Cerca nel blog

2006/03/07

Skype, limite di chiamate artificioso favorisce Intel

Questo articolo vi arriva grazie alle gentili donazioni di "diegocapel****" e "demiurgo86".
L'articolo è stato aggiornato dopo la sua pubblicazione iniziale.

Chi usa Skype per telefonare via Internet e ha un computer con processore AMD si sarà accorto che Skype consente un massimo di cinque partecipanti a una chiamata. Chi invece ha un processore Intel Dual-Core può gestire dieci partecipanti. Ma questo non avviene perché il processore Intel è più potente: avviene semplicemente perché Skype contiene un'istruzione che rifiuta arbitrariamente certi processori, col risultato di far credere agli utenti di avere un processore "insufficiente" e indurli a comprarne uno più potente.

È stato insomma introdotto un limite artificioso nel programma al solo scopo di far vendere più processori, specificamente processori Intel. Ah, le gioie del software chiuso: quando ti dicono che dentro ci può essere di tutto, è questo che intendono. Mi pento di aver consigliato Skype all'epoca in cui esordì.

Le prove di questo comportamento scorretto sono ottime e abbondanti. Maxxuss, uno smanettone russo già noto per i suoi successi nell'aggirare i sistemi di protezione di Mac OS X Intel per farlo girare anche su computer non-Apple, ha pubblicato una patch per Skype che toglie il limite di cinque partecipanti (il sito è però irraggiungibile al momento in cui scrivo). A detta di chi l'ha provata, la patch permette a Skype taroccato di funzionare benissimo in conferenza a dieci anche su processori AMD e su quelli Intel non-Dual Core. Per ora è disponibile soltanto per la versione Windows di Skype. Slashdot ha pubblicato un'interessante discussione sulla patch.

Come se questo non bastasse, c'è anche l'ammissione del trucchetto, messa nero su bianco da Intel stessa in un articolo di Cnet:

La settimana scorsa [l'articolo è del 13 febbraio 2006) Intel ha stretto un accordo con il provider voice over IP Skype che prevede che la società di VoIP fornisca funzioni avanzate di chiamata in conferenza esclusivamente su PC che usano chip Intel... Mosse come l'accordo con Skype, che durerà per un periodo limitato ma non noto, sono un modo per impedire ad AMD di conquistare clienti che vogliono usare applicazioni come la conferenza a dieci di Skype... Un rappresentante di Intel ha dichiarato che negli attuali processori Pentium D o Core Duo di Intel non ci sono istruzioni specifiche che aumentano le prestazioni delle applicazioni VoIP. Skype utilizza un'operazione denominata "Get CPU ID" per identificare il tipo di processore.

In altre parole, Intel sta usando Skype per battere AMD non sulla base della qualità dei propri processori, ma tramite alleanze commerciali che facciano terra bruciata intorno ad AMD. Per usare una frase famosa in un'altra circostanza analoga, Intel usa Skype per "tagliare il tubo dell'ossigeno" alla concorrenza. E Skype, gioiosamente, acconsente. Roba da antitrust? Già fatto.

Direi che è il momento di far sapere ai signori di Skype che questi giochetti da compare del monopolista non sono accettabili. C'è un modo molto semplice ed efficace per farlo: cancellare la propria iscrizione a Skype. Io lo farò appena avrò esaurito il mio credito, e ho già chiuso tutte le altre mie iscrizioni. Passerò a programmi analoghi basati sugli standard aperti SIP e Jabber. E voi?


Aggiornamento (2006/03/14)


Dis-iscriversi da Skype sembra più complicato di quel che sarebbe lecito pensare. Ho inviato a Skype un e-mail chiedendo la disattivazione di uno dei miei account e non ho mai avuto risposta.

Disinstallando Skype da un PC Windows, ho visto che viene lanciato un accesso a una pagina Web che offre un sondaggio sul perché si abbandona Skype. Io ho risposto che usavo un altro software, senza indicare quale, e alla domanda "What is your main reason for changing the service?", ossia "Qual è la ragione principale per cui cambi servizio?", ho scelto Other (Altro) e ho immesso "Your sabotage of AMD processors for purely commercial reasons", ossia "Il vostro sabotaggio dei processori AMD per motivi puramente commerciali".

