Cerca nel blog

2012/06/27

XKCD e l’obiezione di fondo ai cospirazionismi

Complottismi lunatici



– Ha! Neil DeGrasse Tyson ha una risposta bellissima per la gente che dubita che gli astronauti siano andati sulla Luna.
– Davvero?
– “In cima a 3000 tonnellate di propellente per missili, dove altro pensi che andassero?”
– Carina. Ma tralascia un'argomentazione ancora più semplice.
– Che sarebbe?
– Se la NASA fosse disposta a falsificare dei grandi risultati, a questo punto ne avrebbe raggiunto un altro.
Ahia.
– ... Troppo crudele?
– Bruciante quanto un rientro dall'orbita.

La traduzione dell''ultima battuta non è letterale perché il gioco di parole è intraducibile: letteralmente sarebbe “Quell'accensione è stata così brusca che penso che ti abbia fatto scendere dall'orbita” e il gioco di parole si basa sul doppio significato di “burn”, che vale sia “accensione di motori a razzo” sia “ferita, offesa bruciante”.

Battuta nell'onmouseover: “OK, Spirit e Opportunity sono abbastanza eccezionali. E Kepler. E New Horizons, Cassini, Spirit e Opportunity, Curiosity, TiME e Project M. Ma siamo seri, se la Terra fosse una palla da basket, in quarant'anni nessun essere umano si è allontanato di più di un centimetro dalla sua superficie.”

Come al solito, XKCD centra in pieno il tema, evidenziando non solo l'assurdità del complottismo intorno allo sbarco sulla Luna, ma l'incoerenza di fondo delle grandi tesi di complotto in generale. Se esistono davvero organizzazioni fantasticamente omertose che gestiscono a comando i grandi eventi del mondo, perché non ne approfittano più spesso? Per esempio, se le “scie chimiche” servono per il controllo del clima e la regina Elisabetta fa parte del Gruppo Bilderberg che controlla il mondo, perché durante i recenti festeggiamenti è diluviato? Sarebbe bastata una spruzzatina degli aerei segreti per garantire cieli limpidi e un trionfo di propaganda invece dell'infradiciata che abbiamo visto.

Quest'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale. XKCD è distribuito con licenza Creative Commons Attribuzione - Non Commerciale. Un altro copyright è possibile.

31 commenti:

Francesco Caspani ha detto...

Il manuale del giovane Complottista credo riporti come argomentazione che fare così darebbe troppo nell'occhio.
Purtroppo non c'è modo di ragionare con i complottisti, o almeno non c'è modo di farlo con argomentazioni così sottili.

Joram Rosebringer ha detto...

Risposta complottista:

E' diluviato semplicemente per far vedere ai poveri illusi che la Regina Elisabetta e le scie chimiche non sono correlata, mentre noi complottisti sappiamo bene che è così!

P.S.: ovviamente è una battuta, non linciatemi! ;o)

Midgarðsormr ha detto...

Verissimo!
Infatti, pensa che schiaffo per i sovietici se gli americani avessero messo una loro bandiera sul pianeta rosso!!

Smiley1081 ha detto...

Erm... E la seconda battuta?

"Ok, so Spirit and Opportunity are pretty awesome. And Kepler. And New Horizons, Cassini, Spirit and Opportunity, Curiosity, TiME, and Project M. But c'mon, if the Earth were a basketball, in 40 years no human's been more than half an inch from the surface."

Kazuma ha detto...

Vedrai che cercheranno di dimostrare che usano questo "potere" poco, per non dare nell'occhio...

K.

Paolo Attivissimo ha detto...

Smiley,

ho aggiunto la battuta, grazie.

Harry Haller ha detto...

> (...) se (...) la regina Elisabetta fa parte del Gruppo Bilderberg che controlla il mondo,
> perché durante i recenti festeggiamenti è diluviato?

Perche' la regia del Giubileo e' stata segretamente affidata a Danny Boyle, che ama cosi' tanto la pioggia da averla inserita nella cerimonia d'apertura delle Olimpiadi.

Andrea "Camillo Miller" Nepori ha detto...

Interessante, però a rigor di logica non funziona.
Non è questione di dare troppo nell'occhio, potrebbero dire i complottisti, ma il semplice fatto che allora ci fosse un allineamento di poteri e volontà politico-strategiche che non si è mai ripetuto.
Sia chiaro che io non credo alle loro tesi idiote e sono convintissimo che ci siamo stati sulla Luna, però applichiamo la logica come va applicata, ovvero con la fermezza che manca agli stolti complottisti.

Van Fanel ha detto...

