skip to main | skip to sidebar
408 commenti (ultimi)

Cane “abbattuto” per tassa non pagata, smentita delle autorità

Svizzera, il cane della signora Iannotta non è stato abbattuto per tassa non pagata. Anche perché la signora Iannotta non esiste


Ho ricevuto poco fa via mail da Pierre-Alain Némitz, segretario municipale di Reconvilier, la seguente smentita delle notizie circolate nei giorni scorsi a proposito dell'abbattimento del cane di una residente italiana di Reconvilier, Marilena Iannotta, in seguito al mancato pagamento della tassa locale sul possesso di cani. La signora Iannotta, spiega Némitz, non esiste, per cui non c'è nessun suo cane da abbattere, quand'anche lo si volesse fare.

Stando a questa categorica smentita, che collima con le dichiarazioni precedenti delle autorità di Reconvilier, i giornali italiani hanno pubblicato dunque una bufala e creato indignazione planetaria sul nulla perché hanno omesso di fare la cosa più semplice e doverosa per chi vuole definirsi giornalista: chiedere direttamente agli interessati, i cui indirizzi di mail e numeri di telefono sono a disposizione sul sito del comune di Reconvilier. Io non ho fatto altro che mandare ieri una mail all'indirizzo del segretario.

Naturalmente se qualcuno è in grado di trovare la fantomatica signora Marilena Iannotta, sentiremo anche la sua versione dei fatti. In mancanza della signora, sarebbe interessante trovare chi ha inventato di sana pianta questa panzana che ha fatto piovere addosso al sindaco di Reconvilier oltre 700 mail di minacce.

Ecco il testo originale della smentita:

Bonjour,

La presse à sensation se saisirait de n'importe quoi même de la plus grosse ânerie. Cela fait vendre et tant pis si cela alimente une polémique ridicule. Cela ne tue pas mais nuit à ceux qui en sont l’objet.

Pour votre pleine information, je vous transmets ci-joint le communiqué émanant du conseil municipal de Reconvilier.

Sa lecture vous orientera pleinement sur ce qui se passe réellement à Reconvilier. Nous ne sommes ni un village d'indiens ni une société primitive avide de sang.

Un grand merci si vous avez l'honnêteté de retransmettre cette information.

Entre parenthèse, il n'existe en notre village personne portant le nom de Iannotta donc pas de chien ni d'abattage. Les journalistes ne peuvent-ils travailler autrement qu’en partant de la plus incertaine rumeur ?

En vous remerciant d’avoir la conscience professionnelle de lire l’avis des autorités communales et de vous y référer pour mettre un terme à une cabale du plus mauvais genre.

Avec nos meilleurs messages.

Pierre-Alain Némitz
Secrétaire municipal

Ed ecco una sua traduzione veloce:


Buongiorno,

La stampa sensazionalista coglierebbe qualunque cosa, persino la più grande stupidaggine. Vende bene, e se alimenta una polemica ridicola, tanto peggio. Non uccide, ma nuoce a coloro che ne sono l'oggetto.

Per sua completa informazione, le allego il comunicato pubblicato dal Consiglio Municipale di Reconvilier. La sua lettura la orienterà pienamente su quanto sta realmente accadendo a Reconvilier. Non siamo né un villaggio d'indiani né una società primitiva avida di sangue.

La ringrazio molto se se avrà la correttezza di ritrasmettere quest'informazione.

Tra parentesi, non esiste nel nostro villaggio nessuno che porti il cognome Iannotta e quindi non esistono nessun cane e nessun abbattimento. I giornalisti non possono lavorare diversamente, senza partire dalle dicerie più incerte?

Ringraziandola per avere la coscienza professionale di leggere l'avviso delle autorità comunali e di farvi riferimento per porre fine a una macchinazione del genere peggiore.

Cordiali saluti

Pierre-Alain Némitz
Segretario municipale
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (408)
Paolo, da questa parte del confine ci sono giornalisti che si vantano di non saper usare Internet e la mail e tu prendenti che questi non solo inviino una mail ad uno che non parla la loro lingua, ma che pure cerchino un sito?
Beh, magari useranno ancora la vecchia macchina da scrivere e basta, ma suppongo che almeno un vecchio telefono con la rotella dei numeri ce l'abbiano ancora. Non è tanto il mezzo che si utilizza... ma proprio il modo approssimativo con cui affrontano una delle questioni piu importanti del mestiere di giornalista: la verifica delle fonti.
Come volevasi dimostrare. Adesso c'è una risposta per i commentatori che chiedevano perché bisogna sempre partire dal presupposto che nulla sia vero.
Questa è una delle ragioni per le quali voglio finire i miei giorni in Svizzera...e mai in Itali-etta.
Sottolineo quel che ha scritto il segretario: la stampa sensazionalista non uccide, ma danneggia chi coinvolge. I giornalisti dovrebbero pagare per questa merda che alzano sulla gente.

Grazie Paolo per il tuo lavoro.
@Elisa

Mi pare che in generale la verifica delle fonti, per il mestiere di giornalista, sia importante (per importante intendo dire "richiesta dal cliente e/o imposta dalla gilda") quanto il saper condurre un galeone per un venditore di cammelli.

Quando è stata l'ultima volta che un giornale ha scritto qualcosa che suoni come: "La notizia che pubblicammo in tale data si è rivelata inventata di sana pianta. Al responsabile di tale deplorevole mendacia verrà tatuata in fronte la frase e comunicato il licenziamento immediato" ??
Anche perché la signora Iannotta non esiste

Oh... come mi stupisce.

Stendo un velo pietoso sulla mia opinione sulla stampa italiOTA. Anche per non cadere nello scurrile.
mi ero dimenticato che i segni > e < possono fare strani scherzi, la frase da tatuare sulla fronte dei giornalisti che inventano le notizie è:

"salvatore della bolivia"

(Un salvatore della bolivia piace ad un sacco di persone, nessuna delle quali è un datore di lavoro. )
Ciao Paolo,

da una rapida verifica ho notato che la notizia è stata cancellata dalle principali testate, cancellata e non smentita!
Una volta si aveva almeno la decenza di fare un'"Errata corrige" ora nell'era del digitale neppure quello, quindi, quando si fa' una rapida ricerca si trovano solo siti in cui la notizia è stata ripresa ma non smentita, e per fortuna il presente sito!

Sarebbe auspicabile che chi è stato responsabile della diffusione della falsa notizia ne diffondesse almeno la smentita, non si pretende un articolo in prima pagina ma almeno un trafiletto nascosto sotto cumuli di pubblicità!
Purtroppo anche Presta e Dose l'hanno spacciata per vera poco fa su radio2.
Per ppalli

da una rapida verifica ho notato che la notizia è stata cancellata dalle principali testate, cancellata e non smentita!

Dici? Io ho controllato per quanto riguarda TG1 Online, AGI, TGCom e La Stampa: sono ancora tutte lì.
Puoi citare le testate giornalistiche che hai consultato, e possibilmente una traccia web che mostra che quella notizia era stata data?
Siamo all'apoteosi del ridicolo, NESSUN giornalista italiano si è preso la briga di interpellare le autorità del posto... questo è veramente sconfortante, e come al solito gli animalisti boccaloni abboccano e inviano insulti e minacce in massa. RIDICOLI.
@PPalli

Io pretenderei che la smentita venisse pubblicata nello spazio che era stato dedicato alla notizia.

La notizia era in terza pagina in basso a destra? la smentita dovrebbe occupare tale spazio, terza pagina in basso a destra.

Un giornale che non potrebbe funzionare a queste condizioni non ha ragione di esistere.
@Accademia dei pedanti: Hai ragione, a quanto pare la mia verifica è stata sommaria, in effetti la notizia è difficilmente rintracciabile sui siti delle principali testate ma non è ancora stata cancellata.

@puffolottiaccident: Hai perfettamente ragione, ma dal momento che non in questi casi la prassi sembra essere semplicemente l'utilizzo del bottone "Delete" sarebbe già un successo ottenere un trafiletto nascosto in un qualche angolino!
Stamattina hanno dato la notizia anche su Rainews24, l'unico Tg che reputo degno. Ho scritto su Twitter il seguente messaggio:

@Rainews24 #Iannotta Cane abbattuto in Svizzera: notizia falsa,Si prega di rettificare. http://tinyurl.com/6btw9wh

Sew volete proviamo a far salire il trend #Iannotta, magari si accorgono e rettificano.
Il link porta al tuo articolo.
Saluti
Come potete vedere c'è chi ci crede ancora... (l'articolo è proprio di stamattina)

http://www.lettera43.it/attualita/7993/e--accaduto-nella-citta-svizzera-di-reconvillier_breve.htm
La (falsa) notizia è appena apparsa (10:14) su tio.ch http://goo.gl/OOF6y
Parzialmente ot, ma non poi tanto, credo.

Tempo fa ho letto di un artista (americano se ben ricordo) la cui "opera d'arte" consisteva nella lenta agonia - reale - di un cane legato e tenuto per giorni senza cibo né acqua. Il filmato della morte della povera bestia sarebbe il prodotto artistico.

Sconvolto e scandalizzato, non ho mai cercato, per vigliaccheria, di saperne di più.

Qualcuno ne sa qualcosa?
Per Marco:

se ne è parlato in questo stesso blog:
http://attivissimo.blogspot.com/2007/11/antibufala-cane-lasciato-morire-per.html
Per marco

Parzialmente ot, ma non poi tanto, credo.

Tempo fa ho letto di un artista (americano se ben ricordo) la cui "opera d'arte" consisteva nella lenta agonia - reale - di un cane legato e tenuto per giorni senza cibo né acqua. Il filmato della morte della povera bestia sarebbe il prodotto artistico.


Credo che tu ti riferisca allo scandalo provocato da Guillermo Vargas Jiménez, noto anche come Habacuc, americano sì, nel senso di nato nel continente America: è costaricano.
L'indagine è qui:

http://attivissimo.blogspot.com/2007/11/antibufala-cane-lasciato-morire-per.html .

Ci fu un caso reale in Danimarca, con un animale diverso, ma risale agli anni Settanta, è fuori tema.