Questo non produce la disattivazione dell'account (che è ancora accessibile tramite il sito di Skype), ma di certo fa sapere a Skype le ragioni della disinstallazione del suo programma.

40 commenti:

Anonimo ha detto...

Io sto valutando openwengo: stesso modello di skype ma con un software open.

Anonimo ha detto...

Non è vero.
Skype ha comunicato che dopo aver fatto dei test e aver constatato che la videoconferenza con più di 5 utenti funziona al meglio solo con un core duo di intel ha inserito questo filtraggio per vincolare prestazioni ottime del suo prodotto.

Galatinus ha detto...

Io skype l'ho mai usato e sinceramente... me ne frega niente! In ogni caso, in qualunque caso del genere, dopo aver preso atto della disonestà di chicchessia, anche io agisco boicottando...

usu ha detto...

Per anonymous: e perchè secondo te un AMD FX-60 dà prestazioni inferiori ai dual core intel? non farmi ridere....


Davvero una schifezza questa mossa da parte di skype ste cose proprio non mi piacciono.

Daniela ha detto...

non ho skype avevo intenzione di metterlo ma non lo farò cercherò un programma alternativo sperando di trovarne uno facile da usare adatto pure ad una persona anziana (mia mamma) avevo intenzione di farlo per lei visto che abitiamo lontane, pure io boicotto le ditte che non si comportano lealmente, tratterò skype allo stesso modo in cui tratto coca-cola nestlè e da qualche mese a questa parte pure sony...

Voip ha lo stesso problema? ne ho sentito parlare tempo fa.

Giuliano ha detto...

Aspettavo da tempo questa tua "scomunica" di Skype...
I motivi per non utilizzarlo c'erano già:
http://punto-informatico.it/p.asp?i=56596
http://www.weekit.it/index.php?option=com_content&task=view&id=36950&Itemid=1
http://www.mytech.it/news/articolo/idA028001063878.art

Ora attendiamo l'indicazione di una valida alternativa...

Paolo Attivissimo ha detto...

Skype ha comunicato che dopo aver fatto dei test e aver constatato che la videoconferenza con più di 5 utenti funziona al meglio solo con un core duo di intel ha inserito questo filtraggio per vincolare prestazioni ottime del suo prodotto.

Hai una fonte per quest'informazione?

Anonimo ha detto...

bravo Paolo!!!

Tino ha detto...

Purtroppo non è così semplice abbandonare un software del genere dopo mesi che lo si usa, aver diffuso il proprio account, ecc. Un po' come msn: c'è sempre qualcuno che usa solo quello, non vuole cambiare e quindi devo sempre tenerlo attivo!!

Anonimo ha detto...

Io ho provato Openwengo, ma lo trovo poco stabile. Utilizzo invece (e consiglio caldamente) Ineen, semplicissimo da usare e molto affidabile. Se non si hanno necessità di effettuare videochiamate invece consiglio VoipStunt che, previo un piccolo abbonamento (10€ da spendere in telefonate a cellulari in 3 mesi) permette di chiamare GRATIS tutti i numeri fissi, senza limiti di durata di conversazione.

Ciao,
Fausto

ALe ha detto...

Un'alternativa valida è Voip Stunt (http://www.voipstunt.com/en/index.html)
Per una recensione: http://download.html.it/recensione.asp?recensione=1803

Sergiusman ha detto...

Premetto che io uso sia Skype (per chiamate PC-PC) sia VoipStunt (per chiamate PC-telefoni), ma attenzione: VoipStunt, alias VoipBuster, alias VoipCheap, alias SipDiscount... hanno nomi diversi, tariffe diverse e condizioni diverse ma sono esattamente lo stesso programma.

