2005/08/29

I canali della BBC saranno trasmessi anche via Internet

La BBC ha confermato che tutto il contenuto dei propri canali televisivi sarà offerto anche via Internet. L'iniziativa, denominata MyBBCPlayer, consentirà ai telespettatori di scaricarsi legalmente sette giorni di programmazione a partire dal 2006.

Il canale televisivo BBC One o BBC Two sarà anche ritrasmesso in tempo reale via Internet, e il MyBBCPlayer consentirà anche di accedere agli archivi audio e video dei programmi della rinomata emittente nazionale. Tramite il sito della BBC sarà anche possibile acquistare programmi e brani musicali di cui la BBC detiene i diritti.

L'idea è stata stimolata dalla diffusione anticipata su Internet, nei circuiti di scambio non autorizzati, della prima puntata della serie fantascientifica Doctor Who (e poi dicono che la pirateria fa male).

Il canale trasmesso in tempo reale sarà accessibile soltanto agli utenti del Regno Unito (ma immagino già le orde di proxy non ufficiali per ridiffonderlo all'estero). Già ora alcuni programmi della BBC vengono pubblicati su Internet prima ancora di andare in onda.

Speriamo che mamma Rai segua l'esempio.

7 commenti:

  1. Sì, speriamo che mamma RAI faccia loo stesso ma ne dubito molto. E' troppo impegnata e giocare a fare la tv commerciale (coi nostri soldi) a pensare di sperimentare novità e sponsorizzare nuove trasmissioni.
    Basta guardare il fatto calcio: finalmente la RAI non ha più i diritti per la serie A ma non credo proprio che, con la marea di soldi risparmiati, ne approfitterà per nuove trasmissioni, telefilms, ecc.

    Tino

    RispondiElimina
  2. i soldi risparmiati li ha spesi per comprarela champions, altro che film e programmi decenti.

    RispondiElimina
  3. La Rai purtroppo ha smesso da tempo di fare TV pubblica come cristo comanda, a parte qualche eccezione. Basta pensare ai vecchi "sceneggiati" tratti dalle migliori piece teatrali, mentre oggi si inseguono le "fiction" di pessima fattura e recitati pure male. Pensa un pò per vedere le vecchie programmazioni della rai bisogna andare su SKY e pagare per vedere i canali RAI migliori :-(

    RispondiElimina
  4. Caro Paolo, sinceramente non capisco tutta sta gran voglia di vedere la RAI.
    Ecco quello su cui la RAI concentrerà le proprie energie quest'anno:

    - Quelli Che il calcio. Con tanto di battute penose/pecorecce (quanto è bona la ballerina uaz uaz uaz) imitazioni di sconosciuti che non fanno ridere, la Ventura che starnazza, nonché i soliti ospiti-amiconi (pagati col nostro canone)
    - Il programma dei pacchi con Pupo.
    - Il quiz demenzial-popolare di Amadeus con tanto di volgarità pecoreccia (quanto è bona la tipa della scossa uaz uaz uaz), domande idiote, atmosfera da "sagra della castagna".
    - L'isola dei famosi, con la Ventura che starnazza e tutti quei tizi semisconosciuti che di qua in avanti camperanno con i soldi delle ospitate che si faranno qua e là.
    - L'italia sul due, con i soliti ospiti-amiconi, che discutono su temi impegnati ("Tradisce di più lui o lei?"), su quanto è interessante l'isola dei famosi e su quanto sono bravi la Ventura e Pupo.
    - La vita in diretta, in cui Cucuzza, gesticolando come un pazzo per il 90% del programma ci parlerà dei retroscena su Lady Diana, manderà i suoi inviati a intervistare i soliti ospiti-amiconi in questo o quel locale, racconterà la tragedia di questa o quella famiglia (con tanto di servizi con la musica di sottofondo triste), per passare poi a fare pubblicità occulta al centro di bellezza dove va a curarsi la bona della situazione, con i soliti ospiti-amiconi al fianco, senza dimenticarsi di ricordarci quanto è brava la Ventura.
    - Il programma con Gianni Morandi.
    - Il programma con Celentano.
    - Il programma con Fiorello (quant'è bravo Fiorello).
    - Il programma settimanale della Ventura (con tutte quelle cose citate sopra)
    - Il Tg1.
    - Le repliche delle vecchie serie dei telefilm americani e tedeschi.

    Fine del rantolo.
    Captain Suctioncup

    RispondiElimina
  5. Ciao Paolo,
    verrebbe da chiederti : ma quali programmi la Rai dovrebbe trasmettere? la televisione che un tempo era "di stato" prima di essere del maggior concorrente (e che quindi l'affossa per avere più introiti pubblicitari) trasmettava notizie (vere! e non come sugli attuali TG dov'è andata in vacanza la velina col calciatore)speciali ed approfondimenti (è rimasto, o almeno spero sia rimasto, solo Report) sport (il vizio di interrompere eventi sportivi lo ha sempre avuto... ma con 3 reti interrompere i mondiali di atletica per trasmettere le solite porcherie....) trasmissioni politiche (non litigi in diretta) teatro (in prima serata e non dopo le 1,30 ) beh insomma ogni popolo ha la tv che si merita (riflettiamoci !)
    ciao
    Claudio

    RispondiElimina
  6. Se vogliamo dirla tutta, anche Report era fatto un po' (parecchio in verità) "ad arte" per dare una visione particolare delle cose. Almeno però spingeva alla riflessione su temi importanti.

    Captain Suctioncup

    RispondiElimina
  7. vorrei segnalare il fatto che la rai, in realtà, già oggi diffonde parte della sua programmazione via internet , attraverso il servizio raiclick.magari la qualità dell'immagine è un filino pietosa (320*288), magari utilizza un formato chiuso (windows media video 9)magari il servizio è disponibile solo in streaming (hai visto mai qualcuno si dovesse arricchire vendendo le puntate di porta a porta o di "un medico in famiglia)
    ma tutto sommato la tanto vituperata televisione di stato qualcosa tenta di farlo...

    RispondiElimina

Se vuoi commentare tramite Disqus (consigliato), vai alla versione per schermi grandi. I commenti immessi qui potrebbero non comparire su Disqus.

Pagine per dispositivi mobili