Cerca nel blog

2011/12/22

I primi minuti di “Moonscape”. E c’è anche “Contact Light” in italiano

L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale. Ultimo aggiornamento: 2011/12/23.

Ecco il montaggio preliminare del primo quarto d'ora del mio documentario Moonscape: dedicato al primo sbarco sulla Luna. Questa parte copre la discesa di Neil Armstrong, con la sua fatidica frase “un piccolo passo per (un) uomo, un grande passo per l'umanità”, vista da due angolazioni: la ripresa su pellicola a colori, fatta dalla cinepresa di bordo, e la diretta televisiva restaurata.

Mancano i titoli di testa e la voce narrante, e uno spezzone è ancora preliminare (il riversamento definitivo è in viaggio [aggiornamento: è arrivato]), ma dovrebbe già darvi un'idea di come sarà Moonscape in versione finale. Il documentario sarà disponibile anche in versione tradotta in italiano e sarà accompagnato da un libro che spiega ogni singola fase e le chicche nascoste delle immagini.


Mi schianto a dormire qualche ora e poi proseguo.


Aggiornamento 2011/12/23


Lo spezzone che era in viaggio è arrivato, per cui l'ho inserito al volo e ho ripubblicato qui sopra il video, aggiungendo i ritocchi che avete suggerito. Grazie a tutti dell'incoraggiamento: questi primi minuti sono il frutto di un paio d'anni di preparazione, indispensabile per affrontare una materia così tecnica e complessa. Da qui in poi è tutto in discesa e procedo spedito.

Anzi, già che c'ero ho aggiornato anche Contact Light, il mio documentarietto che ricostruisce la discesa verso la Luna della stessa missione usando sempre i filmati originali restaurati e riversati in HD, e l'ho tradotto in italiano. Eccolo nelle due versioni. Buona visione.



81 commenti:

(LeFou!) ha detto...

Bellissimo.

yupswing ha detto...

grande Paolo, è stupendo vedere che il progetto va avanti.
tienici informati. io già donai, ma se serve altro propellente per mandare avanti le cose sono il primo della fila.

PS: avevi mai pensato di mettere il progetto su kickstart inizialmente? per cose simili future potrebbe essere molto utile, sicuramente rende un bel po' di eco.

Van Fanel ha detto...

Fantastico! Grande Paolo!

Van Fanel ha detto...

Ma dormi, mi raccomando! :D

Totix ha detto...

Paolo,
ho appena finito di vedere questo primo assaggio, mi sembra ottimo, complimenti!

Ho notato che alla fine del filmato verso 16:35 la ripresa sembra accelerare, è una mia impressione o proprio così?

Buon riposo!

Guido ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Stupor Mundi 83 ha detto...

Ottimo, complimenti!

Guido ha detto...

E' bellissimo vedere il tag corsivo nella head del documento ;) (ho dovuto ripostarlo perchè ovviamente il tag NON è visibile nel commento...

Anonimo ha detto...

Meraviglioso, grazie.

paolofuture ha detto...

fantastico!

Stupidocane 58 ha detto...

Per video del genere ci vorrebbe un portale stile Youporn, solo zeppo di cose come queste... un Geekporn.

Il livello di passione è pressoché uguale. Almeno così mi hanno detto...

:D

Congratulazioni a Paolo ed a tutti quelli che hanno collaborato. Applause...

Francesco ha detto...

Lascerei qualche secondo di più la prima panoramica in basso, in modo che la si possa ammirare con calma dopo il suo completamento.

Ottimo lavoro! Continua così!

PaoloGD73 ha detto...

Complimenti!!! Bellissimo.

Pietro ha detto...

Ma dai, si vede che è tutto finto!! Ehehehe. Grande Paolo, io avevo qualche mese, allora. Mi fa un certo effetto vedere Armstrong che, prima di mollare la presa con il modulo ci mette un bel po'. Per noi è tutto facile, non immaginiamo nemmeno come possa essere camminare su una superficie aliena.

Kuz ha detto...