Ecco la mia esperienza: all'inizio usavo VoipBuster, per chiamare gratis in Inghilterra, poi da un giorno all'altro e senza preavviso, quelle chiamate sono diventate a pagamento (0,01 euro/min), e guarda caso, una settimana dopo scopro che esiste un programma identico (VoipStunt) con cui invece chiamare l'Inghilterra è gratis (insieme all'Italia, la Spagna e la Svizzera), ma piccolo particolare, bisogna creare un nuovo account e pagare di nuovo la quota di 10 euro per poterlo usare senza limitazioni. Un comportamento quantomai sospetto, ma siccome avevo esaurito il credito con VoipBuster, ho fatto questo secondo abbonamento e per il momento sono soddisfatto, ma se mi fanno di nuovo uno scherzo del genere, cercherò anch'io qualche alternativa (tempo fa vidi le tariffe di Skypho ed erano molto competitive, soprattutto senza cifre esorbitanti per i cellulari, e credo che offrisse anche il numero di telefono).

Morale, con VoipStunt le chiamate che oggi sono gratis, domani possono diventare a pagamento, e le destinazioni che sono a pagamento da una parte, sono gratis dall'altra...

Comunque personalmente mi piacerebbe anche capirci qualcosa di più su questa tecnologia, e spero che Paolo trovi il tempo di darci qualche delucidazione. Per esempio, esiste un programma tipo Gaim o Miranda per l'instant messaging, che permette di gestire usare più account Voip o Sip diversi in un'unica piattaforma? A che livello di semplicità di configurazione e usabilità siamo per quanto riguarda l'uso di apparecchi telefonici tradizionali adattati invece degli auticolari?
Grazie e saluti

Giorgio Loi ha detto...

Bella storia!
Il fatto è che da qualche mese ho acquistato un bel telefono cordless compatibile Skype (e solo Skype), per avere la libertà di scorrazzare per casa durante le chiamate, e ora pensare di tornare alla cuffietta con microfono e il naso incollato allo schermo non mi sorride affatto.
E chi la sospettava una carognata del genere?

StM ha detto...

Gaim non supporterà il SIP per Google Talk nemmeno nella versione 2.0, mi risulta (vedere news del 24 gennaio).

Alternative open per usare Google Talk con voce? (pura curiosità, per fortuna non sono interessato)

hardskinone ha detto...

Leggendo le FAQ dal sito di Skype si deduce che non esiste un database centralizzato con gli account.

Per "cancellare" il proprio account e relativo profilo è sufficiente non usare Skype per 72 ore.

La cosa sembrerebbe compatibile con l'architettura distribuita di Skype ma mi chiedo come funzioni la cosa con gli account "paganti". Qualcuno ha altre informazioni?

Sui forum dedicati ho letto che bisogna mandare una mail a delete@skype.com ma ciò cozza con le FAQ ufficiali :\

Per ultimo: la versione per Gnu/Linux di Skype è estremamente limitante: niente Alsa, niente video, niente aggiornamenti da Ottobre 2005.

Anonimo ha detto...

Per "cancellare" il proprio account e relativo profilo è sufficiente non usare Skype per 72 ore.

Io durante le vacanze di natale non ho mai usato skype ma l'account non mi si è cancellato. E ancora in rubrica gente che non si collega da ottobre...

Ho provato VoipStunt (quando lo installi ti regala 30 chiamate gratuite di prova) e mi sembra buono.

Il mio problema è che sul mio telefono fisso (ho Tiscali voce + adsl e il telefono è collegato al router per chiamare via Voip) non riesco a ricevere le chiamate da programmi Voip, non si sa bene perchè.

Anonimo ha detto...

Per "cancellare" il proprio account e relativo profilo è sufficiente non usare Skype per 72 ore.

Io durante le vacanze di natale non ho mai usato skype ma l'account non mi si è cancellato. E ancora in rubrica gente che non si collega da ottobre...

Ho provato VoipStunt (quando lo installi ti regala 30 chiamate gratuite di prova) e mi sembra buono.

Il mio problema è che sul mio telefono fisso (ho Tiscali voce + adsl e il telefono è collegato al router per chiamare via Voip) non riesco a ricevere le chiamate da programmi Voip, non si sa bene perchè.

hardskinone ha detto...

L'espressione usata nelle FAQ è "if you stop using the username it will be removed from our public directory after 72 hours of non-use."

Come spiegato in quelle pagine se ti ricconetti il tuo profile/account viene di nuovo "propagato".

Da quanto ho capito non esiste un database dal quale cancellare il proprio account.

Giuseppe D'Angelo ha detto...

