skip to main | skip to sidebar
51 commenti

11/9, scaricabile gratis il libro smontacomplotti del CICAP

L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale.

Nel 2007, all'apice della popolarità mediatica in Italia delle tesi alternative sugli attentati dell'11 settembre 2001, l'editore Piemme chiese al CICAP di preparare un libro di verifica di queste tesi e al tempo stesso invitò Giulietto Chiesa a prepararne uno che le sostenesse.

Il CICAP realizzò 11/9 La cospirazione impossibile: oltre 360 pagine di analisi puntuale e inesorabile delle asserzioni dei complottisti e di spiegazione divulgativa di cosa era successo realmente quel giorno, sulla base delle indagini tecniche e delle competenze degli esperti intervistati, lasciando da parte il fumo della geopolitica. Io scrissi due capitoli, dedicati alle Torri Gemelle e al World Trade Center in generale, mentre gli altri aspetti dell'11/9 furono affrontati dagli autori del CICAP avvalendosi anche del materiale tecnico e delle consulenze degli esperti raccolti dal gruppo Undicisettembre.

Giulietto Chiesa, invece, uscì con Zero, nel quale si dice che il Pentagono fu colpito da un “parassita militare” (pagina 80). C'è proprio scritto così. Se volete, ce n'è una recensione qui.

A metà agosto scorso, Piemme ha restituito agli autori de La cospirazione impossibile i diritti perché il libro ormai è fuori catalogo, e così mi sono messo di corsa a convertirlo in e-book in tempo per la ricorrenza degli attentati, intanto che Massimo Polidoro raccoglieva i consensi degli altri autori per la ripubblicazione. E così da oggi La cospirazione impossibile è scaricabile gratis in formato PDF ed è disponibile in formato EPUB sul sito del CICAP a prezzo simbolico (due euro).

Un'avvertenza: il tempo disponibile è stato pochissimo ed era impraticabile aggiornare tutto il testo, per cui considerate questa prima edizione digitale come una versione iniziale che fotografa la situazione del debunking e del complottismo nel 2007, con una manciata di aggiornamenti nel mio capitolo sulle Torri Gemelle. Inoltre per problemi tecnici non ho potuto usare il file finale adoperato da Piemme per la stampa, per cui possono esserci delle discrepanze. Anzi, se avete la copia cartacea, confrontatela con la versione digitale e ditemi se trovate errori o differenze, così le sistemerò nelle versioni successive.

Tenete presente, inoltre, che per ora il PDF è generato automaticamente partendo dall'EPUB, per cui non aspettatevi finezze d'impaginazione. Ma i contenuti e i link alle fonti ci sono (anche se alcuni sono obsoleti e recuperabili con Archive.org). Poca forma, molta sostanza. La forma, se vediamo che c'è ancora interesse, arriverà.

Insomma, scaricate il libro e tenetelo a disposizione per quando vi capita un complottista che inizia la propria litania: linkategli La cospirazione impossibile e non perdete altro tempo. Non ne vale la pena.

Per quest'anniversario, il blog Undicisettembre lascia da parte le tesi cospirazioniste e si dedica, come è ormai abitudine da tempo, alla raccolta delle testimonianze dei protagonisti diretti di quel giorno: oggi viene pubblicata l'intervista ad Alexander Spano, sopravvissuto all'incendio e al crollo delle Torri Gemelle (disponibile anche in inglese). E il 17 settembre Undicisettembre pubblicherà l'indagine sulle 28 pagine ancora secretate dei rapporti delle commissioni d'inchiesta, di cui tanto si parla in questi giorni.

Bene, Giulietto: noi “debunker” la nostra ricostruzione tecnica dei fatti l'abbiamo messa a disposizione di tutti, senza chiedere soldi. Ora tocca a te.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (51)
Tendenzialmente non sono una gran sentimentale, però, visto che ne parli sappi che il lavoro di debunking delle teorie undicisettembrine è stata la mia porta di ingresso a tutto l'universo scettico e razionale: praticamente mi avete salvata dal diventare un'idiota complottista. La cosa richiederebbe come ringraziamento minimo una fornitura a vita di focaccia, magari alla prossima conferenza provvedo.
Grazie e keep up the good work.