Paolo,
non hai idea dell'emozione che ho provato guardando questo filmato, io che nel '69 dovevo aspettare ancora 18 anni per nascere...

Grazie, grazie davvero.

Stupor Mundi 83 ha detto...

Per video del genere ci vorrebbe un portale stile Youporn, solo zeppo di cose come queste... un Geekporn.

Vorrai dire YouGeek?! Altrimenti sarebbe un portale con video porno con protagonisti delle/dei geek! XD

Ahahahahah!!!

Infinity ha detto...

S-P-E-T-T-A-C-O-L-A-R-E!!

Semplicemente spettacolare!!
Non vedo l'ora di vedere il documentario completo!
Assolutamente fantastico, complimenti!

PaoloGD73 ha detto...

Ho donato 10 euro al progetto. Bravi, continuate cosi.

Il Pasto ha detto...

bello, bello, bello!!!!

Per chi come me non ha potuto vivere quei momenti (sono troppo giovane... anche se sto superando la soglia dei 40), e chissà quando mai potrà vedere qualcosa di simile (ho paura di essere troppo vecchio... ) un video come questo mi ha molto emozionato!

Non vedo l'ora che sia terminato!

Una cosa... so bene che nel video i nomi sono corretti, ma avrei preferito che Aldrin venisse identificato come Buzz!!!! E' più riconoscibile!

DomCosmos ha detto...

Ho visto questa scena milioni di volte, ma ogni volta è un brivido nuovo; con le foto visibili in tempo reale poi è tutta un'esperienza nuova! Spettacolare, non vedo l'ora di vedere l'opera conclusa...ma riposati!

Davide Taviani ha detto...

Anche io mi accodo all'appello per la creazione di un progetto Kickstarter. A mio avviso hai buone possibilità di riuscire :)

Vittorio ha detto...

Sulla fiducia (non l'ho ancora visto) e vedendo i commenti degli altri sarà sicuramente bellissimo.
Adesso con comodo mi metto lì e me lo guardo.

Vittorio ha detto...

Però non ci hai detto che hai anche rifatto "Contact Light"! Riguardato anche quello volentieri!

martinobri ha detto...

Pubblici ringraziamenti

frankbat ha detto...

L'avevo visto in diretta, e rivederlo a 42 anni di distanza e' ancora piu' bello e sempre emozionante!
Complimenti a Paolo e a tutti quelli che ci stanno lavorando.

Matt-o ha detto...

Bravo Paolo,
però mi raccomando: fai in fretta.
Manca solo un anno, mica vorrai rischiare di non fare in tempo. Anzi, facciamo conto che tutto debba esser finito entro il 20.12.2012: vorrai darmi almeno 24 ore di tempo per vedermelo più e più volte a ciclo continuo. A quel punto vederlo sarà, come dire..., la fine del mondo.
PS: ma il 21.12 si sa per che ora è previsto il botto? Perché se fosse al cambio di data col 20 allora Moonscape deve esser pronto per il 19. Sono informazioni importanti... Dovrò chiedere in giro. :-)

Adriano Esposito ha detto...

Sbav

BVZM ha detto...

Emozionante... sono felicissimo di aver dato il mio (modesto) contributo alla realizzazione del progetto.
Due domande/osservazioni:

1) nella versione definitiva i watermark moonscape.info e footagevault verranno eliminati, nevvero?

2) sarebbe possibile sottotitolare le famose prime parole di Neil come "one small step for (a) man..."? So che è patetico, ma sono particolarmente affezionato a quella "a" fantasma, anche perchè io la sento! :)

Complimenti, complimenti, complimenti. E grazie per il bellissimo regalo di Natale.

Roberto ha detto...

"Il documentario sarà disponibile anche in versione tradotta in italiano e sarà accompagnato da un libro che spiega ogni singola fase e le chicche nascoste delle immagini."

Vuoi dire ch epubblicherai un libro con il DVD allegato? Mi metto in coda subito per l'acquisto! :)

Anonimo ha detto...