In realtà la domanda di carattere piu' generale che vorrei porre è: bisogna per forza aspettare simili mosse per decidere ad abbandonare skype?

1) Che fosse una tecnologia chiusa e proprietaria lo si sapeva da subito. Non trovo assolutamente coerente voler dire di passare dai formati office (per fare un esempio) agli equivalenti liberi, e poi usare liberamente un software del genere, soprattutto visto che alternative funzionanti esistono (SIP, Jabber con l'estensione Jingle, ecc.).
Per di piu' non ha mai fornito uno straccio di documentazione, il protocollo non è stato mai reversato e non è mai stato possibile usare skype da client liberi, anche perché la scalabilità di skype si basa fondamentalmente sul fatto che ruba banda a chi è connesso ma non sta usando il programma (ed è raggiungibile da internet) - una implementazione libera permetterebbe di limitare questa cosa.

2) Non è mai stata la piu' conveniente (basta guardare i prezzi delle chiamate verso fissi di eutelia, skypho, telesconto, parla.it). Non per fare pubblicita' (tanto e' gratis), ma con skypho ho gratuitamente 99 numeri di telefono *fissi* italiani su cui ricevere chiamate, la possibilita' di avere una segreteria telefonica via email (o usabile via DMTF), la possibilita' di configurare asterisk come proxy sip per loro (e c'è la documentazione sul loro sito), e il tutto usando protocolli e tecnologia libera (come client uso twinklephone sotto linux). E per le telefonate in uscita verso rete fissa o mobile, come gia' detto, costa meno di skype.

Quindi perche' usarlo? La battaglia sui formati esiste gia', ma trovo sacrosanto combattere anche per i protocolli, o ci si ritrova tutti a dover usare msn e skype perche' gli amici/clienti/parenti/ecc. usano quelli e non vogliono migrare. Cosi' come li si convince a non dover usare word bisogna convincerli a non usare protocolli chiusi.

Paolo Attivissimo ha detto...

bisogna per forza aspettare simili mosse per decidere ad abbandonare skype?

Forse sì. Skype è arrivato quando sulla piazza non c'era nulla di altrettanto facile e funzionante, per cui non c'era molta altra scelta (e per questo lo consigliavo... all'epoca pareva ancora miracoloso che si potesse *parlare* via Internet). Per cui si è formato una sorta di monopolio: il primo arrivato con un prodotto facile e usabile si è preso il mercato. In questo modo è diventato difficile migrare ad altri prodotti VoIP, per cui lo si fa soltanto con estrema riluttanza e se c'è una ragione molto valida, perché significa perdere tutti i propri contatti, reimparare a usare un altro programma, convincerlo a funzionare e uscire dal firewall, eccetera... gli stessi problemi che vediamo con la migrazione, per esempio, da Word a OpenOffice.org.

Queste migrazioni sono dolorose. Si fanno solo se si è arrivati a un punto di non sopportazione. Skype usa protocolli proprietari? Pazienza: funziona ed è l'unico sulla piazza. Skype è a sorgente chiuso? Sopportiamo, perché lo usano tutti i nostri amici... Poi arrivano mazzate anticompetitive come queste e ti trovi al bivio: devi chiederti se hai sopportato troppo o se devi ingoiare anche questo rospo per non perdere i contatti con gli amici. Non è un dilemma facile da risolvere.

Claudio ha detto...

inoltre le tariffe di Skype sono aumentate: all'inizio con 10 euro di credito andavo avanti 2 mesi chiamando anche i cellulari; ora dopo una decina di giorni è belle che finito il credito; secondo me hanno fatto dumping out per entrare sul mercato, ma ora sulle urbane e cellulari costano + di Tele2 o Clictel; l'unica convenienza resta ancora sulle chiamate internazionali

Anonimo ha detto...

Non appena trovo una valida alternativa migro anch'io. Visto che ho piazzato Skype a parenti e amici, per farli cambiare devo trovare qualcosa di simile.