Il messaggio in questi casi è sempre lo stesso: è coerente scandalizzarsi per la morte di un cane e permettere la macellazione degli animali per uso alimentare, la caccia a pallettoni, l'uso di pellicce con animali da allevamento (non sempre, in realtà) e, non ultimo, le esibizioni da circo? Ci si scandalizza sempre a senso unico.
Se saltasse fuori la verità, scopriremmo qualcosa tipo un giornalista italiano che, in vacanza a trovare la nonna a Reconvilier, ha assistito a una vecchietta che rimproverava un passante canedotato per non aver raccolto gli escrementi del suo amico.

Un lampo di genio ed ecco lo scoop.

Sempre meglio che scriver di nani e prostitute.
Addirittura sul "Giornale" Enza Cusmai fornisce i particolari: il barboncino aveva 3 anni, la Iannotta no si da pace... Spunta addirittura il virgolettato: «É stata una morte annunciata» dicono i pragmatici sostenitori delle regole ferree.

Senso del ridicolo, dove sei?

Link http://snipurl.com/1zl3z7
Aggiungo che la rubrica Italians di Severgnini sul sito del Corriere ha pubbilcato oggi la lettera di uno che ha abboccato.
Complimenti alla stampa italiana... che schifo che schifo che schifo!!!!
Marilena Iannotta ha commentato:
ASSASSINI! ^O^


LOL :-)
Volendo occuparsi di cani abbattuti, credo che i giornalisti in questo periodo abbiano già altre occasioni:

http://www.ecoblog.it/post/11993/il-canada-apre-un-inchiesta-sui-100-cani-da-slitta-trucidati
Per Essence

Volendo occuparsi di cani abbattuti, credo che i giornalisti in questo periodo abbiano già altre occasioni:

Infatti è sotto inchiesta da parte delle autorità locali. Personalmente la ritengo una bufala tale e quale, ma aspetto i risultati.
È molto probabile che questa panzana sia stata creata proprio per sopperire alla mancanza di scandali nel vecchio continente (Vancouver è troppo lontana): e un cane appartenente a una cittadina italiana abbattuto nella vicina Svizzera era l'ideale. Detto fatto.
Va detto che a guardare la cronologia l'ipotetica notizia di un abbattimento era probabilmente partita da un weblog in lingua tedesca o inglese. La fonte italiana (forse un'agenzia stampa) ci ha aggiunto nome e cognome di una signora che non risulta essere mai stata residente a Reconvilier.
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Nashco: beh, se calcoli che anche giornali non italiani hanno abboccato alla bufala (e chissà quante bufale sui giornali svizzeri ci sfuggono...) direi che tutto il mondo è paese e non c'è un posto peggio di un altro...

Skeptic: in genere Presta e Dose sono abbastanza disponibili con gli ascoltatori, si potrebbe mandare loro una mail segnalandogli la bufala, magari rettificano.

Accademia: Non so, al telegiornale ho visto l'intervista al sedicente proprietario dell'agenzia di viaggi proprietaria dei cani: pur avendo tutta l'aria di una bufala ha diversi elementi che fanno propendere per una cosa vera anche se pesantemente "romanzata" dai giornalai.
Ne hanno appena parlato a Forum spacciandola per vera. Ho scritto alla redazione ma dubito fortemente di ottenere qualche risultato..

Purtroppo sono sempre propensi a prendere per oro colato le bufale e NON credere alle smentite.
Lupo, abbiamo agito in contemporanea :o)
X il lupo della luna: adesso anche io ho segnalato a Forum della bufala, linkando questo articolo e l'articolo precedente di questo blog.

Vediamo se Rita se ne accorgerà.... :)
Incredibile. Questa notizia è appena stata data al tg2 (come vera ed accaduta...)
Il tg2 ha appena dato la notizia senza mostrare alcun dubbio sull'autenticità della notizia.

Evidentemente mandare email per verificare l'autenticità delle notizie non rientra nelle loro procedure.
Ma come fate a guardare la TV a quest'ora? Non lavorate?? :O
@ottarrio
scusa, non mi ero accorto che avevi postato nel frattempo.
OT ON
@ué

Io monto da mezz'ora

OT OFF
ué: io lavoro part-time e oggi sono a casa :D
Hanno appena dato ampia notizia sul TG di RAI2 delle 13, per loro il cane non solo è stato abbattuto, ma "c'è anche stato un record di regolarizzazioni per la tassa sul cane del 1904"!
@Uè
Io faccio un lavoro molto impegnativo (ma che mi permette di seguire qualcosa in tv): faccio la mamma a tempo pieno, di un bimbo di tre anni che ancora non va all'asilo eheheh ;o)
In prima pagina su Libero di oggi:

http://www.funize.com/Libero/2011/2/7
Qualcuno ha almeno il coraggio di rettificare.

http://www.lettera43.it/attualita/8002/il-tam-tam-dalle-agenzia-ai-giornali-ma-il-barboncino-non-esisteva_breve.htm
Accademia
"è coerente scandalizzarsi per la morte di un cane e permettere la macellazione degli animali per uso alimentare, la caccia a pallettoni, l'uso di pellicce con animali da allevamento (non sempre, in realtà) e, non ultimo, le esibizioni da circo? Ci si scandalizza sempre a senso unico."

Che cosa dire, Accademia, è un problema eterno.

Diciamo che mangiare è inevitabile, uccidere per divertimento è un'altra faccenda. Banale, ma è così. Certe volte vorrei essere vegetariano, tanto avverto la contraddizione tra il rispetto per gli animali ed il richiamo di un manicaretto "da carnivori".

So che esistono "pareri" diversi a riguardo, ma siamo animali onnivori, quindi cibarci - anche - di carne rientra in qualche modo nella nostra fisiologia.
Non penso invece che sia fisiologico incatenare un cane ed aspettare che muoia.
Dimenticavo. Nella mia personalissima opinione: trovo rivoltante l'impiego di animali nel circo.
Chiedo scusa agli eventuali circensi in ascolto.
...e su quella del Giornale, ca va sans dire:

http://www.funize.com/Il_Giornale/2011/2/7
Comunque, se mai ce ne fosse ancora bisogno, questa vicenda è l'ennesima dimostrazione di come basti tirare in ballo gli animali (possibilmente carucci e batuffolosi, come un barboncino) per far perdere la brocca alla gente.
Oggi la notizia è stata pubblicata anche dal TG2
no comment.
Per marco

"è coerente scandalizzarsi per la morte di un cane e permettere la macellazione degli animali per uso alimentare, la caccia a pallettoni, l'uso di pellicce con animali da allevamento (non sempre, in realtà) e, non ultimo, le esibizioni da circo? Ci si scandalizza sempre a senso unico."

Che cosa dire, Accademia, è un problema eterno.

Diciamo che mangiare è inevitabile, uccidere per divertimento è un'altra faccenda. Banale, ma è così. Certe volte vorrei essere vegetariano, tanto avverto la contraddizione tra il rispetto per gli animali ed il richiamo di un manicaretto "da carnivori".


Io non potrei diventare vegetariano per il semplice motivo che non mi piacciono le verdure! :-( A parte due o tre (ma che noia andare avanti tutta la vita con due o tre pietanze tutti i giorni!)
Affrontato e superato il problema della sopravvivenza tramite proteine animali, rimangono ancora le pratiche della caccia, le pellicce non sintetiche, e i circhi con animali ammaestrati: pochissimi Stati li proibiscono. Solo perché non coinvolgono cani e gatti, né criceti.
Quoto marco e aggiungo cha il circo mi inorridiva anche quand'ero piccola e qualche anno fa sono stata vegetariana fino a che i medici non mi hanno imposto di mangiare almeno un po' di carne (che aborro) perchè avevo la sideremia sottozero (a momenti mi facevano le flebo di ferro); non porto pellicce né altri capi di abbigliamento in pelle (tranne le scarpe) e questi argomenti di maltrattamenti di animali, veri o falsi che siano, mi fanno venire mal di stomaco.
e i circhi con animali ammaestrati: pochissimi Stati li proibiscono. Solo perché non coinvolgono cani e gatti, né criceti.

I circhi no. Ma quando cani addestrati esibirsi in studi televisi o palazzetti (e quindi sottoposti a rumori, illuminazione e temperature non naturali) mi chiedo se l'animale sia realmente felice di fare quello che fa.
Specialmente quando si vede il presentatore di turno che si avvicina ad un cane (dimenticandosi che questo non lo conosce), toccandolo e parlandogli a pochi centimentri di distanza.
Il fatto che pochi di questi animali reagiscano non implica che tutti gli altri non si sentono disturbati da questo comportamento.
Un link a un articolo di un giornale del ticino che "smentiva" la notizia risulta non funzionante, e sinceramente io vorrei prova della non esistenza di questa signora.

Da un articolo del giornale del Ticino:

http://www.cdt.ch/confederazione/cronaca/37810/tasse-sui-cani-e-minacce-di-morte.html

"In attesa del responso, le autorità non hanno alcuna intenzione di far marcia indietro. Alla fine del 2010, un comunicato diramato dal comune ingiungeva ai proprietari di cani di pagare la tassa annua di 50 franchi, pena la possibile uccisione dei loro animali; un procedimento, quest'ultimo, autorizzato dall'art. 4 della legge cantonale sulla tassa dei cani del 1904."

Quel comune MINACCIA effettivamente di uccidere i cani dei morosi. O il sindaco "che non ha nessuna intenzione di far marcia indietro" nonostante la pioggia di insulti (illegittimi) e di indignazione (più che giustificata) che gli è arrivata addosso vuol forse dire che la sua inflessibilità era tutta una burla e che quella legge vergognosa non è in vigore?

Non capisco. Prima spedisce una lettera ai morosi dicendo loro che se non pagano 40 franchi di tassa i loro animali verranno sottoposti ad eutanasia, e poi dichiara che nooo, poveri cani, lui non li ucciderebbe mai? Paolo, questa sarà una bufala ma in questo momento mi sembri un po' poco obiettivo...
@Mrs Beauregarde

e sinceramente io vorrei prova della non esistenza di questa signora

Come fai a provare che qualcosa o qualcuno non esiste?