Questa parte copre la discesa di Neil Armstrong, con la sua fatidica frase “un piccolo passo per un uomo, un grande passo per l'umanità”

Questa non è l'esatta traduzione della frase di Armstrong.
leggi qui:

http://pianetax.wordpress.com/2011/12/22/un-beffardo-balzo-da-gigante/

Albino

Palin ha detto...

Spettacolare, anche perché io non vidi la diretta e la parte dopo "il grande passo" non l'avevo mai vista così.
Grazie.

Jagu ha detto...

Scusate ma solo a me non funziona?

Sorry
This video will be available for viewing shortly.
vimeo

Giuliano47 ha detto...

@ pianetax

Vero. Ho controllato nel sito NASA
history.nasa.gov/alsj/a11
Armstrong disse
"...one small step for man" ma riteneva di aver detto "....one small step for a man", come avrebbe dovuto.

DomCosmos ha detto...

Ma allora è vero che i viaggi nel tempo esistono - sono le 23.57 del 22 dicembre e vedo l'update del 23 dicembre :P

MR ha detto...

piantax:
“Man” e “Mankind” in inglese significano approssimativamente la medesima cosa.

Con l'inglese me la cavo bene, ma non essendo un esperto, chiedo un parere tecnico a Paolo: questa frase mi sembra un po' tirata con i capelli, nel senso che secondo me "uomo" e "umanità" non sono per nulla "approssimativamente la stessa cosa". Che ne pensi ?
Grazie.

Paolo Attivissimo ha detto...

Risposte per tutti:

nella versione definitiva i watermark moonscape.info e footagevault verranno eliminati, nevvero?

Certamente. Footagevault è già stato tolto (era lo spezzone temporaneo).


sarebbe possibile sottotitolare le famose prime parole di Neil come "one small step for (a) man..."? So che è patetico, ma sono particolarmente affezionato a quella "a" fantasma, anche perchè io la sento! :)

Sarebbe storicamente scorretto. Non la pronunciò. Anche Neil sbaglia :-)


Vuoi dire che pubblicherai un libro con il dvd allegato? Mi metto subito in coda per comperarlo.

Non credo che sarà una pubblicazione tradizionale (non subito, perlomeno). Sarà probabilmente PDF/EPUB/Kindle scaricabile più file HD scaricabile.


Scusate ma solo a me non funziona?

Stava caricando la versione aggiornata. Ora dovrebbe essere a posto.


questa frase mi sembra un po' tirata con i capelli, nel senso che secondo me "uomo" e "umanità" non sono per nulla "approssimativamente la stessa cosa"

E' esatto. "Man", senza articolo, in inglese indica l'umanità. Neil dimenticò la "a" dell'articolo che l'avrebbe cambiato in "un uomo". Storia ben conosciuta.

Il resto delle insinuazioni di Pianetax sui "messaggi criptati" e sulla "stranezza" dello sbarco sulla Luna sono troppo stupide per meritare considerazioni dettagliate. Prima di criticare Armstrong per la sua papera (che è reale) e fare il sapientino complottista (come se aspettassimo lui per sapere della papera di Neil), sarebbe bene che Pianetax guardasse in casa propria e imparasse come si scrivono correttamente i nomi dei morti dell'Apollo 1. Almeno quello, l'onore ai morti, potrebbe fare la cortesia di renderlo.


Però non ci hai detto che hai anche rifatto "Contact Light"! Riguardato anche quello volentieri!

Stavo aspettando che si caricasse anche la versione italiana per annunciarle entrambe.


avevi mai pensato di mettere il progetto su kickstart inizialmente?

Sì, ma non avevo tempo di approfondire la cosa. Il sistema attuale sta funzionando bene. Dovrei poter pagare un buon attore come voce narrante.


alla fine del filmato verso 16:35 la ripresa sembra accelerare, è una mia impressione o proprio così?

Sì. Sto verificando con i veterani della NASA, ma sembra che Aldrin abbia cambiato la cadenza di ripresa in quel punto, portandola dai 12 normali a 6 e poi a 1 fps. Sto cercando di compensare.


