Cerca nel blog

2014/02/24

Antibufala: “Talking Angela” NON è un’app di pedofili

L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale. Ultimo aggiornamento: 2014/03/01.

Isteria in Rete per un'app presente nell'App Store di Apple e in Google Play e denominata Talking Angela: è accusata di essere gestita da un pedofilo. Secondo l'allarme che sta circolando, l'app sarebbe stata “rubata” da un pedofilo che la usa per ottenere informazioni dai bambini facendo loro delle domande.

Un'altra accusa è che il pedofilo entrerebbe nello smartphone attraverso quest'app e manderebbe dei virus. Ciliegina sulla torta, circola la diceria che se si ingrandiscono gli occhi della gattina si vede la casa e si scorge a volte anche il pedofilo in questione.

Si tratta di panzane assolute (specialmente l'ultima, che la dice lunga sulla diffusione del pensiero magico fra gli utenti e sulla loro profonda ignoranza di come funziona l'industria delle app): l'allarme è totalmente fasullo, secondo Sophos e Snopes.com, e risale ad almeno un anno fa. Se davvero ci fosse qualche pericolo, l'app sarebbe stata rimossa da tempo dall'App Store e da Google Play.

Il Guardian ha intervistato i creatori di Talking Angela a febbraio 2014: l'azienda, Outfit7, ha smentito ogni accusa, chiarendo che le conversazioni sono prodotte con un sistema automatico (chatbot), non da una persona. Considerato che l'app è stata scaricata oltre 50 milioni di volte, per avere una persona dietro ogni conversazione occorrerebbe un esercito intero di operatori. L'azienda ha comunque chiarito che dalle conversazioni vengono estratte e trasmesse ai suoi computer alcune informazioni, come l'età dichiarata dall'utente, a fini statistici, come dichiarato nelle FAQ.

Nonostante tutto, continua il passaparola isterico di accuse completamente infondate. Sophos segnala anche graficamente il livello di diffusione del delirio intorno alle parole “talking angela”.

Ho installato Talking Angela sul mio iPad per studiarla direttamente e risulta che è semplicemente un'app come tante che usa la fotocamera per riconoscere le espressioni facciali dell'utente, usa il microfono per dialogare e guadagna esponendo pubblicità (statiche e video) e convincendo gli utenti a fare acquisti in-app e installare altri giochi della stessa casa produttrice. Nella modalità adulto, e solo in quella, consente anche delle chat con un sistema automatico che simula un interlocutore (il chatbot citato prima). Se c'è una cosa che si può criticare, è la facilità con la quale anche un bambino può attivare la modalità adulto.

C'è un modo molto semplice per sapere se Talking Angela mette in contatto con una persona reale (il presunto pedofilo, secondo alcuni) o dialoga in modo automatico usando frasi preconfezionate memorizzate nell'app: mettere il telefonino o il tablet in modalità aereo. Se lo fate, il dialogo continua sconclusionato come prima (immettendo parole a caso si ottengono risposte completamente slegate) e senza che nessun dato venga trasmesso.

Ecco un breve esempio del dialogo senza senso di Angela (con un iPad connesso a Internet):




Io: Mi piacciono gli unicorni.
Angela: Ottimo. Alla maggior parte della gente servono vestiti per lavoro o per scuola, qualcosa che dia loro un aspetto professionale e un po' più elegante.
Io: Io vivo a Lugano.
Angela: Io vivo con i miei coinquilini in un appartamento a Parigi.
Io: Io vivo in una scatola di cartone.
Angela: Grazie di avermelo detto. Ti piacciono gli animali?

Quella che viene interpretata come la “casa del pedofilo” (che sarebbe, fra l'altro, un idiota assoluto a rivelarsi così banalmente) è semplicemente l'immagine usata durante il rendering della gattina digitale, effettuato per generare un riflesso realistico nei suoi occhi. L'immagine è molto sgranata e la fantasia di chi guarda aggiunge dettagli inesistenti: potrebbe in effetti trattarsi di una strada con alcune case, cosa che peraltro avrebbe senso vista l'ambientazione del gioco (la gattina sta all'aperto in una via e quindi sarebbe sensato generare il riflesso negli occhi usando l'immagine di una strada). Ecco due screenshot che ho acquisito dalla mia installazione:

Screenshot reale acquisito da me.

Screenshot reale acquisito da me.