Comunque il fatto che la signora non è ancora comparsa in qualche talk-show dovrebbe già considerarsi come una prova della sua non esistenza.
Io sono stato creciuto da onnivoro e se non mangio la carne almeno una volta alla settimana e il pesce almeno una volta al mese mi sento male, nel senso che mi mancano le energie e nel senso che mi viene la depressione :|

Per quanto riguarda i circhi, vorrei che non impiegassero più gli animali, non mi sono mai piaciuti i numeri con gli animali.
Per La Randagia:
Che bel lavoro che fai! :-)
@ Mrs Beauregarde

Ti sfugge un semplice particolare: la notizia dell'abbattimento dell'animale è una balla colossale. Tutto il resto è solo l'esazione di una tassa che molti non volevano pagare, ma le autorità cittadine non hanno mai minacciato di sopprimere gli animali i cui padroni non hanno pagato.
Beh ci son delle leggi che MINACCIANO di mettere le persone in carcere se fanno determinate cose. In altri Paesi ci sono delle leggi che MINACCIANO la condanna a morte per chi commette un omicidio.
Ma non per questo siamo tutti in carcere o sulla sedia elettrica. Se c'è la tassa, la si paga. Non va bene la tassa? Si fa in modo che lo Stato cambi la legge che la impone.
Che fame... vorrei mangiarmi una bella piadina kebap del mio ristorante turco preferito... e dire che giusto ieri sera mi sono mangianto una tagliatona di manzo argentino... sono un carnomane :O
Motogio, mi sa che non cogli il punto.

Secondo il giornale del Ticino E' effettivamente in vigore in quel comune una legge che prevede l'abbattimento di cani che hanno l'unica colpa di appartenere a proprietari che non pagano 50 (non 40, ammetto l'errore) franchi di tassa... Non capisco, prima il sindaco dice che non ha intenzione di far marcia indietro sull'applicazione del provvedimento e poi afferma che la stampa è sensazionalista, e che non abbatterebbe mai nessun animale? Mi viene da ridere.

Dal comunicato linkato dallo stesso Paolo:
"Ce communiqué précisait encore qu’en fonction du type de redevance, la municipalité pourrait recourir à tous les moyens légaux pour obtenir leur règlement. S’agissant des taxes dues pour les chiens, il se référait notamment à la loi cantonale qui permettrait d’aller jusqu’à l’abattage de l’animal si la taxe n’était pas acquittée."

"Questo comunicato precisava ancora che in funzione del tipo d'imposta, le autorità potevano ricorrere a tutti i mezzi legali per ottenerne il pagamento. Trattandosi questa di una tassa destinata ai proprietari di cani, (il comunicato) si riferiva precisamente alla legge cantonale che permette di arrivare all'abbattimento dell'animale in caso di morosità"

Insomma, che abbiano o non abbiano effettivamente abbattuto un animale hanno dichiarato di essere pronti a farlo: che facciano meno i santarellini.
[complottista mode ON]
In realtà voi non vi siete documentati ... I funzionari del Comune di Reconvilliers dicono così perchè HANNO ABBATTUTO ANCHE LA SIG.RA IANNOTTA!!!
[complottista mode OFF]

Il giorno che arriveremo anche a questo tipo di commenti ...
Mrs Bouregard

Che facciano meno i santarellini

Scusami, ma non ti seguo proprio. Ti risulta che questa dell'abbattimento di un animale per mancato pagamento sia stata mai effettivamente applicata? No, intendiamoci, qua si tratta di notizia inventata. Uno può anche contestare la legge (che è del 1904, non so come funziona in Svizzera, ma le leggi nazionali sono al di sopra di quelle delle singole regioni, e se una legge nazionale vieta abbattimenti senza cause di ordine pubblico, come la pericolosità dell'animale, qualsiasi vecchia legge che prevede il contrario sarebbe inefficace), ma non può in alcun modo diffondere notizie false per farlo.
Replicante

"Comunque, se mai ce ne fosse ancora bisogno, questa vicenda è l'ennesima dimostrazione di come basti tirare in ballo gli animali (possibilmente carucci e batuffolosi, come un barboncino) per far perdere la brocca alla gente."

Pienamente d'accordo se ti riferisci alla scarsa professionalità ed alla volgare tendenza al sensazionalismo di certa stampa.

Vedere invece che persone in buona fede si indignano per una (ipotetica?) crudeltà non mi dispiace. Va bene lo scetticismo, ma qualche reazione "di pancia" ogni tanto potrebbe essere il segno che un minimo di umanità alberga ancora in qualche essere umano.
Chiaro che insultare/minacciare il sindaco del villaggio francese è un'esagerazione da condannare recisamente.
Accademia cade nel più tristo benaltrismo...

Poi: ma la legge esiste[va] o no?
Mah...
Considerato che la notizia l'hanno pompata a dismisura quotidiani come Libero e il Giornale, direi che tutto torna.
Certo che la situazione di questo benedetto mestiere del giornalismo, in Italia, si va aggravando ogni giorno che passa.
Del resto, ne scrivevo ieri, se il livello del dibattito sulla professione è quello emerso dall'intervista di Giovanni Toti a Radio 24... beh, stiamo proprio freschi...

Giornalismo? "Quasi".
Dimenticavo.

@Grezzo: ho capito benissimo che è una balla colossale, quella sul barboncino abbattuto. Ma mi dispiace dirtelo, il comune HA minacciato di sopprimere degli animali: leggi il comunicato che ha linkato Paolo, c'è scritto nero su bianco.

@Lupo di Luna: L'America non MINACCIA gli assassini dicendogli che finiranno sulla sedia elettrica. Se sei giudicato colpevole di omicidio in certi stati degli USA, sulla sedia elettrica ci finisci punto e basta... la legge è legge, non un babau! Il sindaco svizzero prima si appiglia a una legge del 1904 ancora in vigore, dicendo che la applicherà in caso di morosità, e poi si lagna delle proteste pervenute da tutta la Svizzera dicendo che "non è un barbaro". Leggi l'articolo che ho linkato, che è pre-bufala.
Non ti sta bene una tassa? Bene, protesti, hai ragione tu, è la cosa giusta da fare. Beh, secondo l'articolo del giornale del ticino che ho linkato nel mio primo commento molti svizzeri si sono fatti sentire, e chi non lo ha fatto tramite minacce di morte e altri fini stratagemmi di simile statura morale ha fatto più che bene, a mio avviso.
@Mrs Beauregarde

Ho colto il punto ma anche il sindaco di Reconvilier deve rispettare la legge e farla rispettare.

Se la legge prevede come ultima ratio la soppressione del cane se il suo proprietario si ostina a non pagare il dovuto, e dopo che il proprietario è stato avvertito svariate volte, le colpe andrebbero almeno divise per due: la legge che lo permette e il proprietario del cane che non è disposto a rinunciare a cinquanta franchi per il suo adorato animale.

Purtroppo vedo che si solidarizza più facilmente con chi è nel torto che con chi è nella ragione (legalmente parlando).
@ Marco

ma qualche reazione "di pancia" ogni tanto potrebbe essere il segno che un minimo di umanità alberga ancora in qualche essere umano.

D'accordo, salvo poi scoprire di aver insultato e minacciato di morte per qualcosa che non esiste, e per la quale si può anche andare incontro a denuncia da parte di chi è stato oggetto di questa pioggia di merda. Indignarsi va bene, ma prima di tutto bisogna documentarsi e soprattutto protestare, quando si è sicuri che c'è qualcosa su cui protestare, civilmente, anche per proprio interesse personale nel non vedersi improvvisamente arrivare una denuncia.
@ Marco
Vedere invece che persone in buona fede si indignano per una (ipotetica?) crudeltà non mi dispiace. Va bene lo scetticismo, ma qualche reazione "di pancia" ogni tanto potrebbe essere il segno che un minimo di umanità alberga ancora in qualche essere umano

E' chiaro. Ma perchè indignarsi per qualcosa che non si sa che è accaduto? Perchè in queste ore la gente vomita rabbia contro un sindaco svizzero e non lo fa per chi invece compie sicuramente atti di violenza contro un animale?
Anche perchè, in tal caso, la reazione "di pancia" di cui parli tu, si rivela poi essere una serie infinita di insulti e minacce escplititata tramite i social network, che getta fango su una persona, probabilmente, innocente e che alla fine aumenta solo comportamenti antiproducenti (ovvero l'idea che basta incazzarsi, postare un link e firmare una petizione on link per cambiare il mondo).

Non credo che la gente che rimane fredda davanti a queste notizie sia insensibile verso gli animali: semplicemente è gente che vorrebbe arrabiarsi per un motivo sensato e non per una storia inventata.
@ Mrs Bouregarde

Tu stai partendo dal presupposto che avrebbero applicato la legge alla lettera abbattendo gli animali, ma te lo ripeto ancora una volta: ti risulta che tale ultimatum sia stato mai effettivamente applicato? Se dimostri di sì posso anche essere d'accordo con te, in assenza di qualcosa che faccia pensare il contrario, si tratta unicamente di minaccia di esazione per costringere in qualunque modo ai proprietari di uniformarsi a quello che fanno tutti i cittadini: pagare le tasse!
Ah, giusto per chiarire, mi riferivo a questo articolo qua:

http://www.cdt.ch/confederazione/cronaca/37810/tasse-sui-cani-e-minacce-di-morte.html

Risale al 18 Gennaio, ben prima della bufalaccia, e la notizia consiste in 700 e-mail di insulti e minacce spedite da cittadini svizzeri e 'mmeregani al sindaco ticinese di questo microscopico comune in seguito a una lettera spedita dall'amministrazione ai proprietari di cani.

Ripeto, sul fatto che questa notizia sul barboncino abbattuto sia una bufala e che sia vergognoso, ridicolo e non professionale diffondere bufale son d'accordo anch'io. Sono solo perplessa di fronte al comportamento di questa giunta, che prima dichiara di essere pronta ad applicare un determinato provvedimento in caso di morosità e di non voler fare nessuna marcia indietro, e poi dichiara implicitamente che non arriverebbe mai ad abbattere un cane per una tassa non pagata. Ehm, ma un po' di coerenza?
Ma il punto è che la notizia dell'abbattimento E' FALSA, non che l'abbattimento sia possibile.