(Messaggio con utilità sociale: se qualche volta vi viene da chiedervi perché lo facciate.)
Piccolo refuso: Un'avvvertenza.
Ho provato a comperare dal sito del CiCap, ma mi sono fermato quando mi sono state chieste le spese di spedizione .... cosa fanno, mi mandano un cd ?
come verranno gestiti gli aggiornamenti? Per il suo pdf non penso ci siano problemi, ma acquistando l'epub del cicap, poi come si potranno avere le eventuali future versioni?
Grazie
SaraH,

il lavoro di debunking delle teorie undicisettembrine è stata la mia porta di ingresso a tutto l'universo scettico e razionale

Ti ringrazio per l'apprezzamento, sono contento che il nostro lavoro sia utile, pur non avendo io alcun legame con associazioni di scettici nei confronti delle quali sono molto scettico :-)
Stupidocane,

refuso sistemato, grazie!
SaraH,

se qualche volta vi viene da chiedervi perché lo facciate

Sì, a volte ce lo chiediamo. Messaggi come il tuo rincuorano. Grazie!
dani1967.

spese di spedizione? Ho chiesto ai tecnici del CICAP di verificare. Appena so qualcosa, ne scrivo qui.
Unknown,

gli aggiornamenti verranno annunciati sicuramente qui e su Undicisettembre.info.

Le future versioni saranno semplicemente da scaricare/acquistare di nuovo. A due euro credo che sia ragionevole. Fare diversamente sarebbe complicatissimo.
acquistato or ora dal sito cicap...
procedendo con l'acquisto normale, vi si rimanda ad una pagina che da 3 giorni per l'invio con varie forme (paccocelere3 ed altre... per un epub? WTF?)... insomma, grossolano errore del sistema di ecommerce...
procedendo con l'acquisto via paypal, tutto avviene correttamente, SALVO che in genere dopo aver fatto login si viene rimandati ad una pagina dove dare conferma dell'acquisto, mentre in questo caso il premere acquista e fare login IMPLICA già l'acquisto, non si scappa... altro errore di ecommerce, si chiede SEMPRE conferma prima di un reale pagamento...
comunque la procedura per pagare il solo epub è:
registrarsi e fare login
acquistare via paypal
ritornare alla pagina originaria, dove si troverà il link per il download, che avrà vostro nome e cognome come nome file...
beh, in ogni caso ripagare per qualcosa di già acquistato non mi pare comunque corretto... in fondo sono delle "patch"... perché non permettere semplicemente di rifare login al sito e riscaricare la versione aggiornata? esattamente come adesso, se torno a quella pagina posso RISCARICARE il MIO epub...
@Paolo
Grazie, ti ho mandato via mail lo screenshot del problema
Unknown, tutti,

i tecnici del CICAP mi dicono che l'errore che chiedeva spese di spedizione per l'EPUB è stato corretto. Grazie della segnalazione.
Il PDF ha qualcosa che non funziona a dovere, attivando la modalità "leggi a voce alta" la lettura è a scatti con lunghissime pause dopo ciascuna parola. Non che non possa leggerlo normalmente, ma in questo modo potevo farlo facendo altro.

Gran bel lavoro comunque.
Uh, proposito di Giulietto. Sul sito del Fatto c'è un suo nuovo articolo: "11 settembre, 8 misteriose scatole nere".
È molto tenero.
:)
Vale la pena citare dr Neil deGrasse Tyson:
Un teorico della cospirazione è una persona che ammette tacitamente di non avere dati sufficienti per dimostrare le proprie affermazioni
la cospirazione è il grido di battaglia della persona con dati insufficienti, fino a che non producono dati sufficienti ..... devono attaccarsi a questo (indicando lo schermo con la scritta Teoria della cospirazione).
Originale trascritto (spero correttamente) dal video di The amazing meeting 6 dal minuto 12:10 in poi, segnalato da qualcuno nei commenti a qualche articolo precedente:
A conspiracy theorist is a person who tacitly admits that they have insufficient data to prove their points
the conspiracy is the battlecry of the person with insufficient data, until they produce sufficient data..... they gotta claim this
Al solito grazie mille. E grazie non è abbastanza
Grazie a voi ma grazie anche alla casa editrice Piemme. Facessero tutti così. Proprio ieri leggevo un estratto di Mantellini dedicato al copyright in cui evidenziava come moltissimi libri, non più in commercio non potessero diventare in alcun modo accessibili in altra maniera, per via di politiche miopi sui diritti d'autore.
A proposito di Giulietto, ieri era su Rai1 in nn ricordo quale trasmissione, a cianciare delle sue solite idiozie complottiste.
Ho cambiato canale immantinente... :D
"Giulietto, ieri era su Rai1 in nn ricordo quale trasmissione, a cianciare delle sue solite idiozie complottiste."

Pagato per cianciare di fesserie che insultano i morti e obnubilano il cervello.

