Cerca nel blog

2011/07/22

11/9, dibattito a Bologna con un sostenitore delle tesi di complotto [UPD 2011/07/24]

Bologna, dibattito sull'11/9 con chi sostiene le teorie alternative


L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale.

Breve promemoria: domani (23 luglio) sarò a Bologna per un dibattito pubblico con Riccardo "Sertes" Pizzirani sui dubbi intorno agli attentati dell'11 settembre 2001. L'appuntamento è per le 14:30 presso la Sala Falcone e Borsellino, Centro Civico Q. Reno, Via Battindarno 123. L'ingresso è libero e l'incontro sarà moderato dal giornalista e scrittore Carlo Gubitosa.

L'incontro verrà videoregistrato e pubblicato online e si svolgerà nel modo seguente:

– Nella prima parte, Sertes presenterà quelli che a suo avviso sono dieci punti che dimostrano la falsità della ricostruzione degli eventi comunemente accettata e poi io risponderò a ciascuno di questi punti. Ciascuno di noi avrà 45 minuti di tempo, durante i quali potrà usare supporti audio e video. Ci saranno poi 15 minuti di replica a testa.

– Nella seconda parte si passerà alle domande del pubblico.

– Nella terza parte ci sarà una sessione di domande dirette dei relatori l'uno all'altro.

L'incontro terminerà alle 17:30.

Come consulenti, Sertes presenterà il docente di fisica in pensione Raffaele Giovannelli e il compilatore di testimonianze statunitense Craig Ranke (entrambi in collegamento telefonico); io presenterò Danilo Coppe, dell'Istituto Ricerche Esplosivistiche (presente al dibattito), e Mike Walter, giornalista, testimone oculare diretto dell'impatto al Pentagono (in collegamento telefonico).

Porterò con me qualche copia dei libri "11/9 La Cospirazione Impossibile" e di "Luna? Sì, ci siamo andati!".


Post eventum


Foto di Rodri Van Click
Due righe veloci mentre torno a casa: l'incontro è andato bene, la sala si è riempita e i toni sono stati pacati e civili grazie anche alla moderazione di Carlo Gubitosa. Se tutti i dibattiti e gli interlocutori fossero così, ci farei la firma e il cospirazionismo undicisettembrino non avrebbe la cattiva fama che s'è conquistato. Purtroppo non è così, come si può leggere sul sito promosso da Pizzirani, Luogocomune.net, dal quale io sono stato bandito con le parole "hai insozzato a sufficienza le pareti di questo spazio" da parte del titolare, Massimo Mazzucco, con buona pace dell'apertura al dialogo.

Io ho dovuto rinunciare all'intervento telefonico di Mike Walter per problemi tecnici, ma Danilo Coppe ha saputo offrire ottimi spunti di riflessione per tutti, senza peli sulla lingua e in modo molto comunicativo, come vedrete nei video. Pizzirani alla fine non ha fatto parlare per telefono nessuno dei propri consulenti e la sessione di domande dirette dei relatori l'uno all'altro è stata sostanzialmente rimossa per dare più spazio alle domande del pubblico.

Io di domanda ne ho una sola, fondamentale: perché i "leader" delle tesi alternative non accettano dibattiti come questo? Di cosa hanno paura? Sertes ha fatto la sua parte. Ora tocca a loro. Forza, Giulietto Chiesa, Massimo Mazzucco, Maurizio Blondet. Ora tocca a voi dimostrare impegno, visto che dite di stare lottando nientemeno che per la Verità con la V maiuscola.

Grazie al moderatore Carlo Gubitosa e a tutti gli amici che sono venuti a partecipare all'incontro!

Riccardo "Sertes" Pizzirani. Foto di Rodri Van Click

Riccardo "Sertes" Pizzirani (al microfono), Carlo Gubitosa e il vostro blogger di campagna. Di spalle, a sinistra, Danilo Coppe. Foto di Rodri Van Click

Il vostro blogger di campagna. Foto di Rodri Van Click

Da sinistra: Riccardo Pizzirani, Danilo Coppe, Carlo Gubitosa. Foto di Rodri Van Click


2011/07/24


Ecco i video man mano che li carico su Youtube. Li presento in ordine di botta e risposta (la tesi di Sertes, la mia risposta tecnica): al termine fornirò due playlist, una in ordine cronologico e una suddivisa per tesi.

Ricordo a chi guarda questi video che i punti presentati da Pizzirani sono, a suo avviso, le prove più schiaccianti della falsità della "versione ufficiale" degli eventi. Lascio a voi valutare se sono davvero schiaccianti e inoppugnabili come afferma Pizzirani.