Spostiamo i paletti ?
@ Mrs Bouregarde: "minaccia" nel senso che non succede SEMPRE e AUTOMATICAMENTE. Prima bisogna commettere il reato, poi essere presi, poi processati. Quindi di minaccia si tratta.
@Motogio: son d'accordo, la colpa in caso andrebbe divisa per due.

@Grezzo: La legge dev'essere legge, non una volta legge e una volta minaccia di esazione. O la applichi (e dunque dichiari di essere pronto a metterla in pratica, e dunque, in questo caso, ad essere disposto ad abbattere i cani dei morosi), o non la lasci in vigore.
Che anche negli stati più evoluti ci siano in vigore leggi obsolete è un dato di fatto... diciamo che, dalla mia, trovo stupido tirarle in ballo e rivendicarne la validità salvo poi dichiarare di non volerle applicare fino in fondo. E' come lanciare il sasso e nascondere la mano, e francamente mi fa un po' schifo.
Nemmeno un accenno alle mail di "sbufalamento", a Forum.
Bravi...
Quale telegiornale dice che ***** succede?

Se per "cosa succede" intendiamo che "da validi pareri per andare dal cambiavalute" nessuno.

Sembrano i documentari disney, in cui la leonessa viene presentata come un cattivo disneyano, (per l'appunto) e la sua preda come un eroe della rivoluzione.

Ma la colpa è del cliente: gli viene fornito esattamente quello che vuole e quello che chiede:
Chi odia i guelfi vuole sentire menzogne che esaltano la presunta malvagità dei guelfi e che dipinge i ghibellini con una patina di nobiltà e dignità, chi odia i ghibellini vuole sentirsi dire che i ghibellini sono inutilità fatta carne...

Gli scansafatiche e i buoni a nulla vogliono spendere i soldi che son riusciti a farsi dare piangendo come genitori in lutto o minacciando come camorristi della peggiore letteratura per sentirsi dire che sono degli apostoli della giustizia sociale, e non dei farabutti che non son neanche capaci di caricare una lavastoviglie.

i "giornalisti" adempiono a questa funzione: come i baristi nella cinematografia, quando un fallito va a dire loro: ma porca miseria, in che mondo viviamo? ti sembra che mi merito questo destino?

Devono rispondere: "naturalmente no, la gente che lavora è una manica di egoisti corrotti"

Perchè se dicono: "Se ti rendessi conto che il mondo non gira intorno a te e gli altri hanno anche loro le loro vite da portare avanti, avresti già fatto tre quarti del lavoro per tirarti fuori dalla crisi."...

Il fallito non compra più.

La domanda è: ma quante ***** sono le persone che sono ridotte in tali condizioni? come si può biasimare un capo di governo per una crisi se così tante persone (S)ragionano così??
Dico la mia: non è che, magari, il sindaco del paese abbia fatto una "sparata" in un momento di rabbia? Esempio: "Signor sindaco, nessuno paga la tassa sui cani! Andiamo in bancarotta!" "Argh! E io glieli ammazzo tutti, tanto c'è la legge antidiluviana che me lo consente!"
Lupo della Luna, la legge che prevede la pena di morte per gli assassini negli USA e nelle altre nazioni dove è in vigore secondo te è una MINACCIA (e non una legge) solo perché viene applicata solo su chi è dichiarato colpevole del reato di omicidio dopo un giusto processo?
Hai una strana opinione del concetto di legge :)

La notizia dell'abbattimento è falsa, ma il fatto che l'abbattimento sia possibile è, almeno a mio avviso, non molto onorevole: il sindaco in questione ha poco da fare l'animalista, se solo pochi mesi fa ha dichiarato di esser pronto ad abbattere degli animali perfettamente sani! Tutto qui. Ci sono questioni più importanti delle quali preoccuparsi, diciamo che a mio avviso qua non son stati solo i giornalisti italiani a fare la figura dei pirla... gli assessori svizzeri se la sono cavata piuttosto bene.
Cominciano ad apparire le prime smentite, e citano il lavoro di Paolo:

Svizzera: la bufala del cane ucciso

http://tinyurl.com/6akhxpq
Grezzo

Scusa, evidentemente non mi sono spiegato.

Non approvo, non condivido e non giustifico minacce di morte a chicchessia, specialmente sulla base di una bufala (al 90%: mi sembra chiarito che nessun tenero barboncino sia stato soppresso, ma le legge c'è).

Intendevo dire che, pur per motivi stavolta infondati, ravvisare una certa capacità d'indignazione nella nostra società non mi sembra un dato poi così negativo. Insomma il menefreghismo assoluto ed il disinteresse, l'egoismo e l'assuefazione a qualsiasi cosa forse non hanno ancora vinto. Ingenuo? Ottimista? Disinformato? Pirla? Illuso? Sospetto di rientrare in una o più di queste categorie, ma mi sarebbe dispiaciuto di maggiormente se nessuno si fosse indignato.

Circa le reazioni alle minacce sono dell'idea che ciascuno risponde di ciò che fa. A me, per dire, non salterebbe mai in testa di minacciare la soppressione di un sindaco, giusto per fare un esempio, nemmeno se una legge svizzera del 1904 me lo consentisse : )
Quindi chi ha agito in questo modo sconsiderato ha torto marcio, dal mio punto di vista. Circa la necessità di documentarsi hai evidentemente del tutto ragione, non si discute.

PS: marco, non Marco, grazie
@Mrs Beauregarde

gli assessori svizzeri se la sono cavata piuttosto bene.

È una vecchia legge cantonale che a quanto pare è stata applicata solo una volta 35 anni fa ed è stata riesumata in un paesino di 2500 anime.

Non generalizziamo o comincio a raccontare tutte le peripezie e ingiustizie che ho dovuto subire quando sono andato in Italia, in vacanza, con il mio Golden Retriever.

;)
@marco

intravedo una sottile denuncia nelle tue parole, forse sbaglio ma ne dubito.

Vedi, o uno è autonomo o non è autonomo. Qui non esistono scale di grigio.

Chi ha bisogno dell'attenzione del prossimo per sopravvivere rientra nella seconda categoria.

è il significato stesso della parola "autonomo"

Detto questo, prendiamo un esempio che mi è capitato di recente: un collega festaiolo ha avuto un incidente, e non aveva i soldi per cavarsi di impiccio.

Semplicemente li ha chiesti in giro.

La domanda che ti faccio è: in che modo questa cosa dovrebbe riguardarmi?

Vedi, si fa molto presto a dire che la gente è menefreghista, indifferente, insensibile e chi più ne ha più ne metta, ma io che sono il campione olimpionico dei menefreghisti, indifferenti ed insensibili dico:

"Esatto, capo. Siamo esattamente nella stessa barca, quindi il fatto che tu sia caduto in disgrazia è di certo dovuto alle tue proprie scelte, che rispetto pur non condividendole."
"Il giorno che arriveremo anche a questo tipo di commenti ..."

Bah, dopo quello che sosteneva che Attivissimo ha gli impianti bioplasmatici, non mi stupisco più di nulla :)
"Pirla?"

Dai, adesso non darti delle arie...
"con il mio Golden Retriever."

Ottima scelta, è una delle mie razze preferite :)
@ marco (minuscolo)
Intendevo dire che, pur per motivi stavolta infondati, ravvisare una certa capacità d'indignazione nella nostra società non mi sembra un dato poi così negativo. Insomma il menefreghismo assoluto ed il disinteresse, l'egoismo e l'assuefazione a qualsiasi cosa forse non hanno ancora vinto.

Esistono anche delle vie di mezzo.Tra il menefreghismo assoluto e l'incazzarsi sempre e comunque, esistono tante sfumature, certamente più accettabili e sensate.

Anche perchè alla fine i due estremi finiscono per diventare estremamente simili: dimostrano incapacità nel saper valutare gli eventi.
A me dà estremamente fastidio una persona che fa spallucce davanti ad ogni cosa che legge sul giornale, dall'altro mi dà fastidio chi invece è sempre e costantemente indignato, anche quando si tratta di leggere di un cane incatenato in un museo in sudamerica (e su cui, onestamente, noi possiamo fare ben poco).

Tu hai Facebook? Hai, tra i contatti, qualche animalista? Se hai risposto positivamente ad entrambe le domande, probabilmente ti renderai conto che chi posta ogni giorno 10 link che parlano di animali abbandonati e/o maltrattati (facendolo "per gli altri") ha esattamente lo stesso grado di assuefazione di chi, davanti a certe notizie, fa spallucce.
Ogni notizia diventa un semplce link...non ci si pensa più che dietro ogni storia, invece, ci sono animali che soffrono e che meritano attenzione. Ma è fisicamente impossibile dedicare attenzione a tutti i casi; ed è fisicamente impossibile poter far qualcosa di concreto per tutti...e bisogna saperlo accettare.
Chi è sempre e costantemente indignato per queste storie, prima o poi, si abitua alla rabbia che prova...col risultato che tale sentimento non ha più ragione di essere. Un po' come quegli anziani burberi e scorbutici con tutti: non sai se sono davvero infastiditi o se invece lo fanno perchè ormai quel comportamento è diventato un'abitudine.
@ǚşå÷₣ŗẻễ

Ottima scelta, è una delle mie razze preferite :)

Purtroppo non c'è più; ora ho un meticcio ma con lo stesso carattere, tranne che odia i gatti e io ne ho due in casa ;)
@ genesis61
[complottista mode ON]
In realtà voi non vi siete documentati ... I funzionari del Comune di Reconvilliers dicono così perchè HANNO ABBATTUTO ANCHE LA SIG.RA IANNOTTA!!!
[complottista mode OFF]

Il giorno che arriveremo anche a questo tipo di commenti ...


Beh, per adesso sono già arrivate richieste della "dimostrazione di non esistenza" della signora. Direi che può bastare.
Puffolotto

Ti chiedo scusa, ma non riesco a capire il tuo discorso. Dal quel poco che penso di avere colto, però, credo che per me autonomia non significhi disinteressarmi di ciò che non mi riguarda personalmente.
Non capisco con precisione che significato attribuisci "all'essere sulla stessa barca", ma io la vedo proprio così: è difficile che qualcosa che riguardi uno solo non sia in qualche modo un problema di tutti. Ok, ho generalizzato, ma spero di essermi spiegato. Ovvio che comunque ciascuno decide per sé e si assume le proprie responsabilità.

