skip to main | skip to sidebar
25 commenti

Ragazza tatuata coi profili di Facebook

Profili Facebook tatuati: marketing virale


La storia di Suzyj87, la ragazza olandese che si sarebbe fatta tatuare i profili di 152 amici di Facebook sul braccio, è una bufala. O meglio, il video è una trovata di marketing virale per conto di un'azienda olandese che confeziona regali usando le immagini dei profili Facebook. Il "tatuaggio" viene via nel giro di un paio di giorni e non ci sono volute 30 ore ma solo due (De Telegraaf via DutchNews via Forbes; grazie a Luigi per la segnalazione).

Complimenti a tutti i giornalisti (fra gli italofoni cito TGcom, Vogue.it, Gizmodo.it, Il Secolo XIX, Repubblica) che ci sono cascati senza controllare la notizia, probabilmente perché dava loro l'occasione di lamentare la degenerazione dei costumi altrui e fare un altezzoso commento sui mali della società moderna. Senza considerare, naturalmente, la degenerazione dei costumi dei giornalisti.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (25)
questa volta ci ero cascato
C'era cascato anche Tom's hardware

http://tomsblog.it/valerioporcu/2011/06/08/si-fa-tatuare-152-amici-di-facebook-genio-o-follia/

che ha già ha ammesso che ra una bufala
Anche questa mi puzza di bufala, anche se oggi come oggi, tutto è possibile.

http://www.tomshw.it/cont/news/facebook-e-twitter-gli-innominabili-di-francia/31862/1.html
Per Gian Piero Biancoli

Anche questa mi puzza di bufala, anche se oggi come oggi, tutto è possibile.

http://www.tomshw.it/cont/news/facebook-e-twitter-gli-innominabili-di-francia/31862/1.html


No, è vera. Riassumo per chi non ha letto l'articolo: il Conseil supérieur de l'audiovisuel francese, che corrisponde all'italiana Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, ha interpretato in maniera restrittiva una legge del 1992 sulla pubblicità indiretta: costituisce pubblicità indiretta, e quindi vietata ai conduttori di trasmissioni tv, la semplice citazione di Twitter o Facebook:

http://tinyurl.com/3hoeo7t .
Io non c'ero cascato: ormai con i livelli pietosi del giornalismo italiano ho imparato che spesso più è sensazionale la notizia e più la cosa puzza...
pensate solo che Chiesa viene definito un giornalista!!! Nonostante nelle trasmissioni porti come fonti: "l'ho sentito in tele da qualche parte"(sic!).
Anche il solito scarso Ticionline ci è cascato alla grande e ha tutt'ora la notizia in homepage nella sezione "Life Style" http://goo.gl/8snOy
Per Stupor Mundi 83

Io non c'ero cascato: ormai con i livelli pietosi del giornalismo italiano ho imparato che spesso più è sensazionale la notizia e più la cosa puzza...
pensate solo che Chiesa viene definito un giornalista!!!


Tutti gli appartenenti all'ordine dei giornalisti, siano essi nell'albo dei pubblicisti o dei professionisti, si possono fregiare del titolo giornalista, in Italia. Esattamente come tutti i laureati possono fregiarsi del titolo dottore e tutti i parlamentari possono fregiarsi del titolo onorevole.
Sono OT e chiedo venia... ma vorrei che Paolo ci dicesse qualcosa di più su questa "notizia":

http://www.corriere.it/cronache/11_giugno_08/giallo-orologi-siciliani-avanti-sciacca_ccdc47aa-91ff-11e0-9b49-77b721022eeb.shtml
Per Accademia dei pedanti

Quindi in tutti quei gruppi ci possono entrare cani e porci.

Però per entrare negli "albi" delle discipline di scienza, ingegneria, architettura e di giurisprudenza oltre alla laurea, occorre fare degli esami di stato costosi e spesso impegnativi. Mentre per essere "onorevole" basta farsi eleggere e, data la stupidità galoppante, con un po' di marketing pubblicitario la cosa è più semplice...
Per Lorenzo

Odora fortemente di bufala...
Per Lorenzo

Lo spazio per le segnalazioni è questo:

http://attivissimo.blogspot.com/p/segnalazioni.html

Questa notizia è già stata segnalata tre volte: dal sottoscritto, da theDRaKKaR, e da Brigitta MacBridge. Siamo molto efficaci. :-)
Per Stupor Mundi 83

Quindi in tutti quei gruppi ci possono entrare cani e porci.