Lascerei qualche secondo di più la prima panoramica in basso

Giusto. Fatto e messo online.


avrei preferito che Aldrin venisse identificato come Buzz

Ti capisco, ma il cognome è più adatto a un approccio documentaristico.


E grazie a tutti dei complimenti e delle donazioni!

MR ha detto...

Accidenti alla connessione ADSL di campagna! Comunque ho visto i primi minuti e non vedo l'ora di riuscire a trovare una connessione decente per gustarmelo senza interruzioni.

Da questi primi indizi direi che siamo di fronte ad un lavoro spettacolare...

MR ha detto...

Paolo, grazie della spiegazione. Non sapevo di questa doppia valenza di "man".

Riguardo le patetiche insinuazioni di pianetax, dico solo che si conferma l'utilità sociale dei complottisti: quando esperti e appassionati ribattono alle loro panzane si impara sempre qualcosa di nuovo ed interessante. :-)

Il Lupo della Luna ha detto...

Ettipareva che Albino non approfittava della luce riflessa dal blog di Paolo. :)

Ora, non so voi, ma io mi fido *leggermente* di più della traduzione di uno madrelingua inglese.

Il Lupo della Luna ha detto...

Paolo: non so come Final Cut gestisce i cambi di FPS, ma di solito sono un mezzo casino da fare con la regolazione del tempo automatica, suggerisco di prendere un singolo fotogramma e "moltiplicarlo" per il tempo necessario a riempire i buchi, piuttosto che accelerare il filmato. Se ho capito bene il problems..

mattia ha detto...

Forse l'avevo già fatto notare nella prima versione.
Comunque, a 11.31 scrivi M/S anziché m/s.
Capisco che è tutto in maiuscolo e graficamente sta meglio in maiuscolo, però le unità di misura hanno delle regole di scrittura.
Chiedo perdono per lo scassamaronismo :D

Giuliano47 ha detto...

"Il resto delle insinuazioni di Pianetax sui "messaggi criptati" e sulla "stranezza" dello sbarco sulla Luna sono troppo stupide per meritare considerazioni dettagliate".

Appunto. Su Pianetax si criticano le dimensioni della Terra come appaiono nelle foto scattate dalla superficie della Luna, troppo piccole secondo Pianetax.
Cavolo: sulla superficie lunare veniva usato un grandangolo!
Ignoranza da bambini.

BVZM ha detto...

@Paolo:
Sarebbe storicamente scorretto. Non la pronunciò. Anche Neil sbaglia :-)

Sei spietato! Perfino l'Apollo 11 Lunar Surface Journal mette la "a" tra parentesi per onorare Neil's intent.

Anonimo ha detto...

Grazie Mille, Paolo. Grazie davvero.

Grezzo ha detto...

Penso che non si possa mai rendere abbastanza onore all'impresa dello sbarco sulla Luna, ma con questo progetto dico che ci vai abbastanza vicino :-)

Fripper ha detto...

Ciao Paolo,
complimenti! sta venendo su una gran figata. Guardando Contact light,poi, ho avuto un'illuminazione. Al secondo 00:18 si vede chiaramente il profilo del modulo lunare per lo sbarco ... sai a cosa mi ha fatto pensare?

http://en.wikipedia.org/wiki/Bacteriophage

http://www.bio.davidson.edu/Courses/Molbio/MolStudents/spring2003/Keogh/bacteriophage2.jpg

Per la luna, noi siamo dei colonizzatori virali. :-)

Anonimo ha detto...

piantax:
“Man” e “Mankind” in inglese significano approssimativamente la medesima cosa.

Con l'inglese me la cavo bene, ma non essendo un esperto, chiedo un parere tecnico a Paolo: questa frase mi sembra un po' tirata con i capelli, nel senso che secondo me "uomo" e "umanità" non sono per nulla "approssimativamente la stessa cosa". Che ne pensi ?
Grazie.