Introduzione al dibattito da parte di Carlo Gubitosa

Riccardo Pizzirani - Introduzione e punto 1 (Norman Mineta e l'ordine di Cheney)

Paolo Attivissimo - Introduzione e risposta al punto 1

Pizzirani - Punto 2 (WTC, caduta libera discutibile)

Attivissimo - risposte al punto 2

Pizzirani - Punto 3 (WTC, dinamica della caduta del blocco superiore)

Attivissimo - risposte al punto 3

Pizzirani - Punto 4 (WTC7, crollo per solo incendio)

Attivissimo - risposte al punto 4

Pizzirani - Punto 5 (Crollo lungo il percorso di maggior resistenza)

Attivissimo - risposte al punto 5

Pizzirani - Punto 6 (Scarsa serietà e apertura del NIST)

Attivissimo - risposte al punto 6

Pizzirani - Punto 7 (Nanotermite)

Attivissimo - risposte al punto 7

Pizzirani - Punto 8 (Acciaio fuso)

Attivissimo - risposte al punto 8

Pizzirani - Punto 9 (Pentagono - danni facciata)

Attivissimo - risposte al punto 9

Pizzirani - Punto 10 (Pentagono - Rotta incompatibile)

Attivissimo - risposte al punto 10

Repliche: Pizzirani (prima parte; seconda parte) e Attivissimo/Danilo Coppe (prima parte; seconda parte)

Domande: prima parte, seconda parte (con la promessa di Pizzirani di chiedere a Mazzucco di riconoscere gli errori di quest'ultimo), terza parte (con le spiegazioni di Danilo Coppe), quarta e ultima parte.


Tutto il dibattito (playlist cronologica)




Tutto il dibattito (playlist "botta e risposta")




Reazioni


Consiglio vivamente di leggere le reazioni (comprese quelle di Pizzirani/Sertes) pubblicate qui su Luogocomune.net. Una fra tutte, il commento di Pizzirani quando un commentatore del Disinformatico, Skybuck, sottolinea una contraddizione di fondo della visione cospirazionista. Scrive Skybuck:

Quante volte infatti abbiamo sentito che gli esperti non escono allo scoperto per non rovinarsi la vita?

Bene.

I casi sono due: o Coppe perde lavoro, integrità fisica, dignità e credibilità per quanto riguarda il suo lavoro e ce lo ritroviamo a chiedere l'elemosina, e allora avevano ragione i complottisti, oppure tutti gli esperti contro la VU possono uscire allo scoperto perchè avremmo la prova vivente che chi va "contro il NIST" , come sostengono i complittisti che Coppe abbia fatto, in verità non rischia proprio nulla.

Non mi risulta che a Coppe sia ancora successo nulla di tutto questo.

Ed ecco cosa scrive Pizzirani a commento di questa considerazione:

Un bel messaggio, in perfetto stile mafioso.
Se a Danilo Coppe succede qualcosa, qualsiasi cosa, ricordiamo tutti assieme alle autorità che conosciamo il vero nome di Skybuck.

Caso mai qualcuno stentasse a credere che il pacato Pizzirani visto durante il dibattito abbia scritto una cosa così bizzarra, ecco la schermata:


E questa è un'altra dichiarazione sorprendente di Pizzirani, dal suo profilo Facebook, a proposito della morte di Steve Jobs a ottobre 2011 (grazie a Hammer per la segnalazione):


Notevole, in particolare, la frase “Tumore 2 - Jobs 0 (ricordo l'uno a zero dell'andata con la Fallaci)”.

835 commenti:

«Meno recenti   ‹Vecchi   801 – 835 di 835
Stupor Mundi 83 ha detto...

P.S. Se "furbo" lo intendi con l'accezzione più vicina a "disonesto" hai ragione al 100%!

Stupidocane, fiero sbufalatore ha detto...

Una mia personale riflessione sul MM e Baffodighisa.

Non dimentichiamo che Mazzucco e Chiesa sono dei professionisti. Dell'inganno, ma comunque professionisti. E qualunque professionista non ottiene buoni risultati se non ha ben chiaro ciò che vuole fare. Si potrebbe pensare che siano talmente obnubilati dalla loro voglia di complottismo al punto da farli agire come "seri e preparati" professionisti dell'informazione libera.

Ma se così fosse, avrebbero già fatto da tempo la fine di Marcianò. La sua mente è ottenebrata dalle scie chimiche, non contempla nemmeno per sbaglio la bellezza di un cielo limpido. E se quel giorno il cielo è veramente limpido, è sicuramente è dovuto al fatto che qualcuno, quel giorno, l'ha voluto così.

Dopo un po' anche il complottista più tardo capisce che c'è qualcosa che non va e lascia perdere. E Marcianò è costretto ad inventarsi account fasulli per mantenere una parvenza di credibilità con i pochi (più fuori di lui) che gli danno ancora ascolto.