E lo chiamano "servizio pubblico".
Mi sa che smetto di pagare il canone.
Sto leggendo solo ora il libro, e ho notato alcuni typo. Li segnalo qualora qualcuno li volesse correggere:

pag. 9: "chili" anziché "chi li"

pag. 72, caption di figura 9: il punto finale ("Impatto con il WTC") è I, non F (che risulta quindi ripetuto 2 volte)
pagina 121: "emersedurante"
Igor,

grazie delle segnalazioni di refusi; verranno corretti nel prossimo aggiornamento.
Ma il senso della postfazione di Odifreddi, in cui sembra voglia far trapelare l'idea che era tutto un inside job per invadere Afghanistan e Iraq? Non riesco a capire, qualcuno mi può illuminare?
Delta92,

se può farti piacere non lo capisco neanche io. Anzi, secondo me quel capitolo è una porcheria e basta e non essendo Odifreddi esperto di politica, ma semmai di matematica, si esprime su un argomento di cui non ha competenza e il suo parere vale proprio zero. Tra l'altro uno dei mantra del CICAP è quello di chiedere agli esperti e qui fa esattamente l'opposto rimediando una figura davvero misera.

Nell'introduzione poi Polidoro peggiora la situazione dicendo "mi sembrava un utile contributo alla riflessione sull’attentato e sulle sue conseguenze" e quindi dicendo chiaramente che Odifreddi dice cose utili. Io francamente non credo che spargere scempiaggini di quel tipo sia utile a chiccessia.

Peccato, hanno fatto un buon lavoro e poi se lo sono rovinati da soli.
Salve a tutti, è la prima volta che entro e spero di non commettere errori. Un complottaro mi ha sottoposto questi articoli come prova definitiva della falsità della versione ufficiale sull'11/9. dato che sono in inglese qualcuno può darmi una mano a capire se sono o meno delle sole?

Grazie!

http://911research.wtc7.net/papers/dreger/GroundZeroHeat2008_07_10.pdf

http://911research.wtc7.net/papers/dreger/GroundZeroHeatAppendix2008_07_10.pdf

http://911research.wtc7.net/papers/legge/AccelerationCloseToG15.pdf

http://911research.wtc7.net/papers/legge/PancakeTheoryFalseByNIST15.pdf
Michele,

Sono scritti da un esperto? No.

Presentano tesi confermate da qualche esperto? No.

Allora sono fuffa fino a prova contraria.

Il loro autore, invece di scrivere centinaia di pagine in un PDF, dovrebbe inviarle a una rivista specialistica per farsele valutare da esperti. Loro gli diranno se le sue tesi sono valide.

Fino a quel momento, quei PDF sono aria fritta.

Niente di personale contro l'autore: è che in campo scientifico si procede così. Se hai una tesi, la documenti e la presenti agli esperti. Gli esperti la valutano. Se sopravvive alla loro valutazione, allora vale la pena di parlarne.

Questo approccio è necessario, altrimenti dovremmo perdere tempo a leggere anche i PDF di quelli che dicono che le Torri Gemelle sono state distrutte da un treno a vapore che le ha trapassate (hai notato gli sbuffi di fumo nero, tipici delle locomotive?) o da una mandria di unicorni invisibili.

Chiedi al tuo amico complottaro come mai questi geni dell'indagine non vanno a sottoporre i loro articoli al vaglio degli esperti d'incendi e di strutture in acciaio. In 13 anni, non sono riusciti a pubblicare nemmeno un singolo articolo scientifico validato. Un po' lenti, eh? Avranno paura che gli esperti si mettano a ridere loro in faccia?
Io mi son sentito rispondere che "sono gli ingegneri che devono dimostrare che un aereo può abbattere un palazzo". Come se non ci fossero letteralmente chili di materiale..

Peggio dei fanatici religiosi.
Lupo, io controbatterei con "devono essere gli psichiatri a dimostrarmi che sei normodotato".
Delta92, Hammer,

Confesso che anch'io sono rimasto molto perplesso di fronte al capitolo firmato da Odifreddi, già nella prima edizione.
Non ne capisco il senso: quando si parla di geopolitica si fa un discorso fatto di chiacchiere e di opinioni a prescindere. In quel caso Odifreddi fa esattamente questo: abbonda coi soliti condizionali, mescolando eventi, come la guerra in Iraq, che hanno una connessione causale con gli eventi del 9/11 molto più debole di quanto sia opinione corrente e cita persino dati fuorvianti, come la decantata nazionalità dei terroristi, col solo filo conduttore del solito "Progetto per il Nuovo Secolo Americano" tanto caro proprio al pensiero cospirazionista

A maggior ragione, il ruolo di postfazione, ovvero di chiosa e di conclusione, finisce quasi col legittimare proprio quel chiacchiericcio senza costrutto che tutto il resto del libro seppellisce sotto i dati forniti dalla tecnica e dalla scienza.

