skip to main | skip to sidebar
41 commenti

Quando i fotoni giocano a flipper

Luna illuminata. Dalla Terra


L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale.

IMG_2115

Ieri sera ho scattato questa foto della luce cinerea: nella falce al primo quarto, illuminata direttamente dal Sole, si scorge la zona della Luna che in quel momento è in ombra rispetto al Sole. Come mai? È rischiarata dalla luce della nostra Terra, che a sua volta riceve la propria luce dal Sole. E noi vediamo la zona in ombra perché la sua superficie riflette verso di noi la luce che il nostro pianeta le ha mandato.

Confusi? La luce parte dal Sole, colpisce la Terra, che la riflette verso la Luna, che la riflette verso la Terra, dove colpisce l'occhio dell'osservatore. Un rimbalzo ripetuto di fotoni che è visibile anche a occhio nudo in condizioni favorevoli, ma viene esaltato qui dalla sensibilità della fotocamera.

Per i curiosi, i dati EXIF sono qui; aggiungo che ho usato un obiettivo manuale zoom 650-1300 f/8-16 impostato a 1000 mm f/12.3, prestatomi da Andrea Tedeschi.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (41)
So che è difficile da credere ma proprio ieri sera, guardando passare la ISS, ho fatto la tua stessa identica osservazione... la cosa mi preoccupa un po'
:-)
I dati EXIF ci sono, ma non ci sono indicazioni riguardo ad apertura e lunghezza focale usata.. che cosa si può cogliere, a parte data e ora e ISO 1600? :P
Davide,

hai ragione. Ho aggiunto le info sull'obiettivo nell'articolo.
Quando i fotoni giocano a flipper
:D Ma sono gli stessi che secondo Giacobbo hanno investito la Terra negli anni '70? :D

Bella foto, comunque!
Chissà come deve essere la Terra nella falce al primo quarto, illuminata dalla luce riflessa della Luna nuova!
Mi accodo al commento di Epsilon. Pure io ho notato il fenomeno ieri sera (dalla sardegna), evidentemente era particolarmente visibile!
Peccato il purple fringing
Volevo farla anche io, ma sono arrivato a casa alle 19.30 ed era già troppo a ridosso della collina di Breganzona per essere ancora a portata di obbiettivo :-(

Lo scorso marzo ho notato questo effetto mentre passeggiavo, e per pura fortuna avevo la macchina fotografica con me (con un semplice 200mm):
https://picasaweb.google.com/101051686259702617706/TestSonyAlpha55#5691321935913986386
Questo effetto è sempre ben visibile ad ogni lunazione nella settimana a cavallo del novilunio. Il primo a dare una spiegazione "scientifica" del fenomeno fu, se non erro, Leonardo da Vinci.
"la faccia in ombra della luna" ?

altri potrebbe confonderla con il fantomatico lato in ombra della luna, quello in cui i veghiani si gasano come rappers perchè non son mai stufi di venir presi a stivalate dal Goldrake.
Si notava a occhio nudo anche da Milano. Non avrei mai scommesso neanche un euro sulla possibilità che anche qui si verificassero "condizioni favorevoli" per qualcosa di simile...

Non ci avrei scommesso in generale, anzi.
Puffolotti,

"la faccia in ombra della luna" ?"

Sì, nel senso di quella che in quel momento è in ombra (non illuminata direttamente dal Sole).

Riformulo la frase nell'articolo.
E si riesce pure ad ottenere (con tecniche particolari) un'immagine della faccia della Luna totalmente in ombra durante le eclissi di Sole!
http://astroimmagini.uai.it/displayimage.php?album=62&pos=19
Una cosa simile non capita anche quando si vede la luna in pieno giorno?
Leonardo pero` al fenomeno diede una spiegazione errata attribuendola in massima parte al riflesso degli oceani << La luna non ha lume da se`, e la sua notte riceve tanto di splendore quanto quello che gli prestano le nostre acque nel riflettere il simulacro del Sole >>, mentre e` Galileo nel Nunzio Sidereo a dare quella piu` corretta, cioe` attribuendola alla riflessione delle terre emerse.

Osservando poi la varia intensita` della luce cinerea secondo la posizione della Luna, si e` ipotizzata poi la presenza di un vasto continente meridionale che poi e` stato effettivamente scoperto (Oceania).

