skip to main | skip to sidebar
65 commenti

Splendida sintesi del pensiero complottista

Stefano Disegni prende in giro il complottismo e i complottisti: specialmente quelli che credono di aver capito tutto e che trattano gli altri come deficienti ottusi che non hanno visto la luce della Oscura Verità. Ce n'è per tutti: 2012, sbarco sulla Luna, 11 settembre... e Giulietto Chiesa.

È stata pubblicata dal Fatto Quotidiano. Dove scrive Giulietto Chiesa. Boh.

Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (65)
ma LOL! Comunque non so se è voluto o meno, ma il tipo ha i baffi come un certo Giulietto :-) Sarà un caso? Noi di Kazzenger crediamo di no!

P.S. In sé il fatto da voce ad un sacco di gente, per cui non mi stupirei di trovare un articolo che dice A e poi l'esatto contrario!
Infatti non ho mai capito come possa Chiesa scrivere sul FQ...secondo me gli editori del FQ mirano ad aprire il loro spazio web a una pluralità di opinioni, solo che la mira è risultata storta e sono andati a cascare su un personaggio le cui opinioni sono sì controcorrente (legittimo), ma soprattutto senza fondamento (meno legittimo).
Nelle grosse redazioni spesso convivono anime diverse! Comunque, stavo per mandartela io
Stefano Disegni in realtà è un agente del Mossad... ;-)

Ciao e auguri!!!
Marco
Bella! Ora si prendera' gi insulti di una parte dei lettori, come altre volte e' capitato.

Di Stefano Disegni consiglio "Dodici atti impuri"; non sono vignette, ma (appunto) dodici piccole storie satiriche, alcune davvero deliziose.
->È stata pubblicata dal Fatto Quotidiano. Dove scrive Giulietto Chiesa. Boh.

Sottolineo il Boh ;)
"Ma quello ancora piange Breznev! Ricostruirebbe il muro a spese sue!"

ROTFL! :D
LOL! Grande Disegni!
Complimenti al maestro Disegni ed altrettanti complimenti all'intelletto dei complottisti che non la capiranno. L'ironia è divertente, a meno che non la si capisca. Allora è patologia... :D

Scommetto una birra contro due bagigi che da qualche parte, qualcuno dirà: "Ma cosa ci sarà da ridere poi? Che forse il tizio con la giacca blé è un _____________ (riempire a piacere) che non capisce la gravità di quello che gli si dice a lui di esso. Ha il prosciutto sugli occhi! Tipico dei debunkers... Desidererebbi che schiattassero tutti... Ma la verità è vicina!!!"

Corollario:
Peccato la scansiate con mirabile maestria...
il Fatto è strano. Pubblica articoli di professionisti seri (bersanelli, per dirne uno) accanto a quelli di complottisti e qualunquisti. Boh.
Tecnicamente Chiesa scrive su un blog del sito internet del fatto quotidiano, se non mi sbaglio. Non é che scriva sul giornale. Ne mi risulta che i blog del fatto siano vagliati editorialmente.

Saluti

Zille
Refuso, prima intendevo Bersanini, non Bersanelli il quale non so se abbia mai scritto per il fatto ...
Sul Fatto Quotidiano on line pubblicano gli articoli di chiunque si dica contro. Contro cosa?
Contro qualsiasi cosa, specialmente oggi che sono orfani di Berlusconi.
Ogni tanto un blogger pubblicato sul Fatto Quotidiano legge cosa ha scritto un altro blogger pubblicato e cominciano a volare gli stracci, vedi la diatriba Sylos Labini - Noise from Amerika - Pellizzetti.
Quanto a Stefano Disegni fa piacere che ogni tanto riesca ad azzeccare una striscia, la sua produzione recente era piuttosto deludente.
Io un'ideuzza sulla presa in giro di Stefano Disegni verso Giuliettone nostro ce l'avrei.
Un indizio: il cognome del disegnatore si scrive staccato.
ti segnalo un bel Corriere.it (il più "autorevole" quotidiano italiano secondo alcuni) in versione oroscoparo

http://pietrodambrosio.blogspot.com/2011/12/corriere-oroscoparo.html
MITICO!!! Ahahahahah!!!

La cosa pietosa è che non sempre è un'esagerazione ma che gente così esiste davvero... Per fortuna sono pochi!

XD
l'ho letta mentre tornavo a casa dal lavoro in tram, molto bella.
FQ ha solo imbarcato qualsiasi antiberlusconiano disponibile sul mercato, ma chiaramente non era un criterio sensato per dare un senso logico a un giornale. Già in altri casi ci sono stati scontri tra le sue varie anime, perché tra i puri c'è sempre un più puro che ti epura.
Non ricordo di aver mai letto articoli di Chiesa sul Fatto. Credo che si limitino ad ospitare alcuni suoi articoli sul sito come ne ospitano tanti altri.
"Ogni tanto un blogger pubblicato sul Fatto Quotidiano legge cosa ha scritto un altro blogger pubblicato e cominciano a volare gli stracci, vedi la diatriba Sylos Labini - Noise from Amerika - Pellizzetti.", "Già in altri casi ci sono stati scontri tra le sue varie anime".

Tecnicamente si chiama "dibattito". Non è scritto da nessuna parte che su un giornale tutti gli editorialisti debbano pensarla allo stesso modo, botte e risposte fanno parte della stampa forse non da sempre, ma quasi.
Non mi piace molto il giustizialismo di Travaglio, ma meglio un giornale che dà spazio sia a esperti che a arruffapopoli che un giornale che solo di mediocri...
Ehi, ora deve fingere di denunciare anche Disegni e il Fatto Quotidiano come ha fatto a te :P

Che figura da perlone!!!!!!
Paolo ti è sfuggita la vignetta di Screwloosechange:
[URL=http://mightierthanthepen.wordpress.com/2011/12/11/mapping-the-truther-mind-pushing-the-stupidity-envelope/]"Mapping the truth mind"
[/URL]
Scusate, ma ancora me lo chiedo: ma è legale che una persona faccia il pensionato, l'europarlamentare ed il giornalista? non è un triplo lavoro proibito dalle leggi italiane?
Lo stesso se fa il pensionato ed il giornalista... invece di lasciare spazio ai più giovani...

Non capisco...
ilfattoquotidiano.it ospita una miriade di blog di qualunque tipo e opinione, dalla più autorevole alla più sballata.
Il fatto che con la stessa grafica vengano pubblicati anche gli articoli della redazione aumenta la confusione (voluta?).
Comunque gran bella vignetta :-)
[quote-"ZIO BARBOCCHIA"-"/2011/12/striscia-dedicata-al-2012-e-al.html#c8273675651413367668"]
Non ricordo di aver mai letto articoli di Chiesa sul Fatto. Credo che si limitino ad ospitare alcuni suoi articoli sul sito come ne ospitano tanti altri.
[/quote]

Per essere precisi ha un suo blog su ilfattoquotidiano.it, che è una testata differente rispetto al quotidiano cartaceo. Hanno anche due direttori diversi: Peter Gomez nel primo caso, Antonio Padellaro nel secondo.


Concordo con lufo88, secondo me il complottaro della vignetta è proprio lui, Baffone! (ha pure gli occhiali).
tra i puri c'è sempre un più puro che ti epura

Te la rubo
Tecnicamente Chiesa scrive su un blog del sito internet del fatto quotidiano, se non mi sbaglio. Non é che scriva sul giornale. Ne mi risulta che i blog del fatto siano vagliati editorialmente.

