skip to main | skip to sidebar
553 commenti (ultimi)

Scie chimiche, seconda parte

Tornano le “scie chimiche”, stavolta in formato PowerPoint


L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale.

Non ci posso credere. L'articolo precedente dedicato alle cosiddette “scie chimiche” o “chemtrails” ha battuto ogni record di questo blog, arrivando a ben 853 commenti. Per chi si fosse perso (per sua fortuna) la vicenda, le “scie chimiche” sono, secondo alcuni, delle scie lasciate nel cielo da aerei misteriosi, apparentemente simili alle normali scie di condensazione, ma in realtà pericolosissime perché costituite da un cocktail di veleni.

E chi le diffonde? Ma gli americani, ovviamente, che nel complottismo di ogni genere hanno sistematicamente lo stesso ruolo dei nazisti nei film di Indiana Jones: cattivoni sempreverdi, che si possono tirar fuori in qualsiasi occasione.

Torno sull'argomento perché ci sono due novità interessanti.

La prima è una domanda formale (Atto n. 4-02585) rivolta ai ministri della salute e della difesa italiani dal senatore Amedeo Ciccanti, che parla di “scie chimiche (chem trails), rilasciate da aerei non meglio identificati”. I sostenitori di queste “scie chimiche” (li ho affettuosamente battezzati sciachimisti) vedono sempre questi atti ufficiali come una conferma delle loro teorie. Ma cosa dice di preciso il senatore Ciccanti? Dice per esempio che:

diversamente dagli aerei civili, i quali su rotte predeterminate rilasciano scie di condensazione a dispersione quasi immediata, le scie chimiche riscontrate sono di natura gelatinosa e vengono nebulizzate da aerei che volano a bassa quota e sono irrorate nell’aria attraverso sistemi di supporto ben visibili ad occhio nudo

Notate la granitica certezza con la quale vengono fatte queste affermazioni. Come siano state misurate la “natura gelatinosa” e le quote basse degli aerei (e come faccia la gelatina a stare per aria) e quali siano questi “sistemi di supporto” che sarebbero “ben visibili ad occhio nudo” non è dato saperlo. È così e basta. Però viene subito un dubbio: se fosse davvero una cospirazione per irrorare di nascosto il mondo in un piano ultrasegreto, non sarebbe un pochettino da imbecilli usare dei “sistemi di supporto ben visibili ad occhio nudo”? Qualcosina di più discreto, più sobrio, che dia meno nell'occhio, non ci sarebbe?

La domanda del senatore Ciccanti prosegue, per fortuna più ipoteticamente, con i danni angoscianti apparentemente attribuibili a queste “scie chimiche”:

sembra che da tali scie chimiche derivino conseguenze disastrose sulla salute dei cittadini, stante, per esempio, l’alto numero di tumori rilevati nella vallata feltrina

Quel “sembra” suona un po' tanto “me l'ha detto mio cuGGino”; non ha l'aria di riferirsi a un dato concreto, misurato per esempio tramite statistiche o in modo razionale, come prevederebbero il buon senso e il rigore tecnico. “Sembra” e basta. Portare prove prima di fare affermazioni così allarmistiche pare troppo una pignoleria da pedanti, vero?

Ma il “sembra” è portato a nuovi livelli dall'affermazione conclusiva:

il CNR, nel 2005, sembra che abbia rilevato, nelle analisi effettuate su campioni di pioggia coincidente con il rilascio di scie chimiche, una concentrazione al di sopra della norma di sostanze chimiche come quarzo, ossido di titanio, alluminio, idrossido di bario, ritenute pericolose per la salute, in quanto cancerogene

Capito? Chi ha redatto quest'atto ufficiale non si è neppure preso la briga di verificare se il CNR abbia o non abbia fatto questi rilievi: dai, seminiamo un po' di panico, che tonifica! Siamo al livello della diceria; adatto forse alle chiacchiere da bar, insieme alle vipere lanciate dagli elicotteri, ma non per una discussione in Senato. E grazie a leggerezze come queste, delle quali i contribuenti sono certamente grati per l'uso attento delle risorse dello Stato, gli sciachimisti credono che le loro teorie siano confermate in alto loco. Andiamo bene.


Alza la testa, ti casca fuori il cervello


La seconda novità è una presentazione PowerPoint che sta impazzando in Rete e ha probabilmente sedotto almeno un giornalista di una testata ticinese, che un amico ha salvato in extremis dagli sberleffi dei professionisti del volo. Quello vero, non quello pindarico.

La presentazione si chiama di solito Alza_LaTesta_e_guarda.pps, pesa ben sei megabyte e viene distribuita via e-mail (con somma gioia di chi si collega in banda stretta) per diffondere immagini che sicuramente possono sembrare inquietanti a chi non conosce l'aviazione e la meteorologia, ma che in realtà mostrano fenomeni e oggetti perfettamente noti.

Molte foto della presentazione, infatti, sono tratte dal celeberrimo archivio di foto di appassionati d'aviazione Airliners.net, nel quale basta immettere “contrail”, che è il nome inglese delle normali scie di condensazione, per trovare gli originali delle foto in questione, con tanto di data, luogo e autore dell'immagine. Queste foto non mostrano aerei dotati di “sistemi di supporto ben visibili ad occhio nudo” per spruzzare “scie chimiche”, ma normali aerei da rifornimento in volo o attrezzati per applicazioni tutt'altro che segrete.

E poi scusate: ma se le “scie chimiche” sono una cospirazione ipersegreta che usa aerei ipersegreti per scopi ipersegreti, come diavolo fanno gli sciachimisti a procurarsi foto così ravvicinate di questi velivoli senza essere impallinati? Mi sembrano un tantinello sbadati, questi supercospiratori.

Ma vediamo qualcuna di queste “prove” presentate dagli sciachimisti e vediamo di documentare quanto l'anonimo autore di questa presentazione sia tragicamente incompetente (e, a quanto pare, senatorialmente accompagnato in quest'incompetenza):


Quelle non sono “attrezzature per il rilascio delle sostanze chimiche”:
  • a sinistra c'è lo spruzzatore utilizzato per collaudare in volo i sistemi antighiaccio degli aerei, usato nell'Airborne Icing Tanker Project e descritto qui: è molto simile alla normale sonda rigida per il rifornimento in volo utilizzato dagli aerei militari, per il quale l'avevo infatti scambiato inizialmente (ringrazio axlman e John per la correzione), e ne vedete un esempio qui;
  • a destra c'è uno scarico di gas ad alta temperatura posto in coda a un aereo, non certo uno spruzzatore: lo si capisce dalle bruciature sotto lo stabilizzatore, e si tratta, come del resto dice la scritta “APU”, della Auxiliary Power Unit: un comunissimo generatore ausiliario, in genere costituito da un piccolo motore a turbina, dotazione standard di tutti gli aerei di linea e di molti aerei militari, e gli esperti d'aviazione nei commenti hanno identificato il tipo di aereo: è un McDonnell Douglas DC-10/MD11 (grazie hanmar!);
  • nella foto in basso c'è quello che sembra essere un apparato radio o radar montato su un vecchio aereo cargo (di certo non un apparato idraulico, vista la mancanza di condotti o tubi), ma anche qui spero che gli appassionati d'aviazione mi sapranno dare una mano con l'identificazione precisa.

Prima di proseguire, fermiamoci un attimo per chiarire che cosa sono le scie lasciate dagli aerei. Si chiamano scie di condensazione (contrail in inglese): vapore acqueo, presente nell'atmosfera (e in parte nel getto dei motori), che si ghiaccia momentaneamente intorno alle minutissime particelle presenti nei gas di scarico degli aerei quando umidità e temperatura sono propizie. In pratica, le scie di condensazione sono semplicemente nuvole artificiali.

Non è detto che le scie di condensazione debbano scaturire soltanto dai motori: l'intera ala, per via della sua funzione (creare portanza generando una depressione sulla propria superficie superiore), altera localmente la pressione atmosferica e può quindi portare il vapore acqueo a un rapporto pressione/temperatura tale da produrne il ghiacciamento. Questo produce scie ampie anche quanto l'ala stessa, come si vede in alcune delle foto mostrate qui sotto e tratte dalla presentazione sciachimista.

Le scie di condensazione durano pochi minuti se c'è poca umidità nell'aria: il ghiaccio si forma ma riprende subito lo stato di vapore acqueo. Se invece l'aria contiene molta umidità, la scia è più grande e persistente. Se oltre all'umidità c'è anche vento, la scia non solo persiste, ma si espande distribuendosi nel cielo. Tutto qui.

Fateci caso, cari sciachimisti: quando il clima in quota è secco, non si vedono scie di nessun genere; quando è umido, le scie compaiono. Coincidenza?

Ci sono anche altri tipi di scia di condensazione, che si verificano a bassa quota ma sono molto transitori: un aereo al decollo o in atterraggio può produrre una scia se si verifica un calo di pressione e di temperatura nel vortice prodotto dall'ala in condizioni adatte di umidità atmosferica.

Esistono anche altri fenomeni artificiali che producono scie e sono in effetti irrorazioni, ma non si tratta di “scie chimiche” nel senso sciachimistico-complottistico del termine: mi riferisco alla distribuzione di insetticidi tramite aerei che volano sopra i campi a bassissima quota e alle assodate tecniche di innesco della pioggia (o della formazione di nubi) a base di dispersioni di sali di ioduro d'argento o ghiaccio secco effettuate in quota. Questi sono fenomeni ben noti e documentati, ma non c'entrano nulla con le scie di condensazione o con le presunte “scie chimiche”.

Tutta la questione è spiegata ampiamente dagli esperti di settore, molti dei quali sono italiani, presso MD80.it in questo documento scaricabile.

Ora torniamo alle immagini degli sciachimisti: nelle immagini della schermata mostrata qui sotto, tratta sempre dalla presentazione PowerPoint che gira, la foto in alto a sinistra mostra un aereo cisterna, un KC-135 Stratotanker statunitense, che scarica in volo il proprio carburante (cosa che avviene talvolta in caso di emergenza) attraverso gli appositi bocchettoni dei serbatoi. Niente di misterioso: cercate fuel dumping in Google e troverete spiegoni come questo, che chiariscono che il kerosene scaricato evapora rapidamente e non ricade a terra e che ci sono norme molto precise che regolamentano questa procedura d'emergenza. La foto, fra l'altro, compare proprio nel documento di MD80.it a pagina 148 (grazie a John per la segnalazione).

La foto in alto a destra mostra una normale scia di condensazione che ha assunto una colorazione grazie alla rifrazione della luce, come in un arcobaleno (infatti si chiama rainbow contrail ed è ambitissima dai fotografi d'aviazione), e sbufala completamente la storia degli aerei “non identificati”: il velivolo è infatti un Airbus A-340 della Virgin Atlantic Airways, sigla G-VBLU, fotografato sopra la Cina a luglio del 2006. Lo so perché quella foto la conosco benissimo, la uso come salvaschermo, ed è questa.

La foto in basso a sinistra è invece una scia di condensazione resa rossa dalla luce crepuscolare. Quella in basso a destra, infine, è una scia di condensazione prodotta dall'intera ala del velivolo grazie al cambio di pressione e di temperatura che avviene al passaggio dell'aria satura di umidità sopra e sotto l'ala stessa. Anche qui, insomma, nulla di misterioso.


Anche nella serie di foto qui sotto vediamo semplici scie più o meno abbondanti, che si formano secondo i principi della fisica, non violandoli come sostiene per esempio Sciechimiche.org.


La didascalia della foto qui sotto dice invece che “gli aerei di linea non volano in formazione e non seguono rotte di questo tipo”, ma è abbastanza evidente che in cielo ci sono anche aerei di altro genere: quelli militari, per esempio, il cui mestiere è appunto volare in formazione e seguire le rotte necessarie alla loro missione (che, mi confermano i piloti militari, non ha nulla a che fare con le “scie chimiche”).


Le “nuvole con i buchi” mostrate poi dalla presentazione sciachimista (schermata qui sotto) sono un fenomeno raro ma naturale: si chiamano in inglese fallstreak hole, hole punch cloud o glaciating supercooled cloud, e sono cirrocumuli o altocumuli nei quali l'acqua è sul punto di ghiacciarsi ma non lo ha ancora fatto: quando una zona della nuvola inizia a ghiacciarsi, innesca un effetto a catena che fa ghiacciare la zona circostante, che inizia a precipitare, e così via, formando quindi lacune approssimativamente circolari. Trovate una collezione di fotografie per esempio qui. Anche qui, quindi, le “scie chimiche” non c'entrano nulla.


Anche queste altre nubi mostrate dalla presentazione (qui sotto) sono spettacolari ma non sono nulla di misterioso: sono nubi mammellari (la forma evidentemente ispira facili quanto fantasiose analogie). Se cercate mammatus clouds troverete proprio le foto utilizzate come “prova” di cospirazione dall'anonimo quanto disinformato realizzatore di questo PowerPoint. Ne parla anche la Wikipedia qui. Altre foto di nuvole “strane” mostrate nel file sciachimista rappresentano normali billow clouds.


Nel Powerpoint sciachimista ci sono molte altre immagini presentate come presunte prove, ma la presenza di questi errori grossolani di interpretazione è già sufficiente a liquidare questa presentazione come il lavoro di una persona che ha molto tempo da perdere ma ne spende ben poco per studiare i fatti prima di lasciarsi prendere dalle fantasie. Una studiatina nei link tecnici forniti nel mio articolo precedente eviterebbe figure imbarazzanti. Per chi volesse poi saperne ancora di più, aggiungo le FAQ della Nasa (tradotte qui) sulle scie di condensazione.

E con questo, lo so, spalanco le porte alla nuova ondata di commenti...
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (553)
Ciao Paolo, un paio di appunti.

Prima cosa, quello che presumi essere una sonda per il rifornimento in volo, è in realtà davvero uno spruzzatore, che in effetti si snoda dall'aereo come fanno le sonde che citi. Non serve però ad avvelenarci in massa e/o a controllare il clima e/o a controllare la mente dell'umanità tutta e/o a nascondere le astronavi di invasione aliene come sostengono gli sciachimisti: serve per creare condizioni di ghiaccio o pioggia gelata su degli aerei che seguono lo spruzzatore, per testarne i sistemi antiicing.
Il nome del progetto è Airborne Icing Tanker Project e viene spiegato in questo documento pdf, dove trovi anche una bella foto di gruppo dei partecipanti al progetto: che distratti 'sti complottatori che organizzano il complottone e poi mettono le loro foto in posa e le foto dei malvagi e segretissimi apparecchi che usano, in giro per la rete a disposizione di tutti...

L'informazione viene da un controllore di volo, in questo thread sul forum di Focus: chi avesse pazienza di leggerlo scoprirà che sotto tonnellate del solito spam e dei soliti insulti sciachimisti, Straker & Co. sono stati beccati a sbandierare, oltre le solite cavolate, anche parecchie bugie e manipolazioni intenzionali, puntualmente smascherate.

Seconda cosa, non hai specificato che l'aereo che si vede a sinistra di quello seguito dalle scie iridiscenti che usi come salvaschermo, sta effettuando uno scarico di emergenza in volo del carburante: infatti si vede che le due scie escono non dai motori ma dai bocchettoni dei serbatoi.

Servisse altro, a disposizione.
Grazie Paolo! Come sempre sei un mito! Sembra anche che tu ci faccia sorridere, ma più che altro sembra, da quello che riporta "il disinformatico" (ma non ne sono sicuro visto che non ho accertato la fonte), che ancora una volta hai segnato un punto contro la disinformazione e l'ignoranza dilagante... perchè sembra che sia da queste che "derivino conseguenze disastrose sulla salute dei cittadini".
Paolo, hai commesso un errore gravissimo.
Si dice "mi ha detto mio cuGGino", non mio cugino.
Un cugino e' il figlio di uno zio.
Un cuggino e' uno spacciatore di leggende metropolitane, come da canzone di Elio e le Storie Tese.
Grazie axlman, grazie Carlo, ho aggiornato l'articolo :-)
Oh, una boccata di ossigeno, grazie Paolo, sto combattendo su un meetup di Beppe Grillo la stessa battaglia. Ignoranza abissale, voglia malcelata di "poteri forti" e complessi di persecuzione sono un ottimo humus per questi truffatori.
Quale, markogts, che vengo a darci un'occhiata?