Usa Free

""Pirla?"

Dai, adesso non darti delle arie..."

Cosa vuoi che ti dica, ho un'autostima ipertrofica ...
Quanti di voi aiutano i vecchietti o i bambini ad attraversare la strada?
Io aiuto [anche] i gatti...
"tranne che odia i gatti"

Mi sta già simpatico ^_^
Ti chiedo scusa, ma non riesco a capire il tuo discorso.

Non preoccuparti, non sei il primo :-)
Dov'è il traduttore dal puffolotteseeee?!
"Cosa vuoi che ti dica, ho un'autostima ipertrofica ..."

Era una battuta eh... ;)
"Dov'è il traduttore dal puffolotteseeee?!"

Esiste!? Se esistesse, quello di Star Trek gli farebbe una pippa!

(se non si chiama "traduttore" chiedo venia, mi scappello e mi prostro davanti ai fanatici di Star Trek lettori del blog)
Esiste!?

Certo, non ricordo se Turz, Stupidocane o The DRaKKaR (o forse qualcun altro?) lo capiscono alla perfezione :-O
Replicante

Ma certo. Quoto completamente il tuo commento 83.

Ma se qualcuno ha abboccato alla bufala, ed in buona fede ne è rimasto inorridito, ha sbagliato a non approfondire ma ha avuto ragione ad incazzarsi. Purtroppo c'è ancora gente che crede a ciò che legge ed ha reazioni conseguenti. Mettiamola così. Se si fosse appurato che la soppressione c'era stata, ti avrebbe infastidito sì o no?
Lasciando perdere gli insulti agli amministratori del villaggio, ovviamente ...
"Quanti di voi aiutano i vecchietti o i bambini ad attraversare la strada?"

Io aiuto i vecchietti, ma solo se manifestano in maniera evidende la volontà di essere aiutati.

Che altrimenti può succedere che ti mandino anche a c**are! Se è per questo anche i bambini, ma non mi è mai capitato di incappare in un bambino in difficoltà nell'attraversare la strada.

I gatti si arrangino. :P
"Certo, non ricordo se Turz, Stupidocane o The DRaKKaR (o forse qualcun altro?) lo capiscono alla perfezione :-O"

Bazzica strana gente su questo blog, nevvero? :D
puffolottiaccident ha commentato:

Sembrano i documentari disney, in cui la leonessa viene presentata come un cattivo disneyano, (per l'appunto) e la sua preda come un eroe della rivoluzione.

Nella vita capita che le vittime si trasformino in rivoluzionari:

Battle at Kruger

http://tinyurl.com/29jdop

Dal minuto 4.30 ca

Ps. Nessuno si è fatto male, più o meno.

;)
Questa bufala gira dal 2002:
http://eliaspallanzani.splinder.com/post/23999657/un-vecchio-trucco-per-un-nuovo-cane
@motogio: tranquillo, è chiaro come il sole che mi riferivo solo a quei singoli assessori di quel singolo comune. In bocca al lupo per le tue vacanze con il tuo amico a 4 zampe ;)
Adesso ne stanno parlando su radio rai 1, intervistando un giornalista svizzero che l'ha definita una bufala...
... prima che qualcuno dica qualcosa ... completo con un finalmente!
Non è la prima volta che i giornalai italiani non controllino la veridicità delle notizie prima di pubblicarle, L'interesse economico di vendere più copie attraverso titoloni è più forte di fare una semplice verifica per evitare brutte figure sig...
Grazie. Ci contavo sullo spietato cacciatore di bufale. Ero rimasto pietrificato al telegiornale: non poteva essere vero! Infatti.
A Radiouno hanno fatto mea culpa e hanno confermato trattasi di bufala. Inoltre il giornalista interpellato ha confermato quanto pensavo io: c'è una legge svizzera nazionale che impedirebbe l'applicazione di questa legge del 1904.
Bravi. Dovete proprio darvi una bella pacca sulla spalla. E anche il comune di Reconvilier vittima del tam tam.

Ho letto il comunicato e mi è scappato un po' da ridere quando (nel 2. capoverso) dice che in questi giorni più della metà delle tasse non pagate sono state regolate, così come molti cani non registrati.

Una volta in più si dimostra l'efficacia di internet, anche nei confronti dell'albo comunale, magari appeso proprio davanti all'uscio...
Per Marco

Accademia cade nel più tristo benaltrismo...

Se lo dici tu, sarà vero di sicuro.

Poi: ma la legge esiste[va] o no?

Ho messo io stesso un link funzionante all'articolo precedente. Certo che sì.
No Comment!!!
Bella la foto che hai messo..proprio rende "l'idea".......cmq ne succedono di ogni agli animali, peccato che QUESTE non son BUFALE!!!
La notizia è stata smentita a Babobab poco fa, da un giornalista svizzero. Vedremo se la Rai e la Falcetti smentiranno pure loro.
Letta oggi anche sul giornale City. Voglio vedere se domani pubblicheranno una rettifica.
Qalcuno si puo' prendere la briga di informare anche Forum?
Visto che oggi quei "giornalisti" hanno sparato a zero contro tutti?
Mi vergogno sempre di piu' di come certe persone non siano "professionisti" ma semplici scaldasedie.
Io ho già mandato una mail (inserendo il link a questo blog)
Voglio vedere se domani rettificano la notizia, ma ho poche speranze....
Per Bruno

Qalcuno si puo' prendere la briga di informare anche Forum?
Visto che oggi quei "giornalisti" hanno sparato a zero contro tutti?


Ma forum non è una trasmissione giornalistica, che io sappia: non dipende da alcun tg, e non vi lavorano giornalisti.
Repubblica continua a cascarci citando la falsa notizia in questo articolo
http://tinyurl.com/5uc8mah
Ragazzi!!! Stasera c'è Voyager che parla del 2012!!!!
Esiste una tassa che se non la paghi ti abbattono (televisivamente, sia chiaro) Giacobbo?
> Vedremo se la Rai e la Falcetti smentiranno pure loro.

Ancora state a sentire la Falcetti? Prima s'arrabbia, poi vede perché ^__^
Usa Free

"Era una battuta eh... ;)"

... non di caccia, spero :)

(Lo so, è pessima, ma dato il tema ... )
sinceramente io vorrei prova della non esistenza di questa signora.

Ok. Se non ti basta il fatto che non c'è sull'elenco e che le autorità municipali dicono che non esiste, vai a Reconvilier e cerca la signora.

Oppure chiama l'AGI e chiedi da chi ha avuto la notizia della sua esistenza.
Ormai l'autonomia delle bufale si misura in millisecondi.
Paolo..ma niente sulla scoperta del sistema solare con sei pianeti simile al nostro, fatta da NASA/Kepler?!?
su Nature
http://www.nature.com/nature/journal/v470/n7332/full/470005a.html
copertina e "articolessa"...e su Attivissimo?!?
Sul Corriere.it era pubblicata ed è ancora presente una traccia nella ricerca, anche se il link risultante adesso punta nel vuoto: http://sitesearch.corriere.it/forward.jsp?q=Svizzera:%20se%20non%20paghi%20la%20tassa%20sul%20cane,%20te%20lo%20uccidono
@ǚşå÷₣ŗẻễ

"tranne che odia i gatti"

Mi sta già simpatico ^_^

Fai bene a odiare i gatti, sono creature inquietanti e inibitrici.

Paura?

:D
e su Attivissimo?!?

Non ne ho avuto il tempo, purtroppo!
Ok. Se non ti basta il fatto che non c'è sull'elenco e che le autorità municipali dicono che non esiste, vai a Reconvilier e cerca la signora.

Oppure chiama l'AGI e chiedi da chi ha avuto la notizia della sua esistenza.


Visto che ci sei, cara amica, cerca anche Babbo Natale, così sfatiamo il mito una volta per tutte :D
Sei stato citato anche qui:

http://nonleggerlo.blogspot.com/2011/02/questo-punto-credo-sia-una-roba.html
"Ragazzi!!! Stasera c'è Voyager che parla del 2012!!!!"

A Monager hanno appena detto che se Betelgeuse esplodesse "per settimane in cielo avremmo due soli e le notti sarebbero illuminate a giorno" :D

Adesso stanno facendo il solito minestrone: precessione degli equinozi, le piramidi, Tiahuanaco,Angkor Wat e bla e blabla e blarabla e ancora bla...
Non potevano mancare le profezie di Malachia...

YAAAAAAAAAWN ^O^
Io sono la signor(in)a Iannotta. Non saro' svizzera ma esisto e come! ;-DDD
Scusate l'OT ma, vi segnalo che è ripartita la catena di Sant'Antonio sulla fusione "Intel AOL" frutto di una bufala apparsa negli anni 90; andate su Google e cercate "fusione intel aol".

Mi è appena arrivato un vero e proprio bombardamento di queste mail anche perché purtroppo hanno abboccato molti enti e aziende che hanno provveduto a reindirizzare il messaggio a tutte le loro mailing list.
Qualche volta i mezzi d'informazione si inventano di sana pianta i fatti.

Come è successo qua per le vicende di ieri pomeriggio. Magari, però, anche qua si smentisse come hai fatto te.
@Tiu

Io sono la signor(in)a Iannotta. Non saro' svizzera ma esisto e come! ;-DDD

Ma non ti chiami Marilena.

;)
@marco:

Chi di fronte ad una notizia si altera al punto da non verificala, o chi non lo fa perchè la notizia alimenta le sue convinzioni ha "perso il controllo." o non lo ha mai avuto.

Non avere il controllo è intrinsecamente sbagliato.

Se diciamo che è normale allora è sbagliato essere normali.

Il discorso potrebbe finire qui, ma invito alla riflessione:

Se diciamo che non è sempre sbagliato perdere il controllo allora dobbiamo stabilire caso per caso quando è sbagliato e quando non lo è, e dovremmo chiedercelo ad esempio per i pedofili che soddisfano le proprie voglie facendo turismo sessuale o per chi si ubriaca e si mette alla guida di un veicolo.

