Cerca nel blog

2016/09/30

Alternative a WhatsApp: Signal, ora anche su computer

Signal (Signal.org) è considerata una delle app di messaggistica più attente alla sicurezza e alla riservatezza: da tempo è disponibile per Android e iOS, ma ora è possibile usarla anche su computer (Mac, Windows, Linux). Da pochi giorni la versione su computer funziona anche in abbinamento agli smartphone iOS (prima era limitata agli Android).

Installare Signal su computer è semplice: basta avere Google Chrome a andare a Signal.org/desktop per scaricare l’estensione Desktop di Signal per Chrome. Ovviamente bisogna tenere aperto Chrome.

Anche l’impostazione è banale: è sufficiente inquadrare un codice QR con la fotocamera del telefonino. I contatti vengono importati sul computer automaticamente.

In quanto a privacy e sicurezza, Signal usa lo stesso protocollo di crittografia end-to-end di WhatsApp ma a differenza di WhatsApp non condivide i dati degli utenti con Facebook, è open source (il codice delle sue app è liberamente ispezionabile), è consigliato da tutti i principali esperti di sicurezza informatica ed è gestito senza scopo di lucro da un gruppo di informatici che ha a cuore la protezione dei dati personali. Fra l’altro, Signal è gratuito e disponibile in italiano.

16 commenti:

Stefano Cecere ha detto...

mannaggia dopo 2 anni stavo iniziando ad avere buona parte dei miei amici migrati da WhatsApp a Telegram!
che si fa? si continua il viaggio verso Signal? :)

Benedetto Angiolini ha detto...

E chi paga? Come si finanziano? Sul lungo termine come coprono i costi?

Ruggio81 ha detto...

Fate caso sul Play Store ai permessi che richiede Signal. Solo a me sembrano un po' troppi?

Mauro ha detto...


@Benedetto. questa e' la loro dichiarazione sul sito

Open Whisper Systems is both a large community of volunteer Open Source contributors, as well as a small team of dedicated grant-funded developers. Together, we're working to advance the state of the art for secure communication, while simultaneously making it easy for everyone to use.

e ancora da https://signal.org/workworkwork/

We're not a business. We'd rather think creatively than think about the dough. - Open Salaries We have an open process for determining how much everyone is paid. Everything we produce is open source. Every time we write code, we get to share it with the world.

In breve sono sostenuti sia da finanziamenti che da un gruppo piu' numeroso di volontari.

Donato ha detto...

@Stefano Cecere

Poi, quando buona parte dei tuoi amici saranno migrati a Signal, uscirà qualcos'altro!

dani1967 ha detto...

Se un miliardo di utenti migrassero a signal, chissà se reggerebbe.
Io credo che al momento da forza di WA è la diffusione. Se uno mi da il suo telefono, lo metto in rubrica e il minuto dopo ho la quasi certezza di trovarlo su wa. Con wa oggi come oggi si gestisce di tutto, gruppi di amici, gruppi di lavoro, io ci prenoto anche una pizzeria. WA ha di fatto cancellato skype (chi lo usa ancora ?) e regge il confronto solo hangouts. Telegram io francamente dopo qualche mese l'ho tolto, c'erano 2-3 miei conoscenti che comunque avevano anche WA.
Oggi un sistema come quello di fatto serve magari a 3-4 conoscenti, ma alla fine appesantisce solo il sistema, un servizio attivo in più, una notifica in più.
Per hanno ho tenuto programmi per la crittografia di posta. Peccato che nessun mio conoscente lo avesse e quindi NON avevo nessuna chiave pubblica per scambiarmi con qualcuno messaggi criptati. Adesso, ovviamente, mi sono stufato. Purtroppo la sicurezza non dipende solo da comportamenti individuali, ma anche da quelli collettivi; inutile che io sia super-attento se poi quelli con cui comunico sono una groviera.

Stefano Cecere ha detto...

@donato hai ragione :)

cmq sarà ma ogni giorno vedo un amico in più su Telegram.. che non sarà il massimissimo, ma ha le versioni desktop perfette.
io dico a tutti: lasciamo agli americano i nostri posts, ma ai russi le nostre chat, così si devono mettere per forza d'accordo se vogliono profilarci per bene :)





Patrick Costa ha detto...

PASSO... non se ne può più, ho già troppi metodi per comunicare e che alla fine non uso, non ne aggiungo un altro...

Unknown ha detto...

Guardando le autorizzazioni richieste da Signal si deduce che è un colabrodo o un malware oè stata fatta da un incompetente. In ognuno dei tre casi io non la installerò di sicuro!

Carlo Paccanoni ha detto...

Guardando le autorizzazioni richieste da Signal si deduce che è un colabrodo o un malware oè stata fatta da un incompetente. In ognuno dei tre casi io non la installerò di sicuro!

Scatola Grande ha detto...

Whatsapp ha dalla sua solo l'estrema diffusione, almeno in Italia.
Telegram ha la curiosa caratteristica di permettere dei bot, cioè degli account non legati ad un telefono, implementabili su disposidivi embedded. Esiste del codice per Arduino con cui si può interagire tramite l'app di Telegram.
Non sono riuscito a trovare qualcosa di analogo per Signal.

balloto ha detto...

Una volta era telegram, adesso 'sto Signal. Tra un anno parleremo di un'altra app che alla fine non scalzerà mai whatsapp.

MacLo ha detto...

eeeh no.. Io Telegramnon lo mollo!
Ormai praticamente uso solo quello.. ho fatto migrare il 90% dei miei contatti..
Lo uso per backup-on-cloud, ci trovo musica, spartiti, ebook..
Per ora sto!

Michele/ENERGIA ha detto...

Ho più messenger che soldi sul conto. Aspettavo con impazienza uno nuovo.

Fiz ha detto...

Non c'è praticamente alcuna possibilità che possa usare veramente un'app di messaggistica diversa da Telegram. Ci si può fare praticamente di tutto. E' aperta agli sviluppatori di terze parti come pochi altri software. Creare un canale e un bot che lo popoli (magari da un feed rss) è un gioco da ragazzi (usando IFTTT). Stanno continuando ad aggiungere feature ad un ritmo impressionante (gif dai video, masks, giochi). Ed è comunque più sicura di Whatsapp.
Signal? Installata, vuole diventare l'app predefinita per gli SMS. Era nata per questo infatti, cioè per essere usata per mandare messaggi tipo-sms criptati. Ovviamente nessuno dei miei contatti la usa.
Per la cronaca, le statistiche dicono che in Italia Whatsapp domina molto più che in altri paesi: siamo un popolo di pecore..

Anonimo ha detto...

signal usa Google Cloud Messaging nella sua app... alcune persone che non vogliono installare roba di google sul proprio smartphone, l'hanno ricompilato senza tali librerie: apriti cielo! La reazione dei proprietari è stata chiarissima: ai loro server non possono accedere app diverse dal client ufficiale. Fonte: https://github.com/LibreSignal/LibreSignal/issues/37#issuecomment-217211165

Da questo punto di vista telegram è "più aperto": io accedo con una app che non è quella ufficiale e nessuno si lamenta.