Intorno a quest'app è nata e prospera una sorprendente collezione di immagini e notizie false, come questa presunta immagine del pedofilo, che alimentano una paura ingiustificata. Per esempio, la notizia della scomparsa di un bambino, tale Eli Moreno, in seguito all'uso di Talking Angela è una frottola inventata da un sito satirico (altri dettagli). Anche l'immagine qui sotto è un falso utilizzato in vari video per attirare traffico e generare guadagni.

IMMAGINE FALSIFICATA.


Il vero pericolo di Talking Angela e di tutte le app di questo genere, pensate per i bambini, è che invitano insistentemente a fare acquisti in-app di oggetti virtuali a prezzi assolutamente indecenti, che si pagano tramite la carta di credito (o carta iTunes) memorizzata nell'account legato all'iPhone o iPad. Soldi veri in cambio di oggetti immaginari: un affare d'oro che ha fruttato ricavi per circa 4 miliardi di dollari nel 2013 ad Apple e Google.

Notate il “petto di monete d'oro”
(in originale immagino fosse “chest”) a 10 franchi
L'app invita insistentemente a sbloccare gli acquisti in-app.
Questo è il vero pericolo.


Se siete preoccupati per queste cose, imparate a usare le Restrizioni per non permettere l'installazione di app o gli acquisti in-app e per bloccare l'accesso a fotocamera e microfono per tutte le app, invece di lanciarvi in una caccia alle streghe digitale. Tutto qui.


AVVERTENZA: Visto il clima di paranoia che si è creato intorno a questa vicenda e visto che il diffondersi di dicerie incontrollate sta causando angosce inutili a genitori e bambini, cestinerò qualunque commento che accusi Talking Angela senza presentare prove precise. Non farò da cassa di risonanza alla vostra irresponsabilità.

61 commenti:

Guastulfo (Giuseppe) ha detto...

Ciliegina sulla torta, circola la diceria che se si ingrandiscono gli occhi della gattina si vede la casa e si scorge a volte anche il pedofilo in questione.

Il che la dice lunga sulla capacità di ragionare di molti. E, purtroppo, ciò non c'entra nulla con la conoscenza più o meno approfondita sul funzionamento di tablet e smartphone.

Sergio Gervasini ha detto...

"[...] ma è Talking Angela è semplicemente un'app" ... piccolo refuso.

Stupidocane ha detto...

E adesso tutti a scaricare sta App per vedere se è vero... Ma quante di queste cose sono "spontanee" e quante invece studiate a tavolino? Che ritorno di immagine (e monetario) può avere un'app che sfrutta la cerebrolesità dei social utenti che spediscono tre volte lo stesso messaggio di whatsapp a pagamento? Anche dopo aver 1) spiegato pazientemente che è una bufala 2) insistito perché non mi vengano più mandati messaggi del genere 3) mandato a ...are il tizio che insisteva co sta storia.

Potrebbe essere un tentativo di viral marketing sfruttando la compulsione alla condivisione dei meno abbienti (intelletto)?

Alessandro Madeddu ha detto...

Certo, la casa del criminale negli occhi della gatta, e a volte anche il criminale: quale criminale non lo farebbe?! :D

Massimo Musante ha detto...

Quando un'applicazione è così inutile a qualcuno viene "naturale" pensare ci sia uno scopo nascosto ...

claudia de gasparo ha detto...

Grazie! Questa bufala era già diventata l'argomento del giorno tra gli allievi della nostra scuola media. Ora ho appeso all'albo la smentita e... la messa in guarda verso i molteplici modi per succhiare soldi a bimbi e adolescenti. Che tristezza.

Luigi Garlaschelli ha detto...

Ma della la storia del riflesso del pedofilo nell'occhio (vera ipotesi criminologica) ne avevi parlato anche tu in un recente post.
E poi "Volta di monete" stara' per "Vault" ?

Smiley1081 ha detto...

Ma il "petto di monete d'oro" e' quello di Jenna Jameson?

Gianni Comoretto ha detto...

Anche volta di monete d'oro (vault) non è male come traduzione farlocca

Mario Greco ha detto...

Ragazzi,ma c'è un qualche studio,che spieghi come sia possibile, che persone dotate anche di una discreta intelligenza e persone che stimo molto,credano a pansane di questo genere?
A volte davvero mi credo come sia possibile?Mi viene da pensare che gli alieni hanno rapito tutti rimpiazzandoli con degli idioti :)

Alessandro Pisano ha detto...

