Cerca nel blog

2006/03/25

Grande Giove!



Saluti dalla Deepcon di Fiuggi!


Aggiornamento (2006/03/28)


Scusate la concisione iniziale, ma ero collegato in modo decisamente improvvisato... ora sono rientrato alla base (sigh) e posso raccontarvi meglio l'emozione che si prova, come fan di Ritorno al Futuro, a vedersi davanti una DeLorean e avere anche il privilegio di sedervisi dentro (no, non mi hanno portato a farci un giro... il tempo era tiranno e non ero certo l'unico che voleva farsi immortalare).

L'auto è bella anche al tatto: a parte il design di Giugiaro, la carrozzeria è in acciaio inossidabile satinato e non verniciato. Da accarezzare. La posizione di guida (o di viaggio come passeggero) è praticamente sdraiata, tipica delle auto sportive ma sempre sorprendente per chi è abituato alle auto "normali". La visibilità anteriore è ridicola, quella posteriore inesistente, ma questa è una macchina per divertirsi... essere pratici è un concetto secondario.

Chiudere le portiere è come chiudere il tettuccio di un caccia: l'abitacolo è stretto e avvolgente, e la portiera che scende ad ala di gabbiano è massiccia e dà l'impressione di dovermi cadere addosso: invece cala elegante e silenziosa (il rumore che faceva nel film era un effetto sonoro aggiunto). Chiuso dentro l'abitacolo, due posti secchi due, mi viene proprio voglia di girarmi indietro a cercare il flusso canalizzatore. Non avrei mai detto che mi sarei seduto in una DeLorean, e lo sto facendo, per cui oggi tutto è possibile... chissà...

Gli sguardi delle altre persone che stanno aspettando il loro turno mi riportano bruscamente alla realtà. Ed è questo il bello della DeLorean: è un'auto reale, marciante, non un oggetto di scena tratto da un film di enorme successo. Il proprietario, Nicola, l'ha regolarmente immatricolata (imMartycolata?) in Italia, anche se con molta fatica, e l'ha corredata anche di un hoverboard tratto dal terzo episodio della trilogia.

I costi, mi dice Nicola, non sono neanche esagerati: a seconda dello stato di conservazione, si parte da 12.000 euro, ai quali bisogna però aggiungere le spese di omologazione in Italia e il trasporto dagli USA. La sua esperienza è raccontata nel sito Ritornoalfuturo.it e la storia delle DeLorean è presso Outatime.it. Ce ne sono almeno quattro o cinque circolanti o presenti (non immatricolate) in Italia.

È insomma un sogno raggiungibile, dal punto di vista economico, ed è indubbiamente il metodo più a buon mercato per farsi notare con classe in auto (specialmente a una convention di fantascienza). Durante la sessione di foto abbiamo dovuto dirigere il traffico perché la gente passava in auto, avvistava la DeLorean e inchiodava pericolosamente per contemplarla.

Come li capisco. Il fatto che sia un oggetto abbordabile, paradossalmente, la rende ancora più affascinante. A differenza di, che so, una Ferrari, che (almeno di norma) possiamo soltanto sognare di avere, questa è un'auto strepitosa che sappiamo che potremmo permetterci... se solo volessimo fare una piccola pazzia. E questo me la fa sentire più vicina, più reale.

Fra l'altro, Nicola mi dice che il motore, essendo sottopotenziato, è più parsimonioso di quello di certe Alfa Romeo che vanno così di moda adesso: 10 km con un litro (di benzina verde, perché la DeLorean era già catalizzata allora) sono normali.

Sono seriamente tentato.

KIF_1298paolo_dmc.JPG
Strade? E chi ha bisogno di strade? Sono già beato così, da fermo...

KIF_1310_dmc_nicola_marcaccini.JPG
Nicola, il fortunato proprietario, in tenuta da Marty McFly.

KIF_1311_dmc_cruscotto_no88.JPG
Il tachimetro non raggiunge le mitiche 88 miglia all'ora. Ma l'auto sì.

KIF_1301elena_dmc.JPG
Anche mia moglie Elena non resiste al fascino della DeLorean.

KIF_1407_delorean_paolo.JPG
Un'ultima foto ed è ora di ripartire. Sigh.

34 commenti:

timendum ha detto...

Nooooooooooooooooo invidia!!!!!!!
Dalla foto che ho trovato su wikipedia sembra proprio una DeLorean DMC-12 !

Damiano ha detto...

Dov'è il Flusso Canalizzatore? Non lo vedo...
E occhio ai terroristi libici...

Anonimo ha detto...

Mitica!

Anonimo ha detto...

Dimmi che ci hai fatto un giro, dai :D
Sensazioni? Non è che ora te la compri?