Il bello è che se leggi sciechimiche.org e soprattutto i cari fratelli Straker e Zret, su Grillo, nonché su chi lo ascolta, ne dicono di cotte e di crude (come fanno qui, ma è solo un esempio tra i tanti)
La citazione del CNR è veramente il colmo sono talmente abituati a parlare di CIA e KGB che trattano tutte le organizzazioni come supersegrete!
Io sono originario della vallata feltrina...(anche se abito vicino a Paolo), devo preoccuparmi se vedo qualche aereo quando vado in vacanza?

non posso non scherzare su queste cose...

CIAO CIAO
Già che ci siamo, il documento PowerPoint che gira non l'ho visto, ma cento a uno che contiene anche delle foto prese pari pari da qui, considerato che le immagini dei misteriosi marchingegni che fanno girare sono sempre quelle: sempre più spudorati 'sti mascalzani di mega-complottatori...

Si tratta di particolari di un Gulfstream 1 che The Pacific Northwest National Laboratory (PNNL) (branca di Battelle) utilizza per conto U.S. Department of Energy Research Aircraft Facility per effettuare ricerche ambientali.
Nel sito della PNNL, più precisamente qui, viene data una panoramica delle caratteristiche dell'aereo in questione.

Le informazioni, come per il sistema antighiaccio di prima, le devo sempre a scie-nziato, fonte inesauribile di dati.
Per Axlman: Sul meetup Beppe Grillo di Trieste, ho cercato di far capire che si sarebbe svilita la serietà del sito e degli altri dibattiti, ma non è bastato. Ho ribattuto colpo su colpo, siamo arrivati a 12 pagine, ma non so se sia meglio lasciar perdere o continuare.
Rasenti il masochismo...
L'altra volta gli "sciachimisti" ti hanno fatto limitare i commenti, ma questa volta?
Segnalo anche che alcuni sostenitori delle scie chimiche hanno cominciato a "spammare" sulla metropolitana di Milano, attaccando delle etichette sulle porte, fatte con una stampante ad aghi, con una immaginetta di aerei con scie incrociate, la scritta "Guarda il cielo" a sinistra e sotto, "cerca con google: scie chimiche italia"
Ho cercato di fotografarle, ma la fotocamera del mio telefonino non mi ha permesso immagini decenti...
Per finire, scommetto che nel PowerPoint sciachimista vengono anche presentate immagini come questa o questa, pure loro provenienti da un sito segretissimo e misterioso, quello dello HIAPER , con immancabile foto di gruppo di compottatori sorridenti e sempre più sfacciati.

Più prosaicamente, trattasi di particolari di un Gulfstream V trasformato in un laboratorio volante per ricerche ambientali ad alta quota, gestito dalla Earth Observing Laboratory (EOL) appartenente al National Science Foundation (NSC), alla faccia delle scie chimiche.
Ma qualcuno sa dove si trovano le risposte alle interrogazioni parlamentari? Ce n'erano anche anni fa, di interrogazioni simili, mi ricordo. Ovvio che una risposta negativa non fermerà gli sciachimisti, anzi, la considereranno una prova ulteriore del copmplotto, ma almeno sentire che ne dicono i ministri (e vederne magari la faccia contratta per non ridere). Mi ricorda "il test della strega": nel medioevo, la sospettata veniva buttata in lago legata a delle pietre, se affogava, non era una strega, se restava a galla, invece, la si ammazzava. Qua idem: ogni affermazione che smentisce gli sciachimisti è, per loro, una prova del complotto.
L'APU della foto e' decisamente quello di un McDonnel Douglas DC-10 o MD-11, dato che e' un particolare che non e' stato modificato quando hanno riprogettato l'aereo.

Link:
http://www.airliners.net/open.file/0281384/M/
http://www.airliners.net/open.file/0306270/M/

Anche se con livree diverse.

Saluti
Hanmar
Per quanto riguarda le rotte "strane", bisogna aggiungere che esistono i circuiti di "holding" nei quali i velivoli restano in attesa in caso di traffico e/o problemi, le riprese aerofotogrammetriche, che prevedono delle rotte ad "andirivieni" per coprire la zona da fotografare, i semplici voli di paracadutismo d'alta quota etc etc.

Il cielo e' decisamente frequentato.

Saluti
Hanmar
@Markogts

Alle interrogazioni di Ruzzante e Sandi (nel 2003) aveva risposto il ministro della difesa Martino (qui).

A Galante (nel 2005) non lo so, anzi se qualcuno ha qualche informazione è benvenuto.

A Nieddu (nel 2006) aveva risposto Pecoraro Scanio (qui interrogazione e risposta).

Hanno rotto pure al parlamento europeo, risposta qui.

Pare che nella bufala ci caschi una media di un parlamentare all'anno: che tristezza, con tutti i problemi reali che ci sono, questi che credono ancora alle favole e al lupo cattivo.
Uno dei link alle foto dello HIAPER che ho messo prima non so perché non funziona:
lo rimetto
Ehhhh lo dici tu che è semplice vapore acqueo!
Secondo me invee è il pericolosissimo monossido di diidrogeno.
S*
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
E' TUTTO VERO! ME L'HA DETTO UN MIO AMICO (che vuole rimanere segreto)

Infatti la veridicita' delle affermazioni del senatore Ciccanti - "sembra che da tali scie chimiche derivino conseguenze disastrose sulla salute dei cittadini" - sono confermate dalle affermazioni stesse...
Ma voi lo guardate Voyager su rai2? Cavoli, per gente come chi crede alle Scie Chimiche, è il paradiso: le più grandi fesserie come John Titor, i crop circle, le piramidi fatte dagli alieni...trovano spazio in quel programma. E Giacobbo fa di tutto per far ragionare la gente in modo irrazionale, senza far pensare la soluzione più semplice:

"e se in realtà fossero opera dell'uomo?"
oppure
"e se questa storia fosse tutta una ca**ata inventata da un mitomane?"

Noooo, molto meglio credere ai Maya che hanno stabilito la fine del mondo nel 2012 e che John Titor arrivi veramente dal futuro. Peccato che Titor dovrebbe arrivare dal 2036, quindi almeno una delle due storie è falsa.
Paolo, grazie. io sono esterrefatto da quanto possano essere creduloni i miei colleghi, nel dare credito a queste frottole colossali... stamani il PowerPoint è arrivato anche qui.
purtroppo uno striscione contro le scie chimiche è arrivato anche ad un TG, brevemente inquadrato durante una manifestazione dei Verdi, mi sembra (purtroppo ho visto parzialmente il servizio televisivo).
Un enorme grazie ad axlman, che sembra essere un superesperto in materia. Ottima documentazione fornita: tra le specifiche tecniche delle foto nell'articolo e la citazione di interrogazioni parlamentari e relative risposte, hai apportato davvero tanto materiale interessante.

In particolare, noto che Pecoraro Scanio è seguito da un buon team di esperti, e che la sua risposta a Nieddu è completa e ben spiegata.
Qualcuno faccia presente agli sciachimisti (e ai grillini, di conseguenza) che se neppure i politici italiani credono a questi fenomeni, bisogna essere davvero dei fessi per abboccare.
OT rispondo a Replicante Cattivo:

Ieri mi sono sentito unpo' come la vecchietta della barzelletta che chiama la polizia per dire che ha visto un uomo nudo in strada dalla sua finestra. La polizia arriva, guarda e dice: "Signora, ma qui non si vede niente". E lei: "no, da qui no, ma se sale sulla scaletta, si sporge bene e prende un binocolo..."

Insomma, anch'io ero scandalizzato da quel p***a di conduttore, poi però ho pensato, chissenefrega, ho ben altre cose da fare, più intelligenti e divertenti (NTW, ssapete che si vede una cometa ad occhio nudo, in questi giorni?)

Resta il fatto che la RAI è pubblica e forse sarebbe il caso, come CICAP o come raccolta di firme di scienziati, di fare un appello per la chiusura del programma. Però il tutto puzza di censura, non è bello. Magari un appello un po' diverso, non di chiudere il programma, ma di sottolinearne le peggiori caxxate, chissà. Paolo, tu non sei in contatto con quelli del libro sull'undici settembre, Odifreddi&co? Magari si potrebbe pensare ad un appello del mondo scientifico.
Io ho la prova incontrovertibile dell'origine delle scie chimiche: vengono emesse dal mio corpo quando vado oltre la terza birra media. E posso dimostrare con prove sul campo e testimonianze giurate che da esse "derivino conseguenze disastrose sulla salute dei cittadini". :D

Una curiosità Paolo: la foto che usi come salvaschermo è stata photoshoppata per rendere nero il cielo tutt'intorno alla rainbow trail?
Sbagliare è umano. Perseverare è diabolico.
Marko:

Paolo, tu non sei in contatto con quelli del libro sull'undici settembre, Odifreddi&co? Magari si potrebbe pensare ad un appello del mondo scientifico.

Non sono in contatto con Odifreddi: abbiamo semplicemente scritto parti di uno stesso libro (e fra l'altro non sono neppure d'accordo con quello che ha scritto, è stata un'imposizione dell'editore nonostante le proteste di tutti gli altri autori).

Ma un appello non sarebbe una brutta idea. Il problema è che chi è convinto sciachimista vede ogni conferma autorevole come prova della cospirazione. "Ecco, vedi? Tutti gli scienziati del mondo sono in combutta contro di me!".

Contro la paranoia non c'è appello che tenga.


Usa-free:

la foto che usi come salvaschermo è stata photoshoppata per rendere nero il cielo tutt'intorno alla rainbow trail?

Non credo: a quella quota, se scatti in direzione dello zenit, il cielo è effettivamente molto scuro e la sottoesposizione può aver fatto il resto.


Straker:

Sbagliare è umano. Perseverare è diabolico.

Ben arrivato, Straker. Hai dimenticato la terza frase del detto: non correggere i propri errori di fronte all'evidenza è stupido.
@markogts

Io non chiederei MAI la censura di un programma come Voyager; intanto perchè c'è sicuramente di peggio e onestamente, avessi un figlio, preferirei guardasse Giacobbo che non altre schifezze...fermo restando che il giorno dopo discuterei con lui su quello che ha visto e capito)

Magari un appello un po' diverso, non di chiudere il programma, ma di sottolinearne le peggiori caxxate, chissà.
Il fatto è che quando si parla di certi eventi inspiegabili, ovviamente ci si guarda bene dall'interpellare il Cicap. E non mi risulta che a Voyager si dia ampio spazio a voci contraddittorie (ovvero quelle razionali).
Anzi, se la trasmissione vuole enfatizzare il mistero, il personaggio "razionale" si trova a dover discutere da solo contro più persone che la pensano in modo opposto, compreso il pubblico che sarà tendenzialmente contro di lui. Un caso recentemente visto è, ad esempio, quello dello scienziato che afferma che le stimmate di padre Pio siano false, messo a discutere contro un prete, un "miracolato" e un credente, e fatto passare come un "blasfemo". Ovviamenttne il pubblico è pronto ad applaudire ad ogni affermazione che vada contro lo scienziato.

Tornando al Cicap, l'associazione ha questa "sfortuna": il Cicap non può e non si propone di dimostrare nulla. Al contrario ha sempre detto di essere disposto a credere nel paranormale, il giorno in cui qualcuno dimostrerà, davanto a loro, l'esistenza di questi fenomeni. Ma, guarda caso, nessuno si è mai presentato. Insomma devono essere gli altri a dimostrare che esista quello in cui credono. Il Cicap non può dimostrare il razionale, perchè ce l'abbiamo tutti davanti.
Quindi, chi crede nel paranormale, si comporta, nei suoi confronti, come i peggiori complottisti:
- se nessuno supera i test del Cicap è perchè loro falsificano i risultati dei test o rendono impossibile il fatto che qualcuno possa riuscire a dimostare i suoi poteri; difatto non credono "per principio" al Cicap.
- quelli del Cicap non riescono a dimostare che gli eventi "inspiegabili" hanno una spiegazione razionale (ma non dovrebbero essere gli "irrazionali"a dimostarlo?)

Esempio più lampante dell'ultimo punto: il Cicap non è riuscito a dimostrare che i crop circle sono opera degli umani. Non è vero!E' stato ampiamente mostrato come sia "semplice" realizzare i crop circle più basilari. Quindi è facile che, con le conoscenze - che noi estranei non possediamo - si possano realizzare anche altre creazioni più complesse. Ma siccome nessuno ha mostrato come si fa allora è più sensato affermare che certamente sono stati gli alieni? E come mai, in un mondo dove ci sono telecamere e satelliti dappertutto, nessuno ha ancora fotografato un ufo che crea un crop circle? Ah già...è colpa della Cia...

Magari si potrebbe pensare ad un appello del mondo scientifico.

A me basterebbe che Piero Angela si scagliasse contro questo genere di trasmissioni. Ma lui è troppo un signore per sporcarsi le mani in questo modo.
Per Matteo:
"Qualcuno faccia presente agli sciachimisti (e ai grillini, di conseguenza)"
La tua mi sembra una generalizzazione ingiusta. Sto leggendo i post nel forum del meetup di Trieste e mi sembra di leggere che ci sia chi crede nelle scie chimiche e chi no.
Se io domani mi iscrivessi al furum spacciandomi per grillina (cosa che non sono in realtà) e sostenessi che il mondo è segretamente governato dai puffi, automaticamente i grillini diventerebbero tutti "puffisiti"?
La realtà è che, come ovunque, ognuno dice la sua ma questo è un argomento che esula dai meetup, in effetti Grillo non mi risulta abbia mai parlato di Scie Chimiche.
A me basterebbe che Piero Angela si scagliasse contro questo genere di trasmissioni. Ma lui è troppo un signore per sporcarsi le mani in questo modo.

Vero. Ma temo che sia ora di sporcarsi le mani e scendere in campo contro queste scempiaggini, perché stanno prendendo piede e influenzano le decisioni dei governanti oltre che l'opinione pubblica.

Non farei l'errore che ha fatto la Nasa di pensare che basti ignorare i lunacomplottisti per farli sparire sotto il peso della propria assurdità.
Sai qual è il problema? Che scagliarsi su un progamma come Voyager, otterrebbe risposte del tipo: "ecco, con tutte le schifezze che ci sono in tv, ve la prendete con una delle poche trasmissioni che fa cultura" e passeremmo come i sostenitori di De Filippi e Clerici varie.

Ovviamente nessuno sostiene il contrario (ovvero che ci sono schifezze ben peggiori) ma è sbagliato considerare Voyager una trasmissione di cultura (intesa come divulgazione scientifica).
Tanto quelli che credono ciecamente a Giacobbo, tolta quella trasmissione, si butterebbero a pesce su altre cose. Quindi più che "togliere" queste cose, bisognerebbe "mettere" qualcuno che apra davvero gli occhi alla gente.
In questo modo il pubblico sarebbe liberissimo di guardarsi Voyager, ma esattamente con la mentalità di chi guarda "Distretto di Polizia" o "Dr House", ovvero consapevole che la realtà è ben diversa, anche se ci farebbe piacere poter credere a quello che vediamo,

Scusa se continuo l'OT, ma tanto ormai sulle scie chimiche si sa come si va a finire... :)
(ah, Paolo, per caso ti è arrivata la mail sul "coccodrillo" di Biagi pubblicato da Tgcom?)
Non se ne esce: se ne parli, dai loro importanza, se non ne parli, li lasci prosperare finché non ti tocca comunque parlarne. Il caso della Nasa è interessante: chissà come ha influito sui finanziamenti e sulla percezione della sua immagine nei media.

PS Quando parlavo dell'appello degli scienziati, mi riferivo a Voyager. Per gli sciachimisti, ormai è troppo tardi per tirarsi indietro sperando che si stufino; l'importante è ribattere con calma e ragionevolezza, proprietà che in genere a "loro" difettano :-)
Sto guardando una nuvola fuori dalla finestra. E' un'ora che è lì, non ha quasi cambiato forma, si è solo spostata un po'. Evidentemente l'aria è calma. E mi chiedo, dal profondo della mia ingenuità: ma porca miseria, ma se la nuvola continua a esserci, perché mai la scia di condensazioe dell'aereo che la ha attraversata (si vede benissimo) dovrebbe sparire? E perché non si trova il modo di nebulizzare questi imbecilli che ci fanno perdere tempo con le loro supposizioni assurde?
@Matteo.

