Cerca nel blog

2021/04/09

MacOS parla e dice qualunque cosa, basta dare il comando giusto

Avete mai provato a far dire cose strane o addirittura parolacce agli assistenti vocali? Se l’avete fatto, o se avete seguito i miei podcast recenti, avrete notato che si rifiutano. 

Ma se una delle vostre aspirazioni fondamentali nella vita è riuscire a convincere la compassatissima voce di un computer a dire cosacce o ridicolaggini, o più seriamente vi serve una voce neutra che legga un testo o un annuncio, ho una soluzione facile per voi.

È sufficiente avere un Mac e aprire una finestra di Terminale (Applicazioni - Utility - Terminale). Qui si digita say seguito dalla frase che volete far declamare alla voce computerizzata. Tutto qui.

L’accento della voce è quello della lingua scelta per l’interfaccia di MacOS, per cui preparatevi a letture bislacche se usate testi in lingue differenti. Potete però andare nelle Preferenze di Sistema, nella sezione Accessibilità, e scegliere altre voci, oppure scrivere il nome della voce che vi interessa dopo il comando say

Per sapere quali voci sono disponibili potete digitare say -v '?' (compreso il punto interrogativo fra apici). Questo è il risultato sul mio Mac:

In italiano, per esempio, potete scegliere Alice o Luca. In inglese ci sono vari accenti: Alex, Fred, Samantha e Victoria (US), Daniel (GB), Fiona (Scozia), Karen (Australia), Moira (Irlanda), Rishi e Veena (India), Tessa (Sud Africa), con vari livelli di qualità. Per esempio:

say -v Samantha Space, the final frontier. These are the voyages of the Starship Enterprise...

Il comando say ha moltissime altre opzioni, compresa quella di salvare su file: per richiamarle tutte basta digitare man say. Buon divertimento.

 

Nessun commento: