2006/06/12

Who’s that girl?

Quizzello per cultori del cinema: chi è costei?


Questo articolo è stato corretto e aggiornato dopo la pubblicazione iniziale.

23.57. Ricorre un cinquantenario importante in questi giorni, e lei ne fu parte integrante. Come si chiama, e per quale film è famosa?

Il resto dell'articolo lo scrivo dopo che avete trovato la soluzione. Confido che l'attesa non sarà lunga :-)

00:20.
Ventitré minuti, niente male, specialmente considerata l'ora tarda! Complimenti a lu, che è stato il primo a identificare correttamente Anne Francis e il film Il Pianeta Proibito (Forbidden Planet), che compie cinquant'anni proprio in queste settimane. Uscì infatti negli Stati Uniti nell'estate del 1956. Anne Francis era Altaira, figlia del professor Morbius (Walter Pidgeon).

Per chi non ne conoscesse la trama: Altaira e Morbius si rivelano essere gli unici sopravvissuti di una spedizione sul pianeta Altair. Tutti gli altri sono morti, straziati da un essere misterioso. Raggiunti dai soccorsi, rifiutano di abbandonare il pianeta, dove hanno trovato i resti di un'antichissima civiltà, le cui possenti macchine sono ancora in funzione senza motivo apparente. Il capitano dell'astronave di soccorso, la Bellerofonte, s'invaghisce di Altaira, ma ben presto la creatura misteriosa miete vittime anche fra i soccorritori ed è necessario affrontarla e scoprirne il terribile segreto: è l'inconscio, amplificato e materializzato dalle antiche macchine aliene. I mostri siamo noi.

Per l'epoca era un film assolutamente innovativo, paragonabile a Guerre Stellari vent'anni più tardi o a The Matrix in tempi più recenti. Il fatto di basarsi su La Tempesta di Shakespeare di certo non guasta, e la totale mancanza di colonna sonora musicale tradizionale (furono usate soltanto tonalità elettroniche -- nel 1956), la proiezione a colori e in Cinemascope e uno dei mostri più inquietanti del grande schermo (spaventevole perché intuito, non mostrato) ne hanno fatto un oggetto di culto.

Certo la presenza di un giovane Leslie "quando ero ancora attore serio" Nielsen oggi ha un sapore un po' strano, e lo stesso vale per i cappellini da baseball dell'equipaggio e per le lancette dei comandi dell'astronave, ma la scena dell'agguato notturno del mostro, con quelle impronte che si formano lentamente nella sabbia e gli scalini d'acciaio che si piegano sotto il peso immenso di qualcosa che non si vede, s'è conquistata un posto privilegiato negli incubi di più di una generazione.

Di conseguenza, gli omaggi e le citazioni si sprecano: per esempio, se avete visto Serenity, di Joss "Firefly" Whedon, c'è una scena nella quale si vede un relitto di un'astronave la cui sigla è C-57D, ossia quella della Bellerofonte.

Il film fu notevole anche per un altro motivo più strettamente informatico: fu il primo a mostrare un robot programmato in base alle tre leggi della robotica di Asimov al posto del solito mostro di latta che si ribella al padrone.

E Anne Francis che fine ha fatto? Classe 1930, si tiene ancora piuttosto bene, come potete vedere in queste foto.

35 commenti:

  1. Anne Francis, Il Pianeta Proibito?
    uhm...

    ciao,
    lu

    RispondiElimina
  2. Mi sa che LU m'ha fregato.

    Applausi :)

    RispondiElimina
  3. Mi butto : Norma Jeane Baker aka Marilyn Monroe

    RispondiElimina
  4. Ok, ma il cinquantenario di cos'é? Del film giusto??? Oppure c'è qualche altra ricorrenza??? Maledetto Google, stavolta non ha aiutato tanto...

    RispondiElimina
  5. Mi sono buttato e mi sa che mi sono anche fatto male. Confesso la mia ignoranza, saluti a tutti ...

    RispondiElimina
  6. Ci sono! E' la sorella di Paolo! sìsì nessun mistero, Paolo ha quasi 80 anni e la sorella ne ha 75, ma si mantiene bene grazie alla plastica :D

    Stefano

    RispondiElimina
  7. ma Paolo, non vai mai a letto o in Svizzera non c'è l'ora legale?
    Comunque mi sa che lu abbia vinto ...
    P.S. per alexm82 .. il tuo blog, con Firefox su Ubuntu Dapper 6.06, fa vedere solamente le colonne laterali, e nessun articolo :-(
    'notte a tutti!
    Zappa

    RispondiElimina
  8. quella scelta da Paolo è più bella, ma questa avrebbe aiutato di più:
    http://www.thetruevinerecordshop.com/forbidden%20planet%20image.jpg

    RispondiElimina
  9. È la mamma di Valentin.

