Cerca nel blog

2008/02/12

Paranormalisti, avete due anni di tempo

Sensitivi spicciatevi: Randi ritirerà l'offerta da un milione di dollari fra due anni


Questo articolo vi arriva grazie alle gentili donazioni di "bernart" e "sarin74".

Da ormai dieci anni, il grande prestigiatore e cacciatore di ciarlatani James Randi offre un milione di dollari a chiunque riesca, in condizioni debitamente controllate e concordate con il candidato, a dimostrare un potere o un fenomeno paranormale qualsiasi.

Non è un'offerta campata per aria: i soldi sono effettivamente depositati e vincolati. Di recente, però, Randi ha annunciato che l'offerta terminerà fra due anni. Ma visto che i più famosi sensitivi hanno accuratamente evitato di dimostrare i propri presunti poteri sottoponendosi al test, e che nessuno dei candidati che ci hanno provato è riuscito a superare le fasi preliminari, che si svolgono secondo regole concordate appunto con il presunto sensitivo, Randi ritiene che sia ormai improduttivo tenere vincolati quei soldi, utilizzabili per attività d'indagine più efficaci.

Se ritenete di avere poteri paranormali, insomma, datevi da fare entro il 6 marzo 2010; la selezione dei candidati avviene in quasi tutti i paesi, Italia compresa. Se vi interessano i dettagli, contattatemi via mail.

Come dice Randi, "i professionisti del settore sospireranno di sollievo perché non dovranno più rispondere a chi chiede perché non si candidano a ritirare il premio... Dieci anni sono un tempo sufficiente. Le centinaia di domande di partecipazione compilate grossolanamente, e le innumerevoli ore di telefonate, di scambi di e-mail, di discussioni faccia a faccia che abbiamo dovuto sopportare, saranno cosa passata".

Se volete un bell'esempio del genere di ciarlatani con i quali Randi ha avuto a che fare in questi anni, non perdetevi questa scenetta con James Hydrick, il "sensitivo" che fece scalpore con il suo presunto potere di spostare gli oggetti con il pensiero. In realtà lo faceva soffiando abilmente, come Randi dimostrò disponendo dei leggerissimi truciolini di polistirolo intorno agli oggetti. I poteri di Hydrick svanirono istantaneamente.

21 commenti:

Anonimo ha detto...

Paolo, il link al viedo è sbagliato. Quello corretto è questo: http://it.youtube.com/watch?v=QlfMsZwr8rc

MrPatol ha detto...

Bella pensata ha fatto: chi veramente ha poteri paranormali sarà ben lungi dal mostrarlo in pubblico, mentre solo i ciarlatani lo fanno e spesso per soldi....

OrboVeggente ha detto...

se uno ha poteri paranormali, e "presumendo" quelli spilla soldi alla gente, perchè dovrebbe essere "ben lungi" dal mostrarlo in pubblico?
Quando il pubblico è ignorante e impreparato, tutti hanno poteri, ma quando c'è il controllo (premiato con UN MILIONE!!!) magicamente i poteri spariscono...

giorgio ha detto...

Se esistesse davvero un uomo con poteri paranormali che nn fa lo "spillatore di soldi" per mestiere ma usa i suoi poteri a scopi benefici, allora potrebbe mostrarli in pubblico e ritirare il milione per darlo in beneficenza...

Ma la realta è solo che il paranormale è del tutto... normale!!!!:)

Salvatore ha detto...

Molto interessante... il fatto che in tutti questi anni non ci sia stata risposta credo sia emblematico. Tra l'altro anche Penn & Teller (due showman-prestigiatori americani) fanno opera di debunking spesso e volentieri nei loro programmi (purtroppo ancora inediti in italia).

OrboVeggente ha detto...

per J.Randi:

-io so suonare il piano senza mani
-so far sparire 5000 euro (non miei) in 5 secondi
-causo punti di sutura senza toccare

tutto documentabile e comprovabile

Santana ha detto...

Uno che si veste come James Hydrick non può che essere un ciarlatano!

Fozzillo ha detto...

