skip to main | skip to sidebar
35 commenti

Sta per partire lo Shuttle Discovery

Lancio dello Shuttle stasera


Purtroppo non posso seguire e commentare in diretta, ma è in corso l'attracco del modulo automatico europeo Kepler alla ISS e stasera (ora italiana) è previsto il lancio dello Shuttle Discovery. Ecco la diretta, offerta da Spaceflightnow.


Watch live streaming video from spaceflightnow at livestream.com
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (35)
Dalle 21:30 circa del 24/2 diretta web con le immagini NASA TV e il commento in italiano dello staff di AstronautiCAST, il podcast italiano di astronautica e spazio. Potete seguirci qui:

http://www.astronauticast.com/live
Primo!

E, scusatemi se mi bullo, ma io il Discovery l'ho visto dal vivo tre mesi fa sulla rampa di lancio.

Aspetto da allora di vedere il lancio!

REACH THE STARS, BABY!
Grazie per avercelo ricordato!
Launch Time: 4:50 p.m. EST

Mi confermate che sono le 2150 Zulu? Le 2250 insomma...;)

grazie
Yes george, Cape Canaveral è a -6 rispetto al fuso orario italiano
Scusate qualcuno sa chi è real time tra il link postato da Paolo, Spaceflight Now, oppure Nasa TV tramite il link playlist.yahoo.com/makeplaylist... ecc?
Grazie e buona visione a tutti !
Sbaglio ho sarà l'ultimo volo dello Shuttle?
Mi mette un certo senso di tristezza.
Per quello che dice uichipedia dovrebbe essere la terzultima.
E' l'ultima missione per il Discovery
Questa è la penultima missione Shuttle se tutto va bene, terz'ultima se qualcosa dovesse andare storto e serve un altro lancio per recuperare gli astronauti. Per il Discovery qyesto è l'ultimo liftoff
che peccato. Proprio non riesco a crederci... La rinuncia ai vettori (parzialmente) riutilizzabili mi sembra l'unico grande avanzamento tecnologico dal quale siamo dovuti tornati indietro.

Portare oggetti in orbita sembra rimanere estremamente piu' complicato e costoso di quello che ci si sarebbe atteso alla fine degli anni 70...
Ciao a tutti!!!
Splendido spettacolo come sempre! Grazie per il collegamento!!!
Salve, mi delurko per ringraziare Paolo Attivissimo per la segnalazione della partenza e grazie anche a Paolo Amoroso per il link, ho appena visto il lancio ed è stato emozionante! Grazie, torno a leggervi in silenzio. Kris
Visto!! :D
bellissimo!

un vero peccato che si sia agli sgoccioli! ;-(
Grazie a Paolo Amoroso e ai commentatori della live chat di AstronautiCast
Grazie ai due Paolo (Attivissimo e Amoroso). Un'esperienza emozionante e una serata davvero alternativa... e anche un po' di lavoro in più per gli STRAKKINI!!! con questo popo' di SCIE... :-)))))
Salvo, guarda che ormai si sa gia' che lo STS-135 si fara', per cui anche Atlantis fara' un ultimo viaggio.
Io ho avuto la fortuna di vedere il decollo dell'Atlantis tanti anni fa, è una cosa che non dimenticherò mai. Vedere andare in pensione lo Shuttle senza un'alternativa già pronta è una vera delusione, la prova che l'umanità, nel suo complesso, ha imboccato ormai da tempo un percorso di sviluppo fallimentare. Non mi ritengo un illuminato, sono solo un deluso.
Per Alessandro

Vedere andare in pensione lo Shuttle senza un'alternativa già pronta è una vera delusione, la prova che l'umanità, nel suo complesso, ha imboccato ormai da tempo un percorso di sviluppo fallimentare.

Mi trovo in minoranza, in un weblog gestito da, e pieno di, appassionati delle missioni spaziali. Quindi mi attirerò addosso pareri dissenzienti a non finire. Lo dico lo stesso: la scienza e la tecnologia non finiscono con la fine delle missioni come questa. Esaurito un (costoso) filone di ricerca, si possono spostare le risorse su un filone nuovo.
Come probabilmente tutti i maschietti qui, ho smesso di crescere in altezza all'età di 18 anni. Ma questa non è stata la fine della mia crescita: ho sviluppato capacità cognitive che non avevo, ho imparato mestieri che non sapevo fare, lingue che ignoravo. Sono cresciuti i denti del giudizio, se mai ancora servissero a qualcosa, e il mio corpo ultimamente si è anche sviluppato in larghezza, ma questa è la parte negativa. :-(
L'esplorazione e le missioni spaziali con equipaggio sono le più interessanti: ma non sono la totalità della ricerca spaziale.
Forse un po' OT, ma neppure tanto, visto che si parla di spazio:
ho trovato questo link e giudicavo criminoso il fatto di tenermelo tutto per me; quindi eccolo qui. per vedere le proporzioni dell'universo.
http://primaxstudio.com/stuff/scale_of_universe/
Scusate, ma non ho capito una cosa.
Se gli Shuttle non voleranno più, come faranno gli astronauti ad andare e venire dalla ISS? O non ci sarà più personale sulla ISS? O sarà utilizzato un altro mezzo?
come faranno gli astronauti ad andare e venire dalla ISS?

Verranno usati vettori russi Soyuz e forse, in futuro, veicoli privati.
La nostra diretta è stata seguita da oltre 300 ascoltatori, grazie a tutti dell'interesse e dell'entusiasmo.
mi unisco ai complimenti per l'iniziativa e a quelli sulla bravura e competenza dei commentatori italiani.
Molto divertente la chat collegata all'evento ma anche utile.
Grandi
Secondo me, se le stanno pensionando senza sostituirle, le navette spaziali tipo lo Space Shuttle non sono convenienti, o, almeno, oggi non lo sono più.
Verranno usati vettori russi Soyuz e forse, in futuro, veicoli privati.