Straker ha capito benissimo che le alluvioni che hanno tragicamente colpito la Liguria a novembre sono state un effetto collaterale delle scie chimiche che hanno portato il sole sul G20 a Cannes (non invento niente, l'ha insinuato alla "conferenza" di Genova, riguardatevi il filmato)
Quindi non possono mica rischiare la stessa cosa in Inghilterra!

Il Lupo della Luna ha detto...

C'è una striscia di XKCD sulle scie chimiche incrociate con l'11 settembre, ma non la trovo :D

Il Lupo della Luna ha detto...

Come non detto! Trovata!! http://xkcd.com/966/

Replicante Cattivo ha detto...

Vabbè, sono le grandi contraddizioni alla base di tutte le teorie di complotto:
- i complotti si svolgono alle spalle dei cittadini ignari, eppure sono sotto gli occhi di tutti;
- i complotti sono coperti e insabbiati da tutti gli organi dello stato, ma a volte agiscono in piena luce (vedi scie chimiche) proprio per far apparire normali certe procedure;
- chi tiene le redini del complotto, modifica a suo piacimento il clima, le informazioni dei notiziari, la storia, i risultati scientifici...ma ogni tanto, non lo fa, perchè "altrimenti si noterebbe troppo"
- chi tiene le redini del complotto, è disposto ad eliminare chiunque si avvicini alla verità (politici, giornalisti, scienziati), ma non uccide i blogger perchè altrimenti "sarebbe troppo evidente".

Sarebbe quasi da riderci sopra.

Franci ha detto...

Fra i deliranti commenti degli invasati apparsi oggi sul blog si Strakkiner, si legge che il povero ragazzino di 11 anni morto in montagna vicino a Prato sia "vittima" non già di un attacco cardiaco, bensì delle "schifezze" piovute dal cielo. Si conclude con "ci stanno ammazzando come mosche e sono tutti complici".
Ma sono DELLE BESTIEEEEE!!!!!!!! Nemmeno di fronte alla morte di un ragazzino riescono per un momento a portare rispetto anche nei confronti della famiglia che starà sicuramente vivendo un terribile incubo!!!!! Ogni cosa è un pretesto per fomentare le loro allucinazioni collettive... VERGOGNA!!!!!!!

fede ha detto...

Io non riesco a ridere di queste cose, mi fanno una rabbia enorme. Mi è capitato persino a lavoro, quando un collega si è improvvisamente messo a parlare come nulla fosse di scie chimiche, e del terremoto in Giappone causato dagli americani per "dargli un avvertimento" più o meno. En passant non ha mancato di fare un rapido riferimento al fatto che non siamo mai stati sulla luna, ovviamente. Convintissimo. Gli altri colleghi, seppur poco convintamente, lo ascoltavano invece di mandarlo a quel paese come avrebbero dovuto. Io nel frattempo prendevo il muro a testate per stare zitto, perchè se partivo poi si rovinavano i rapporti, senza comunque scalfire minimamente convinzioni che sono ideologiche e radicate.

Matteo Gentini ha detto...

Ciao a Tutti !

Beh, dai, il motivo è OVVIO se ne approfittassero spesso il complotto sarebbe rivelato ! Un pò come Churchill durante la seconda guerra mondiale che lasciò che alcuni attacchi tedeschi andassero a "buon fine" per non rivelare la decifrazione di Enigma. (!!!)
Mentre invece queste informazioni sono ovviamente nelle mani dei complottisti che le sbandierano a destra e a manca e non accade nulla !

Tukler ha detto...

@Joram Rosebringer:
E' diluviato semplicemente per far vedere ai poveri illusi che la Regina Elisabetta e le scie chimiche non sono correlata, mentre noi complottisti sappiamo bene che è così!

Questo è palese, ma dimentichi di dire che non solo hanno lasciato che diluviasse, ma anzi hanno fatto diluviare apposta per raggiungere questo risultato!
O magari la regina in realtà era seduta comoda sul suo sofà al calducci di Buckingam Palace, mentre attraverso una complessa rete di scie chimiche hanno creato un'ologramma che la proiettasse nella parata.
O magari hanno lanciato chip di controllo mentale per causare allucinazioni di massa al pubblico, facendo credere che diluviasse mentre la regina, unica invulnerabile al controllo (in quanto rettiliana), si godeva il sole.

Tanto a sparar puttanate vale tutto, mica bisogna giustificarle!;)

Peppex86 ha detto...

Credo che fra tutto il vario bestiame complottista, il lunacomplottista sia in assoluto il più stupido e quello col quale è meno possibile dialogare. Parere strettamente personale eh...

Guido ha detto...

non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire, anzi si c'è, è quello che vuol sentire/vedere solo quello che gli fa comodo...
I complottisti ti dicono che certe cose non vengono fatte per non dare troppo nell'occhio, salvo poi fare irrorazioni in pieno giorno quando potrebbero farle di notte e via dicendo in un giro di autocontraddizioni...