Anonimo ha detto...

uno dei miei sogni da bambino...

e non solo...

SirEdward

dani ha detto...

http://www.deloreancarshow.com/ questo è il posto per una simile foto!

leibniz ha detto...

Attento ai libici!

Unai ha detto...

"1,21 GW?
1,21 GW?!?
"

Grande Paolo! :-)

franz ha detto...

Mitica, anche la faccia di quello che è seduto dentro. Però occhio ad aprire le portiere

Madmax ha detto...

Perbacco... fantastico! Attento però a non oltrepassare le 88 miglia orarie, altrimenti potremmo non avere più un simpatico cacciatore di bufale che ci aggiorna quasi quotidianamente questo blog! ;-)

Melt ha detto...

Pensate cosa potrebbe fare Paolo tornando indietro nel tempo e impedendo a Bill di comprare il DOS!!!

Lionheart86 ha detto...

NOOOOOOO SUPER INVIDIA!

franz ha detto...

oops, ho ingrandito solo adesso la foto. Ecco chi era seduto in auto.. :))

Fab ha detto...

voglio dire, dovendo fare una foto con una macchina, perchè non usare una bella macchina?

:)

Rodri ha detto...

Scommetto che avrai tentato di rubarla per vedere cosa succedeva una volta raggiunte le 88 miglia orarie :-D

Mattia ha detto...

No,l'ha smontata ed ha abassato il limite di velocità per viaggiare nel tempo a 50km\h.

Anonimo ha detto...

Sembra la bat-mobile! Manca cat-woman seduta al tuo fianco e sei a posto.
Gloria

Anonimo ha detto...

Ma daiiiii, ha il disco orario!!!!
E anche il tagliando dell'assicurazione!
Vuol dire che c'è una macchina del genere che gira per l'italia??

greenkey ha detto...

Questo è per chi fosse interessato all'acquisto...

Sembra che non sia così difficile procurarsene una... certo ci vogliono un pò di soldi... e anche tempo.. ma quello si può recuperare... per l'altro basta un almanacco :D

Anonimo ha detto...

Great Scott!!!!

Anonimo ha detto...

in comune con la delorean c'è il motore.. vabbè, questo è più assurdo ancora :) un altro motore gravitazionale:
http://www.forumcommunity.net/?f=433771
(il motore di schietti)

Anonimo ha detto...

Dove hai lasciato Einstein?

Anonimo ha detto...

Ti prego Paolo! Parla di questo tizio che vuole produrre questo "motore" di Schietti...
Mi fa troppo ridere!
Non ho pensato in dettaglio al perche' non puo' funzionare, ma la prima cosa che mi e' venuta in mente e':
- Sfrutta solo la forza di gravita' per produrre energia;
- La sfera alla fine si ritrova al punto di partenza;
- Il campo gravitazionale e' conservativo, quindi qualsiasi percorso chiuso e' a bilancio energetico nullo.

Tutto questo senza considerare contributi dissipativi e (come in effetti e' da sua stessa ammissione) furniture di energia dall'esterno.

Ovviamente quindi non puo' funzionare!

Ciao

Diego

airone76 ha detto...

Premetto che non ho fatto calcoli. Il motore di Schietti non può funzionare perchè è vero che la palla riceve una spinta verso l´alto pari al volume di liquido spostato ma poi io devo fare la stessa quantità di lavoro nel pistone bordeaux per spostare la stessa quantità di liquido che ha sostituito l´aria. Esempio: la palla ha volume 1 m3? La riempio con 1 m3 di aria e quindi riceve una spinta pari a 1 m3 di acqua (questa è la forza che ricavo). L´aria si sostituisce nel pistone bordeaux con 1 m3 di acqua. Alla fine per il ciclo successivo io devo spostare 1 m3 di acqua fuori dal pistone bordeaux.
Poichè sotto la "paratia" che si muove per espellere il liquido non ho la stessa pressione dell´acqua soprastante (come invece accade per il sub in immersione) per spostarla devo raggiungere la stessa pressione (e forse qualcosa di più) e quindi comprimere l´aria immessa alla stessa pressione dell´acqua, oppure produrre un lavoro meccanico per lo spostamento della paratica che vinca la pressione dell´acqua soprastante.
A me sembra che il pistone bordeaux sia come una cassa di zavorra di un sommergibile, che per risalire ed espellere quindi l´acqua di zavorra ha bisogno del lavoro di un compressore)

Anonimo ha detto...

Dev'essere proprio per il motivo che dici tu, airone76. Infatti il tizio sostiene che piu' e' alta la colonna di acqua, piu' rende il motore. Pero' ovviamente dev'essere anche maggiore la pressione a cui viene immessa l'aria nel pistone...