Il premio di Randi è uno degli strumenti migliori per argomentare contro i "credenti".
Rispondere a tutti quelli che chiedono di essere esaminati costa a Randi stesso ed ai suoi collaboratori un sacco di tempo e risorse.
Per questo ha deciso di smetterla.
Comunque se qualche grosso paranormale facesse il parac... dicendo: "se ci fosse ancora lo vincerei", Randi lo ricaccierà fuori in via eccezionale per loro. Cosi ha detto su The Skeptics Guide to the Universe 129.
Mi mancherà moltissimo questo strumento di discussione ma spero ancora che qualcun'altro ne metterà a disposizione uno simile: Randi ha già dato!

Sbronzo di Riace ha detto...

io so leggere il pensiero, so anche quello che state pensando mentre leggete questo commento.

State pensando che non è vero che so leggere il pensiero.

Ho vinto il milione, pagate, prego.

:-)

IlTremendo ha detto...

Se una persona dice che prima di un viaggio a Lourdes era malata di cancro, ha tutte le analisi, e dimostra di essere guarita dopo il viaggio, dichiarandosi miracolata, avrebbe diritto al premio di Randi?
E nel caso, quante persone possono effettivamente aspirare al riconoscimento?
secondo la chiesa cattolica qualche decina almeno.
Ma è scientificamente provato?

Tom ha detto...

Buffo che molti non credano a fenomeni paranormali ma siano invece disposti a credere al divino. Io aspetto ancora che qualcuno mi dimostri l'esistenza di un dio, figuriamoci se m'interessa chi piega i cucchiai con la mente o altri giochi di prestigio.

Paolo Attivissimo ha detto...

Se una persona dice che prima di un viaggio a Lourdes era malata di cancro, ha tutte le analisi, e dimostra di essere guarita dopo il viaggio, dichiarandosi miracolata, avrebbe diritto al premio di Randi?

Dovresti controllare sul regolamento, ma credo che non sarebbe ammissibile perché il fenomeno non sarebbe avvenuto in condizioni di controllo.

Conoscendo un po' il gusto per il fair play di Randi, comunque, credo che se a un miracolato ricrescesse una gamba o un braccio sarebbe disposto a concedere il premio comunque.

Fozzillo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Fozzillo ha detto...

Per IlTremendo
da UAAR :
In ogni caso, in 150 anni la Chiesa ha riconosciuto solo 65 miracoli, a fronte del centinaio di milioni circa di pellegrini malati giunto a Lourdes nello stesso arco temporale. Come sostiene il matematico Piergiorgio Odifreddi, «la media, inferiore a uno su un milione, è di gran lunga più bassa della percentuale delle remissioni spontanee dei tumori, che è dell’ordine di uno su diecimila… A un malato di cancro converrebbe cento volte di più stare a casa che scomodarsi a fare un pellegrinaggio a Lourdes!».

Nei fatti, la migliore confutazione delle presunte proprietà taumaturgiche dell’acqua di Lourdes viene proprio da Santa Bernadette: ebbe una vita travagliatissima e morì a soli 35 anni.

Tom ha detto...

Se poi calcoliamo quanti morti ci sono per incidenti stradali tra i pellegrini (la Madonna in pausa pranzo?), forse stare a casa è davvero l'opzione migliore. Però chi ha fede ne trae sicuramente un effetto placebo non indifferente, che forse è la causa di certi "miracoli".

Emanuele Ciriachi ha detto...

Per fozzillo:

quelli che la Chiesa riconosce non hanno la pretesa di essere esaustivi, sono soltanto quelli per cui esistono prove e testimonianze tali da superare scrupolose indagini.

Sicuramente esisteranno innumerevoli casi di guarigioni causati da effetto placebo che la suggestione fa apparire come miracoli, ma è altrettanto vero che esistono casi di guarigioni scientificamente inspiegabili avvenuti in circostanze collegate al pellegrinaggio.

Tom ha detto...

Preferisco comunque rimanere senza una risposta, (la scienza è ben lontana dal conoscere tutto) piuttosto che ricorrere al soprannaturale, dal momento che questa è sempre stata l'opzione dettata dall'ignoranza.

Symoon ha detto...

Premetto che non ho visto il filmato completo ma devo dire che il metodo di Randy per sbugiardare il tipo è fallace quanto i poteri di Hydrick.

