore) ed ha deciso di seguire una dieta molto ferrea di "origine" macrobiotica per circa un anno e mezzo.

Ad oggi e' ancora vivo e vegeto e del tumore non vi e' piu' traccia.

Certo puo' essere stata anche fortuna o il cancro non si sarebbe comunque ripresentato ma la cosa che deve far riflettere e' che non abbia scelto una cura prodotta dal suo stesso datore di lavoro e materia delle sue ricerche.

Io personalmente, come per altro mia sorella, non ho mai assunto farmaci di nessun genere (neanche una semplice aspirina) e mia madre (che ha armadietti pieni di campioni regalati da rappresentanti vari) sin da quando eravamo piccoli ha sempre preferito lasciare che le malattie facessero il loro corso coadiuvando la ripresa fisica con principi attivi di erbe e rimedi assolutamente naturali.

Oggi a 37 anni i miei regolari ceckup rimandano a risultati simili a quelli di un ventenne e cosi' quelli di mia sorella.

Proprio qualche tempo fa una delle discussioni piu' frequenti in famiglia era quella legata al fatto che la World Health Organization o OMS che dir si voglia avesse diminuito notevolmente il valore delle analisi attribuite a comuni patologie... in poche parole hanno trasformato di fatto in questa maniera molte persone sane in malate con relative prescrizioni di medicinali. ( i miei genitori si sono cosi' ritrovati sicuramente con piu' pazienti e piu' soldi ma con altrettanti problemi etici)

Ora questo si sapeva gia' si e' letto anche in diversi giornali ma quello che e' meno risaputo e che questo e' il risultato di una trattativa voluta da due importanti case farmaceutiche per continuare a produrre farmaci per malattie non diffuse di cui altrimenti avrebbero interrotto la produzione.

Dico questo come dico che sulla luna ci siamo andati, e che le scie chimiche sono una baggianata non sono sicuramente un "complottista" e questa cosa che ho riferito vera o falsa che sia ha delle fonti molto autorevoli (almeno per me).

Concludo dicendo che qualunque sia il metodo di cura che sceglierete in caso di malattia, vi auguro che il responsabile della stessa sia una persona di coscienza e di cuore altrimenti c'e' poco da ridere in qualunque caso.

Un saluto a tutti e complimenti a Paolo per il blog.

martinobri ha detto...

(...per moviti di spazio la lettera segue integralmente a questo link)

Letta. IMHO sei fuori bersaglio.
Certe cose (non tutte) che dici sono condivisibili, ma non c'entrano col caso in questione.

Anonimo ha detto...

Lettera Aperta al Sig. Paolo Attivissimo (e ai suoi tanti fun)

Sì, l'Acquafun di Cesenatico: un parco divertimenti. Buonanotte.
Con simili premesse, non ha senso leggere il resto. Pattume a priori.

Chi scrive male, pensa male...

Anonimo ha detto...

ma quando scrivi "Una deficiente in meno sulla Terra è sempre una buona cosa" penso puoi estendere il concetto a: "per ogni deficiente in meno sulla terra" perchè effetivamente la morta di una curatrice non fa grossi cambiamenti, non è che si è persa una cura contro l'aids. In teoria il concetto vale anche per la figlia cresciuta ignorante da genitori ignoranti? Non per essere cinico ma qui è ignoranza che sfrutta ignoranza

Piccola Romana ha detto...

OT
Mi domando che gusto ci sia a fare le pulci alla grammatica altrui.
Non sarebbe meglio partecipare con una risposta pertinente, piuttosto che intestardirsi a correggere gli scritti degli altri utenti del blog?
Perchè i distratti, i meno accurati, o semplicemente coloro che ne sanno di meno di italiano devono essere messi alla berlina in questo modo?
Vi sentite tanto superiori?

Mario ha detto...

Non c'è nulla da aggiungere.

gwis ha detto...

