Cerca nel blog

2010/08/12

Riconoscimento vocale, occhio agli equivoci

I pericoli del riconoscimento vocale


Alcune emittenti TV usano sistemi di riconoscimento vocale per generare in tempo reale i sottotitoli per sordi delle trasmissioni realizzate in diretta, come i telegiornali. A volte questi sistemi dimostrano il loro limite fondamentale: non sanno riconoscere e capire il contesto. E così nascono perle come questa, risalente al 24 novembre 2007, proviene dall'emittente KABC-TV di Los Angeles, è autenticata da Snopes.com ed è stata recentemente riproposta da Failblog.org.


Snopes spiega che il giornalista della KABC-TV stava spiegando quanto è importante che gli abitanti evacuino le zone colpite da incendi, così i pompieri si devono preoccupare solo dell'incendio e non anche delle persone in mezzo alla strada che stanno evacuando la zona. L'originale, quindi, era presumibilmente "firefighters to deal with just the fire and not also with people in the middle of the road evacuating".

22 commenti:

Toyo ha detto...

la frase originale quale sarebbe stata?

IlPixelMatto ha detto...

hahaha carina...
Ma l'originale? quale sarebbe dovuto essere?

Paolo Attivissimo ha detto...

Snopes spiega che il giornalista della KABC-TV stava spiegando quanto è importante che gli abitanti evacuino le zone colpite da incendi, così i pompieri si devono preoccupare solo dell'incendio e non anche delle persone in mezzo alla strada che stanno evacuando la zona. Da cui un presumibile "firefighters to deal with just the fire and not also with people in the middle of the road evacuating".

La aggiungo all'articolo.

IlPixelMatto ha detto...

bravo ragazzo!

Gatto del Cheshire ha detto...

Fortissima! Tutti piromani, scommetto... ;)

Daniele A. Gewurz ha detto...

Lievemente fuori tema, io ricavo un piacere infantile da testi inglesi d'altri tempi, in cui "to ejaculate" è spesso usato nell'altro senso, quello di "esclamare, prorompere". Per esempio, nella "War of the Worlds" di Wells (libro 1, cap. 14) si descrive questo curioso quadretto: "His landlady came to the door, loosely wrapped in dressing gown and shawl; her husband followed ejaculating."

Speriamo che qualche filtro non censuri il mio messaggio, considerando che c'è anche una tizia poco vestita che "came"...

Gian Piero Biancoli ha detto...

Beh, è importante anche che la gente non si fermi per strada a eiaculare pensando, magari, che potrebbe essere un modo per spegnere l'incendio.
In mancanza dell'acqua...:-D

Areis ha detto...

la butto lì come commento a questo post anche se so che non c'azzecca!

ho appena scoperto che determinate linee aeree sembra non abbiano la linea 13 (o 17 alcune italiane) sui loro aerei, come alcuni alberghi o palazzi saltino direttamente dal 12° al 14° piano!

non ci credevo ma ho trovato riscontri in rete.... so che non c'entra con l'argomento ma me lo confermate?

grazie!

Anonimo ha detto...

Per Areis

la butto lì come commento a questo post anche se so che non c'azzecca!

ho appena scoperto che determinate linee aeree sembra non abbiano la linea 13 (o 17 alcune italiane) sui loro aerei, come alcuni alberghi o palazzi saltino direttamente dal 12° al 14° piano!

non ci credevo ma ho trovato riscontri in rete.... so che non c'entra con l'argomento ma me lo confermate?


Se i clienti sono superstiziosi, o potenzialmente superstiziosi, tu rischi un albergo vuoto, o fai una numerazione a salti?

Alessandro ha detto...

Beh...però bisogna ammettere che anche gente che eiacula in mezzo alla strada può rappresentare un bell'intralcio per i pompieri....

Anonimo ha detto...