Alla fine il principio di Archimende non e' una forza "magica" che spinge le cose verso l'alto... e' tutto dato dalla differenza di pressione tra i vari punti dell'oggetto immerso. Differenza di pressione che dipende ovviamente dalla gravita', quindi si puo' spostare il problema quanto si vuole, ma alla fine il fatto che la gravita' e' il principio su cui "funziona" il motore fa si che questo motore in realta' non sviluppi nessuna energia. Al massimo del rendimento (impossibile comunque da raggiungere) l'unica cosa che farebbe e' portare su e giu' questa palla indefinitamente.

airone76 ha detto...

Due ultimissime considerazioni su Shietti: il peso del volume di acqua spostata da una sfera di 1 m3 è circa 1000Kg... per cui io devo sollevare, con la paratia, un peso di 1000Kg per ripristinare l´aria!

Secondo: qualcuno sul blog del mottore di Schietti dice che Un corpo immerso in un liquido non sente sopra di sè il peso dell'acqua, anzi... Quindi un corpo immerso in un liquido non trova resistenza differente da parte dell'acqua a differente profondità... Quindi a qualsiasi profondità vengano messe le paratie, l'energia necessaria per muoverle è identica.
A parte l´evidente assurdità logica, a me piace fare snorkeling e mi piace il mare pulito. Un anno all´isola d´Elba facendo snorkeling ho notato un orrendo pezzo di plastica in fondo al mare a circa 5 metri. Mi sono immerso per raccoglierlo, portarlo a riva e buttarlo via. Nonostante fosse plastica, nonostante fosse completamente immerso nell´acqua e nonostante non sia poi deboluccio ho impiegato tre tentativi per poterlo girare di taglio e portarlo in superficie più facilmente. Il pezzo era circa 1/2m per 1/2m per cui ho dovuto sollevare svariati Kg di acqua solo per sollevarne una estremità e metterlo di taglio. Qui vogliono sollevare 1 tonnellata di acqua senza fare lavoro!!!

Anonimo ha detto...

Ovviamente siamo andati OT, comunque finche' Paolo non apre una sezione apposta (ma a ben vedere non c'e' poi tanto da dire: basta pensarci un po' e le assurdita' vengono fuori a fiocchi!).
Sarebbe da scrivere qualcosa in quel forum, ma il tipo sembra che faccia un po' il despota (e lo dice lui stesso!), quindi immagino che non pubblichi nulla che va contro il suo bel motore. In ogni caso ho trovato un po' discussioni a riguardo in Internet: basta cercare "motore Schietti".

Diego

Anonimo ha detto...

Scusate, ero sempre io anche tre post fa...

Diego

Ermete ha detto...

Mitica DeLorean! Vedo che siamo in molti ad essere fan di fan di Ritorno al Futuro.

Anonimo ha detto...

Ho sempre adorato le macchine "rare", e la De Lorean sicuramente è tra quelle che avrei voluto possedere (si sa mai, un giorno), anche se il mio sogno da piccolo era la De Tomaso Mangusta (che era già vecchia all'epoca, ma sempre bellissima).

Martini ha detto...

I wish I could understand what you're writing!!

3 cheers for the DeLorean! With the warm weather, mine will be coming out of hibernation soon.

Anonimo ha detto...

Nonostante mi pianga il cuore dirlo quello che so io è che la delorean è stato un grossissimo flop commerciale: guarnizioni che si rompevano e dopo pochi mesi facevano entrare l'acqua, motore mal riuscito, trasmissione sottostimata e di facile rottura.
il tentativo di rilanciarla sul mercato era stato proprio legato ai film "ritorno al futuro" ma nonostante ciò, vista la scarsa qualità dell'auto, nonostante il certo fascino della carrozzeria, tale tentativo non è stato sufficiente per darle il lancio...
spero di non aver infranto troppi ricordi!
ciao, Gigi

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Paolo Attivissimo ha detto...

Allora, cari sostenitori del fantomatico "motore di Schietti", vedo che il buon senso non basta.

Smettetela di postare le vostre teorie nei blog che non c'entrano nulla con l'argomento.

Mi avete già sporcato il blog Undicisettembre. E lì vi ho cancellato. Adesso mi sporcate anche qui. Ma allora siete proprio duri di comprendonio. Non stupisce che riescano ad infinocchiarvi con un motore che nessuno ha mai visto e che viola una mezza dozzina di principi fisici.

Non rispondete. Cancellerò ogni ulteriore commento su Schietti e le sue fantasie. Siete fuori tema. Andate a sporcare altrove.

Spero di essere stato chiaro.

Grazie.