Comunque una migrazione di massa potrebbe far passare la voglia a grosse compagnie di fare queste acquisizioni. Dopo aver speso miliardi, trovarsi con un'utenza decimata potrebbe farli riflettere, o almeno avrà un bell'effetto sui loro bilanci.

char aznable ha detto...

ciao paolo, posso consigliarti di rendere nota la politica di skype
a beppe grillo? la promozione che fa del servizio sul suo blog
e negli spettacoli è notevole, penso sia giusto che sappia
e che metta al corrente i suoi lettori di questo accordo...

grazie come sempre, e continua così!!
max

Paolo Attivissimo ha detto...

posso consigliarti di rendere nota la politica di skype a beppe grillo?

Detto fatto :-)

Anonimo ha detto...

se devo essere sincero nn me può fregar un bip e gia parlare con tre contemporaneamente nn ci capisco niente figuariamoci con 10 :P

Anonimo ha detto...

giustooooo!!!!! lol

Paolo Attivissimo ha detto...

se devo essere sincero nn me può fregar un bip

Probabilmente comincerà a fregartene qualcosa quando con trucchetti come questo Intel avrà fatto fuori AMD e potrà imporre i prezzi che vuole ai propri prodotti, esattamente come Microsoft ha imposto i prezzi che vuole perché ha fatto fuori la concorrenza con giochini scorretti analoghi (DR-DOS ve lo ricordate? Netscape ve lo ricordate?).

Ma allora sarà troppo tardi. Per questo bisogna puntare i piedi ai primi sintomi di abuso; per evitare che diventino abusi peggiori.

Anonimo ha detto...

Ciao, Paolo, ti faccio notare una cosa che forse non hai valutato, skype dal 12 sett 2005 è di proprietà di Ebay pagata la bellezza di 2,6 miliardi di $$$$ credo che chi utilizza ebay si sia accorto già di come lavora la suddetta, blocco delle postepay in favore di paypal (altro acquisto di ebay) tariffe salatissime (circa il 10% del valore delle aste), clausole vessatorie ... insomma skype purtroppo diventera cosi :((( M. ps. anzi sarebbe bene che dessi una "occhiata" a ebay ... non si stanno comportando molto bene ;)

mancausoft ha detto...

Visto che è software close non lo usava da tempo skype ma ho ancora un account e volevo eliminarlo, qualcuno è riuscito ad eliminare un account skype?? io sono entrato nel sito con nomeutente e password ma non ho trovato dove si può elimare l'account. Penso sia una buona cosa eliminare l'account e spero che non sono il solo a pensarlo se vedono un crollo negli utenti si askype che molte altri ci penseranno più di una volta a fare una cosa del genere

Squabus ha detto...

interessantissimo.. sono sempre indietro io... pure io voglio, devo, abbandonare skype. Con linux (ubuntu) non funge punto.
MI potreste illuminare un pochino di più? Mi rivolgo soprattutto a Giuseppe che dice chiaramente di aver usato alternative migliori con linux. Consigli skypho ho capito bene?
Sapreste dirmi se skypho o altri supportano l'uso di telefoni/cornette da collegare ?
Sono all'antica io

Anonimo ha detto...

x mancausoft
Se guardi qulche commento più sopra c'è qualcosa al riguardo. Se hai altre informazioni mettile qui :)

l'esorciccio ha detto...

visto che su linux skype non è granchè stavo giusto pensando di passare ad altro, ma qualcuno sa di qualche software simile che riesca ad eludere i firewall come skype? (che in questo è particolare, si è sempre collegato ovunque mi trovassi)

angelo ha detto...

Si puo' cercare semplicemente delle alternative a Skype, come:
http://www.voipstunt.com
http://www.skypho.net
che ne dite???????????

gil3680 ha detto...