Le voglio ancor io dire una certa fantasia che mi passò per la mente con occasione ch`io osservai la Luna vicina al primo quarto nel mese passato e viddi cosa che mai m`era riuscito poter vedere dico la luce secondaria che si bene VSE dice nel suo Nuncio Sidereo, in ogni modo non mi era mai riuscito vederla ed allora la viddi molto bene.

Cit:

E facendo riflessione a quanto ella pure ne dialoghi accenna della medesima luce secondaria assai più cospicua e lucente la mattina che al tramonto e ne adduce per ragione l`essere in quel tempo illuminata la Luna dal riflesso di vastissimi continenti della Terra giudicai ancor io a giorni passati che trovandosi la Luna meridionale dovesse essere illustrata dalla Terra e però mi venne in mente che le terre me ridionali a noi incognite debbono essere vastissime provincie e che però riflettino gagliardo lume nella Luna.
Leonardo pero` al fenomeno diede una spiegazione errata attribuendola in massima parte al riflesso degli oceani:

<< La luna non ha lume da se`, e la sua notte riceve tanto di splendore quanto quello che gli prestano le nostre acque nel riflettere il simulacro del Sole >>

mentre e` Galileo nel Nunzio Sidereo a dare quella piu` corretta, cioe` attribuendo maggior importanza alla riflessione delle terre emerse.

Osservando poi la varia intensita` della luce cinerea secondo la posizione della Luna, si e` ipotizzata la presenza di un vasto continente meridionale che e` stato effettivamente scoperto (Oceania).

Citazione da una lettera del 1637 di Benedetto Castelli a Galielo:

<>
@Cecilia Corradini
per i diritti di privacy i dati possono essere pubblicati solo da altroconsumo, il cliente che ha richiesto le analisi su tutte le caraffe e i filtri presenti in commercio.
Io rimango vincolato a tutto ciò ma mi sbilancio dicendo che in sintesi non ti sbagli più di tanto.
Personalmente nel mio rubinetto la mattina ho trovato Percloroetilene (sempre sotto i limiti di legge, per quanto siano validi) abbattuto più o meno a seconda del filtro in questione.
Un consiglio, se decidi di fare delle analisi per decidere la validità dei filtri concentrati sul rilascio di argento e ammoniaca (per il resto mi sembra funzionino) e le loro interazioni con la fisiologia umana.
Per quanto riguarda le caraffe l'unico accorgimento è quello di evitare il ristagno dell'acqua all'interno dato che sempre di plastica si tratta e col tempo potrebbe rilasciare Ftalati.
[quote-"TizFX"-"/2011/12/quando-i-fotoni-giocano-flipper.html#c946643269984465920"]
Una cosa simile non capita anche quando si vede la luna in pieno giorno?
[/quote]

[quote-"Doduz"-"/2011/12/quando-i-fotoni-giocano-flipper.html#c7233777524971027402"]Il primo a dare una spiegazione "scientifica" del fenomeno fu, se non erro, Leonardo da Vinci.
[/quote]

Se qualcuno ha voglia di approfondire questa cosa, scriva pure che a me interessa. Tutto qello che so è che Galileo ne fa una descrizione ineccepibile sia nel Sidereus Nuncius che nel Dialogo. Se si leggono le parole di Galileo tenendo davanti agli occhi la famosa foto dell'"Earthrise" dell'Apollo 8, si rizzano i capelli in testa: in pratica Galileo, semplicemente ragionando sulla sua limitata esperienza da "terrestre", riesce a descrivere nei dettagli una foto che nessun occhio umano vedrà per altri tre secoli e mezzo.
Tizfx,

Una cosa simile non capita anche quando si vede la luna in pieno giorno?

No. In quel caso vedi la parte illuminata direttamente dal Sole.
E` possibile cancellare il commento 15, e` partito per sbaglio prima della revisione.

Si e` persa anche la citazione nel commento susseguente con la "scoperta" dell`Australia, colpa delle parentesi interpretate come codice html.

La riporto:

Citazione da una lettera del 1637 di Benedetto Castelli a Galielo:

Le voglio ancor io dire una certa fantasia che mi passò per la mente con occasione ch`io osservai la Luna vicina al primo quarto nel mese passato e viddi cosa che mai m`era riuscito poter vedere, dico la luce secondaria che si` bene VSE dice nel suo Nuncio Sidereo, in ogni modo non mi era mai riuscito vederla ed allora la viddi molto bene.