Umanità significa anche uomo (es. "I diritti dell'uomo") anche in italiano.
nel mio post

http://pianetax.wordpress.com/2011/12/22/un-beffardo-balzo-da-gigante/

intendo dire questo

Albino

Kruaxi ha detto...

assolutamente fantastico... scusa la battuta scontata, ma se tu non ci fossi dovrebbero inventarti...

Paolo Attivissimo ha detto...

Sei spietato! Perfino l'Apollo 11 Lunar Surface Journal mette la "a" tra parentesi per onorare Neil's intent.

Lo so. Ma Moonscape è pensato per fare cronaca autentica, senza rattoppi, per cui mi devo attenere strettamente ai fatti, per quanto mi stia immensamente simpatico Neil Armstrong.

Paolo Attivissimo ha detto...

Mattia,

Capisco che è tutto in maiuscolo e graficamente sta meglio in maiuscolo, però le unità di misura hanno delle regole di scrittura.

Vero. Ma lo stesso varrebbe anche per il resto del testo, dove le regole vorrebbero in maiuscolo solo le iniziali delle frasi e dei nomi propri.

Jack Ryan ha detto...

Complimenti anche da me Paolo, sta venende fuori un progetto stupendo!

Adriano Esposito ha detto...

Pure in italiano uomo ha due significato.

Ad esempio:
L'uomo discende dalla scimmia
L'uomo estrasse la pistola

È lo stesso uomo? Noi di Boyjae9gfv evcmm

Maxi62 ha detto...

Fantastico! La lunga attesa è stata ben ricompensata!! Continua così!!

oui, c'est moi ha detto...

Emozionante!
Buon Natale :-)

macputin ha detto...

Fantastico!
Senza modestia pensi che Moonscape e Contact Light avranno risonanza anche fuori Italia/Svizzera? Esiste un qualcosa di simile già tentato in passato?

Alessandro ha detto...

Senza parole. Il documentario del secolo.

Shorty ha detto...

ciao Paolo,
primaditutto tutti i complimenti, so cosa significa sfiancarsi nella post-produzione di un lavoro grosso, poi una cosa al volo:

Ho visto che hai tradotto anche "High gain" con "alto guadagno".

Non suonerebbe meglio, nella traduzione italiana, lasciare alcune parole in Inglese, senza traduzione ?
(Le famose parole "estere", inglobate nel nostro affamato linguaggio)

Te lo dico perchè conosco diversi "sound engineers" che, riferendosi al Mixer (e non al "miscelatore" :D), usano i termini "gain" in italiano senza problemi, mentre non ho mai sentito usare la parola "guadagno", in questo caso.

MA magari mi sbagli visto che sei un madrelingua inglese e perdipiù ex DJ
:D

Il Lupo della Luna ha detto...

Infatti per ovviare al problema dei due significati della parola "uomo" in italiano si scrive "uomo" come nome comune e "Uomo" nel senso di umanità.

In inglese non so se ci sia lo stesso artificio, ma certamente bisogna guardare al contesto in cui è inserita la parola. In quella frase non avrebbe senso tradurre "è un piccolo passo per l'umanità ma un gigantesco balzo per l'umanità", quindi direi che il problema non si pone. Anche perchè se non ricordo male, lo stesso Aldrin commentò "sarà stato piccolo per Neil, ma per me è stato un bel salto scendere da quella scaletta".

La presenza o meno dell'articolo in quella frase storica potrebbe essere un argomento carino per la sezione "curiosità" del libro.

Stupidocane 58 ha detto...

Ad esempio:
L'uomo discende dalla scimmia
L'uomo estrasse la pistola

È lo stesso uomo? Noi di Boyjae9gfv evcmm


Anche perché, quando l'uomo con la pistola incontra l'uomo con la scimmia, l'uomo con la pistola vince facile perché spara ad un ubriaco.

Tanto poi arriva quello col fucile.

E poi quello con il mortaio.

E venne Genovese, che usò il mortaio, per farci il pesto, che bevve l'acqua, che affogò il toro, che spezzò il macellaio, che crebbe zoppo, che usò il bastone, che al mercato mio padre comprò.