Ric ha detto...

In realtà secondo un servizio del TG1 datato 2007, i Russi in alcune occasioni utilizzerebbero degli aerei con alcuni composti chimici proprio per non far piovere. Non so quanto sia credibile (e di sicuro non modifica il clima, ma semplicemente farebbe piovere o meno), comunque vi riporto il video: http://www.youtube.com/watch?v=zIh0GikkWE4

Paolo che ne pensi? E' credibile?

Sigisto ha detto...

Ciao a tutti,
oggi ho visto questa:

http://xkcd.com/966/

True story!

;)
S.

jekron ha detto...

Leggermente ot e premesso che so che Paolo è madrelingua e pure traduttore, potete spiegare il gioco di parole intraducibile dell'ultima vignetta? Il mio inglese non è proprio fluently e io traduco in: quella bruciatura è cosi "forte" che credo tu abbia perso l'orbita/sia rientrata. Messa così non fa molto ridere e non ha molto senso, tradotta come ha fatto Paolo è più centrata e ha molto più senso. Ma come si arriva dalla traduzione letterale a quella di Paolo? Qual è il gioco di parole?
Grazie!

Paolo Attivissimo ha detto...

Jekron,

ho aggiunto all'articolo la spiegazione del gioco di parole.

Stupidocane ha detto...

Qual è il gioco di parole?

Quello! :)

Scherzi a parte, un gioco di parole è appunto un... gioco di.. ehm... parole.... errr...

Vediamo se riesco ad uscire da sta storia con onore: un gioco di parole presuppone che alcune parole possano avere significati diversi oppure possano assomigliare ad altre ortograficamente simili ma di significato completamente diverso oppure ancora alcune parole messe in un contesto appropriato (o non appropriato) possono assumere significati ancora diversi. Il tutto sottostà ad una conoscenza della lingua a livello di madrelingua oppure da linguista di alto livello.

Tieni conto che anche un'intera frase può essere un gioco di parole, elevando il livello del gioco stesso alla costruzione della frase stessa, del contesto in cui viene detta e del significato palese o nascosto che può assumere.

Naturalmente esistono vari livelli di giochi di parole: da quelli "elementari" che possono essere intesi da quasi tutti, anche qualche straniero con un'infarinatura della lingua in cui viene fatto, a quelli appunto, per madrelingua o gente "studiata".

Tradurre un gioco di parole da altre lingue o verso altre lingue è spesso impossibile, stanti le premesse sulle caratteristiche del gioco di parole, poiché le parole che compongono il "gioco" in una lingua non compongono lo stesso "gioco" in quella tradotta.

Per arrivare alla traduzione di Paolo, serve tanta esperienza, inventiva e fantasia. Immagina i traduttori che traducono le pellicole demenziali Made in Usa che sono piene zeppe di giochi di parole. Spesso il risultato è penoso. Nella quasi totalità dei casi fuori contesto/attinta dai clichè cinepanettoniani. Raramente vengono azzeccati e "rendono bene" anche in italiano. Spesso è meglio perdere un po' di tempo e cercare di capire lo scherzo/gioco di parole nella lingua originale.

Nel caso non li conoscessi già, ecco un buon video per "farci l'orecchio". :)
FUNEX

jekron ha detto...

Paolo e Stupidocane,

grazie! "burn" come offesa non lo sapevo.
Nel mio piccolo avevo colto al volo un gioco di parole di Sean Connery in The Rock. Per farla brevissima, Sean Connery deve accompagnare il team dei Navy SEALs per entrare ad Alcatraz (detta "The Rock") ma Womack, il capo del FBI, non vuole perchè Connery potrebbe scappare. Se Connery non va, i SEALs non possono entrare e far quel che devono fare, se va, Womack ha paura che Connery scappi alla prima occasione. E allora Sean Connery si rivolge a Womack e gli dice: "You are between the Rock and a hard case." Mi sono piaciuto :)
Grazie!

Stepan Mussorgsky [ ǚşå÷₣ŗẻễ] ha detto...

"Un altro copyright è possibile."

AHAHAHAHAHAHAHAHHAHAHAHHAHAAHAHAH!

Impagabile :D

Punteruolo ha detto...

Mah, sinceramente trovo la prima argomentazione debole e la seconda fallace per il semplice fatto che può essere rigirata. Un complottista potrebbe dire: se davvero la NASA è stata in grado di compiere un'impresa del genere, al giorno d'oggi avrebbe realizzato altre imprese eccezionali. La risposta è la medesima sia per l'argomentazione complottista che anticomplottista, ovvero che è stata una fase storica particolare che ha reso possibile\necessario tutto questo, da cui la fallacia.