Ancora con questa storia.
ll sito del fatto quotidiano è una testata online con un suo direttore responsabile. Per questo si prende la resposabilità di quello che pubblica sulla sua testata.
Non è che può dire... vabbe' ma non sono articoli del giornale, sono dei blog, non rappresentano necessariamente le idee del giornale...
Se non rappresentano le idee del giornale non le pubblichi. Punto.
Così come s'un qualsiasi giornale fanno scrivere editorialisti che rappresentano le idee del giornale.
E in effetti qualcuno mi deve anche spiegare cosa vuole dire che "quelli sono blog". Non sono blog, anche se li chiamano così.
Sono editoriali su una testata online. Che differenza c'è tra un editoriale di severgnini sul corriere (in cui spara qualche... opinione personale) e il pezzo che chiesa o un altro qualsiasi scrive sul fatto quotidiano (sempre con opinioni personali)?
Sempre editoriali sono, anche se li chiami blog. Anche se li metti in una colonna apposita, anche se ne metti 50. Sempre editoriali sono.
E il fatto che li pubblichino senza controllarli significa solo che sono degli sprovveduti. Se io leggo un editoriale su una testata sono autorizzato a pensare che quella testata lo ha visionato e autorizzato.
Se regalano a della gente la possibilità di pubblicare delle cose senza controllo sono cavoli loro.

Dopodiché, per quanto si possano sgolare a dire che sono spazi lasciati all'anarchia degli autori, comunqe resta il fatto che hanno dato quello spazio a uno come chiesa. Potranno non condividere il singolo articolo, ma se in generale gli fanno scrive delle cose sul loro giornali significa che lo considerano meritevole di far ciò.
Che quindi ci sia un endorsement è palese.
Perché non è che fanno scrivere chiunque (lo accetterebbero un blogger neonazista? gli farebbero scrivere deliri razzisti?). Quindi se fanno scrivere chiesa significa che lo approvano.
Adesso Stal.. volevo dire Chiesa deve minacciare di denunciare/querelare anche il Fatto!
è divertente perchè non ne fa una questione di cultura o perizia ma di buon senso.

L'inspiegabilità delle cose è relativa.

l'esoterico medio non sa spiegarsi razionalmente gli scricchiolii di legno o sassi perchè non sa spiegarsi razionalmente il termometro a mercurio. o se "crede" nel termometro a mercurio non sa come collegare le due cose.

molte cose si spiegano con delle leggi fisiche o chimiche, in generale rappresentanti delle funzioni più o meno astratte, che i complottisti non riescono a mettersi in testa.
Io penso che ci siano due tipi di complottisti: quelli che ci credono e quelli che ci guadagnano.
Disegni ha il merito di aver preso in giro entrambe le categorie.
Che figura da perlone!!!!!!

Poche storie: QUEST'ANNO DEVE VINCERLO LUI!!!

Mi spiace la la buffonata della FINTA denuncia è la ciliegina sulla torta della sua brillante, ma poco riconosciuta, "attività professionale". Direi che gli si potrebbe dare un "perone alla carriera", non trovate? XD
Pagata tesoro, ho detto pagata !!!
Eccezionale, Disegni è un grande
Leggete i commenti sul "Fatto" alla vignetta... meritano...

http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/12/27/intrighi-contro-intrighi/180092/
ad Anghelos
Tecnicamente si chiama "dibattito".
No, il dibattito è sulle idee, quando è sulle persone è una zuffa tra cattedratici.
Non mi piace molto il giustizialismo di Travaglio, ma meglio un giornale che dà spazio sia a esperti che a arruffapopoli che un giornale che solo di mediocri...
Se i veri esperti sono affogati in un mare di arruffapopoli è difficile distinguere il segnale dal rumore. A volte penso che questo aspetto a Gomez però questo non interessi, l'importante è creare traffico. Repubblica lo fa con la demenziale colonnina di destra, FQ on line ospitando ogni blogger che almeno una volta in vita sua abbia parlato male di Berlusconi, dei partiti, del capitalismo ecc ecc.
@Zaku: Perla nella perla, cito testualmente un commento: "Il vero intrigo costruito a D.O.C. per fare paura alla gente è quello cattolico/cristiano, il resto sono solo brutte fotocopie !! "

Beh dài, almeno ci sono i complotti DOC (immagino siano qualitativamente superiori, meno dozzinali di quelli IGT...) 8-)

Ciao!
Marco
uhhah!
Sono molto fiero di essere stato il primo a segnalare sta cosa nel blog
(http://attivissimo.blogspot.com/2011/12/video-di-una-cometa-di-un-ufo-no.html#Commenti Commento #44).

