Cerca nel blog

2016/06/03

Aiuto, Windows 10 si installa a forza sul computer!

Vedo molte segnalazioni di utenti Windows 7 e 8.1 che dicono di essersi trovati obbligati da Microsoft a installare Windows 10: in sostanza, segnalano che cliccare sulla X nella finestra di invito ad aggiornarsi (per ora, e fino a luglio, gratuitamente) a Windows 10 non rifiuta l’aggiornamento, come sarebbe normale, ma lo consente. Altri utenti segnalano che la X che consente di chiudere la finestra stessa è scomparsa e ora hanno soltanto la possibilità di scegliere quando installare Windows 10, ma non di rifiutarsi di farlo.

Ci sono ottime ragioni per non volere Windows 10: applicazioni o componenti incompatibili, per esempio (addirittura Samsung lo ha sconsigliato, ma poi ha cambiato idea). Anche chi vuole migrare a Windows 10 magari vuole avere la libertà di scegliere quando farlo e non trovarsi con il computer bloccato da un aggiornamento nel momento meno opportuno. Che fare?

Alcuni esperti consigliano di installare Never 10 di Steve Gibson, che disabilita reversibilmente l’aggiornamento automatico a Windows 10. Un’altra soluzione è non accettare la licenza (EULA) di Windows 10. In alternativa si può fare entro 31 giorni un rollback andando nelle impostazioni, scegliendo la sezione degli aggiornamenti e chiedendo di ripristinare e di disinstallare Windows 10.

Esistono anche altri metodi, ma richiedono interventi piuttosto delicati che non sono alla portata di tutti gli utenti. Una cosa da non fare, invece, è disabilitare gli aggiornamenti di Windows 7 e 8.1: è vero che questo blocca l’aggiornamento a Windows 10, ma blocca anche gli aggiornamenti di sicurezza e lascia il computer vulnerabile agli attacchi.


28 commenti:

Donato ha detto...

A me è successo ieri mattina, non ci si può distrarre un attimo! :-/

danielecastaldo ha detto...

Anche a me è capitato, sono riuscito a risolvere in questo modo:

nel corso dell'installazione (o al termine, non ricordo), Windows 10 chiede di accettare i termini di licenza del prodotto. Rifiutandoli Il software avvisa che in questo modo dovrà effettuare il rollback alla versione precedentemente installata (Windows 7)...io ho accettato con tanti ringraziamenti :)

Dopo quasi un mese, non mi è stato più richiesto di installare Windows 10 e non ho avuto noie post-rollback

spero possa essere utile :)

PhthonosTheon ha detto...

Proprio questo lunedì ho effettuato un rollback da 10 a 7 per un utente che se lo è ritrovato installato a forza dopo la pausa pranzo. Ho backuppato i dati e copiato la license key del sistema operativo e dei principali programmi non free: per quanto l'ultima operazione possa sembrare perversa mi ha fatto risparmiare parecchio tempo visto che la macchina non si è più riavviata.

Tharon ha detto...

Io fortunatamente tengo gli aggiornamento automatici attivati ma scaricati a richiesta. Questo mi permette di riconoscere le installazione dell'applicazione di upgrade a windows 10 e nasconderla. Purtroppo Microsoft me la ripresenta criminalmente ogni 2 settimane.

Comunque oltre a Never10 segnalo anche GWX Control Panel, un comodo tool che agisce proprio sull'applicazione GWX e permette di controllare la sua presenza, eliminarla e nel caso ripulire il sistema dalla preinstallazione dei file di Windows 10.

http://ultimateoutsider.com/downloads/

Garp ha detto...

Per quanto riguarda l'ultimo punto (il blocco degli aggiornamenti), basta selezionare quelli legati all'aggiornamento a Win10. Io uso http://www.askwoody.com/ ma sono parecchi i siti che analizzano le singole patch indicando quali sono da installare sicuramente e quali da evitare o valutare con attenzione

Enrico ha detto...

Sul rollback entro 30 giorni non ci contate. Io ci ho provato, nessun effetto: il sistema ti OK, fa un reboot e sei ancora in W10.

Anonimo ha detto...

Io ricevo ancora aggiornamenti per mio vecchio win XP SP3
ma come è possibile ? non era out of date ?
Comunque oramai preferisco i sistemi unix-like
con la loro bella "bash" di comandi testuali.

Mars4ever ha detto...

Non serve bloccare tutti gli aggiornamenti, basta disinstallare e poi nascondere il famigerato KB3035583 e fare attenzione che non ricompaia e non voglia reinstallarsi da solo.

Tommy the Biker ha detto...

Io ho trovato il mio metodo, magari ignorante, magari bruttarello, ma... è semplice, funziona e non ha controindicazioni.

Aprire Blocco Note, incollarci
TASKKILL /IM GWX.exe /F
e salvare come .bat; mettere poi in avvio automatico (ad esempio spostando il file in Start -> Esecuzione automatica) e riavviare.

Cosa fa? Beh, in sostanza è un comando che termina il processo "GWX.exe"; GWX sta per "Get Windows X", il processo è quello che mostra il fastidioso popup di aggiornamento. Se non funziona, fare la stessa cosa per il processo "GWXUX.exe".

