Cerca nel blog

2011/04/30

Disinformatico radio del 29/4/2011

Pronto il podcast del Disinformatico radiofonico di ieri


È disponibile temporaneamente per lo scaricamento qui il podcast della puntata di ieri del Disinformatico. Questi sono i temi e i rispettivi link agli articoli di supporto alla trasmissione: il matrimonio reale britannico di William e Kate e i relativi problemi online (a rischio sicurezza e identità degli utenti), la risposta di Apple all'accusa di tracciamento degli utenti di iPhone e iPad, le nuove accuse di tracciamento degli utenti rivolte a TomTom, la bufala della chiusura dell'ultima fabbrica di macchine per scrivere e la bufala di Neil Armstrong presunto seguace di Sai Baba.

7 commenti:

Stepan Mussorgsky ha detto...

"Infatti esistono tuttora aziende come per esempio l'americana Swintec, che fabbrica macchine per scrivere meccaniche trasparenti per i carcerati: impossibile usarle per contrabbandare. "

Incredibile, è uno di quegli oggetti di cui non avrei mai concepito l'esistenza e lo scopo o_O

Gianni "JovZ" ha detto...

Ho iniziato a digitare proprio su una della macchine da scrivere che mio padre aveva al lavoro, insieme alle prime tastiere di terminali monocromatici verdi fluorescenti, alla Matrix d'oggi.

Chiedo venia se mi ripeto, ma sarà possibile ricevere il Podcast della 2 ore notturna?
Grazie come sempre.

Paolo Attivissimo ha detto...

Chiedo venia se mi ripeto, ma sarà possibile ricevere il Podcast della 2 ore notturna?

Sì: è pronto, devo solo trovare il tempo di ritirarlo da chi me l'ha preparato.

Gianni "JovZ" ha detto...

Grazie mille davvero, peccato per il lancio posticipato dell'Endevour. Aspetteremo lunedì.

Appena recupero l'altro evento a cui facevo riferimento lo segnalo nell'articolo opportuno.

Anonimo ha detto...

Una nuova gara fra quotidiani: essere i primi a decretare la morte di qualche tecnologia conosciuta al largo pubblico. Ma ne azzeccassero una...! Figuracce si sono già viste con la data di scomparsa dei floppy disk, delle pellicole fotografiche, delle cabine telefoniche... ora tocca alle macchine per scrivere.
Io ho uno scoop: la data di scomparsa dei giornalisti che fanno le verifiche; taccio solo per amor di patria.

mastrocigliegia ha detto...

Armstrong è stato nominato seguace di Sai Baba anche dalla conduttrice del programma della RSI "Modem" (è ancora accessibile nel podcast I funerali del guru).

La prossima volta che passi da quelle parti non uccidere tutta la redazione del programma.
Basta una punizione esemplare.

Andreas.B.Grogan ha detto...

Abitando in Olanda, la vicenda Tom Tom mi fa sorridere.

Certo, utilizzare i dati degli utenti per vedere quali sono i punti dove la gente rispetta meno i limiti e dove un eventuale trapp...ehmm, postazione di controllo velocitá farebbe piú vitt..ehmm, "darebbe i migliori risultati" é vergognoso.

Ma non serve tutta questa tecnologia: ci sono lunghi tratti autostradali (come la A16 tra Rotterdam e Breda a sei corsie) dove i tapini come il sottoscritto che si attengono al ridicolo limite dei 100, vengono sverniciati perfino dalle Smart, dalle Maruti Suzuki, e dai 3 esemplari superstiti di DAF 66.