skip to main | skip to sidebar
23 commenti

6 maggio ore 7:21: SpaceX lancia un satellite e riprova l’atterraggio su nave, ma con più rischio

Immagine dell’atterraggio riuscito del 9 aprile 2016.
Questo articolo vi arriva gratuitamente e senza pubblicità grazie alle donazioni dei lettori. Se vi piace, potete incoraggiarmi a scrivere ancora (anche con un microabbonamento). Ultimo aggiornamento: 2016/05/06 7:35.

SpaceX ha annunciato che tenterà un nuovo atterraggio sperimentale su una nave (SpaceX non usa il termine chiatta) nell’Oceano Atlantico dopo aver lanciato verso l’orbita terrestre il satellite per telecomunicazioni JCSAT 14, destinato a fornire programmi TV e trasmissione dati alla zona asiatica del Pacifico, alla Russia e ad alcune zone dell’Australia.

Il decollo da Cape Canaveral, in Florida, è previsto per le 5:21 GMT (le 7:21 in Italia ed Europa centrale), con una finestra di lancio di 120 minuti a partire da quell’ora. Il tentativo di appontaggio del primo stadio del vettore Falcon 9 sulla nave automatica Of Course I Still Love You, situata a circa 650 km a est di Cape Canaveral, avverrà circa dieci minuti dopo il decollo.

SpaceX ha messo le mani avanti dicendo che le probabilità di successo di questo tentativo sono scarse (“unlikely”) perché i parametri del lancio (satellite pesante ben 5 tonnellate, da collocare in orbita molto alta) lasciano poco propellente residuo per la frenata e inoltre la velocità e il calore di rientro sono più elevati che nei test precedenti. In un modo o nell’altro, comunque, il tentativo sarà spettacolare.

Come consueto, il lancio sarà trasmesso in diretta in streaming dalle 7 circa, presso www.spacex.com/webcast.

Questa è la cronologia di lancio prevista, secondo SpaceflightNow e SpaceX: il caricamento del propellente (kerosene e ossigeno liquido) inizierà 35 minuti prima del lancio, quindi intorno alle 6:46 italiane. Poi, se verranno superati tutti i controlli pre-lancio, si avvierà la sequenza di lancio e di volo seguente:

00:00:00. Accensione dei nove motori Merlin del primo stadio del Falcon 9, verifica automatica del corretto funzionamento, rilascio dei fermi e decollo dalla Rampa 40 di Cape Canaveral.

00:01:13. Il Falcon 9 supera la velocità del suono.

00:01:20. Punto di max Q (massima pressione aerodinamica): una delle fasi più delicate di qualunque lancio, quando la struttura subisce sollecitazioni molto violente.

00:02:38. Spegnimento dei nove motori principali (Main Engine Cutoff, MECO).

00:02:41. Separazione del primo stadio dal secondo stadio. Il primo stadio inizia a ricadere verso la Terra.

00:02:49. Accensione del secondo stadio per circa 6 minuti, che porta il razzo e il satellite in orbita di parcheggio.

00:03:36. Espulsione della carenatura aerodinamica che racchiude il satellite. Il veicolo è ormai fuori dall’atmosfera significativa.

00:08:53. Spegnimento del secondo stadio, che insieme al satellite entra in orbita provvisoria. Intanto il primo stadio rientra e precipita in modo controllato, dirigendosi verso la nave di recupero, che non ha equipaggio a bordo e mantiene autonomamente la propria posizione precisa nell’oceano.

00:10:00 circa. Appontaggio (si spera) del primo stadio del Falcon 9 sulla nave.

00:26:27. Seconda accensione del secondo stadio per portare il satellite in un’orbita di trasferimento.

00:27:26. Spegnimento del secondo stadio.

00:32:02. Rilascio del satellite JCSAT 14 in orbita di trasferimento geostazionaria.


In attesa del tentativo, ecco qualche immagine del recupero del lanciatore precedente di SpaceX, atterratto correttamente. Godetevi anche questi video a 360°, perfetti per chi ha gli oculari per realtà virtuale, dell’atterraggio precedente di SpaceX e del lancio di un Delta IV.





Aggiornamenti


7:35. Pochi minuti fa il primo stadio del Falcon 9 è atterrato perfettamente sulla nave Of Course I Still Love You.


Elon Musk ha avuto una reazione di composta soddisfazione:


Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (23)
Ok, se "Of Course I Still Love You" non è una chiatta, è una nave auto-controllata e senza equipaggio, cioè una nave-drone.
D'ora in poi la chiamerò "Dronave" ;-)
elon musk: "May need to increase size of rocket storage hangar"
WOW! Vero è che il pessimismo era d'obbligo per non alimentare false speranze, ma, visto il risultato, sono curioso di sapere se le speranze di successo dell'atterraggio fossero davvero così "minime" come continuavano a ripetere gli speaker.
Cacchio! Bel lavoro! E adoro la reazione di Elon Musk ...
@rico

Bhé in questo caso è un "asDronave"! :D

Comunque tutta la mia stima ad Elon Musk e a tutti quelli che lavorano in Space X: quello che stanno facendo è meraviglioso!
Grandissimi. E con 3 motori per risparmiare propellente.