Mazzucco e Chiesa invece sono sempre sulla cresta dell'onda. Sono sempre sul pezzo, sviscerano sempre nuovi particolari, appassionano ed incitano i propri fan, consigliano e demandano, agiscono premeditatamente, non lasciano nulla al caso o se sì, sono bravi a reimpastare il tutto in nuova forma. Cosa che cerca di fare anche Marcianò, dirà qualcuno. Esatto, solo che lui ha perso il contatto con la realtà, Mazzucco e Chiesa no. Sanno benissimo che ciò che sostengono non ha né capo né coda.

Ma porta soldi. Ed è l'unica cosa che conta. Se ne fregano di quanti danni possano fare. Se ne fregano della verità. Tutto fa brodo pur di vivere alle spalle della creduloneria. Sono dei veri e propri "Hoax-ninjas". La loro missione è seminare il dubbio e farlo crescere a dismisura, almeno abbastanza da cominciare a guadagnarci.

Il meccanismo è molto semplice: anche l'informazione è business, con bacini d'utenza più o meno grandi. L'informazione complottista è una nicchia di questo immenso mercato, sensibilmente più piccola di qualsiasi altra branca, ma il più sicuro. Perché non v'è lettore più accanito del complottista, sempre alla ricerca della conferma alle SUE idee preconcette che, data la sterminata offerta di panzane inventate appositamente, trova sempre il proprio guru. E lo seguirà maniacalmente, a patto che fornisca sempre cose nuove che "facciano quadrare i conti" sempre meglio.

Tutto questo non lo fai improvvisandoti "libero ricercatore", millantando lauree o mirabolanti capacità informatiche. Nemmeno l'usare un italiano da grammar-nazi serve a ben poco. Occorre un'idea ben chiara, un obbiettivo ben preciso e la faccia tosta di portare avanti il progetto.

Mazzucco e Chiesa il loro obbiettivo l'hanno raggiunto. Nel caso qualche Luogocomunardo stia leggendo, sappia che non è quello di denunciare le malefatte di un governo-fantoccio. In dieci anni non hanno denunciato nessuno. Il vero obbiettivo è quello di spillare soldi ai gonzi. Target achieved...

Stupor Mundi 83 ha detto...

Stupidocane, fiero sbufalatore

Mazzucco e Chiesa invece sono sempre sulla cresta dell'onda. Sono sempre sul pezzo, sviscerano sempre nuovi particolari, appassionano ed incitano i propri fan, consigliano e demandano, agiscono premeditatamente, non lasciano nulla al caso o se sì, sono bravi a reimpastare il tutto in nuova forma.

Secondo me ti confondi. Per MM hai ragione ma le stesse cose non valgono per Chiesa il quale non ha mai portato nuovi particolari ma ha solo scopiazzato quelli tirati fuori da altri, dà sempre prova di profonda stupidità e di incapacità di formulare pensieri razionali, non è credibile e chi lo segue sono 4 cani (tra i quali non tu, spero ;-) ). Ha fallito TUTTI i suoi progetti: film pietosi (ancora peggio di quelli di MM), siti, canali tv. Sempre a scroccare soldi che solo pochi fedelissimi gli inviano dopo la pessima esperienza di "Zero" dove gli "investitori" (sarebbe più corretto: "boccaloni") non ne hanno cavato un fico secco.

E' vero entrambi sono sempre sulla cresta dell'onda: MM per i suoi film e per i motivi che hai detto tu; ma Chiesa lo è solo per il suo passato da giornalista "anti-" e di scrittore che lo hanno portato a diventare addirittura parlamentare europeo, è difficile che con un passato così si finisca nel dimenticatoio.

A livello cerebrale e "professionale" Chiesa e Strakkino sono identici e io li ritengo I PEGGIORI tra i "big" del complottismo.

Però mi fanno fare sempre delle gran risate! Per cui non voglio che scompaiano del tutto!!! :-)

Anonimo ha detto...

Per Stupidocane

Nemmeno l'usare un italiano da grammar-nazi serve a ben poco

In questo caso non si possono usare due espressioni di senso negativo, perché si annullano a vicenda. O scrivi:

"Nemmeno l'usare un italiano da grammar-nazi serve granché".

Oppure:

"Perfino usare un italiano da grammar-nazi serve a ben poco".

Stupidocane, fiero sbufalatore ha detto...

Acca hai ragionissima. Infatti me ne sono accorto anch'io alla rilettura, a commento già pubblicato.

Per quanto riguarda Chiesa, almeno lui si fa ospitare in trasmissioni televisive, il che, credo, gli frutterà qualcosa, no? Comunque non sono del tutto sicuro che sia "ai passi del povero Straker". Ho la netta sensazione che ci faccia molto, più che esserci... Sbaglierò... :)

pgc ha detto...

@Stupidocane
"Niente di nuovo sotto il Sole. :)".