Lanf ha detto...

> Non serve bloccare tutti gli aggiornamenti, basta disinstallare e poi nascondere il famigerato KB3035583 e fare attenzione che non ricompaia e non voglia reinstallarsi da solo.

Bisogna modificare le opzioni di Windows Update, impedendo di scaricare gli aggiornamenti consigliati. Cosi` il KB3035583 non torna piu`.

Barbuz ha detto...

Ciao Paolo e tutti.
Io ho scaricato un'app chiamata GWX Stopper perché mi dava fastidio la notifica nella system tray, e usata quella mi si è tolta. E comunque possibile rilanciare il programma per eventualmente riattivare la notifica e quindi la possibilità di aggiornare.
Di fatto è un programma portable, non si installa nemmeno!..

Jonny Dio ha detto...

Certo che dev'essere proprio un bel prodotto questo windows 10, chissà quanti prevedono di venderne quando non sarà più gratuito, dato che la gente non lo vuole neanche in regalo, anzi, è disposta ad accollarsi più di qualche fastidio per restituirlo. A meno che alla Microsoft non abbiano intenzione di continuare così anche quando sarà a pagamento, alla faccia del guerrilla marketing, qua siamo già al nazi-marketing; per me i limiti della decenza si sono superati da un pezzo, andrebbe istituito un nuovo reato per queste intrusioni. Ma se uno si vuole tenere Xp fino al 2050 perchè non deve poterlo fare, in fondo, a suo tampo, magari l'ha anche pagato, no?

Tommy the Biker ha detto...

@Johnny: non è che Windows 10 sia poi così brutto, molto semplicemente non è granché supportato. Numerosissime applicazioni pensate per ambito professional supportano al massimo Windows 8, quando non ancora 7; di conseguenza, anche se gratuito, tanta gente rifiuta l'aggiornamento perché altrimenti non potrebbe più utilizzare buona parte del proprio parco software.

Io stesso ho avuto questo problema al lavoro. Ho buttato quasi otto ore/uomo a spianare la macchina e reinstallare e riattivare tutti i programmi: uno "scherzetto" che è costato quanto metà stipendio di un lavoratore medio italiano. Senza contare il danno d'immagine, perché si è dovuto dire ai clienti "scusate, tornate domani", e quelli -giustamente- si sono alterati.

Poi ci può essere anche chi semplicemente non ama il SO in sé per svariati motivi (tipo me :D ), ma non è così automatico che "la gente non lo vuole manco regalato = fa schifo", ecco.

PS: dal punto di vista morale vietare queste "intrusioni" sarebbe doveroso, ma da quello legale... beh, hai accettato una licenza, tale licenza dice "il SO è nostro e ci facciamo quel che vogliamo, tu hai il diritto di usarlo su uno e un solo computer, fine", quindi tecnicamente hanno ragione loro.

Tharon ha detto...

@Jonny Dio
Non è così. Personalmente reputo Windows 10 un brutto sistema operativo per gli utenti più smaliziati e quelli che il computer lo usano per lavoro. E' chiaramente un OS pensato avendo come idea il mercato mobile e l'utenza più "casual".
Nonostante questo a multi utenti piace, e sono parecchi quelli a reputarlo un buon sistema operativo. Quello che non va bene il sistema utilizzando per spingerlo, un marketing aggressivo e del tutto indifferente alle ragioni dei consumatori e del più elementare buon senso, e che somiglia molto da vicino ai comportamenti tipici del malware, una cosa che da una grossa compagnia come Microsoft sarebbe stato lecito non aspettarsi.

Per il resto tu puoi utilizzare Windows XP sino al 2050 se vuoi, nessuno te lo vieta. Quello che non puoi pretendere è di avere il supporto (patch, compatibilità con il nuovo hardware) infinito per un sistema operativo oramai oggettivamente obsoleto.
La cosa da condannare è semmai l'obbligo di avere Windows 10 per poter utilizzare le Directx12 (similmente a quanto è accaduto con le 11 e Windows Vista). E' una scelta tecnicamente ingiustificata, ed è stata adottata con l'unico scopo di forzare l'utenza composta da videogiocatori a passare a Windows 10 imponendo di fatto una obsolescenza programmata.

Xain ha detto...

Un altro ottimo tool per disabilitare l'aggiornamento è killgwx, un semplice file .bat da lanciare per rimuovere eventuali "parti" di windows 10 già scaricate e per disabilitare definitivamente l'upgrade. Vi lascio l'url

https://gist.github.com/gioxx/4454185d5d2a67181b76

Tra l'altro scritto da un bravo programmatore italiano!

CimPy ha detto...

Mah, però a me non sembra che win 10 sia peggio di win 8 o di win 8.1, anzi.

L'importante è sapere che esistono sw scritti apposta per limitargli quell'antipatica voglia di andare in internet quando pare a lui.

Altra storia gli sw incompatibili - se ne hai e ti servono, ovvio che tu non voglia cambiare SO - se però te li aggiornano ad una versione compatibile con 10, l'unica obiezione seria decade.