Replicante Cattivo ha detto...

[quote-"Punteruolo"-"/2012/06/xkcd-e-lobiezione-di-fondo-ai.html#c2281175991518358718"]
Mah, sinceramente trovo la prima argomentazione debole e la seconda fallace per il semplice fatto che può essere rigirata. Un complottista potrebbe dire: se davvero la NASA è stata in grado di compiere un'impresa del genere, al giorno d'oggi avrebbe realizzato altre imprese eccezionali. La risposta è la medesima sia per l'argomentazione complottista che anticomplottista, ovvero che è stata una fase storica particolare che ha reso possibile\necessario tutto questo, da cui la fallacia.
[/quote]

Hai ragione: il complottista rigirerebbe l'argomentazione come dici tu. Ma in quel modo, non farebbe altro che dimostrare l'inconsistenza della sua teoria, applicando un altro comportamento tipico dei complottisti in difficoltà. Infatti, nel momento in cui dice che l'allunaggio (cito le tue parole) "si è svolto in un periodo storico che permetteva/rendeva necessaria un'impresa del genere, mentre ora questa situazione non si è più verificata", non solo dice tutto e il contrario di tutto, ma non fa altro che aggiungere l'ENNESIMA variabile con cui tenta di "limare" la realtà dei fatti, per adattarla alla sua teoria (quando invece dovrebbe essere il contrario).
Infatti, in base a quale criterio, il 1969 era "una fase storica particolare" mentre oggi, con una crisi economia mondiale e due guerre sul groppone degli USA, non lo è più?
In base a quale criterio ai tempi "era possibile" quell'impresa, mentre oggi non sarebbe possibile un'altra conquista spaziale (come lo sbarco su Marte o la creazione di una "semplice" colonia lunare)? In fondo, se si vuole credere che ai tempi ci fossero i mezzi per falsificare una missione sulla luna, è difficile pensare che la Nasa, 40 anni dopo, non abbia le tecnologie per realizzare un falso filmato dello sbarco su Marte.

Qualsiasi risposta che il complottista darebbe a queste due domande, sarebbe una sua personalissima e opinabilissima serie di opinioni, non supportate da fatti. Inizierebbe a considerare più importante l'aspetto X, tralasciando l'aspetto Y...e tutto ciò avverrebbe in maniera arbitraria, solo per riuscire a far tornare valida la sua teoria. Quindi, da un lato ci sarebbe la teoria complottista, piena di variabili, piena di "correzioni", piena di opinioni personali...dall'altra un fatto regolarmente documentato, i cui dati sono perfettamente coerenti e riconosciuti dagli esperti che li hanno valutati.

Ti faccio un esempio. Il complottista mette in dubbio la veridicità di qualsiasi evento che possa avere un risvolto politico (l'uccisione di Bin Laden, l'aggressione a Berlusconi, l'arresto di un boss camorrista ). L'argomentazione tipica è che "dato il periodo particolare che stiamo vivendo" (????) "si cerca una notizia che possa distogliere l'attenzione da altri eventi sfavorevoli al politico X o, addirittura, che possano regalargli popolarità".
Beh così è facile: ogni giorno c'è una magagna politica che si vorrebbe nascondere. Ed ogni giorno un politico cercherà di usare a suo favore una notizia, sia che si tratti di una violenza subita, sia che si tratti di una conquista della sua amministrazione. Ma questo non può assolutamente essere una prova dell'esistenza di finti terroristi in grotte di cartapesta, di sangue finto sparato in faccia con uno spruzzino, arresti ad orologeria ed altre situazioni che implicherebbero una quantità di variabili e un richio di errore troppo grande per renderne sensata l'attuazione.

Van Fanel ha detto...

E allora Sean Connery si rivolge a Womack e gli dice: "You are between the Rock and a hard case." Mi sono piaciuto :)

Io non avevo capito questa scena dei Simpson finché non mi hanno spiegato che "between a rock and a hard place" equivale al nostro "tra l'incudine e il martello".

Tukler ha detto...

Un complottista potrebbe dire: se davvero la NASA è stata in grado di compiere un'impresa del genere, al giorno d'oggi avrebbe realizzato altre imprese eccezionali.
E a quel punto gli spiegherei il significato della parola "eccezionale".

Leiba ha detto...

Mai discutere con un complottista:

Non discutere mai con un idiota: la gente potrebbe non notare la differenza.
Arthur Bloch

Patafrulli ha detto...

@Jekron

ma in italiano come era stato tradotto il dialogo??


guardando le puntate in lingua originale, mi sono resa conto che per esempio la sit-com conosciuta come "la tata" ha tantissimi giochi di parole che in italiano sono pesantemente snaturati (temo che sia difficile fare altrimenti) ed è un vero peccato!!