skip to main | skip to sidebar
87 commenti

Antibufala: la sposa di 8 anni morta nello Yemen

Da qualche tempo circola la notizia di una bambina yemenita di otto anni, Rawan, che sarebbe morta dopo essere stata stuprata dal marito quarantenne nel corso della loro prima notte di nozze. Stando alla ricostruzione di Snopes.com, la notizia è partita da un giornale kuwaitiano, Al Watan, che l'ha ripresa da un giornale yemenita, Al Mashad.

Le autorità yemenite smentiscono, stando al Gulf News di Dubai, ma il giornalista che ha pubblicato inizialmente la notizia, Mohammad Radman, insiste che la vicenda è autentica. La Reuters ha contattato due persone abitanti a Meedi, il luogo dove si sarebbe verificata la morte, e da loro ha avuto conferma dell'autenticità della notizia.

Secondo quanto riportato dalla RSI, Rawan è invece viva e non è mai stata sposata: un magistrato ha presentato la bambina alla stampa.

Difficilmente si potrà mai appurare cosa è successo realmente: presentare un'altra bambina e dire che è Rawan sarebbe molto semplice.

Inizio a pubblicare qui questi brevi appunti, caso mai ci fossero ulteriori sviluppi di questa vicenda, che faccio davvero fatica ad associare a un termine frivolo come “antibufala”: a prescindere dal caso di Rawan, la condizione delle donne nelle Yemen è comunque atroce oltre ogni immaginazione.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (87)
E' verissimo che le condizioni delle donne yemenite sono atroci e inimmaginabili. E' anche vero che l'occidente ricco e anti-islamista (per questioni economiche tra l'altro) trae vantaggio dal screditare in qualsiasi modo quei popoli, magari per giustificare interventi militari in zona. Lo dico così, senza saper nè leggere nè scrivere.
Grazie che ti occupi anche di argomenti, come dire... scottanti
In particolare: se verificate le notizie tragiche riportate dai media italiani, troverete all'estero la stessa notizia con finali spesso più lieti, con tanto di documentazione.
Sembra che in Italia ci sia una propaganda catastrofista o pessimista, anche se non so a che scopo. Non credo che sia solo per necessità di scena, perché la gente ama anche i lieto fine.
Spero proprio sia una palla del giornalista per lo scoop. Ma sarebye comunque una schifezza inventare una simile notizia allo scopo. Paperolibero
il fatto è che queste notizie sono davvero molto credibili proprio perchè verosimili a causa delle condizioni di codesti paesi

in altre parole se fosse falsa è facile farla passare per vera, se fosse vera sarebbe facile farla passare per falsa presentando una finta Rawan sana e salva

solo gli astronauti quando guardano la terra non vedono il mondo di m. in cui viviamo
L'unico modo per verificare se le autorità hanno effettivamente indagato o si sono solo affrettate a smentire potrebbe essere di analizzare i tempi della smentita: il distretto di Harad (leggo su Wikipedia) conta 93000 abitanti, Identificare una bambina solo dal nome di battesimo richederebbe un po' di tempo (a meno che l'articolo originale non riportasse anche il nome del villaggio).
@Baolo5

"Screditare" è una parola che implica una diffusione di notizie inventate... un po' più sistematica di quanto effettivamente avvenga.

La realtà dei fatti è che l'occidente ricco ed impigrito dalla propria ciccia tende a tralasciare questi dettagli spiacevoli su dei fornitori di combustibili fossili.

In effetti qualcuno anche si stufa di denunciare queste cose, per sentirsi dire che sono inventate per screditare ingiustamente qualcosa che nella fantasia dei pingui e vigliacchi è il villaggio dei puffi e non ottenere alcun risultato che giovi realmente a queste "Rawan".

Poi se vuoi mostrarmi come vivono i ricchi o i nobili a Dubai per dimostrarmi che la Panarabia è un paradiso con macchine volanti, cani da ciechi meccanici e piste da sci nel deserto...
Parliamo di una minoranza molto esigua.

Se vuoi possiamo metterci a parlare di India, Bosnia o Uganda, i tre posti dove il problema non sono gli islamisti.

A proposito, sai quale è la differenza fra "islamico" ed "islamista" ?
Sapevi che un islamista può non essere islamico?
Da una parte, le condizioni reali delle donne di quel paese che fanno veramente paura. E dall'altra notizie come queste, che non fanno altro che gonfiare odio e sdegno. Non saprei dire cosa fa più paura.
@ puffolottiaccident

Mi confonde non poco la tua risposta. Percepisco personalmente un significato a zig zag (e nemmeno c'è Gargamella per giunta) e sinceramente non so come risponderti o che reazione volevi provocare
So ben la differenza e apposta non ho usato islamico ma islamista. E un islamico non può esser un islamista per il semplice fatto che islamico è aggettivo, divenuto di uso sostantivato negli ultimi 10/15 anni a indicare il mussulmano.
Se hai voglia di riespormi il tuo pensiero te ne sarei davvero grato

salve, sembra strano che questa povera bimba muoia dal 2011:
https://www.facebook.com/photo.php?fbid=4815234997087&set=gm.10151841150214520&type=1&theater
Il problema della veridicità della morte della bambina è, secondo me, secondaria. Quello che rimane comunque mostruoso è la possibilità che una bambina di 8 anni possa essere data sposa ad un uomo di 40 anni. Anche se non subisse lesioni fisiche. Questo fatto dovrebbe essere, come l'infibulazione, considerato dall'ONU come crimine contro l'umanità. La religione islamica non c'entra nulla, da nessuna parte nel Corano ci sono indicazioni che spingano a questi comportamenti, questi sono comportamenti tribali che nulla hanno a che vedere con la religione.
@Baolo5

islamista è chi vorrebbe un governo basato sul corano, retto da uomini di fede su tutto il pianeta, e non è necessariamente un musulmano.
Anti-islamista è chi vorrebbe un governo laico oppure retto sui principi di qualche altra religione o ideologia.

Islamico è quello che ha a che fare con la religione islamica, ed è sinonimo di musulmano.

Musulmano è chiunque provenga da una famiglia islamica oppure si è convertito alla religione islamica attraverso un rito detto "shahada"

Chi proviene da una famiglia musulmana è automaticamente musulmano, anche se non segue i precetti del corano (Uno dei quali è la jihad, o "sforzo" si riferisce al proselitismo). Quest'ultimo tipo di persona è detto "musulmano moderato", mentre nelle altre religioni, lo stesso tipo di persona (ad esempio un cristiano che mangiasse carne al venerdì o un induista che mangiasse carne bovina) è detto "non praticante"

Il corano professa esplicitamente il dovere per il musulmano di persuadere chi gli sta intorno a convertirsi all'islam.

l'insieme dei musulmani è detto umma, che è anche l'etimologia della parola napoletana aumm-aumm che sta ad indicare varie forme di nepotismo, così come il tipico saluto musulmano "Salam alekyum" è l'etimologia della parola "salamelecco" che indica convenevoli formali.

---

La situazione in yemen non è dissimile da quella in Europa nel passato, ed ancora oggi in Europa la donna ha nella vita delle difficoltà in più rispetto all'uomo, forse questa è la parte disgustosa.

La parte disgustosa è che, tanto per giocare agli intellettuali raffinati oppure per semplice terrore si sta buttando via i progressi accumulati nei secoli invece che andare avanti sulla via del progresso.

lo ho già detto, possiamo anche parlare dei paria indiani, dei massacri in Kosovo o in Uganda, dei bordelli per pedofili nel sud est asiatico... o magari a trecento metri da casa tua.

Ma che possiamo farci...

"quelli*" son tipi che son rapidi a tirar fuori il coltello, non glie ne frega di andare in galera e stanno un secondo a chiamar vicino dieci amici, e non è bene essere beccati a parlarne male, se si risentono son botte.

*E qui mi riferisco a persone che possono provenire da tutte le confessioni religiose.

@Loredana Gasparri

Sai di cosa dovresti aver paura? Del fatto che se in Italia vieni aggredita, anche in un posto relativamente affollato in un ora non particolarmente "criminale" potrebbe succedere che nessuno interviene in tuo soccorso perchè in quel luogo nessuno dei 20 o 30 presenti ha le palle per interporsi fra te ed il tuo aggressore.
Ripeto, sto parlando dell'Italia, non dello Yemen.
Fino a quarant'anni fa i processi per stupro erano totalmente sbilanciati in favore dello stupratore, ed era prassi comune colpevolizzare la vittima, poi qualcuno si è incazzato e si è arrivati ad una situazione un po' meno peggio.
Vogliamo andare avanti o tornare indietro?