Sono d'accordo. Quello che vorrei rimarcare e' che ho letto spesso anche dall'altra parte difese diciamo cosi' "emotive" di punti di vista palesemente sbagliati o indifendibili. Il che va bene. Capita anche a me e non tutti sappiamo tutto. Il problema e' farlo dando del cretino agli altri o pensando di essere gli unici detentori della verita'.

un saluto
pgc

gian ha detto...

@Stupidocane
Sintesi perfetta e illuminante! Mi permetterei di citarla con alcune persone di mia conoscenza che sono un po' - come dire? - ... credulone. Sì insomma, non complottiste all'ultimo irreversibile stadio; ma persone che invece di un sano dubbio cartesiano preferiscono applicare ad ogni cosa delle sistematica e automatica dietrologia ("eh ma non ce la dicono tutta", "eh ma non tutti sono convinti, quindi c'è sotto qualcosa", ecc...).

Stupor Mundi 83 ha detto...

Per Stupidocane, fiero sbufalatore

Ho la netta sensazione che ci faccia molto, più che esserci...

Non l'ho mai capito con certezza... Ma se dovessi scommettere punterei sull'esserci. Se ci facesse, inoltre, vorrebbe dire che non gli riesce bene...
A prescindere da quale sia la verità esistono delle certezze: è ignorante, paranoico e non sa fare il suo lavoro.

MM invece sono quasi sicuro che ci faccia lui è un gran furbacchione!!!

Sbaglierò... :)

Stiamo esprimendo delle opinioni personali non avendo dati oggettivi in mano. Non esiste in questo caso la ragione o il torto assoluti. Possiamo sbagliarci tutti ognuno manifesta solo il suo punto di vista.

Esprimi spesso pareri (diciamo...) psico-sociali sulla diffusione delle bufale e sui meccanismi di ragionamento dei complttisti paranoici. Per curiosità posso chiederti se nella vita fai qualcosa che abbia a che fare con la psicologia o la sociologia? Perchè sembri molto afferrato a riguardo...

Stupidocane, fiero sbufalatore ha detto...

Il problema e' farlo dando del cretino agli altri o pensando di essere gli unici detentori della verita'.

E qui sta una grande differenza tra quelli che scrivono qui e quelli che scrivono là.
Non solo per i contenuti, ovvio, ma anche per l'atteggiamento.

Qui nessuno ha la verità in tasca, là molti invece sì. Qui nessuno offende l'altro nemmeno dopo centinaia di post discordanti e fastidiosi. Là sì. Qui si ama il confronto, anche duro, anche senza concordanza e si mantengono posizioni spesso forti senza che per questo nessuno se la prenda a male. Là no.

E' proprio l'atteggiamento complottista che porta a questa diversa interpretazione delle discussioni. Il cervello del complottista è "programmato" per rifiutare qualsiasi input che vada in disaccordo con quanto già sa. E si comporta di conseguenza, allontanando, schernendo, offendendo, calunniando, diffamando ed in casi estremi, bannando utenti e cancellando messaggi scomodi. Non è un mistero che i guru del complottismo siano (dis)abili montatori di filmati. Se noti applicano lo stesso metodo taglia&cuci ai loro blog. Ciò che va bene per la causa passa, il resto è materiale da disinformatori.

Per concludere, il dare del cretino è solo la punta dell'iceberg. Sotto c'è molto lavoro per una mandria di psicologi per molti anni.

Stupidocane, fiero sbufalatore ha detto...

Esprimi spesso pareri (diciamo...) psico-sociali sulla diffusione delle bufale e sui meccanismi di ragionamento dei complttisti paranoici. Per curiosità posso chiederti se nella vita fai qualcosa che abbia a che fare con la psicologia o la sociologia? Perchè sembri molto afferrato a riguardo...

Infatti faccio il marmista! :D
Diciamo che di mio ho una spiccata curiosità verso il sociale e mi piace sondare più la mente di una persona invece di ciò che dice. Trovo molto interessante l'aspetto dei meccanismi mentali (spesso scontati) del complottista e riuscire a capire la persona, più che la bufala che propina.

Posso anche farlo soprattutto grazie alla mia compagna, che è laureata in Psicologia Clinica con un curriculum di tutto rispetto, cosa che spesso ci porta a luuunghe chiacchierate istruttive e costruttive, spesso direttamente mutuate da quanto leggo qui. Diciamo che mi ha dato una visione nuova del complottista e più di qualche dritta su come intervenire nei commenti.

Mi piacerebbe che intervenisse anche lei direttamente, ma fisicamente non ce la fa. Pooora la mia stellina che lavora tanto... :)

Sarebbe davvero interessante sentire quello che avrebbe da dire magari non un marmista con il pallino dell'osservazione od un "semplice laureato" (e con questo rischio l'astinenza sessuale coatta a casa e il ban vox populi qui), ma uno psicologo o psichiatra professionista che con le paranoie (ed anche peggio) ci lavora tutti i giorni...