Voi direte ora tutti in coro: Estiqaatsi!! il grande capo indiano commenterebbe: "questa cosa dare a VasoDiCoccio grande onore".
Si. Certamente. Un grande Estiqaatsi. :-)
A proposito: che fine ha fatto Massimo Caviglia, che un tempo faceva coppia fissa con Stefano Disegni?

Sulla questione GC/FQ/blog e quotidiano cartaceo: non so come funzioni la cosa, posso dire che anche il Sole24ore ospita in linea blog di perfetti sciroccati (vedi segnalazioni su Strakerenemy).
@ puffolotti

"L'inspiegabilità delle cose è relativa"

Non so se ci hai pensato un po' su o l'hai buttata giù di getto, ma la frase che hai scritto è semplicemente geniale. Te la rubo (e non ti pago neppure le royalties, eh eh). E questo ci porta a...

@ martinobri

"tra i puri c'è sempre un più puro che ti epura

Te la rubo "

Credo che anche lui l'abbia "rubata" da qualche parte, è una frase che ho già sentito parecchie volte, ma non ricordo dove, nè quando, nè chi l'abbia pronunciata per la prima volta in quella forma.

@ mattia

"Ancora con questa storia."

Rassegnati, è inevitabile :)

"Se non rappresentano le idee del giornale non le pubblichi. Punto."

Il punto è che io ancora non ho capito bene quale siano le idee e la posizione (politica, non partitica) del FQ. Mi sembra una specie di "giornale da battaglia" che fa spesso leva sul populismo, nello stile mi ricorda molto la Lega degli albori. La mia opinione è che abbiano provato a replicare concettualmente l'impresa che Montanelli tentò con "La Voce" (che però fallì per cause economiche), cioè un giornale indipendente partiticamente che spara ogni volta che c'è da sparare, a prescindere dal colore politico. La "leggera" differenza è però che dietro a "La Voce" c'era appunto il Vecchio Indro, che politicamente aveva idee chiarissime, sebbene in quel periodo fosse "orfano" partiticamente. Nel FQ, quando a volte lo leggo, trovo sempre qualche cosa di ridicolo, a partire dall'inserto "Il Misfatto", che è a mio parere una semi-pagliacciata. Non perchè è satira, sia chiaro, ma perchè è satira fatta male che non mi fa ridere, a parte strapparmi un timido sorrisetto ogni tanto.

"Sempre editoriali sono, anche se li chiami blog. Anche se li metti in una colonna apposita, anche se ne metti 50. Sempre editoriali sono."

Esatto.

"Quindi se fanno scrivere chiesa significa che lo approvano."

Questa mi sembra una leggera ipersemplificazione. Il mio parere su tutta questa storia? un quotidiano, in fin dei conti, deve pur sempre almeno coprire le spese. Non ricevendo (a quanto ne so) finanziamenti pubblici, il FQ cerca di attrarre più lettori possibili, anche pescandoli dal torbido stagno dei complottisti. Il che è comprensibile ma ovviamente non condivisibile. Questo certamente non esclude affatto l'ipotesi che qualcuno nello staff del FQ condivida le opinioni di Chiesa, ma in generale mi sembra che, più che approvarle, furbescamente non le disapprovino, il che è una situazione WIN-WIN: attirano i lettori di un certo tipo, e allo stesso tempo evitano (o meglio evadono) le possibili accuse di scarsa serietà giornalistica, servendosi di quei contorsionismi che ti hanno portato a scrivere "Ancora con questa storia".
Altre due note
tra puri c'è sempre un più puro che ti epura, in francese, un pur trouve toujours un plus pur qui l’épure, è una frase attribuita a Picard. No, non quel Picard, ma un politico francese dell'800.
-
Massimo Caviglia, storico partner di Stefano Disegni ha smesso di far satira per dirigere una rivista di cultura ebraica. Devo dire che la separazione non ha giovato al nostro, già ai bei tempi mancava di sintesi, oggi a parte questa felice eccezione è evidentemente a corto di idee.
Proprio a causa della lunga collaborazione con Caviglia e del suo cognome, molti pensano che anche Stefano Disegni sia ebreo, no non lo è, naturalmente però qualche complottista lo ritiene al soldo della grande finanza sionista.
Scusate... tutta questa discussione sul fatto che Giulie770 ci scriva o no e sulla linea editoriale de "Il Fatto" ("da che parte sta").