Di niente, il materiale spesso lo hanno trovato altri, io lo raccolgo. Tra l'altro oggi non è la mia giornata con i link, ho visto che non funziona neanche quello sulla risposta del ministo Martino alle interrogazioni di Ruzzante e Sandi:
rieccolo
"In questo modo il pubblico sarebbe liberissimo di guardarsi Voyager, ma esattamente con la mentalità di chi guarda "Distretto di Polizia" o "Dr House", ovvero consapevole che la realtà è ben diversa, anche se ci farebbe piacere poter credere a quello che vediamo"

Effettivamente la differenza tra fantascienza e complottismo è molto sottile e in alcuni casi le due cose si intrecciano ('Capricorn one', 'il codice da Vinci' ...) credo che ci sia qualcosa anche sulle scie chimiche ... certo i bravi scrittori non hanno bisogno di far finta che quello che scrivono sia vero!

Sarebbe bello vedere alla fine di Voyager la scritta "Ogni riferimento a fatti o persone reali è puramente casuale ..."
(ah, Paolo, per caso ti è arrivata la mail sul "coccodrillo" di Biagi pubblicato da Tgcom?)

Arrivata, ma ahimé sommersa nell'inesorabile valanga della posta inevasa ma che dovrei evadere. :-(
Magari Piero Angela no, però Alberto almeno... ormai sono gli unici due stipendiati RAI per cui non mi dispiace pagare il canone (massì, mettiamoci pure qualche volta Fabio Fazio e qualche volta anche Report, ma questo é un altro discorso).
Ecco, io se mi dovessi inventare una petizione inutile da mettere in Internet, vorrei poter decidere a chi dare i miei soldi del canone: 50 Euro a testa a Quark e Ulisse, ovviamente, e zerovirgolazerozero a tutti gli altri!

Quanto alle scie chimiche, un po' mi sono stancato di tutte queste sciocchezze che mi devo sorbire, e ho imparato a non insultare più nessuno, nemmeno quegli ingenue ignoranti che mi chiedono, dopo il nome "Di che segno sei?".
Chi ha bisogno di credere non si farà certo intimorire nemmeno da mille milioni di tesi logiche!
Mi accorgo solo ora della marea di deliranti messaggi sciachimicisti al post precedente. La settimana scorsa poi un mio amico mi ha mandato per mail quel ridicolo powerpoint sciaCOMICO; naturalmente appena l'ho incontrato di persona è stato bersaglio di insulti e sevizie fisiche.
A parte gli scherzi e le minchiate sciachimiche, mi piacerebbe sapere di più delle irrorazioni per l'innesco della pioggia e affini: tipo a che quota avvengono, se sono efficaci, su che scala, se si usano solo per quello. Esempio: da profano mi pare cmq fattibile il poter innescare pioggia o nuvole in condizioni adatte di umidità etc etc... ma come si potrebbe invece causare la siccità (come affermato dai vari zotici sciachimici)??? Pure avendone la volontà, mi pare una gran ca***ta.
Non so se ne avete già parlato, vi sarei grato se mi deste informazioni o link non inquinati dai deliri sciacomici!
Come dicevo circa i collegamenti tra fantascienza e complottismo (mi sembrava aver già letto qualcosa del genere):

"The plague would probably be a virus pair," muttered Calhoun. "Probably introduced and scattered by a ship with wings and rockets. It'd have wings because it wouldn't want to land, but did want to sweep back and forth over the city. It'd drop frozen pellets of the double virus culture. They'd drop down toward the ground, melting and evaporating as they fell, and they'd flow over the city as an invisible, descending blanket of contagion coating everything. Then the ship would head away over the horizon and out to space on its rockets. Its wings wouldn't matter out of atmosphere and it'd go into overdrive and go back home to wait . . ."

Non è tratto da un sito schiachimista ma da un libro di fantascienza: "Med Ship Man" di Murray Leinster, il racconto in questione è "The Mutant Weapon" e risale al 1957!
(se volete potete scaricare o leggere online il libro sul sito dell'editore http://www.webscription.net/10.1125/Baen/0743435559/0743435559.htm)

Certo non questo dimostra niente a parte una certa mancanza di fantasia da parte dei complottisti, schiechimisti compresi.
i meccanismi pioggia e antipioggia esistono, ma da anni e anni

ai tempi del bisnonno c'era la casamatta con i razzi da lanciare in caso di grandine... erano decisamente potenti e pericolosi se ben ricordo :)
credo funzionassero con qualche sale d'argento o simili

non ho mai avuto interesse a guardare ma di sicuro è un metodo che ancora usano oggi se serve

nulla di fantascientifico o misterioso...
anzi a proposito di pioggia o siccità non c'era di recente una notizia per Pechino, che studiavano come allontanare il rischio pioggia per le olimpiadi?

chiaro un aereo che fa un servizio simile è davvero una scia chimica :)

la fattura che devi pagare però probabilmente ha ben poco di misterioso :D
@Andrea Occhi:

I vetri della metro di Milano inzozzati li ho fotografati un po' di tempo fa:

http://fsblendorio.blogspot.com/2007/05/attenzione-sciachimisti-milano.html

Quella di questo periodo è una "seconda ondata": hanno iniziato con la metro 2 (verde), ed ora anche la 1 (rossa) è stata vandalizzata con le queste stupidaggini paranoiche.

@Replicante cattivo & altri:

Voyager mi è capitato di vederlo poche volte, e quanto l'ho visto è stato drammatico:

http://fsblendorio.blogspot.com/2007/04/voyager-raidue-attentato.html

Viene tutto fatto passare per misterioso quando di misterioso non c'è nulla.

Tutto 'sto casino inoltre ha strascichi incredibili: manco immaginavo quanta, fra la gente che conosco, crede falso lo sbarco sulla luna, e non sto parlando di vecchie nonnine di 90 anni nate e cresciute in campagna, ma di giovani in piena età della ragione!

...e manco immaginavo a quanti non riescono, NON RIESCONO, ad ascoltare le ragioni che NEGANO il complotto dei missili contro il pentagono.

Per quanto riguarda i grillini, di cui io stesso ho fatto parte (meetup di Milano, il mio account è ancora attivo), e che non frequento più, ho trovato chi mi vuole morto, soffocato
Ma quei pezzi di ghiaccio che cadono ogni tanto dal cielo sono condensazioni di scie chimiche?

A parte le battute, quanto c'e' di bufala nei pezzi di ghiaccio dal cielo? Tetti sfondati ne abbiamo visti, ma nel 2000, quandi ci furono decine di casi al giorno per quasi un mese, l'odore di bufale c'era.
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
'Sti matti poi, usano le "voci delle istituzioni" come fa più comodo a loro.

Se le istituzioni affermano il contrario di quanto dicono, allora urlano "avete visto? E' proprio perché le istituzioni negano che abbiamo ragione!"

Se invece le istituzioni sono concordi con loro allora dicono, "avete visto? E' proprio perché lo dicono anche le istituzioni che abbiamo ragione!"

Allo stesso modo utilizzano la figura di Beppe Grillo, osannandolo o demonizzandolo.

Proprio il tanto da loro (gli sciachimisti) vilipeso "V-Day" è stato proposto da loro stessi come giorno per la grande rivelazione, come visibile da questo volantino:

http://img108.imageshack.us/img108/5725/vdayra3.jpg

(N.B. non è mia intenzione esprimere opinioni a riguardo del V-Day)

Tale volantino era pubblicizzato proprio su sciechimiche.org, ma l'hanno rimosso. La cache di google però non dimentica velocemente, e per stare sicuri ecco uno screenshot della vecchia pagina (guardare gli ultimi post dello screenshot):

http://img117.imageshack.us/img117/5894/sciechimichevdaylo0.png
Un'altra pietra miliare nella disinformazione. Speriamo che il guiderdone sia congruo.

Tra l'altro è un articolo molto noioso, soporifero.

Cordialità
zret, tu che te la prendi con Grillo, te lo ricordi questo?
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Zret
Tra l'altro è un articolo molto noioso, soporifero.

In compenso è veritiero.
Ma ormai lo sappiamo che tu e tuo fratello Straker preferite di gran lunga gli articoli completamente inventati mirati al solo scopo di colpire l'emotività e non la razionalità delle persone: se faceste il contrario, sai le pernacchie?
Se l'ho definito articolo di disinformazione, veritiero non è né può esserlo. Evidentemente fai fatica a collegare le tue due ultime sinapsi che ti sono rimaste, se non sei in grado di fare un ragionamento lapalissiano.

Le bugie ripetute sono "verità": questo è indubbio. Per fortuna non sono tutti gonzi.

Ad altiora
Zret
Se l'ho definito articolo di disinformazione, veritiero non è né può esserlo

Be' certo, perché tu ti consideri Dio sceso in terra e la tua parola è legge, vero?


Zret
Evidentemente fai fatica a collegare le tue due ultime sinapsi che ti sono rimaste, se non sei in grado di fare un ragionamento lapalissiano.

Nella tua infinità comprensione, perdona la povertà di spirito dell'ignobile essere che ti è al cospetto, reo di non averti subito riconosciuto come Dio Vivente, Essere Supremo e Padrone dell'Universo.


Zret
Le bugie ripetute sono "verità": questo è indubbio.

Ti piacerebbe, spammone come sei, insieme a tuo fratello...


Zret
Per fortuna non sono tutti gonzi.
Dipende: per te, tuo fratello e i vari do Nascimento in giro per il mondo, è una sfiga.
Sarebbe il caso che tu ti prosternassi.
E' veramente incredibile che qualcuno perda tempo ad inventare FALSI problemi quando ce ne sono talmente tanti di problemi VERI da affrontare che probabilmente non riusciremo a risolverli tutti neppure in mille anni... se la gente fosse meno superficiale e sciocca si farebbe grasse risate, di fronte a queste stupidaggini. Del resto il tono ed il contenuto dei messaggi che lasciano i sostenitori di queste teorie campate in aria (in senso letterale...) li qualificano per quello che sono: degli arroganti e presuntuosi ignoranti.
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Caro Zret,

Un'altra pietra miliare nella disinformazione. Speriamo che il guiderdone sia congruo.

"guiderdone", wow, ci diamo delle arie da forbiti?

Sì, Zret, il guiderdone è più che congruo, e me lo stai regalando tu con le tue simpatiche fandonie.

Tra l'altro è un articolo molto noioso, soporifero.

Che ti devo dire, sarà l'effetto tossico delle scie chimiche che ti stanno facendo appisolare?

Vogliamo totalizzare anche qui 853 commenti inconcludenti, o per caso Zret e Straker hanno qualche nuova "prova" da presentare, dopo queste "prove" sbufalate alla grande?

Adoro gli sciachimisti. A differenza delle cospirazioni sull'11/9, dove ci sono di mezzo tanti morti e quindi l'ironia è fuori luogo (Dario Fo docet), con la cospirazione sciachimica posso permettermi un po' più di agio.

Buon proseguimento!
Zret
Sarebbe il caso che tu ti prosternassi.

Come Sua Grazia desidera: mi inchino, mi inginocchio, mi prostro e mi prosterno...

Ma mi facci il piacere, mi facci, sottospecie di Savonarola fallito.

Io la butto sul ridere, ma se tu parli sul serio, spero ti renderai conto che sei da ricovero coatto...

Mi correggo: se parli sul serio sei sì da ricovero coatto ma proprio per questo non puoi rendertene conto.
Caro Paolo, ti stimo tantissimo, ma ora stai esagerando col vedere tutto come una bufala.
Come per la teoria del complottismo nelle torri gemelle, oggi con le scie chimiche. Non è mai tutta falsità ciò che giudichi :)
Ciao!
Paolo Attivissimo
"guiderdone", wow, ci diamo delle arie da forbiti?

E certo, è professore liceale di latino e italiano, lui, mica pizza e fichi.
E ci tiene tantissimo alla forma (naturalmente a discapito della sostanza), anche quando ti insulta alla grande (seppur nascosto dietro un altro nick).

Di contro, probabilmente perché non ne sa nulla e non ha la minima capacità di capirle, odia visceralmente tutto ciò che sa di materie scientifiche o tecniche, a partire dalla matematica: anzi, a sentire lui si dovrebbe tornare a vivere nei boschi.
Peccato non cominci a dare il buon esempio, ritirandosi in eremitaggio in qualche landa sperduta (peccato per noi e soprattutto peccato per i suoi studenti, ovviamente).
Noto molta invidia. Il livore ti rode. Forse studiando, sarai ammesso alla prima classe della scuola speciale. Non demordere.
ora stai esagerando col vedere tutto come una bufala.

Perché? Quando una storia è autentica, lo dico. Quando è una bufala, lo dico. Cosa ci posso fare, se la maggior parte delle storie che girano su Internet è costituita da bufale? Mica le ho inventate io.

Forse hai scelto un campione poco rappresentativo. Sfogliati Antibufala.info e sappimi dire.
Noto molta invidia. Il livore ti rode.

Caro Zret, il livore presuppone un destinatario che ne sia degno. Non è il caso degli sciachimisti, ai quali si può concedere soltanto sopportazione temperata dall'ironia.

Per cui non temere: sono magro, ma non roso.
Zret
Noto molta invidia. Il livore ti rode. Forse studiando, sarai ammesso alla prima classe della scuola speciale. Non demordere.

Come no, l'invidia mi divora: sapessi come invidio un uomo fatto e finito che nel XXI secolo crede ancora che esista l'etere, alla numerologia, ai marziani malvagi che vogliono invadere il mondo come nei peggiori romanzi di fantascienza di cinquant'anni fa e scambia film come "Essi vivono" e "Matrix" per la realtà.

Ti manca solo di credere all'esistenza del lupo cattivo delle favole e sei a posto: complimenti vivissimi, professo'.

E adesso che ci hai mostrato quanto sei acculturato e quanto proficuamente sei solito mettere a frutto tale sapienza, che ne diresti di tornare in tema?
Aquila non captat muscas.
Caro Zret, debunkato lo sciachimismo, mi sa che un pugno di mosche è tutto quel che ti resta. Accontentati, aquila.
zret e compagni prima fanno il filo a Grillo, poi lo accusano di usare "simboli strani" che però hanno usato anche loro.

Tutto questo però zret fa finta di non leggerlo.
Noto fra i commenti all'ennesimo articolo firmato da Paolo Attivissimo (che stimo da tempo) delle considerazioni su paranormale, razionalità, cicap e quant'altro. Mi concedo quindi la libertà, e domando scusa se ho preteso troppo, di fare un paio di considerazioni a riguardo. Non occorre a mio avviso distinguersi fra razionali od irrazionali se veramente vogliamo usare ragione od intuito. Una persona intelligente per come la vedo io sa usare entrambi gli strumenti col giusto equilibrio ed una buona dose di fortuna, perché no. L'intuito e la fantasia hanno aiutato i migliori geni della nostra civiltà, che di certo hanno saputo sfruttare questa dote con la razionalità che serviva allo scopo. "La soluzione più semplice è sempre quella corretta" qui si dice, ma non sono daccordo, è la soluzione più equilibrata e ponderata che spesso risulta essere la più giusta. Chi poi sostiene che la realtà sia quella che vediamo tutti i giorni e quindi non va dimostrata mi fa girare nel sonno parecchi fisici quantistici, percui attenti a chi dice che l'esistenza di qualcosa vada dimostrata per poter dire che ciò esista, non mi risulta di aver mai visto un fotone, perché nell'istante stesso in cui io provassi a vederlo dovrei irradiarlo ed egli muterebbe da ciò che io volevo vedere. Quindi come è fatto un fotone? Esiste veramente? Sui libri c'è sritto di si, quindi ci devo credere... Posso aver fatto qualche errore scientifico a causa della mia ignoranza in materia ma spero di aver spiegato il mio punto di vista, ossia che occorre sempre usare la propria testa, anche quando si da per scontato la "ragionevole giustezza della scienza".
Zret
Aquila non captat muscas.

Intanto sei ancora qui a rispondermi.
Eh sì, sei proprio un'aquila.

A proposito, professo', per curiosità: che voto daresti a uno studente che, come stai facendo tu, continuasse ad andare fuori tema e non ti rispondesse a tono?
@andrea.nunez:

Nessuno ha mai visto da vicino un elettrone, anche se lo vediamo rappresentato spesso come una pallina in un determinato punto nello spazio che rappresenta un atomo. Bohr lo rappresenta con un'orbita circolare, ma esiste anche il modello di Thomson, molto diverso.