E facendo riflessione a quanto ella pure ne dialoghi accenna della medesima luce secondaria assai più cospicua e lucente la mattina che al tramonto, e ne adduce per ragione l`essere in quel tempo illuminata la Luna dal riflesso di vastissimi continenti della Terra, giudicai ancor io a giorni passati che trovandosi la Luna meridionale dovesse essere illustrata dalla Terra e perciò mi venne in mente che le terre meridionali a noi incognite debbono essere vastissime provincie e che perciò riflettino gagliardo lume nella Luna.
Zio Feng,

la citazione è stata inghiottita da Blogger perché hai usato le parentesi angolari (che sono un indicatore di codice HTML) invece delle virgolette.
Zio Feng,

grazie di averla ripostata. Affascinante.
Quello che trovo più affascinante è che l'occhio umano riesce a percepire la zona illuminata di luce riflessa senza essere abbagliato dalla illuminata direttamente dal sole.

Chissa quando avremo dei sensori così raffinati ...
Me l'hanno chiesto all'esame di maturità cos'è la luce cinerea. Avendo considerato il fenomeno di scarso interessa nei confronti dei vari movimenti celesti (oscillazione dell'asse, rotazione, rivoluzione e via dicendo...) non me la ricordavo.
Da quel momento in poi la so a manetta.
Solo per far notare che uno zoom non può essere solo 1000 ma ci deve essere un valore da/a. Probabilmente intendevi dire un teleobiettivo...

Gusto per precisione.
Io ricordo un paio di occasioni in cui riuscii a vedere a occhio nudo questo effetto. Beh, non proprio così, ma vedevo la forma tonda della luna in una tonalità grigia più chiara rispetto al cielo circostante.

Ho sempre pensato si trattasse di un'illusione del mio cervello che cercava di completare l'immagine di un oggetto che sapeva essere lì. Ora mi rendo conto che invece il fenomeno potesse essere reale.
Ho aggiunto i dati dello zoom. Pignoli :-)
Quello che trovo più affascinante è che l'occhio umano riesce a percepire la zona illuminata di luce riflessa senza essere abbagliato dalla illuminata direttamente dal sole.
Chissa quando avremo dei sensori così raffinati ...


Direi che non è così:
una zona di alte luci abbaglia l’occhio umano e non consente di percepire dettagli nelle ombre.
Se guidi durante una giornata assolata non riesci a vedere all’interno della galleria che hai di fronte.

Viceversa un sensore nella stessa posizione e condizione di luce registra qualcosa anche nel buio; apparentemente non vedi nulla se non un nero pieno, ma con opportuni trattamenti, artifici tecnici, riesci a estrarre informazioni.

Anche l’occhio ha bisogno di artifici tecnici per vedere di più: ad esempio devi schermare le zone molto illuminate. Se guardi nella galleria attraverso un tubo che scherma tutta la luce attorno dopo un po’ l’occhio si abitua, si dilata la pupilla, e riesci a vedere qualcosa nel buio.

Mediamente un sensore istantaneamente registra più informazioni dell’occhio umano in termini di differenza di illuminazione. Preciso: ho scritto registra più informazioni, non che le restituisce e le lascia vedere immediatamente.
Questa notizia a proposito di luna è intrigante:

http://www.unonotizie.it/16645-a-caccia-di-alieni-sulla-luna-la-ricerca-di-tracce-lasciate-da-civilta-aliene-sulla-luna.php

L'idea sembra essere di due tecnici della NASA
La luce cinerea si vedeva benissimo anche la settimana scorsa verso le 07:10 nel saviglianese (CN), era veramente uno spettacolo, l'ho fatta notare a diversi miei compagni di viaggio senza però notare particolare interesse, meno male che ci pensa "il Disinformatico" a risollevarmi il morale ;-)

Salutoni

FeFe
@granmarfone

Penso che la grossa differenza tra il nostro occhio e una fotocamera sia che nel primo caso non possiamo separare la registrazione dell'immagine dalla sua interpretazione, mentre nel secondo possiamo disporre dello scatto privo di elaborazioni, ed aggiungerne "off-line" a piacimento.
Questo fatto rende piuttosto arduo un confronto delle capacità di registrazione oggettive (range dinamico ?) tra occhio e sensore di una fotocamera.
[quote-]"Paolo Attivissimo"-"/2011/12/quando-i-fotoni-giocano-flipper.html#c7228900739122295783"]
Ho aggiunto i dati dello zoom. Pignoli :-)
[/quote]

