skip to main | skip to sidebar
3 commenti

Antibufala micro: no, Ringo Starr non ha ammesso che Paul è morto ed è stato sostituito da un sosia

Questo articolo vi arriva gratuitamente e senza pubblicità grazie alla gentile donazione di “dainolib*”. Se vi piace, potete incoraggiarmi a scrivere ancora.

Provo a fare un'antibufala preventiva: non è vero che Ringo Starr ha rilasciato un'intervista nella quale dice che il vero Paul McCartney è morto nel 1966 ed è stato sostituito da un sosia di nome Billy Shears.

L'intervista è infatti stata inventata di sana pianta dal sito satirico World News Daily Report.

Persino giornali piuttosto disinvolti con le bufale come il Mirror inglese hanno pubblicato la sbufalata. Chissà come se la caveranno le altre testate e gli utenti dei social network.
28 commenti

Il gattino tinto di rosa è vivo. Giornalisti, piantatela di copiare senza verificare

Questo articolo vi arriva gratuitamente e senza pubblicità grazie alla gentile donazione di “m.sanclemente*” e “pierdim*” e grazie al contributo d'indagine di “@mrdaltri”, ed è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale. Se vi piace, potete incoraggiarmi a scrivere ancora.

No, il gattino di Elena Lenina tinto di rosa non è morto. La bufala, pubblicata dal Messaggero (screenshot qui accanto), da Panorama a firma di Barbara Massaro, da LiberoQuotidiano e naturalmente dal Daily Mail e da molti altri siti di notizie di vari paesi (e anche in televisione dal varietà d'informazione Studio Aperto), racconta che la scrittrice e modella russa Elena Lenina avrebbe tinto di rosa shocking un gattino per una festa e che il micio sarebbe morto per sospetto avvelenamento del sangue qualche mese dopo. Sui social network la storia è stata ripresa, fra gli altri, anche da Francesco Facchinetti.

Falso. Il gatto sta bene e la Lenina ha postato su Twitter le foto che lo mostrano, cresciuto e ancora un po’ rosato, e ha linkato un articolo su Dni.ru che smonta la bufala. L'attuale proprietaria del gatto, inoltre, ha osservato che nessun giornalista l'ha contattata per verificare se il gatto fosse davvero morto.

Antiviral segnala che questa storia è già vecchia in Russia, dove a settembre 2014 la Lenina è andata in televisione per mostrare che il gatto stava bene nonostante la discutibile tinta, e Yuri Kulachev, che il Daily Mail cita come critico e accusatore, ha in realtà chiesto scusa in TV.

Ancora una volta, troppi giornalisti e troppe redazioni blasonate dimostrano di aver talento solo nel copiare dai peggiori ma non nel cercare conferme delle notizie.


Aggiornamento (2015/03/11): Il Messaggero ha rimosso l'articolo originale e pubblicato altrove una rettifica. Fra l'altro, l'articolo originale conteneva l'attribuzione sbagliata dell'autore e citava una giornalista che non c'entrava nulla. Per evitare di coinvolgere una persona che non ha colpa, ho pertanto usato uno screenshot nel quale il nome errato è stato cancellato.
8 commenti

Oggi nuova passeggiata spaziale dalla ISS: come seguirla

Questo articolo vi arriva gratuitamente e senza pubblicità grazie alla gentile donazione di “alemino*” e “attilio_criv*”. Se vi piace, potete incoraggiarmi a scrivere ancora.

Oggi gli astronauti Terry Virts e Barry “Butch” Wilmore effettueranno una passeggiata spaziale (o EVA), la terza in nove giorni e la trentunesima da parte americana nell'ambito della costruzione e manutenzione della Stazione Spaziale Internazionale. Come per le precedenti, avranno l'assistenza di bordo di Samantha Cristoforetti.

L'EVA verrà trasmessa in diretta streaming da NASA TV dalle 6 AM EST (le 12 italiane). Se vi interessa, tenete quindi d'occhio questo canale streaming e quest'altro. Io farò un livetweet su @attivissimolive.

Il video qui sotto è un'animazione che riepiloga in inglese le attività che verranno svolte durante quest'EVA: verrà installato un sistema di comunicazione, denominato C2V2 (Common Communications for Visiting Vehicles) che faciliterà l'avvicinamento e l'attracco dei futuri veicoli spaziali commerciali con equipaggio. Il sistema è composto da due tralicci con quattro antenne e tre riflettori che richiedono la posa di circa 120 metri di cavi nuovi dal centro della stazione fino ai due tralicci. Se tutto va secondo i piani, questa è l'ultima EVA per l'equipaggio della Spedizione 42.


La perdita d'acqua che ha coinvolto Terry Virts durante l'EVA precedente non è considerata un problema: come spiegato in questo video, l'acqua trovata all'interno del casco di Terry è probabilmente dovuta a condensazione e la presenza d'acqua nelle quantità modeste riscontrate da Terry fa parte delle eventualità previste. Nulla a che fare con l'acqua che aveva costretto Luca Parmitano a un rientro d'emergenza, che era una decina di volte più abbondante.


Aggiornamento (2015/03/01 22:40): L'attività extraveicolare si è conclusa con totale successo, completando addirittura in anticipo i compiti previsti e offrendo immagini straordinarie. Qui sotto ne trovate una sintesi.

11 commenti

Gli astronauti salutano Leonard Nimoy anche dallo spazio


L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale.

Samantha Cristoforetti ha pubblicato poco fa dalla Stazione Spaziale questa bellissima foto in ricordo di Leonard Nimoy.

Aggiornamento (2015/03/04): potete scaricarla in alta risoluzione qui su Flickr. C'è anche la versione ritoccata, con l'Enterprise fuori dal finestrino e Sam con tricorder, orecchie a punta e sopracciglia vulcaniane, creata nientemeno che da Mike Okuda di Star Trek.


AstroSamantha
"Of all the souls I have encountered.. his was the most human." Thx @TheRealNimoy for bringing Spock to life for us. http://t.co/mE12wLQKrU
01.03.15 00:29

Anche il suo collega Terry Virts ha inviato un saluto vulcaniano dalla Stazione.



Dalla Terra, invece, il ricordo di altri due astronauti: Luca Parmitano e Michael Fincke.



Buzz Aldrin, uno dei primi due uomini a camminare sulla Luna, ha scritto un articolo che spiega quanto Nimoy sia stato un'ispirazione per lui e gli altri astronauti della prima generazione.

TheRealBuzz
I was saddened to hear of Leonard Nimoy's passing. I wrote an op-Ed piece about him and how he inspired us. http://t.co/EmymlPCLjY
28/02/15 04:23


Ecco, adesso ho il magone.
13 commenti

Oggi per il Darwin Day ci vediamo a Brescia?

L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale.

Per il Darwin Day 2015 sarò ospite dell'Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti a Brescia oggi alle 15, presso l'ARCI in via del Risorgimento 18, per una conferenza intitolata Selezione innaturale: perché le bufale sull'evoluzione hanno successo.

Se vi interessa fare due chiacchiere sul perché gli scienziati non credono all'evoluzione (sì, avete letto bene)* e sulle ragioni per le quali un'idea così profonda e geniale incontra ancora così tante resistenze e spesso non viene capita correttamente neanche dai suoi sostenitori, o se semplicemente volete celebrare in compagnia il compleanno di un grandissimo pensatore che ha avuto il coraggio di scendere dal piedistallo e accettare la realtà per quella che era nella sua grandiosità, è la vostra occasione. Tutti i dettagli sono qui sul sito dell'UAAR. Vi aspetto.


*Perché lo scienziato non crede ai fatti: li accetta.