Sono modelli spaziali teorici che spiegano i risultati di esperimenti.
@Francesco Sblendorio

Esatto, spiegazioni teoriche. Alquanto intangibili rendono la granitica certezza che sta nella parola "Scienza" (con la S maiuscola) qualcosa da usare un po' più con cautela.
Io di certo non approvo le teorie di chi dopo aver visto Matrix, peraltro uno dei miei film preferiti, mette alla prova l'atrui pazienza mostrando la fragilità delle proprie convinzioni, ma sarebbe affascinante capire di cosa si parla quando nominiamo il termine "realtà". Un'oggetto è reale perché lo tocco? Cominciamo col dire che forse è reale l'impulso elettrico che mi arriva al cervello in conseguenza alla stimolazione dei miei sensi, ma all'oggetto ci arriveremo dopo...

Cmq sto andando troppo OT, chiedo scusa. E' l'ora tarda :)
>>percui attenti a chi dice che l'esistenza di qualcosa vada dimostrata per poter dire che ciò esista, non mi risulta di aver mai visto un fotone

A parte il fatto che noi vediamo la luce che è costituita proprio da fotoni, il problema è un altro: come posso affermare (in ambito scientifico o comunque della sfera "materiale" e concreta dell'esistenza) che qualcosa esiste senza avere le prove della sua esistenza?
E' un controsenso evidente soltanto a scriverlo (o pronunciarlo).

Attenzione poi a non commettere l'errore grossolano di pensare che qualcosa esiste soltanto se ne posso avere esperienza con i sensi umani.
Le onde radio non le posso vedere nè toccare, ciononostante la loro esistenza direi che è ben ampiamente dimostrata.

Tutto questo comunque a poco a che vedere col discorso delle scie chimiche che stupisce, a mio avviso ,soprattutto per il tasso di fanatismo che genera a fronte dell'incredibile inconsistenza delle prove a supporto.

Mi chiedevo, tra l'altro, come gli sciachimisti giustificano il fatto che nessuno abbia ancora scoperto gli impianti di produzione delle sostanze chimiche che sarebbero poi diffuse dagli aerei.
I casi sono due:

1)sono stabilimenti costruiti ad hoc. Ma allora è difficile nasconderli visto che hanno dimensioni pari ad alcuni campi da calcio

2)sono stabilimenti "normali" e noti. Ma allora basterebbe seguire i camion che escono da lì per giungere al luogo dove queste sostanze vengono caricate sugli aerei e smascherare il complotto.
@ Andrea Nunez
Ti rispondo perchè mi sento messo in causa dal tuo commento. Tu dici delle cose giustissime e probabilmente sono frutto di una maleinterpretazione delle mie parole, che erano dette un po' di fretta, dato che era in OT. Comunque in breve tenterò di spiegare alcune cose (e rimango disponibile a qualunque chiarimento)

Non occorre a mio avviso distinguersi fra razionali od irrazionali se veramente vogliamo usare ragione od intuito. Una persona intelligente per come la vedo io sa usare entrambi gli strumenti col giusto equilibrio ed una buona dose di fortuna, perché no.
Vero. Ma purtroppo la tv la guardano anche gli stupidi e gli ingenui. E questi si fanno guidare da quello che dice il presentatore. Se fossimo tutti intelligenti quanto basta, anche i reality avrebbero un loro perchè, ma finchè esiste gente che li guarda senza sapere che sono delle prese in giro, questi continueranno a far danni.
Un coltello, nelle mani giuste, è uno strumento utilissimo; nelle mani sbagliate diventa pericoloso. Idem per la tv.

L'intuito e la fantasia hanno aiutato i migliori geni della nostra civiltà, che di certo hanno saputo sfruttare questa dote con la razionalità che serviva allo scopo.
Vero. Ma il genio ha notoriamente qualcosa "in più" che gli permette di diventare tale.

"La soluzione più semplice è sempre quella corretta" qui si dice, ma non sono daccordo, è la soluzione più equilibrata e ponderata che spesso risulta essere la più giusta.

Forse devo specificare quello che volevo dire, con un esempio. Se è stato dimostrato che bastano poche persone a realizzare un crop circle semplice, quando ne vedi uno molto complicato (che per te sembra impossibile) cosa è meglio pensare:
- che sia stato realizzato da esseri umani con i giusti mezzi e conoscenze (avendo dalla tua la dimostrazione della natura umana dei crop circle più semplici)
- che siano stati realizzati da esseri di cui non è confermata l'esistenza, che nessuno ha mai visto, che si nascondono ai nostri occhi ma poi ci lasciano questi segni.

La prima ipotesi è decisamente più "semplice" perchè richiede molte meno forzature logiche della seconda. E siccome non tira in ballo alcun fenomeno mai confermato (l'esistenza degli ufo), è quantomeno verosimile, mentre l'altra è vera quanto può essere vera la teoria che i crop circle siano stati creati da teiere giganti.

Chi poi sostiene che la realtà sia quella che vediamo tutti i giorni e quindi non va dimostrata mi fa girare nel sonno parecchi fisici quantistici, percui attenti a chi dice che l'esistenza di qualcosa vada dimostrata per poter dire che ciò esista,

Ma la fisica quantistica è un ramo a sè, proprio perchè ha delle leggi indipendenti dalla fisica tradizionale. Ma una piramide egizia o un crop circle fanno parte della "nostra" realtà. Poi non volevo propriamente dire che "non va dimostrata" la realtà: voglio dire che se io (razionale) scopro una strana costruzione nella jungla, posso pensare che sia opera dell'uomo, tu (irrazionale) mi dici che invece non può essere opera dell'uomo per questo e quell'altro motivo. Bene: io posso sostenere che sia opera dell'uomo perchè l'uomo esiste e costruisce strutture per abitare, riunirsi, pregare; magari non so dirti come ha fatto, dato che si parla di popoli primitivi, ma ci posso studiare sopra.
Ma tu, irrazionale, devi dimostrarmi innanzitutto che gli esseri da te menzionati esistano e come hanno fatto a costruire quell'oggetto (senza tirare in ballo "tecnologie superiori").
A questo punto l'irrazionale ha molto più lavoro da fare, ma chissà come mai, è il razionale a dover trovarsi a giustificare le sue opinioni, per poi vedersele confutare dalla controparte.

Posso aver fatto qualche errore scientifico a causa della mia ignoranza in materia ma spero di aver spiegato il mio punto di vista, ossia che occorre sempre usare la propria testa, anche quando si da per scontato la "ragionevole giustezza della scienza".

E concorderai che Giacobbo non invita la gente a pensare, ma vuole far sì che il pubblico viaggi con la fantasia.
Una volta avevo letto all'università una bella massima: "I modelli sono fatti per essere usati, non per essere creduti".

La fisica quantistica ci dà un modello matematico che spiega molto bene i fenomeni osservati. Questo non implica che il modello presupposto sia "vero". Implica che, fino a prova contraria, non si sbaglia ad applicarlo. In questo senso (un senso "debole", se vogliamo), elettroni e fotoni sono "veri".

In altre parole, i fotoni non li puoi "vedere", ma ne puoi vedere gli effetti: dalle antenne delle radio alla tua retina, ecc. ecc. Se poi salta fuori un'altra teoria che calza meglio con le osservazioni, bene: butteremo a mare la fisica quantistica sapendo che fino ad ora era il modello che funzionava meglio.

Se ci pensi bene, esistono infiniti campi della scienza dove ci sono dei modelli invisibili direttamente: hai mai visto un buco nero, o il nocciolo della Terra?
Ai miei tempi si diceva che gli informatori farmaceutici spargessero batteri nocivi negli ambulatori medici in presenza dei pazienti in attesa della visita, per aumentare le prescrizioni di medicinali! Quando la finiremo con queste cretinate complottistiche?
credo non sia il caso di andare a scomodare la scienza: ovviamente esistono scoperte assodate e provate, e teorie in evoluzione o in studio che sono meno tangibili, o chissà magari anche errate o da migliorare


ma, ripeto, non credo che un discorso simile possa essere paragonato con delle foto pubbliche di normali aerei non segreti con sotto scritto "aereo supersegreto" e fatti passare per tali

non si tratta di credere a tutto senza porsi domande, si tratta di saper quantomeno scartare se uno ti dice che la luna è fatta di formaggio

(infatti non possiamo saperlo, non essendoci andati :P)
"Ai miei tempi si diceva che gli informatori farmaceutici spargessero batteri ..."

La questione è ancora più vecchia ... ancora una volta ci si preoccupa degli 'untori' di turno ignorando 'topi e pulci' come diffusori della 'peste' di turno.
Non bastano fumo, inquinamento, polveri sottili etc. per spiegare l'aumento delle malattie respiratorie? Abbiamo davvero bisogno delle scie chimiche? Mi sa che abbiamo fatto veramente poca strada dal medioevo
@ Andrea Nunez
Mi permetto una precisazione sulle teorie scientifiche, di quella atomica in particolare. Come chimico mi sento tirato in causa. Da quello che è stato detto sembra quasi che gli scienziati inventino una teoria astrusa e indimostrabile e poi si siedano ad aspettare complimenti e premi. Una teoria è sempre un'ipotesi di lavoro, un punto di partenza, come quella atomica per esempio. Nessuno ha mai visto un atomo, finora, ma esistono riscontri oggettivi su come è fatto e cosa contiene che hanno fatto cambiare le ipotesi sulla sua struttura da quella di Thompson a quella di Bohr e così via. Un chimico non pretende di sapere nei dettagli come è fatto un atomo, certo non quanto un fisico, ma dalle ipotesi attuali sui legami chimici sono state tratte delle conseguenze e delle ulteriori ipotesi di lavoro che si sono dimostrate valide, accumulando conferme nel corso degli anni, portando allo sviluppo della chimica moderna. Nel bene e nel male... ;-)
@markogts
Ho letto solo ora, bravo, hai spiegato il concetto meglio di quanto abbia cercato di fare io.
Avevo scritto un esauriente e lungo post di replica a chi come perplimax mi aveva gentilmente risposto, ma ahimè si è perso nella visualizzazione di anteprima.
Ringrazio cmq chi mi ha risposto.

@perplimax, riassumo qui che non avevo assolutamente intenzione di infangare il buon nome degli scienziati. Semmai affrontavo il senso stesso con cui si usa la parola Scienza. Sarà per un altra volta però... tempus fugit.
Ciao Paolo,

credo, temo, che alla popolarità delle tesi sulle scie chimiche abbia contribuito, non poco, fabio volo che trasmette su radio dj alle nove di mattina ed ha recentemente dedicato molti minuti a diffondere via etere "notizie" sulla cosa. Il suo programma ha milioni di ascoltatori...
ciao
credo, temo, che alla popolarità delle tesi sulle scie chimiche abbia contribuito, non poco, fabio volo

Fatto, gli ho scritto adesso. Grazie della dritta.
Nooooooooooooo anche Fabio Volo noooo!

Facci sapere come si evolve il dialogo con lui. Nel frattempo gli ho scritto anch'io indicandogli i tuoi post e quelli di md80.
Un chimico non pretende di sapere nei dettagli come è fatto un atomo, certo non quanto un fisico...

Ahhhh! Queste sono le soddisfazioni della vita! Allora l'atomo ve lo spiego io! No, scherzo, andiamo al dunque.

Chi poi sostiene che la realtà sia quella che vediamo tutti i giorni e quindi non va dimostrata mi fa girare nel sonno parecchi fisici quantistici...

Aò, io sti fisici quantistici non li ho mai incontrati! Ma che specie sono? Quando li guardi cambiano autostato? E poi sono dei pervertiti perchè sono sempre in stati eccitati? Oddio, che battute da nerd che faccio...

Posso aver fatto qualche errore scientifico a causa della mia ignoranza in materia...

Ehm, non sarà carino, ma direi proprio di sì. Le idee sono un po' confuse sulla scienza in generale direi. Innanzitutto non ha senso parlare di fisica quantistica e non; magari puoi dire se un sistema lo puoi trattare classicamente o quantisticamente. E poi, tanto per fare un esempio, il caro Einstein il fotone non se l'è inventato per schiribizzo, ma per spiegare una cosa che SI VEDEVA benissimo: l'effetto fotoelettrico! Magari ne aveva di intelligenza creativa, ma proprio non la usava come la intendi tu!
Ha già spiegato bene anche markogts come la scienza (la fisica in particolare) propone modelli per spiegare fenomeni fisici; raccogliendo un AMPIO numero di dati sperimentali (quindi tangibili! altro che matrix...) un modello può essere confermato valido o meno. E se è valido, lo sarà fino a quando una nuova evidenza sperimentale non potrà essere spiegata da esso; a quel punto o si cerca un modello completamente nuovo, oppure uno "allargato". Per fare un esempio, la meccanica galileiana è un caso particolare della relatività ristretta, che a sua volta è un caso particolare della relatività generale. L'esigenza di sviluppare la relatività è semplicemente nata dal fatto che la meccanica galileiana non spiegava alcune cose più che visibili!

Spero con questo raptus da maestrino di aver chiarito un pochino le cose. Non ti sto dicendo che non ci siano teorie fisiche la cui dimostrazione potrebbe richiedere dati che probabilmente non avremo mai. Però la cosa qui è ben diversa! Mentre tali teorie fisiche rimarranno solo belle IPOTESI, fino a che qualcuno non riesca a trovarne evidenze sperimentali, la questione delle scie chimiche è mistificazione! In questo caso a fenomeni ben noti, documentati e spiegati, si inventano nuove "spiegazioni" con fotografie falsificate e nessuna prova diretta. E sinceramente non bisogna essere epistemologi per accorgersi delle gran ca**ate che sparano.

Saluti.
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
... azz. ho ricevuto una mail con allegato un power point su tali scie, in effetti credevo fosse la solita barzelletta sui fagioli, poi, aprendola, mi è sembrata una cosa "seria", così ho approfondito (mea culpa) e grazie a te, anche stavolta ho evitato alla mia famiglia di avere un complottista in casa.
Concluderei con un vecchio ma spero sempre gradito(dal cuore) "Complimenti per la trasmissione".
Un po' di Humor sulle scie chimiche
http://it.youtube.com/watch?v=h4gsiNkaUuQ

^_^
Ahah... anche questo è simpatico:

http://www.youtube.com/watch?v=U_IGcBvI1hg

Protagonisti: Straker e 'O professore'
Oddio, che taglio!
A proposito di scienza, sue caratteristiche e scopi, noto che c'è una gran confusione in materia da parte di molti (Zret in primis, leggendo i sui delir... pardon, "articoli").

La scienza e gli scienziati non si arrogano il diritto di dire "è così perché lo dico io", né di disvelare all'umanità intera, in un colpo solo, il fine e la ragione ultimi di ogni cosa ("la vita, l'Universo e tutto quanto"): quelle sono filosofia e teologia.
La scienza, molto più umilmente, si prefigge lo scopo di capire come funzionano le cose, gradatamente e mediante osservazioni condivisibili e riproducibili da tutti, non mediante ipse dixit. Altrettanto umilmente, gli scienziati veri si rendono conto di non essere in possesso di una qualche verità rivelata dall'alto, ma di essere alla continua ricerca di un miglioramento e di una maggiore esattezza delle loro cognizioni, essendo possibile solo un'esattezza mano a mano più raffinata e non l'esattezza assoluta (come Asimov spiega bene in questo articolo sulla "relatività del torto"): le teorie scientifiche si evolvono e si completano sempre di più in modo graduale, senza pretendere di essere "perfette e assolute, da sempre".
Quindi gli scienziati non si illudono di poter raggiungere prima o poi la perfezione (e men che meno di averla già in mano), solo di affinare e migliorare e completare sempre più le teorie scientifiche.