è molto semplice, chi coccola sè stesso con la patetica scusa: "non è bello ma è normale" non può essere di aiuto a molti perchè verrà ben presto intercettato da qualche corrotto che sfrutterà la sua debolezza (evidente come il sole in una bella giornata) per i propri fini.

Quando questo accadrà non avrà modo di liberarsi

Quindi, così come, contro qualsiasi istinto, un vulcanologo non dovrebbe togliersi gli stivali, allo stesso modo l'altruista non dovrebbe mai farsi prendere dall'indignazione.

Se fossi sul sito di una sciagura, tali principessine di porcellana non le vorrei intorno, vedi mai che si mettano a vomitare in una ferita aperta...

Dunque sbagli: la compassione e l'altruismo non sono doti esercitate in chi sbraita circa come dovrebbero essere amministrate dal prossimo.
Ommioddio, Giacobbo sta ballando con Elettra Marconi! O_O

Pew...per fortuna è durato solo pochi secondi :D
Puffolotto

ora mi sembra che il tuo discorso sia decisamente più in tema ed anche più comprensibile. Ti ringrazio.

Venendo al punto. Non è che conosca moltissima gente che, letto un articolo o sentita una new, si getta spasmodicamente a cercare le fonti. Sarà sbagliato, ma il mondo là fuori, purtroppo, più che cercare le fonti cerca di trovare i colpevoli di qualcosa. La stampa, la tv, internet li forniscono.
La notizia in questione, per fortuna, si è rivelata essere una bufala. Se - dico se - fosse stata vera, mi sta bene che la gente ci si incazzi, per i motivi che ho esposto nei commenti precedenti.

Maggior senso critico, scetticismo, abitudine a cercare conferme? Tutto giusto e concordo (ma non toccherebbe in primis ai giornalisti?). Ma insisto, la capacità di scandalizzarsi può anche essere un segno di vitalità della nostra specie.
Certo, bisognerebbe scaldarsi solo quando si è assolutamente sicuri delle informazioni. Vorrei sapere chi ha il tempo materiale, le cognizioni, l'energia per andare a verificare ogni affermazione, ogni notizia, ogni scoop dei mezzi d'informazione... se ho il mal di testa prendo la solita pastiglia, non mi metto a rifare l'iter di sperimentazione del farmaco.
Appena ho letto la storia del cane ho subito cercato s/conferma qui: quanti possiamo pretendere che lo facciano?
"Ommioddio, Giacobbo sta ballando con Elettra Marconi! O_O"

Sì sì, però intanto non ve ne perdete una puntata... non sarà che chi disprezza compera, eh? ;)
ho fatto un sogno strano qualche tempo fà...

Un cavallo stava brucando, ed io stavo leggendo un libro a pochi metri di distanza...

Voltando gli occhi notai che si appropinquava ad una pianta di oleandro, e gli dissi: "quella pianta contiene un veleno estremamente concentrato, particolarmente efficace sugli equini, che già non brillano certo per resistenza ai veleni."

Il cavallo sbuffò e mi chiamò "sfigato", mangiò le foglie, poi fra visibili dolori mi chiese: "scusa, sai mica se fra queste piante ce ne è qualcuna che può essermi d'aiuto?"

Gli risposi: "quando ho visto che ti interessavi all' oleandro ne ho cercate, ma non ce ne sono. stai morendo, e moooolto male."

Il cavallo disse: "Ecco, sei risentito perchè ti ho chiamato sfigato, che crudele che sei."

A quel punto, @marco, quale sarebbe stata una risposta intelligente?

Cosa si può fare di più, se uno ama crogiolarsi nella corruzione e nelle favole in cui è un eroe romantico e non un cretino autolesionista?

Come mai alcuni ci riescono ed altri no?

Sono un osservatore piuttosto curioso e processo dati ed informazioni alquanto rapidamente ed efficacemente, e la risposta la so.

Il problema è questo:

Chi non sa la risposta dovrebbe interessarsene, chi la sa va fra quelli a cui certe cose non capitano.

La risposta è: "percezione del futuro, forza di volontà, realismo."

In una parola: "previdenza"

Hai ragione: non so come installarla a viva forza nel cervello di uno sventato. Sapere che non posso farci nulla è la soluzione, mi permette di dedicarmi a problemi di cui non sono certo che siano irresolubili.
"Sì sì, però intanto non ve ne perdete una puntata... non sarà che chi disprezza compera, eh? ;)"

Credo sia più che altro masochismo: "ecco, pago il canone anche per questo, che libidine!" :D
@Usa-free

A suo tempo accettai di visionare "la stanza del figlio" per questo esatto motivo: "well, lo ho pagato dunque immagino sia mio preciso diritto visionarlo."
"Voltando gli occhi notai che si appropinquava ad una pianta di oleandro, e gli dissi: "quella pianta contiene un veleno estremamente concentrato, particolarmente efficace sugli equini, che già non brillano certo per resistenza ai veleni.""

L'uomo che consigliava i cavalli (in sogno) :D
Grazie, Paolo.
Quando ho letto questa notizia, dopo un primo momento di indignazione, ho pensato che sicuramente se ne sarebbe parlato sul tuo blog.

E sì, come ha detto qualcuno la stampa italiana avrebbe molto altro di cui occuparsi, quanto a sfruttamento e maltrattamento di animali.
Ma forse è più comodo e "corale" parlare di quanto sono disumani all'estero, vista la situazione attuale.
Faccio un piccolo fuori tema, perché la seguente vicenda offre alcuni spunti di riflessione. Nel 1994 la polizia di Singapore arresta due giovani, l'americano Michael J. Fay e il cinese Andy Shiu Chi Ho, per aver rubato oggetti della segnaletica stradale e aver imbrattato in più occasioni con bombolette spray taxi e automobili. La legge singaporiana è inflessibile con reati di questo tipo, e il giovane Michael J. Fay, oltre a 4 mesi di carcere e una multa di 3500 dollari di Singapore, viene condannato a 6 staffilate, o meglio cannate, sulle natiche nude. Immediatamente si mobilita l'opinione pubblica americana, che orrore le punizioni corporali, lo stesso presidente Bill Clinton intercede presso le autorità del piccolo Stato, ma con risultati modesti: la pena viene abbassata a 4 cannate, sempre sulle natiche nude.
In una vignetta pubblicata all'epoca due signori in divisa in quello che sembrava un carcere americano discutevano fra di loro: "Fustigato sulle chiappe per vandalismo?!? Barbaro!", e sullo sfondo si stagliava una sedia elettrica per le esecuzioni... :-)
Per inciso, negli Usa sono ancora ammesse le punizioni corporali a scuola, e ovviamente anche fra le pareti domestiche (non in tutti gli Stati, però). In molte altre parti del mondo ufficialmente è illegale, lo si fa, ma in via ufficiosa. Per maggiori dettagli, ecco qui:

http://tinyurl.com/5u5aqgc

La morale delle favole (favola Michael J.Fay, e fola Marilena Iannotta), è che bisogna avere le carte in regola in casa, propria prima di criticare in casa d'altri.
...in casa propria, prima di criticare in casa d'altri.
A proposito di "cinismo" e "crudeltà". Gira voce che sulle banconote da 1000 franchi svizzeri (quella più importante di tutte) fino a qualche anno (1998) fa vi era l'effigie di un tizio che aveva come "passatempo" quello di sterilizzare i minorati (disabili, ritardati mentali etc..) per "migliorare la specie".

http://www.snb.ch/en/iabout/cash/history/id/cash_history_serie6

http://en.wikipedia.org/wiki/File:CHF1000_6_front_horizontal.png

http://foodfirstblog.blogspot.com/2009/05/1000-swiss-franc-might-not-be-seen.html

http://en.wikipedia.org/wiki/Auguste_Forel

Puoi smentire anche questa Paolo?

Puoi smentire anche questa Paolo?


Ne abbiamo già parlato nei commenti di questo articolo.
@marco
Sì sì, però intanto non ve ne perdete una puntata... non sarà che chi disprezza compera, eh? ;)

Un giorno si scoprirà che Giacobbo fa ascolti grazie alla massa di gente che lo guarda per criticarlo...


@puffolottiaccident

ho fatto un sogno strano qualche tempo fà...

Un cavallo stava brucando, ed io stavo leggendo un libro a pochi metri di distanza [...]


[premo il pulsante] Impressioni di settembre della PFM! Le so tutte, le so... :-)
La notizia probabilmente è falsa e io non sono certo un animalista, tuttavia questa polemica mi fa tornare in mente la mia vacanza in svizzera di 5 anni fa: eravamo un gruppo di amici e per una festa avevamo portato con noi 4-5 colombe bianche da liberare. pochissime ore dopo averle liberate sono venuti i gendarmi e ci hanno detto che non potevamo liberare animali, perciò dovevamo provvedere a riportarle in italia oppure abbatterle, pena il pagamento di una salatissima multa. Purtroppo non potevamo tornare subito in italia e quindi abbiamo dovuto abbatterle a bastonate, è stato abbastanza orribile, ma ci hanno costretti. Giudicate voi...
Purtroppo non potevamo tornare subito in italia e quindi abbiamo dovuto abbatterle a bastonate

Fammi capire: non riuscivate a catturarle, ma riuscivate a colpirle a bastonate? Comperare un retino per farfalle e catturarle non si poteva?

Perdonami se dubito del tuo racconto, ma descritto così pare poco plausibile.
Ommioddio, Giacobbo sta ballando con Elettra Marconi!

Ma lei già che c'era non poteva colpirlo con il Raggio della Morte?
@Pa'

Ammesso che la storia sia vera, Enrico poteva scegliere tra il catturarle e riportarle in Italia e il catturarle e ucciderle. Poiché dovevano stare in Svizzera ancora qualche tempo hanno deciso di ucciderle.

A me sembra che la colpa sia di Enrico e dei suoi amici, che hanno incautamente importanti colombe nel paese e hanno deciso di sacrificare la vita delle colombe sull'altare della permanenza in Svizzera. Certo i gendarmi o legislatori svizzeri non possono essere ritenuti colpevoli.
Errata: importanti era importato.
Ammesso che la storia sia vera, Enrico poteva scegliere tra il catturarle e riportarle in Italia e il catturarle e ucciderle.