Politicamente hanno sempre detto di essere "dalla parte della Costituzione".
Cosa scrivono, lo dice il titolo della testata e come slogan dicevano "i fatti separati dalle opinioni", il che avvicina questo giornale a questo blog (se ci sono riusciti è un altro paio di braghe).

Certamente però dobbiamo tenere BEN SEPARATI gli articoli e le vignette di satira.
Gli articoli sono delle signorine aggrammaticate che si siedono su un tavolo, a bere il té, mentre la satira, se fatta bene, è una brutta bestia con cui si tratta tenendo una sedia in mano e che mozzica dove c'è da mozzicare.
Rado il Figo
"A proposito: che fine ha fatto Massimo Caviglia, che un tempo faceva coppia fissa con Stefano Disegni?"


Mi ero chiesto la stessa cosa qualche tempo fa, anche perche’ D&C erano stati per anni i miei satirici preferiti (la loro striscia era sempre la prima che leggevo su Cuore, ed ho molti loro libri);
a quanto ho capito Caviglia aveva lasciato per occuparsi di cinema, musica e soprattutto cultura ebraica nell’ambito della sua comunita’. Nell’ultimo paio di anni e’ tornato alla satira con “Il (nuovo) Male”, e ha lanciato su Youtube qualche video in cui commenta fatti di attualita’.
[quote-"Rado il Figo"-"/2011/12/striscia-dedicata-al-2012-e-al.html#c880548936944211462"]
Sulla questione GC/FQ/blog e quotidiano cartaceo: non so come funzioni la cosa, posso dire che anche il Sole24ore ospita in linea blog di perfetti sciroccati (vedi segnalazioni su Strakerenemy).
[/quote]

Se ti riferisci a questo, ti assicuro che non c'entra assolutamente nulla col Sole.
Beh dài, almeno ci sono i complotti DOC (immagino siano qualitativamente superiori, meno dozzinali di quelli IGT...) 8-)

Oh beh, se è per questo esistono anche i complotti PDF...
Meno male che i Laici non credono al Chiesa per fede...ma forse i complottisti sono solo diversamente religiosi!
PS: però è divertente vedere i berluscones che si rivalutano con le perle di Chiesa, dopo gli scoop delle intercettazioni del Ruby-Gate (cavalcate non poco nel FQ).
Ad ognuno la sua fede...o quanto meno l'emilio fede

^_^
PPSS2: fra un Scillipoti e Marra, vicini alla reggia di Hardcore seguaci del signoraggio ed un sostenitore del New PM Order gli italiani non hanno scampo. La politica e la militanza è complottismo in Italia

hihihihi
Ho postato un mio commento a questo argomento per sbaglio nel post sugli oroscopi, peto veniam.
Paolo, se non lo cancelli lo copio e incollo qui e provvedo io stessa all'eliminazione.
@ marcov

Proprio a causa della lunga collaborazione con Caviglia e del suo cognome, molti pensano che anche Stefano Disegni sia ebreo, no non lo è, naturalmente però qualche complottista lo ritiene al soldo della grande finanza sionista.

