Cerca nel blog

2014/09/01

Antibufala mini: videogiocatore quindicenne manda veri SWAT ad altro giocatore, condannato a 25 anni

Piccola antibufala preventiva: pochi giorni fa un videogiocatore americano, Jordan Mathewson, si è trovato assalito da una vera squadra di SWAT mandata da un altro giocatore facendo una falsa segnalazione telefonica alla polizia. Il video impressionante circola online. Ci poteva scappare il morto, con la polizia che entra ad armi spianate.

Fin qui la notizia è vera, ma ora sta girando la diceria che il giocatore che ha ordito l'incursione sia stato condannato a 25 anni di carcere. Lo ha scritto anche Cory Doctorow su BoingBoing, che solitamente è una fonte attendibile, ma ha dovuto correggersi: la condanna è una bufala, come racconta Snopes.com: la fonte dell'annuncio della condanna è il sito di notizie inventate National Report.

4 commenti:

Sciking ha detto...

Pungente dimostrazione di quello che dici spesso tu: "Verificare le notizie sempre, anche se arrivano da fonti fidate".

Fx ha detto...

L'avevo segnalato via email a Paolo qui:

http://www.gamemag.it/news/condannato-a-25-anni-per-swatting-aggiornata_53802.html

Gamemag fa parte di HWUpgrade che è una delle testate informatiche online più autorevoli del panorama italiano. Chissà le altre. =)

L'unica cosa che dà speranza è la quantità di cazziate che sono arrivate da parte degli utenti. Per lo meno laddove non arriva il (presunto) giornalista arrivano i lettori.

Andrea ha detto...

pare non sia l'unico che l'abbia fatto sembra essere un fenomeno in ascesa negli USA dal 2013, in un caso ci è scappato pure il ferito...la stupidità umana.
Forse 25 anni sarebbero troppi ma pagare dieci volte le spese per l'intervento e farsi anni di prigione se ci scappa il ferito o peggio il morto non sarebbero troppi.

Andrea ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.