Io vi posso provare che é verissimo al 100%

Alessandro Pisano ha detto...

Io vi posso provare che é tutto verissimo

Orazio Incorvaia ha detto...

Spiegaci come è possibile allora...

Orazio Incorvaia ha detto...

Dacci una spiegazione logica e noi capiremo :D

abc ha detto...

La gattina e la volpe (il creatore dell'app) portano i pinocchi al paese di Acchiappacitrulli fregandogli i soldi per moltiplicare immaginarie monete d'oro....
Collodi era un veggente!

Simone Di Bella ha detto...

Sono d'accordo sul fatto che l'immagine riflessa non sia il pedofilo ma io mi chiedi una cosa? Come mai questa "gatta" ti chiede domande personali? Private? Dove abiti come ti chiami e addirittura ti piace fare l'amore? Spiegatemelo!

Adam Kadmon ha detto...

Ciao a tutti...
Voglio dire che secondo me non è vero anche se il mio professore mi ha detto che puo essere che qualcuno guarda da un'altra piattarorma (computer,PC,smartphone,iPad ecc...). Ma il mistero è uno e cio se lo chiedono molte persone... La faccia del "Pedofilo" e la "Stanza del pedofilo"... Io non penso sia vero e per provare a vedere che succede io assieme a dei miei amici abbiamo provato a inviargli parolacce in inglese,frasi del genere "ti piacciono i bambini??" "sei un pedofilo??" "lo so che ci sei tu dietro quest'app!!" "ti piace uccidere i bambini??" e altre frasi del genere ma dava sempre le solite scuse.. Un'altra cosa che penso è: ma se ci fosse realmente qualcuno dietro quest'app (che si pensa sia uno spagnolo) gia polizia,carabinieri o qualche altro corpo dell'ordine lo sarebbe andato a trovare?? (spero di aver usato verbi appropriati xD)...
Questo è cio che so io... Sinceramente spero che nessuno sia dietro qeust'app e soprattutto se ci sia non pubblichi video o immagini dei ragazzi (ieri una mia amica era spaventata xk ha un fratello piccolo, lei era nuda xk si era fatta la docia e suo fratello gli aveva puntato il telefono (con acceso l'app).. Addirittura un'altra mia amica si è spaventata di quest'app e ha rinunciato al suo s4).... Come gia ho detto è un mistero,ma spero si risolva in fretta..
#Adam Kadmon...

Il Lupo della Luna ha detto...

Sto aspettando la spiegazione :D

Sciking ha detto...

Sbufalata molto convincente,ma purtroppo cercando il nome dell'App si trova solo roba allarmistica (molto,molto allarmistica) e poi questo post...
Bisognerebbe anche sbufalare per bene le ipotesi più comuni (sono molte)

Luca Bernieri ha detto...

è tutta una bufala che si è messa in giro sono cavolate ma la gente ignorante ci casca se il mondo va avanti così siamo messi proprio bene

Luca Bernieri ha detto...

è tutta una bufala che si è messa in giro sono cavolate ma la gente ignorante ci casca se il mondo va avanti così siamo messi proprio bene

Luca Bernieri ha detto...

è tutta una bufala che si è messa in giro sono cavolate ma la gente ignorante ci casca se il mondo va avanti così siamo messi proprio bene

Paolo Attivissimo ha detto...

Niky Batello, Matteo Buzzoni,

ho respinto i vostri commenti d'insulto e d'insinuazione per proteggervi dalla vostra stessa imbecillità. E imparate a scrivere "ch" al posto di scrivere la K, per l'amor del cielo. Non siamo mica all'asilo dei bimbiminchia e i commenti su Internet non si pagano mica a caratteri. Buona giornata.

Il Lupo della Luna ha detto...

Sciking è la teoria della montagna di mer*a.

Comunque basterebbe accendere il cervello e le smentite sarebbero inutili. Peccato che su internet ben pochi lo facciano. Comincio a pensare che chi dice che internet istupidisce ha ragione.

Guastulfo (Giuseppe) ha detto...

Chissà se questa voce è stata messa in giro da qualche genitore per scoraggiare il pargolo dall'uso di queste app rubasoldi.