Io metto a disposizione la mia Lancia Y.
@Milo GRAZIE per il link, consigliato vivamente ai megalomani (mi ci metto pure io, qualche volta... ). Lo Shuttle starebbe a metà tra il Boeing 747 e la Tour Eiffel (che scoperta!!!)
Poi ci sarebbe il programma Constellation, ma boh, chissa' che fine fara'...
Mi chiedo se non sia possibile per la NASA, utilizzare gli shuttle per turismo suborbitale, non avrebbero bisogno di tutta la manutenzione di cui hanno bisogno ora per i voli orbitali, visto che non subiscono lo stress da rientro, inoltre anche il lancio non sarebbe piu' costoso come ora... e ovviamente un po' di soldi li recupererebbero (credo).
Magari ho detto una bestemmia, e' un'ipotesi a cui ho pensato ieri.
Vedere andare in pensione lo Shuttle senza un'alternativa già pronta è una vera delusione, la prova che l'umanità, nel suo complesso, ha imboccato ormai da tempo un percorso di sviluppo fallimentare. Non mi ritengo un illuminato, sono solo un deluso.

Caro Alessandro,
se la scienza la guardi da dentro il progresso e' incredibilmente rapido e multiforme. Se guardi a quello che si fa tutti i giorni la quantita' di nuovi risulati e' impressionante (e incredibilmente affascinante!). Non so se l'umanita' progredisca o meno ma quello e' un discorso diverso: la scienza e' solida come non mai e procede a grandi passi anche se forse in maniera meno spettacolare che nel passato. L'eredita' delle missioni Apollo ci ha dato l'illusione che quel momento magico potesse durare per sempre. Invece, forse anche perche' il muro di Berlino e' crollato, non e' stato cosi'. L'entusiasmo per queste cose si e' spento ed e' stato meglio tornare a progetti meno spettacolari...

La mia affermazione (vedi intervento sopra) voleva pero' dire un'altra cosa, cioe' che nel campo della "rocket science" - e solo in quello - in qualche modo siamo dovuti tornare indietro. Almeno per adesso. La peculiarita' dello Space Shuttle e' stata questa: il sistema non poteva essere testato che per intero, non in progressione e sottosistema per sottosistema incrementandone la complessita' (tipo: Mercury, Gemini, Apollo, etc.). Quando e' stato lanciato la prima volta si "prevedeva" che fosse in grado di atterrare e ripartire ma non era mai stato fatto nulla di veramente simile prima. Inoltre si e' tralasciato di attuare completamente certi requisiti di sicurezza. E' noto che lo space shuttle, al contrario di ogni altro sistema di questa complessita', non e' mai stato "fully commissioned". In pratica non e' mai rientrato dentro le specifiche di progetto. Ci sono dei rischi che non sono mai stati completamente risolti. Ci si e' accontentati di trovare dei "workaround" che potessero eventualmente minimizzare i danni dall'esterno, ma assumendosi grandissime responsabilita' nei confronti dei 7 a bordo.
I due grandi disastri sono dovuti a quella che Richard McMullane (The Riding Rocket, divertente oltre che triste e informativo sull'argomento) chiama "normalizzazione della devianza": quando le cose andavano in maniera diversa dal previsto non si prendeva alcuna azione fino a quando non si fosse dimostrato che questa deviazione dalla normalita' non portasse a un incidente! Diverse persone sono morte per questa brutta abitudine della NASA, un mostro burocratico di complessita' abnorme e dai costi altissimi (ma dai risultati strabilianti), rimossa completamente solo dopo il 2003.

Ma in altri campi comunque i progressi ci sono stati eccome. Apparte le missioni su Marte, pensiamo alla propulsione ionica. Rimane il fatto che i razzi a combustibile chimico restano oggetti pericolosi da maneggiare. Le famosissime pompe dell'idrogeno dello shuttle funzionano a regimi spettacolari e sono un gioiello dell'ingegneria di fronte al quale dobbiamo inchinarci. Mai un incidente nonostante funzionassero a regimi spaventosi. Ma avere 7 persone sedute su quella roba, o la cui vita dipende dalla tenuta di un pezzo di polistirolo non e' roba che puo' andare avanti per molto. Peccato. Peccatissimo. Io provo venerazione per chi ha disegnato quell'oggetto che e' forse l'apoteosi dell'ingegneria, un monumento all'ingegno tecnico dell'uomo. Negli anni 70 eravamo tutti convinti che il prossimo "razzo" sarebbe stato qualcosa in grado di decollare e atterrare come un aereo, magari senza pezzi "a perdere". Purtroppo la sommessa non ha funzionato e ci si e' resi conto che senza un grande avanzamento qualitativo nella tecnologia della propulsione i rischi sono rimasti troppo grandi per potercelo permettere. Back to the Apollo time, more or less...
@pgc

Questa scelta metodologica era necessaria per accorciare il fattore tempo. C'era in ballo infatti la supremazia. Ora che tale esigenza non c'è più non ha più senso usare questo metodo.

In un certo senso è stata una scienza drogata.
Sul canale live di AstronautiCAST continuano i nostri aggiornamenti e commenti in italiano sulla missione STS-133.
Magnifica visione dalla Pianura Padana della ISS inseguita a ca 15 km di distanza da Discovery alle ore 18.
Ecciziunale veramente!!
Luigi (uno dei due)
http://www.youtube.com/watch?v=GE_USPTmYXM

Una visione inedita del lancio della (o del?) Discovery :)
Cavolo, in questo momento c'è un astronauta all'esterno! Che emozione vederlo in diretta :-O