Guido Pisano ha detto...

Se non fosse per il fatto che il computer sul quale lavoro non e' il mio windows 7 e lo scassamaroni di installa il 10 dai dai dai sarebbero stati soppiantati da una debian o una slack tempo 0

Smiley1081 ha detto...

Ormai e' tardi.

mi ritrovo 10 e me lo tengo.

Non e' malaccio.

Dan ha detto...

Capitato mesi fa. Potevo scegliere tra installa ora ed installa dopo (gentili!).
Ho quindi premuto X, ma com mio stupore l'hd ha iniziato a macinare e dopo pochi secondi il popup mi avvisava che al prissimo riavvio win10 avrebbe completato l'installazione.

Il Lupo della Luna ha detto...

Si ma adesso mi spiegate cosa ha di "non professionale" Windows 10 pro che proprio non ci arrivo.. Non so, ma a leggere il 90% dei post di critica a w10 ho la netta impressione che chi scrive non l'abbia manco provato.

Dan ha detto...

@Il Lupo della Luna
Posto che io ho due pc con win10 (scelti, non installati forzatamente), trovo poco professionale il fatto che disinstalli driver a muzzo, ad esempio.
Ho perso un giorno per ripristinare i driver che win10 aveva sovrascritto, rendendo del tutto inservibile la mia periferica d'acquisizione.
E non mi piace neanche che ad ogni aggiornamento vengano sovrascritte le mie preferenze e modifiche al registro.

Guido Pisano ha detto...

@Lupo
ti faccio un esempio: il computer non e' il tuo, non puoi decidere cosa installare e cosa no - e' l'azienda (o il suo amministratore) che decide. A prescindere da necessita' reali o meno, una standardizzazione aiuta la manutenzione del parco macchine. Di conseguenza la scelta di cosa installare dev'essere lasciata all'utente (o chi per lui) e non forzata da M$.

Guastulfo (Giuseppe) ha detto...

@Il Lupo della Luna
Si ma adesso mi spiegate cosa ha di "non professionale" Windows 10 pro che proprio non ci arrivo..

A quello che hanno scritto Dan e Guido Pisano aggiungo che l'aggiornamento a Windows 10 va bene solo per chi usa office e programmi di grande distribuzione e nemmeno tutti.

Noi abbiano Autocad 2015 (mica una versione vecchia di 10 anni eh?). Con Windows 10 non gira perché non ha le librerie di sistema che Windows, fino alla versione 8.1, aveva.

Idem con un plotter che funziona ma alcune sue impostazioni non sono più settabili perché il driver è della Microsoft ed è una sorta di sistema che fa funzionare sia il plotter che un tostapane (a patto che abbia la scheda di rete).

Questo non vuol dire che Windows 10 non sia un buon sistema ma, semplicemente, in un ambiente lavorativo (o su macchine di produzione come sento dire dagli informatici) Microsoft dovrebbe andarci più cauta.

Dexter ha detto...

Sconsiglio di effettuare il rollback. La procedura ha irrimediabilmente reso inservibile il mio portatile (negandomi perfino l'accesso alla partizione di ripristino). Morale della favola ho dovuto formattare tutto per reinstallare il sistema precedente.

Guido Pisano ha detto...

@Guastulfo
la cosa giusta sarebbe lasciare libero l'utente, ma da questa affermazione ne consegue un'automatica incompatibilita con tutto il closed source... :)

MacLo ha detto...

Io scrivo qui.. magari qualcuno ha qualche idea!
Su un pc portatile c'è Win 8.1 con (non lo sapevo) bit locker attivo di "fabbrica" diciamo..
L'altro ieri di punto in bianco si attivato all'avvio e mi chiede la chiave per sbloccarlo! Ma io non ho nessun a chiave.. salvata da qualche parte!
Mi si dice di andare a vedere nella mail di microsoft.. ma il problema è che la mail che credo sia collegata all'account utente del PC, non la conosco (non conosco proprio l'email).. perchè fu fatta tipo quasi un anno e mezzo fa e mai utilizzata, se non nel PC stesso per entrare.. Cioè in poche parole.. so la password, ma non so l'email..!! (sono un cretino, lo so!).
Il problema è che non è sicuro che sto benedetta chiave di bitlocker sia in questa email!!
Mi vien quasi da sbattermi la testa nel muro! dentro ci sono dei documenti che non avevo ancora copiato.. di lavoro..
Avete qualche dritta?

Ruggio81 ha detto...

@MacLo
Puoi procurarti, usando un altro PC, un'immagine di avvio di Windows 10 a questo indirizzo https://www.microsoft.com/it-it/software-download/windows10ISO

Successivamente avviando il PC dal DVD o usb che hai creato scegli l'opzione di ripristinare il PC. Se non ricordo male anche qui tra le varie opzioni c'è anche quella di ripristinare la precedente installazione di Windows entro un mese dell'aggiornamento.
Poi avvii il ripristino e preghi che vada tutto bene.

Se non sei pratico di procedure del genere ti consiglio di chiamare un'esperto.

MacLo ha detto...

@Ruggio81

ci provo..