E quel "cui prodest scelus, is fecit" con cui Odifreddi apre la sua personalissima opinione sembra quasi uno schiaffo a tutto quanto la precede.
Pessima scelta.
Urka! In effetti ho controllato le credenziali dell'autore di quei pdf e c'è scritto che è un chimico che si occupa di agricoltura e biodisel!!! Avete capito? Biodisel! E questo dovrebbe smascherare complotti! Ma va a ciapà li rat!
Michele,

è un chimico che si occupa di agricoltura e biodisel!!! Avete capito? Biodisel! E questo dovrebbe smascherare complotti!

La critica arriva da uno che sbaglia due volte a scrivere biodiesel. Potrei fermarmi qui.

Ma qui si dimentica il fatto che il “chimico” non ha pretese di essere lui l'autorità in materia, ma di essere colui che compila e presenta fonti autorevoli.
questo dovrebbe smascherare complotti! Ma va a ciapà li rat!

A prescindere da quel che ha già fatto notare Paolo, direi che per smascherare i complotti sull'11 settembre (per tacere di sciecomiche e simili amenità) basta un normodotato, normopensante e col cervello collegato.
Magari disposto a informarsi, invece di imbottirsi il cervello di filmini da tuttubo.
Ops! Mi merito la bacchettata per l'errore...ho scritto un pò troppo di fretta. Comunque ciò che cercavo era una conferma all'inconsistenza dei documenti in sé come fonti attendibili, solo che a causa della tecnicità dell'argomento (e del mio inglese) temevo dipendesse da me che non li comprendevo a sufficienza.
Secondo me non vi siete capiti bene sul soggetto di cui parla Michele. O forse non ho capito io di chi stiate parlando... :)
Penso anch'io ci sia stato un fraintendimento
Penso anch'io ci sia stato un fraintendimento

Infatti. Credo che Michele stia parlando dell'autore dei pdf che ha linkato, mentre Paolo di Polidoro.

Secondo me non vi siete capiti su chi sia il "chimico esperto in biodisel"... ;D
Stupidocane, ti nomino "Tecnico del fraintendimento" ufficiale del Disinformatico! Sei meglio di Franz ;)
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Grazie Van Fan, ma non credo di meritare cotan... ma... Ehy... chi l'ha messa sta roba quassù? Oh!

Ehy, voi del NWO, togliete subito quella qualifica, graz...
Ma che mi state prendendo in giro???
.
Ma pensa te questi... Ooh... grazie.
.
Tsk... perditempo... Andare a spargere micomorgelloni* a Sanremo, va!

* Not a typo.... for all the chemtrail believer out there: Morgellon and fungus... have you ever thought 'bout? Nice, hu?
No, it was a typo! AND STOP MEDDLING WITH MY COMMENTS!!!
.
...'stardi...
NWO HAS YOU.
RESISTANCE IS FUTILE.
In effetti intendevo Frank Legge, il tizio che ha prodotto i pdf di cui ho riportato i link: seguendo le indicazioni di Paolo ho guardato un po' la sua storia e le sue pubblicazioni ed ho potuto scoprire che le sue competenze in merito ai crolli erano quantomeno improvvisate.
Colpa mia che mi son espresso in modo da non farmi capire.
Comunque grazie a Stupidocane!
Michele,

grazie del chiarimento. Ti ho confuso con uno dei vari complottisti ai quali stavo rispondendo altrove, e uno dei collaboratori a La Cospirazione Impossibile è un chimico, per cui pensavo ti riferissi a lui. Errore mio, chiedo scusa.
Ho finito finalmente di leggere il libro. Le cose in più che ho trovato, per chi come me ha letto per benino il blog undicisettembre, non sono tanto le osservazioni tecniche, che forse sono anche meno dettagliate (giustamente) che sul blog stesso, quanto i capitoli introduttivi e finali. In effetti la denuncia delle inefficienze del sistema preventivo e difensivo statunitense dovrebbero far pensare molto più delle fantasiose ricostruzioni alternative; ma anche la descrizione dei fondamenti psicologici e sociologici del cospirazionismo sono interessanti spunti di riflessione.
In effetti il capitolo finale di Odifreddi stona e non poco, sopratutto per il tono con cui è presentato che si scosta non poco con l'analisi asettica anche se non fredda dei fatti che si legge nei capitoli precedenti; va detto che nell'introduzione viene specificato che non tutti gli altri autori necessariamente condividono questa posizione. Tuttavia poteva essere compatibile con la struttura del testo un capitolo finale che si occupava delle conseguenze politiche degli attentati, forse con un taglio meno critico e più storico/storiografico, quindi in linea col taglio scientifico della narrazione.