Probabilmente mi riempirebbe d'insulti per la psicologia spiccia di cui scrivo. :) Se fate caso, infatti, quando faccio interventi "sopra le righe" metto sempre la postilla IMHO. Nulla vieta che siano interventi incompleti e rozzi, magari prendendo di striscio il problema reale che può avere un complottista.

Non vado mai nello specifico, non conoscendo personalmente il soggetto e francamente non sono assolutamente in grado di fare una diagnosi del singolo. Rimango sui caratteri generali del fenomeno, descrivendo ciò che leggo con quello che ho imparato da una persona molto preparata in materia.

pgc ha detto...

Non dico nulla di particolarmente originale ma trovo che uno degli elementi alla base della diffusione del complottismo sia senz'altro la sfiducia nelle Istituzioni.

L'Italia, particolarmente infelice da questo punto di vista, si presta bene come laboratorio dove verificare questa ipotesi. L'enorme numero di eventi nei quali si e' ipotizzata (anche a livello giudiziario) la manina di forze occulte (settori deviati dei servizi, P2, 3 etc., terrorismo di stato, mafia, 'ndrangheta, etc.) ha convinto moltissimi che lo Stato sia un nemico di cui diffidare.

Non voglio scatenare qui una polemica su questo. Solo osservare che il complottismo italiano e' spesso figlio di una sfiducia totale nelle Istituzioni, vissuta a volte sulla propria pelle che porta alcuni ad estendere il ragionamento - sbagliando - e a credere che *qualsiasi* posizione che sia in qualche modo difesa dallo Stato debba essere vista con diffidenza.

Lo stesso avviene negli Stati Uniti dove c'e' sempre stata storicamente una grandissima diffidenza verso lo Stato e le sue istituzioni, al punto da non vedere di buon grado anche cose ovvie per noi europei come la sanita' o l'educazione pubblica.

Sarebbe interessante, per verificare questa ipotesi, vedere se c'e' una correlazione tra fiducia nello Stato e diffusione del complottismo. Magari considerando solo aspetti globali come l'idea delle scie chimiche.

Stupidocane, fiero sbufalatore ha detto...

D'accordo con pgc.

Dopotutto l'Italia non è solo il paese dei furby, ma anche dei cachi. :D

Una sera ho beccato Severgnini in tv che faceva la marchetta al suo libro, dicendo, cosa che condivido, che la classe politica-istituzionale è quella che l'italiano si merita. Anzi, la classe politica incarna l'italiano.

L'Italia non è così per colpa di Berlusconi o di Prodi o di D'Alema o di Andreotti. E' così perché Berlusconi, prodi, D'Alema ed Andreotti sono i politici che l'italiano ha non solo voluto, ma che lo rappresentano davvero. Il leader impersonifica lo stato sociale.

Non sto a parlare d'inganni elettorali, promesse non mantenute o improvvisi cambi di rotta politica. Intendo proprio che anche i politici sono italiani ed agiscono da italiani.

Non è (solo) colpa di Berlusconi se l'Italia fa fatica ad uscire dalla crisi. E' colpa di tutto il sistema paese. Ogni italiano si aspetta sempre che sia qualcun altro a pensarci, qualcun altro a decidere per lui, qualcun altro a dover intervenire quando le cose vanno male.

Lo stesso si può dire per i sotterfugi ed i complotti che hai citato anche tu. In una sorta di reductio ad camorrarum, l'Italia è la Camorra. L'Italia è la Mafia. L'Italia è la P2. L'Italia è Berlusconi. (O Bersani o Di Pietro, se preferite, poco cambia).

Tutti pronti a scendere in piazza per mandare il governo a casa, chiedere più soldi, andare in pensione sempre prima, lavorare di meno. Magari assieme alla parte politica che in quel momento è all'opposizione e cavalca l'onda del populismo su un surf d'odio.

Salvo poi tornare a fare quello che si faceva prima. Vivere al di sopra delle proprie possibilità (il debito pubblico è, appunto, pubblico), grazie anche ad operazioni "nascoste", passaggi di mano sotto il tavolo, strette di mano e "anche se non mi fa la fattura è lo stesso".

Ma non dispero. Credo che questo blog raccolga persone che non la pensano così. E questo mi fa ben sperare. :)

Anonimo ha detto...

"Sarebbe interessante, per verificare questa ipotesi, vedere se c'e' una correlazione tra fiducia nello Stato e diffusione del complottismo. Magari considerando solo aspetti globali come l'idea delle scie chimiche."