Ora ho notato che anche youtube usa un sistema di riconoscimento vocale per aggiungere i sottotitoli ai video, con tanto -volendo- di traduzione simultanea. Tuttavia nella quasi totalità dei video (in inglese) che ho controllato, la cosa si è rivelata del tutto inutile: già in lingua originale il sistema riusciva a capire soltanto una bassissima percentuale di parole, aggiungendo la traduzione, poi, venivano fuori delle frasi alla meglio incomprensibili, alla peggio totalmente fuori contesto.

Tukler ha detto...

@Areis:
Non ti è mai capitato di viaggiare in aereo o semplicemente non ci hai fatto caso?
Si, io sempre visto assente la 13.

Piccola Romana ha detto...

Finalmente ho capito come funziona il traduttore automatico che gli U2 hanno usato nei loro concerti italiani!

L'economa domestica ha detto...

In Italia per i sordi pre linguali ho visto sempre usare le macchine da scrivere apposite, con possibilità di correzione immediata.

Anche la parola orgasmo viene usata in "Mary Poppins" come "agitazione".

Areis ha detto...

bè... proprio non ci avevo mai fatto caso.... sarà che mi pare così ridicolo che nonostante le conferme tuttora stento a crederci....

per rispondere ad Accademia: albergo vuoto? bè, al massimo un piano! :-) che magari sarebbe pieno di scettici (no, bastano persone con un q.i. superiore a 15...) contenti per lo 'sconto sfiga'!

Gian Piero Biancoli ha detto...

@ accademia dei pedanti
"Se i clienti sono superstiziosi, o potenzialmente superstiziosi, tu rischi un albergo vuoto, o fai una numerazione a salti?"

Era quello che sostenevo io nella discussione fiume sul colore viola vietato in studio da Fazio e rai in generale...

Turz ha detto...

@Areis:
la butto lì come commento a questo post anche se so che non c'azzecca!

ho appena scoperto che determinate linee aeree sembra non abbiano la linea 13 (o 17 alcune italiane) sui loro aerei, come alcuni alberghi o palazzi saltino direttamente dal 12° al 14° piano!

non ci credevo ma ho trovato riscontri in rete.... so che non c'entra con l'argomento ma me lo confermate?

grazie!


Certo che potevi aspettare questo articolo :-)

Comunque se ricordo bene Ryanair il 13 ce l'ha, ma magari mi sbaglio, controllerò sul prossimo volo che prenderò (il 13 settembre).

Turz ha detto...

Si stava parlando del riconoscimento vocale proprio qui

Areis ha detto...

eh turz... mica so' mago io! :-)

devo dire che sono basito dal sapere questa cosa.... e sono pure stranito dal fatto che la si reputi.... 'normale'....

Unknown ha detto...

Sugli aerei Alitalia / AirOne mancano sia la fila 13 che la 17.

Anonimo ha detto...

Dedicato a chi storce il naso quando faccio notare gli errori di ortografia, o semplicemente grafie errate. Ecco cosa succede a non saper compitare il nome di una città santa ai cattolici. Ben 90 chilometri sprecati in benzina per la madonna sbagliata. Ben gli sta; peccato che non si trovi dall'altra parte della Francia!

P.S.: La fonte francese, AFP, sostiene che la madonna di quel paesino di 93 abitanti non ha mai fatto miracoli, mentre il sito di Repubblica dice che ne ha fatto uno solo. I miracoli non sono una scienza esatta. :-)

P.P.S.: Proprio in queste ore c'è un allarme bomba, pellegrini evacuati.

Turz ha detto...

@Accademia dei pedanti:
Già, e alla fine il giornalista fa notare che col GPS le cose stanno peggiorando (perché la gente si fida ciecamente e smette di guardare le cartine).

Avevo già fatto notare in altra sede che va molto peggio a quelli che, pur senza sbagliare lo spelling, credono di andare a Sydney (Australia) e invece si ritrovano a Sydney (Canada).

Vedo che anche quest'anno c'è cascato qualcuno.

Per fortuna, non solo l'agenzia, ma anche i turisti stessi non sapevano la geografia e quindi avevano deciso di partire a luglio (che in Australia è inverno ma in Canada è estate).