È questo l'errore fondamentale che fanno Zret e i suoi epigoni che criticano la scienza, aprioristicamente e senza conoscerne le reali caratteristiche e scopi: essi non riescono a cogliere le sfumature, non riescono a concepire che la ricerca scientifica, lungi dall'affermare di aver scoperto tutto e subito, non si è mai fermata e continua tutt'ora, conscia dei propri limiti.
In pratica questi individui accusano la scienza di dogmatismo, una caratteristica che essa non ha assolutamente e che anzi avversa con tutte le forze, probabilmente proprio perché questo è il loro (degli "umanisti" alla Zret), di limite: non riescono a concepire nulla al di fuori del completamente esatto e del completamente sbagliato, come i manichei o i bambini di cinque anni o i poltroni mentali (avere risposte del tutto sbagliate o del tutto esatte in assoluto, minimizza la necessità di pensare).
A sentire loro, visto che la scienza non ha risposte assolutamente certe su tutto, e soprattutto non le ha sempre avute, allora non vale nulla su niente, cioè fanno (s)ragionamenti del tipo "se la scienza sbagliava cent'anni fa su questo, allora per forza deve sbagliare anche adesso e dovrà sbagliare sempre, completamente, su tutto", come se ogni conoscenza umana, compresa la scienza, fosse immutabile e non migliorabile.
Non concepiscono che qualcosa possa crescere ed evolversi gradatamente, probabilmente convinti di essere "nati imparati" e che ciò che sanno loro è tutto ciò che vale la pena sapere per chiunque.
In altre parole, rifiutano il concetto di apprendere cose nuove, di "migliorarsi" continuamente, convinti come sono di essere già perfetti e di sapere tutto ciò che vale la pena di sapere, e proiettano questa loro convinzione sugli altri, come se tutti pensassero e si comportassero esattamente a modo loro.

Zret, la scienza è un'altra cosa da te, proprio per questo non la capisci né mai la capirai, e non puoi permetterti di denigrarla solo perché non sei in grado di comprenderla (non dico come contenuti ma neanche come scopi, motivazioni, mezzi, metodologia ed epistemologia di base).
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
ciao a tutti, non avevo mai sentito parlare di sciachimismo prima d'ora emi sembra una cosa veramente interessante (le assurdità generalmente mi stanno simpatiche, finchè nn mi stufano).
Ho pure tentato di trovare articoli e commenti sulle scie chimiche sul blogg di Beppe Grillo ma non sono riuscito. Mi sapreste indicare come raggiungere gli sciachimisti grilliani?
Voglio vedere se ritrovo quel tale a cui tempo fa ho spiegato il motivo dell'impossibilità del moto perpetuo e, di conseguenza, la necessità di continuare a bruciare carburante per far camminare l'automobile (robe da matti!)

Grazie mille, ciao ciao
Credo che sia inutile discutere con questi personaggi. Ho fatto un giro per la rete, ed ho trovato le stesse inutili parole di qualche mese fa, riproposte allo stesso modo, con gli stessi modi arroganti, con lo stesso stile offensivo e violento. Argomenti zero, prove zero, dati oggettivi zero. Le solite quattro foto, i soliti mille link ad articoli che dicono tutto e niente, i soliti giri di parole per cercare di spiegare tutto ed il contrario di tutto... sarebbe stato meglio, per non fare la figura che regolarmente fanno, se avessero concordato prima una versione comune... producendo, magari, un manuale per lo sciachimista in erba. Invece si contraddicono spesso e volentieri, si confutano uno con l'altro, si parlano addosso e aggrediscono tutti quelli che, dopo aver letto vagonate di stronzate, reagiscono chiedendogli: "ma non crederai SUL SERIO a quello che scrivi, vero?", pensando che si tratti di uno scherzo elaborato e innocuo. E questo è un errore, perché loro ci credono veramente, o almeno pretendono di dimostrare che ci credono. Non credo che si possa discutere (ma di cosa, poi? parlare di queste cose ha la stessa utilità che avrebbe una discussione incentrata sul colore che dovrebbe avere la biancheria intima per provocare il maggior godimento possibile...) con chi afferma cose come questa...
Emmanuele, Beppe Grillo gli sciachimisti non se li caga di striscio, scusa il francesismo. Mica è scemo... anche se è cascato nel complottismo legato all'undici settembre.

Sono gli sciachimisti che gli fanno il filo cercando di intromettersi nelle sue iniziative, anche se non c'entrano nulla, e poi lo accusano di essere anche lui parte del complotto (basta cercare nei commenti dello stesso blog).

Ciò non toglie che nei vari meetup ci possano essere o meno discussioni di quale "grillino sciachimista" (bella contaminazione di generi)
Ciao, non amo molto grillo, o meglio..ultimamente lo trovo un pò troppo estremo.. però in questo video mi è piaciuto. Grazie a Zret....
Paolo, c'è anche un "velato" riferimento al tuo operato. Grande, continua così!

http://www.youtube.com/watch?v=gCQQAVnUu_Q
Ciao, non amo molto grillo, o meglio..ultimamente lo trovo un pò troppo estremo.. però in questo video mi è piaciuto. Grazie a Zret....
Paolo, c'è anche un "velato" riferimento al tuo operato. Grande, continua così!

http://www.youtube.com/watch?v=gCQQAVnUu_Q
@marco:

Finalmente un po' di spirito critico anche da parte di Grillo! Chissà dov'è l'intervista originale.

Ma poi... una domanda mi assilla: I premiati fratelli Straker & Zret non dovrebbero essere contenti che le scie chimiche non ci sono? Almeno così potrebbero starsene tranquilli, senza produrre abomini come questo, di cui ora si vergognano.
La cosa che mi fa più ridere dello sciachimismo è l'affermazione secondo cui gli aerei chimici "non seguono le rotte tradizionali".
Io mi immagino il ricercatore sciachimista col naso in su, i tabulati del traffico aereo fornitigli dal più vicino aeroporto e l'orologino per controllare se effettivamente gli aerei che vede in cielo fanno o meno parte del normale traffico aereo...
Perché è sicuramente così che fa, per poter motivare le sue affermazioni... o no? :)
IL CNR AMMETTE L'USO DI SCIE CHIMICHE.

http://www.nexusitalia.com/apri/Argomenti/Scie-chimiche/-IL-CNR-AMMETTE-L-ESISTENZA-DELLE-SCIE-CHIMICO-BIOLOGICHE-di-Straker/

Altro che bufale. La bufala siete voi!
http://www.nexusitalia.com/apri/Argomenti/Scie-chimiche/-IL-CNR-AMMETTE-L-ESISTENZA-DELLE-SCIE-CHIMICO-BIOLOGICHE-di-Straker/
Appunto, la presentazione del CNR tratta anche dello "studio del materiale biologico aerodisperso in atmosfera" come evidenziato da nexusitalia.
Ma aerodisperso non significa aviosparso, o no?
L CNR AMMETTE L'USO DI SCIE CHIMICHE.

Non ci posso credere!!!

Gli sciachimisti credono che "aerodisperso" significhi "disperso da aeroplani".

Gli sciachimisti credono che "aerosol" significhi "roba dispersa con lo spruzzatore".

E il bello è che Nexus glielo pubblica pure.

Grazie, grazie, grazie Atreyu: non solo per questa dimostrazione lampante che lo sciachimismo è figlio scemo dell'ignoranza, ma che Nexus ha una serietà professionale pari a Zero.

Due piccioni con una fava. E senza muovere un dito.

Vado a brindare!
Ma aerodisperso non significa aviosparso, o no?

Giuliano, sei proprio senza cuore.

Non spoilerare. Lascia che vadano avanti. Non ho ancora finito il popcorn.

Undicisettembrini in ritirata; lunacomplottisti sbugiardati domani a Radio Popolare; e sciachimisti che si autodebunkano. Che giornata.
in queste serate ci sono una serie di tramonti con formazioni nuvolose degne di essere inserite nella presentazione powerpoint :)

sono verso nord mentre malpensa e le scie mi passano a est, ahimè la sfortuna... altrimenti avrei un sacco di foto carine a tema :D
Le nubi talora hanno forme stranissime. Ma secondo me le "billow clouds" inserite da Paolo sono fotografie di tette :-)

Per quanto riguarda le scie che non corrispondo alle rotte tradizionali, sanno gli sciachimisti dei forti venti in quota, o addirittura delle correnti a getto?
'A treyu, svegliaaa! La mmmerda che respiri viene fuori dalla tua macchina der ca//o, non dalle scie cimici!
perdonatemi se propongo un pezzettino dell'articolo di Nexus (lo so che metto alla prova la vostra resistenza gastrica, ohibò), ma vorrei tentare una traduzione:

"Tra le righe di un linguaggio da azzeccagarbugli della fisica dell'atmosfera,..."

secondo me va tradotto come:

"non capiamo assolutamente nulla di fisica dell'atmosfera, e non ci passa nemmeno per la testa di studiarla, ma vogliamo blaterare di qualcosa lo stesso"

e, giusto per ricordarlo ai signori sciachimisti, la parola "scienziato" ha un significato radicalmente diverso da "azzeccagarbugli", portate rispetto a chi lavora applicando un metodo rigoroso.
Stanno infettando tutto... guardate i collegamenti esterni di questa voce di Wikipedia.
mi sembra che su Wikipedia li stiano massaggiando a dovere, per fortuna...
Sapevo per certo che il servizio disinformativo è ben attivo e organizzato scientificamente, ma quando mi ci trovo, mio malgrado, davanti non posso stare senza reagire al minimo... Mi chiedo solo una cosa: se le vostre "comunicazioni" (perché non di altro si tratta, l'evidenza è data dal pressapochismo, o meglio tecniche comunicative mediatiche, che evitano ad arte, e confondono, gli aspetti incontestabili e dimostrati del fenomeno che si vuole disconoscere) sono fatte a titolo gratuito o siete nel libro paga della NSA, Club di Roma, CIA, CFR, Unilever o il diavolo che si voglia più coinvolto nella questione "scie chimiche" ed HAARP... che sono strettamente collegati. In ogni caso vi dico una cosa, il vostro sconsiderato servizio di depistaggio è vicino al termine, e con esso questi tentativi criminali di destabilizzazione del libero arbitrio delle coscienze.
Saluti
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Heil, GruppenFuhrer Debbio!

Senti, invece di venire qui a fare figure da cioccolataio, perché non ti vai a vedere cosa è davvero un "aerosol" e cosa è il "materiale biologico aerodisperso". Ti do un aiutino: cerca "nebbia" e "polline".

E già che ci sei, vatti a vedere la potenza irradiata dall'HAARP e quella irradiata dal Sole, con la quale si dovrebbe confrontare per apportare cambiamenti climatici, che poi ci facciamo altre quattro risate alla faccia tua e di Straker.
Axlman,
non hai capito: quello di debbio era un pro-memoria per se stesso e per i suoi sodali!
'A debbio... ma come ca//o parli?

Non so se avete notato il "cambio di strategia" dei paranoici sciachimisti: non mettono più valanghe di commenti, ed hanno bloccato le iscrizioni sui loro siti, così sui loro forum non è possibile far vedere che loro prima facevano il filo a Grillo e poi lo accusano quando scoprono che non crede alle loro allucinazioni. Sì, lo ripeto così magari il loro bel volantino lo vedono in tanti.
Debbio ha detto...

"gli aspetti incontestabili e dimostrati del fenomeno che si vuole disconoscere"

Per fortuna hai dato il tuo apporto fondamentale a questa discussione.
Paolo Attivissimo ha detto...

"E il bello è che Nexus glielo pubblica pure.

Grazie, grazie, grazie Atreyu: non solo per questa dimostrazione lampante che lo sciachimismo è figlio scemo dell'ignoranza, ma che Nexus ha una serietà professionale pari a Zero."


Scusa Paolo... ma perché prima di questa dimostrazione pensavi che Nexus possedesse "serietà professionale"? Due minuti su quel sito bastano e avanzano, per verificare quanto sono "professionali" e "seri".
Secondo me Debbio ha cercato di imitare il linguaggio degli sciachimisti ed ha scritto con intento ironico.

Il volantino riportato da Sblendorio e' visibile anche in
www.webarchive.org
cercando per sciechimiche.org
Si trova la pagina web principale e talvolta anche le pagine secondarie, come in questo caso.
@ atreyu

Prima cosa: se segnalato a chi di dovere al cnr penso che la diffamazione del lavoro di ricerca che hai disgraziatamente linkato porterebbe ad una bella querela al responsabile di tali farneticazioni, sempre che abbia le palle di non nascondersi nell'anonimato.
Secondo: ancora mi stupisco dell'imbecillità di certa gente che prova a mettere in piedi tali campagne idiote, per poi tacere totalmente (ad esempio) sulle tonnellate di scorie chimiche che la camorra dissemina ormai da decine di anni nel sottosuolo nostrano.
Forse il motivo è che la camorra, a differenza vostra che sparate solo cazzate, spara per davvero.

Saluti.
travisare in quel modo degli studi non è mai carino in effetti
comunque del normale inquinamento si che c'è da preoccuparsi, è anche molto meno visibile...

non serve nessuna semina chimica dagli aerei, l'aereo stesso consuma un botto quindi fa un bell'inquinamento, questo può essere un problema più serio da valutare
Mi piacerebbe sapere da Zret cosa ha provato quando ha scoperto che "l'irroratore" altro non è che uno strumento per prove di sistemi antighiaccio. Almeno, adesso, ritirerà QUELLA foto dalla lista delle sue "prove"? E se no, perché?
markogts
Almeno, adesso, ritirerà QUELLA foto dalla lista delle sue "prove"? E se no, perché?

No.
Perché se lo dovesse fare con tutte le sue "prove" farlocche rimarrebbero lui, suo fratello e un computer vuoto.
accidenti, è qualche mese che leggo silenziosamente questo blog e isuoi commenti, quasi sempre col sorriso sulle labbra (anche se sull'11 settembre non c'è proprio niente da ridere...) ma oggi per la prima volta ho passato un paio d'ore su luogocomune e sul blog di Zret....
e beh...



qualcuno conosce il loro PUSHER...vi prego, datemi il suo numero!!!
Vi siete gustati l'ultimo delirio di Zret? Saremmo tutti in accordo, qua, perché avremmo paura dell'interrogazione dell'onorevole Ciccante.

La summa la raggiunge quando, dimostrando conoscenze di latino ma non di logica, sostiene che quella di Paolo sarebbe una "excusatio non petita". Ma cos'è un'interrogazione (parlamentare) se non una PETIzione?
Ciao! E' cercando sull'argomento "scie chimiche" che sono finito sul tuo blog. Ne sento parlare molto... E tante cose mi fanno ridere parecchio...
Provengo dalla lettura di "Loro... i padroni segreti del mondo" di j. ronson. Consiglio la lettura...
Forse si finirà di pensare sempre male.
Io penso che l'economia globale, che è l'estrema espressione del capitalismo, sia in qualche modo la causa della nascita delle teorie complottistiche di ogni genere.
Adam Smith teorizzava "il principio della mano invisibile" che regola i mercati, come un qualcosa che da dietro il sipario muove le redini dei vari attori.
In realtà alle conferenze di Bilderberg ci si riunisce per decidere politiche economiche aggressive forse anche tragiche di multinazionali. Certo anche cercando consensi con i governi, ma da che mondo è mondo, ciò è sempre accaduto. Non può una persona pensare di arricchirsi distruggendo il pianeta o schiavizzando l'intera popolazione. Non ci riuscirebbe mai. A quale scopo poi? Ne varrebbe veramente la pena? Per questo ciò sarebbe inimmaginabile. Lo stesso vale per le scie chimiche. A quale scopo avvelenare la razza umana??? Per ridurre il numero di abitanti della terra???? Ma per favore...
1- L'esistenza della razza umana, è paragonabile all'esistenza dei batteri.
Quando ad una colonia di batteri si somministra, nel substrato di alimentazione, un agente inquinante, questi sono soggetti a selezione ed ad assuefazione, dopo un certo periodo di abitudine, i batteri sopportano anche le sostanze letali.
2- l'esistenza della razza umana è regolata dalle leggi della natura. Non c'è da spaventarsi se avviene il progresso e la distruzione dell'ambiente in cui viviamo. E' normale con lo sviluppo di una popolazione. Quando il substrato verrà ridotto, diminuirà automaticamente la popolazione di un luogo geografico senza nemmeno disegnare una "scia chimica" nel cielo (quindi gratuitamente).
3- qual'è l'utilità di spruzzare nell'atmosfera composti tossici??? Sono già nell'aria... Venite in Lombardia a vedere...
4- Perchè un governo dovrebbe spendere fior di quattrini per disseminare la sua popolazione di malattie e doverne dare assistenza sanitaria poi...
5- Preoccupiamoci del fatto che i motori degli aerei di linea non sono propriamente "euro4"
6- Nel barattolo del sale si mette del riso per far sì che l'umidità venga assorbita dall'igroscopico cereale piuttosto che vada a reagire e ad indurire il sale... Nell'atmosfera si mette l'idrossido di bario che è igroscopico e assorbe l'acqua(stando a quello che dicono su sciechimiche.org). Se assorbe acqua allora aumenta di peso... e precipita invisibilmente sulla terra???
6- I russi sono riusciti a non fare piovere su Mosca usando composti spruzzati nelle nuvole da aerei. Però intorno a Mosca ha piovuto...

