Cerca nel blog

2012/01/03

Disinformatico radio, podcast del 2011/12/30

Pronto il podcast dell'ultimo Disinformatico del 2011


È disponibile temporaneamente sul sito della Rete Tre della RSI il podcast della scorsa puntata del Disinformatico radiofonico, che ho dedicato a un riepilogo dei principali cambiamenti e flop informatici del 2011, alla classifica dei film più scaricati e alle previsioni tecnologiche per l'anno venturo. Gli articoli di supporto sono qui:

5 commenti:

MFH ha detto...

Eliminare Flash sarebbe una scelta miope. È vero che HTML5 fornirà un ottimo supporto per audio e video, ma Flash è anche molto usato per creare giochi e per ora a quanto ne so è l'unico software ben implementato su tutti i sistemi operativi.

Filippo Fenoglio ha detto...

Refuso... flop informatici del 2012...

non credo ne siano successi tanti in 4 giorni ;-)

Paolo Attivissimo ha detto...

Refuso sistemato, grazie.

Rado il Figo ha detto...

È difficile anche trovare una correlazione fra scaricamenti e incassi per chi sostiene che la pirateria online danneggia il cinema: Fast Five, il più scaricato, ha comunque incassato oltre 600 milioni di dollari, Thor quasi 450, e Harry Potter e i Doni della Morte parte 2, decimo in classifica fra i download, ha totalizzato 1,3 miliardi di dollari.

È da un po' che volevo dirtelo: non sarebbe meglio riformulare questo tipo di frase? No, perché messa così suona molto simile a dire: "È difficile sostenere che la Banda Bassotti quando ruba un sacco di dollari a Paperon de' Paperoni gi arrechi un danno, giacché quest'ultimo ne ha un deposito intero di tre ettari cubici.".

marcov ha detto...

Secondo alcuni analisti il ruolo dei social network come fb e twitter nelle rivolte arabe è stato forse sopravvalutato mentre nei disordini di Londra è stato sicuramente sopravvalutato.
http://www.huffingtonpost.com/nehad-ismail/arab-revolution-social-me_b_1032505.html
http://www.guardian.co.uk/uk/2011/dec/05/anger-police-fuelled-riots-study