Concordo con Sebastiani e soprattutto con Barba- insomma con tutti coloro si sono sentiti spiazzati dal post. Naturalmente concordo anche con l'indignazione di Paolo Attivissimo, ma ho trovato il tono del post violento, livoroso, apodittico e in definitiva completamente fuori luogo- con mia enorme sorpresa, devo dire.
In questi contesti la forma è sostanza. Se ci mettiamo anche noi a ragionare con la pancia è finita. La morte di un uomo è una tragedia, punto, fosse anche l'ultima bestia assassina. Altrimenti riproponiamo la pena di morte.
Nel dire questo voglio comunque rinnovare stima a Paolo e augurarmi che si tratti di un momento isolato. Capisco anche lo scoramento che si può provare ad avere sempre a che fare con le follie e le idiozie di cui si occupa sempre.

Barba ha detto...

OT
@ Accademia dei pedanti ♂

Preferirei essere ripreso sui contenuti e non sulla forma, ma devo ammettere di essere stato piuttosto impulsivo nello scrivere senza rileggere, e dal tuo nik immagino sia tua abitudine riprendere e(o)rrori di questa entità.
Comunque non mi hai risposto.

Domenico_T ha detto...

Sig. Sebastiani,

premesso che Attivissimo risponderà delle sue parole se vorrà farlo, mi permetto una piccola riflessione.

Lei dice "la Verità sarebbe solo nella Scienza, quindi chi non vuole credere alla scienza è un poveraccio che, vera e sola causa del suo male, va commiserato e disprezzato senza pietà, come appunto emerge dalle sue parole. La causa del male sarebbe, appunto, la mancata fede nella scienza: somiglia proprio a una religione."

Non è una religione perché si basa su dimostrazioni. E' dimostrato che il diabete si tiene sotto controllo con iniezioni di insulina. Se non la assumi, muori. Chi si affida ad altre "cure" che non prevedono l'assunzione di insulina non è un poveraccio. E' un suicida.

Tutto ciò che dice la scienza è verità fino a prova contraria ma non perché qualche divinità ha dettato le sue verità. Semplicemente qualcosa diventa scienza quando descrive la realtà ed è riproducibile. Assumere insulina per controllare il diabete è scienza. Il resto no.

Nessuna fede cieca bensì semplice analisi dei fatti.

Insomma, come detto da Paolo, non stiamo parlando di chissà quale esotica malattia. E' il diabete, si sa come funziona.

Il fatto che queste cose continuino ad accadere nonostante viviamo in un mondo iperscientizzato e ipertecnologizzato dovrebbe farci riflette che confidare nella scienza e tecnica non è sufficiente per una vita piena e feconda. Abbiamo bisogno d’Altro. Gli imbroglioni infatti non fanno altro che sfruttare questo bisogno “altro”, a proprio vantaggio.

Vero, abbiamo bisogno di altro. Motivo per cui ognuno ricerca anche una dimensione spirituale ma qui non stiamo parlando di chissà quale senso della vita. Qui abbiamo l'interruzione di una cura che FUNZIONA ma non perché lo dice la scienza ma perché è DIMOSTRATO che funziona. Cos'altro c'è da ricercare?

... errori compiuti da vittime la cui unica colpa è aver offuscato la ragione a causa della disperazione.

Un secondo, disperazione? Certo, una ragazzina malata di diabete non è il sogno di un genitore ma con l'insulina la malattia era sotto controllo. Vogliamo dire che la disperazione era dover fare una siringa al giorno? Ognuno ha i suoi malanni, più o meno gravi che siano. Conosco gente che convive con l'epatite. Io stesso non sento dall'orecchio sinistro ed ho un fischio continuo che di notte diventa debilitante.
Col diabete ci si convive tranquillamente. Non è una figata, ma ci si convive, c'è chi sta peggio.

Le persone che non hanno la fortuna di avere questo bagaglio di conoscenze, come ce le ha Lei, meritano davvero il disprezzo suo e dei suoi numerosi fun?

Nessuno pretende che i genitori di Clara siano dei laureati. Ma se un giorno non le parte la macchina, cosa fa? Inizia a smontare da sé il motore o chiama un meccanico?
Se su 100 dottori 100 "curano" il diabete con l'insulina, perché lo fanno? Semplice, funziona. Ed è quello che interessa a me genitore. Una cura che funzioni, anche se non so come.

Forse lei sarà sorpreso dal sentirsi accusato di scientismo, ma mi creda: lo è nei fatti; perché questa religione non ha chiese, non ha templi, non ha sacerdoti, ne riti, ne libri sacri; ...