Eh sì. Sai che scoperta.

Però per entrare negli "albi" delle discipline di scienza, ingegneria, architettura e di giurisprudenza oltre alla laurea, occorre fare degli esami di stato costosi e spesso impegnativi.

Non mi risulta siano costosi.
Sapendo come si truccano con facilità gli esami in Italia, non credere che siano impegnativi per tutti.
quello che mi ha fatto pensare ad una bufala appena visto il video è stata la tatuatrice senza tatuaggi
Non mi risulta siano costosi.

Hai ragione, intendevo costoso per i giovani neo-laureati. Ma questo non c'entra niente con il discorso, scusami.

Sapendo come si truccano con facilità gli esami in Italia, non credere che siano impegnativi per tutti.

Vero, ma è molto meglio rispetto ai bandi di dottorato e ai concorsi per i posti da ricercatore. In quest'ultimo caso i professori hanno la faccia tosta di favorire i loro vassalli anche quando si tratta di esami curricolari!!!
Leggi un po':
http://www.nophdnoresearch.it/

Ma stiamo sprofondando sempre di più in un OT per cui chiedo scusa a tutti...
E' falsa anche questa o completamente diversa per importanza rispetto a come riportato all'inizio della notizia, infatti facebook non permette ad uno sconosciuto di riconoscerci con una semplice foto ma solo ai nostri amici, che quindi dovrebbero gia conoscere il nostro nome e viso.
http://www.repubblica.it/tecnologia/2011/06/08/news/facebook_riconoscimento_facciale-17373638/?ref=HREC2-12
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Il Secolo XIX adesso ha smentito http://www.ilsecoloxix.it/p/magazine/2011/06/09/AOzjcqa-tatuaggi_facebook_profili.shtml
Sul Secolo, l'articolo dove davano il video per genuino è ancora lì, senza indicazioni sul fatto che sia una bufala. :D

Non so se sia un bene o un male..
Stamattina a "Il ruggito del coniglio" su Radio2 l'hanno messa al 1° posto nella "Top vergognescion" ...
Anche su "Il Fatto Quotidiano" almeno quello cartaceo, c'era una foto dei tatuaggi. Non ho letto l'articolo ma dal titolo credo ci siano cascati anche loro...
Faccio una domanda a tutti perché, una volta tanto, mi sento isolato. Ma sono l'unico qui a pensare che, vera o falsa la notizia, tatuaggio o decalcomania che fosse, il contenuto è di un'incommensurabile irrilevanza?

Davvero la civiltà dell'immagine ha trasformato nullità un tempo impresentabili in notizie da prima pagina?
In particolare Repubblica.it è una fucina di cose del genere oppure di altre chicce.. come l'articolo al link http://genova.repubblica.it/cronaca/2011/06/10/foto/festa_della_marina_napolitano_alla_spezia-17500354/1/ che come titolo nella pagina recita testuale "Festa della Marina
Napolitano alla Spezia", fortunatamente poi dentro si correggono e dicono "a La Spezia" però una rilettura ai titoli io la darei.. ^^
[quote-"B4mb1N"-"http://attivissimo.blogspot.com/2011/06/ragazza-tatuata-coi-profili-di-facebook.html#c7176236417244101396"]
In particolare Repubblica.it è una fucina di cose del genere oppure di altre chicce.. come l'articolo al link http://genova.repubblica.it/cronaca/2011/06/10/foto/festa_della_marina_napolitano_alla_spezia-17500354/1/ che come titolo nella pagina recita testuale "Festa della Marina
Napolitano alla Spezia", fortunatamente poi dentro si correggono e dicono "a La Spezia" però una rilettura ai titoli io la darei.. ^^
[/quote]

Secondo me è giusto il titolo... anche se oggi si tende ad fondere sempre meno le parole, non c'è nessuna regola che vieta di farlo con gli articoli dei nomi di città.
@ B4mb1N e Wilbor

In effetti è più corretto scrivere "alla Spezia" e non "a La Spezia".
Non credo scrivereste "il terremoto de L'Aquila" anziché "il terremoto dell'Aquila" (basta cercare con Google...).

Scusate la pedanteria o.t. e saluti dalla Spezia.
Accademia: si, anche secondo me la notizia è irrilevante, purtroppo è sintomo dell'attenzione che ci mettono a pubblicare le cose. Nel senso, devo fare la pagina, ci metto qualsiasi cosa.