Oppure catturarle e tenerle in gabbia fino al ritorno in Italia. Non credo che il possesso di colombe sia vietato in svizzera, dato che non si tratta di animali nè rari nè feroci.
Ma poi questa storia non ha alcun senso. Dite che è una trollata?
Ma a Voyager hanno parlato di nuovo della presunta morte di Paul McCartney? :-O Si parlava di una presunta figlia che quando hanno fatto l'esame di paternità non è risultata sua perché non era lui?? :-O (lo so, mi sono espressa in un modo orribile :-/)
Oppure catturarle e tenerle in gabbia fino al ritorno in Italia.
Non credo che il possesso di colombe sia vietato in svizzera, dato che non si tratta di animali nè rari nè feroci.

Argh hai scritto né con l'accento grave :-) Giusto, secondo il racconto i gendarmi avrebbero detto che era vietato liberare animali, quindi, poiché il fatto era già avvenuto, il vincolo era stato violato. Mi sembra improbabile che la punizione per tale illecito possa essere il recupero dell'animale e l'espulsione dello stesso dal territorio svizzero o la sua uccisione. Posto che sia vero questo, cioè che la pena per tale liberazione fosse una delle due, a scelta, io personalmente credo che avrei optato per la prima e, se proprio mi fosse stato impossibile, non vedo come mi avrebbero potuto costringere ad uccidere a bastonate dei colombi... Probabilmente mi sarei pure fatto processare... Se uno ha delle convinzioni le ha anche sotto minaccia...

Ma poi questa storia non ha alcun senso. Dite che è una trollata? Forse. Oppure forse è stata raccontata in modo pessimo...
Io ho liberato un uccellino e un topolino dalle grinfie del mio gatto e un pipistrello dalle grinfie di una gatta dei miei. Ma sono io che non sono normale?
@Replicante Cattivo

Non credo che il possesso di colombe sia vietato in svizzera, dato che non si tratta di animali nè rari nè feroci.

È vietata l'importazione senza un permesso e un certificato veterinario.

In piena epoca aviaria poi girare con 5 colombe di contrabbando nel baule rischiavi la fucilazione seduta stante.
Speriamo solo che la risposta non faccia indignare qualche... villaggio di indiani! :)
In piena epoca aviaria poi girare con 5 colombe di contrabbando nel baule rischiavi la fucilazione seduta stante.

Già, ma non vedo perché per l'errore dell'uomo a rimetterci le penne (nel vero senso della parola) debba essere l'animale. Ammesso che la storia sia vera, perché tanta crudeltà? Se le avevano liberate sul posto suppongo che avessero ancora la gabbia con la quale le avevano portate, quindi perché non rimettercele dentro invece di massacrarle a bastonate? Ma per favore!
@theDRaKKaR l'Omeopata
Argh hai scritto né con l'accento grave :-)

Come direbbe il sommo: "me ne percuoto i globi" XD

Giusto, secondo il racconto i gendarmi avrebbero detto che era vietato liberare animali, quindi, poiché il fatto era già avvenuto, il vincolo era stato violato. Mi sembra improbabile che la punizione per tale illecito possa essere il recupero dell'animale e l'espulsione dello stesso dal territorio svizzero o la sua uccisione.

Infatti. Sarebbe stato un comportamento molto "italiani" e poco "svizzero" vedere le forze dell'ordine che, davanti ad un infrazione già commessa, ti dicono che puoi evitare la multa facendo sparire le prove.
Ma poi, da quando in qua le forze dell'ordine possono imporre l'abbattimento di un animale da parte di un privato? E come avrebbero potuto verificare che questo fosse avvenuto davvero? (mi sembra improbabile l'ipotesi "tenete la carcassa in un luogo fresco, domani passiamo a controllare")

io personalmente credo che avrei optato per la prima e, se proprio mi fosse stato impossibile, non vedo come mi avrebbero potuto costringere ad uccidere a bastonate dei colombi

Io avrei fatto l' "italiano". Avrei catturato le colombe (usando il vecchio metodo del sale sulla coda), le avrei messe in gabbia e avrei detto ai gendarmi che le avrei riportate in Italia in giornata.
E poi sarei andato a liberarle a 20 km dalla loro caserma.

Oppure forse è stata raccontata in modo pessimo...

Secondo me è solo un troll che ci sta perculeggiando per vedere se qualche animalista si infervora per la storia.
Già, ma non vedo perché per l'errore dell'uomo a rimetterci le penne (nel vero senso della parola) debba essere l'animale.

Ma come fai a prendere a bastonate 5 colombe libere? Non ti sembra un po' assurda come storia?

Ps. Non sei la sola ad aver salvato un pipistrello dalle grinfie del gatto di casa, oltre a svariati merli e pettirossi e un paio di colubri e orbettini.
;)
Ma come fai a prendere a bastonate 5 colombe libere? Non ti sembra un po' assurda come storia?

Ma infatti, perciò ho chiuso con un Ma per favore!
Ma come fai a prendere a bastonate 5 colombe libere? Non ti sembra un po' assurda come storia?


L'assurdità di questa vicenda (e il fatto che il commentatore abbia detto di essere stato "costretto" a quell'azione) mi fa pensare ad una vecchia barzelletta.

- Oddio, ma che è successo alla tua auto?
- Sapessi...non sono riuscito a frenare in tempo ed ho investito un lavavetri.
- Scusa, ma come hai fatto a distruggere in quel modo entrambe le fiancate?
- Perchè quel bastardo ad un certo punto è scappato nel bosco.
per una festa avevamo portato con noi 4-5 colombe bianche da liberare

Rammento di Besomi che stigmatizzava questa pratica, che era un sakkissimo bilissima fikissima e romantikissima, ma per uno sfizio inutile si crea la situazione di volatili che vengono liberati in un ambiente che non è il loro.

Tante grazie di fare gli animalisti, ...dopo!
Ps. Non sei la sola ad aver salvato un pipistrello dalle grinfie del gatto di casa, oltre a svariati merli e pettirossi e un paio di colubri e orbettini.

I vostri gatti vi odiano.
Una volta sono andato in Svizzera con amici per una festa, quando sono arrivati i gendarmi e ci hanno detto che non potevamo importare gli Enrichi. Siccome non potevamo andarcene subito abbiamo dovuto abbatterli col cric. Poi ne abbiamo fatto salamelle che abbiamo diviso con i gendarmi.

Giornata piacevole. C'era anche un gruppo di colombe bianche che svolazzava lì intorno.
I vostri gatti vi odiano.

Perché?
colubri e orbettini

Ma vivi in campagna?
@Paolo attivissimo

Il racconto di enrico mi sembra rientri nel filone: "gli svizzeri sono dei cattivacci perchè irritano i venditori di kebab a Canicattì e a Lisbona"

Ma ora che ci penso, anche quello della signora jannotta o come cavolo si scrive mi pare del tipo: "gli svizzeri son dei cattivacci, ricopriamoli di pernacchie."

Forse sono paranoico a riguardo, ma se così non fosse...

Vedo due possibili origini alla campagna anti-svizzerI.

1) I codardi peones in europa si sentono minacciati dall'atteggiamento della Svizzera circa l'immigrazione. Si mostrano critici verso la Svizzera per proteggere le proprie ortensie da eventuali pisciatori notturni. (sappiamo benissimo che gli sfigati pisciano le prime ortensie accessibili che trovano e non quelle di chi li avrebbe offesi)

2) La Svizzera stessa vuole dare ai venditori di fumo il messaggio: "Se venite qua a creare rogne non ci facciamo troppi problemi a strapparvi l'estintore di mano ed estinguervi."
... Ma più probabilmente entrambe ...
@theDRaKKaR l'Omeopata

I vostri gatti vi odiano

Non è vero, anzi è vero il contrario: i gatti felici omaggiano i loro padroni con dei doni ma, essendo gatti, hanno una concezione tutta loro del significato di doni ed è per questo che ti ritrovi la casa piena di animaletti non sempre desiderati.

@ué

Ma vivi in campagna?

In mezzo alle montagne, ma dalle mie parti sono piccoline.

;)
@puffo

Ottimo esercizio complottistico :)

Secondo me né peones turbati pisciatori notturno ingiusti né svizzeresi turbati da multiscrausi europei migranti. Semplicemente un uso smodato e amorale del luogo comune da parte dei pennivendoli per estrarre monete dai portafogli di peones, pisciatori notturni, svizzeresi e multiscrausi migranti a cui piace masturbarsi le sinapsi con queste storielle da due soldi per dirsi a vicenda che schifo che fate.
I gatti son dei fighi.

Gli unici mafiosi degni di rispetto.
In mezzo alle montagne, ma dalle mie parti sono piccoline.

;)


Le montagne o le serpi? :-)
Non è vero, anzi è vero il contrario: i gatti felici omaggiano i loro padroni con dei doni ma, essendo gatti, hanno una concezione tutta loro del significato di doni ed è per questo che ti ritrovi la casa piena di animaletti non sempre desiderati.

Se ti limiti a restituire la vita o almeno una degna sepoltura ai pregiatissimi doni, allora non ti odieranno. Mi raccomando, però, non farti beccare! :-)
Errata: né peones turbati da pisciatori notturni ingiusti
Per The DRaKKaR:

Restituite vita e libertà (a proposito, ho omesso 2 bengalini in gabbia dal salvataggio dal mio felino), ma lui non mi ha mai odiato. Anzi, mi adorava come io adoravo lui.
"Se venite qua a creare rogne non ci facciamo troppi problemi a strapparvi l'estintore di mano ed estinguervi."

Secondo me invece uno Svizzero direbbe "Tienitelo ed estinguiti da solo, sei solo una perdita di tempo per me".

A far la campagna anti-Svizzeri ci pensa Tremonti da anni, e se fa ridere lui figurati cosa riescono a fare un paio di contaballe da strada...

Dovrei andare a ripescare una sorta di ricerca giornalistica di 10 anni fa, ovvero: Cosa pensano della Svizzera i popoli delle varie nazioni europee. I risultati furono ripresi da un grosso giornale e ridicolizzati, si rise per due giorni, tanto che tenni il giornale come ricordo.