Finisco dicendo che un uomo d'affari pensa solo al suo interesse, a fare soldi, non gli interessa di governare il mondo, o farci morire tutti o selezionarci... sarebbe troppo costoso. A un uomo d'affari servirebbe solo trovare gli amici giusti, gli amici giusti, per fare soldi... Petrolio, Microsoft, Roche, Goldman Sachs, General Motors... Amici giusti al posto giusto...
come dicevo prima, piovere o non piovere non credo sia nulla di troppo misterioso
se lo faceva già il bisnonno...
io ho visto una settimana fa nei celi padovani 4 aerei bianchi che lasciavano strisce parallele nel cielo a una distanza vista da terra di qualche km. c'è n'erano altrettante in direzione perpendicolare che formavano un reticolato perfetto.
io mi chiedo cosa sono queste scie e dove stavano andando quegli arei.
il giorno dopo comunque ha piovuto copiosamente.con questo dico che è brutto pensare che facciano piovere artificialmente pero secondo me qualche dubbio è giusto porselo.
e soprattutto riguardo al pdf "falso" qualcuno mi spiega cosa sono quegli accumuli di scie che si vedono nella manica e in italia?grazie
@ federico:

Come hai stimato l'altezza?
scusate, ma se io scrivo al senatore Ciccanti, usando la mail pubblica del senato a lui indirizzata, e gli dico "caro senatore lei è proprio un bel sciachimista", senza cattiveria solo per sfotterlo pocopo, cocosa pensate mi potrebbe succedere?
@ "federico":

quelle che hai visto te si chiamano "aerovie"... e gli aerei stavano andando a fare il loro lavoro, cioè portare persone e merci alle loro destinazioni.

e ora, notizia bomba! signori "sciachimisti", una scia l'ho vista anch'io, a 50 metri dai miei occhi! sensazionale, a bassissima quota! si trattava di un A319 in finale a Firenze, nota pista "con vista" sull'autostrada... a 20 metri da terra c'era ancora la contrail, che pennellava con grazia tutte le caratteristiche aerodinamiche dell'aereo, visto che le condizioni meteo, con umidità decisamente alta, ne permettevano ancora la formazione... probabilmente se l'è portata fino al terminal!
mi sono morso le mani di non aver avuto la reflex a portata di mano, era un bello spettacolo che a me non capita di frequente. chissà che pandemonio sarebbe successo se l'avesse vista anche Shrek, no, ehm, Zret...
Ma nooo: a Firenze il pilota si e' dimenticato di spegnere lo spruzzatore di aerosol, bischero che non sei altro.
Ragazzi!...Ma ricominciate senza il vostro scienziato pazzo??!!!..Potrei offendermi!
Un salutissimo a tutti..Ricomincio a leggere e a spanciarmi!
Iero
Salve a tutti. Vengo a scrivere qui a chiarimento di un dubbio non avendo ricevuto risposta (né pubblicazione) su
http://sciechimiche-zret.blogspot.com/2007/07/la-prova-proof-by-straker.html
L'argomento mi sembra sia lo stesso ma forse qui c'è un po' più di libertà di parola.

In commento al test fatto per verificare l'altitudine di un aereo (non capisco esattamente la necessità di questo test - peraltro illegale), l'utente ":: Straker ::" scrive:

"Come ben evidenziato nell'articolo, il modello di laser in mio possesso ha una portata massima di 3.500 metri circa. Se un velivolo chimico sorvolasse a quote superiori, non verrebbe illuminato, perché il laser ha una caratteristica fondamentale: oltre la sua portata non va oltre, poiché il fascio di luce, semplicemente si interrompe di netto."

Ora, dalle mie poche conoscenze di ottica, laser e luce, credo l'affermazione non sia molto corretta, in quanto la luce, e il laser in particolare, essendo semplicemente luce coesa, si ferma solo se assorbita, e devia solo se rifratta o riflessa.

Per questo motivo, un laser nell'aria, non ha una effettiva "portata", si ferma completamente solo se trova qualcosa di completamente opaco. Se puntato verso l'altro, dove l'aria diventa rapidamente più rarefatta e trasparente, non vedo nulla di strano se superasse i 15 chilometri - il problema sarebbe eventualmente di visibilità.

Dando un occhiata in giro, ho trovato la proposta di un opera d'arte che consisteva nell' illuminare la luna con molti puntatori laser a mano. Uno studente che fatto i calcoli necessari, avendo come risultato che un laser a mano (tipo quello utilizzato per questo esperimento) risulterebbe sul suolo lunare troppo disperso e troppo fioco per essere visibile ad occhio nudo nelle aree cittadine (dove c'è un forte inquinamento luminoso), ma non dice affatto che la loro portata sia in qualche modo definita a priori.

Per questo motivo la prova effettuata sul blog non mi sembra molto valida.

Qualcuno ha possibilità di dare chiarimenti a questo dubbio?
io ho visto una settimana fa nei celi padovani 4 aerei bianchi che lasciavano strisce parallele nel cielo a una distanza vista da terra di qualche km. c'è n'erano altrettante in direzione perpendicolare che formavano un reticolato perfetto.
io mi chiedo cosa sono queste scie e dove stavano andando quegli arei.


andavano in uk, alle maldive, in messico....
insomma prendi una lista dei voli e vedi dove andavano :)

viaggiano paralleli o sempre sulle stesse rotte perchè ci sono i corridoi appositamente tracciati

abitando vicino malpensa è facile vedere nel cielo anche 5 aerei in fila che girano e si incanalano a distanza regolare


insomma, in questo nulla di strano
esperienza di vita vissuta: il "puntino rosso" di un distanziometro laser portatile, chi fa rilievi tecnici o edilizia sa di cosa parlo.
quelli "piccoli" hanno una portata ridotta, ed in condizioni di forte illuminazione naturale il puntino si vede abbastanza male, o per niente, anche a poche decine di metri. quindi si potrebbe anche dedurre che il laser "non ci arriva"... invece basta mettersi gli appositi occhiali, ed eccolo là, bello brillante, cosi' posso collimare dove desidero. ergo, a parità di potenza emessa e di condizioni della superficie riflettente, il resto è tutta questione di sensibilità dello strumento che riceve il fascio di luce riflessa, cioè l'occhio.

cosi', tanto per dire che mi sembra una boutade senza alcuna validazione né affidabilità tecnica. e poi, perdonatemi , sicuramente l'ho guardato in modo disattento, ma io nel video non vedo la contrail (mi vien da ridere a chiamarle chemtrail)...
Ben lungi dal difendere un individuo farneticante come Straker, ma ho controllato e il suo intervento si interrompe a "perché il laser ha una caratteristica fondamentale: oltre la sua portata non va oltre."
Dal momento che a quel che mi risulta blogger non permette di cambiare i propri commenti, dove hai letto quella frase?
Noto ora che l'utente :: Straker :: è collaboratore nel blog, forse
questo permette di modificare i post.
La frase è stata cambiata dopo che ho postato il mio commento (che non
è stato pubblicato), il commento originale era datato :
By :: Straker ::, at 17 agosto, 2007 01:08
se provi a guardare la cache di google lo trovi
http://66.102.9.104/search?q=cache:wiewN0sEzH8J:sciechimiche-zret.blogspot.com/2007/07/la-prova-proof-by-straker.html+zret+la+prova&hl=it&ct=clnk&cd=4
Non che la modifica faccia alcuna differenza nel principio.
Io, ripeto, non sono un fisico e potrei dunque sbagliarmi, ma credo
che un laser non abbia una portata definita a priori, ma dipenda solo
dalla capacità di rifrazione, riflessione e assorbimento dei materiali
che incontra.
Infatti, sempre dalle mie scarse conoscenze, la luce non si ferma se
non incontra qualcosa.
Qualcuno più competente di me ne sa qualcosa, e può fare chiarimento?
Ho notato che gli utenti :: Straker ::e zret hanno fatto dei post in
questo blog, visto che l'ipotesi parte da loro, possono chiarire?
Non voglio offendere ne accusare nessuno, per curiosità mia mi
interesserebbero delle spiegazioni ai miei dubbi.
Il laser emette luce, monocromatica e coerente, ma pur sempre luce.
La luce, come tutte le onde elettromagnetiche, si propaga nel vuoto fino all'infinito, indipendentemente dalla sorgente (sia essa un piccolo puntatore laser o una stella).
I gas e le particelle solide presenti nella nostra atmosfera fanno sì che la portata di un raggio laser sia finita e non infinita. Tuttavia è fisicamente impossibile che un raggio di luce si interrompa improvvisamente dopo aver percorso una distanza predefinita.
Esattamente quello che pensavo. Quello che mi domandavo, è, possibile che un laser che viene dato dal produttore come di "portata 3500 metri" (non ho visto le specifiche, ma mi baso su quello detto da ":: Straker ::"), quando puntato verso l'alto, dove l'aria diventa più rarefatta (mi pare di qualcosa tipo il 10% ogni 1000 metri), superi di gran lunga questa "gittata", considerando che credo la maggior parte dell'inquinamento sia concentrato nella parte bassa dell'atmosfera? E' dunque una prova attendibile e certa per la misurazione dell'altezza di un oggetto nell'atmosfera?
Il laser usato da straker e' analogo a questi:
http://www.astrotech.it/italiano/prodotti/laser/laser.htm
http://www.meteoromagna.com/vis_testi.php?curl=meteocenter&idtesto=144

A differenza dei comuni laser a luce rossa, quelli verdi hanno un fascio visibile per TUTTA la lunghezza, di conseguenza la "portata" viene determinata come "punto fino a dove l'occhio umano riesce a distinguere il fascio".
La portata standard di 3/4 km (sui 7 km non ci metterei la mano sul fuoco)e' quindi il punto piu' lontano dove si riesce a percepire il fascio.
La "dimostrazione" di straker si spiega col semplice effetto ottico di sovrapposizione della luminosita' del fascio con la luminosita' riflessa dell'aereo.

Ben diverso sarebbe stato se avesse usato un laser rosso, il quale e' visibile solo quando il fascio viene intercettato da una superficie (il famoso puntino rosso) oppure in condizioni di atmosfera carica di fumo.
Se fosse riuscito a far apparire il puntino sulla pancia dell'aereo la faccenda sarebbe stata ben diversa.
Ma non c'e' riuscito.

Saluti
Hanmar
Giovanni, ti devo ringraziare di cuore, perché il link che hai segnalato mi ha dato un quarto d'ora di vero, intensissimo buonumore.
Sono già corso a brevettare il dispositivo, perché, visto che un telemetro laser a tempo di volo per distanze di quell'ordine di grandezza costa una cifra, poterlo realizzare con un puntatore da discoteca o giù di lì mi farà certamente ricco.

Al di là della facile ironia (ma non è colpa mia se questi ignoranti
le sparano così grosse!) non c'è da considerare solo l'assorbimento dovuto al pulviscolo e ad altre sostanze presenti nell'atmosfera, ma anche la divergenza del fascio, che fa sì che l'intensità dell'illuminazione fornita diminuisca quanto più ci si allontana, ma soprattutto c'è la riflettività della superficie su cui il fascio va a cadere (prova a dirigere una torcia elettrica verso un cartoncino nero, uno bianco e uno specchio e capirai cosa intendo).

Ma tutto questo c'entra poco: non c'è alcuna possibilità di ottenere misure, neanche molto imprecise, con il "metodo" descritto. E lo metto fra virgolette perché di metodo in questo "metodo" non ce n'è per niente, e il tutto è solo una colossale presa per il sedere.
Se guardate il filmato incriminato, non si vede mai il classico "puntino" del laser che raggiunge l'obiettivo. Si vede solo una traccia verticale verde (tipo spada laser, per intenderci) che è generata dalla riflessione parziale dell'aria, ben più vicina all'osservatore. In ogni caso, stabilire in maniera netta una portata di un laser è semplicemente impossibile. Contano la divergenza del fascio (funzione del diametro della lente collimatrice), le condizioni atmosferiche, la riflettività della superficie, la sensibilità del ricevitore (esempio degli occhiali fatto prima). Se anche avesse funzionato, non sarebbe stata una misura scientifica, ma comunque non ha funzionato.
@ Riccardo

"un telemetro laser a tempo di volo per distanze di quell'ordine di grandezza costa una cifra, poterlo realizzare con un puntatore da discoteca o giù di lì mi farà certamente ricco"

di sicuro! :-) io te ne ordino almeno 5, visto quanto costa una stazione totale reflectorless di qualità, che peraltro misura 5/600 metri quando va veramente di lusso... poter fare 4/5000 metri di rilievo con una pennina in mano e senza prismi, il sogno del topografo! :-))
@Operation one:

reflectorless? non direi: l'aereo volava così basso che straker prima gli ha tirato addosso con la fionda un catarifrangente autoadesivo, e poi lo ha misurato...

@markogts:

Appunto, e non dimentichiamo che con una divergenza di 1.2mrad il "puntino" a 4000m di distanza ha un diametro di
quasi cinque metri...
Scusate, vorrei cercare di evitare l'ironia e mantenere nella discussione un tono assertivo.
Dal canto mio non posso dare dell'ignorante a nessuno.
Sarebbe facile lasciarsi prendere dal pregiudizio e dire alla Pauli "it's not even wrong".
Riccardo, mi dici che non è possibile, ma non ne spieghi il motivo. Perchè?

Nel frattempo, incuriosito, ho guardato un po' in giro questa faccenda delle scie chimiche.
Non essendo esperto, non posso esprimermi in vari campi, poichè potrei solo riportare notizie trovate su internet, visto che non sono un esperto di meteorologia, e fisica ho fatto solo quella universitaria, e se ho volato l'ho fatto solo con arei di linea.

Premetto anche non mi sento molto influenzato dai media, in quanto non ho una televisione da una decina di anni,non ascolto mai la radio e non leggo mai i giornali.
Inoltre, sono piuttosto anti-usa, dei quali non mi piace l'atteggiamento verso il resto del mondo, e per cui non ho motivi per difenderli, anzi.

I punti su cui gradirei chiarimento sono:
Quando ero piccolo (parliamo attorno ai venti anni fa), mi ricordo benissimo di scie persistenti nel cielo lasciate dagli aerei (diciamo alcune ore). Mi sono sempre rimaste impresse poichè mio nonno mi disse che dalle scie potevo capire se il tempo sarebbe stato bello o brutto. Non so quanto sia vero, ma fattostà che sin da piccolo le ho sempre cercate per fare delle previsioni, dunque ci sono sempre stato attento.
Se viene detto che le scie appaiono dal 96 (in europa dal 2000), come vengono giustificate quelle che vedevo?
L'aumento di tale scie non potrebbe essere legato all'apparizione dei voli a basso costo, che hanno più che decuplicato il numero dei voli negli ultimi anni?

Mi pare che, principalmente, venga detto che i responsabili dei tanker spruzzatori sarebbero americani o comunque società americane. Io ho la possibilità di chiedere a un amico italiano che abita in Cina, e il padre di un'amica che è per lavoro frequentemente in Russia. A detta loro, le scie ci sono anche la, in Cina forse anche più che qui.
Considerati i rapporti attuali tra Cina+Russia-USA, trovo difficile una azione americana, anche indiretta su questi territori? Sarebbe forse un'azione che si è sviluppata in modo spontaneo in praticamente tutte le nazioni terrestri?
Come è possibile che nessuna nazione si sia opposta o abbia evitato di farlo? (non posso provare che lo facciano tutti, ma non ho ancora sentito di qualche stato dove le scie non appaiano - se ne conoscete, quali sono?)

Se qualche sostenitore volesse chiarire questi miei dubbi, ne sarei grato.