... ma si basa su fatti dimostrabili. Quando (e se) verrà dimostrato che l'insulina non ha effetti salutari, ne riparleremo e cercheremo altre strade. Per il momento è così. Come lei sa che in auto deve mettere la benzina e non il succo d'uva.

Anonimo ha detto...

Per Piccola Romana

Mi domando che gusto ci sia a fare le pulci alla grammatica altrui.
Non sarebbe meglio partecipare con una risposta pertinente, piuttosto che intestardirsi a correggere gli scritti degli altri utenti del blog?


Se la critica era rivolta a me, io faccio uno e l'altro.
Però quando un commento è rivolto direttamente a Paolo Attivissimo e al suo modo di impostare l'articolo, lascio a lui la risposta.

Perchè i distratti, i meno accurati, o semplicemente coloro che ne sanno di meno di italiano devono essere messi alla berlina in questo modo?
Vi sentite tanto superiori?


Ma no, è che un ripasso di italiano non fa mai male, mentre si fa un ripasso di scienze e di tecnologia leggendo costantemente questo weblog. Come diceva Alberto Manzi, che non era solo lo sceneggiatore di Orzowei e un autore televisivo di una televisione che non c'è più, ma anche un maestro elementare: "Non è mai troppo tardi".

Anonimo ha detto...

Per Barba

Preferirei essere ripreso sui contenuti e non sulla forma, ma devo ammettere di essere stato piuttosto impulsivo nello scrivere senza rileggere, e dal tuo nik immagino sia tua abitudine riprendere e(o)rrori di questa entità.
Comunque non mi hai risposto.


Non posso rispondere di un articolo che non ho scritto io. Immagino che lo farà Paolo Attivissimo.

lufo88 ha detto...

@Fabrizio Sebastiani
Dato che la lettera è rivolta anche ai fan (anche se fan è una definizione poco corretta, ma lasciamo perdere) mi permetto di chiederLe, ma lei ha letto veramente l'articolo di Paolo?

Dove l'ostentazione della scienza come verità assoluta? Nell'articolo c'è scritto che la medicina alternativa è una pu******* pazzesca ed ha causato la morte di questa ragazza. Questo c'è scritto, né di più né di meno.

Tutto quello che ha scritto è off topic, ovvero neanche era oggetto dell'articolo.

Per il discorso umano: la cosa è più condivisibile, ma qui non si sta parlando di genitori che si sono rivolti ad un santone per una malata terminale (ovvero non ci sono più speranze), ma per una ragazza che poteva avere una qualità di vita più che dignitosa pur con questa pratica quotidiana non proprio allegra (anche se sono donatore, le siringhe le odio profondamente). Per cui non c'è un vero motivo per cui i genitori dovessero essere disperati (il modo per tenere sotto controllo il problema c'era e funzionava).

In più il modo con cui Paolo si è inca è per questa storia è per me il metodo più efficace per far capire che queste cose sono truffe!

ciao ciao

LastHope ha detto...

Questo tuo articolo Paolo dovrebbero pubblicarlo su tutti i giornali, tutti i giorni, per almeno 10 anni...
E comunque non basterebbe :(

Piccola Romana ha detto...

Cara Accademia, ho capito.
Permettimi di rubarti il nickname per un post e ti invito a fare un ripasso di cinematografia e uno di geografia:
- da "Palombella Rossa" di Nanni Moretti: "...chi parla male pensa male, e vive male..."
- per quanto l'AquafAn, si trova a Riccione e non a Cesenatico.

Giusto per essere pedanti :D

io ha detto...

Caro Paolo,
ho trovato il tuo articolo citato da Christian Rocca e da lì sei finito nel nostro forum hivforum.info.

Sono uno dei 120.000 sieropositivi italiani.

Nella sfiga, viviamo bene: siamo figli di un Paese ricco, la cui eccellente sanità paga a pie’ di lista i nostri esami e le nostre cure. La nostra aspettativa di vita, pur non essendoci ancora prospettive di guarigione, non è oramai molto inferiore a quella di una persona “sana”.