    RispondiElimina
  10. Classici Urania 5 Il pianeta proibito (W. J. Stuart)
    L'anno di pubblicazione e' lo stesso del film.
    Immagino di aver letto la scenggiatura senza rendermene conto :-)
    Il film non l'ho visto ma il libro mi era piaciuto.

    Roberto.

    RispondiElimina
  11. Non avevo mai sentito nominare questo film... ma non è la stessa trama di Sfera di Michael Crichton?

    RispondiElimina
  12. Peccato che a quell'ora dormivo, altrimenti l'avrei indovinato, anche perché la mini da lei indossata nel film era indimenticabile! Ho la cassetta del film: un capolavoro, come l'originale "la macchina del tempo". L'unica pecca è la presenza del robottino che trinca olio ma può distillare whisky. Controquiz: in quale telefilm è stato riutilizzato il robottino de Il pianeta proibito?

    RispondiElimina
  13. Piccolo suggerimento: in altro episodio della stessa serie TV compare anche Anne Francis, dove svolge il ruolo di infermiera de... il "dr Spock"!

    RispondiElimina
  14. due parole per chi fosse interessato al libro: e' stato ristampato in Urania Collezione alla fine del 2005, ma essendo una "rivista" mensile da edicola difficilemente lo troverete ancora in edicola (piu' facile trovare lui e l'edizione precedente su bancarelle di libri usati).

    Il libro non e' la sceneggiatura
    del film, ma bensi' la sua novelizzazione.

    per il controquiz: io sapevo che era stato riutilizzato per "The Invisible Boy"

    RispondiElimina
  15. x il presidente:
    il riferimento che dicevo io era un più banale "Colombo", da dove curiosamente sono passati sia Robby il robot, sia Leslie Nielsen, sia la Francis.

    RispondiElimina
  16. Belloooo! Uno dei miei film preferiti. Adoro la fantascienza 'vecchia maniera', in cui si raccontavano delle buone storie e la carenza degli effetti scenici era sopperita dall'immaginazione (anche se per l'epoca quegli effetti erano all'avanguardia).
    Oggi, al contrario, si tende spesso a far prevalere gli effetti speciali sulla sceneggiatura, rendendo i film splendidi sotto il profilo visivo, ma piuttosto 'poveri' dal punto di vista narrativo. Peccato... ma per fortuna esistono ancora le eccezioni! :-)

    Grazie comunque per avermi ricordato questo film: non lo vedo da un sacco di tempo. Mi sa che dovrò rispolverare la cassetta! :-)

    Un saluto.
    SYLVY

    RispondiElimina
  17. In Attivissimo.blog è scritto...

    23.57. Ricorre un cinquantenario ...
    ...
    01:20. Ventitré minuti...


    Paolo... Paolo...
    Sempre con il diluente nel caffè, vero?

    mc

    RispondiElimina
  18. L'ultimo film bello di fantascienza secondo me è stato Punto di non ritorno, da allora solo schifezze (a parte Matrix)

    RispondiElimina
  19. Ho avuto la fortuna di vederlo per la prima volta al cinema, in un'estate degli anni settanta, al mare. Mi ci portò mio padre che, tra l'altro, DETESTA la sci-fi commerciale.
    La cosa che più mi rimase impressa, tuttavia, fu il cuoco della nave che parlava con la voce di Nino Manfredi! :-)

    RispondiElimina
  20. >Sempre con il diluente nel caffè, vero?

    No, stavolta un banale errore di digitazione: lu ha postato alle 00:21 (00:20 secondo il mio clock di sistema). Ho corretto, grazie: mi raccomando, fammi sempre le pulci così e anche di più!

    RispondiElimina
  21. ...fammi sempre le pulci così...
    Vai tranquillo.
    Ho girato la richiesta al cane: è il mio consulente sull'argomento

    mc

    RispondiElimina
  22. non voglio sembrare pignola, ma:
    lu è una ragazza.

    buon anniversario!
    lu

    RispondiElimina
  23. Film assolutamente mitico! Qualcuno sa se ne esiste una versione dvd ?

    RispondiElimina
  24. Ciao Paolo,
    anch'io adoro questo film. Forse cio' che piu' mi ha colpito la prima volta che l'ho visto e' stata la citta' sotterranea aliena.
    Riguardo alle pulci, ehm.. beh, e' piu' una curiosita':
    ".. e uno dei mostri più inquietanti del grande schermo (spaventevole perché intuito, non mostrato).."
    mi permetto di notare che proprio nei Trivia di IMDb si dice che:
    "When the film was first released theatre goers were given special paper glasses with red lenses. The glasses were to be used during certain scenes involving the invisible monster ("Monster from the ID"). You were alerted that it was time to put on your special glasses by flashes on the screen. When you put on the special glasses the invisible monster was revealed."
    ;-)
    ciao

    RispondiElimina
  25. Si dice in giro (ma io non ho detto niente) che anche l'intera serie Lost abbia preso spunto (anche) da questo film...