Grazie
vero il primo punto, è da 'mo che si vedono le scie di aereo
il trarne previsione meteo del nonno credo dipenda dal fatto che se è secco, umido ecc la scia si vede oppure no
è un po' come il "rosso di sera..." :)


il discorso nazioni, aerei america ecc... beh hai ragione

il tuo è un ragionamento, tutto qui
e come vedi non serve essere tecnici o esperti in campo meteorologico o altro...
pure io che non lo sono affatto non ci vedo niente di strano in tutto questo


ad esempio se vedo una foto con 4 scie che apartono dai 4 motori, e mi dicono che stanno spruzzando, mi domando da dove spruzzano... da dentro il motore non credo proprio :)
Metto da parte l'ironia e provo a risponderti.
1) La luce emessa da quei puntatori laser illumina il pulviscolo atmosferico, creando una "traccia" luminosa del tutto simile a quella che fanno i proiettori che stanno fuori dalle discoteche. Questa traccia diventa sempre meno luminosa allontanandosi dalla sorgente, perché da una parte la luce si affievolisce perché in parte è stata assorbita/diffusa dal pulviscolo di cui sopra, e in parte perché il fascio si allarga, e quindi l'intensità luminosa per unità di superficie diventa sempre minore (decresce in ragione del quadrato della distanza). Se però tu ti metti dietro la sorgente luminosa, non potrai mai vedere dove questo fascio finisce. Non è facile spegarlo senza un disegno. Potrei dire così: prova, in una notte nebbiosa, a farti luce con una torcia elettrica tenendola molto vicina alla testa. E' chiaro che la torcia proietta un fascio di luce che la nebbia rende visibile, ma tu, dal tuo punto di osservazione, non riesci a dire dove "finisce". E d'altra parte non "finisce" mai, solo si attenua finché tu non riesci più a vedere la luce. Ben diverso è il caso della riflessione: se davanti a te c'è uno specchio, anche a distanze molto grandi, riuscirai a vederne il riflesso, cioè la luce che lo ha raggiunto ed è stata riflessa verso di te. Ma se la superficie è meno riflettente, la vedrai di meno (ovvio!). Allora, sai spiegarmi che razza di misura si può fare partendo da questi principi?
Proprio nessuna, neanche in maniera del tutto approssimativa.

Riguardo a quello che dici sulle scie, hai perfettamente ragione: mio padre ricorda quelle di bombardieri alleati durante la guerra che gli facevano molta impressione, perché erano le prime che vedeva e gli aerei erano tanti. E tuo nonno aveva ragione: siccome la loro intensità e persistenza dipendono da parametri atmosferici quali temperatura, umidità e presenza di vento, certamente possono dare indicazioni meteorologiche.
Chiaro che se aumentano gli aerei aumentano anche le scie.
Ultima cosa e poi scappo: siccome le leggi fisiche valgono dappertutto, mi stupirei molto se in Cina le contrail non ci fossero!
La frase è stata cambiata dopo che ho postato il mio commento (che non è stato pubblicato)
Forse in parte si è reso conto di cosa aveva scritto... comunque mi ha fatto sobbalzare leggere una bestialità simile. Se qualcuno aveva bisogno della riprova che questa gente non sa NIENTE di fisica e affini o che non si rende neanche conto di quel che scrive, eccola qua su un piatto d'argento.
Dal punto di vista dei fotoni non c'è differenza tra una torcia elettrica e un laser, in quanto la loro portata teorica è infinita; l'unica cosa che la limita è l'assorbimento di mezzi opachi frapposti e la dispersione del cono di emissione che limita la portata utile della sorgente luminosa. Vale a dire, se la luce della torcia fosse ristretta in un fascio strettissimo invece che in largo cono, avrebbe anch'essa una portata ben superiore (guarda caso, le torce stile polizia dei film hanno un fascio di luce molto stretto e concentrato); se il laser di zret avesse potenza maggiore ai pochi milliwatt e un'ottica migliore potrebbe superare l'assorbimento dell'atmosfera e arrivare fino alla Luna.
Questi hanno interpretato alla lettera l'etichetta del portachiavi Made in Taiwan... chissà la portata della luce delle stelle su quale etichetta è scritta..?
(ah, inutile dire che un sistema così maccheronico ha validità solo per uno sciachimista...)
Grazie per le risposte accurate; spero di ricevere qualche riposta anche dai sostenitori del metodo.

Peraltro, tenendo un punto di vista neutrale, mettiamo le due teorie (sono solo scie di condensazione/sono scie chimiche) alla pari.
Chiedo, per curiosità, a i sostenitori di entrambe le teorie:
"quale sarebbe per voi la prova necessaria per confermare la teoria dell'altro gruppo?"

(anche qui, spero di ricevere risposte da entrambi)
Personalmente:
un'analisi chimica decente, che ripostasse anomalie inspiegabili coi normali fenomeni naturali e/o antropici.
Ad esempio un picco di torio in un campione di top-soil prelevato in pianura padana.

Saluti
Hanmar
Ad esempio un picco di torio in un campione di top-soil prelevato in pianura padana.
Ma non dimostrerebbe che viene giù dagli aerei...
Se vuoi fare le cose seriamente devi mandare osservatori sicuramente neutrali a prelevare campioni di aria dentro e fuori dalle scie di condensazione di un numero sufficiente di aerei. Oppure devi beccare un aereo che sta rilasciando una scia chimica (dicono che sia facilissimo individuarli...) seguirlo fino a terra, perquisirlo e analizzare chimicamente il contenuto di tutti i serbatoi.
Non vedo molte altre possibilità.
>>Peraltro, tenendo un punto di
vista neutrale, mettiamo le due teorie(sono solo scie di condensazione/sono scie chimiche) alla pari.
Chiedo, per curiosità, a i sostenitori di entrambe le teorie:
"quale sarebbe per voi la prova necessaria per confermare la teoria dell'altro gruppo?"
---------------

Gli aeromobili, in particolari condizioni, lasciano delle scie di condensazione. Questo è un fatto (fisicamente spiegato) e non è oggetto di discussione.
Qualcuno sostiene che ci sono aerei che lasciano volontariamente delle scie costituite da sostanze chimiche dannose. Se questo qualcuno mi porta delle prove valide, io accetto la sua affermazione. In caso contrario, non ho alcun motivo di farlo e questa, in sintesi, è la mia posizione.

La teoria che deve essere dimostrata però è solo una: quella degli sciachimisti. Affermare infatti che le "code" lasciate dai velivoli sono scie di condensazione non significa sostenere una teoria, ma soltanto prendere atto di fatti già noti.
A mio parere la prova dei sostenitori dell'ipotesi "normali contrail" è una prova diabolica.

Mi spiego.

Per dimostrare che non tutte le scie sono normali contrail è sufficiente documentare un certo numero di casi di scie "anomale". Vale a dire analizzare le scie e determinarne il contenuto non naturale. Oppure fermare un tanker e scoprire gli spruzzatori e i bidoni di bario.

Dimostrare che le scie chimiche non esistono, significa dimostrare che tutte le scie hanno origine e composizione naturale.

E' come dimostrare che il mostro di Loch Ness non esiste.
L'ipotesi affermativa si accontenta di un avvistamento.
L'ipotesi negativa richiede di dimostrare che non è presente in alcun luogo al mondo
A mio parere la prova dei sostenitori dell'ipotesi "normali contrail" è una prova diabolica.

Mi spiego.

Per dimostrare che non tutte le scie sono normali contrail è sufficiente documentare un certo numero di casi di scie "anomale". Vale a dire analizzare le scie e determinarne il contenuto non naturale. Oppure fermare un tanker e scoprire gli spruzzatori e i bidoni di bario.

Dimostrare che le scie chimiche non esistono, significa dimostrare che tutte le scie hanno origine e composizione naturale.

E' come dimostrare che il mostro di Loch Ness non esiste.
L'ipotesi affermativa si accontenta di un avvistamento.
L'ipotesi negativa richiede di dimostrare che non è presente in alcun luogo al mondo
Questa sarebbe la dimostrazione matematica.
Ma, se per alcuni mesi-anni molte persone hanno visto scie solo nelle condizioni in cui le scie si formano c'è una _ragionevole certezza_ che le scie siano un fenomeno naturale.
Ovviamente non si potrà mai escludere che sopra un deserto americano o cinese ci siano esperimenti militari che prevedono la creazione di scie chimiche.
A proposito di prove: gli sciachimisti sostengono che gli aerei "avvelenatori" sarebbero soliti spargere grandi quantità di composti di bario.
Se fosse vero, questo bario si troverebbe oramai ovunque nell'ambiente e la sua presenza potrebbbe essere rilevata anche da un semplice studente in chimica attraverso le procedure pubblicate, per esempio, su questo sito:
http://www.inchem.org/documents/ehc/ehc/ehc107.htm
Ho provato a chiedere chiarimenti ad alcune cose sul blog di zret "tanker enemy", ma dopo il primo post sono stato accusato di falsità (non capisco su che base), peraltro non rispondendo alla mia domanda riguardante Russia e Cina.

Il mio secondo post, in cui chiedevo chiarimenti e informazioni sul fatto di dire che non ci sono areovie che passano su sanremo (io sono andato ad esempio su www.ryanair.com, e sulla mappa vedo diverse rotte che sembrerebbero passare nelle immediate vicinanze della città) non è stato pubblicato ma è stato risposto solo:

:: Straker :: ha detto...

E smettetela di arrivare qui con l'illusione di convincerci che si tratti di profumo di gelsomino! Fatemi un favore: aria!

19 novembre, 2007 16:37

Ho fatto dunque un nuovo post, che credo non verrà pubblicato, dunque lo pubblico qui, scusate, sperando che ci sia qualche sostenitore delle scie chimiche che abbia intenzione di rispondere in modo serio ai miei dubbi.

"Io non ho cercato di convincere nessuno di niente, ne ho accusato chicchessia di nulla.

Ho semplicemente chiesto chiarimenti a dei miei dubbi, e mi sembra strano che persone che professano di oscurantismo fatto dagli altri censurino in questo modo dei messaggi che non sono assolutamente offensivi ne sconclusionati.

Ditemi dove si può discutere dell'argomento senza essere censurati e andrò li a chiedere informazioni.
Per ora ho trovato solo il blog di Paolo Attivissimo, dove però nessun sostenitore delle scie chimiche mi ha ancora risposto."
@ Riccardo
Tutto cio' che viene immesso in atmosfera prima o poi cade al suolo
Dato che non vi sono sorgenti naturali di Torio in pianura padana se l'analisi del top soil (per chi non lo sapesse sono i primi 20 cm del terreno) determinasse una quantita' di Torio decisamente superiore ai 6 ppm del fondo naturale, sarebbe gia' un bel passo in avanti.
Poi con l'analisi comparata dei metalli si stabilisce facilmente l'origine della eventuale contaminazione.
Ma finora di analisi decenti manco l'ombra.

Saluti
Hanmar
@ Giovanni
Vieni sul forum di Focus.
Dovrai leggerti oltre 400 pagine di roba piu' o meno amena, pero' li troverai tante risposte ai tuoi quesiti.

Non aspettarti risposte dal Dinamico Duo Zret&Straker, loro catechizzano e basta.

Saluti
Hanmar
@Hanmar
Ma non era bario, una volta? Non ci capisco più niente: adesso dicono che ci sono anche i nanorobot (!). Non sanno proprio più cosa inventare. Io però un problema ce l'ho, e forse Paolo dovrebbe occuparsene: ma 'sti complottisti, chi li paga?
>>ma 'sti complottisti, chi li paga?

Facciamo attenzione a non diventare complottisti noi stessi pensando che ci sia un complotto allo scopo di generare... falsi complotti.
Personalmente credo che non li paghi nessuno. Semplicemente ci credono.
E' curioso che la stessa domanda venga posta, ovviamente in senso inverso, sui forum sostenitori di scie chimiche, 11/9, etc.
Generalmente si sostiene che Paolo Attivissimo (e più in generale chiunque non dia loro ragione) sia pagato da CIA, FBI e/o Nasa.
@Paolo Attivissimo

Volevo invitarti ad aggiornare l'articolo con queste informazioni:

-Innanzitutto hanno tentato di vandalizzare la wikipedia (ovvero forzare i propri compari a tenere in "ostaggio" la pagina di wikipedia sulle scie chimiche, in contrasto alla regola per cui le informazioni su wikipedia vanno messe solo se comprovate e se c'è consenso di tutti), e la confessione stà qui http://www.sciechimiche.org/forum/viewtopic.php?t=947&highlight=wikipedia
-Youtube ha avuto un'ondata di video sulle scie chimiche (la maggiorparte postate da straker), molte con il passaparola hanno avuto molte visualizzazioni ma se guardi bene i commenti negativi non ci sono(sono stati cancellati), sono tutti positivi. Anzi ora i commenti sono stati pure disabilitati.
http://youtube.com/results?search_query=scie+chimiche&search=Search
Un esempio di video molto visto e con commenti censurati è questo: http://youtube.com/watch?v=1bTij2wcmPE
Pare inutile dire che se la gente riceve in mail questi link e nota solo commenti a sostegno delle scie chimiche allora è portata a pensare che sia vero.
-Parliamo del maggior blog di informazione a riguardo, anche questo con commenti "moderati" e stranamente tutti concordi http://www.sciechimiche-zret.blogspot.com/
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
@MaurizioR:
forse hai ragione, anche se il commento che precede questo non può non far sorgere qualche dubbio.
Certamente c'è una smania di protagonismo: d'altra parte, se vado in giro a gridare che la neve è bianca, nessuno mi ascolta e mi prendono per matto. Se invece strillo che la neve è verde, può anche darsi che finisca al Maurizio Costanzo show...
Volevo invitarti ad aggiornare l'articolo con queste informazioni:

Grazie, Marco, ma credo sia sufficiente il tuo commento che fa da testimonianza.
>Un esempio di video molto visto e
>con commenti censurati è questo:
>http://youtube.com/watch?v=1bTij2wcmPE

oddio, che tristezza. l'ufo e i tanker, e poi sullo sfondo se guardate bene ci sono anche i Puffi con Gargamella. a questo punto ci starebbe bene anche una supercazzola, (http://it.wikipedia.org/wiki/Supercazzola), se mai dovessi trovarmi di fronte ad un complottista proverò di sicuro a fargliene una... no, dico, prematurata la sciachimica o scherziamo? :-)))
andica disteri, direi!

ho trovato delle curiosità sorprendenti!

questo aereo chimico ha due motori: fa due scie
quelli a 4 motori fanno 4 scie

...ma 'sti spruzzatori chimici ne mettono sempre uno per motore? :)

e punto due: se sta scaricando schifezze... perchè non escono dall'aereo immediatamente attaccato ad esso?
si condensano invece molti metri più indietro... ops ho detto condensano?


insomma un video come questo visto così dimostra il contrario di quello che c'è scritto
forte anche il video dell'elicottero linkato sotto :)

per la serie: se di video non ne so nulla, quale è la spiegazione più probabile? gli ufo
ovvio!
"..ma 'sti complottisti, chi li paga?"
Dalle mie parti dire "Ma ti pagano?" è abbastanza comune, per dire che deve esserci un motivo specifico per cui il soggetto prosegue un'azione fastidiosa per sè o per gli altri, e che normalmente proprio per questo non ci sarebbe motivo di fare. Non ci vedevo tanto da equivocare... (anche perchè di solito quelli che farneticano di stipendi occulti non siamo noi).

Personalmente ero basito quando ho letto dei "nanotubi, nanostrutture assemblate in nanomacchine"... come al solito, parlano di cose da fantascienza senza nemmeno avere le prove che esistano...
Orgonite: arma contro le scie?

"Don Croft dice che apparentemente il lavoro nell'orgonite lo svolge il metallo mentre la resina funge da matrice. Neanche io vedo l'orgonite senza metallo. Per quanto riguarda l'acqua distillata (credo che Daniel intenda di aggiungerla alla resina) ho fatto degli esperimenti aggiungendo 10 gocce a TB di acqua caricata da un pranoterapeuta molto bravo e ho avuto dei buoni risultati. Questa idea mi è venuta dopo aver letto che alcuni fanno l'orgonite aggiungendo l'acqua Zam Zam, un'acqua che mantiene le sue proprietà nel tempo e che quindi dovrebbe rendere l'orgonite più stabile. Alla fine, credo che l'orgonite sia già speciale di per sé e qualsiasi novità, prima di essere diffusa in rete, dovrebbe essere valutata da uno psy per verificarne tutte le potenzialità nel tempo. Vedi l'orgonite fatta con la cera d'api che accumula DOR".

http://www.sciechimiche.org/forum/viewtopic.php?p=32788#32788
Leggo solo ora la prova (the proof!!) di Straker. Convinto della fondatezza dei suoi argomenti, decido di ripetere la prova, ma purtroppo non dispongo di uno strumento così sofisticato. Allora mi pongo sul terrazzino, al primo aereo che passa (che ovviamente deve essere un tanker) mi metto di lato , alzo il braccio col dito puntato e... sorpresa, il dito raggiunge l'aereo e, "anzi, sembra oltrepasssare la sagoma dell'aviocisterna". Quindi è provato che gli aerei volano all'altezza del mio braccio, se non a quota inferiore.
Perchè ridete?!? E' la stessa cosa che ha fatto Straker, e ora è li seduto che si da pacche sulle spalle da solo aspettando il postino con l'invito per il Nobel!
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
@Hanmar
Temo che Riccardo abbia ragione, rilevare concentrazioni anomale di un elemento al suolo non rivela da cosa siano causate. Purtroppo le fonti di inquinamento sono le più disparate. L'unica strada è un prelievo in quota di una (meglio più) scie, o la perquisizione di un "tanker".