Temo sia molto difficile quantificare parametri quali fiducia nelle istituzioni e diffusione del complottismo.
Per quel che valgono le impressioni personali, posso dirti che (IMO) in Germania la fiducia nelle istituzioni e' bel piu' alta che in Italia, ma i complottisti abbondano anche qui.
Leggo abitualmente Die Zeit, una pubblicazione settimanale considerata di alto livello, e sotto ogni articolo che riguarda l'11 settembre, luna o Climate Change, si trovano numerosi commenti di complottisti.

Anonimo ha detto...

Per Riobaldo

Leggo abitualmente Die Zeit, una pubblicazione settimanale considerata di alto livello, e sotto ogni articolo che riguarda l'11 settembre, luna o Climate Change, si trovano numerosi commenti di complottisti.

Il sistema delle maiuscole tedesco ti ha confuso un po' le idee: Luna (con la maiuscola), cambiamento climatico (con la minuscola).

A-user ha detto...

@ Stupidocane
"Ma non dispero. Credo che questo blog raccolga persone che non la pensano così. E questo mi fa ben sperare. :)"

Non vorrei demolire le tue speranze, però mi pare di aver capito che una buona parte dei commentatori abituali di questo blog non risiede attualmente in Italia... :D

Stupidocane, fiero sbufalatore ha detto...

@ A-user

Fortunatamente sono solo "una parte", senza "buona". :D

Diciamo che mi piace pensare che se l'Italia fosse diversa, grazie anche all'operato di persone come quelle che si trovano qui, anche quelli che vivono all'estero avrebbero piacere di tornare a casa. :)

masdeca ha detto...

@Stupidocane
Quoto in toto...

Fabio ha detto...

RAI 2 stasera, Giacobbo... hemmm... no, era Minoli...

Ire ha detto...

la gente si sta scannando qui http://youtu.be/PcWeSTX-_5Y

(LeFou!) ha detto...

Si dimenticano i cartelli di "Luogocomune" all'entrata. Chi c'era li ha visti. Poi ognuno giudica come gli pare.

Su FB mi ha trattato così: "non è mia abitudine infierire sugli INFELICI. Però adesso che hai voluto scoperchiare questo calderone di merda, con le tue INFAMIE ingiustificate [...]"
Ovviamente l'ho bloccato per impedirgli di farsi del male da solo.

Fonte: https://www.facebook.com/pages/Lo-Sai-che-temi-il-confronto/179058992140418 thread di martedì 25 ottobre alle 2.20

Anonimo ha detto...

Scusate se il mio primo e unico commento è troppo prolisso ma dopo essermi letto 820 commenti non sono riuscito a essere più sintetico.
Premetto che sono uno da sempre affascinato dalle ipotesi di complotti quando un mio amico mi ha fatto vedere il video di mazzucco sono rimasto stupito da tutte le cose che "evidentemente" sembravano poco chiare, ma il commento che per primo mi è venuto non è stato "è tutto corretto ciò che diceva il video?" ma è stato "anche lo fosse, a che pro? Cosa si vuole dimostrare?" e la risposta è stata "Beh che quello che ci hanno sempre detto è sbagliato!Quindi è stato un auto-attentato". Per me è qui il grosso errore, l'unica cosa che dimostreresti al limite è che la ricostruzione dei fatti è sbagliata. Cioè dimostrare oltre ogni ragionevole dubbio la rotta fatta dall'aereo del pentagono (o ragionando per assurdo che quell'aereo in realtà sarebbe un missile) non dimostrerebbe da sola una complicità del governo americano ma solo un imperizia nell'indagine successiva.
Allo stesso modo l'analisi di Paolo non dimostra (ma lui onestamente non la vuole dimostrare perchè non sta facendo un indagine politica ma tecnica)l'innocenza totale di quelli che i complottisti definirebbero "poteri occulti". Cioè non ho mai letto Paolo scrivere "le torri sono cadute a causa degli incendi susseguiti allo scontro QUINDI dev'essere stato per forza Osama Bin Laden" Lui giustamente si ferma alla prima parte...allo scentificamente dimostrabile. (Riprendimi se interpreto male il tuo pensiero) Anzi dirò di più ogni tanto penso che ci possa essere molto margine per un'ipotesi di complotto credibile ma vi applico il rasoio di Occam, ovvero è più facile coinvolgere migliaia di persone per minare 3 torri (di cui 2 per l'attentato e una solo per truffare l'assicurazione), lanciare un missile cruise contro il pentagono ma mascherarlo da aereo e creare un finto abbattimento di un 4 aereo oppure semplicemente finanziare una sola persona e quindi un solo punto debole al "mio" complotto che metta in atto un attentato che vada esattamente come ci "hanno fatto vedere"? A che pro minare le torri? Mettiamo per assurdo che non fossero mai venute giù (che fossero semplicemente state colpite dagli aerei) non avrebbero "giustificato" ugualmente la risposta militare americana? Avrebbero comunque fatto numerosi morti, avrebbero comunque rappresentato un "atto di guerra" contro un simbolo dell'america.
Indi per cui invito i ricercatori della verità a smettere di concentrarsi sullo scoprire che cosa sarebbe "realmente" successo ma a cercare di provare chi sia questo "Grande Vecchio" e di portare di fronte alla giustizia le prove di questa macchinazione. Ovvero se non ho ne un presunto colpevole ne una pistola a che mi serve provare se uno a è morto per il colpo di pistola o per una pugnalata? Al limite mi restringe il campo su cosa cercare ma non mi dimostra la colpevolezza di qualcuno.
Scusate ancora la lunghezza

Didodebunk ha detto...