Vedremo se la fiammetta rimasta visibilmente accesa sotto lo stadio indica qualcosa che non va...
L'entusiasmo fa venire i brividi più dell'atterraggio stesso. So che le condizioni di lavoro a SpaceX sono in un certo qual modo terrificanti: turni massacranti e salari molto più bassi di quelli dei tempi dello Space Shuttle. Eppure resto convinto che amare il proprio lavoro e condividere certi risultati valga molto di più, anzi, sia uno dei pochi motivi per cui valga realmente vivere.

[vid]https://www.youtube.com/watch?v=Ix_Q_tSQc1Y[/vid]
La fiammetta c'era anche le altre volte
Se riusciranno a portare a terra la maggior parte degli stadi dopo dei lanci GTO spaceX arriverà ad avere dei prezzi talmente "bassi" da distruggere la concorrenza...
Questi due razzi atterrati con successo verranno riutilizzati effettivamente?
@daniel bertagnolli-- Quello che conta, oltre al tasso di successo nell'atterraggio, è il tasso di riutilizzo. DEvono ancora dimostrare di poter riutilizzare i vettori con piena sicurezza, alta percentuale di riuscita sul lancio (ben più importante che quella di atterraggio) e costi contenuti di manutenzione.

Speriamo, ovviamente, che i risultati positivi continuino perchè Musk potrebbe davvero aprire una nuova era dello sfruttamento dello spazio.

Cheers
@ Mars4ever

I razzi atterrati con successo sono tre. Il primo hanno già detto che non verrà riusato ma conservato come cimelio. Il secondo sta venendo controllato attualmente e si spera verrà lanciato (lancio di prova, niente carico) nei prossimi mesi. Per adesso non si sa cosa faranno con quello di oggi. Lo riuseranno per un vero lancio? Molto improbabile.
Grandissimo entusiasmo questa mattina tra la colazione ed il farmi la barba. Grazie Paolo, me lo sarei perso ed il gusto della diretta è una cosa di alto valore nonostante veda che non è la stessa cosa per i miei 2 nativi digitali che girano per casa.
Meno male che esistono persone Visionarie e con le palle per provare a realizzarle
@Andhaka

Hai completamente ragione, dalla felicità non avevo tenuto in considerazione quel discorso. A inizio estate dovrebbero lanciare il core atterrato ad aprile... speriamo in bene, magari con un altro atterraggio (alla faccia di blue origins :P )
Altra meravigliosa impresa titanica da parte della SpaceX, che continua a proiettarci un altro po' più in là nel futuro!
Che dire, se non grazie infinite?!

Una domanda un po' stupida, ma ho bisogno di un chiarimento: i razzi che SpaceX fa riatterrare (riannavare), sono controllati da terra? Nel senso, ogni volta c'è una troupe di persone che comanda tutti i vari motori e sistemi di frenaggio, oppure il razzo fa tutto da sé?
Scusate l'ignoranza.
:)
Altra meravigliosa impresa titanica da parte della SpaceX, che continua a proiettarci un altro po' più in là nel futuro!
Che dire, se non grazie infinite?!

Una domanda un po' stupida, ma ho bisogno di un chiarimento: i razzi che SpaceX fa riatterrare (riannavare), sono controllati da terra? Nel senso, ogni volta c'è una troupe di persone che comanda tutti i vari motori e sistemi di frenaggio, oppure il razzo fa tutto da sé?
Scusate l'ignoranza.
:)
@Andhaka

scusate l'OT, ma il mondo è piccolo, ed Internet ancora di più...
Andhaka, ti trovo dappertutto!
Prima Macity, poi l'Antro Atomico, ora qui!
:D
Ehehe non ti preoccupare, non sono uno stalker, solo un vecchio utente del forum Macity, nonché lettore di Doc Manhattan.

Saluti!


lascimmiablu,

I razzi di SpaceX e anche degli altri lanciatori sono autonomi: decide tutto il software di bordo. L'unico comando che può arrivare da terra è l'autodistruzione in caso di anomalia, pericolo o avaria. È così da sempre, che io sappia, sin dall'inizio dei lanci spaziali.
Effetto delle privatizzazioni della NASA ?
[img]http://s32.postimg.org/fdtqvw4hx/Gomez.jpg[/img]
La X e' il punto dove atterrare!
PGC, gia' uno solo dei motori e' capace di sollevare il peso del primo stadio vuoto, in quel caso l'unico problema e' decidere quando spegnerli per atterrare dolcemente. Infatti ad un certo punto ne hanno spenti due.
Da quel che ho letto, il primo, atterrato direttamente a Cape Canaveral, verra' messo nel museo della SpaceX.

Il secondo sta subendo dieci accensioni ancorate di prova, e poi dovrebbe essere usato per lanciare un altro satellite, se tutto va bene, e lo stesso succedera' per questo.
Smiley,
si ma se usi 3 motori invece di 1:
(1) risparmi propellente perchè il fattore gravitazionale g*t è ridotto di 1/3 (a parita di throttle)
(2) hai accelerazioni superiori, che mettono a dura prova la resistenza meccanica dello stadio (quasi) vuoto - questo a me non torna, ma molti lo sostengono...
(3) la manovra è maggiormente sensibile ad errori ed incertezze.

Almeno questo è quello che ho capito.