Personalmente in un paese islamico io ci sto come un cammello fuor d'acqua, quindi direi che non è un problema mio.
Grande Giove, un commento di Puffolottiaccident senza metafore e perfettamente comprensibile alla prima lettura.

È un altro segno dell'imminenza dell'Apocalisse :-)
@Paolo Attivissimo

Scusa, rimedio subito. :)


Steve Irwin ha insegnato molto, a chi ha voglia di capire.
Poesia araba - Hassan Abdullah Bin Salaam
"Grande Giove, un commento di Puffolottiaccident senza metafore e perfettamente comprensibile alla prima lettura."

Leggendo il suo post ero sempre piu' terrorizzato.
Poi ho pensato a quanti gigawatt (cit. inversa)) di testi criptici puffolottesi ci toccheranno per riequilibrare l'universo...e mi e' venuta davvero paura.
.. e volevo aggiungere, non solo l'ho capito, ma sono pure perfettamente d'accordo con lui
Che queste cose succedano è vero, ho letto 2 anni fa circa Io, Nojoud, dieci anni, divorziata. Dal libro si spiega che la legge yemenita permette questi matrimoni ma non permette di "toccare" le spose bambine, fino al loro sviluppo. Ma quella legge spesso non viene rispettata ... Poi nel caso specifico non saprei.

Dal libro :
<< Un emendamento alla
legge sul matrimonio, entrato in vigore nel 1999, autorizza i genitori a maritare le proprie figlie prima dei quindici anni di età, a condizione che il marito prometta di non avere rapporti con la sposa finché essa è impubere). Maquesta condizione, abbastanza vaga da essere soggetta a interpretazioni
arbitrarie, viene raramente rispettata. >>
@puffolottiaccident
Ho perso, prestato o ceduto il manuale di Storia delle religioni e del pensiero religioso in cui studiai all'università per cui non so ben citarti le definizioni riportate ivi che parzialmente si differenziavano da quanto citi tu.
Poi alle fine della fiera qualcuno disse "il significato sta nell'uso" e credo avessi ben capito cosa intendevo dire.
Se vuoi possiamo parlare di tante situazioni in tutto il mondo vicine e lontane ma non mi piace pisciare fuori della tazza: Il post parlava dello Yemen e non di una presunta Panarabia.

PS: è possibile attivare delle notifiche?
@Puffolottiaccident

Personalmente in un paese islamico io ci sto come un cammello fuor d'acqua, quindi direi che non è un problema mio.

Ogni tanto mi ricordi Drogo; una vita intera ad aspettare i tartari...

;-)
@Motogio

Risponde la segreteria telefonica del guerriero nero. Il guerriero nero ha rubato una motocicletta ed è andato a vivere in montagna. Vi preghiamo di rivolgervi al guerriero nero corrente.
Fino a quarant'anni fa i processi per stupro erano totalmente sbilanciati in favore dello stupratore, ed era prassi comune colpevolizzare la vittima, poi qualcuno si è incazzato e si è arrivati ad una situazione un po' meno peggio.
Vogliamo andare avanti o tornare indietro?


Certo, è un po' meno peggio. Ad esempio oggi non siamo più alla situazione in cui "se ti sei messa la minigonna, allora te la sei cercata".
Però ad esempio siamo arrivati al punto in cui, se una donna accusa di stupro o di percosse chicchessia, la sentenza popolare e mediatica è già stata data al momento stesso in cui esce la notizia. Poco importa se la notizia si scopre inventata o senza fondamento: quando la cosa si scopre, ormai il danno è già stato fatto.
Anche se la persona accusata viene dichiarata innocente, ha comunque vissuto un periodo della sua vita marchiato con uno delle peggiori infamie immaginabili...da cui probabilmente non si scrollerà mai più (anche perchè, a quel punto, la cronaca giornalistica non avrà più interesse nel riprendere la notizia),
Certo, la giustizia può anche darti ragione e riabilitarti. Ma se ormai tutti ti hanno additato come uno stupratore o uno che picchia le donne, la giustizia non può far nulla per aiutarti.

Ad esempio, tra luglio e agosto i tg hanno parlato di numerosi casi di violenza avvenuti nei locali delle città di mare, avvenuti tramite la "droga dello stupro". Saranno stati tutti verificati e confermati? Non lo sapremo mai...ormai l'onda mediatica era stata cavalcata a sufficienza, quindi si può parlare d'altro.

Siamo passati da un mondo in cui si colpevolizzava la vittima ad uno dove si colpevolizza -preventivamente- l'accusato. Schifo per schifo, non so cosa sia meglio/peggio....
@Puffolottiaccident

Personalmente in un paese islamico io ci sto come un cammello fuor d'acqua, quindi direi che non è un problema mio.


... un dubbio. Come ci sta un cammello a mollo? Tra l'altro vivono in paesi freddissimi, credo che evitino di bagnarsi, sono i dromedari che vivono nei paesi arabi... quanti guai hanno combinato le sigarette Camel! :-)
@Replicante cattivo

Stessa cosa che i vaccini:

è meglio avere un ambiente in cui un centinaio di bambini su svariati milioni viene ammazzato da un vaccino oppure

un ambiente in cui due bambini su cinque sopravvivono per vedere il loro sesto compleanno?

Se si è i parenti di uno appartenente a quel centinaio la cosa disturba parecchio, ma chi garantisce loro che loro figlio/nipote/fratello, nell'ambiente precedente sarebbe stato nel 40% che sopravvive senza?
Lampo13
La religione islamica non c'entra nulla, da nessuna parte nel Corano ci sono indicazioni che spingano a questi comportamenti,

C'entra, c'entra... ben oltre le cripte di Morgagni: Aisha.

questi sono comportamenti tribali che nulla hanno a che vedere con la religione.

Già, e fra tre mesi passa Babbo Natale.
@Faber

Non tirare fuori Aisha! Si parla di 1400 anni fa piú o meno. Qualcosa é cambiato nel frattempo. Anche in Europa all'epoca (vedi ad esempio Isabella di Valois che si é sposata a 6 anni, tre anni piú giovane di Aisha!) si facevano di queste porcate. Il mondo era completamente diverso. Assurdo pensare di paragonarlo o interpretarlo con i nostri canoni. Ricordati poi che la media di vita era molto bassa. Queste cose sono accadute in Cina, in India, in Europa, ovunque.
@Gnome

Perchè non si dovrebbe tirar fuori Aisha?.
Quella di Faber è la risposta corretta.

Cioè, se uno dice: "l'islam non vieta di bere vino" oppure "Il cristianesimo non dice di perdonare" oppure "l'induismo dice di ingozzarsi di carne di vacca"

ha chiaramente detto una fesseria.

---

Queste cose son successe anche in Europa, Cina, India, dici.

Vero, e 'sta Isabella di Valois ne è un esempio, ma appunto stiamo parlando del passato, quando succedeva anche di creapare di tetano or such. Ora in Europa 'ste cose succedono molto meno e sono in generale malviste.
Anche molti musulmani, di fronte a qualcuno di cui si fidano ammettono che il corano era avvenieristico et illuminato 1400 anni fa ma oggi è anacronistico, ma non lo direbbero mai vicino alla moschea per paura che qualche esagitato decida che è il caso di punirli

---

La cosa buffa è che tu non saresti capace di dirlo loud and clear in un documento firmato, per paura che poi qualche ninja ti aspetti sotto casa tua.
Molti musulmani, così come molti cristiani, non prendono alla lettera il testo di riferimento, si fanno una birretta ogni tanto o un hamburger di venerdì, e se al venerdì sera una piacente signorina gli viene vicino non sempre han la temperanza di dire "scusi signorina ma Maometto e/o Gesù non vuole che si faccia così"

Se trovano un lavoro da 2000 Euro al mese che prevede di stare al venerdì, o al sabato o alla domenica*... magari è il prete, il rabbino o l'imam a dire: "Ma ***** ***m vacci! Non inventarti scuse per stare tutto il giorno al bar a giocare a carte** e lasciar tua moglie a sopravvivere col sussidio di disoccupazione."

Queste cose son vere e possiamo osservarle...

Tuttavia mettersi a dire cosa c'è o cosa non c'è in un libro che viene generosamente e graziosamente regalato a chiunque voglia consultarlo...

Sarebbe come dire che nella serie "star trek" non c'è il teletrasporto o che in "Pinocchio" non c'è nessuna balena, una fesseria.

Per le nostre conversazioni c'è bisogno di un nome per questa cosa...