Salve a tuyti.

Ho solamente una piccola curiosità su quanto successo l' 11/9: come mai il WTC 5 non è caduto, nonostante avesse degli incendi anch' esso ?

Stupor Mundi 83 ha detto...

Ho solamente una piccola curiosità su quanto successo l' 11/9: come mai il WTC 5 non è caduto, nonostante avesse degli incendi anch' esso?

Non mi sono informato a riguardo ma potrei per gioco sparare a caso:
Perché magari non è stato colpito direttamente dai detriti più grossi o perché gli incendi non erano così diffusi ed intensi come per il WTC 7. O per mille altre ragioni non soprannaturali.
Il "dato" che tu porti non aggiunge niente alla discussione che dura da più di 10 anni e che è ormai marcita nelle mani di coloro che continuano a sfruttare la paranoia delle persone.

Didodebunk ha detto...

Salve a tutti vorrei un informazione.
E' stato creato un documento ufficiale di riconoscimento dei rottami del volo AA77 ?
Se no, perchè, e come si può affermare comunque con certezza che i rottami sono di quel volo ?

Grazie.

Paolo Attivissimo ha detto...

Didodebunk,

E' stato creato un documento ufficiale di riconoscimento dei rottami del volo AA77 ?

Che io sappia, no. Ma ho la sensazione che se anche ci fosse, per la tua visione ottusangola non cambierebbe nulla: diresti che è un falso come il resto della "versione ufficiale".


Se no, perchè, e come si può affermare comunque con certezza che i rottami sono di quel volo ?

Già, davvero. Come si può? Vediamo un po'.

I tracciati radar indicano che il volo AA77 si è schiantato contro il Pentagono.

Nel Pentagono sono stati trovati i resti delle persone a bordo del volo AA77.

Nel Pentagono sono stati trovati gli effetti personali delle persone che erano a bordo del volo AA77.

Secondo te, quelle persone e quegli effetti personali come ci sono arrivati dentro il Pentagono? Su un tappeto volante? A dorso di mulo? :-)

Didodebunk ha detto...

Paolo

"per la tua visione ottusangola non cambierebbe nulla"

La mia ?
Io non ho portato avanti nessuna tesi, quantomeno le fandonie cospirazioniste. Sono pienamente consapevole che l' unica cosa che può aver colpito il pentagono è un Boeing, ma mi chiedevo se esistesse o no quel documento. :-)

Stupor Mundi 83 ha detto...

Infatti Paolo, sei stato un po' prevenuto...
Ma ti capisco dato il genere di soggetti con cui hai a che fare di solito... ;-)

Paolo Attivissimo ha detto...

Didodebunk,

Io non ho portato avanti nessuna tesi, quantomeno le fandonie cospirazioniste.

Hai ragione e me ne scuso. Ti ho confuso con un altro commentatore (cospirazionista) che ha uno stile molto simile al tuo e fa queste domande solo per dare spazio alle sue tesi bizzarre.

E' scattato il mio meccanismo di difesa automatico. Dopo dieci anni di tartassamenti, ho il grilletto facile :-)

Ho riguardato altri tuoi commenti passati e riconosco che il tono della mia risposta è fuori luogo. Riformulo: che io sappia, non c'è un documento che riconosca i singoli rottami di AA77, ad eccezione dei rapporti sulle scatole nere, che le identificano come appartenenti ad AA77, e dopotutto le scatole nere fanno parte dei rottami.

Ma non mi risulta che ci sia, per esempio, un documento che dice "questo pezzo di cerchione proviene dal volo AA77".

Si può comunque affermare con certezza che i rottami di AA77 per le ragioni che ho indicato: se nel Pentagono sono stati trovati i resti dei passeggeri di AA77, è logico dedurne che i rottami trovati nello stesso luogo siano quelli di AA77. Ogni altra ipotesi sembra perlomeno assurda.

Didodebunk ha detto...

@Paolo
"E' scattato il mio meccanismo di difesa automatico. Dopo dieci anni di tartassamenti, ho il grilletto facile :-)"
Più che comprensibile !

Fabio Quell'Altro ha detto...

Per chi non si volesse perdere Pizzirani relatore, domani sera 11-09-12: http://www.budrionext.it/?p=4218

hihihihi

Quasi quasi ci vado.

