skip to main | skip to sidebar
31 commenti

I 10 comandamenti del conferenziere

I Dieci Comandamenti per chi deve fare presentazioni in pubblico


Mikko Hypponen segnala su Twitter che chi viene inviato a fare un TED Talk riceve le regole letteramente incise nella pietra. Li chiamano i TED Commandments.

Vale la pena di tradurli in italiano, visto che si tratta di consigli validi per chiunque debba parlare in pubblico:

1. Non rubare tempo
Temi l'ira di coloro che verranno dopo di te. Onora l'orologio.

2. Non vendere dal palco
Non vantarti della tua organizzazione o della tua politica o del tuo disperato bisogno di finanziamenti.

3. Non esibire il tuo ego
La bellezza allo specchio produce scarsa luce sul palco.

4. Non commettere atti di confusione
Evita il riassunto. Fai a pezzi il gergo. Spiega! Fai esempi!

5. Non uccidere PowerPoint
Condividi le tue immagini. Sii parco con il testo. Rinuncia agli elenchi puntati interminabili.

6. Fai luce
Illumina ciò che è bello. Semplifica ciò che è complesso. Rivela ciò che è misterioso.

7. Racconta una storia
Perché è così che gli umani hanno stabilito legami, sin dall'alba dei tempi.

8. Onora l'emozione
Il pubblico che ride, applaude. Coloro che piangono sono anche coloro che gridano lodi.

9. Metti coraggiosamente a nudo la tua anima
Rivela la tua passione, la tua speranza.. e la tua paura. Parla dei fallimenti oltre che dei successi.

10. Preparati all'impatto
Una folla meravigliosa e attenta pende da ogni tua parola. Sii pronto. Fai delle prove. Questo è il tuo momento.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (31)
La quinta dovrebbe essere nei 10 comandamenti, quelli originali.
Li terrò presente per domani.

Alla peggio poi me la prendo con voi, ma se non altro m'avete fatto ricordare di riguardare la presentazione. In effetti è troppo lunga e non mi piace.
Un altro consiglio che mi sento di dare (che si trova comunque diluito in questi 10 appunti) è: "spiega perché si fa una determinata cosa, spiega a cosa serve".

Tempo fa assistei ad una seduta di laurea in ingegneria elettronica specialistica. Tutti a partire coi loro lavori, un botto di grafici e risultati, certamente dei lavori immani, ma nessuno che ha iniziato con "faccio la cosa X perché serve per Y".

Perché abbiamo bisogno di una cella solare a bandgap intermedio? Perché non vanno bene quelle in silicio?

Io, la commissione e altri studenti lo sappiamo, ma il pubblico è composto da una buona fetta di parenti ed amici a cui farebbe piacere (penso) capire qualcosa in più delle presentazioni.

L'obiettivo che mi sono posto per la mia prossima tesi specialistica è "fai capire la presentazione a tua madre". E cercare di evitare una sterile presentazione di risultati e grafici, ma imbastirla come una sorta di "storia".
Rinuncia agli elenchi puntati interminabili

La versione di Cliff Atkinson è molto più radicale: "Rinuncia agli elenchi puntati". Non a caso il suo libro sulle presentazioni si intitola "Beyond Bullet Points"!
Ricordo quest'altro articolo di Paolo sulla "Powerpointosi":
http://attivissimo.blogspot.com/2009/08/25-anni-di-powerpoint.html
[quote -"Mr. Tambourine"]a quinta dovrebbe essere nei 10 comandamenti, quelli originali.[/quote]

Quoto dicendo: Amen capo!!!
Grazie Paolo, in termini di presentazioni il mio idolo assoluto è lui: http://www.youtube.com/watch?v=yL_-1d9OSdk straordinario ;-)
Ottimo decalogo! Qui c'è un altro esempio di come presentare bene: http://www.youtube.com/watch?v=2-ntLGOyHw4 E' un'analisi delle tecniche che permettono a Jobs di creare il suo famoso reality distorsion field.
"La versione di Cliff Atkinson è molto più radicale: "Rinuncia agli elenchi puntati".

Io, invece preferisco visualizzarli con un animazione, in modo da soffermarmi su ciascuno di essi.

Un errore frequente è anche quello di confondere la presentazione con la documentazione.

La prima serve solamente ad aiutare l'oratore ad esporre i concertti e non ha senso senza questo affiancamento. Di conseguenza non hanno senso le diapositive (non "pagine") piene zeppe di testo.

La seconda deve invece essere indipendente ed esauriente.
dovrebbe essere proibito per legge fare una slide di solo testo
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Io aggiungerei anche:Non farsi prendere dal panico in caso di "blue screen".