Il termine "islamofobo" è già stato dato a chi, come me, quando qualcuno afferma una cosa del tipo: Nel corano non appare affatto La frase " risponde: " Sono le prime 4 parole del versetto 191 della seconda sura del corano" (Spero che adesso nessuno sia così PIRLA da saltar fuori a strillare che 3 versetti dopo c'è scritto "ma se desistono lasciateli stare" or such)

Boh, sicchè sarei un islamofobo. Strano, per qualsiasi altra cosa il termine fobia indica una paura, un terrore incontrollabile, del tipo che se un aracnofobo vede un ragno penzolare dagli stipiti di una porta ci pensa due volte prima di salvarsi da un incendio... ma vabbè quando si parla di islam e musulmani sembrano saltar fuori "special needs" di continuo...

Dunque, come chiamiamo chi si inventa per un libro sacro contenuti che non ci sono o apologizza criminali che apparentemente si sono ispirati ad un libro sacro?
Bè, visto che come ho detto e ripetuto la parola "islamofobo" è già stata data per altri tipi di persona, ne propongo una.

"Donrodrigofobia"



*il riposo settimanale è una tradizione abramitica

**Vietato dall'islam, così come gli scacchi e le freccette. In Iran il possesso di scacchi può portarti in galera, più o meno come il piratare film nel mondo occidentale.
**Vietato dall'islam, così come gli scacchi e le freccette. In Iran il possesso di scacchi può portarti in galera, più o meno come il piratare film nel mondo occidentale.

E nella valle di Paghman gli aquiloni non volano più...

Forse, ogni tanto, se lasciassimo da parte le ideologie e il nostro buon cuore tanti problemi si sarebbero già risolti da soli e gli aquiloni volerebbero ancora in mano ai bambini nei cieli di quelle terre martoriate.

Ma la soluzione ci sembrava brutta ...loro con i loro mostri d'acciaio, e così ci siamo immischiati in una guerra che non era nostra perché Davide ha sempre ragione; e poco importava che a Davide non piaccia che le bambine sorridano.

Poi, senza sapere come, siamo diventati noi Golia.... ma Davide ha vinto ancora perché la ragione è sempre dalla sua parte; intanto Sharbat è diventata donna, ma non sorride ancora.

Ps. Il post non è in risposta al guerriero nero e non si limita all'Afghanistan (sostituire Afghanistan con Tibet, Palestina o altri paesi a scelta; non tutti ma molti).

Pss: Un piccolo omaggio musicale a tutte le Aisha del mondo.
Giusto Motogio.

"Gli americani gli tirano missili perchè non vogliono il capitalismo, i talebani li prendono a fucilate perchè non vogliono l'islamismo,

Ma noi comunisti che siamo bravi e buoni facciamo volar via mani e piedi ai loro bambini con le mine perchè noi abbiamo la verità in tasca e non possiamo permettere che gli Afghani vivano nell'errore. Imporre il capitalismo o l'islam o il fascismo è per il bene dei capitalisti, degli islamici o dei fascisti, per non parlare poi di gesù bambino...
Mentre noi che rappresentiamo la giustizia increata imponiamo loro il comunismo, dovessimo ammazzarli tutti, per il loro stesso bene."

Guarda che chi ha fatto piangere la bambina dagli occhioni verdi son proprio i comunisti.

Sempre la merda: "Tutti gli altri sono avidi e corrotti, ma io lo so cosa è bene per te."
@puffolottiaccident

Sempre la merda: "Tutti gli altri sono avidi e corrotti, ma io lo so cosa è bene per te."

Quale parte della mia frase precedente (se lasciassimo da parte le ideologie e il nostro buon cuore tanti problemi si sarebbero già risolti da soli) ti ha indotto a credere che io tifassi per i sovietici?

Quella era una guerra che non ci riguardava ma il nostro "buon cuore" ci ha indotti a scendere in campo con i nemici dei nostri nemici pensando che questo bastasse a renderli nostri amici; si sono visti i risultati...

I sovietici è dal '89 che se ne sono andati, con la coda tra le gambe, ma i bambini afghani continuano a perdere le braccia e le gambe come prima; solo che stavolta la colpa è nostra*.

La bambina dagli occhioni verdi piangeva per colpa dei comunisti, hai ragione ed è probabilmente per questo che gli Stati Uniti foraggiarono i pashtun già un anno prima che i sovietici arrivassero; loro sono sempre stati avanti su queste cose.

*Nostra come occidentali.
questa notizia è vera http://qn.quotidiano.net/2009/09/13/230772-yemen_muore_parto_anni.shtml , verificabile sul sito della ONG Sayej. La notizia poi è stata rimaneggiata più volte, nel 2011 , nel 2012 e pochi giorni fa, ripresa dal daily mail che riporta come fonte "attivisti" (di che non si sa)
Il link pubblicato da EXOCAT viene dalla mia bacheca facebook, ma è ingannevole perchè, ho poi controllato, aprendo i link riportano sempre alla notizia più recente (cioè Rawan). Ho segnalato a Il Gazzettino, Leggo e Unità che la notizia era falsa e solo Leggo ha pubblicato una rettifica. Repubblica ha pubblicato comunque la notizia 2 gioeni dopo, cioè dopo la smentita. w l'informazione
In Iran il possesso di scacchi può portarti in galera,

Ma magari anche no. Il divieto fu in vigore dal 1981 al 1989, e in ogni caso riguardava solamente le partire giocate in pubblico per una posta, con gli spettatori che scommettevano sull'esito.

In Iran gli scacchi sono praticati e diffusi molto più che da noi, dato che viene considerato come una specie di gioco nazionale (l'origine indo-iranica è praticamente certa: "scacco matto" è una trasposizione fonetica del persiano Shah mat, , "il re è morto"). Attualmente l'Iran credo vanti sei o sette Grandi Maestri internazionali (tra cui certamente due donne), che se non vado errato sono più di quelli dell' Italia.

Quando si vuole parlare di civiltà, culture e religioni diverse dalla propria, non si dovrebbe affidarsi completamente ai propri pregiudizi.
ebonsi
Attualmente l'Iran credo vanti sei o sette Grandi Maestri internazionali

Otto:
Amir Bagheri
Pouria Darini
Ehsan Ghaem Maghami
Shojaat Ghane
Asghar Golizadeh
Morteza Mahjoob
Elshan Moradiabadi
Homayoon Toufighi

(tra cui certamente due donne)

Propriamente, Grandi Maestri femminili:
Shadi Paridar
Atousa Pourkashiyan
@Gnome

E' evidente che non hai letto l'articolo o non l'hai capito o ti illudi che l'islam possa evolvere.

Confermo: l'unica attività culinaria sana è presso i fornelli.
motogio
la soluzione ci sembrava brutta ...

Già :-(
I russi (miei rispettati nemici) stavano facendo il lavoro sporco (anche) a vantaggio del mondo civile, ma i soliti furbi (NSFW) si sono voluti impicciare: alludevo anche a questo, quando altrove ho scritto che gli americani giocano con i fiammiferi vicino alla benzina.
P.S. Adesso vogliono giocare in Siria, appoggiando il Bin Laden di turno.
@Ebonsi

La tua obbiezione equivale a: "Il nord america è prevalentemente abitato da amerindi & esquimesi, che praticano uno stile di vita sobrio e bucolico, i cui costumi sono caratterizzati da copricapi adornati con penne d'uccello."

Quando si vuole parlare di civiltà, culture e religioni diverse dalla propria...
Si deve parlare di quello che effettivamente succede e non di quello che gli alberghieri scrivono nelle brochures.

@puffolottiaccident:

No. Il mio commento equivale a precisare che hai scritto una grossa corbelleria, e l'hai scritta perchè soddisfa i tuoi pregiudizi (ideologici, razziali o religiosi, non mi interessa molto) e ti fa sentire superiore e "giusto". Ti stai comportando esattamente come quelli che cominciano, "gli Italiani sono tutti XXXX", "i Tedeschi sono tutti YYYY", "gli Ebrei sono tutti ZZZZ", "gli Americani...." ecc. ecc. Altro che "le cose come stanno".
Semi-OT

Culture... Civiltà... Mah...

Il Canton Ticino ha mostrato cultura, civiltà e buon senso (molto).

Barboneria culinaria, amnesia internazionale, femminume trinariciuto e pederastume vestito di rosso, no.
@Ebonsi

ho detto: "In Iran il possesso degli scacchi può portarti in galera."

Forse avrei dovuto dire "Il possesso di un set per giocare a scacchi" per spiegare che non parlo di un cavallino della Barbie o di scacchi realizzati in polonio (nel caso fosse possibile scolpire il famigerato elemento)

NON ho detto "gli iraniani son tutti così o colì"

Poi, cosa dice Ahmadinejad a riguardo...
Ma tu stai sul serio a sentire quello che dicono certi personaggi?