E imparate a scrivere "ch" al posto di scrivere la K, per l'amor del cielo. Non siamo mica all'asilo dei bimbiminchia e i commenti su Internet non si pagano mica a caratteri.

Forse sarebbe stato più corretto scrivere bimbiminkia visto che usano "k" al posto di "ch". :-)

Stupidocane ha detto...

Rileggendo l'articolo, secondo me Paolo ha peccato un po' di presunzione. Ovvero ha presunto che tutti si rendano conto che il riflesso negli occhi del pupattolo digitale, non è un vero riflesso di veri occhi di una vera creatura.

Spiego meglio... dato che CSI et similia hanno creato una generazione di "detective" che sparano minchiate stando di tre quarti rispetto all'interlocutore, fanno il salto logico che qualunque riflesso oculare, benché digitale, sia comunque un riflesso oculare. Che importa se è il riflesso oculare di una gatta digitale. Ha gli occhi lucidi? Gli occhi lucidi creano riflessi? Ebbene, quel riflesso è reale e rispecchia ciò che vede la gattina attraverso lo schermo di qualcuno che la gestisce...

Lo so che il concetto è forse troppo stupido anche per il più stupido dei bimbiminchia, ma qui si ha a che fare con gente di questo genere, quindi bisogna portare anche le spiegazioni ad un livello culturale talmente basso che le capisca anche un cucciolo di scimmia un po' tardo.

IRONIC MODE OFF

Ma come cacchio stanno crescendo questi ragazzini moderni? Portati in palmo di mano perché a 3 anni sanno sbloccare un iPhone senza avvedersi che in realtà sanno solo scimmiottare molto bene i propri genitori. Il che la dice luuuunga sulle capacità dei genitori stessi di saper spiegare ai loro figli come funziona davvero il mondo...

Lorenzo Zuffi ha detto...

nella bufala ci è casacata anche l'Agente Lisa (https://www.facebook.com/pages/Agente-LISA/133285536373); tra l'altro male interpretando il servizio video della Polizia Postale;...

mc57 ha detto...

Ho perso un po' di tempo su Google: è davvero deprimente leggere l'infinità di idiozie che bimbiminchia di tutte le età scrivono su questo argomento.
Grazie ancora una volta, Paolo, per la tua chiarezza e per il tuo rigore scientifico. E grazie a Stupidocane per il suo commento illuminante sulle riflessioni virtuali in occhi digitali.

Sapiens ha detto...

Stupidocane col suo commento vince game, partita, match...vince TUTTO!

Paolo Attivissimo ha detto...

Yumi Ishiama,

Ho respinto i tuoi commenti. Se hai prove, presentale. Se non le hai, smetti di tirare letame e di alimentare paure inutili. Grazie.

Replicante Cattivo ha detto...

Ragazzi,ma c'è un qualche studio,che spieghi come sia possibile, che persone dotate anche di una discreta intelligenza e persone che stimo molto,credano a pansane di questo genere?

Perchè qualsiasi barlume di intelligenza viene messo in stand-by davanti ad appelli che tirano in ballo la sicurezza dei bambini, quella di cuccioli indifesi, oppure si parla di argomenti come malattie mortali, fame nel mondo, ecc...

A questo aggiungici il senso di soddisfazione e autocompiacimento che l'utente medio prova dopo aver diffuso un appello "salvifico": si convince, con un semplice clic, di aver fatto del bene. E davanti al dubbio di aver fatto una cazzata, si auto-assolve con la celebre frase "se è una bufala, tanto meglio", Ed ecco che si sente legittimato a condividere qualsiasi cosa, anzichè perdere un secondo a rifletterci su, non rendendosi conto dei danni che causa.

Sapete cosa sarebbe bello? Se CHIUNQUE avesse condiviso quest'appello venisse denunciato per diffamazione. Perchè accusare di pedofilia una persona, senza averne le prove, è un reato. E loro, condividendo questo appello, stanno accusando una persona specifica, ovvero l'autore dell'app. Non sanno nemmeno chi è? Cavoli loro. Ah, la democrazia della rete...

christian sunners ha detto...

ha ragione chi ha scritto l'articolo io l'ho testato e l'ho screenshoottato poi ho messo le immagini sul computer ma niente di persone non c'enerano ma ho visto che negli occhi (come dice l'articolo)si vedono dei semplici cartelloni che quindi potrebbero appartenere al gioco simulando la città. voglio dire quindi a chi ha paura di questa app di non avere paura. inlontre grazie a un mio amico sono riuscito a vedere se c'era qualche virus non c'enerano ripeto che non bisogna avere paura ne di talking angela ne degli altri talking.

antonio di lecce ha detto...

questo speri che valga anche per pou

Stupidocane ha detto...