E se la sua "paranormalità" consistesse proprio nel creare una sorta di spostamento d'aria col pensiero (poichè altre cavità quali naso e bocca non sono ovviamente ammesse)? In questo caso il metodo usato da Randy sarebbe arrivato ad una erronea conclusione.

Forse sarebbe stato meglio chiedergli di tirare la matita o la pagine verso di sè invece che spingerle via perchè se è vero che è relativamente facile soffiare su un oggetto per allontanarlo, molto più difficile è aspirare per avvicinarlo.

Quello che voglio dire è che, sebbene sia concorde con un'esamina obiettiva e razionale del fenomeno per escluderne implicazioni paranormali, si dovrebbe usare lo stesso criterio per valutari se i metodi di verifica usati sono altrettanto scevri da errori o imperfezioni.

Ed è questo che mi rende perplesso nell'accettare molti risultati del CICAP, poichè il loro metodo di valutazione mi sembra spesso improntato più sull'intenzione di dimostrare un imbroglio piuttosto che scoprire la verità.

...ma è solo la mia opinione.

Paolo Attivissimo ha detto...

E se la sua "paranormalità" consistesse proprio nel creare una sorta di spostamento d'aria col pensiero

In tal caso Hydrick avrebbe potuto benissimo sottoporsi a un semplice test. Randi gli tappa il naso e Hydrick volta le pagine. Oppure Hydrick volta le spalle alle pagine (questo permetterebbe in teoria l'uso di un'altra cavità, ma lasciamo stare). Invece è scappato come un bambino colto a rubare i biscotti.

Il test di Randi è stato sufficiente a smascherarlo per quello che era.



Forse sarebbe stato meglio chiedergli di tirare la matita o la pagine verso di sè invece che spingerle via perchè se è vero che è relativamente facile soffiare su un oggetto per allontanarlo, molto più difficile è aspirare per avvicinarlo.

No, quello non era il potere dichiarato da Hydrick e quindi sarebbe stato scorretto chiederglielo.

Quello che voglio dire è che, sebbene sia concorde con un'esamina obiettiva e razionale del fenomeno per escluderne implicazioni paranormali, si dovrebbe usare lo stesso criterio per valutari se i metodi di verifica usati sono altrettanto scevri da errori o imperfezioni.

Ed è quello che fanno appunto il CICAP e tutte le diramazioni della Randi Foundation: concordano il protocollo con il candidato.


Ed è questo che mi rende perplesso nell'accettare molti risultati del CICAP, poichè il loro metodo di valutazione mi sembra spesso improntato più sull'intenzione di dimostrare un imbroglio piuttosto che scoprire la verità.

Per scoprire la verità, devi prima escludere che si tratti di un imbroglio.

Symoon ha detto...

Per scoprire la verità, devi prima escludere che si tratti di un imbroglio.

Concordo assolutamente sulla tua affermazione. Ma se l'asserto diventa "E' senza ombra di dubbio un imbroglio. Devo solo scoprire il come" allora l'obiettivo cambia e non si arriva più alla verità (che, ricordiamoci, è dimostrare se il paranormale esiste oppure no).

Non sarà così ma la mia impressione è che si tende qualche volta a vederla in questo modo, specie alcuni personaggi che si accalorano troppo sulla questione (da entrambe le parti, sia chiaro) perdendo lucidità e credibilità.
Insomma, non dovrebbe essere una crociata contro nessuno quanto piuttosto una ricerca fatta in cooperazione da ambedue i "fronti" affinchè si giunga ad una comune quanto inconfutabile risposta.

Le tue osservazioni su Hydrick sono corrette, non avevo visto il filmato fino in fondo. Mi scuso per questo.

Turz ha detto...

La scienza è sempre di parte.

In altre parole: molto spesso, prima si stabilisce che cosa si vuole dimostrare, e poi si cerca di dimostrarlo. L'importante è non abbandonare mai il metodo scientifico.

Se ciò che si vuole dimostrare non è vero, a nulla varranno i nostri sforzi di dimostrarlo in modo scientifico, non ci riusciremo mai.

Ma non mi si venga a dire che la mia dimostrazione non vale perché sapevo già dove volevo andare a parare.