Riproviamo.

Se dico: "In Sierra Leone l'aspettativa di vita non raggiunge i 30 anni" di che pregiudizi razziali, religiosi o ideologici stai parlando?
La Sierra Leone è un inferno,non ha niente a che vedere con razzismo o religione o ideologia.

Ma possiamo verificarlo subito...

Se un dio ti proponesse fra le alternative:

1)Diventi una cittadina iraniana di 14 anni in una famiglia con un reddito paragonabile a 2000€ mensili in Italia, senza i ricordi della tua vita corrente.

2) Vieni punta da una vespa ogni giorno per un mese (o da un ragno se sei allergica alle vespe).

Diciamo che te ne da una terza:
3) la tua testa viene staccata dal corpo, resa immortale ed utilizzata per l'eternità per esperimenti sulla tortura per mezzo di droghe.

Che mi dici... "Dovrei saperne di più" ?
@Faber

Il Canton Ticino ha mostrato cultura, civiltà e buon senso (molto).

Io non ci vedo nessuna delle tre qualità che hai elencato; specialmente l'ultima.

I guerrieri neri hanno vinto ancora; che cosa lo sanno solo loro.

Fine semi OT
@Faber @Ebonsi

In Iran c'è anche una campionessa di automobilismo, Laleh Seddigh
http://it.peacereporter.net/articolo/6593/

Allora, ripeto:

In Iran il possesso di un set di scacchi può portarti in galera.

E riformulo:

Un po'come il possesso di cocaina in Italia XD
@Motogio

Ero stufo delle figure di palta che i dissidenti o i parenti di reclusi mi fan fare (l'ultima pocanzi) ed ho restituito la tessera, quindi non so dirti come i tesserati han preso la cosa.

Se (in Iran)han problemi con i nobili ed onorevoli guardiani della rivoluzione che la piantino di giocare a scacchi, trombare senza il permesso della polizia, se una cosa è vietata non si fa, se uno la fa che si assuma le sue responsabilità.

Ah no, giocare a scacchi possono farlo anche sott'acqua con le bombole, vabbè, allora che la piantino di trombare senza il permesso della polizia.
@puffolottiaccident

Ero stufo delle figure di palta che i dissidenti o i parenti di reclusi mi fan fare (l'ultima pocanzi) ed ho restituito la tessera, quindi non so dirti come i tesserati han preso la cosa.

Risponde la segreteria telefonica del mite motogio: sono in casa ma sono impegnato. Vogliate provare più tardi.

Ps. hai restituito la moto?
motogio
Io non ci vedo nessuna delle tre qualità che hai elencato; specialmente l'ultima.

Significa che approvi o tolleri o ti è indifferente questo oppure significa altro?

I guerrieri neri hanno vinto ancora

Chi sono i guerrieri neri?
puffolottiaccident
In Iran c'è anche una campionessa di automobilismo, Laleh Seddigh

Articolo significativo.

L'idiozia della barbarie culinaria non mi meraviglia.

L'idiozia dei pennivendoli italioti mi infastidisce.
puffolottiaccident
Ero stufo delle figure di palta che i dissidenti o i parenti di reclusi mi fan fare (l'ultima pocanzi) ed ho restituito la tessera, quindi non so dirti come i tesserati han preso la cosa.

Con tutta la buona volontà non riesco ad arrivarci: cosa significa?
@Motogio

Era la moto di Turandottiscourge.
ho ancora 3 anni di tempo prima che lei possa guidarla su strada.
Con tutta la buona volontà non riesco ad arrivarci: cosa significa?

Faber, parafrasa il Vasco:


Tu vuoi trovare/un senso a questa cosa
anche se questa cosa/ un senso non ce l'ha

Sai che cosa penso/anche se non ha senso
domani arriverà lo stesso/un post di Puffolottiiii...
(ad libitum sfumando)
Ciao Faber

No, non sono indifferente; significa solo che è il mezzo sbagliato da utilizzare per una giusta causa.

La maggior parte delle donne che indossano il Niqab, perché di Burqa in Svizzera non e ho mai visti (tranne forse due a Ginevra; ma Ginevra è un mondo a sé) non sono delle reiette come le donne afghane ma sono donne che per un motivo o per l'altro lo indossano per loro scelta.

Scelta che non condivido ma se è solo per questo non condivido nemmeno l'idea di segregare delle donne in una sorta di harem privandole di ogni contatto non solo con l'esterno ma anche tra di loro; ma in questo caso nessuno ha niente da obiettare perché fa parte della nostra cultura.

Ok, versione anticlericale off: :-)

Ritornando al nostro discorso: legge giusta o legge sbagliata? Giusta nello spirito, forse, ma all'atto pratico?

Le donne che oggi indossano per loro scelta il Niqab continueranno a mandare le loro figlie in scuole pubbliche come accadde oggi permettendo loro di formare uno spirito critico che le permetterà un giorno di emanciparsi (se vorranno ma potrebbero continuare sulla strada intrapresa dai loro genitori se questa è la loro scelta), o si isoleranno come accade nelle banlieue francesi?

Osama aveva un progetto (direi ordito un complotto ma qui sul disinformatico suona male) e fino a oggi devo tristemente constatare che il suo progetto sta funzionando alla grande; spero solo che il suo piano fallisca ma combattere il nemico sul campo di battaglia da lui scelto e con i modi da lui sperati non da mai dei grandi risultati.

Ot storico: come sono lontani quei tempi in cui il sia sempre lodato Ronald Reagan dedicava una missione dello Shuttle al valoroso popolo afghano.

Ps. il mio sarcasmo non è diretto al popolo afghano perché, anche se come padri e genitori lasciano un po' a desiderare, come combattenti per la libertà sono un popolo fenomenale; Afghanistan, cimitero degli Imperi, e non solo per modo di dire.

Chi sono i guerrieri neri?

Quelli che rubano le motociclette degli uomini dal carattere mite.
@Faber

Con tutta la buona volontà non riesco ad arrivarci: cosa significa?

Mai sentito parlare di Radio Londra?

@Motogio

Se per te Turandotti ha un carattere mite...

Allora esistono al massimo una decina di persone rissose al mondo.
ora sul fatto di velarsi il capo bisognerebbe tenere conto che lo facevano anche le nostre donne una cinquantina d'anni fa...
@Puffolotti

Se per te Turandotti ha un carattere mite...

Non conosco la signora Turandotti quindi non posso esprimere un opinione sul suo carattere; ma se è parente di quella dei tre enigmi ha tutta la mia solidarietà.

Ps. avevo scritto che mi ricordavi Drogo non Calaf; lo so che sempre di tartari si parla ma sono due storie leggermente diverse ambientate in epoche diverse; insomma Drogo in fondo era una brava persona, Calaf rientra nella categoria dei furbetti....
@GuidoDr

Non si parla del velo sulla testa, si parla di indumenti che coprono interamente il volto, tipo un casco da motociclista a specchio.

Le mie obbiezioni riguardo al cosiddetto velo integrale è che

1) è una di quelle cose che gli americani chiamano "Issue" Se stessi studiando inglese da solo usando internet come fonte penserei che "issue" significa "costo pubblico" E Allah sa già che ne abbiamo abbastanza con ubriaconi, drogati, sciachimicisti.

è anche un posto comodo in cui far scivolare scatolette dagli scaffali dei supermercati. E non serve essere donne o musulmani per indossarlo.
Il cassiere che avesse dei sospetti lascerebbe correre perchè non gli va di farsi mangiare la faccia da qualche buonista di turno.

La contro obbiezione di alcuni musulmani con cui stavo prendendo il caffè è stata "A nessuno verrebbe in mente di vestirsi da donna, e se ci provasse lo scoprirebbero subito dalla camminata" Questa la ho riportata perchè è buffa... non tanto perchè perchè è falsa, ma perchè fino a cinque minuti prima la conversazione verteva sull'elogio alla femminilità di travestiti e transessuali, in cui qualcuno ha anche detto: "Se uno non ha voglia di far figli dovrebbe sposarsi un T.S."

2) offre un comodo rifugio a delinquenti, che potrebbero muoversi liberamente senza allarmare i poliziotti che li stanno cercando. Rifugio consolidato dal fatto che se dei poliziotti chiedessero a qualcuno che indossa il velo integrale di farsi identificare i buonisti starnazzerebbero allo stupro.

@Motogio

Io non aspetto niente, prendo atto della situazione e mi adatto.

Se ad esempio vedessi (In Italia) degli energumeni che stanno assalendo una donna, non importa quale donna, basta chiedere ad uno di loro come si chiama...