@ antonio di lecce

Pou? Perché? Si dice forse in giro che ci sia un pedofilo che si nasconde nel riflesso degli occhi del triangolino marrone?

sax ha detto...

non penso ci sia da impazzire su una questione come questa: per provare o meno eventuali ritorni di dati, e CHE dati, basta installare uno sniffer di rete e far girare l'app per qualche giorno. a termine, osserveremo i log dello sniffer e si potrà vedere realmente che cosa talking angela rimanda indietro alla casa madre. se le info spedite corrispondono a quelle dichiarate da contratto, non ci vedo proprio nulla di male.

giulia_saverese14/12/03 ha detto...

Io non so a chi dare ragione però io so che hai ragione perchè se non hai la web come ti fa la foto?
Però una mia conoscente ha scaricato l'app e gli stavano per fare la foto,lei ha messo le mani davanti allo schermo e Angela gli ha dettoperchè metti le mani sullo schermo?
Però io sono certa che quella foto che hai pubblicato che è un fotomontaggio è finta.

Paolo Attivissimo ha detto...

Giulia,

una mia conoscente ha scaricato l'app e gli stavano per fare la foto,lei ha messo le mani davanti allo schermo e Angela gli ha dettoperchè metti le mani sullo schermo?

Come faceva la tua conoscente a sapere che l'app stava per fare una foto?

La tua conoscente sa, spero, che la fotocamera frontale non è sullo schermo ma sul bordo e quindi mettere le mani sullo schermo è inutile?

In che lingua Angela avrebbe detto quello che descrivi?

Potresti mettermi in contatto con questa tua amica? Servono testimonianze dirette.

Anonimo ha detto...

Però una mia conoscente ha scaricato l'app e gli stavano per fare la foto,lei ha messo le mani davanti allo schermo e Angela gli ha detto perchè metti le mani sullo schermo?

Questo dimostra senza ombra di dubbio che al pedofilo piacciano pure le tardone. Sono esterrefatto da questa scoperta, non c'è più coerenza.

Guga ha detto...

Questa storia mi fa sbellicare, soprattutto quando leggo in giro i commenti impauriti della gente.

C'è così tanta ignoranza in campo informatico...

Sciking ha detto...

Ci si mette pure il Resto del Carlino,affermando che è improbabile che sia una bufala ...
http://www.ilrestodelcarlino.it/rovigo/cronaca/2014/03/05/1034598-pedofilo-gattino-talking-angela.shtml

Forum Cornelii ha detto...

http://www.ilrestodelcarlino.it/rovigo/cronaca/2014/03/05/1034598-pedofilo-gattino-talking-angela.shtml

Purtroppo ho appena visto questo notizia, ha già più di 1000 condivisioni su facebook ed é stata pubblicata solo oggi ...

Non ho parole!

Stupidocane ha detto...

Forum, che ci vuoi fare, la mamma dei genitori preoccupati è sempre incin... no, non era così...

esatch ha detto...

Il carlino rovigo (si, minuscolo, apposta) è maestro in queste cose: anni fa pubblicarono quella del cellulare e finanza.it

http://attivissimo.blogspot.it/2007/11/allarme-per-il-numero-0141-455414.html

...ditemi voi...

esatch ha detto...

Perchè, il gazzettino non lo consideriamo?

http://www.ilgazzettino.it/articolo.php?id=556978&sez=NORDEST&ssez=ROVIGO

Anonimo ha detto...

"John, ingrandisci l'immagine così possiamo vedere il riflesso del criminale negli occhi della gattina" ... sapevo che CSI avrebbe fatto danni sul lungo termine

Stupidocane ha detto...

Io segnalerei un refuso al Resto del Carlino.

Hanno scritto "genitori preoccupati" anziché "beoti conclamati".

jessy ha detto...

Comunque è un po' stupida questa cosa
Perché per fare disegni di questo tipo con tanto di riflesso non ci vuole molto
E poi se ci fosse ritratta la casa del presunto pedofilo l effetto sarebbe da video chiamata e quindi l'immagine si dovrebbe muovere
Il gioco in modalità bambino e del tutto inocuo

fisatastiere ha detto...