Paolo Attivissimo ha detto...

Fabio,

poverini i complottisti. Undici anni di voli mentali e non hanno cavato un ragno da un buco.

Se ci vai e mi citano, telefonami e intervengo in diretta :-)

SkyBuck ha detto...

Ho una spanna di brividi...
A parte gli scherzi.
C'è chi porta gli esperti di esplosivi e c'è chi porta gli esperti di Luogocomune.
Ad ognuno i suoi esperti.
:)

SkyBuck ha detto...

Ho notato che MM sta per uscire con un nuovo DVD.
E vengono citati gli "esperti" di una volta: ho letto velocemente il nome di Robert Bowman (http://undicisettembre.blogspot.it/2007/12/zero-ricorre-alle-catene-di-santantonio.html) e il nome Paul Hellyer (http://undicisettembre.blogspot.it/2008/01/giulietto-chiesa-le-storie-raitre_31.html) nei primissimi minuti dell'anteprima che è visionabile.
Dopodiché il filmato mi stava già annoiando.
I due "esperti" sono stati già "analizzati" nel 2007 e 2008, come mostrano i link che ho messo sopra.
Ma mi chiedo: a che pro uscire ancora con un nuovo DVD dove vengono mostrate le stesse cose trite e ritrite?

Emanuele Bresciani ha detto...

Bè, perchè, vi siete beccati i 40 (dico: QUARANTA) minuti di MM per la "conferenza" a Napoli? Dai, rendetevi conto: dopo 11 anni, dobbiamo ancora sorbirci le solite foto del "buco troppo piccolo" del Pentagono, delle manovre impossibili, delle esplosioni alle TT... Imbarazzante, a dir poco.

E esordisce sostenendo che la colpa di tutto ciò... è dei GIORNALISTI che i giorni seguenti all'11/9 "non hanno fatto le domande giuste" e "non hanno fatto il loro lavoro". Certo. Secondo lui, dopo una strage di quasi 3000 americani un giornalista avrebbe dovuto chiedere in conferenza stampa "ma il crollo era strano, non è che avete falsificato il tutto per eventualmente invadere il Medio Oriente?". Come farsi radiare dall'albo immediatamente.

Ma poi, una cosa soprattutto mi fa capire quanto ridicolo sia MM. Rendiamoci conto che a un evento come l'11 settembre hanno assistito e avuti un ruolo attivo moltissimi americani. Mazzucco abita in America, eppure MAI, in NESSUN DVD, si è sognato di prendere l'autobus (mmm.. meglio l'aereo) e andare a intervistare uno qualsiasi di quelli che erano al Pentagono, a Shankville, a New York. Per dire: il famoso sindaco di Shankville (che secondo Mazzucco avrebbe detto che non c'era nessun aereo, se non ricordo male... e non posso ricordarlo perchè il link sul sito di Mazzucco non fungono, complimenti) poteva benissimo andar là, riprenderlo con una telecamera e fargli dire: "non c'era nessun aereo". Come i vari altri testimoni che cita. Alla fine, come fa qualunque giornalista serio, prende, si fa una settimana sull'East Coast, raccoglie le interviste direttamente dai testimoni che dicono chiaramente "Non ho visto l'aereo", "Il buco era piccolo", "E' stato abbattuto in volo", e via. Oppure qualche pompiere disposto a testimoniare. Cosa che invece, aggiungerei, fa spesso e volentieri il gruppo di lavoro Undicisettembre.

MAI fatto. Sempre taglia e cuci e "ci sono testimoni", "molti pompieri non sono convinti", "piloti d'aereo"... Grande ricerca giornalistica, non c'è che dire.

Altra cosa divertente: Ma quel famoso "Consensus 11 settembre" che aveva fondato Giulietto Chiesa e che doveva essere "un contributo all’indagine che Ferdinando Imposimato sta portando a termine per esporre i capi d’accusa al Tribunale Penale Internazionale dell’Aja perché prenda in esame l’ipotesi di incriminare importanti membri dell’amministrazione americana dell’epoca con l’accusa di “concorso in strage""?

Tanta aria fritta e poi ovviamente non se n'è più fatto nulla. A parte che evidentemente Imposimato ignora che gli Stati Uniti, non avendo ratificato l'accordo riguardo tale Tribunale, non ne sono soggetti e quindi tutta la questione è assolutamente inutile.

Fabio Quell'Altro ha detto...

Ho inviato un commento che non so se passerà la moderazione di budrionext...

"Pizzirani relatore e proiezione del film di Mazzucco?

Per capire di chi si parla e, magari, come antidoto: http://goo.gl/0KYhK

Auguri!
"

Il link punta qui.

«Meno recenti ‹Vecchi   801 – 835 di 835   Nuovi› Più recenti»