Cerca nel blog

2014/03/14

Come cifrare e autenticare la mail: terza parte

Il contenuto di questo articolo è stato trasferito qui.




3 commenti:

Riccardo ha detto...

Mi permetto di fare un piccolo addendum, sulla matematica dietro la cifratura a chiave pubblica. Non voglio entrare nei dettagli di come funziona (comunque non è particolarmente difficile), ma mi sembra interessante spiegare meglio cosa siano la chiave pubblica e la chiave privata.
Quando generate la vostra coppia di chiavi in realtà generate due numeri primi molto grandi, diciamo p e q (il motivo per cui devono essere primi è legato all'algoritmo di cifratura), che vi tenete per voi. La chiave pubblica è composta da due parti: la prima è il prodotto p*q, e la seconda è un numero a caso più piccolo di (p-1)*(q-1) (di solito si sceglie 65.537, ma non ha importanza). Questi due numeri vengono dati a tutti, e sono sufificienti per cifrare i messaggi.
La cosa interessante è per decifrare è in sostanza necessario conoscere p e q separatamente, e questo è molto, molto laborioso conoscendo solo il prodotto p*q. Dunque chiunque può cifrare messaggi ma solo voi potete decifrarli.

paolo ha detto...

Il link dalla terza alla quarta parte non funziona.

Paolo Attivissimo ha detto...

paolo,

adesso dovrebbe funzionare. Grazie della segnalazione.