Ciao Paolo..Ciao ragazzi.
Ho letto attentamente tutti i vari commenti.
Sono profondamente deluso da questa novità di Skype.Uso il softwre da anni e,l'ho fatto installare a molti amici. Ho anche aquistato la cornetta che, come sapete funziona solo con Skype e costa circa 100 eurini. Il problema come ho letto è quello di perdere tutti i contatti perchè,lo sappiamo tutti,che far migrare ad altre software i vari amici non è cosa facile.
La cancellazione dell'account penso non sia così semplice come indicato nelle faq e, anche inviando la mail rimane nella memoria centrale.
Ma....ora bombardiamo un software che appena nato sembrava fosse l'uovo di colombo..Allora cosa dire di FastWeb che, dopo 3 anni non sono ancora riusciti a sostituirmi un doppino? Nonostante ripetuti solleciti e i nuovi accordi per la manutenzione stipulati con TI sulle linee proprietarie?
E' la solita vecchia storia....appena entrano nel mercato(particolarmente quello delle telecomunicazioni) sembra vogliano tutti essere perfetti. Noi ci continuamo a credere...Facciamo i veicoli pubblicitari gratuiti e, dopo poco(raggiunto un numero raguardevole di utenza) non gli frega se da anni sei registrato..L'importante è fare EURI. Se abbandoni un programma o una compagnia ormai gli utenti ci sono che rimangono(vedi TI)

Gand ha detto...

Gizmo non è open ma almeno usa il protocollo SIP; per Mac, GNU/Linux e win.
Per videoconferenza aspettiamo che Xmeeting cresca.

MG55 ha detto...

Credo che il boicottaggio a Skype vada esteso a Intel (che forse delle due ci guadagna di più), rifiutandosi in futuro di acquistare i loro processori. Ho consigliato di far questo sul mio blog, e ho creato un loghino per diffondere l'idea.

frankie ha detto...

Sto provando Wengo http://www.openwengo.org su Windows, devo dire che funziona benissimo ed inoltre il costo delle chiamate da PC a rete (fissa e mobile) e' inferiore a quello di Skype.

Per Linux segnalerei il progetto Ekiga
http://www.ekiga.org/ che, oltre ad essere rilasciato con licenza GPL, e' compatibile sia con il protocollo SIP (Wengo, Inner, Skypho, Voipstunt) sia con il protocollo H.323 (Netmeeting, gnomemeeting).

Ciao
frankie

Anonimo ha detto...

che schifo

Gimmy ha detto...

Uhm brutta storia :(

Mi aspettavo che il passaggio di Skype a E-bay avvenuto qualche mese fa potesse avere conseguenze non felici, ed eccone qui una. Questo genere di loschi accordi sotterranei e' una caratteristica dei grossi gruppi economici.

D'altro canto pero', da piu' di un anno sto usando e diffondendo il piu' possibile Skype soprattutto per un altro tipo di questione morale: bisogna far capire alla gente che un voip ben implementato puo' sostituire egregiamente la telefonia tradizionale, con qualita' visibilmente maggiore e prezzi di un paio d'ordini di grandezza inferiori.
Il vero scandalo secondo me sono le ruberie che subiamo da decenni da parte delle compagnie telefoniche, che hanno guadagni del tutto ingiustificabili. E come se non bastasse negli ultimi anni hanno messo in atto politiche commerciali che sono equiparabili alla truffa vera e propria. Basta dare un'occhiata ai vari forum sull'argomento in giro per la rete, oppure anche solo agli archivi di Zeus news o Punto informatico.
Odio Intel, ma odio molto di piu' Telecom.

Penso inoltre che la limitazione di una conferenza a cinque partecipanti abbia una rilevanza trascurabile, nel 99% dei casi di utilizzo del programma. Resta disprezzabile il fatto di averla introdotta per favorire Intel su Amd, ma da un punto di vista pratico non credo che saranno in molti ad acquistare un Intel per questo motivo.

Certamente esistono altre possibilita' per il voip (Googletalk e Voipstunt ad esempio) ma attualmente non hanno la stessa visibilita' che ha il programmino svedese, ne' la stessa "solidita' progettuale".
Penso che la cosa migliore da fare in questo momento sia continuare a utilizzare e diffondere Skype, e tenere d'occhio gli sviluppi della faccenda. Si fa sempre in tempo a cambiare software, male che vada, ma questo non credo sia il momento migliore per farlo. Si rischia di deframmentare troppo il mercato, e di trasmettere all'utente medio una pericolosa idea di inaffidabilita' di questo genere di applicazioni. Parere personale ovviamente, che poggia solo su considerazioni empiriche e sulla mia esperienza nel settore.

Anonimo ha detto...

è vero che è possibile sapere il mio stato "in Linea occupato ecc." anche senza il mio consenso? se si come fanno, e come posso impedirlo sempre che si possa.

Grazie
J.