.......

oui, c'est moi ha detto...

usano i termini "gain" in italiano senza problemi, mentre non ho mai sentito usare la parola "guadagno", in questo caso.
Nel settore delle telecamere sì, si usa "guadagno". Io tradurrei il più possibile, anche se ci fossero parole ormai di uso comune :-)

BVZM ha detto...

@Lupo della Luna

Anche perchè se non ricordo male, lo stesso Aldrin commentò "sarà stato piccolo per Neil, ma per me è stato un bel salto scendere da quella scaletta".

A me risulta che fu Pete Conrad, il comandante di Apollo 12: le sue prime parole sulla superficie lunare furono "Whoopee! Man, that may have been a small one for Neil, but that's a long one for me.". Se l'abbia detto anche Aldrin, sinceramente, lo ignoro :)

Shorty ha detto...

@oui
ah, non lo sapevo.

p.s.
Sarà che ultimamente con le traduzioni ho un po' il dente avvelenato.

Quando impari a usare la versione inglese di un software e poi ti tocca lavorare con la versione "italofona", tradotta alla MEMBRVM CANIS, che non ci capisci più un accidentone, ti frullano las pelotas.
:D

martinobri ha detto...

Pure in italiano uomo ha due significato.

Ad esempio:
L'uomo discende dalla scimmia
L'uomo estrasse la pistola


Ehm... in italiano-milanese anche "pistola" ha due significati (ogni riferimento all'autore del post citato è del tutto e completamente molto casualissimo)

Max Senesi ha detto...

Bellissimooooo...Paolo serve altro propellente monetario o ce n'è ancora? In caso qualche volenteroso ti aiuta...diccelo...:-D

Unknown ha detto...

Ciao Paolo, come ti dissi più di un anno fa, sono sempre disponibile a collaborare con lo speakeraggio (voce narrante) essendo la mia professione. Sempre che tu non ne abbia già trovato un altro.

Ti avevo anche mandato alcune mail a riguardo.
In attesa di risposta ringrazio anticipatamente, augurando a te (e a tutti gli amici del blog) un felice Natale.

Osmar

Il Lupo della Luna ha detto...

@BVZM: credo che abbia ragione tu, non ho verificato in Rete (o su Luna? Si, ci siamo stati) prima di scrivere, facilmente ho sbagliato astronauta :D

Vittorio ha detto...

A me risulta che fu Pete Conrad, il comandante di Apollo 12: le sue prime parole sulla superficie lunare furono "Whoopee! Man, that may have been a small one for Neil, but that's a long one for me.". Se l'abbia detto anche Aldrin, sinceramente, lo ignoro :)
Confermo che fu Conrad e non Aldrin a dire quella famosa frase.
Anche perché Conrad aveva un bel po' più di spirito umoristico di Aldrin, oltre a esserci dietro la scommessa con Oriana Fallaci.

Van Fanel ha detto...

@Stu
Tanto poi arriva quello col fucile.

e poi arriva l'ispettore Coliandro con il lanciarazzi.

Adriano Esposito ha detto...

Infatti per ovviare al problema dei due significati della parola "uomo" in italiano si scrive "uomo" come nome comune e "Uomo" nel senso di umanità.

No, non è obbligatorio. Anzi è molto raro usare la maiuscola.

La frase di Armstrong mi piace tradurla come "un piccolo passo per un uomo, ma un grande passo per l'uomo" in modo da non perdere il gioco di parole.

Massimiliano de Capua ha detto...

Esco dal perenne lurking perchè questo post mi emoziona... Che immagini portentose!
Onore e gloria a Paolo!
:D

Adriano Esposito ha detto...

Ecco, ora rimetti a lurkare per almeno altri dieci anni.

Stupor Mundi 83 ha detto...

Colgo l'occasione per fare gli auguri a tutti!!!

Buone feste!!!

XD

elegri ha detto...