Come nel famosissimo caso della demo di Windows 98.
Per evitare polemiche pubblico anche un fail legato alla mela smangiucchiata!
This.
Io ho scritto anche un post di approfondimento su come "non uccidere powerpoint", punto quinto :)

http://riflettendosulloggi.blogspot.com/2011/06/se-lavorate-nelle-aziende-moderne-o-nel.html
11. Impara LaTeX e mettilo da parte
Per presentazioni professionali usa la classe beamer per LaTeX


Paolo, le leggi le mail? Fornisci il tuo indirizzo solo per leggerle o rispondi anche? oggetto ''caccia all'evento''
Durante le lezioni sui Power Point ho ricevuto sempre un consiglio, che veniva chiamata la regola dei sette:
massimo sette punti, e composti da massimo sette parole.

Ottimi questi "comandamenti".
Paolo, le leggi le mail? Fornisci il tuo indirizzo solo per leggerle o rispondi anche? oggetto ''caccia all'evento''

Letta, molto intrigante; ma non ho scoperto nulla, anche per mancanza di tempo.

Rispondere a tutti è ormai un'utopia. Sigh.
[quote-"Nerd"-"http://attivissimo.blogspot.com/2011/06/i-10-comandamenti-del-conferenziere.html#c3713878242549596676"]
Io ho scritto anche un post di approfondimento su come "non uccidere powerpoint", punto quinto :)
[/quote]

Tra le cose da non fare con powerpoint potresti aggiungere come esempio questa slide

Il generale Stanley A. McChrystal, ex capo delle forze americane e NATO in Afghanistan, nel presentarla ha detto che "quando capiremo questa slide vinceremo la guerra in Afghanistan".

Era il 2009 :-)
Accidenti, ho un talk dopodomani... temo di aver centrato un sottoinsieme molto piccolo dei 10 TED-comandamenti. Fatemi comunque l'inboccaallupo please, :)
Tra le cose da non fare con powerpoint potresti aggiungere come esempio questa slide


Nei suoi ragionamenti mia moglie sa fare di peggio...
Thou shalt shine a light

E Mick Jagger saltella per il palco...
@flavio.pas
Durante le lezioni sui Power Point ho ricevuto sempre un consiglio, che veniva chiamata la regola dei sette:
massimo sette punti, e composti da massimo sette parole


Ma secondo questo signore, non è abbastanza: Cramped. Boring.

@motogio
Tra le cose da non fare con powerpoint potresti aggiungere come esempio questa slide

Allora J.J.Abrams non aveva tutti i torti.
7. Racconta una storia

Sì, ma... senza esagerare! Il libro di Atkinson che ho citato parte addirittura da Aristotele per insegnare come bisognerebbe "raccontare una storia" in una presentazione powerpoint (situazione iniziale, rottura dell'equilibrio, peripezie dell'eroe, eccetera)!

Questo consulente ha preso fin troppo sul serio l'idea della "storia": ha trasformato sé stesso in un personaggio a fumetti! (c'è anche una "presentazione nella presentazione": Shakespeare, mangia la polvere!)
Il bello e' fare il confronto con i comandamenti del 2008! sono differenti, alcuni forse persino migliori.

http://www.timlonghurst.com/blog/2008/05/16/the-ted-commandments-rules-every-speaker-needs-to-know/
consigli validi per chiunque debba parlare in pubblico

Appunto. Parlare.
Puoi avere il PP migliore del mondo, ma se non sai usare come si deve la tua voce e i tuoi gesti nessuno ti seguirà. Il contrario, io credo, non è invece così vero: il pubblico passerà sopra ai difetti delle tue slide, se riuscirai a farlo pendere dalle tue labbra, anche nella più tecnica delle relazioni.
aahhh! Il pubblico è una droga! Ne voglio ancora!

Piuttosto, ne mancano un paio:

11)Prova a guardarti dall'esterno. Se tu stesso ti annoieresti con la tua presentazione, figurati gli altri! Sii interessante prima di tutto per te stesso.

12)Ascolta il pubblico! Puoi avere un feedback in diretta sulla situazione in sala. Sfruttalo! Tieni dei margini e qualche percorso alternativo e usali quando sarà necessario farlo.
E visto che siamo in tema quasi religioso, la numero 10 la riformulerei così:

Non abbiate paura! (da pronunciare rigorosamente con lieve accento polacco).
Tutto molto interessante, peccato che in questo mondo di vampiri le cose non funzionino così ...
e nemmeno il marketing.
Ah dimenticavo: i comandamenti furono scritti per i "semplici" non per i "potenti"
Per aiutarsi a fare presentazioni che seguono questi suggerimenti consiglio di dare un'occhiata a Prezi (http://prezi.com/).
Io potrei aggiungere: non siate ovvi nell'iconografia!