    Vicio

    RispondiElimina
  26. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  27. Anne Francis stars in... Forbidden Planet [cit.]

    RispondiElimina
  28. salve a tutti .

    Volevo farvi notare che l' idea del mostro frutto della mente e delle paure umane è ripresa "para para" da un film decisamente più recente , ovvero Sfera , terrore negli abissi . Ve lo ricordate ? Palla aliena dorata sul fondo del mare che materializza schifezze di varia natura potenzialmente mortali per far fuori i protagonisti.
    Dustin Hoffman , Sharon Stone , Samuel L. Jackson. Il cast era notevole , il film un po' meno .

    http://www.imdb.com/title/tt0120184/

    RispondiElimina
  29. Per l'epoca era un film assolutamente innovativo, paragonabile a Guerre Stellari vent'anni più tardi o a The Matrix in tempi più recenti.

    Ciao Paolo

    Ti sei scordato '2001', il più innovativo di tutti?

    No, dài, non ci credo...

    AA.

    RispondiElimina
  30. >Ti sei scordato '2001', il più >innovativo di tutti?

    Ma 2001 è del '68, 12 anni dopo, e mirava ad un tipo di pubblico diverso, non solo quello della Fantascienza "di consumo", se mi si perdona il termine.

    Nobile

    RispondiElimina
  31. >nei Trivia di IMDb si dice che:

    L'ho letto durante la preparazione dell'articolo, ma sinceramente non ho capito come potesse funzionare. La creatura, nel film come l'ho visto io (ne ho qui una copia, e si può vedere qui un'immagine: http://www.forbidden-planet.org/Robby), è delineata mediante un tratteggio rosso incompleto. Mettere degli occhialini rossi avrebbe dovuto smorzare l'effetto, non aumentarlo. Boh! Comunque sia, la maggior parte degli spettatori l'ha visto senza occhialini, per cui direi che fa testo la versione "ti vedo e non ti vedo".

    >Ti sei scordato '2001', il più innovativo di tutti?

    No, è il mio film-culto, ma 2001 è un film di religione mascherato da fantascienza, come disse Arthur Clarke; è un prodotto atipico, e tecnicamente fu un'anomalia; dopo 2001 si tornò al bluescreen, e gli effetti di Kubrick, basati su tecnologie costosissime (negativo di prima generazione, front projection, modelli fisici enormi), non ebbero seguito.avmne

    RispondiElimina
  32. il quiz era molto difficile e non l'avrei indovinato. Tuttavia il film "Pianeta Proibito" me lo ricordo benissimo ed era bellissimo e pieno di pathos.

    Anzi penso che certo cinema di fantascienza degli anni '50 e '60 andrebbe decisamente rivalutato rispetto alle fetecchie di oggi zeppe di stupefacenti effetti speciale ma con storie da latte alle ginocchia.

    Due esempi tra i primi che mi vengono in mente e che da ragazzino mi hanno tenuto inchiodato alla poltrona: il notevole "Il risveglio del dinosauro" di Eugene Louriè del '53 e il bellissimo "La cosa di un altro mondo" di Christian Nyby del 1951. Certo una volta i film sapevano farli (per non parlare della mitica serie televisiva "Ai confini della Realtà")

    RispondiElimina
  33. matrix era bellissimo e avvincente per 3/4, poi ha virato deciso sulla *vaccata*, con un finale bislacco senza costrutto (della serie non so come finire il film)

    Neo che si mette a volare come superaman... ma dai, cazzo! :(
    Che puttanata di finale...

    RispondiElimina
  34. Temo che, sia nel primo Matrix, sia nei due sequel, i Wachowski brothers siano dovuti scendere a patti per esigenze commerciali. A mio modesto avviso la vera filosofia della saga si puo' vedere in Animatrix

    RispondiElimina
  35. Ho letto solo oggi il quizzettone su Forbiden Planet, e penso che questo mio contributo difficilmente verrà letto da qualcuno. Cmq, mi premeva segnalare agli appassionati di certa SF degli anni 50 e 60, che nel cofanetto "The Twilight Zone - 1st Season" (ben 5 dvd imperdibili) si possono vedere pezzi di scenografia riciclata appunto dal set del "Pianeta Proibito". In particolare, è possibile individuare i "quadranti" di potenza del generatore di energia krel (quelli luminosi con lo spicchio mancante) in molti episodi. Giusto per appassionati. Saludos

    RispondiElimina

Se vuoi commentare tramite Disqus (consigliato), vai alla versione per schermi grandi. I commenti immessi qui potrebbero non comparire su Disqus.

Pagine per dispositivi mobili