Ho postato un commento a Straker provando a farlo ragionare, spiegando che una prova ha sempre bisogna di una verifica (contro prova). Dovrebbe provare a "illuminare" come dice lui, senza però riuscirci, un aereo di linea normale che vola a ottomila metri.
Quanto scommettete che il commento non comparirà mai?
@ giuliano47:

"...qualsiasi novità, prima di essere diffusa in rete, dovrebbe essere valutata da uno psy per verificarne tutte le potenzialità nel tempo. Vedi l'orgonite fatta con la cera d'api che accumula DOR..."

appunto: l'orgonite con la cera d'api sarà come d'andicapo d'altitudine? probabilmente sblinda secondo l'articolo dodici, ed anche un po'prefettura come se fosse antani, viste le sue potenzialità nel tempo.
e poi, mi scusi, quale dei due psy è quello col tarapiatapioco prematurato, visto che ho provato ma faceva tu-tu?
infine: ma lei ha clacksonato? :-))

(http://it.wikipedia.org/wiki/Supercazzola)
OT: sono in netto disaccordo con Wikipedia! da che mondo è mondo si dice "supercazzola", non "supercazzora", che resta comunque un'arma formidabile contro lo sciachimismo. :-))
Niente, per ora :: Straker :: non sembra essere intenzionato a rispondere ai miei dubbi su Russia e Cina, e sulle areovie su Sanremo, dunque proverò a rivolgermi al forum di focus come consigliatomi.

D'altro canto, potrei dare ragione a :: Straker :: ; da quello che noto, Nizza è uno snodo aereo piuttosto importante, e dista solo 50Km da Sanremo, per cui forse non è strano che aerei in decollo o atterraggio viaggino a quote inferiori a quelle di crociera, o sbaglio?
può essere
d'altra parte nella zona ticino gli aerei fan tremare le finestre... ovvio non sono elicotteri e quindi per scendere verso malpensa devono... scendere :)

anche qui nulla di strano, pur non essendo esperto di aviazione

un qualsiasi controllore, pilota, amatore potrebbe facilmente dare risposta su dove girano i corridoi di salita, avvicinamento ecc
Qualcuno sa per caso dove si possono procurare carte accurate delle rotte sull'italia? :: Straker :: dice che non ci sono se non una da Nizza a Genova che passa a 8 km dalla costa, ma io solo sul sito della Ryanair ho visto quattro o cinque rotte che passano in quella zona sia da un lato che dall'altro.
carte non so
ma il calcolo di rotta tra NIZZA e GENOVA
risulta:


LFMN 0 0 N43°39'30.28" E007°12'57.14" COTE D AZUR
STP 116.5 227 38 N43°13'10.07" E006°36'06.52" SAINT TROPEZ
TIXIT 56 13 N43°20'46.00" E006°50'30.00" TIXIT
RAPED 56 3 N43°22'24.00" E006°53'36.00" RAPED
NARTI 56 18 N43°32'57.00" E007°13'48.00" NARTI
PIGOS 56 8 N43°37'20.20" E007°22'16.20" PIGOS
NOSTA 56 20 N43°49'09.90" E007°45'18.70" NOSTA
ABN 420 56 25 N44°03'21.40" E008°13'15.50" ALBENGA
LIMJ 52 34 N44°24'43.03" E008°50'30.75" GENOVA/Sestri



se guardi le coordinate un punto di rotta è esattamente SOPRA sanremo

guarda se ci vuole tanto... una semplice ricerca di rotta
è chiaramente segnato il punto sanremo, poi va ad albenga


la frase "nessuna rotta sopra sanremo" quindi è una bella balla

chissà da dove esce
@Giovanni: puoi trovare qualcosa
qui


Per le contrail a livello suolo, ho trovato un
filmato interessante:

provate a guardare cosa succede subito dopo il decollo, intorno e dopo i 55 secondi, dietro l'ala. E addirittura, anche prima, si vede della condensa nella presa d'aria del motore!
Ovvio che in queste condizioni la condensazione non rimane per molto tempo, ma che si formi non c'è dubbio. Alla faccia degli scemichisti.
@riccardo:
bella la mappa! e si vede il punto di nome NOSTA che compare nella lista rotta, se lo cerchi con google mappe è sopra sanremo infatti
Bellissima la testiomonianza di Giovanni. Primo, la saggezza del nonno per quanto riguarda le previsioni meteo: in effetti un legame c'è, cmq non è prprio una legge matematica, la meteorologia è molto complessa, Sta di fatto che in genere, i cirri (e le contrail persistenti) indicano umidità nell'aria e dunque l'arrivo di un fronte caldo (i fronti caldi hanno pendenza positiva, cioé arrivano prima in alto e dopo in basso). Se questo fronte è inseguito da un fronte freddo più veloce, si può, nel giro di 24-48 ore, avere brutto tempo (fronte occluso).
Interessante anche la testimonianza sulle contrail dei bombardieri della seconda guerra mondiale. Avevo trovato molte testimonianze sull'argomento, ma solo in inglese. Inutile dire che quando ho fatto loro presente le bellissime foto di b-17 con contrails, il duo zret&straker si è messo a sostenere che sono foto truccate. Che rispondere in questi casi?
Interessante poi notare come il duo sia ossessionato dal "problema". Ormai quelli non li schiodi più se non col Prozac. Però, almeno gli venisse un dubbio sul fatto che devono censurare il loro blog... E' un idnizio molto pregnante, a mio avviso.
Quanto alla prova definitiva sull'esistenza delle scie chimiche, serve un'analisi diretta di campioni in quota. L'aereo devono selezionarlo gli sciachimisti, e un team indipendente deve andare in quota a fare prelievi.
Provare che le contrails esistono, invece non serve: è la cosiddetta "ipotesi nulla", che semmai va dimostrata essere sbagliata.

PS eventuali tracce di sostanze nel suolo non vogliono dire nulla: se ce ne fossero, l'ARPA dovrebbe valutare e studiare l'origine dell'inquinamento, ma non è certo detto che sia dovuto al passaggio di aeromobili.
Per dire, se a Marghera trovo idrocarburi, il mio primo pensiero non va ad un "fuel dump", ecco...
Gli sciachimisti sostengono che gli aerei avvelenatori spargerebbero composti di bario. Il bario non è un inquinante "comune" come gli idrocarburi o gli ossidi di zolfo.
Trovarne in quantità anomale sul nostro territorio sarebbe già un bel passo avanti: non sapremmo ancora da dove arriva, ma almeno scopriremmo che qualcosa che inquina effettivamente c'è.
Se però tracce di bario superiore alla norma non c'è ne sono, significa allora che non ci sono nemmeno i presunti aerei che lo spargono. Lo stesso ragionamento si può ovviamente estendere alle altre sostanze che gli sciachimisti ipotizzano vengano diffuse.
@maurizior:
mi hai tolto le parole di bocca.
Ormai esistono decenni di analisi chimiche al suolo (e per essere precisi anche di aria) eseguiti con metodologie in grado di rilevare i ppm e per certi elementi i ppb (parti per MILIARDO).
Dato che come gia' affermato tutto cio' che viene aerodisperso prima o poi ricade al suolo a mano che non sia un gas (e anche su questo ci sarebbe un discorso lungo da fare), non e' necessario andare in aria a prelevar campioni, cosa peraltro offerta da svariate persone agli sciachimisti ma mai accettata.
Basta analizzare campioni a terra, il famoso top-soil gia0 citato, eseguire la comparazione con i valori di fondo natural e con campioni presi a profondita' maggiore, prelevati per sicurezza in zone che si sa urbanizzate da parecchi decenni e quindi intoccate da materiale eventualmente aerodisperso in tempi recenti.
Costo totale tra prelievo con geoprobe(tm) ed analisi certificate iso9000?
Sotto i 1.ooo € per i metalli, 1500 € aggiungendo gli organici, 2500€ se ci mettiamo pure le diossine.

Saluti
Hanmar
e di analisi del terreno non ne vengono fatte poche, anzi

tra arpa e ditte private per necessità, obblighi di legge ecc se ne fanno parecchie!

ad esempio, tanto per curiosità, non lontano da qui tutta un'area per km essendo vicina all'uso di sostanze radioattive subisce monitoraggio dell'aria, del suolo, dell'acqua, del fieno e persino i campioni del latte che viene prodotto in tutti i comuni limitrofi
@markogts
in realtà, a detta di :: Straker :: (non prima di avermi dato del falso per la questione delle scie di quando ero piccolo) le sperimentazioni c'erano già negli anni 40 anche in italia, ma è solo dal 96 che se ne parla.
oltretutto qualcuno ha visto cosa è esattamente questo "bario"?

leggo che è pesante, precipita in fretta, si ossida molto rapidamente se viene a contatto con l'aria

insomma, comodo da aviodisperdere :)
Il Colosseo c'e' dall'80 DC.
In parte ci sono svariati giardini.

Cosa chiedere di meglio?

Oppure gli alieni gia' ci irroravano dall'epoca di Cesare Augusto???

Saluti
Hanmar
MAh, Straker cambia versione come gli comoda. Una volta le scie "chimiche" sono cominciate nel 96, un'altra erano già dai tempi della guerra. Rsta il fatto che i bombardieri avrebbero pagato oro per non emettere scie di condensazione, che erano (e sono) un formidabile indicatore della presenza di aerei nel cielo. Il problema esiste anche con i moderni bombardieri stealth:
"The aircraft was also designed to eliminate its contrail, with a tank outboard of the main landing gear to store a chemical that would be mixed with the exhaust flow to suppressed the formation of a contrail. This scheme wasn't actually used in practice, with a "lidar" (laser radar) system instead eventually developed to detect the formation of a contrail and alert the pilot to descend to lower altitude."
http://www.vectorsite.net/avb2.html
>>"The aircraft was also designed to eliminate its contrail, with a tank outboard of the main landing gear to store a chemical that would be mixed with the exhaust flow to suppressed the formation of a contrail"

---------

E' ironico che le "vere" scie chimiche servano a nascondere proprio le scie di condensazione.
A questo proposito mi piacerebbe chiedere agli sciachimisti com'è possibile che i diabolici scienziati che spruzzano veleno dagli aerei, secondo loro così onnipotenti, non abbiano ancora escogitato un sistema per emettere scie invisibili. Questa soluzione ridurrebbe infatti praticamente a zero la possibilità che il mondo scopra il complotto dell'avvelenamento globale.
Complimenti davvero.

Siete in grado di smentirvi da soli:

"Prima cosa, quello che presumi essere una sonda per il rifornimento in volo, è in realtà davvero uno spruzzatore,..."

...solo che non serve per spruzzare ma per phonare i capelli del pilota...


Forse il migliore servizio alla verità lo fate proprio voi disinformatori.

Vedo che sei in buona compagnia: Hanmar, axlman: colleghi?

Ciao Paolino...
Salve a tutti, vorrei solo postare un commento che zret ha inviato sul suo blog:

zret:
Ciao Badghir, pochi sanno che juan carlos, in quanto re di Gerusalemme, è uno degli uomini più potenti del mondo ed è destinato a diventare monarca universale, quando e se (speriamo di no) sarà instaurato il NWO con un'unica religione, quella satanica della chiesa di Roma (Babilonia la Grande)(Roma è il contrario di Amor), alias Satan seed...

...e questo dovrebbe togliere ogni dubbio circa la sanità mentale degli individui con cui abbiamo a che fare.
Vedi, Ray, la miglior riprova del fatto che Paolo sia in buona fede risiede proprio nel fatto che ha preso atto del suo errore, lo ha ammesso, lo ha corretto e ha pubblicamente ringraziato chi glielo ha fatto notare.

Voi invece manco se vi si fa notare che gli elicotteri neri sono in realta' quelli della Finanza ripresi in controluce.

Saluti
Hanmar

Ps: ssshhhhh, lo sai che qui all'Isola di Man siamo tutti colleghi!!!
Complimenti davvero.

Siete in grado di smentirvi da soli:


Ray, evidentemente -- come vedo dai tuoi arguti interventi sul lunacomplottismo -- non ti è chiaro il processo di lavoro di un'indagine secondo il metodo scientifico (detto anche "buon senso").

A differenza degli sciachimisti, che non tollerano la critica e si chiudono a riccio nel loro Verbo immodificabile, se in un'indagine obiettiva si riscontra un errore, lo si segnala, lo si dimostra e lo si corregge, senza isterismi e senza drammi. La tesi di fondo (quello non è un dispersore di scie chimiche, ma è un dispositivo di uso comune e per nulla segreto) non cambia, ma ne esce rafforzata perché ha subito la verifica e la ulteriore documentazione da parte di terzi competenti.

Spero sia chiaro; purtroppo non ho tempo di farti un disegno.
Si si... Paolo, perché ho proprio bisogno dei tuoi disegnini per capire...

Vedi, il fatto è che ti sei corretto, si lo hai fatto, ma mica per dire che spruzza. Ci hai macinato intorno per dire che faceva comunque altro.

Ci sono aerei che girano con quei dispositivi e lo fanno per fare cosa?

... e beh, tante altre cose, ma non per spruzzare! Dici tu.

A me pare un po tirata la cosa.
Ma lo so, sono io che penso sempre male. Se vedo un uomo per strada armato di coltello prima di pensare che mi voglia fare la pelle dovrei pensare che vuole solo affettarsi del pane... (perdonami la metafora).


Ciao a tutti i "Bravi Ragazzi".
Caro Ray, l'analogia e' azzeccata, ma il soggetto sbagliato.

In realta' tu vedi un tizio vestito di bianco, con un cappello a fungo bianco anch'esso, in una enorma cucina piena di pentole, con un coltello in mano e sei sicuro che voglia farti la pelle.

Si chiama paranoia.

Saluti
Hanmar
In realta' tu vedi un tizio vestito di bianco, con un cappello a fungo bianco anch'esso, in una enorma cucina piena di pentole, con un coltello in mano e sei sicuro che voglia farti la pelle.

Si chiama paranoia.


45 minuti di applausi a scena aperta. :-))
ci sono aerei che girano con quei dispositivi e lo fanno per fare cosa?

per provare i sistemi antighiaccio di altri aerei, secondo un progetto per nulla segreto. sai leggere, oppure forse è meglio fare tutti insieme un passo indietro, tornare al metodo del disegnino e trovare il tempo per fartelo?
se basta una foto qualsiasi credo sia sufficiente andare su un sito di aziende che fanno la disinfestazione dei campi
si trovano di certo foto di aerei con spruzzatore

a quel punto non serve fotografare aerei normali, saranno veri aerei spruzzatori, fatti per sostanze chimiche (e pure dannose)
e in più la scia non uscirà da dietro i motori!

non vedo perchè serva fotografare boeing di linea


altrimenti c'è un modo più semplice per trovare foto, con una determinata parola chiave

esempio, questa NON è certo una normale scia di condensazione:

http://www.claudiobergero.it
/blog/wp-content/uploads/2007/05/pan3.jpg

ed è pure un aereo militare



la risposta è semplice...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Leggete bene dove parlano di aerosol (purtroppo non posso evidenziare i passaggi, quindi li separo)

Ray, francamente non capisco perché continui ad automortificarti.

Prova ad informarti sul significato scientifico del termine "aerosol" e capirai che tutto il discorso del CNR non c'entra un'acca con le scie chimiche.

Fra l'altro, questo concetto è già stato sviscerato nei commenti qui sopra. Se tu avessi letto, prima di scrivere, avresti evitato l'ennesima figura.