...pedanti...???... :-)
Ehi capitano, com'è che non ti si vede più sul forum? Scusate l'OT... :-)
Per restare IT, è un fenomeno che anch'io ho osservato spesso, senza però capirne il "funzionamento". Pensavo semplicemente che la luce dello spicchio luminoso estendesse la sua luminosità anche alla parte in ombra. Uhm, mi sa che non mi sono capita neanch'io :-/
[quote-"Doduz"-"/2011/12/quando-i-fotoni-giocano-flipper.html#c5537132312196636716"]
E si riesce pure ad ottenere (con tecniche particolari) un'immagine della faccia della Luna totalmente in ombra durante le eclissi di Sole!
http://astroimmagini.uai.it/displayimage.php?album=62&pos=19
[/quote]

Com'era l'emoticon con la mascella che cade ?

:-)
@oui, c'est moi:
> Pensavo semplicemente che la luce dello spicchio luminoso estendesse la sua luminosità anche alla parte in ombra.

No, la Luna è priva di atmosfera e la parte in ombra è illuminata praticamente solo dalla luce del Sole riflessa dalla Terra.

Considerate anche che, nello stesso istante, le fasi Luna-Terra sono complementari, pertanto la fase di Luna Nuova per noi corrisponde alla fase di Terra Piena per gli abitanti (?) della Luna.
La Terra ha un diametro circa 3 volte e mezzo maggiore di quello della Luna ed una albedo (potere riflettente) circa 5 volte e mezzo maggiore.
Ne consegue che la Terra vista dalla Luna è circa 70 volte più luminosa rispetto alla Luna vista dalla Terra.
@ Doduz:
Grazie mille, mi affascinano sempre questi argomenti :-)
Me l'hanno chiesto all'esame di maturità cos'è la luce cinerea. Avendo considerato il fenomeno di scarso interessa nei confronti dei vari movimenti celesti (oscillazione dell'asse, rotazione, rivoluzione e via dicendo...) non me la ricordavo.
Da quel momento in poi la so a manetta.


E' la ben nota applicazione della legge di Murphy alle interrogazioni: non studiare una cosa su cento e ti chiederanno quella.
A me è successo a botanica 1, anatomia comparata, mineralogia, fitogeografia, petrografia e fisiologia 1.
Ai miei alunni, a loro dire, succede sempre.
All'inizio di dicembre, col plenilunio, c'è stato (per lo meno dalla zona del grossetano dove ero in vacanza) un fenomeno altrettanto affascinante: un doppio alone attorno alla luna, il primo perfettamente circolare ad una distanza apparente di 5 o 6 diametri lunari, ed il secondo quasi all'orizzonte e appena visibile di forma ellittica. Sembrava un gigantesco occhio spalancato!

Ovviamente non avevo la macchina fotografica. :(
botanica 1, anatomia comparata, mineralogia, fitogeografia, petrografia e fisiologia 1.

Ti sei laureato in scienze naturali?

Ti sei laureato in scienze naturali?


Obviously :-)
[quote-"Orsovolante"-"/2011/12/quando-i-fotoni-giocano-flipper.html#c4703765879533820802"]
Questa notizia a proposito di luna è intrigante:

http://www.unonotizie.it/16645-a-caccia-di-alieni-sulla-luna-la-ricerca-di-tracce-lasciate-da-civilta-aliene-sulla-luna.php

L'idea sembra essere di due tecnici della NASA
[/quote]

Interessante: per una volta c'è una notizia reale dietro.
L'articolo su Acta Astronautica esiste davvero, anche se meno enfatico degli annunci dei fuffologi nostrani.

http://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S0094576511003249

Davies e Wagner suggeriscono di utilizzare il database di immagini di LRO per trovare eventuali tracce di esplorazione della Luna da parte di civiltà aliene. Nell'articolo avvertono che ovviamente le probabilità che tali tracce esistono sono minime, ma vale la pena tentare, e potrebbe essere un utile progetto per avvicinare i giovani alla ricerca (seria).

Riporto gli highlights dell'articolo:

> Alien civilizations may have sent probes to our region of the galaxy.
> Any mission to the solar system would probably have occurred a very long time ago.
> The lunar environment could preserve artifacts for millions of years.
> Lunar Reconnaissance Orbiter provides a photographic database to search for artifacts. > Searching the LRO database would make an excellent educational project.