Se risponde: "cipolla! sono il figlio del sindaco di milano" oppure "io sonos rodrigos, il colombianos piùs figos" allora mi tuffo per permetterle di scappare, sperando che poi non mi servano troppi rattoppi

Se invece risponde "Io sono ahmed" Tiro dritto ed eventualmente allerto la polizia, chè non mi va di finire nelle rogne perchè i miei connazionali son scemi.

Problema di altri, non mio, mi spiego?
@Puffolotti

Io non aspetto niente, prendo atto della situazione e mi adatto.

Quello che faceva Drogo ;-)

Se invece risponde "Io sono ahmed" Tiro dritto ed eventualmente allerto la polizia, chè non mi va di finire nelle rogne perchè i miei connazionali son scemi.
Problema di altri, non mio, mi spiego?


Non esageriamo, quella è una regola universale; se i balordi si chiamano Ahmed, Dracu o Alessandro cambia poco.
Se possibile chiami la polizia e basta; se non basta fare la cosa giusta non significa fare la cosa migliore per me ma si sa che non è molto salutare.

La Kobayashi Maru non è mica un invenzione di Roddenberry :-)

Comunque tu stai parlando di un problema di percezione (poverini sono poveri ergo sono buoni, si comportano male ma la colpa è nostra che li sfruttiamo) ma che c'entra con l'Islam?
I pericoli dell'Islam non sono quei tre o quattro balordi che si fanno grandi sfruttando il nostro buonismo; fossero solo quelli i problemi...

Comunque non ci sono riusciti i fascisti e i comunisti a dominarci vuoi che ci riescano loro?
Ok anche a Kabul nel '70 andava di moda la minigonna ma abbiamo percorso strade diverse e abbiamo filosofie diverse sulle nostre spalle quindi qualche speranza la mantengo.

Anche se ho sentito che se ti arruoli nelle armate della Love Jihad non solo non devi combattere, se non con le armi dell'AMORE, ma ti regalano anche una motocicletta.; mah.. :-D




motogio ha commentato:
Ciao Faber

Ciao, motogio :-)

significa solo che è il mezzo sbagliato da utilizzare per una giusta causa.

Quale potrebbe essere un mezzo giusto?

La maggior parte delle donne che indossano il Niqab, perché di Burqa in Svizzera non e ho mai visti (tranne forse due a Ginevra; ma Ginevra è un mondo a sé) non sono delle reiette come le donne afghane ma sono donne che per un motivo o per l'altro lo indossano per loro scelta.

Mah:
1. IMO, c'è più sicurezza per tutti dove, nei luoghi pubblici o aperti al pubblico, tutti mostrano la faccia.
Nel Canton Ticino, non so; in Italia è obbligatorio da almeno 80 anni, salvo eccezioni a tutela dell'integrità fisica (casco in moto, sciarpa/passamontagna al freddo); fermo restando che mostri la faccia quando scedi dalla moto o la polizia ti dice di mostrare la faccia (ma anche il bigliettaio che ti controlla la tessera dell'autobus).
Il singolo deve adattarsi alla legge generale, non la legge all'eccezione singola; altrimenti, in nome della libertà di boccaloneria, arriviamo a queste burle; aspetta solo che si diffonda fra 200 adepti una religione del c**** più sincera delle altre, in cui si gira in piazza con il *** in mano: loro sì e tutti gli altri in galera?
2. per intervenire mi basta una minoranza oppressa dal megastraccio.

Scelta che non condivido ma se è solo per questo non condivido nemmeno l'idea di segregare delle donne in una sorta di harem privandole di ogni contatto non solo con l'esterno ma anche tra di loro; ma in questo caso nessuno ha niente da obiettare perché fa parte della nostra cultura.

Ho molto da obiettare: se ci dici dove è avvenuta la segregazione, presenterò denuncia penale alla locale stazione dei carabinieri, con richiesta di immediata liberazione delle prigioniere.

Le donne che oggi indossano per loro scelta il Niqab continueranno a mandare le loro figlie in scuole pubbliche [cut] ?

E' meglio che le mandino nelle scuole private: le ragazze vedranno da sé la differenza fra il mondo civile e la scuola culinaria (ovviamente, scuole senza un centesimo a carico dello Stato, come dovrebbe essere per qualunque scuola abbia anche una sola regola più restrittiva di quelle dello Stato).
@motogio

La polizia non dispone di teletrasporto... anyway. Se vuoi un risultato differente che il pieno successo dell'aggressione devi farti avanti e strillare "hey tu porco... levale le mani di dosso."
Meglio ancora sarebbe spaccare l'atlante ad uno degli aggressori, ma è vietato.

Lo ho detto più di una volta, possiamo parlare dell'India, dell'Uganda o del Kosovo, se vi va.

Quanto al fascismo che non avrebbe dominato l'Italia... Mi risulta qualcosa di differente...

In ogni caso, non aspettarti di addestrare un cane a cagare dove dovrebbe dandogli premi quando caga su muri e soffitti e punendolo quando la fa nel posto giusto.

Poi con tutta l'attenzione che i detenuti non scambino un carcere per una galera, che la zuppa sia servita ai reclusi esattamente a 41.4°C che lo stupratore non si senta avvilito dai pregiudizi della pubblica opinione... Si finisce per condannare alla miseria il pirla che riga dritto.

Per quanto riguarda i religiosi, chi ha "special needs" va privato della capacità di agire.

Tipo:

Stato -Quindi la tua religione ti impone di portare un colapasta in faccia? e se non porti un colapasta in faccia?
Religioso -Andrò all'inferno dove succederanno cose terribili.
Stato -Addirittura...
Religioso -Si, terribilissime.
Stato -Allora non puoi avere una patente di guida, non vorrei mai che a causa del colapasta provocassi un incidente.

Questo è come ci si dovrebbe rapportare a tutti quelli che arrivano con bisogni particolari, e ci si aspetta che una persona intelligente afferri il problema al volo.

Ma alla fine, e che gurko, son solo gli islamici che vengon fuori con questi "special needs", perchè non mostri un po' di rispetto per chi riga dritto e si adatta alle leggi dello stato che lo ospita?
@ puffolottiaccident

Sarebbe come dire .... che in "Pinocchio" non c'è nessuna balena, una fesseria.
In Pinocchio non c'è alcuna balena infatti, c'è il pescecane. :)

Tornando in topic, credo che purtroppo ci sia una guerra mediatica assurda in cui l'interesse sia quello di creare fazioni nette ed estremiste, anche ove non vi sono.
A differenza di una comprensione e di una tolleranza, si va verso una continua religion war a tutti i livelli e in tutte le circostanze. Queste notizie, vere o false che siano, servono ad ambedue gli schieramenti creati per dare credito alla propria posizione.
@puffolotti

La polizia non dispone di teletrasporto... anyway.

E io che ho detto? Sei in una situazione di c...a qualunque cosa farai. Ma non mi dire che se al posto di un paio di islamici trovi un paio di devoti ortodossi la situazione cambia.

Quanto al fascismo che non avrebbe dominato l'Italia... Mi risulta qualcosa di differente...

Quando ho nominato l'Italia? Io e Faber stavamo parlando della votazione avvenuta dalle mie parti qualche giorno fa.

Ma alla fine, e che gurko, son solo gli islamici che vengon fuori con questi "special needs", perchè non mostri un po' di rispetto per chi riga dritto e si adatta alle leggi dello stato che lo ospita?

Ma di quali special needs stai parlando? Del Burqa o cosa perché forse non ti rendi conto che ogni comunità ha le sue esigenze particolari; alcune anche buffe ai nostri occhi.

Poi "ospita" cosa significa? Il signore al centro di questa foto è svizzero ed è nato in Svizzera come questa signora che se non sbaglio è la seconda donna al mondo di origine ebraica a diventare presidente di una nazione.
puffolottiaccident
perchè non mostri un po' di rispetto per chi riga dritto e si adatta alle leggi dello stato che lo ospita?

Perché noi italiani siamo forti con i deboli e deboli con i forti.

Perché trinariciume e pederastume si illudono che la mandria culinaria rimpiazzerà le perdute mandrie italiche.
@Simone Ferrari

Chissà perché ho pensato alla versione disney che è la seconda più disgustomatica... (La peggiore, manco farlo apposta, è quella turca.) ma non starò ad arrampicarmi sugli specchi.
O.K. allora facciamo Moby Dick...

Tornando in topic.

Lasciar perdere non è una buona tattica.

Se io odiassi i musulmani direi quello che hai detto al preciso scopo di irritare degli utili idioti che magari han problemi di cattivo vicinato.