E mettere una piccolo pezzo di panno scuro davanti la cam ??? Cosi se ci sono proprio dei pedofili occulti, della serie.......... si fottono!!!!

Stupidocane ha detto...

fisatastiere, se copri la fotocamera, l'app non funziona. Come da articolo qui sopra usa la fotocamera per riconoscere le espressioni facciali dell'utente.

Mastercraft ha detto...

E tutto falso, se questa storia fosse vera perché. Il "pedofilo"dovrebbe farsi vedere
Se no adesso sarebbe già rinchiuso in prigione

Aleksandra Dolznikova ha detto...

Io non so se la storia del pefofilo sia vera ma preferisco stare alla larga da quest'app....che poi negli occhi ce davvero qualcosa... sembrava una casa ...e quando le ho messo le dita sugli occhi si muoveva in continuazione ....e un altra cosa non so se qualcuno se ne sia accorto ma quando la guardi per un po di tempo negli occhi sbatte un sacco di volte le palpebre invece quando nonci fai tanto caso non li muove proprio non voglio dire nulla ma preferisco stare alla larga da quest app

Joram Rosebringer ha detto...

E non solo negli occhi ha qualcosa e fa tutte quelle cose strane che ha detto Aleksandra. Una volta ho distolto lo sguardo e l'ho vista chiaramente farmi il dito medio, così come si mette a fumare quando non c'è nessuno nei paraggi, rischiando di intossicare la stanza dove ho lasciato lo smartphone. Senza contare poi che ci prova con me e, ogni volta che c'è la mia ragazza in giro, non fa altro che vantarsi delle nostre notti di passione inventate per farla ingelosire. E, soprattutto, nell'Amatriciana ci mette la pancetta e non il guanciale. Uno scandalo! Tenetevi alla larga da questa app e tornata ad una sana e più razionale magia nera per disinstallarla.
SVEGLIA!!!11!11!!CENTOUNDICI!!!!

Daniele Zitoun ha detto...

Se ci fosse un pedofilo..... Venisse da me cosi vediamo come si ritira....dopo che gli avrò rotto arti aahahahahah

Daniele Zitoun ha detto...

Se ci fosse un pedofilo..... Venisse da me cosi vediamo come si ritira....dopo che gli avrò rotto arti aahahahahah

Stupidocane ha detto...

@ Joram

A me invece è sparito l'accendino. L'ho rivisto poco dopo appoggiato sul tavolino di Angela, mentre lei mi guardava con quell'espressione tipica di "Io? Che c'entro io?"

...'starda...

Stupidocane ha detto...

Comunque, per quanto si possano fare battute più o meno azzeccate, niente potrà mai superare l'ilarità scatenata dal leggere le recensioni dell'App...

Ne pubblico giusto una, di tale T***** B********* (nome in chiaro sulla recensione) che dice testuali parole:

"non scaricatelo assolutamente un pedofilo statunitense che vi spia attraverso la guebcam e vi fa domamde e affermazioni su oggetti intorno a te che non hai citato, 4 bambini sono gia stati rapiti a me mi ha rubato il mio cugino"

Errori ortografici, grammaticali, storture di una lingua nobile e totale mancanza di punteggiatura, oltre che di cervello, sono © ® dell'autore della recensione.

ANTONINO TROLLER ha detto...

Ma la mucca fa muu .-.

Luca Vavassori ha detto...

non so se crederci però ora che ho visto questo sito sono più tranquillo

Stupidocane ha detto...

Luca, pensaci un attimo: come potrebbe essere possibile che un disegno fatto al computer possa avere un riflesso REALE negli occhi? L'unico riflesso reale che potresti avere è quello del tuo stesso 0schermo che potrebbe riflettere la tua immagine, ma un pupazzo digitale (che ti ricordo non ha occhi per vedere) non può avere un riflesso reale, bensì quello che il disegnatore ha creato ed attaccato agli occhi della gattina (che, reitero, non ha occhi reali ma disegnati, quindi con riflessi, colore e forma anch'essi disegnati).

benedetta natoli ha detto...

ecco stupidocane hai proprio ragione

Unknown ha detto...

Secondo me avete assolutamente ragione...è una bufala😄😂e poi quando leggo i commenti impauriti delle persone io che gli dico che è falso mi metto a ridere😂😛