Stefano Disegni è ateo e viene da una famiglia di origini ebraiche che si è convertita al cattolicesimo (ci ho messo un po'a sbrogliare il bandolo della matassa, poi ho trovato un'intervista in cui lui stesso spiega la sua storia familiare) ed il cognome era originariamente Di Segni .

Per la cronaca, invece, va confermato che è un acceso tifoso laziale (il che in alcuni quartieri della Capitale è alquanto problematico).
"È stata pubblicata dal Fatto Quotidiano. Dove scrive Giulietto Chiesa. Boh."

Caro Attivissimo, è un giornale, non una setta.
:)
Madic,

Caro Attivissimo, è un giornale, non una setta.
:)


E ci mancherebbe :-)

Però non capisco la scelta editoriale. Che senso ha ospitare articoli che un collega della stessa testata definisce cretinate?

Non ha senso (o è poco serio) rifilare ai lettori cretinate che sono contestate persino dai colleghi.
@L'economa domestica
Stefano Disegni è ateo e viene da una famiglia di origini ebraiche che si è convertita al cattolicesimo (ci ho messo un po'a sbrogliare il bandolo della matassa, poi ho trovato un'intervista in cui lui stesso spiega la sua storia familiare) ed il cognome era originariamente Di Segni.
In pratica confermi quello che ho detto io, non è ebreo.
E che senso ha il fatto che il Corsera dedichi un articolo alle previsioni sbagliate degli astrologi (eccolo), e poi metta in prima pagina l'oroscopo? (Per non parlare dell'articolo sul 2012, in cui viene riportato l'autorevole commento proprio di un astrologo: vedi qui)

Mistero!
[quote-"Paolo Attivissimo"-"/2011/12/striscia-dedicata-al-2012-e-al.html#c8040317246165918538"]
Però non capisco la scelta editoriale. Che senso ha ospitare articoli che un collega della stessa testata definisce cretinate?[/quote]

E dai, il senso è chiaro: aumenta il numero dei lettori.
"Però non capisco la scelta editoriale. Che senso ha ospitare articoli che un collega della stessa testata definisce cretinate? Non ha senso (o è poco serio) rifilare ai lettori cretinate che sono contestate persino dai colleghi."

Non sempre quel che scrive Giulietto Chiesa è una cretinata. Così fai capire che non ne ha scritta una giusta!
Certo che su 11/9 e altre cosette Chiesa è stato, per usare un eufemismo, alquanto impreciso. Ed è quell'aspetto li che il caro Disegni critica con la sua satira.
Non mi ricordo di chi è, e forse non è esattamente così, ma il senso è:
"E' giusto dire 'non mi piace'. Non è giusto dire 'non mi piace quindi è da censurare'..."
Secondo me il senso è libertà di stampa. Tuttavia con Giuletto Chiesa vengono meno sia il termine libertà (quando cancella i commenti che non gli comodano) che stampa (definire quella di chiesa informazione è impossibile, pare di leggere un bollettino del PCI quando il partito italiano era finanziato dall'URRS).

Due sono gli aspetti della "filosofia del Fatto Quotidiano" che vengono infranti con il blog di Chiesa. Il parlare di Fatti. Chiesa non riesce a parlar di fatti. Sa solo fare morali politiche. Dare spazio ai giovani. Chiesa è in pensione da prima quando era europarlamentare. Doppiolavoro.
Una cosa è il Fatto Quotidiano cartaceo, che ha una precisa linea editoriale che difficilmente ospiterebbe Giulietto Chiesa, una cosa è il sito on-line, che ha un'impostazione completamente diversa.. accanto agli articoli ripresi poi sul cartaceo, ci scrivono centinaia di blogger di qualsiasi estrazione culturale, politica, giornalistica e anche di pareri e competenze discutibili. Ma è appunto dalla discussione che si crea un bel traffico di visitatori e commenti.
Se la linea editoriale del cartaceo è indagare più a fondo possibile la cronaca politica e giudiziaria attraverso il maggior numero di riscontri e prove (oppure dare contro a berlusconi, fate voi), al contrario la linea editoriale on-line è gettare uno sguardo più vasto possibile sul mondo dell'informazione attraverso il sistema dei blog. Cosa che inevitabilmente porta ad articoli di natura anche opposta.
A questo punto la domanda è se sia una scelta giusta o quantomeno onesta.. beh, io penso sia abbastanza interessante, anche perché di solito se uno scrive una castronata gli viene fatto massicciamente notare creando dibattiti e discussioni, e i blogger spesso rispondono ai commenti e accolgono i suggerimenti dei lettori (a parte G.C. che rimane il solito invasato). Diciamo che è un esperimento di democrazia (e quindi inevitabilmente fallace e fallibile).
Madic,