Che è quello che otterresti col tuo intervento se qualcuno di quei mentecatti seguisse gli interventi fino ad ora.
Dire: "ma ***** ***, cosa siete, bambini di 5 anni?" quando qualche sedicente portavoce parla di offesa del sentimento religioso o di necessità particolari...
Andrebbe a vantaggio di coloro che vogliono integrarsi.
Il musulmano che non è d'accordo con questo paragrafo è un piantagrane.
1000%?
1%?
Si smetta di starnazzare come paperi e chi non è un piantagrane lo dica senza strillare, sputacchiare, agitare le mani.

Niente dà agli "indiani" un sentimento di xenofobia quanto il dover dare i frutti del proprio lavoro agli stranieri.

Per questi motivi il tuo discorso è controproducente.

"credo che purtroppo ci sia una guerra mediatica assurda in cui l'interesse sia quello di creare fazioni nette ed estremiste"

Io credo il contrario. Io credo che i giornalisti non han voglia di litigare con bravacci di chichessia. Cioè, mi son fatto questa idea leggendo articoli riferiti a situazioni in cui, molto semplicemente, c'ero.
@Motogio

Stavo parlando dell'Italia, ad un certo punto dell'Iran.

Che cavolo vieni a dirmi della Svizzera? non so neanche indicarla su una mappa.
è come se io avessi detto: "In Francia c'è una struttura iperstatica in ferro alta più o meno 300 metri"
e tu saltassi fuori a dire che "In svizzera non c'è nessuna struttura iperstatica in ferro alta più o meno 300 metri"
La risposta non può che essere: "Buon per gli svizzeri.

Ma il tuo post dimostra una cosa che volevo dire a Simone Ferrari:

Se si abbassa la cresta, i malandrini imparano presto che hanno ampio respiro, se ci si mostra pronti a difendere i deboli tanti che farebbero i malandrini di fronte al garantismo preferiscono andare a vivere altrove... In Italia o in Francia, ad esempio.

Quando ho qualcosa che a me non serve... se qualcuno mi dice "Hey, quello non è spazzatura, perchè lo butti via? a me piace tantissimo". Glie lo regalo.
A noi tali soggetti non piacciono, a loro piacciono, tutti i problemi son risolti. :)

Saluti da RGB.
@Faber

Quale potrebbe essere un mezzo giusto?

Ci sono delle leggi e basta farle rispettare.

Esempio la scuola è obbligatoria per tutti, il nuoto è una materia obbligatoria ergo tutti praticano il nuoto senza eccezioni per motivi religiosi, bambine musulmane comprese; consigliere federale Christoph Blocher dipartimento di giustizia e polizia anno 2006.

Sempre sulla scuola; la scuola è neutra e l'ostentazione di simboli religiosi da parte degli insegnati è proibita; sentenza del Tribunale federale del 12 novembre 1997 e confermata dal tribunale di Strasburgo con la sentenza n.42393/98 del 15 febbraio 2001 (riguardava il porto di un foulard islamico).

Sempre sul foulard islamico: la Coop Svizzera ha vietato il porto del foulard islamico sui posti di lavoro a contatto con il pubblico; è una direttiva interna e fa parte del contratto di lavoro, se ti va bene va bene altrimenti ciao e amici come prima.

Ecc ecc.

Perché complicare la vita a me, che problemi non ne causo, per risolvere un non problema quando ci sono soluzioni più eleganti e efficaci ?

Succederà la stessa cosa che è successa in Germania con la circoncisione rituale; è proibita la pratica della circoncisione sui bambini per motivi religiosi ma è permessa per motivi medici (e ci mancherebbe altro). Risultato? Tra i bambini musulmani e israeliti è scoppiata un epidemia di fimosi.
@Puffolottiaccident

Che cavolo vieni a dirmi della Svizzera? non so neanche indicarla su una mappa.

E che cavolo devo dire dell'Italia, se io vivo qui. Parlo di quello che conosco non di quello che ho sentito dire.

A noi tali soggetti non piacciono, a loro piacciono, tutti i problemi son risolti. :)

Dicevano la stessa cosa dei friulani, qui da noi qualche anno fa.

Dicevano la stessa cosa dei ticinesi che andavano a Zurigo a lavorare, qui da noi qualche anno fa.

Integrazione non è sinonimo di assimilazione, non siamo Borg.

Ps. mio padre è veneto e io sono un mezzosangue (anzi non proprio mezzo mezzo perché la madre di mia nonna materna era bresciana).

La cosa buffa è che i miei due nonni, entrambi soldati nella WWII ma sotto due bandiere diverse, se le circostanze l'avessero imposto, si sarebbero sparati a vicenda e io, oggi, non sarei qui.

Saluti da RGB

Che come tutti sanno sta in Italia ;-)

Re Ps: Se per un motivo o per l'altro un giorno dovrò emigrare quella regione è in cima alla mia lista; o magari mi fermo dall'altra parte del lago così sono ancora a casa mia e nessuno può venirmi a dire niente.
@Motogio

SE

Un sedicente turbovescovo degli induisti in Italia, avesse detto, che so: "La carne di vacca non va servita perché per noi induisti le vacche sono l'incarnazione di divinità e troviamo offensivo che vi mangiate i nostri dei commentando i macabri festini deridendo il loro sacro idioma (hai presente Homer Simpson? "MMMMHH! Holy cow!") pertanto istruiremo qualche ninja a punirvi, tagliando pneumatici a casaccio o cavando 5 o 6 reni a Theo Van Gogh"

ALLORA

Avrei chiesto al mio collega (induista) alle stalle§: "Cosa ne pensi del turbovescovo induista in Italia?"

SE

Mi avesse risposto:"Il turbovescovo è un gran dotto e tutti dovrebbero prendere ordini da lui, induisti o no."@

ALLORA

Avrei messo l'induismo nella mia lista personale dei cattivacci, che tra l'altro è piena di cristiani, ebrei ed atei.

Secondariamente, tengo in alta considerazione quello che una "tribù" dice di sè stessa, e in tutta sincerità rispetto la posizione di persone franche come un Roberto Hamza Piccardo# ma al contempo non condanno il sotterfugio in sè£.

Se mostrassero qualche eliografia di quelle belle sbrindellone su depurazione delle acque, smaltimento dei rifiuti, assistenza ai disabili, tutela delle famiglie mono-parentali, recupero dei delinquenti, protesi cibernetiche o soluzioni mediche%, riconoscerei la loro filosofia e correrei a dichiarare la shahada in moschea facendo la ruota.

Ma siccome le trovate geniali che si attribuiscono (Fra cui il parto CESAREO) sono leggermente incerte, e quando si parla dei casini in Egitto o in Siria dan la colpa all'america e a suo marito (Il chè è di per sè un segno di debolezza, vien voglia di applaudire Ahmadinejad per il tentativo di portar vicino un po' di sano know how secolare... nel bene o nel male.) tocca valutarli in quanto missionari così come le cavalle valutano gli stalloni.

E la risposta è:

"Se problemi così risibili ti mettono in crisi, allora la tua filosofia è inferiore alla mia, ed il tuo Dio è inferiore a Drehrt."

Detto più fuori dai denti: Se Nord-Africa, Venezuela, Panarabia, Malaysia ed Indonesia, Pakistan fossero paradisi di civiltà e i musulmani in Europa fossero campioni di successo, allora direi "***** chiediamogli quale è il loro metodo ed assumiamolo!"

Esattamente così come ho fatto per i nord-vietnamiti.

Anzi, ho pure la terza riga del mio manuale super-segretissimo, che è:

"Quando incontri qualcuno forte negli aspetti in cui sei debole e debole negli aspetti in cui sei forte, offriti di renderlo forte negli aspetti in cui è debole in cambio della forza negli aspetti in cui sei debole"

§Il quale già non dovrebbe trovarsi lì, o più propriamente, il fatto che lavori lì dimostra che è relativamente laico.

@In realtà un'inchiesta si fa con un campione un po' più ampio, sto facendo un esempio generale.

£Sarebbe come lamentarsi della livrea del leopardo o della forma del cranio del coccodrillo. L'unicorno petomane li ha fatti così e non c'è da stupirsi che sfruttino tali vantaggi.

#Il quale, se sentisse cosa ne penso io circa D.U.I. e delle punizioni dantesche che vorrei venissero applicate per tali orrendi misfatti, si metterebbe a vomitare dove si trova XD

%In linea esemplificativa ma non esaustiva.
Una cosa che mi lascia perplesso delle conversioni religiose è che...