Attorno il minuto 5:20 la traduzione è imprecisa. Dovrebbe essere: "Ho piccole fluttuazioni nella tensione alternata".
Voltaggio è un paese in provincia di Alessandria.

Capitan A ha detto...

Carissimo Paolo. Grazie per questo bel regalo di Natale. Io ero bambino all'epoca dello sbarco lunare. Ricordo la notte passata incollato alla Tv a vedere quelle immagini da fantascienza.
Veramente un bel regalo di Natale.
E un ottimo lavoro....complimenti.

E ancora buon Natale a te ed a tutti i lettori

Paolo Attivissimo ha detto...

elegri,

Attorno il minuto 5:20 la traduzione è imprecisa. Dovrebbe essere: "Ho piccole fluttuazioni nella tensione alternata".

Ops. Grazie della correzione, la inserisco nel prossimo aggiornamento!

Anonimo ha detto...

Sei spietato! Perfino l'Apollo 11 Lunar Surface Journal mette la "a" tra parentesi per onorare Neil's intent.

Lo so. Ma Moonscape è pensato per fare cronaca autentica, senza rattoppi, per cui mi devo attenere strettamente ai fatti, per quanto mi stia immensamente simpatico Neil Arm

Perchè Paolo, che è anglofono provetto, non ci dice lui come è la storia della 'a' della frase di Armstrong?

Albino

Paolo Attivissimo ha detto...

Pianetax,

Perchè Paolo, che è anglofono provetto, non ci dice lui come è la storia della 'a' della frase di Armstrong?

L'ho già spiegata. Non disse la "a" in "for [a] man", anche se intendeva dirla, per cui la frase è grammaticalmente scorretta. Come l'ha detta, significa "un piccolo passo per l'umanità, un grande balzo per l'umanità".

La pausa fra la prima e la seconda parte, a mio avviso, è dovuta al fatto che Armstrong s'è reso conto di aver sbagliato la prima parte e sta valutando se e come proseguire. Correggersi? Ricominciare? Sorvolare pensando "sto rischiando la vita a 400.000 km da casa, ho cose più importanti a cui pensare che una frase di circostanza"?

Mauro ha detto...

Guardando queste immagini sono tornato un Bimbo di 4 Anni e ho rivissuto quelle emozioni che le generazioni successive si sono perse!! Per mè ogni volta che in TV passavano le immagini dell'Apollo che decollava con la colonna sonora "Also Sprach Zarathustra" era un'emozione ed un'eccitazione incontenibile!!

Stefano ha detto...

comunque su Contact Light in italiano, non tradurrei Eagle con Aquila. E' un nome proprio, non l'animale.. altrimenti bisognerebbe tradurre anche Neil con Nello e così via :-)

Paolo Attivissimo ha detto...

Stefano,

non tradurrei Eagle con Aquila

Se lascio Eagle, poi il gioco di parole "The Eagle has landed" va a farsi benedire.

Comunque Nello Braccioforte sarebbe un nome fantastico per un astronauta :-)

Ronzio Aldrini mi piace un po' meno.

Gwilbor ha detto...

comunque su Contact Light in italiano, non tradurrei Eagle con Aquila. E' un nome proprio, non l'animale..

È vero che al giorno d'oggi nessuno tradurrebbe il nome. Però è anche vero che questa regola non era ancora consolidata negli anni 60. Nei tg rai era comune tradurre quasi tutto. Mi sembra che Tito Stagno e colleghi parlassero sempre di "Aquila". Quindi non ci vedo nulla di male nel continuare a continuare a chiamare certe cose col nome con cui sono passate alla storia.

Ricordo anche Piero Angela parlare di "Capo Kennedy", e Ruggero Orlando è diventato famoso in quanto introduceva le sue cronache con "Qui Nuova York".

È interessante notare come certe consuetudini cambiano col passare del tempo. Ancora oggi troviamo del tutto normale chiamare la regina del Regno Unito "Elisabetta" e suo figlio "Carlo", mentre nessun giornalista si sognerebbe di italianizzare il nome del principino William. Perché? Solo perché William è nato negli anni 80...