Non sempre quel che scrive Giulietto Chiesa è una cretinata

Indubbiamente se Chiesa scrive che due più due fa quattro non dice una cretinata. Ma quando uno scrive cretinate ripetute su un argomento, quando accusa chi lo corregge di essere "kamikaze di Bush" invece di chiedersi se per caso ha sbagliato, ne esce una forma mentis che solleva dubbi su tutto il resto dei suoi scritti.
ne esce una forma mentis che solleva dubbi su tutto il resto dei suoi scritti.

Standing ovation!!!
P.S. Esigo anche che quest'anno vinca il Perlone!!! XD
Sempre divertente vedere come i complottisti vedano complotti anche nel loro mondo.

http://strakerenemy.blogspot.com/2011/12/corrado-penna-e-giulietto-chiesa-su-su.html#comment-form
La butto lì, Paolo... perché non proponi al Fatto di collaborare anche tu (nel blog se non come articolista "pagato")?

Non so come funzioni, quali sono i requisiti per entrare nella "cerchia"; potresti scoprirlo, e in caso ti accettassero, fare un po' di informazione anche lì.

P.S. DOPO AVER FINITO MOONSCAPE! ^_^
È stata pubblicata dal Fatto Quotidiano. Dove scrive Giulietto Chiesa. Boh

Perdona la reductio ad Berlusconem, ma i comici di Mediaset hanno sempre preso per i fondelli il loro capo, Disegni lo fa con un... ehm... "collega", non è molto diverso...
La butto lì, Paolo... perché non proponi al Fatto di collaborare anche tu (nel blog se non come articolista "pagato")?


Grazie, ma in questo momento ne sento il bisogno tanto quanto un pesce sente il bisogno di una bicicletta.
Buongiorno. In merito alla vignetta in oggetto, trovo molto interessante lo spunto che offre alla riflessione circa la datazione degli anni del mondo. E' noto che l'anno 2012 sia stato ottenuto per approssimazione partendo dalla nascita di Cristo (frutto quindi di una convenzione) ma è altrettanto noto che questa datazione non valga per tutti i popoli, giacchè, per esempio, le civiltà orientali di religione musulmana fanno partire la datazione del mondo dalla nascita di Maometto. La vignetta quindi mi induce a riflettere ulteriormente su questo argomento, riaprendo un vecchio interrogativo: è giusto contare gli anni del mondo a partire dalla nascita di Gesù? Per il resto, la vignetta mi sembra tutt'altro che ironica, manifestando la sola volontà di deridere chi, a torto o a ragione, la pensa diversamente dall'autore. Non sono un complottista né un loro difensore, ma un semplice cittadino italiano che saltuariamente utilizza lo strumento Internet per fare delle ricerche e francamente trovo scorretto "prendere di mira" con una satira un pò troppo cattiva le persone cosiddette "complottiste". Cordialmente, Attila
manifestando la sola volontà di deridere chi, a torto o a ragione, la pensa diversamente dall'autore

Non si tratta di pensarla diversamente, almeno non da quel punto di vista... La questione è credere in s*******e assurde oltre che non provate... :-)