Buddisti passati al cristianesimo mi han detto: "Nel buddismo la responsabilità delle azioni è del cosmo, mentre per i cristiani è personale"

Cristiani passati al buddismo mi han detto: "Nel cristianesimo la responsabilità delle azioni è di Dio, mentre per i buddisti è personale"

---
Induisti passati all'Islam mi han detto: "Chi se ne frega se questo è maiale, mi son convertito solo perché ero stufo di essere maltrattato dai miei connazio..." ah no, un attimo, questa non c'entra niente XD
Come dici? ah, ne ho detto metà e adesso devo dirla tutta?

Ok. molti musulmani indiani erano in precedenza Dalits (paria, intoccabili) che si son convertiti all'islam perchè in molte aree dell'India è preferibile essere un "paki" che un intoccabile.
>Cristiani passati al buddismo mi han detto: "Nel cristianesimo la responsabilità delle azioni è di Dio

Non ci avevano capito molto, evidentemente
@Puffolotti

Buddisti passati al cristianesimo mi han detto: "Nel buddismo la responsabilità delle azioni è del cosmo, mentre per i cristiani è personale"

Questa te la sei inventata tu ;-)

Comunque mi identifico nella tua versione del cristianesimo ; la colpa è individuale, sempre!

Accusare l'Islam di essere il male scagiona chi fa del male perché toglie al singolo la responsabilità del male che ha fatto.

Viviamo in stati di diritto e nel diritto vigente la responsabilità è sempre individuale (tranne in un caso ma riguardava il processo di Norimberga; che dal punto di vista giuridico lasciava un po' a desiderare) .

Visto che ho invocato il nazismo (tengo a precisare senza l'intenzione di sminuire il tuo discorso) riporto un paradosso che avevo letto a suo tempo sulla colpa collettiva:

Non esiste una cosa che si chiama colpa collettiva, e tanto meno una cosa che si chiama innocenza collettiva. In caso contrario nessuno potrebbe mai essere colpevole o innocente

La banalità del male. Eichmann a Gerusalemme Di Hannah Arendt


Banalizzando il discorso Eichmann non poteva essere processato per i crimini da lui commessi se la colpa era collettiva perché lui ha solo eseguito gli ordini di un sistema folle con a capo un pazzo; i pazzi non possono essere giudicati ergo Hitler era pazzo quindi non colpevole perché non responsabile delle sue azioni e ri-quindi a Eichmann non si poteva imputare niente. (è un po' forzata lo so).

Io comprendo i tuoi timori ma non i tuoi metodi.

Ciao da quello strano paese che non compare sulla tua mappa.
@Martinobri

Mi vedo costretto a tradurre dal puffolottese:
"Mi lascia perplesso" = "Mi piego in 8 dal ridere appena girato l'angolo"

Nel caso tu non lo sapessi, mi pare opportuno ricordarti che in molte interpretazioni del buddismo si è responsabili anche per quello che capita, non solo per quello che si compie, quindi i buddisti passati al cristianesimo perchè secondo loro nel cristianesimo si è responsabili delle proprie azioni mentre nel buddismo no...

...han capito ancora meno di chi ha fatto viceversa.
mi pare opportuno ricordarti che in molte interpretazioni del buddismo si è responsabili anche

Non contestavo le affermazioni sul buddismo (non ne so abbastanza), ma quella sul cristianesimo, ove si afferma che la responsabilità non sarebbe personale.
@Motogio

Puffolotti dixit:
-Buddisti passati al cristianesimo mi han detto: "Nel buddismo la responsabilità delle azioni è del cosmo, mentre per i cristiani è personale"

Motogio nachdixit:

-Questa te la sei inventata tu ;-)

---
Sei liberissimo di crederlo, comunque è stata infilata dal pastore in una messa di quest'anno. Parlava in prima persona.(Cioè stava spiegando perchè lui stesso era diventato cristiano.)
Se passi per RGB (Z.B. alla festa del 3 ottobre, giorno assai gioioso per i vietnamiti in Germania) puoi chiederglielo.

Al discorso di Eichmann rispondo con uno di Neil DeGrasse Tyson. che parafraso un po' "Se pensi che gli uccelli volino perchè così vuole il signore e questa risposta ti va bene, pace a te, ma se vieni a meno di 5 metri dalla mia scrivania ti mando dalle 500 urì con uno sho-ryu-ken."


Non è l'islam il male. Il male è lo... ...Sciachimicismo.

L'islam ha un enorme merito merito in Europa: è diventato per vari motivi, una discarica di sciachimicisti, fancazzisti e "ragazzi venuti dal Brasile"

Se fossi un musulmano desideroso di integrare l'islam nell'industria... troverei imbarazzante che i profughi della new age e dell'era dell'acquario la cui idiozia e ignoranza mi screditerebbero.

Quello che rende la situazione delicata è il fatto che ad un islamico è proibito accusare chi si professa islamico di non esserlo.

Cioè, se Pippo raccontasse di essere affiliato al club degli "insaziabili play boys", il presidente del club potrebbe smentirlo mostrando che nella lista degli iscritti non c'è Pippo, nell'islam questo non è possibile.

Ma c'è una cosa che posso fare, ed è indicare i serpenti corallo ai serpenti re... levandomeli dall'avambraccio con elegante disinvoltura.

E comunque, Motogio, scegli la busta col tuo premio, siccome son anche più buono di Mike Buongiorno (P.U.H.) te ne leggo il contenuto prima che tu le scelga.

1) Sai bene che queste cose le so, se te ne sei scordato hai non più di 30 secondi per rinnovare l'antitetanica.

2) Ti ringrazio per avermi suggerito l'opportunità di chiarire la mia visione dei fatti, popolare o impopolare che sia. Purtroppo non posso andare oltre al punto in cui rischio di nuocere a musulmani che in cuor loro sono critici verso l'islamismo ma temono rappresaglie dalle fazioni politicizzate. Sono loro a correre i maggiori rischi in questa faccenda, e sono degli oppressi che, gli europei, as padroni di casa, in Europa se non in Yemen, dovrebbero liberare.

MA!... E qui sta tutta la mia posizione: Quegli europei che si son lasciati inghiottire dal drago verde (Z.B. Grecia, Italia, Spagna, Francia) dovrebbero salvare sè stessi per mettersi in una posizione tale da permettere loro di salvare quanti più oppressi possibile.

Quanto ai miei timori...
Non sono miei.

Cioè, il timore che qualcuno mi violenti ed io rimanga incinto di un bambino e che le circostanze mi impongano di crescerlo...

La scienza friulana non sa tutto ma sa molto su come nascono i bambini, sono abbastanza sicuro che il mio corpo non è attrezzato per una gestazione.

Siccome non ho nemici naturali e conosco bene il mondo del lavoro, per passatempo prendo in prestito timori degli altri, ma quelli di cui val la pena di parlare sono timori imprestati e non miei.
@Puffolotti

E comunque, Motogio, scegli la busta col tuo premio, siccome son anche più buono di Mike Buongiorno (P.U.H.) te ne leggo il contenuto prima che tu le scelga.

Grazie del buon cuore ma non accetto buste dagli sconosciuti.

Ma i ragazzi venuti dal Brasile che ci azzeccano con L'Islam? Adesso non ricomincerai con quella storia....

...in quanto ai fancazzisti ti do ragione, anche se Ahmadinejad è andato in pensione e gli americani qualche colpa in Egitto c'è l'hanno (non solo lì).

Quanto ai miei timori...
Non sono miei.


Mi sembri quei preti che pretendono di insegnarti come gestire la vita di coppia.... (ops.. un saluto a don Spencer, nella speranza che non ci leggi ;-) )

Per il resto non preoccuparti, non possiedo il dono della scienza friulana ma i montanari si assomigliano tutti.
@Motogio

"Mi sembri quei preti che pretendono di insegnarti come gestire la vita di coppia..."

HA! XD

Mi sento esattamente così.

Ma una cosa la so.
Chi è "perso nella neve" in fondo lo sa come ci è finito, e fargli notare questo può essergli d'aiuto.
Mi sembri quei preti che pretendono di insegnarti come gestire la vita di coppia.

Quando lo hanno "insegnato" a me (su mia richiesta) ci hanno azzeccato quasi sempre.
Non va dimenticato che i sacerdoti in confessione sentono decine e decine di storie. Spesso con cose che non vengono riferite altrove.
Alla fine un po' d'esperienza te la fai. No, non un po', molta.
Derivata e non in prima persona, certo, ma molta.
Le poche volte che non ci hanno azzeccato è perchè io, descrivendo quel che succedeva in quel frangente, avevo fornito involontariamente delle informazioni incomplete.
@puffolotti

Ma una cosa la so.
Chi è "perso nella neve" in fondo lo sa come ci è finito, e fargli notare questo può essergli d'aiuto.


Si narra che tra i finlandesi vi siano 58 modi per definire la neve, 49 tra gli inuit e una decina tra i montanari come me.