Iannotta... Ahé...
@TheDrakkar

Un po' era uno scherzo, o almeno spero, ma in tal caso potremmo includere questa storia nella categoria di bufale:

"Chi riesce dove ho fallito perchè la sera prima si è fermato al 5° shot di vodka è di certo un corrotto che ha avuto fortuna. "

Quindi la terza ipotesi potrebbe essere che gli sfigati vogliono autoconvincersi che vivere in svizzera non sia poi così fico.

Tipo la favola della volpe e dell'uva.
@puffolottiaccident

... Ma più probabilmente entrambe ...

È la terza, quella che non hai citato.

Ma evitiamo di parlare di politica; anche perché queste cose le sentivo dire già vent'anni fa al Maurizio Costanzo Show.
@Rodri

"A far la campagna anti-Svizzeri ci pensa Tremonti da anni, e se fa ridere lui figurati cosa riescono a fare un paio di contaballe da strada..."

Cosa riescono a fare o cosa pensano di riuscire a fare?

La risposta alla prima è: "pregiati pezzi di arte muraria e ortensie puzzolenti di urina nel cortile del vicino"

La risposta alla seconda: "Pensano di continuare a collezionare vittorie morali"

Ricordati che molti di quei contaballe pensano di far piovere o di far smettere la pioggia con la forza del pensiero inconscio.
Forse è tutta invidia?
"Ma a Voyager hanno parlato di nuovo della presunta morte di Paul McCartney? :-O"

L'ultimo servizio di questa stagione (che con ieri fortunatamente è finita) è sempre stato un servizio riciclato pari pari da puntate precedenti.

"Si parlava di una presunta figlia che quando hanno fatto l'esame di paternità non è risultata sua perché non era lui?? :-O (lo so, mi sono espressa in un modo orribile :-/)"

Stando a quello che hanno rappresentato nel servizio (quindi è tutto da verificare), McCartney avrebbe pagato nel '69 una cifra di 30000 franchi alla figlia della tedesca.

Probabilmente per chiudere la questione e levarsi dai cabbasisi la madre, dato che a quel tempo era all'apice della sua carriera.

Ma non ha mai riconosciuto la paternità.

Negli anni '80 è stato sottoposto a un'analisi del sangue che ha smentito la paternità.

Naturalmente questa risultanza potrebbe essere portata come prova del fatto che in realtà il McCartney attuale non sia il McCartney originale :D

"Io ho liberato un uccellino e un topolino dalle grinfie del mio gatto e un pipistrello dalle grinfie di una gatta dei miei."

Ma come, così facendo hai inibito l'unica funzione utile dei gatti! :|

"Ma come fai a prendere a bastonate 5 colombe libere? Non ti sembra un po' assurda come storia?"

Beh, se le colombe fossero quelle che ciclicamente il Papa cerca goffamente di liberare dal suo balcone, l'ipotesi non sarebbe così assurda :D
Ma come, così facendo hai inibito l'unica funzione utile dei gatti! :|

Lo so, ma non credo sia stato troppo traumatico per loro (le sedute di psicanalisi non sono servite) mentre i poveri animaletti salvati penso mi stiano ancora ringraziando :-)
Repubblica.it ammette che si tratta di una bufala.

http://www.repubblica.it/esteri/2011/02/08/news/cane_svizzera-12204027/?ref=HREC1-5

Bye by SixaM 8-]
uè: che altro potrebbe essere?

Quando uno vorrebbe essere ammesso in un club ma l'energumeno alla porta lo ferma appoggiandogli delicatamente una mano sul torace, bè... è perchè stava cercando di entrare, non perchè stava tirando dritto senza esitazioni, lasciando scorrere nel suo cranio remoti pensieri di commiserazione.

Che vita faticosa che fanno i peones... poi è chiaro che non realizzano un tubo, con tutti i watt che sprecano per combattere la paura di essere cacciati dal branco, gli resta appena appena energia per guardare la televisione.

Ciò non ostante...

...di tutto possono accusarmi meno che di tenere nascosti i segreti dei miei super-poteri.
Mah, io ho una visione degli svizzeri alla Tolkien, tipo "lo strano popolo che vive tra le montagne" :D
Ciò non ostante...

...di tutto possono accusarmi meno che di tenere nascosti i segreti dei miei super-poteri.


Fin qui, una volta tanto, mi era tutto chiaro :-)
@uè

Parafrasando james randi (O forse era qualcuno del CICAP)

Le persone previdenti e L.T. disoccupate...

Credo che se esistessero sul serio... In 4 mesi che ho munto vacche & liberato vitelli dalle variamente incrollabili mura di bassora, ne avrei visto almeno una.
Immaginiamo due studenti di pittura ad olio.

Uno è diligente, l'altro è negligente.

Il secondo chiede: "perchè non mi viene bene come a lui?"

il diligente sa la risposta, ma il negligente non vuole sentirla. Il negligente vuole sentirne un'altra, vuole sentire una risposta per cui la colpa del suo fallimento non è da cercare nella sua negligenza o nella sua inesperienza.

Questo è più o meno quello che cerco di dire: I giornalisti non hanno businnes presso i diligenti perchè questi intercettano le informazioni prima dei giornalisti, mentre ai negligenti le informazioni per diligenti non interessano.
Per puffolottiaccident:

Non sai quanto mi trovi d'accordo.
In generale sono d'accordo anche io, anche se nei ragionamenti di puffolotti vedo sempre presente e inscalfibile la netta divisione degli esseri umani tra sapienti e imbecilli :D
la netta divisione degli esseri umani tra sapienti e imbecilli :D

Perché, non è così? Come volenterosi e fancazzisti, parassiti e produttivi.
"Perché, non è così?"

Direi di no, è una divisione di comodo, ed è pure superficiale.

Credo sia impossibile trovare imbecilli totali e sapienti totali, ma riguardo gli imbecilli ho ancora dei dubbi. :D
Perché, non è così? Come volenterosi e fancazzisti, parassiti e produttivi.

Devo darti la terribile notizia che io sono entrambe quattro le cose (a coppie di tre).
Naturalmente la tentazione verso tale divisione, a causa degli accadimenti quotidiani, è fortissima, beninteso. :D
Questa mattina alle (07.44 circa) in un articolo ( http://www.repubblica.it/cronaca/2011/02/07/news/gatto_guardone-12172570 ) del sito web de "la Repubblica", c'era riportata la dicitura "Mentre nella rigida Svizzera un povero barboncino viene condannato a morte perché la proprietaria non ha pagato la tassa sul possesso di animali domestici...". Ho inviato un email alla loro redazione segnalando il loro errore e il link di questa pagina di Attivissimo per la conferma. Pochi secondi fa è apparso un articolo de "La Repubblica" (url : http://www.repubblica.it/esteri/2011/02/08/news/cane_svizzera-12204027) dove viene riportato che la notizia dell cane abbattuto era una bufala senza nessun riferimento a questo sito. Scrivono pure che è "Colpa un po' anche degli svizzeri, che per via della loro proverbiale precisione hanno reso tutto molto verosimile" !
Non è che siamo creduloni noi (senza cercare di verificare una notizia) ma è colpa della notizia che sembra veritiera !
@Usa-free

Pinguini e fenec, se preferisci.

Il punto è che potrebbero anche aver ragione gli altri, per quanto mi importa dell'opinione di dio (qualora esista sul serio), mi diverte la pretesa di aver capito al dettaglio l'interminabile conflitto in qualcuno che (ad esempio) si fa silurare da una terza parte della fiat.

Bè, Io direi che chi tira per la manica i... [sapienti? ghibellini? pinguini? scegli tu] per siffatte questioni dovrebbe prima spiegare come ha fatto (sempre ad esempio) a capire tante cose sul crollo delle torri gemelle e a non vedere il siluro che lo ha mandato a bere birra da poco dietro i cassonetti.

è uno dei miti dell'ansatsuken*: uno non può mostrare i propri poteri in pubblico per fini personali.

è il modo in cui questi psicopatici si autoconvincono che la facoltà di capire le cose complesse, nebulose e lontane e l'incapacità di vedere siluri in arrivo nella propria vita siano slegate.

*Neologismo che riassume le forme di delirio paranoico in cui il disturbato ha la convinzione di avere eccezionali facoltà di percezione in questioni che non rientrano nei suoi già risibili campi d'esperienza, il nome lo ho preso da un'arte marziale fittizia che permetterebbe di colpire a distanza con proiettili creati nelle mani dal nulla.
@Fotios

Io sono un non violento ma penso che quella risposta sia una risposta che attira schiaffoni...
"Scrivono pure che è "Colpa un po' anche degli svizzeri, che per via della loro proverbiale precisione hanno reso tutto molto verosimile" !
Non è che siamo creduloni noi (senza cercare di verificare una notizia) ma è colpa della notizia che sembra veritiera !"

Non è che sono dei cialtroni pieni di luoghi comuni loro, ma è colpa degli svizzeri, strano popolo delle montagne! :D
@usa

Gli svizzeri hanno tante colpe, per esempio sono dei cioccolatai (cit. Ivano Bellini) e degli orologiai come il Nostro Signore (cit. Newton), ma la colpa che gli attribuisce La Cialtrubblica non l'hanno.
"Il punto è che potrebbero anche aver ragione gli altri, per quanto mi importa dell'opinione di dio (qualora esista sul serio), mi diverte la pretesa di aver capito al dettaglio l'interminabile conflitto in qualcuno che (ad esempio) si fa silurare da una terza parte della fiat."

Non ho capito :D

Per il resto, attenzione alla presunzione di essere il più bravo falconiere degli uccelli paduli che sia mai apparso sulla faccia della Terra: sono bestie insidiose, sempre pronte ad infilarsi con violenza in ogni orifizio papabile, ed è un attimo ritrovarsi a bere birra dietro i cassonetti, per quanto si siano prese tutte le precauzioni.

E in ogni caso, se uno può ancora permettersi la birra, non ha ancora raggiunto il fondo del barile :D
Scrivono pure che è "Colpa un po' anche degli svizzeri, che per via della loro proverbiale precisione hanno reso tutto molto verosimile" !

Beh, ma allora noi italiani siamo fortunati, perchè sul nostro popolo non esistono luoghi comuni. Quindi, se mai si diffondessero notizie che parlano male di noi, possiamo stare tranquilli che all'estero nessuno le riterrà verosimili.