Ma abbiamo un problema: i luridi cani che, speculando sul dolore che la nostra malattia semina nelle menti di chi resta contagiato, vanno in giro a raccontare bestemmie, spingono gente debole a non curarsi, raccontano che l’HIV non esiste, che bastano le vitamine, l’argento colloidale e ogni altro genere di cazzate.
Tra noi, hanno addirittura una dignità culturale, si chiamano e vengono chiamati “dissidenti” quasi fossero dei Sacharov o dei Solženicyn e non invece rispettivamente dei creduloni e degli assassini.

Così, ogni tanto “ci scappa il morto”: uomini e donne che avrebbero potuto invecchiare tranquillamente, e che invece sono uccisi dalle teorie infami di questi spacciatori di disperazione.
L’unica cosa buona, è che muoiono anche i propalatori di queste menzogne.

Ecco, volevo ringraziarti, perché in questa battaglia per la razionalità e la fiducia nel metodo scientifico ogni tanto ci sentiamo soli: sapere di non esserlo fa tanto bene al cuore.

Anonimo ha detto...

Per Piccola Romana

Cara Accademia, ho capito.
Permettimi di rubarti il nickname per un post e ti invito a fare un ripasso di cinematografia e uno di geografia:
- da "Palombella Rossa" di Nanni Moretti: "...chi parla male pensa male, e vive male..."


Non ho capito che c'entra qui: intanto la mia versione è "chi scrive male, pensa male": e non è una citazione di Moretti.

- per quanto l'AquafAn, si trova a Riccione e non a Cesenatico.

Non pensavo a quello, anche perché il gioco di parole con fun sarebbe scomparso, ma al circuito di Acquafun in Italia, fra cui uno Cesenatico che si chiama Atlantica.

Yari Davoglio ha detto...

Qualcuno dovrebbe prendere esempio dal commento di io, leggere il post di Medbunker in silenzio e cercare di capire quanto sia schifosa l'ideologia degli alternativi, senza fare i bigotti moralisti.
Io ho massimo disprezzo per chi lucra e comprensione per chi ci casca.
E i morti no, non sono tutti uguali.

Guido ha detto...

@pgc: di scienza galileianamente intesa in giro ce n'è ben poca, è un'affermazione che reitero. Ho una fidanzata affetta da sclerosi multipla, parlo (purtroppo) con più cognizione di causa di molti altri. Vedo le cure mediche che le vengono proposte, e mi rendo conto che la cosiddetta "scienza" (leggi le multinazionali farmaceutiche) è specializzata nel proporre cammini della speranza, più o meno come i guaritori. Ciò detto: viva il cortisone. Chiaro? Io non credo nell'inconoscibile: credo altresì che la portata dell'ignoto sia ancora abbastanza rilevante. Però... diciamo che, per quanto si possa (e si debba!) provare immensa pietà per quei due genitori di cui si parla nell'articolo, chiunque non sia un po' sciocchino sa che una malattia come il diabete oggigiorno non appartiene più alla sfera dell'ignoto, quindi viva l'insulina.

Fozzillo ha detto...

Accademia,
Mi sa che più che un esperto ti serva un po' più di fiducia nella giustizia e un po' meno letture di giornali forcaioli e/o demagogici.

Hai ragione, e apprezzo sempre essere ripreso da te.
Purtroppo la sfiducia nella giustizia ce l'ho, e credo ancora che con 3 anni e mezzo di condanna ed un buon avvocato si possa evitare il carcere, mi devo informare meglio.

La "nozione" che con una condanna a 7 anni e mezzo si possa evitare il carcere viene proprio da una fonte che ho sempre ritenuto scorretta e demagogica, Report di RAITRE.

Ritengo orribile che una persona condannata a 134 anni esca di prigione in semilibertà dopo 16 anni, se la pena giusta è questa, che senso ha condannarla a 134? Non sarebbe più corretto condannarla direttamente a 20 anni con la possibilità di semilibertà dopo 16?

Gli arresti domiciliari vanno concessi dal giudice, non dipendono dal tipo di reato né dall'entità della pena


Non ci manca un "né" in questa frase?

Yari Davoglio ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
«Meno recenti ‹Vecchi   201 – 400 di 2029   Nuovi› Più recenti»