Se uno si è perso nella neve fargli notare come ha potuto perdersi può essere un buon inizio ma se stiamo parlando della neve di neve di febbraio, soffice candida e polverosa, è una storia ed è un'altra storia ancora se parliamo della neve di marzo, pesante infida e traditrice quasi come con la neve di Biancaneve.

Se anche nel parlato ti esprimi come scrivi non gli sarai molto d'aiuto; già io ho seri problemi a comprendere il senso dei tuoi post, nonostante i tuoi consigli su come interpretare i tuoi scritti, figuriamoci uno che è già perso di suo.

@martinobri

I sacerdoti sono anche degli ottimi debriefer, ma sono anche, e principalmente, degli uomini.

Non tutti i preti sono uguali; o meglio l'abito non fa il monaco ;-)
Non tutti i preti sono uguali; o meglio l'abito non fa il monaco ;-)

Verissimo. D'altra parte, alla nostra età (ma anche molto prima :-) ) uno si rende conto di chi val la pena seguire e chi no, no?
@martinobri

Alla nostra età? Non farmi sentire vecchio...

chi val la pena seguire e chi no, no?

Chi vale la pena di seguire? Bella domanda, ma non so risponderti.

Ma presumo che tu intendessi dire chi vale la pena ascoltare, chiedere consigli, trovare un conforto o trovare una conferma ai nostri dubbi ecc ecc.

Io ascolterei una persona di cui mi fido, di cui ho stima e di cui so di potermi fidare; tutte caratteristiche che probabilmente tu hai trovato in quel sacerdote.

Ora la mia domanda è: tu avresti chiesto consiglio, per motivi così intimi e particolari, a quel sacerdote sapendo che era un novizio e che proveniva da un continente dove gli usi e i costumi sono un po' diversi da qui, o da lì dove vivi tu (non che cambi molto) ?

In due parole ti sei fidato della persona o del parroco?

Che poi un sacerdote sia anche una brava persona, preparata e colta non è una novità, anzi è quasi la regola.

Comunque la mia era solo una battuta.
motogio ha commentato:
Mi sembri quei preti che pretendono di insegnarti come gestire la vita di coppia

Vero.
Mi sembra quei medici sani che pretendono di insegnarti come gestire la malattia :-)

Anche questa è una battuta (con un fondo di verità, come la tua).
@Motogio
Chi vale la pena di seguire?

Secondo me è una di quelle cose autoevidenti. Nel senso che non è da ragionarci, si vede e basta. Non a prima vista, ovvio: per capire ‘sta roba, come anche di chi ci si può fidare e di chi no, serve conoscersi.


tu avresti chiesto consiglio, per motivi così intimi e particolari, a quel sacerdote sapendo che era un novizio e che proveniva da un continente dove gli usi e i costumi sono un po' diversi da qui, o da lì dove vivi tu (non che cambi molto) ?

Ti dirò, a me non è mai capitato che questo tipo di “lontananza” fosse un problema. Non la giovane età, anzi ho sentito molta più distanza con altri un po’ vecchio stile, diciamo così per capirci, secondo i quali il cuore del cristianesimo sono le regole, l’adesione a un sistema di norme da rispettare. Pochi, eh, però in quel caso l’estraneità è insormontabile.
Quanto alla lontananza culturale… beh, se scendiamo al cuore delle cose e delle persone anziché ai dettagli, che ne sono delle conseguenze non sempre necessarie, il nocciolo duro per quel che riguarda le esperienze fondamentali è uguale per tutti; c’è un’esperienza di fondo che permette di capirsi. Se leggi sant’Agostino, per esempio, dici: “Pork! Questo sono io!”. Ed è di 1400 anni fa.

Ovviamente vale anche fuori dal campo “religioso”. Leggi Catullo, e l’esperienza dell’amore è ancora quella. Leggi

Che luna:/
il ladro/
si ferma/
per cantare.
(http://it.wikipedia.org/wiki/Yosa_Buson)

e quella meraviglia per la natura attorno è anche la nostra.


Stasera sono lirico, per cui mi fermo qui. Invece, ricordati che hai promesso di passare a trovarmi! :-)
@Martinobri

Se leggi sant’Agostino, per esempio, dici: “Pork! Questo sono io!”. Ed è di 1400 anni fa.

A grandi linee potrei anche concordare ma se confronto, nel mio piccolo, i miei genitori come erano quarant'anni fa e come sono oggi vedo un'evoluzione nel loro pensiero che sembra quasi stia parlando di due persone (quattro) diverse.

È vero che in alcune cose siamo restati uguali ma l'evoluzione che c'è stata nei rapporti sociali, specialmente nei rapporti uomo-donna, dal dopoguerra a oggi è impressionante.

A loro discolpa va anche ricordato che sono nati in un periodo di transizione tra il medioevo, come asprezza di vita ma non solo (più mia madre che mio padre), e i tempi moderni; insomma già quando ero io un bambino non era poi così scontato che tutti avessero i servizi igenici in casa.
Non era nemmeno scontato che tutti avessero una casa.

Per i nostalgici dei bei tempi andati: mio nonno materno da giovane per pranzo trovava a solo tavola polenta e formaggio, per cena polenta e latte e a colazione polenta e caffè (quando c'era altrimenti polenta e acqua) e questo 360 giorni all'anno.
Mio nonno paterno era un po' più fortunato da quel lato ma si è fatto la campagna di Russia.

Ovviamente non mi esprimo per quello che riguarda il campo “religioso"; quello non è il mio campo. ;-)

Per il resto hai ragione, una promessa è una promessa......
purtroppo da missionario laico vi dico che non è una bufala. il corano racconta che lo stesso maometto ebbe in sposa una ragazzina che non aveva ancora otto anni, quindi è una prassi vergognosa ed antica. sono tanta le bimbe che muoiono di emorragie interne dovute a precoce deflorazione dell'imene da parte di uomini maturi e vecchi a causa che sono andate in spose a gente economicamente stabili, e non solo, ma i matrimoni anche tra consanguinei sono una prassi comune tipo tra cugini stretti, senza scomodare l'infibulazione oramai nota ed applicata anche da queste comunita' emigrate in occidente.

ssn21seawolf,

il corano racconta che lo stesso maometto ebbe in sposa una ragazzina che non aveva ancora otto anni, quindi è una prassi vergognosa ed antica

Gli esperti di Corano dicono che è una bufala e hanno buone argomentazioni a supporto. Tu ne hai?

http://www.huffingtonpost.com/dr-david-liepert/islamic-pedophelia_b_814332.html

http://www.misconceptions-about-islam.com/muhammad-married-young-girl.htm


sono tanta le bimbe che muoiono di emorragie interne dovute a precoce deflorazione dell'imene da parte di uomini maturi e vecchi a causa che sono andate in spose a gente economicamente stabili, e non solo, ma i matrimoni anche tra consanguinei sono una prassi comune tipo tra cugini stretti, senza scomodare l'infibulazione oramai nota ed applicata anche da queste comunita' emigrate in occidente.

Attenzione a non confondere pratiche tradizionali con precetti islamici. Da "missionario laico" dovresti fare molta attenzione a non propagandare accuse infondate.
benché corretto, definire PERFINO questa cosa orrenda yna "bufala" è fortissimamente criticabile: per una che (forse!) non è vera, sono migliaia e migluaia le vere e ancor più atroci...nei vostri panni questa volta mi vergognerei, e non poco.
Ou an,

Forse non hai capito una cosa fondamentale: le bufale distolgono l'attenzione da ciò che è reale. Anche dalle altre atrocità di cui parli. Difendere una bufala equivale a farla sembrare realtà, veicolando l'attenzione lontano dalle cose che accadono veramente.

In pratica stai additando chi ti dice di guardare la Luna, ma ti ostini a fissare il dito che la indica. Ed il dito, per giunta, è il tuo.


Fossi nei tuoi panni, mi vergognerei.
Del modo di ragionare almeno.
@Ou An ・鴎庵 fernando lembo di Pino

Il motivo per cui è importante distinguere fra i casi effettivamente avvenuti e quelli inventati a prescindere da quale sia la propria posizione ha proprio a che fare con l'informare sulla realtà dei fatti.

Se per denunciare una situazione si presenta un fatto fittizio come realmente accaduto, e qualcuno dimostra che quel fatto in particolare non è accaduto, si mina la credibilità presso le persone di buon senso.

Che in generale son quelle coi soldi e l'influenza necessarie per spingere al cambiamento.
Bravo il giornalista per aver informato tutto il mondo .....raccapricciante quello che succede a queste piccole bambine ....spero nella giustizia divina ....è in quella umana....